Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


canna1988 19-04-2010 09:46

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31675101)
vai tranquillo, questo dott. Angi mi sembra sappia il fatto suo, infatti TUTTI gli ortopedici che hanno affrontato molti casi del genere per il LCA PRIMA ti visitano e fanno una diagnosi, POI guardano la risonanza per conferma.... o per vedere ad es. eventuali situazioni di artrosi, o rotture, mentre il LCA le varie manovre manuali sono quelle che danno la certezza della rottura, NON le varie RMN.... (qui abbiamo diversi casi, compreso il mio, dove la RMN non propendeva per una rottura totale del LCA, mentre invece all'esame artroscopico il legamento neanche c'era più essendo passati tanti anni....)

Nulla contro chi prima guarda l'esame diagnostico, perchè magari un dottore va a vedere se appunto ci sono rotture o altre patologie verificabili solo tramite lastre, TAC o RMN, e ognuno esegue la sua "procedura"

Inoltre mi piace che questo dott. Angi metta bene in chiaro che per tornare a giocare è condizione necessaria una completa e corretta fisioterapia, questo è il modo corretto di parlare secondo me.... altre volte sono un po' troppo "sbrigativi"....:p

quoto queste frasi... le ha dette anche a me :D

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31675415)
Ma come allenamento preoperatorio bisogna andare x forza in un centro di fisioterapia o va bene anche una palestra dovbe ci siano laureati isef (dove andavo io in attesa dell'operqzione?) poi la fisioterapia ti copre mi pare di aver capito fino a 100 giorni dopo l'operazione in modo connvenzionato col servizio sanitario nazionale.....

ma se io ho la residenza a Taranto ad esempio e mi opero a Roma, la fisioterapia me la copre solo la mia regione di residenza?

una domanda x l'amico romano alex, a te chi ti ha operato a Roma al menisco?

io non ti so dire però io ho fatto entrambi.. allora ll' inizio un pò di fisioterapia dove mi faceva fare alcuni esercizi propriocettivi.. e poi palestra per continuare a fare questi esercizi e nella speranza di mettere su massa muscolare che avevo perso visto lo stop dell' attività sportiva.

alex642002 19-04-2010 10:17

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31675415)
Ma come allenamento preoperatorio bisogna andare x forza in un centro di fisioterapia o va bene anche una palestra dovbe ci siano laureati isef (dove andavo io in attesa dell'operqzione?) poi la fisioterapia ti copre mi pare di aver capito fino a 100 giorni dopo l'operazione in modo connvenzionato col servizio sanitario nazionale.....

ma se io ho la residenza a Taranto ad esempio e mi opero a Roma, la fisioterapia me la copre solo la mia regione di residenza?

una domanda x l'amico romano alex, a te chi ti ha operato a Roma al menisco?

Mi ha operato il prof.Laurenza alla Mater Dei.Per l'assicurazione ti conviene chiedere,come ho scritto già,le condizioni sono talmente variabili..:read:

Stefano Landau 19-04-2010 12:55

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31647793)
tutti i contratti del commercio hanno assicuraione conto infortuni? ma sul lavoro immagino....nn sapevo sta cosa, pure io sto col cCNl del commercio anche se interinale.... :mbe:

alex, ma quindi il crociato anteriroe te lo sei lasciato lesionato? come ti senti ora il ginocchio?

Credo proprio di si. Sia io che mia sorella abbiamo il contratto del commercio (in ditte differenti) ed entrambi abbiamo questa assicurazione sulla salute.
Poi a seconda delle ditte si hanno differenti livelli di copertura, però credo sia una caratteristica del tipo di contratto.
Anch'io ero convinto fosse solo per il lavoro inizialmente ..... poi nel mio caso sono caduto sciando mentre ero in vacanza ..... ed ho scoperto che la copertura è totale. (sia per l'assicurazione medica che per quella infortunistica)

Stefano Landau 19-04-2010 13:01

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 31663839)
Malvenuto e in bocca al lupo!;)
Ma cos'è la MTB?

