View Single Post
Old 21-06-2006, 15:38   #2
Fabio70rm
Senior Member
 
Iscritto dal: Jun 2006
Città: Roma
Messaggi: 1712
In base alle loro caratteristiche le schede audio si dividono grosso modo in quattro fasce: Ludiche, Consumer, Prosumer, Professional.

Le schede ludiche sono quel tipo di schede che sono concepite per i videogiochi, ascoltare mp3 ed audio a medio-bassa qualità, utilizzi multimediali comuni (ascolto di suono a bassa qualità che si trova su internet) e ascolto surround generico. Destinatari di questi prodotti sono le persone che vogliono ascoltare audio senza badare troppo alla qualità, e che sono semplici fruitori del suono.

Le schede consumer sono quelle schede che sono più mirate all'audio di qualità, con una maggiore attenzione al rapporti segnale/rumore e alla distorsione. Si comincia con queste schede ad apprezzare una discreta qualità del segnale. Destinatari di questi prodotti sono intenditori di audio a discreti livelli (quelli che una volta erano gli appassionati di HI-FI per capirci), e coloro che sono abbastanza esigenti sull'audio, pur rimanendo semplici fruitori.

Le schede prosumer hanno una buona qualità dei convertitori A/D e D/A, una bassa distorsione armonica, una discreta gamma dinamica, una buona risposta in frequenza ed elevato stereo crosstalk. Oltre che per l'ascolto audio a livelli semiprofessionali queste schede sono l'ideale per poter cominciare a lavorare con programmi audio di sequencing, mastering e post/produzione audio (Cubase e company per capirci). Sono le schede ideali per l'audiofilo che si diletta di home recording e che fa piccoli lavori di audio semipro (demo del gruppo rock, colonne sonore dei filmati delle vacanze etc.)

Le schede professional sono destinate al mercato professionale. Elevata qualità dei convertitori, bassissima distorsione armonica, elevato rapporto segnale/rumore, frequenze di campionamento che arrivano anche a 327 Khz, risposta in frequenza prossima allo zero. Il loro standard raggiunge spesso la qualità delle consolle analogiche degli studi di registrazione professionali, che spesso se ne avvalgono. Supportano l'audio professionale broadcast e possono processare e sincronizzarsi con il timecode di un betacam.

Ora già so la domanda: ma la scheda X del produttore Y a che tipo di categoria appartiene?

Questa è una domanda a cui personalmente non vi rispondo per due motivi:

il primo è che non voglio essere citato per danni dalle aziende

Il secondo è che catalogare una scheda a volte può essere molto difficile, perchè non esistono tabelle di riferimento....

Vi metto solamente a confronto, per darvi un'idea, i parametri di una Sound Blaster X-Fi Elite Pro e di una RME Fireface 800 , invitandovi a comparare tra loro le varie schede audio dei produttori.

Freq. di camp. Segnale/rumore Distorsione Risp. freq. Crosstalk


RME 192 Khz 109 0.00032 % -1 dB > 110 dB

Creative 192 Khz N/D 0.008% +/-3dB N/D
Fabio70rm è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso