Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Trudino 12-05-2008 21:35

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 22418607)
Ma non conviene fare l'artroscopia ? A me dei soldi interessa relativamente, però voglio una diagnosi corretta.

cmq ci avevo già pensato di andare da un altro ortopedico, stò qua me l'avevano consigliato....

Ah, la diagnosi corretta, eterno sogno di ogni paziente. Non è per niente facile, prova ne è il fatto che lo stesso ortopedico non si sbilancia (e non credere che andare da un altro ti dia la certezza della diagnosi corretta). Purtroppo in questi casi la fortuna ha un peso non indifferente. Ad ogni modo mi sembra che il tuo ortopedico si prenda moooolto in largo con i tempi, come diceva dreadknight (giusta la precisazione sui menischi, ma non avevo specificato perchè lui non avrebbe nulla di sospetto riguardo al menisco) basta molto meno tempo per fare la risonanza in tranquillità (sempre relativa per il discorso che avevo fatto prima).
L'artroscopia è paragonabile ad un intervento vero e proprio, con tutta la preparazione preliminare (esami e visite varie), quindi non è da prendere alla leggerissima. Puoi farla sia in pubblico (costi zero) che in privato (costo variabile in base alla struttura).

P.S. L'ortopedico a cui ti sei rivolto è specialista del ginocchio?

Fabryzius 12-05-2008 21:51

Quote:

Originariamente inviato da Trudino (Messaggio 22421378)
Ah, la diagnosi corretta, eterno sogno di ogni paziente. Non è per niente facile, prova ne è il fatto che lo stesso ortopedico non si sbilancia (e non credere che andare da un altro ti dia la certezza della diagnosi corretta). Purtroppo in questi casi la fortuna ha un peso non indifferente. Ad ogni modo mi sembra che il tuo ortopedico si prenda moooolto in largo con i tempi, come diceva dreadknight (giusta la precisazione sui menischi, ma non avevo specificato perchè lui non avrebbe nulla di sospetto riguardo al menisco) basta molto meno tempo per fare la risonanza in tranquillità (sempre relativa per il discorso che avevo fatto prima).
L'artroscopia è paragonabile ad un intervento vero e proprio, con tutta la preparazione preliminare (esami e visite varie), quindi non è da prendere alla leggerissima. Puoi farla sia in pubblico (costi zero) che in privato (costo variabile in base alla struttura).

P.S. L'ortopedico a cui ti sei rivolto è specialista del ginocchio?

non credo, deve essere uno generico.

iubeo 12-05-2008 22:14

chiarimento
 
ragazzi devo operarmi al legamento crociato anteriore il 6 giugno 2008 vorrei sapere due cose che tipo di anestesia fanno e soprattutto se dopo avrò più problemi col ginokkio

dreadknight 12-05-2008 23:18

Quote:

Originariamente inviato da iubeo (Messaggio 22421974)
ragazzi devo operarmi al legamento crociato anteriore il 6 giugno 2008 vorrei sapere due cose che tipo di anestesia fanno e soprattutto se dopo avrò più problemi col ginokkio

Solitamente si pratica l'anestesia epidurale (ti fanno un'iniezione dietro la schiena, a livello delle vertebre lombari): in questo modo ti addormentano la zona che va dall'ombelico in giù fino ai piedi.

La riuscita dell'operazione dipende ovviamente dalla bravura del chirurgo e dal fatto che tu faccia la fisioterapia con costanza. Tieni sempre presente che sarà sempre un ginocchio con un legamento non più originale, quindi per quanto tu possa avere una buona funzionalità, non sarà mai equivalente alla gamba sana.

Ciò non toglie che potrai svolgere tutte le attività che facevi prima, compreso lo sport

maxdvts 13-05-2008 11:59

Ieri ho fatto la risonanza magnetica ed mi hanno anticipato che "il crociato non è messo bene..." :(
Domani avrò il referto completo e ve lo posterò per sentire la vostra opinione.

Qualcuno sa consigliarmi qualche buon ortopedico in Puglia (ci vivono i miei) o in Veneto (ci vivo io)?