MounTain Bike immagino......
Per quanto ne so la bicicletta in generale non crea problemi al ginocchio.... anzi è uno dei primi sport che ti fanno fare. (Nel mio caso ad un mese dall'operazione.......)

Stefano Landau 19-04-2010 13:08

Quote:

Originariamente inviato da Interand (Messaggio 31662988)
Ciao A tutti,

Mi chiamo Andrea e ho 27 anni...

A gennaio scorso durante la partita di un torneo di calcetto, ho avuto una torsione anomala del ginocchio sinistro.. che mi ha causato la rottura totale del LCA e lesione del collaterale 1°/2° grado.

Domani 20-04 mi sottoporrò a ricostruzione proprio ad omegna, per mano del Dott. Angi.

Beh.. posso dirti solo una cosa...

Io abito a torino, e naturalmente ho effettuato tutti i vari esami... tra cui in primis la risonanza magnetica.
Tutti i dott. da cuisono stato prima si leggevano la diagfnosi e poi confermavano la lesione (solo dell' LCA).

Il dott. Angi la busta della RMN non l'ha nemmeno aperta... ha fatto tutte le prove del caso e ha capito subito il problema. Mi ha spiegato per filo e per segno tutto l'iter e mi è sembrato molto professionale e preparato.

Non ho mai subito interventi chirurgici.. e l'idea di affrontarne uno per la prima volta mi mette un po l'ansia, ma sapere che ad operarmi sarà uun chirurgo esperto e bravo come lui mi tranquillizza non poco.

Anch'io verrò operato ad OMEGNA (VB) si spera co vista lago.. eheheh...

Tieni conto che la prima cosa che mi ha detto ANGI è stata: "..non pensare però che l'operazione ti permetta di tornare a giocare.. quello sarà solo dovuto al tuo impegno post operatorio"

Infatti l'operazione in se stessa non basta.. ma gran parte della riuscita della ricostruzione dipende dalla riabilitazione.. e quindi dalla tua (mia) volontà di tornare a praticare lo sport che tanto amiamo.. quindi... armiamoci di buona volontà e sacrificio.. per c'è da farsi il culo.

Auguri a tutti coloro che affronteranno questo intervento per una buona riuscita e ritorno all'attività agonistica.

Cmq appena posso dopo l'intervento... vi farò sapere come procede!!!

Ciaooooo

Malvenuto anche da parte mia.......

Il mio Ortopedico invece la risonanza l'ha vista solo alla fine della visita e dopo aver diagnosticato la rottura dell'LCA.
Dalla risonanza poi ha notato pure un piccola lesione al menisco non vista dal radiologo.

Quanto ha detto Angi, comunque è vero. Il 50 % del lavoro lo fa il chirugo, il resto lo deve fare il paziente attenendosi al protocollo riabiitativo. Per fortuna
nel mio caso è stato solo un lavoro lungo, ma non particolarmente doloroso o difficile.

Anzi, con il lavoro fatto con la fisioterapia ho iniziato a fare anche altre attività (Cyclette, Tapiroulant) che mi hanno portato ad iscrivermi in palestra finita la fisioterapia.
A 13 mesi dall'intervento ora vado in palestra 2 o 3 volte alla settimana e devo dire che non sono mai stato così allenato come in questo periodo!

3vi 19-04-2010 13:13

io sono stato operato nel 2002...adesso, non so i termini tecnici :asd:, però sono stato operato prendendo parte del tendine rotuleo per sostituire l'lca rotto: ora è da un mese circa, che ho dolore lungo proprio al tendine rotuleo "operato"...può essere un indurimento della cicatrice o qualcosa del genere a darmi fastidio?

alex642002 19-04-2010 13:49

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 31678299)
MounTain Bike immagino......
Per quanto ne so la bicicletta in generale non crea problemi al ginocchio.... anzi è uno dei primi sport che ti fanno fare. (Nel mio caso ad un mese dall'operazione.......)

Infatti.Anche io dopo un mesetto.

gomma2408 19-04-2010 15:26

Quote:

Originariamente inviato da 3vi (Messaggio 31678489)
io sono stato operato nel 2002...adesso, non so i termini tecnici :asd:, però sono stato operato prendendo parte del tendine rotuleo per sostituire l'lca rotto: ora è da un mese circa, che ho dolore lungo proprio al tendine rotuleo "operato"...può essere un indurimento della cicatrice o qualcosa del genere a darmi fastidio?

beh, se ha iniziato a farti male dopo anni, se è il tendine a essere dolorante, penso non c'entri l'operaizone..... o meglio, il rotuleo rimane comunque un grosso tendine che ha subito il prelievo del terzo centrale (ovvero 1/3 del suo spessore) e quindi viene indebolito, ma dopo tutti questi anni sarà solo una tendinite da sovraccarico, o altro.... ;)

gomma2408 19-04-2010 15:32

il SSN può passare la fisioterapia, ma queste cose dipendono da regione a regione (la sanità è materia regionale per quanto riguarda esenzioni, ticket, ecc....) quindi non saprei, ma può essere, in quanto ad es. in certe assicurazioni passano la fisioterapia post intervento ma limitandola temporalmente (cioè fino a tre mesi dall'operaizone, oppure 100 gg, oppure di più, dipnede dall'assicurazione stipulata)

Per lo stesso motivo per quanto riguarda l'assicurazione al lavoro magari nel contratto nazionale e poi nel contratto di secondo livello locale (es. regionale, se e quando è previsto) è prevista come obbligatoria, poi bisogna vedere cosa effettivamente stipulano le singole aziende o per se stesse o per il tramite delle associazioni di categoria di aziende. Ovvero stando ferma l'assicurazione INAIL, per gli infortuni sul lavoro, le aziende possono essere tenute a stipulare apposite assicurazioni per i dipendenti, ma poi bisogna vedere caso per caso cosa coprono. Magari qualcuno è stato più previdente ed ha assicurato tutto (ma costa di più) altri magari hanno assicurazioni peggiori, salvo poi il giudizio dell'ispettorato del lavoro qualora queste coprano meno del minimo previsto.....
Nel mio settore è così (bancario).

alex642002 20-04-2010 08:50

I buoni medici
 
Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 31678413)
Malvenuto anche da parte mia.......

Il mio Ortopedico invece la risonanza l'ha vista solo alla fine della visita e dopo aver diagnosticato la rottura dell'LCA.
Dalla risonanza poi ha notato pure un piccola lesione al menisco non vista dal radiologo.

Quanto ha detto Angi, comunque è vero. Il 50 % del lavoro lo fa il chirugo, il resto lo deve fare il paziente attenendosi al protocollo riabiitativo. Per fortuna
nel mio caso è stato solo un lavoro lungo, ma non particolarmente doloroso o difficile.

Anzi, con il lavoro fatto con la fisioterapia ho iniziato a fare anche altre attività (Cyclette, Tapiroulant) che mi hanno portato ad iscrivermi in palestra finita la fisioterapia.
A 13 mesi dall'intervento ora vado in palestra 2 o 3 volte alla settimana e devo dire che non sono mai stato così allenato come in questo periodo!

Giusto ieri leggevo un servizio su Focus,basato su un libro appena uscito,in cui si diceva che il buon medico prescrive solo gli esami effettivamente necessari e ne tiene conto con cautela:ben l'otto per cento danno esiti errati!:read:

sKi_54 21-04-2010 14:57

Dunque sono tornato a casa!
Ricoverato e operato lunedì 19, ora mercoledì 21 sono a casa.
Appena prima del'operazione il prof. mi viene a cercare e mi comunica che,
avendoci pensato, avrebbe deciso di farmi un trapianto omologo, anzichè autotrapianto!
Sulle prime rimango un po' sorpreso e perplesso,
ma mi spiega gentilmente che data la mia verde età (56 anni),
il mio s+g potrebbe aver problemi ad attecchire...
Inoltre così, mi eviterebbero il prelievo che sembra essere la cosa più dolorosa.
Accetto volentieri, anche se, confesso, il mio pensiero per prima cosa è andato
a che non c'è più.... GRAZIE!

Infatti un paio d'ore dopo, avviene l'intervento
in anestesia totale per altri problemi miei (cuore).
Due ore dopo la fine dell'intervento mi danno come cena agnolotti in brodo!
Nessun male dovuto nè all'anestesia, nè localmente all'intervento.
Ieri rimango tranquillo a letto...
Oggi palestra con insegnamento esercizi che farò a casa.

Con questo tipo di trapianto (tra l'altro mi hanno trapiantato il rotuleo)
è solo molto più delicata la parte iniziale,
mentre dovrebbe essere molto più veloce la riabilitazione complessiva
(ammesso che attecchisca per bene) perchè non c'è stato prelievo di tendine.

Ripeto per ora tutto alla perfezione e assolutamente nessun tipo di male!
In bocca al lupo a tutti i crociati, aspiranti operati!

gomma2408 22-04-2010 07:34

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31704759)
Dunque sono tornato a casa!
Ricoverato e operato lunedì 19, ora mercoledì 21 sono a casa.
Appena prima del'operazione il prof. mi viene a cercare e mi comunica che,
avendoci pensato, avrebbe deciso di farmi un trapianto omologo, anzichè autotrapianto!
Sulle prime rimango un po' sorpreso e perplesso,
ma mi spiega gentilmente che data la mia verde età (56 anni),
il mio s+g potrebbe aver problemi ad attecchire...
Inoltre così, mi eviterebbero il prelievo che sembra essere la cosa più dolorosa.
Accetto volentieri, anche se, confesso, il mio pensiero per prima cosa è andato
a che non c'è più.... GRAZIE!

Infatti un paio d'ore dopo, avviene l'intervento
in anestesia totale per altri problemi miei (cuore).
Due ore dopo la fine dell'intervento mi danno come cena agnolotti in brodo!
Nessun male dovuto nè all'anestesia, nè localmente all'intervento.
Ieri rimango tranquillo a letto...
Oggi palestra con insegnamento esercizi che farò a casa.

Con questo tipo di trapianto (tra l'altro mi hanno trapiantato il rotuleo)
è solo molto più delicata la parte iniziale,
mentre dovrebbe essere molto più veloce la riabilitazione complessiva
(ammesso che attecchisca per bene) perchè non c'è stato prelievo di tendine.

Ripeto per ora tutto alla perfezione e assolutamente nessun tipo di male!
In bocca al lupo a tutti i crociati, aspiranti operati!

perfetto, sono contento per te!!!
come hai detto il recupero è molto più veloce, a livello muscolare/tendineo in questo modo non hai avuto alcun trauma ulteriore, quindi anche i movimenti per gli esercizi saranno più facili penso ;)
Unica cosa per integrarsi a livello osseo il tendine omologo ci vorrà di più... non appartenendo biologicamente allo stesso soggetto.
Il motivo per cui te l'hanno fatto è sicuramente anche perchè, più che per "l'attecchimento" (che come detto sarebbe stato anzi più facile con un autotrapianto) sarà stato per non danneggiare ulteriori strutture che poi potevano avere difficoltà a recuperare (catena posteriore dei flessori causa prelievo del s+g)
Quindi meglio così......

buon recupero!!!!

Interand 22-04-2010 17:36

Ciao Amici..

Anche io eccomi di ritorno dopo aver subito l'intervento presso il centro C.O.Q. di Omegna a mano del Dott. Angi.

L'operazione a detta del chirurgo che mi ha operato è riuscita perfettamente...
Con un trapianto s+g del diametro di 9mm.

La mia paura per il dolore causato dall'intervento sono contento di dire che era totalmente inappropriata... posso dirlo apertamente.. ragazzi.. se mai dovreste subire un'operazione del genere non vi preoccupate di soffrire.. NON SI SENTE LETTERALMENTE UNA CIPPA!

Il tutto ha avuto inizio lunedì... quando mi hanno ricoverato.
Dopo tutte le analisi del caso (sangue, elettrocardiogramma etc..) il giorno seguente alle 7:30 è iniziato il giro delle operazioni.

La mia fortuna è stata quella di trovare altre 4 persone nella mia stessa identica situazione.. e tutti siamo stati solidali nel darci coraggio l'un latro per affrontare l'intervento.

Oltre a me, c'erano una ragazza molto carina e simpatica giocatrice di una squadra lombarda di serie B2 di basket, una simpaticissima mamma geologa sui 35 credo che si è sfracellata il crociato sciando, e un altro persona squisita Gianni penso sulla 40ina,

Cmq... il giro delle operazioni è iniziato alle 7:30... io ero il terzo della lista, e sono passato alle 11:00.

La mia operazione si è conclusa alle ore 14:00... un po lunga ma a quanto pare ben riuscita.

Mi è stato asportato dal retro coscia un frammento del tendine del gracile e semitendinoso diametro 9mm.

A sua volta sono stati fatti 2 tunnel rispettivamente in tibia e perone a cui è stato fissato il suddetto tendine con 2 viti bioassorbibili permettendo al tendine stesso di sostituire in pieno il crociato totalmente danneggiato.

Mi è stata applicata una anestesia "spinale".. (epidurale)

Sapete per caso dirmi se la suddetta anestesia crea anche degli attimi di incoscienza non controllata'''

Cioè mi spiego... io ero totalmente sveglio, parlavo.. guardavo ciò che accadeva... ma dopo l'operazione, gran parte di quei momenti sono stati cancellati.. o meglio.. non me li ricordo completamente.

Pensate, che mi ricordo fino a quando mi è stata fatta la puntura spinale (dietro la schiena) con le indicazione dell'anestesista di mettermi in posizione fetale per farmi la puntura dietro la schiena, poi mi ricordo che guardando in alto, ho visto la mia gamba destra tirata su, anche se io non la sentivo completamente, come se ce l'avessi ancora sdraiata, invece era in alto e me la stavano già lavorando.

POI MI RICORDO PERFETTAMENTE che mi stavano fasciando la gamba con la garza ad operazione conclusa!!!

La cosa ancora + strana è che la sera, dopo che ha finito tutti gli interventi, il chirurgo e passato a salutarci e a controllare se andava tutto bene...

Entrando da me ha esordito con la seguente frase: "Weee amico mio.. finalmente ti stai un attimo zitto!!!"

RAGAZZI.. VI GIURO CHE NON MI RICORDO UNA SOLA PAROLA DI QUELLO CHE SI SIAMO DETTI DURANTE L'OPERAZIONE... Ho paura di ciò che avrei poter detto.... mah.... quando lo vedrò a fine mese per la visita di controllo mi scuserò in anticipo e glielo chiederò....

Secondo Voi mi sono addrmentato e risvegliato solo a fine operazione??
Sinceramente mi sembra strano, sopratutto per la battuta esplicita che mi ha fatto Angi alla visita serale di controllo... secondo voi è stato un effetto dell'anestesia spinale?

Cmq... poi mi hanno riportato in degenza e piano piano... e svanito l'effetto dell'anestesia, che a sua volta ha fatto risaltare il dolore lancinante al ginocchio dovuto alla trapanazione delle ossa e vari armeggi effettuati al ginocchio durante l'operazione.

Per fortuna esistono dei potentissimi calmanti (via flebo) che non mi hanno dato neanche il tempo di soffrire, e che sono capaci di scacciare il dolore nel giro di pochi minuti e di durare delle ore... credetemi.. a livello di dolore fisico ho sofferto veramene poco!!

Poi dopo essere stato tutto il giorno in drenaggio sdraiato, la mattina seguente, mi è stato levato il drenaggio per l'appunto e mi è stata applicato un tutore rigido alla gamba operata (PNG 601), poi mi hanno cotretto quasi subito ad alzarmi e mi hanno fatto cominciare a camminare con le stampelle.

Stamattina intorno alle 8:30 è tornato angi.. mi ha fatto camminare senza stampelle (con il tutore) ed è rimasto molto soddisfatto. .dicendomi che tutto sta procedendo anche meglio di come si aspettava.

Poi alle 11 mi hanno dimesso... adesso sono a casa spaparanzato sul divano, con il ghiaccio sul ginocchio.. che al momento ha le sembianze di un pallone da calcio... ma è normale.. col tempo sgonfierà...

Per 10 giorni fino a quando non mi levano i punti lo dovrò tenere così.. poi cominicerà la riabilitazione vera e propria.. che forse è proprio la parte + pesante da affrontare... il primo mese dovrò affrontarlo insieme ad un fisioterapista esperto... poi sara un lavoro continuativo in palestra per almeno 4 mesi...

Che dire in conclusione... il centro ortopedico di quadrante è veramente un ottimo centro.. il personale infermieristico e non è veramente fantastico, tutti disponibilissimi e preparati. Le punture alla pancia antitrombosi (nonostante la mia fobia per gli aghi) non le ho nemmeno sentite...

Per quanto riguarda Angi.. posso solo dirvi che non potevo veramente trovare di meglio... è un ottimo specialista... chiedete pure in giro, chiunque vi dirà la stessa cosa... oltre ad essere conosciutissimo da tutti ha una fama ineccepibile.

Naturlamente ognuno ha la sua esperienza.. io della mia sono molto soddisfatto.

SPero che il mio racconto possa tornare utile a chiuqnue dovrà affrontare lo stesso mio intervento... e incapperà casualmente in questo topic di questo forum.

Un caro saluti a Voi tutti e a chi ne ha bisogno: BUONA GUARIGIONE!!!

sKi_54 22-04-2010 21:05

Quote:

Originariamente inviato da Interand (Messaggio 31718846)
Ciao Amici..
Naturlamente ognuno ha la sua esperienza.. io della mia sono molto soddisfatto.

Bentornato Interand!
Come hai visto, entrambi abbiamo fatto tutto... nei tempi prestabiliti.
Il mio intervento è stato invece diverso dal tuo, ma ognuno ha la sua tecnica:
io infatti non ho mai messo il tutore e non ho mai avuto male per un solo attimo (nemmeno quando mi hanno tolto l'antidolorifico).
Tra l'altro non c'è assolutamente gonfiore, solamente i 3 buchi che ho visto durante le medicazioni.
Ti hanno consigliato esercizi da fare?

Interand 23-04-2010 07:43

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31721317)
Bentornato Interand!
Come hai visto, entrambi abbiamo fatto tutto... nei tempi prestabiliti.
Il mio intervento è stato invece diverso dal tuo, ma ognuno ha la sua tecnica:
io infatti non ho mai messo il tutore e non ho mai avuto male per un solo attimo (nemmeno quando mi hanno tolto l'antidolorifico).
Tra l'altro non c'è assolutamente gonfiore, solamente i 3 buchi che ho visto durante le medicazioni.
Ti hanno consigliato esercizi da fare?

Ciao Sky!!
Niente male niente gonfiore e niente dolore????
Ma sei sicuro che ti ha operato??? :D
Naturalmente scherzo... sono molto contento per te... anche se effettivamente mi sempbra un po strano che un "trauma" come un'operazione chirurgica che comprende la perforazione di due ossa non dia alcuno degli effetti sopracitati, cmq ti ripeto, sarà stato veramente un chirurgo dalle mani d'oro.. sono contento veramente per te! ;)
Io invece sto iniziando solo oggi a vedere un po la fisionomia del ginocchio che tengo quasi sempre sotto ghiaccio... e pian pianino sta sgonfiando.
Per quanto riguarda i dolori.. beh.. la sera è la parte + critica.. sopratutto perche ci sto camminando parecchio con le stampelle, e quindi mi affatico un pochino... e la sera il ginocchio stesso ne risente, causandomi qualche problemino per dormire.. ma cerco di distrarmi e di non pensarci, cosi mi stanco e crollo.

Per quanto riguarda gli esercizi, sul foglio di dimissione mi hanno prescritto il seguente programma terapeutico:

- CLEXANE 4000 1 FL s.c. per 12 gg. (sono le punture in pancia anti trombosi)
- Ghiaccio 30 min. per 3/4 volte al dì
- Esercizi isometrici per il quadricipite 10 min. per tre volte al dì (praticamente da sdraiato con il tutore, alzare la gamba di peso tenendola dritta, una fatica mostruosa)
- Carico con 2 stampelle per 3/4 gg.
- Medicazione tra 7/8 gg.
- EFFERALGAN 1 CP SE DOLORE

Poi naturalmente il lavoro vero e proprio comincierà dopo la medicazione e rimozione dei punti. Mi è stato dato un piano di lavoro ben specifico che parte da 1° giorno fino al 5° mese, se può interessarti poi fammi avere la tua mail che te lo mando in allegato. ;)

ciaooo

gomma2408 23-04-2010 07:56

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31721317)
Bentornato Interand!
Come hai visto, entrambi abbiamo fatto tutto... nei tempi prestabiliti.
Il mio intervento è stato invece diverso dal tuo, ma ognuno ha la sua tecnica:
io infatti non ho mai messo il tutore e non ho mai avuto male per un solo attimo (nemmeno quando mi hanno tolto l'antidolorifico).
Tra l'altro non c'è assolutamente gonfiore, solamente i 3 buchi che ho visto durante le medicazioni.
Ti hanno consigliato esercizi da fare?

eh, certo.... :D ma te se non sbaglio hai fatto un trapianto omologo tramite allograph (trapianto da donatore, anche se un po' "crudo" c'è chi dice più+ propriamente "da cadavere" :rolleyes: ) quindi tutto il posteriore coscia è salvo e i buchi nel ginocchio non provocano dolore (neanche i buchi nel femore e tibia, perchè i recettori del dolore nelle terminazioni nervose sono più superficiali).

Bentornato a Interand,
l'anestesia ti può solo addormentare e se è epidurale ti addormenta solo la gamba: io ero perfettamente cosciente, ho contato addirittura le "buste" di fisiologica con cui gonfiano il ginocchio di acqua per operare, e che effettuano di continuo un lavaggio interno del ginocchio (saranno state di 3litri ognuna e ne ho contate almeno una decina :eek: ) con un flusso di liquido "corrente", mi ricordo i valori dei battiti e di pressione che vedevo a monitor, (a proposito, li avevo sempre intorno ai 100.... ) ricordo tutto insomma con chiarezza.

Il fatto di un eventuale "intontimento" o perdita di memoria su alcuni particolari è dovuto invece a quello che avranno messo nella flebo (avevi la flebo con la fisiologica attaccata, vero????) come tranquillante, alcuni lo inseriscono COMUNQUE, anche se sei già tranquillo, e se un po' parlavi magari proprio per l'effetto di tali farmaci allora ci sta che ti hanno dato qualche "botta" in più.....:D sicuramente è stato questo....
A me, nonostante la stessa identica operazione, come detto altre volte, non hanno messo assolutamente tutore: dal giorno dopo in piedi con le sole stampelle.
Ho iniziato la fisioterapia e gli esercizi di piegamento forzato (quelli con il kinetec invece anch'essi già il giorno dopo) con ancora i punti su.

L'antidolorifico che danno dopo (di solito le prime 24ore) è MORFINA, ci credo non si senta niente....:D :D :D
Passato l'effetto però causa problemi di scarsa coagulazione delle ferite interne il dolore io l'ho avuto per altri 5 giorni.... passati senza chiudere occhio!!!!.

Le punture antitrombosi sono piccolissime, confermo, e non fanno niente, io visto che erano in pancia me le facevo da solo (se erano sul didietro avrei avuto qualche difficoltà....:D :D )

ciao a tuttiiiiiiiiiiiiiiii buona ripresa!!!!!!!!!!

Interand 23-04-2010 09:31

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31723707)
eh, certo.... :D ma te se non sbaglio hai fatto un trapianto omologo tramite allograph (trapianto da donatore, anche se un po' "crudo" c'è chi dice più+ propriamente "da cadavere" :rolleyes: ) quindi tutto il posteriore coscia è salvo e i buchi nel ginocchio non provocano dolore (neanche i buchi nel femore e tibia, perchè i recettori del dolore nelle terminazioni nervose sono più superficiali).

Ecco svelato l'arcano... ma il gonfiore non pensi ci sarebbe dovuto essere cmq? Cioè.. all'interno del ginocchio ci hanno lavorato...

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31723707)
Bentornato a Interand,
l'anestesia ti può solo addormentare e se è epidurale ti addormenta solo la gamba: io ero perfettamente cosciente,
Il fatto di un eventuale "intontimento" o perdita di memoria su alcuni particolari è dovuto invece a quello che avranno messo nella flebo (avevi la flebo con la fisiologica attaccata, vero???? come tranquillante, alcuni lo inseriscono COMUNQUE, anche se sei già tranquillo, e se un po' parlavi magari proprio per l'effetto di tali farmaci allora ci sta che ti hanno dato qualche "botta" in più.....:D sicuramente è stato questo....

Penso proprio che può essere come dici tu.. anche perchè, quando sono venuti a prendermi mi hanno già fatto una prima puntura "RILASSANTE" E CONOSCENDOMI.. AVRò SICURAMENTE COMINCIATO A PARLARE senza freni con tutti, chiedendo 1000 cose a chiunque e scherzando con chi che sia! :D
Appena hanno visto l'andazzo... mi avranno imbottito di qualcosa che mi ha mandato a fare un bel sonnellino.. anche la battuta del chirurgo può starci in questa versione... beh.. ti dirò.. in fondo meglio così! :D

Interand 23-04-2010 09:32

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31723707)
L'antidolorifico che danno dopo (di solito le prime 24ore) è MORFINA, ci credo non si senta niente....:D :D :D

:D S P E T T A C O L O :D

Interand 23-04-2010 09:33

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31723707)
Le punture antitrombosi sono piccolissime, confermo, e non fanno niente, io visto che erano in pancia me le facevo da solo (se erano sul didietro avrei avuto qualche difficoltà....:D :D )

cONFERMO.. SONO IL MALE MINORE.. ANCHE SE... ... il liquido brucia un pochino...

sKi_54 23-04-2010 09:35

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31723707)
eh, certo.... :D ma te se non sbaglio hai fatto un trapianto omologo t

Infatti è proprio quella la differenza: mi hanno fatto il trapianto da donatore.
In questo modo mi hanno evitato tutta la parte più dolorosa, cioè quella del prelievo e, in un secondo tempo, quella riabilitativa del tendine asportato.
Per contro, in questa prima fase devo fare più attenzione, ovvero devo solo applicare un carico "sfiorato", perchè appunto il rotuleo inserito non è il mio!
Naturalmente, il fatto di aver ricevuto il dono da qualcuno che non conoscerò mai e che non c'è più, fa pensare molto, veramente molto.
Sul serio non ho avuto alcun tipo di male, nè durante nè dopo:
dovevo e devo guardare qual'è la gamba fasciata per capire qual'è quella operata e per individuare quale non devo caricare durante la deambulazione con stampelle.

Come avevo detto nell'intervento precedente, ho fatto l'anestesia totale (non potevano farmi l'epidurale, poichè a seguito di un infarto a 39 anni, prendo da 17 anni la cardioaspirina che ha lo scopo di fluidificare il sangue e se, durante la puntura, ci fosse un versamento, sarei rimasto paralizzato), ma anche questa non mi ha dato nessun guaio, tant'è che nemmeno due ore dopo il risveglio mangiavo gli agnolotti.

La mia preoccupazione di ora è che, non facendo la riabilitazione dove mi hanno operato (CTO Torino), mi sono affidato a un amico fisioterapista che sta dicendo che per ora è meglio andare mooolto calmi, che il tono muscolare si recupererà in seguito, che è meglio star tanto tranquilli, ecc....
La mia paura è di perdere tempo prezioso per la riabilitazione, soprattutto in considerazione che son vecchietto (56 anni) e che ho ancora un sacco, ma veramente un sacco di cose da fare nella vita...
Per ora cammino con stampelle (solo sfiorando il carico) e faccio qualche esercizio sul letto, muovendo il piede e agendo sul quadricipite...


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 13:31.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.