Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 07-01-2009 13:57

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25731325)
Una domanda...

Ma come fa a volerci più tempo per tornare a guidare se uno si opera alla gamba destra, rispetto ad uno operato alla sinistra?? :stordita:

Cioè...con la sinistra devi allungare tutta la gamba e poi contrarla diverse volte per premere la frizione...mentre con la destra il movimento è molto più limitato, dato che devi solo premere poco freno e gas...no? :fagiano:

Al limite con il destro c'è uno spostamento, ma è leggero e si sposta più che altro la caviglia...

Io dopo il primo infortunio (20 dicembre 2006), dal 2 gennaio mi facevo 30km ad andare + altri 30km a tornare per lavorare...ed in effetti un pò di dolore l'avevo, però c'è da tener conto che la gamba "sfasciata" era la destra, e non la sinistra...:stordita:

Se fosse stata la sinistra non avrei guidato prima di 2 mesi :fagiano: (tutto questo dopo l'infortunio, non l'operazione...sia chiaro, paragono 1 pò forzatamente la cosa :stordita: )

Penso sia più che altro una questione di sicurezza.Il destro lo sforzi usualmente di meno,ma metti che tu debba fare una brusca frenata..patatrac!

@lessandro 07-01-2009 13:59

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25734584)
Penso sia più che altro una questione di sicurezza.Il destro lo sforzi usualmente di meno,ma metti che tu debba fare una brusca frenata..patatrac!

Si beh, quello potrebbe essere un motivo...:D

Ma quante brusche frenate si fanno, rispetto ai cambi di marcia da fare con la sinistra? :stordita:

gomma2408 07-01-2009 14:50

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25731325)
Una domanda...

Ma come fa a volerci più tempo per tornare a guidare se uno si opera alla gamba destra, rispetto ad uno operato alla sinistra?? :stordita:

Cioè...con la sinistra devi allungare tutta la gamba e poi contrarla diverse volte per premere la frizione...mentre con la destra il movimento è molto più limitato, dato che devi solo premere poco freno e gas...no? :fagiano:

Al limite con il destro c'è uno spostamento, ma è leggero e si sposta più che altro la caviglia...

Io dopo il primo infortunio (20 dicembre 2006), dal 2 gennaio mi facevo 30km ad andare + altri 30km a tornare per lavorare...ed in effetti un pò di dolore l'avevo, però c'è da tener conto che la gamba "sfasciata" era la destra, e non la sinistra...:stordita:

Se fosse stata la sinistra non avrei guidato prima di 2 mesi :fagiano: (tutto questo dopo l'infortunio, non l'operazione...sia chiaro, paragono 1 pò forzatamente la cosa :stordita: )

Il discorso è che all'inizio devi salvaguardare al massimo la gamba operata... quindi se hai operato la destra (acceleratore e freno) ti POTREBBE capitare di fare una frenata brusca (es. ti attraversa un pedone!!!!) e il movimento istintivo di pestare sul freno potrebbe farti fare un movimento non corretto (ricordiamoci che il LCA, quindi anche quello ricostruito, effettua il suo max lavoro nel range di flessione 0-30° proprio o molto vicino la posizione che si assume in macchina) mentre il sx si occupa solo della frizione, quindi nessun movimento istintivo è a rischio articolazione. Solo per questo motivo qui è indicato guidare dopo un po' più di tempo, quando la gamba, se non ancora il LCA, si è ripresa....
Infatti come giustamente dici te dopo l'infortunio se uno ce la fa può guidare anche subito (io - con dolore - ma ho guidato anche il giorno STESSO dopo i tre infortuni più seri avuti.....), è solo per salvaguardare il nuovo impianto che è meno indicato guidare se operati al gin dx ;)

gomma2408 07-01-2009 14:54

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25734644)
Si beh, quello potrebbe essere un motivo...:D

Ma quante brusche frenate si fanno, rispetto ai cambi di marcia da fare con la sinistra? :stordita:

Non è la quantità di lavoro max che puoi sopportare da vedere, ma come detto sopra la POSSIBILITA' di qualche movimento brusco, che, dovendoti spostare di pedale da acceleratore al freno, rispetto a pigiare la frizione, ti può portare a qualche distorsione, vista la possibile debolezza della gamba.... E' lo stesso discorso per cui uno deve portare le stampelle anche per un mese: io dopo 20gg avrei potuto lasciarle, ma nel camminare dopo una operazione puoi mettere un piede in fallo (anche la gamba buona) e per reazione avere un movimento che mette in crisi il ginocchio appena operato, anche se come forza ce l'hai per sostenere tutto il corpo. E' più a scopo preventivo, insomma.....

gomma2408 07-01-2009 14:58

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25734428)
Quadro perfetto.Quindi saresti potuto rientare prima di 4 mesi al lavoro,solo che il recupero sarebbe stato più lento perchè avresti potuto fare meno fisioterapia..giusto?La fisioterapia la facevi anche da solo a casa?

Certo, a casa dal lavoro sono stato per sfruttare tutto il tempo a disposizione per la fisioterapia, visto che c'erano anche sedute in piscina.
A casa nei tempi in cui facevo 4/5 ore al giorno 4/5 giorni a settimana, tutte di pomeriggio, la mattina facevo un po' di isometria (poco però....) poi ghiaccio e per un po' anche elettrostimolazione (anche se dopo il primo mese e mezzo poi mi hanno detto che non serviva ad un gran che).

gomma2408 07-01-2009 15:03

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25734510)
:

Tutto a posto,la fisioterapista(pure carina,peccato sia sposata e madre di due figli :D )mi ha detto che è solo un problema di muscolatura e di "camminata".Mi devo sforzare a camminare in modo corretto,quasi "reimparare".
Mai pensato di metter su un centro di fisioterapia?Sei così ferrato!;)

eheheheh... ma 11 mesi di fisioterapia mica sono passati invano!!!!:D :D ;
a parte gli scherzi, il mio fisioterapista, nonchè virtualmente a "capo" della sezione riabilitativa del centro dove sono andato (in quanto il più esperto ed aggiornato, a metà dicembre è stato 10 gg in USA per un corso) nonostante sia giovane ha già 16 anni di attività, è allenatore a livelli medi di pallavolo, assiste agli interventi in sala operatoria, ecc... quindi.... a proposito, passate queste feste, rifaccio l''abbonamento alla palestra riabilitativa per continuare con la macchine.... voglio vedere se riesco a recuperare proprio tutto (e poi io ero abbastanza indietro con la gamba.... dopo tutti questi anni)

alex642002 08-01-2009 00:10

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25735587)
Il discorso è che all'inizio devi salvaguardare al massimo la gamba operata... quindi se hai operato la destra (acceleratore e freno) ti POTREBBE capitare di fare una frenata brusca (es. ti attraversa un pedone!!!!) e il movimento istintivo di pestare sul freno potrebbe farti fare un movimento non corretto (ricordiamoci che il LCA, quindi anche quello ricostruito, effettua il suo max lavoro nel range di flessione 0-30° proprio o molto vicino la posizione che si assume in macchina) mentre il sx si occupa solo della frizione, quindi nessun movimento istintivo è a rischio articolazione. Solo per questo motivo qui è indicato guidare dopo un po' più di tempo, quando la gamba, se non ancora il LCA, si è ripresa....
Infatti come giustamente dici te dopo l'infortunio se uno ce la fa può guidare anche subito (io - con dolore - ma ho guidato anche il giorno STESSO dopo i tre infortuni più seri avuti.....), è solo per salvaguardare il nuovo impianto che è meno indicato guidare se operati al gin dx ;)

Infatti è quello che pensavo anche io.NOn è il numero dei movimenti che uno fa con la sinistra che conta(in fondo sono delle flessioni),ma la forza,che,in caso di emergenza,anche istintivamente uno mette col destro.Poi c'è da mettere in conto anche il cambio di pedale,giusto.Poi magari c'è solo l'un per cento di possibilità che ti capiti,ma perchè rischiare di ricominciare tutto da capo per questo?:D

alex642002 08-01-2009 00:13

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25735752)
Certo, a casa dal lavoro sono stato per sfruttare tutto il tempo a disposizione per la fisioterapia, visto che c'erano anche sedute in piscina.
A casa nei tempi in cui facevo 4/5 ore al giorno 4/5 giorni a settimana, tutte di pomeriggio, la mattina facevo un po' di isometria (poco però....) poi ghiaccio e per un po' anche elettrostimolazione (anche se dopo il primo mese e mezzo poi mi hanno detto che non serviva ad un gran che).

Infatti anche io alla decima seduta ho smesso con l'elettrostimolazione e cominciato con lo squat(senza pesi!).Che servisse a poco l'avevo capito dalla differenza di dolore con la kinesiterapia.:D

gomma2408 08-01-2009 07:44

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25743604)
Infatti anche io alla decima seduta ho smesso con l'elettrostimolazione e cominciato con lo squat(senza pesi!).Che servisse a poco l'avevo capito dalla differenza di dolore con la kinesiterapia.:D

Lo squat? quindi non usi una macchina riabilitativa apposita a catena cinetica chiusa? io ad es. usavo tipo una leg-press ma con sistema di ritenuta ad elastici (fino ad un max di 8 che simulano circa 80 kg in tutto) chiamato VECTOR, il tutto sotto controllo computerizzato..... Te lo dico perchè per mesi mi hanno sconsigliato di fare anche la leg-press a schienale tutto disteso (max 45 gradi) che poi è quello che faresti con lo squat.... questo pechè a schiena distesa (e quindi anche in piedi con lo squat) si generano forze di taglio rispetto al piano dell'articolazione del ginocchio e sollecitano in modo diverso il ginocchio....:confused:
Invece la leg-press l'ho iniziata dopo 25 gg con carichi iniziali di 100 kg fino al massimale di 220 kg (in modalità monopodalica) per poi limitarmi a 150 e aumentando progressivamente la velocità di esecuzione....

L'elettrostimolazione fatta con apparecchi "seri" fa dolore anche quella dalla contrazione che dà.... ma mi spiegavano che dopo il primo mese (io ho fatto 15 sedute poi ho comprato lo stesso stimolatore che avevano nel centro riabilitativo e ho continuato altri due mesi!!!) da risultati evidenti solo se ad es. si fa l'elettrostimolazione e contemporaneamente si fa l'esercizio alle macchine con i pesi.

alex642002 08-01-2009 19:18

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25744250)
Lo squat? quindi non usi una macchina riabilitativa apposita a catena cinetica chiusa? io ad es. usavo tipo una leg-press ma con sistema di ritenuta ad elastici (fino ad un max di 8 che simulano circa 80 kg in tutto) chiamato VECTOR, il tutto sotto controllo computerizzato..... Te lo dico perchè per mesi mi hanno sconsigliato di fare anche la leg-press a schienale tutto disteso (max 45 gradi) che poi è quello che faresti con lo squat.... questo pechè a schiena distesa (e quindi anche in piedi con lo squat) si generano forze di taglio rispetto al piano dell'articolazione del ginocchio e sollecitano in modo diverso il ginocchio....:confused:
Invece la leg-press l'ho iniziata dopo 25 gg con carichi iniziali di 100 kg fino al massimale di 220 kg (in modalità monopodalica) per poi limitarmi a 150 e aumentando progressivamente la velocità di esecuzione....

L'elettrostimolazione fatta con apparecchi "seri" fa dolore anche quella dalla contrazione che dà.... ma mi spiegavano che dopo il primo mese (io ho fatto 15 sedute poi ho comprato lo stesso stimolatore che avevano nel centro riabilitativo e ho continuato altri due mesi!!!) da risultati evidenti solo se ad es. si fa l'elettrostimolazione e contemporaneamente si fa l'esercizio alle macchine con i pesi.

Credo che la palestra che frequento sia un pò arretrata.Io l'ho scelta solo perchè molto vicina a casa mia,e perchè all'inizio avevo necessità di farmi accompagnare da mio padre,che ha una certa età.L'ho definito squat perchè ricorda il movimento di quell'esercizio,ma in realtà si tratta solo di abbassarsi sulle coscie stando con la schiena addosso a una parete e mantenere la posizione per 30 secondi-un minuto per rafforzare i quadricipiti.Niente ausilio di macchine.Per l'elettroterapia usano il Compex.
Lunedì comunque si cambia,nuovo ciclo:kinesi,elettrostimolazione,massoterapia e rieducazione motoria.Di che si tratta?

gomma2408 12-01-2009 08:29

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25756285)
Credo che la palestra che frequento sia un pò arretrata.Io l'ho scelta solo perchè molto vicina a casa mia,e perchè all'inizio avevo necessità di farmi accompagnare da mio padre,che ha una certa età.L'ho definito squat perchè ricorda il movimento di quell'esercizio,ma in realtà si tratta solo di abbassarsi sulle coscie stando con la schiena addosso a una parete e mantenere la posizione per 30 secondi-un minuto per rafforzare i quadricipiti.Niente ausilio di macchine.Per l'elettroterapia usano il Compex.
Lunedì comunque si cambia,nuovo ciclo:kinesi,elettrostimolazione,massoterapia e rieducazione motoria.Di che si tratta?

ciao, ormai oggi saprai di che si tratta :D ma ti rispondo lo stesso ;):
i termini usati sono generici, la Kinesiterapia è la mobilizzazione passiva o attiva dell'articolazione operata, l'elettrostimolazione sappiamo tutti cos'è, la massoterapia è un termine generico per indicare i massaggi, poi ci sono le varie tecniche di massaggio... ed ognuna ha le sue particolarità; la rieducazione motoria in sostanza è la rieducazione al corretto gesto posturale nell'esecuzione del passo una vlta lasciate le stampelle, al fine di evitare anche inconsciamente di caricare troppo sull'arto sano, (ingenerando magari anche problemi a livello di colonna vertebrale), e così via.
In sostanza sono cose che penso già almeno in parte hai iniziato a fare.

Per la palestra più attrezzi specifici hai meglio è, ma ancora più fondamentale è che ci sia qualcuno che sappia quello che fa, quindi non importa molto se è "arretrata" come macchinari o non "specializzata".... è più importante un buon fisiotarapista aggiornato, visto che quello che facevano anni fa oggi è in parte cambiato.

lo "squat" che fai te con spalle al muro sollecita abbastanza i quadricipiti e quindi è un buon esercizio se non ti fa male eseguendolo, perchè genera delle sollecitazioni di scorrimento della testa del femore sul piatto tibiale con direzione postero-anteriore, a maggior ragione se hai una lesione al LCA, visto che è proprio questo legamento a tenere l'articolazione ferma su queste sollecitazioni.
Quindi te avrai un ginocchio che presenta mobilità in tal senso e presta molta attenzione a fare l'esercizio...
molto utile e fondamentale (anche se noiosissima) rimane l'isometria, per la tonicità del quadricipite, e penso che la fai fin dall'inizio e comunque non smettere mai di farla.

ciao e buona terapia.

gomma2408 12-01-2009 08:43

P.S.: non interesserà ovviamente a nessuno, ma lo voglio cmq dire pubblicamente: questo giovedì, se tutto va bene, rientro allo sport affrontando la prima giornata di campionato.... :sperem: a 360 gg esatti dall'operazione!

Fabryzius 14-01-2009 20:05

ragazzi alla fine mi dovrò operare anchio :O

qualcuno di voi si è operato all' Humanitas ?

@lessandro 14-01-2009 20:16

Ragazzi l'altro giorno son stato dal fisioterapista...e vedendo la risonanza fatta a novembre, mi ha detto che operarmi è proprio l'ultima spiaggia...:fagiano:

In poche parole ha riassunto il tutto così:

Ora continuo a far esercizi aumentando via via l'intensità, il peso da applicare su caviglia e ginocchio sempre in modo graduale...
Camminata lenta, poi veloce, poi corsettina lenta ecc ecc...il tutto logicamente inframezzato da stretching fatto a modo e da cyclette per riscaldamento...

E dato che l'operazione sarebbe da fare verso febbraio/marzo, mi ha detto che se entro quel periodo la cosa non migliora e magari si vede che il ginocchio fa male, non è stabile, oppure addirittura peggioro, non c'è altro da fare che operarsi.

Invece, se la cosa dovesse gradualmente migliorare fino a star bene e soprattutto sentirmi sicuro di poter tornare a tirar 2 calci al pallone, potrei addirittura tentare verso maggio/giugno di provar a giocare sempre senza rischiare troppo...

Il succo del discorso è: provaci a rimetterti in forma, prova a tornare a giocare (facendoti un culo così :ciapet: però per potenziare il tutto) e se dovesse andare male male male....ti operi, tanto alla fin fine è l'unica cosa da fare le cose vanno male :stordita:

Voi, che ne pensate? :fagiano:

Fabryzius 14-01-2009 20:42

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25849154)
Ragazzi l'altro giorno son stato dal fisioterapista...e vedendo la risonanza fatta a novembre, mi ha detto che operarmi è proprio l'ultima spiaggia...:fagiano:

ma sei andato da un ortopedico ? Il mio fisioterapista diceva che non avevo niente, dopo 6 mesi che non giocavo stando in porta mi sono sfasciato del tutto il crociato anteriore, e ora dovrò operarmi.

Secondo me se hai il crociato lesionato il calcio e altri sport similari dovresti proprio scordaterli, se non vuoi operarti.

@lessandro 14-01-2009 20:44

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 25849545)
ma sei andato da un ortopedico ? Il mio fisioterapista diceva che non avevo niente, dopo 6 mesi che non giocavo stando in porta mi sono sfasciato del tutto il crociato anteriore, e ora dovrò operarmi.

Secondo me se hai il crociato lesionato il calcio e altri sport similari dovresti proprio scordaterli, se non vuoi operarti.

Si certo che sono andato dall'ortopedico :D E infatti mi ha detto che se voglio tornare a far qualsiasi sport escluso nuoto e bici, devo operarmi.

