Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


gomma2408 02-02-2009 09:51

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26115493)
un'informazione: qualcuno di voi è andato a visita dal Prof. Mariani?
Per un consulto esterno all'intervento stavo pensando di farmi vedere da uno davvero bravo e sono indeciso tra il Prof. Mariani e il Prof. Cerulli di Perugia.

conoscendo il metodo del Cerulli e del mariani ti dicono che per vedere bene ti devono nuovamente operare....:D :D :D
A parte gli scherzi, ti ho risposto sopra: molto meglio un ottimo fisioterapista, fidati! Se mi permetti una similitudine, Il chirurgo è come un ingegnere che ti predispone "la macchina" tecnicamente al meglio dal punto di vista meccanico (con l'operazione), ma poi per insegnarti come utilizzarla al meglio ti serve un ottimo pilota..... l'ingengere ne saprebbe molto meno!!! :cincin:

bamtoo 02-02-2009 10:01

chiarissimo come sempre ti ringrazio..
purtroppo il centro dove vado io non è granchè, nel senso che non mi seguono così tanto i fisioterapisti, mi dicono soltanto a grandi linee cosa fare poi vado su in palestra e me la devo vedere da solo..
adesso cercherò qualcosa di alternativo nella mia zona ma è difficile..:muro:

penso che molto spesso sbaglio a fare gli esercizi (soprattutto la leg press) e il dolore si riaccentua;così questa tendinite me la porterò avanti per molto altro ancora:doh:. perchè il fine settimana, in cui non mi alleno la domenica, migliora notevolmente e ho dolore solo se faccio pressione con il dito sotto la rotula; poi il lunedì che mi alleno tornano i fastidi e il dolore..

gomma2408 02-02-2009 10:28

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26116570)
chiarissimo come sempre ti ringrazio..
purtroppo il centro dove vado io non è granchè, nel senso che non mi seguono così tanto i fisioterapisti, mi dicono soltanto a grandi linee cosa fare poi vado su in palestra e me la devo vedere da solo..
adesso cercherò qualcosa di alternativo nella mia zona ma è difficile..:muro:

penso che molto spesso sbaglio a fare gli esercizi (soprattutto la leg press) e il dolore si riaccentua;così questa tendinite me la porterò avanti per molto altro ancora:doh:. perchè il fine settimana, in cui non mi alleno la domenica, migliora notevolmente e ho dolore solo se faccio pressione con il dito sotto la rotula; poi il lunedì che mi alleno tornano i fastidi e il dolore..

Guarda, è molto importante fare anche meno fisioterapia ma essere sicuri di fare gli esercizi molto bene. Infatti ti ho parlato di centro riabilitativo perchè anche se hanno le stesse macchine bisogna vedere... ad es. la leg press ti permette di controllare i gradi in estensione/flessione dell'angolo del ginocchio? non devi mai scendere sotto i 90/95 gradi, inoltre osserverei un periodo di riposo di una settimana almeno, facendo solo isometria per poi riprendere gradualmente. Se hai paura di calare nel quadricipite puoi fare elettrostimolazione finchè osservi questo periodo di riposo (anche se fa poco, è meglio di niente.... giusto per tenere in movimento il muscolo senza caricare l'articolazione).
Stai facendo anche leg-extension? se sì, quella ti dovrebbe causare molto dolore.... In questo caso è fondamentale avere una leg-extension graduata, con i blocchi in estensione/flessione (xchè si inizia a 20/50 gradi ext/fless, poi 10/40, infine 0/30 ma SOLO QUANDO NON fa male x niente... altrimenti si torna al 10/40) e RIGOROSAMENTE con il braccio di leva (i pesi, insomma) subito sotto il ginocchio, sotto al punto di prelievo del rotuleo ovviamente, ma assolutamente NON alla caviglia..... altrimenti forzi troppo anche con pochi pesi.

bamtoo 02-02-2009 13:53

faccio solo leg-press 5-6 serie da 10 (salgo con due e scendo con la gamba operata). da quello che scrivi, capisco che sbaglio a scendere troppo (sfioro i 50°-60°).la leg-press che c'è in palestra è quella della tecno-gym

la leg exstension la faccio solo in isometria con 10-12 kg.

gomma2408 02-02-2009 14:17

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26120648)
faccio solo leg-press 5-6 serie da 10 (salgo con due e scendo con la gamba operata). da quello che scrivi, capisco che sbaglio a scendere troppo (sfioro i 50°-60°).la leg-press che c'è in palestra è quella della tecno-gym

la leg exstension la faccio solo in isometria con 10-12 kg.

Ok ancora la leg extension così "limitata", soprattutto vista la tendinopatia.
La leg press, anche io ho usato una della techno gym, (ne fanno moltissimi di modelli....) di diversi anni fa, l'angolo formato dal ginocchio quando fletti non deve mai essere inferiore a 90 gradi, (angolo retto, insomma....) non devi piegare troppo il ginocchio, la macchina usata da me parte da 80 kg che facevo dopo circa 40 gg dopo aver fatto il Vector (una pressa a elastici collegata a computer e che simula pesi inferiori) e sempre con una gamba sola.
Ho avuto problemi a livello di tendinopatia sull'esterno del ginocchio arrivato a 220 Kg sempre monopodalico con la gamba operata, da quel momento ho abbassato a 160 Kg ricercando la velocità in estensione, ma MAI sotto i 90 gradi.... la tendinopatia era dovuta a troppo carico e poca escursione (piegavo a circa 110/120 gradi.... quindi troppo poco....) poi ho risolto.
OVVIAMENTE ti descrivo il mio esercizio per curiosità, visto che ti sei operato diversamente.
Un ragazzo che la faceva insieme a me operato con rotuleo (ma senza complicazioni di mnisco e/o collaterale) ha iniziato molto più tardi la leg press (circa 2mesi e mezzo dopo l'operazione.... prima ha fatto il vector di cui sopra) e coi pesi è dovuto sempre andare mooooolto piano, fino a 140 kg dopo 5 mesi... anche lui aveva avuto la tendinopatia sotto la rotula e gli è durata tanto..... gli gonfiava anche.... questo per dirti che è normale, ma cmq NON FARE (secondo me e secondo tutti i fisioterapisti del mio centro!!!) piegare il ginocchio alla leg press oltre i 90gradi!

bamtoo 02-02-2009 14:25

grazie 1000 ancora una volta per l'ennesima dritta..
ora mi spiego tutto quelo dolore ogni volta che faccio leg-press..:muro: da oggi non supererò i 90° anche se ci dovrò andare a occhio perchè non c'è un modo per sapere quanti gradi sto scendendo..
e pensare che quell'idiota del fisioterapista mi diceva "scendi scendi":banned:

non mi spiego come facevi a mettere tutto quel peso..io ce la faccio a stenti con 50 kg (sono proprio messo male):doh:

di questa vector invece neanche l'ombra..:mad:

gomma2408 02-02-2009 14:39

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26121294)
grazie 1000 ancora una volta per l'ennesima dritta..
ora mi spiego tutto quelo dolore ogni volta che faccio leg-press..:muro: da oggi non supererò i 90° anche se ci dovrò andare a occhio perchè non c'è un modo per sapere quanti gradi sto scendendo..
e pensare che quell'idiota del fisioterapista mi diceva "scendi scendi":banned:

non mi spiego come facevi a mettere tutto quel peso..io ce la faccio a stenti con 50 kg (sono proprio messo male):doh:

di questa vector invece neanche l'ombra..:mad:

ciao, il vector serve praticamente solo a iniziare la leg press con un carico leggero costante con una differente dinamica dello sforzo durante l'escursione (dovuta al fatto che ci sono elementi elastici e non pesi).
Piegare il ginocchio oltre i 90 gradi è particolarmente stressante a livello di articolazione a chi ha problemi ai ginocchi od è stato operato.... se fossi sceso oltre i 90 gradi anch'io avrei fatto molto meno, se ti posso consolare, infatti io facevo quei carichi ma a discapito della flessione (partivo da 180 gradi (cioè gamba tutta dritta) fino a 120.... ma era poco.
Ti posso dire che a tutt'oggi mi è rimasto molto di quel deficit (anche ora se piego molto il ginocchio dalla posizione eretta con il solo peso del corpo non mi regge molto...) e quindi ho iniziato nuovamente un ciclo di terapia.... per cercare di migliorare.
Facendo l'esercizio meglio inizialmente sono dovuto scendere addirittura a circa 120/130 kg altrimenti non ce la facevo..... poi tutto dipende dalla forza che uno ha nelle gambe "per natura": io ho una muscolatura ipertrofica (fibre grosse, anche se gambe normali) che non mi consentono, ad es. di fare una maratona ma che hanno molta esplosività (una volta!!!). Considera che con la gamba buona (infatti ho fatto sempre esercizi nelle due gambe nel rapporto 2:1 cioè due serie nella gamba operata contro una di quella sana....) sono arrivato a fatica a fare 10 rip alla leg press con 260 kg.
Con la gamba operata infine non ho alzato più il peso oltre i 170 kg ma alla fine, ricercando la velocità di esecuzione, la spinta mi faceva staccare la pianta del piede dalla pedana di un bel po'....;)

Certo questo non lo puoi fare con l'operazione con il rotuleo ma devi per forza andarci molto più piano

gomma2408 02-02-2009 14:49

il tutto è dovuto al fatto che più pieghi il ginocchio e più c'è un effetto leva negativo nel ginocchio .... lo puoi facilmnente verificare se fai un'accosciata sulla gamba sana e provi a rialzarti.... più vai giù (quindi più pieghi il ginocchio) e più fai fatica , ovvero passare da piegatura 45 gradi a 90 e molto più faticoso che da 120 a 180 gradi (tutta dritta) anche se in quest'ultimo caso fai 15° di escursione in più....:read:

Il LCA però incide molto negli angoli che vanno negli ultimi 0-30 gradi (150-180, se preferisci, considerando il 180° come la gamba tutta dritta...) ed è lì che sforza di più, questo perchè il ginocchio non è come un semplice snodo, un cardine, ma c'è una componente di traslazione in avanti del femore rispetto al piatto tibiale.... per questo il LCA sofrza di più in questi gradi.

alex642002 02-02-2009 22:26

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26115493)
un'informazione: qualcuno di voi è andato a visita dal Prof. Mariani?
Per un consulto esterno all'intervento stavo pensando di farmi vedere da uno davvero bravo e sono indeciso tra il Prof. Mariani e il Prof. Cerulli di Perugia.

Io ti posso dire che i miei colleghi,potendo usufruire di un'assicurazione convenzionata con Villa Stuart sono andati tutti da Mariani.E i miei colleghi non sono certo tipi che si trattano male.Anche io avrei potuto andarci,ma poichè ero già in cura presso un altro ortropedico(tralaltro professore universitario di ortopedia)per un altro acciacco ho optato per la clinica dove lui opera(o meglio una di quelle dove lui opera),e mi sono trovato benissimo.Mariani comunque a detta di tutti è il top,e sopratutto specializzato nel ginocchio:d'altronde ha operato Totti,e quelle son gambe che valgono milioni,non le nostre.Anche la struttura dicono tutti sia all'avanguardia.Però se non hai un'assicurazione preparati a sborsare parecchie migliaia di euro..