Amici mi hanno consigliato il Dott. Corezzola (Mestre) ed il Dott. Nardacchione (Padova).
Qualcuno li conosce?

Trudino 13-05-2008 12:54

Quote:

Originariamente inviato da maxdvts (Messaggio 22427275)
Ieri ho fatto la risonanza magnetica ed mi hanno anticipato che "il crociato non è messo bene..." :(
Domani avrò il referto completo e ve lo posterò per sentire la vostra opinione.

Qualcuno sa consigliarmi qualche buon ortopedico in Puglia (ci vivono i miei) o in Veneto (ci vivo io)?

Amici mi hanno consigliato il Dott. Corezzola (Mestre) ed il Dott. Nardacchione (Padova).
Qualcuno li conosce?

Hai un PM.:)

maxdvts 13-05-2008 13:54

Quote:

Originariamente inviato da Trudino (Messaggio 22428171)
Hai un PM.:)

Grazie!

sclerodamesi 13-05-2008 18:40

ciao a tutti ragazzi, ho cominciato a fare fisioterapia oggi con ionoforesi (ketoprofene) laserterapia e riabilitazione motoria al fine di ridare alla gamba l'estensione e la flessione di prima.. tuttavia mentre l'estensione è ormai quasi completa, la flessione invece non va oltre i 90° e provo dolori forti se sforzo un po' la gamba..
volevo chiedervi se una buona fisioterapia mi aiuterà in questo o se fino all'operazione la flessione della mia gamba rimarrà cosi..

mi ha lasciato perplesso anche quello che ha scritto dreadknight


"questo non è sempre vero: in alcune lesioni meniscali, ad esempio, bisogna operare d'urgenza entro 48/72 ore per evitare danni maggiori dovuti al possibile blocco dell'articolazione"

il referto della RNM parla di lesioni meniscali ma l'ortopedico tastandomi il ginocchio dice di no.. sono passati quasi 20 gg dall'incidente, e non ho nessun miglioramento in fatto di flessione della gamba..

probabilmente sono solo paranoie, ma non vorrei avere complicazioni.
se poteste rincuorarmi.. grazie! :) :)

Trudino 13-05-2008 19:03

Quote:

Originariamente inviato da sclerodamesi (Messaggio 22434389)
ciao a tutti ragazzi, ho cominciato a fare fisioterapia oggi con ionoforesi (ketoprofene) laserterapia e riabilitazione motoria al fine di ridare alla gamba l'estensione e la flessione di prima.. tuttavia mentre l'estensione è ormai quasi completa, la flessione invece non va oltre i 90° e provo dolori forti se sforzo un po' la gamba..
volevo chiedervi se una buona fisioterapia mi aiuterà in questo o se fino all'operazione la flessione della mia gamba rimarrà cosi..

mi ha lasciato perplesso anche quello che ha scritto dreadknight


"questo non è sempre vero: in alcune lesioni meniscali, ad esempio, bisogna operare d'urgenza entro 48/72 ore per evitare danni maggiori dovuti al possibile blocco dell'articolazione"

il referto della RNM parla di lesioni meniscali ma l'ortopedico tastandomi il ginocchio dice di no.. sono passati quasi 20 gg dall'incidente, e non ho nessun miglioramento in fatto di flessione della gamba..

probabilmente sono solo paranoie, ma non vorrei avere complicazioni.
se poteste rincuorarmi.. grazie! :) :)

L'esame clinico è molto importante per una corretta diagnosi delle lesioni meniscali, quindi io mi fiderei più del tuo medico che ha messo le mani nel ginocchio, immagino con i vari test di valutazione (Oudard, Apley). La RM è un'ombra, non mi stuferò mai di ripeterlo...
Probabilmente la flessione della gamba migliorerà ma non del tutto: io per esempio sono arrivato all'operazione con del dolore sia in estensione (poco) che in flessione (soprattutto) e dopo vari mesi dall'intervento ancora mi fanno male entrambi i movimenti.:(

sclerodamesi 13-05-2008 19:10

Quote:

Originariamente inviato da Trudino (Messaggio 22434805)
Probabilmente la flessione della gamba migliorerà ma non del tutto: io per esempio sono arrivato all'operazione con del dolore sia in estensione che in flessione (soprattutto) e dopo vari mesi dall'intervento ancora mi fanno male entrambi i movimenti.:(

mi dispiace!

se posso chiedertelo, dopo quanto dalla rottura del lca hai fatto l'operazione? e quanto tempo è passato a oggi dal tuo intervento?
il fisioterapista cosa ti dice sul fatto dell'estensione/flessione?

scusa se ti faccio tutte queste domande ma dopo aver letto tutto questo thread e aver sentito vari amici operati e alcuni fisioterapisti ho in testa un casino che non ti immagini..i pareri sono completamente discordanti..c'è chi dice che il ginocchio non tornerà mai + come prima e c'è chi dice che torna + forte di prima, c'è chi dice che la riabilitazione è dolorosissima, c'è chi dice che è solo lunga e stancante..boh!

Trudino 13-05-2008 19:44

Quote:

Originariamente inviato da sclerodamesi (Messaggio 22434928)
mi dispiace!

se posso chiedertelo, dopo quanto dalla rottura del lca hai fatto l'operazione? e quanto tempo è passato a oggi dal tuo intervento?
il fisioterapista cosa ti dice sul fatto dell'estensione/flessione?

scusa se ti faccio tutte queste domande ma dopo aver letto tutto questo thread e aver sentito vari amici operati e alcuni fisioterapisti ho in testa un casino che non ti immagini..i pareri sono completamente discordanti..c'è chi dice che il ginocchio non tornerà mai + come prima e c'è chi dice che torna + forte di prima, c'è chi dice che la riabilitazione è dolorosissima, c'è chi dice che è solo lunga e stancante..boh!

Figurati fai bene a chiedere, anch'io sono stato nella tua situazione in cui chiedevo di tutto e di più.:)

Dunque, mi sono operato sei mesi dopo la rottura del LCA. E' passato tutto questo tempo perchè avevo un edema che doveva riassorbirsi il più possibile prima di operare e perchè dalle 3 risonanze magnetiche non si capiva bene cosa avessi e questo ha fatto slittare di molto l'intervento. Inoltre da quando ho deciso di operarmi è passato un mese per i tempi tecnici (esami preliminari etc). Da oggi sono passati quasi sette mesi. Quindi rottura aprile 2007, operazione novembre 2007.
Sul fatto del perchè io non stia ancora bene del tutto ovviamente non c'è accordo tra fisiatri, fisioterapisti e ortopedici. Chi dice che è normale perchè si tratta pur sempre di un legamento, colonna portante del ginocchio, chi dice invece no, non è per niente normale ma allo stesso tempo non saprebbe cosa indicarmi ecc...una storia troppo complicata da raccontare. Ad ogni modo ho una visita di controllo verso fine maggio e li si farà il punto della situazione.
Per quanto mi riguarda capirai facilmente che io sono dalla parte di quelli che dicono che il ginocchio non ritorna più quello di prima. Ma vorrei fare una precisazione: dal punti di vista interno e strettamente chimico/fisico sicuramente il ginocchio non ritorna quello di una volta, ma dal punto di vista dei sintomi questo potrebbe anche non farsi avvertire. Dipende da chi ci si fa operare e dalla riabilitazione. Quest'ultima è soggettiva ma se dovessi definirla con un aggettivo direi "spossante". Non dolorosa, sicuramente molto dispendiosa dal punto di vista delle risorse mentali: ci vuole una grande forza di volontà, specialmente se si vuole ritornare a fare sport a livello agonistico (che differisce praticamente niente dal livello della partita con gli amici, perchè anche se non è un qualcosa di ufficiale sappiamo tutti che in quelle occasioni diamo il massimo e non ci tiriamo mai indietro). Quindi il discorso è valido per tutti.

Se ritornerai quello di prima: per rispondere bisognerebbe prima di tutto accordarsi sul significato che vogliamo dare a "come prima": anche qui è un circolo vizioso perchè è tutto soggettivo, c'è chi sopporta di più e chi di meno (e per quanto il linguaggio umano sia cosi vasto e pieno di sfaccettature e la risonanza tenti di indagare i nostri malanni, solo noi avvertiamo esattamente il tipo di dolore e non è facile esprimerlo ad un ortopedico), c'è il neolegamento più o meno teso (e dipende da come è abituato a lavorare il chirurgo) e c'è tutto quel sottobosco ancora oggi non del tutto esplorato che si chiama "riabilitazione": anche se ormai i protocolli riabilitativi tendono ad assomigliarsi, anche li esistono varie scuole di pensiero.
Spero di esserti stato d'aiuto, se hai altri dubbi o delucidazioni da pormi sarà ben lieto di risponderti.

sclerodamesi 13-05-2008 21:28

Grazie, sei stato davvero gentile e disponibile. mi raccomando, fammi sapere come va la visita che farai!

ora io continuerò a fare la fisioterapia e vedrò il da farsi. qua i tempi di attesa per l'operazione sono piuttosto lunghi, anche un anno...

il tuo intervento è stato fatto con il tendine rotuleo o con il semitendinoso + gracile?
e dal tuo punto di vista quale consiglieresti?

e comunque il fatto che tu provi ancora dolori potrebbe essere dato dal fatto che sei stato operato e hai fatto la fisioterapia d'inverno? non sono medico ma magari un clima + secco e il fatto di fare attività all'aria aperta o magari anche farsi una bella settimana al mare potrebbe dare maggiori risultati che la palestra o la piscina..

che attività fai al momento?

grazie ancora, ciao! ;)

Fabryzius 13-05-2008 21:43

Ho preso appuntamento da un fisioterapista, secondo voi può servire a qualcosa ?

Trudino 13-05-2008 22:26

Quote:

Originariamente inviato da sclerodamesi (Messaggio 22437150)
Grazie, sei stato davvero gentile e disponibile. mi raccomando, fammi sapere come va la visita che farai!

ora io continuerò a fare la fisioterapia e vedrò il da farsi. qua i tempi di attesa per l'operazione sono piuttosto lunghi, anche un anno...

il tuo intervento è stato fatto con il tendine rotuleo o con il semitendinoso + gracile?
e dal tuo punto di vista quale consiglieresti?

e comunque il fatto che tu provi ancora dolori potrebbe essere dato dal fatto che sei stato operato e hai fatto la fisioterapia d'inverno? non sono medico ma magari un clima + secco e il fatto di fare attività all'aria aperta o magari anche farsi una bella settimana al mare potrebbe dare maggiori risultati che la palestra o la piscina..

che attività fai al momento?

grazie ancora, ciao! ;)

Con quei tempi d'attesa avrai sicuramente modo di riflettere ma accidenti, anche troppo...allora ti consiglio di metterti subito in lista e poi bene che vada disdici.
Il mio intervento non è stato fatto con nessuna delle due tecniche che citi, bensi tramite tendine tibiale da donatore (allotrapianto). E' una tecnica che sento applicare poco ma l'equipe che mi ha operato la usa molto perchè non ha gli effetti collaterali delle altre tecniche ed in più, essendo io giovane, garantisce risultati durativi nel tempo, almeno cosi mi hanno spiegato e io devo crederci almeno a questo, altrimenti vado fuori di testa. Prova a menzionare questa tecnica e sappimi dire cosa ti rispondono. Se non sbaglio qui nel forum nessuno è stato operato con questa tecnica ma nonostante questo esiste e il suo utilizzo è in espansione.
Quale sia la migliore tra le due che hai citato tu: non me la sento di sbilanciarmi, non le conosco cosi a fondo, so solo che con gracile + semitendinoso potresti avere una decina di giorni di febbre post operazione.

I miei dolori, per come si manifestano, sembrerebbero indipendenti dal periodo invernale, ma a questo proposito conosco della gente operata al LCA che anche a distanza di anni, quando sta per cambiare la stagione, lo avverte in anticipo a spese del ginocchio!
Al momento faccio piscina ma è un'attività tappabuchi, il mio sport è il tennis (praticato a livello agonistico prima di farmi male e per ora soltanto palleggi da fondocampo).

Trudino 13-05-2008 22:32

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 22437395)
Ho preso appuntamento da un fisioterapista, secondo voi può servire a qualcosa ?

Un parere in più è sempre d'aiuto, specialmente se questo fisioterapista ha abbastanza esperienza alle spalle e ha curato/trattato dei casi simili al tuo.

Fabryzius 14-05-2008 19:38

Quote:

Originariamente inviato da Trudino (Messaggio 22438139)
Un parere in più è sempre d'aiuto, specialmente se questo fisioterapista ha abbastanza esperienza alle spalle e ha curato/trattato dei casi simili al tuo.

Il fisioterapista è Boerci Roberto, qualcuno lo conosce ? E' un fisioterapista ufficiale del Milan

Trudino 14-05-2008 21:06

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 22450622)
Il fisioterapista è Boerci Roberto, qualcuno lo conosce ? E' un fisioterapista ufficiale del Milan

Essendo milanista lo conosco di nome (è il massaggiatore) ma di più non saprei. Dovresti comunque essere in buone mani, al Milan non si va per caso.

sclerodamesi 15-05-2008 10:28

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 22450622)
Il fisioterapista è Boerci Roberto, qualcuno lo conosce ? E' un fisioterapista ufficiale del Milan

ciao, tu stai facendo fisioterapia in vista dell'intervento o solo per recuperare flessione/estensione? e il fisioterapista cosa ti sta facendo fare?

io sto facendo ionoforesi, laserterapia (ma servirà davvero?) e riabilitazione motoria e sembra che solo dopo due sedute vada gia meglio..

maxdvts 15-05-2008 11:32

Esito risonanza magnetica
 
Questo è il referto della mia risonanza:
"Discreta quantità di versamento articolare con tenosinovite del popliteo e ectasia del recesso gastrocnemio semimembranoso. Sottile lacerazione periferica sul versante inferiore del corno posteriore menisco mediale. Nella norma menisco laterale crociato posteriore e collaterale laterale. Assotigliamento del collaterale mediale e crociato anteriore. Focolaio di impatto osseo è presente al bordo posteriore dell'emipiatto tibiale interno. Nei limiti i tendini del complesso estensore e corpo adiposo di Hoffa."

Lunedì ho una visita da uno specialista, ma mi farebbe piacere sentire la vostra opinione.
In particolare:
"Sottile lacerazione periferica sul versante inferiore del corno posteriore menisco mediale" è grave?
"Assotigliamento del collaterale mediale e crociato anteriore" vuol dire che sono stirati?

Trudino 15-05-2008 14:24

Quote:

Originariamente inviato da maxdvts (Messaggio 22457747)
Questo è il referto della mia risonanza:
"Discreta quantità di versamento articolare con tenosinovite del popliteo e ectasia del recesso gastrocnemio semimembranoso. Sottile lacerazione periferica sul versante inferiore del corno posteriore menisco mediale. Nella norma menisco laterale crociato posteriore e collaterale laterale. Assotigliamento del collaterale mediale e crociato anteriore. Focolaio di impatto osseo è presente al bordo posteriore dell'emipiatto tibiale interno. Nei limiti i tendini del complesso estensore e corpo adiposo di Hoffa."

Lunedì ho una visita da uno specialista, ma mi farebbe piacere sentire la vostra opinione.
In particolare:
"Sottile lacerazione periferica sul versante inferiore del corno posteriore menisco mediale" è grave?
"Assotigliamento del collaterale mediale e crociato anteriore" vuol dire che sono stirati?

1) Da quelle parole sembra che il menisco abbia subito un danno abbastanza irrilevante (da valutare comunque tramite indagine clinica).
2) Anche qui, non sembra nulla si grave: vuol dire che si sono stirati e se senti il ginocchio stabile con un pò di fisioterapia dovresti poter evitare la ricostruzione. Come scritto sopra, urge comunque analisi clinica tramite i vari test.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 15:36.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.