Poi lunedì son andato da fisioterapista e mi ha detto quello...:stordita:

Cmq sia, come vadano le cose...mi sa che al 99% mi opererò...anche se non son sicuro se farlo come ne ho parlato con l'ortopedico o seguire i consigli del fisioterapista...cioè almeno di "provare" :fagiano:

Fabryzius 14-01-2009 20:49

L'altro giorno sono andato dall' ortopedico e mi ha detto che devo operarmi, allora gli ho fatto un pò di domande che qui riassumo insieme alle sue risposte.

- Mi ha detto che il legamento viene fissato all' osso con dei perni, oppure con materiale assorbibile, dipende da che tendine (tendine o legamento è la stessa cosa?) viene utilizzato.

- L'uso di un legamento di cadavere potrebbe portare ad un rigetto

- Dopo 4/5 mesi potrò tornare all'attività sportiva, anche a livello agonistico, lui mi ha detto che operano solo in questa maniera, in pratica mi ha detto che avrò le stesse probabilità di infortunio di uno con il ginocchio sano.

- Dovrò portare un mese di tutore. Adesso chiedo a voi ? Col tutore non devo usare le stampelle ?

Che consigli mi date ?

Fabryzius 14-01-2009 20:53

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25849576)
Si certo che sono andato dall'ortopedico :D E infatti mi ha detto che se voglio tornare a far qualsiasi sport escluso nuoto e bici, devo operarmi.

Poi lunedì son andato da fisioterapista e mi ha detto quello...:stordita:

Cmq sia, come vadano le cose...mi sa che al 99% mi opererò...anche se non son sicuro se farlo come ne ho parlato con l'ortopedico o seguire i consigli del fisioterapista...cioè almeno di "provare" :fagiano:


io come te ci ho riprovato per ben due volte dopo la prima distorsione, alla fine, da gennaio che mi ero fatto male, a dicembre me lo sono rotto del tutto...da solo e senza fare chissà che cosa, l'ultimo infortunio me lo sono procurato stando in porta dopo 5 minuti di gioco. E tieni presente che nel frattempo ho sempre cercato di potenziare la muscolatura della gamba.

Luca2036 14-01-2009 21:03

Salve a tutti, io a febbraio dovrei operarmi per la rottura di entrambi i menischi del ginocchio dx e con la probabilità di dover rifare anche il crociato anteriore (da valutare durante intervento ai menischi, xkè ne con la tac ne con la rmn si vede chiaramente il suo stato). Ora volevo chiedere SOLO A CHI GIA' HA EFFETTUATO QUESTO INTERVENTO, che tipo di anestesia si fa?! Mi hanno proposto la spinale o l'epidurale, ma ho un pò di paura perchè alcuni mei conoscenti che l'hanno fatta x altri interventi, hanno ricevuto come "omaggio" un bel catetere vescicale :D , il chè mi terrorizza un pò...voi avete info in merito?! grazie mille

@lessandro 14-01-2009 21:06

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 25849625)
L'altro giorno sono andato dall' ortopedico e mi ha detto che devo operarmi, allora gli ho fatto un pò di domande che qui riassumo insieme alle sue risposte.

- Mi ha detto che il legamento viene fissato all' osso con dei perni, oppure con materiale assorbibile, dipende da che tendine (tendine o legamento è la stessa cosa?) viene utilizzato.

Questo a me l'ortopedico non l'ha detto...ma l'ho letto sul web googlando un pò :)

- L'uso di un legamento di cadavere potrebbe portare ad un rigetto

Manco questo m'ha detto...
Anzi, per essere più precisi, mi ha detto che questo in Italia non si pul fare, dato che ci sono vari problemi di varia natura "legale" (non mi ricordo tanto bene cmq :stordita: )


- Dopo 4/5 mesi potrò tornare all'attività sportiva, anche a livello agonistico, lui mi ha detto che operano solo in questa maniera, in pratica mi ha detto che avrò le stesse probabilità di infortunio di uno con il ginocchio sano.

Questo te lo confermo, anche se 4/5 mesi sono un pò pochini...Il tutto logicamente varia da paziente a paziente e da moltissimi fattori, anche il semplice culo :ciapet: :D
Per le probabilità di infortunio, confermo anche questo...sono uguali a quelle di un ginocchio sano (ovviamente se si fa tutto il percorso post-operatorio senza fregarsene di esercizi, potenziamento ecc ecc...)


- Dovrò portare un mese di tutore. Adesso chiedo a voi ? Col tutore non devo usare le stampelle ?

Beh, per quello che mi ricordo di tutore non me ne ha parlato proprio...mentre le stampelle sono OBBLIGATORIE per almeno un paio di mesi se ricordo bene...:stordita:

Che consigli mi date ?

Nessuno

:D


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 07:51.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.