View Single Post
Old 01-08-2015, 18:08   #2
DMD
Senior Member
 
L'Avatar di DMD
 
Iscritto dal: Oct 2002
Città: Vicenza
Messaggi: 2720
Nella barra di ricerca digitare “Windows update” ed installare gli aggiornamenti disponibili.



Al termine riavviare ed effettuare una nuova ricerca per verificare che non ci siano altri aggiornamenti, poi chiudere il Windows update e passare alla fase di pulizia.






PULIZIA (nella macchina virtuale)
Terminati gli aggiornamenti e installazioni, possiamo provedere alla pulizia dei file temporanei, selezionando C
tasto dx>Proprietà>Pulizia disco



Terminata la pulizia disco, affinchè questa procedura abbia effetto occorre riavviare.

Un ulteriore passaggio di pulizia, è quello di svuotare completamente le cartelle:
C:\Windows\SoftwareDistribuiton\Download, che contiene i file temporanei degli aggiornamenti.
C:\Windows\Temp, che non viene svuotata completamente dalla Pulizia disco.






Al termine della procedura, quando siamo certi di non integrare o installare più nulla, passiamo alla configurazione dell’Utilità preparazione di sistema, in cui deve essere selezionato “Generalizza” e “Arresta il sistema” come da figura, e poi premiamo “OK”.




Quindi si avvia l’elaborazione Sysprep, al termine la macchina virtuale si chiuderà.








COLLEGAMENTO HDD VIRTUALE A COMPUTER HOST (VitrualBox)
Dato che ho utilizzato VirtualBox , come macchina virtuale, bisogna collegare l’unità virtuale a Windows tramite Pannello di Controllo>Strumenti di Amministrazione>Gestione computer>Gestione disco>Azione>Collega file VHD





Eccolo l’HDD collegato a Windows N ed R:
N è riservato per il sistema, R con una capacità di 28,9 GB e circa 19 Gb liberi, quindi l’immagine occupa circa 9,8 GB.







CATTURA IMMAGINE FILE Intall.wim
Per questa procedura ho preferito utilizzare GImageX, che è risultato molto più veloce nell'elaborazione rispetto a Windows ADK.
Aprire il file “gimagex.exe” relativo alla versione del nostro S.O. (32 o 64 bit) , e impostare l’interfaccia coma da figura e poi premere “Create”.







PREPARAZIONE ISO
Una volta terminata la cattura del file Install.wim, provvediamo ad aprire l’ISO di Windows con UltraISO e portarsi nel percorso sources, in cui andremo a sostituire il file install.wim con quello catturato in precedenza.



Le cartelle “extra” che si vedono nell’esempio in figura, “Software” e “$OEM$”, fanno parte di altra procedura di integrazione detta SetupComplete descritta altrove (RUNONCEEX IN ISO DI WINDOWS), che serve ad integrare software e tool via RunOnceEx.







RICREARE L'ISO DI INSTALLAZIONE
La modifica è completata, adesso per ricreare una copia del disco con i file modificati si possono utilizzare tre procedure:

1- Utilizzare un’utility gratuita come Windows Bootable DVD Generator scaricabile qui: https://turbolab.it/183

2- Utilizzare il programma a pagamento UltraISO.






PULIZIA NEL COMPUTER HOST
Terminato il tutto potete eliminare i vari file e cartelle temporanei.
Ricordatevi di scollegare la VHD da Gestione Dischi, altrimenti non potrà essere eliminata.



Al termine se non ci interessa più l’HDD virtuale collegato al computer host, lo possiamo eliminare sempre nel solito percorso Pannello di Controllo>Strumenti di Amministrazione>Gestione computer>Gestione disco selezioniamo il disco nella finestra di sinistra e
tasto dx del mouse> Scollega file VHD




Giunti a questo punto, non rimane altro che testare la nostra nuova ISO su Macchina virtuale e verificare se tutto funziona regolarmente.
La nostra immagine ISO la possiamo masterizzare sia su supporto ottico, oppure renderla avviabile su supporto USB tramite l’utility free Rufus https://rufus.akeo.ie/?locale=it_IT compatibile oltre che con il normale BIOS anche con UEFI.

Questo è tutto, buon lavoro.

Ultima modifica di DMD : 12-05-2018 alle 16:55.
DMD è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso