Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   [Official Thread]Richieste d'aiuto in MATEMATICA: postate qui! (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1221191)


InferNOS 31-01-2008 18:57

Ciao raga..sapete se maple visualizza i vari passaggi del procedimento di risoluzione di un integrale??

misterx 31-01-2008 20:43

"metodo della massima verosimiglianza"

si usa quando è nota la distribuzione e serve per determinare, ad esempio per la bernoulliana, il parametro p.

Ma come funziona ?
E' un buon stimatore ?



p.s.
forse sarebbe il caso di aprire una discussione apposita per chi fa domande di statistica ?
Non mi pare piaccia molto ai matematici tale scienza.

grazie

dario fgx 01-02-2008 08:46

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 20859264)
"metodo della massima verosimiglianza"

si usa quando è nota la distribuzione e serve per determinare, ad esempio per la bernoulliana, il parametro p.

Ma come funziona ?
E' un buon stimatore ?



p.s.
forse sarebbe il caso di aprire una discussione apposita per chi fa domande di statistica ?
Non mi pare piaccia molto ai matematici tale scienza.

grazie

Ciao provo a risponderti con quello che ho in mente, se poi non ti è chiaro darò uno sguardo al mio libro(che ora non trovo)
Rientra tra i metodi di inferenza statistica più diffusi.

Hai un campione costituito da N valori indipendenti (x1,x2,...xn) di una variabile tratti da una popolazione di distribuzione nota dai parametri (o1,o2,...om) che devono essere stimati.
Hai dunque una npla di valori indipendenti: per il teorema della p. composta la probabilità che si verifichi la npla è data dal prodotto delle probabilità di ciascun valore della variabile.

Il metodo in oggetto allora assume che:

La miglior stima dei parametri (o i migliori parametri) sono quelli che determinano (dato che da essi dipende la distribuzione) una distribuzione che associ la massima probabilità ai valori effettivamente osservati.Da qui massima verosimiglianza.Devi dunque massimizzare la probabilità che gli eventi (valore delle misure osservate) si verifichino.
Al solito risolvi col calcolo di una derivata imponendo la condizione di massimo (ricorda anche la derivata seconda>0) e per semplificare calcoli il massimo del logaritmo naturale( che è monotona dell'argomento) della funzione.
Legittimi cosi' la scelta di alcuni parametri piuttosto che di altri.

Spero di essere stato esauriente, anche se dovrei ricontrollare.

Kl@ 01-02-2008 12:01

DISTRIBUZIONE NORMALE
 
1 Allegato(i)
Buongiorno, ho un problema che molto propabilmente e' anche di facile risoluzione ma che non capisco... allego un file word. Chi rispondera' avra' la mia eterna gratitudine!! CIAO :D

MaxArt 01-02-2008 12:15

:wtf:
Sarà che uso OpenOffice, ma né il Writer né il WordPad me lo aprono :boh:
Non puoi esportare in, che so, RTF? O PDF, se il tuo Office è abbastanza recente?
O direttamente buttare Office dalla finestra ed imparare il LaTeX? :asd:

dario fgx 01-02-2008 16:37

Quote:

Originariamente inviato da dario fgx (Messaggio 20836013)
Ragazzi un'altra domanda:
Più che altro la scrivo al pc per fissare le idee e nel frattempo verificare se quel che dico son fandonie o meno.
Ho un sistema omogeneo

Ax=0
se e solo se r>n
Questo ha inf^n-r soluzioni.
Dove r=rango di A.

ad esempio ho un sistema formato da 3 righe linearmnte indipendenti ed 1 riga linearmente dipendendte che posso esprimere come combinazione lineare delle precedenti.


Ho seguito la dimostrazione sulle mie dispense dove effettivamente mostra come il numero delle soluzioni X1 dipende dalle n-r scelte che posso fare.

In pratica è come se avessi un sistema di 4 equazioni in 4 incognite però una equazione non apporta informazioni nuove rispetto alle altre.Non posso risolvere a meno che non attribuisco un valore a piacere ad una di queste variabili.E' cosi'?
se è cosi segue che in base al valore da me attribuito saranno ricalcolate tutte le altre variabili ed otterrò una soluzione...E' cosi?
Dato che posso fare la scelta su infinite possibilita dico chè ho inf^1 soluzioni.
Se avessi 5 righe di cui due linearmente dipendenti dovrei scegliere a caso 2 variabili ciascuna tra infinite possibili, per cui mi pare ovvio che avrò in teoria più soluzione rispetto al caso precedente
Ovviamente posso selezionare delle soluzioni scegliendo in maniera appropriata i valori da dare alla variabile a scelta

Sbaglio?