alex642002 02-02-2009 22:42

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 26121588)
ciao, il vector serve praticamente solo a iniziare la leg press con un carico leggero costante con una differente dinamica dello sforzo durante l'escursione (dovuta al fatto che ci sono elementi elastici e non pesi).
Piegare il ginocchio oltre i 90 gradi è particolarmente stressante a livello di articolazione a chi ha problemi ai ginocchi od è stato operato.... se fossi sceso oltre i 90 gradi anch'io avrei fatto molto meno, se ti posso consolare, infatti io facevo quei carichi ma a discapito della flessione (partivo da 180 gradi (cioè gamba tutta dritta) fino a 120.... ma era poco.
Ti posso dire che a tutt'oggi mi è rimasto molto di quel deficit (anche ora se piego molto il ginocchio dalla posizione eretta con il solo peso del corpo non mi regge molto...) e quindi ho iniziato nuovamente un ciclo di terapia.... per cercare di migliorare.
Facendo l'esercizio meglio inizialmente sono dovuto scendere addirittura a circa 120/130 kg altrimenti non ce la facevo..... poi tutto dipende dalla forza che uno ha nelle gambe "per natura": io ho una muscolatura ipertrofica (fibre grosse, anche se gambe normali) che non mi consentono, ad es. di fare una maratona ma che hanno molta esplosività (una volta!!!). Considera che con la gamba buona (infatti ho fatto sempre esercizi nelle due gambe nel rapporto 2:1 cioè due serie nella gamba operata contro una di quella sana....) sono arrivato a fatica a fare 10 rip alla leg press con 260 kg.
Con la gamba operata infine non ho alzato più il peso oltre i 170 kg ma alla fine, ricercando la velocità di esecuzione, la spinta mi faceva staccare la pianta del piede dalla pedana di un bel po'....;)

Certo questo non lo puoi fare con l'operazione con il rotuleo ma devi per forza andarci molto più piano

Accidenti ragazzi,a leggere i pesi che fate alla leg-press c'è da spaventarsi!:eek: Ma come fate?Io sono ad appena 40 kg?E' diversa la macchina o sono io che sto mooolto in ritardo?
Un'altra cosa:mentre già da un bel pò fletto completamente il ginocchio operato,fino a far toccare il gluteo dal tallone,ancora non riesco,anche perchè finora non ci avevo mai provato,ad accovacciarmi appoggiando i glutei sui talloni,stando a schiena dritta,non so se mi spiego.E' solo questione d'esercizio?Lo so che è una domanda un pò sciocca,ma perdonatemi.

bamtoo 03-02-2009 08:28

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 26129081)
Accidenti ragazzi,a leggere i pesi che fate alla leg-press c'è da spaventarsi!:eek: Ma come fate?Io sono ad appena 40 kg?E' diversa la macchina o sono io che sto mooolto in ritardo?
Un'altra cosa:mentre già da un bel pò fletto completamente il ginocchio operato,fino a far toccare il gluteo dal tallone,ancora non riesco,anche perchè finora non ci avevo mai provato,ad accovacciarmi appoggiando i glutei sui talloni,stando a schiena dritta,non so se mi spiego.E' solo questione d'esercizio?Lo so che è una domanda un pò sciocca,ma perdonatemi.

sei in buona compagnia alex. io ieri ho raggiunto i 45 kg a stenti. neanche io riesco ad accovacciarmi e sono passati più di cinque mesi:doh: . secondo me è solo questione di flessori e di muscoli ipotrofici.

bamtoo 03-02-2009 08:35

una altra cosa gomma (l'ennesima). io ho un fossetta piuttosto evidente sulla rotula dalla quale inizia un solco che arriva fino alla tibia. so che è stato fatto tutto per prelevare 1/3 di tendine per ricostruire il legamento ma è possibile che l'ortopedico abbia scavato più del dovuto causando qualche danno??dico questo perchè molti altri ragazzi che sono in palestra operati con il rotuleo non hanno questa fossetta sulla rotula come me o se ce l'hanno è molto meno evidente.
comunque in generale un prelievo più "aggressivo" può causare problemi dopo soprattutto nel recupero del tendine stesso?

gomma2408 03-02-2009 10:21

Quote:

Originariamente inviato da bamtoo (Messaggio 26130888)
una altra cosa gomma (l'ennesima). io ho un fossetta piuttosto evidente sulla rotula dalla quale inizia un solco che arriva fino alla tibia. so che è stato fatto tutto per prelevare 1/3 di tendine per ricostruire il legamento ma è possibile che l'ortopedico abbia scavato più del dovuto causando qualche danno??dico questo perchè molti altri ragazzi che sono in palestra operati con il rotuleo non hanno questa fossetta sulla rotula come me o se ce l'hanno è molto meno evidente.
comunque in generale un prelievo più "aggressivo" può causare problemi dopo soprattutto nel recupero del tendine stesso?

questo perchè insieme al tendine prelevano due bratte ossee dove è attaccato originariamente il tendine. Insomma, non lo tagliano, ma lo prelevano dove è attaccato con tutto l'osso, cioè parte della rotula e parte della tibia.
Nel tuo caso il chirurgo avrà prelevato un frammento più grande che in altri casi, per assicurare un fissaggio che può essere diverso da altri, Non scordiamoci infatti che se le tecniche "principali" di trapianto sono 2, rotuleo e s+g, in realtà le tecniche sono almeno 10 o più, in base al tipo di fissaggio adottato, alla tipologia di tunnel ossei praticati, ecc.... e finanche alle capacità e tecniche "personali" dei vari chirurghi.

Per quanto riguarda i pesi, la mia leg-press è con seduta orizzontale (ce ne sono anche con seduta che spingi verso l'alto, come se tu fossi a capo di sotto...) ed ho notato che rispetto ad altri modelli (da come mi viene raccontato da chi ha provato tutti e due) ti consente forse di spingere 20 kg in più.... ma i pesi sono quelli.
Ah, ieri ho ripreso l'attività in palestra pesi dopo 1 mese e mezzo durante il quale ho fatto pallavolo e basta (3/4 volte a settimana, partite comprese...)
e sono sceso a 150 kg, non di più. Alla leg extension 50 kg (sempre monopodalica)

gomma2408 03-02-2009 10:22

per l'accosciata io dopo un anno e 10 gg ancora me la scordo..... non ci riesco..... anche se porto il tallone sul gluteo (a fatica a causa di una cisti poplitea di baker) quindi.... anch'io sono così...;)

dreax 04-02-2009 17:03

ciao!
 
ciao a tutti! anche io sono uno dei "vostri" con operazione al lca!

vi volevo porre alcune domande per confrontare un po di problemi e dubbi che ho:
1-sapete se i vari giocatori di serie A operati al lca vengono operati con la tecnica del semitendinoso o con il tendine rotuleo?

2- per quanto riguarda l estensione dopo operazione, io ho raggiunto una buona estensione del legamento operato ma differenzia dall altro "buono" notevolmente dato che nella gamba nn operata ho un iperestenzione evidente, è un problema secondo voi? come posso diminuire questa differenza?

3- avete qualche ide asulle cause dei sempre piu frequenti problemi ai legamenti degli sportivi?

saluti a tutti e complimenti per il forum!

Fabryzius 04-02-2009 19:18

mi spiegate una cosa, ma il crociato quando si rompe si divide come in due parti distinte ? E questi tendini vengono riappiccicati l' uno con l'altro grazie ai tendini che prelevano dal semitendinoso e gracile, oppure vengono tolti ? :confused:

@lessandro 04-02-2009 19:25

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 26156399)
mi spiegate una cosa, ma il crociato quando si rompe si divide come in due parti distinte ? E questi tendini vengono riappiccicati l' uno con l'altro grazie ai tendini che prelevano dal semitendinoso e gracile, oppure vengono tolti ? :confused:

Per quanto ne so io, vengono tolti del tutto i "rimasugli" (anche perchè sarebbero inutili da tenere, dato che il LCA non si risarcisce da solo) e ti viene ricreato il tutto come nuovo...:D

Fabryzius 04-02-2009 19:28

E altra cosa, una distorsione come mi sono fatto io, da solo, potrebbe essere legata ad una leggera scoliosi posturale, dovuta magari al fatto che ho una gamba + corta dell'altra ? Non sono ancora andato da uno specialista, le mie sono solo supposizioni....

la cosa che mi lascia perplesso è che mi sono fatto male da solo, su una finta dell'avversario mi si è girato il ginocchio, sicuramente il fatto di non essere allenato non ha giovato, però a questo punto tutti i giocatori della domenica dovrebbero subire continue distorsioni; non vorrei quindi che dietro ci sia anche un altro problema.

Fabryzius 04-02-2009 19:32

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 26156492)
e ti viene ricreato il tutto come nuovo...:D

su questo avrei qualche dubbio :D

ma il perno te lo fissano alla tibia ? E la parte alta come e dove te l'agganciano ?

gomma2408 05-02-2009 18:51

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 26156612)
su questo avrei qualche dubbio :D

ma il perno te lo fissano alla tibia ? E la parte alta come e dove te l'agganciano ?

allora, in tutti e due i casi (s+g e rotuleo) la tecnica di impianto è la stessa, come concezione: cambia solo la sede del prelievo (ovvero tendien rotuleo o semitendinoso + gracile) e vengono fatti due tunnel ossei cioè due BUCHI CON IL TRAPANO :D (proprio così...) uno nella parte interna spostata verso l'anteriore della tibia SOTTO IL GINOCCHIO (dalla sede meniscale per intenderci quasi 10cm) l'altro nella parte ESTERNA del FEMORE, in modo che se tracci una linea retta fra i due tunnel questi formano una diagonale che ti passa dentro il ginocchio (spiego così almeno si capisce...) dal lato interno inferiore del gin al lato superiore esterno del ginocchio, o MEGLIO sotto e sopra il ginocchio.
Ora, lasciamo perdere che ci sono tecniche che non fanno tnnel completi (chiamate ALL-INSIDE) che riducono anche la cicatrice sulla tibia da 5 punti a 2-3, ma il concetto è lo stesso.
Quel che cambia rispetto al leg originale è che il nuovo è molto più lungo quando viene trapiantato perchè per una bella parte va a finire dentro i capi condrali del femore e della tibia, in questi tunnel, e qui bloccato con viti ad interferenza (cioè che AVVITANDOSI nel tunnel come se tu avessi fatto un buco con il succhiello, vanno a schiacciare il legamento e a fermarlo contro la parete dell'osso) o con endobutton, un'altra tecnica questa di fissaggio.

I giocatori di serie A in teoria NON hanno negli ultimi tempi una tecnica prevalente, dipende dalla struttura muscolare/scheletrica e dal tipo di infortunio che potrebbe aver interessato anche altri distretti (menischi, altri tendini....)
SI PREFERISCE il rotuleo nei casi come totti (infatti lo stesso prof. Mariani come già detto da altri opera indistintamente in tutti e due i modi) xchè è più doloroso, ma il deficit del rotuleo che si riduce di un terzo è più sopportabile in un giocatore professionista, con tendini e muscolatura ipertonica, e soprattutto perchè con questa tecnica il fatto che si preleva insieme al tendine dei pezzettini di osso fa sì che IL carico MASSIMALE al legamento può essere fatto PRIMA che con il s+g, anche se in realtà con questo inizi la fisioterapia e i carichi molto prima.
Voglio dire che con il rotuleo tocca ASPETTARE per caricare l'arto ad es con leg press o leg extension, ma dopo 3 mesi il legamento nuovo si è già saldato bene perchè fissato osso-osso, mentre con il s+g puoi iniziare fisioterapia dopo una sett dall'intervento, fare i primi carichi dopo poco, ma la CALCIFICAZIONE dove c'è il fissaggio (dove sono le viti, insomma) deve avvenire TENDINE-OSSO, e per essere completa alla RMN si vede che avviene in almeno 12 mesi!!!!
Ecco percè esigenze di far tornare prima a giocare un calciatore fanno propendere per il rotuleo.
ATTENZIONE però: questo non vuol dire che si torna prima anche alla vita normale, solo che con il s+g dopo un mese guidi e fai tutta la tua vita normale, se vuoi, anche se a fatica, e dopo 3 mesi per camminare andare al lavoro, quasi non senti niente, ma per la completa calcificazione ci vogliono 12 mesi.
Con il rotuleo ti ci voglioni 5/6 mesi per tornare a giocare e a non sentire niente, ma a quel punto è già completa anche la calcificazione e dopo 12 mesi se è tutto ok è come dopo 6!!!
:read:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 19:35.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.