Grazie.

up

federico89 01-02-2008 16:38

Quote:

Originariamente inviato da MaxArt (Messaggio 20867232)
:wtf:
Sarà che uso OpenOffice, ma né il Writer né il WordPad me lo aprono :boh:
Non puoi esportare in, che so, RTF? O PDF, se il tuo Office è abbastanza recente?
O direttamente buttare Office dalla finestra ed imparare il LaTeX? :asd:

office 2003 e non va :doh:

Ziosilvio 01-02-2008 16:40

Quote:

Originariamente inviato da Kl@ (Messaggio 20866879)
ho un problema che molto propabilmente e' anche di facile risoluzione ma che non capisco... allego un file word

che finora nessuno è riuscito a leggere.
Potresti spiegarcelo per iscritto sul forum, per favore? (O convertire il .doc in .pdf: basta un driver di stampa virtuale.)

flapane 01-02-2008 16:45

neanche qui, chiede di convertirlo :confused:

Marcko 01-02-2008 16:55

Anche io non sono riuscito ad aprirlo e neanche a convertirlo!!!

misterx 01-02-2008 19:51

non riuscite ad aprirlo perchè è un file .zip al quale è stata modificata l'estensione in .doc

Ad ogni modo mi pare un archivio inutilizzabile

misterx 01-02-2008 20:00

Quote:

Originariamente inviato da dario fgx (Messaggio 20864071)
Ciao provo a risponderti con quello che ho in mente, se poi non ti è chiaro darò uno sguardo al mio libro(che ora non trovo)
Rientra tra i metodi di inferenza statistica più diffusi.

Hai un campione costituito da N valori indipendenti (x1,x2,...xn) di una variabile tratti da una popolazione di distribuzione nota dai parametri (o1,o2,...om) che devono essere stimati.
Hai dunque una npla di valori indipendenti: per il teorema della p. composta la probabilità che si verifichi la npla è data dal prodotto delle probabilità di ciascun valore della variabile.

Il metodo in oggetto allora assume che:

La miglior stima dei parametri (o i migliori parametri) sono quelli che determinano (dato che da essi dipende la distribuzione) una distribuzione che associ la massima probabilità ai valori effettivamente osservati.Da qui massima verosimiglianza.Devi dunque massimizzare la probabilità che gli eventi (valore delle misure osservate) si verifichino.
Al solito risolvi col calcolo di una derivata imponendo la condizione di massimo (ricorda anche la derivata seconda>0) e per semplificare calcoli il massimo del logaritmo naturale( che è monotona dell'argomento) della funzione.
Legittimi cosi' la scelta di alcuni parametri piuttosto che di altri.

Spero di essere stato esauriente, anche se dovrei ricontrollare.

esauriente anche sin troppo :)

mi sfugge il concetto di massimizzare :stordita:

Già che ci sono: cosa si intende per realizzazione di una variabile aleatoria ?
Significa che X assume per certo un dato valore ?

dario fgx 01-02-2008 20:19

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 20875714)
esauriente anche sin troppo :)

mi sfugge il concetto di massimizzare :stordita:

Già che ci sono: cosa si intende per realizzazione di una variabile aleatoria ?
Significa che X assume per certo un dato valore ?

Ho fatto molto poco esercizio pratico su queste cose, riporto quello che ricordo dalla teoria...
Cioè tu metti nella distribuzione nota i valori osservati, imponi che il massimo della distribuzione si abbia per quei valori (perchè sono quelli che tu osservi sperimentalmente) e dal risultato ottieni quei parametri che hanno reso possibile il realizzarsi del massimo di probabilità.

Meglio di cosi' non saprei spiegarlo.

realizzqzione della variabile aleatoria ?
Bho...!Che sia il verificarsi di un particolare evento?
non saprei.

InferNOS 02-02-2008 17:59

Quote:

Ciao raga..sapete se maple visualizza i vari passaggi del procedimento di risoluzione di un integrale??
Nessuno sa niente se questo programma svolge i passaggi??:confused:

Cmq...ho da svolgere l integrale di (arctan(x)) / (1+x)^2
potreste darmi un input??:muro:
grazie ;)

dario fgx 02-02-2008 18:35

Quote:

Originariamente inviato da InferNOS (Messaggio 20888023)
Nessuno sa niente se questo programma svolge i passaggi??:confused:

Cmq...ho da svolgere l integrale di (arctan(x)) / (1+x)^2
potreste darmi un input??:muro:
grazie ;)

sicuro che non sia arctgx\1+x^2 ?

InferNOS 02-02-2008 19:33

Quote:

sicuro che non sia arctgx\1+x^2 ?
Bhè in quel modo sarebbe stato un caso banale :p...in questo caso nn saprei che fare..:muro:

dario fgx 02-02-2008 20:00

Quote:

Originariamente inviato da InferNOS (Messaggio 20889342)
Bhè in quel modo sarebbe stato un caso banale :p...in questo caso nn saprei che fare..:muro:

per questo te lo chiedevo...
ci penso quando torno stasera ( se nn sono:gluglu: ) ma sicuramente qualcun altro prima di me te lo risolverà

pazuzu970 02-02-2008 20:15

Quote:

Originariamente inviato da InferNOS (Messaggio 20888023)
Nessuno sa niente se questo programma svolge i passaggi??:confused:

Cmq...ho da svolgere l integrale di (arctan(x)) / (1+x)^2
potreste darmi un input??:muro:
grazie ;)

Prova per parti, rivedendo 1/(1+x)^2 come la derivata di -1/(1+x)...

tecnologico 02-02-2008 20:39

come ve la cavate con gli insiemi numerici?

insieme A= 1/2^n
insieme B= 1/3^n n appartenente a N

insieme C= (a+b : a appartenente a A , b appartenente a B )

quali sono i punti di accumulazione di C?

risposte:

a) A
b) B
c) AUB
d) AUB + lo zero
e) nessuna delle altre risposte

InferNOS 02-02-2008 20:50

Quote:

Prova per parti, rivedendo 1/(1+x)^2 come la derivata di -1/(1+x)...
Ci ho provato ma non ne esco fuori...non so se sbaglio o non vedo qualche cambio di variabile da fare!:muro:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:14.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.