Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Musica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=89)
-   -   HWUP Guitar Corner (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2434280)


Kernel32 04-02-2014 12:31

Grazie.
Ho letto che alcuni per un suono alla "back in black" consigliano il custom 5 (seymour duncan in alnico) con la giusta regolazione del pot. del volume.
Quindi humbucker in alnico e output medio ottenuto regolando il volume. Direi che ci siamo!

Ho una chitarra che lo monta quindi farò un po' di prove.

:dissident: 04-02-2014 13:44

Quote:

Originariamente inviato da Kernel32 (Messaggio 40675398)
Per avere un suono alla ac/dc che pickup è preferibile montare?


Che testata hai?

Danny Morali 04-02-2014 15:47

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40659337)
io 3 volte (le mie 3 chitarre attuali di cui una presa usata): è ovvio che ci sono rischi di varia natura come benefici di varia natura che non sto ormai più ad elencare tanto sono sempre i soliti discorsi; personalmente alla fine sono soddisfatto nel senso che ho avuto tra le mani quello che mi attendevo perlomeno a livello di suono (per quello che può valere su una elettrica) . Il salto nel buio l'ho fatto con la mia prima ibanez presa così per sfizio e mi sono ritrovato subito con un feeling che me ne ha fatto innamorare e direi che questo è di fatto il punto principale della questione degli acquisti a distanza: non sai se a priori ti ci ritroverai bene ; va detto che anche i pochi minuti che potresti dedicarvi in negozio potrebbero essere addirittura ingannevoli ma di base sarebbe sempre preferibile, certo se lo strumento in questione non si trova dalle tue parti e ardi dal desiderio è inutile farsi problemi, prendilo e basta (ma occhio a farlo imballare solidamente).

Grazie per la risposta e scusa il ritardo: in effetti alla fin fine è vero che anche provare uno strumento in negozio dà un'idea molto parziale.

Danny Morali 04-02-2014 15:52

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40671767)
E comunque, se come è successo a me si riesce a provare magari non il modello preciso ma almeno uno simile, tanto di guadagnato.

in realtà non è possibile provare qualcosa di simile perchè c'è ben poco di simile. E' questa qui
http://chitarra.accordo.it/article.do?id=71129

esteticamente non è granchè ma il fatto di poter sperimentare così facilmente con accordature di ogni tipo, avere un'intonazione perfetta (nei limiti del sistema temperato) e avere un capotasto mobile senza tutte le noie di un vero capotasto più il prezzo basso mi attirano parecchio.

:dissident: 04-02-2014 16:00

Io l'ho provata e posso dirti che a livello di liuteria non è male, per me il limite è proprio in tutta l'elettronica che ci sta dietro che la fa suonare in maniera molto anonima e senza personalità.
Se non hai davvero un enorme necessità di quelle features (e fatico ad immaginarmi una categoria di musicisti che ne abbia bisgono), secondo me non vale proprio la pena.

Danny Morali 04-02-2014 17:01

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40677798)
Io l'ho provata e posso dirti che a livello di liuteria non è male, per me il limite è proprio in tutta l'elettronica che ci sta dietro che la fa suonare in maniera molto anonima e senza personalità.
Se non hai davvero un enorme necessità di quelle features (e fatico ad immaginarmi una categoria di musicisti che ne abbia bisgono), secondo me non vale proprio la pena.

Guarda una chitarra ce l'ho già, in più ho visto grandi bluesman suonare ibanez e grandi jazzisti suonare telecaster, la personalità ce la mettevano loro. Poi a me piace spaziare, e vorrei suonare ad esempio i pezzi blues in dadfad o dadgad e altre accordature aperte, pezzi di musicisti folk o rock che usano lo stesso accordature particolari, poter usare uno slide con accordature aperte, poi il capotasto per trasportare canzoni particolarmente difficile senza uccidersi, la possibilità di poter avere anche delle note di basso... ci proverei tantissime cose. In più l'autotune si può disabilitare in ogni momento a quanto ho visto.

skadex 04-02-2014 18:01

Non vorrei dire una fesseria ma dovrebbero esistere anche oggettini indipendenti che fanno quel lavoro di tuning dell'accordatura; certo costano forse caro ma al limite puoi vedere meglio. Sempre su accordo ne avevano recensiti in passato.

:dissident: 04-02-2014 18:01

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 40678155)
Guarda una chitarra ce l'ho già, in più ho visto grandi bluesman suonare ibanez e grandi jazzisti suonare telecaster, la personalità ce la mettevano loro. Poi a me piace spaziare, e vorrei suonare ad esempio i pezzi blues in dadfad o dadgad e altre accordature aperte, pezzi di musicisti folk o rock che usano lo stesso accordature particolari, poter usare uno slide con accordature aperte, poi il capotasto per trasportare canzoni particolarmente difficile senza uccidersi, la possibilità di poter avere anche delle note di basso... ci proverei tantissime cose. In più l'autotune si può disabilitare in ogni momento a quanto ho visto.

Ma non è un discorso di genere, eh, tanto più che la telecaster e le Ibanez archtop non sono certo chitarre a cui manca la personalità in generale.
E' proprio che è anonima, e io preferisco dover accordare una chitarra buona che averne una che lo fa automaticamente ma non ha personalità. :boh:

Poi dipende anche dall'uso che devi farci, se ci suoni in cameretta può anche andare bene, ma per un uso live proprio no.

Danny Morali 04-02-2014 19:14

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40678520)
Ma non è un discorso di genere, eh, tanto più che la telecaster e le Ibanez archtop non sono certo chitarre a cui manca la personalità in generale.

però le telecaster venivano viste come una scelta assurda dai jazzisti finchè è arrivata gente come ed bickert o ted greene. E l'ibanez di cui parlo (mi pare di averla vista a junior kimbrough per esempio, cioè country blues di quello sporco) era una solid body usata di solito più nel metal o nel prog metal

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40678520)
E' proprio che è anonima, e io preferisco dover accordare una chitarra buona che averne una che lo fa automaticamente ma non ha personalità. :boh:

ma non puoi stare a passare tante volte da un'accordatura all'altra, oltre al fatto che oltre un certo tanto spezzi le corde e che quando passi da una all'altra le corde ricordano la tensione precedente e ci vuole mezz'ora (il periodo che ho suonato canzoni di joni mitchell o nick drake, praticamente un'accordatura diversa per canzone, è stato un tormento). Poi te l'ho detto, oltre al fatto che secondo me la personalità ce la mette soprattutto chi suona soprattutto per le elettriche solid body sono convinto che per il suono contino nettamente più ampli ed effetti. Se devo scegliere avendo lo stesso budget tra una chitarra suonabile da duecento euro con ampli della madonna o chitarra costosissima con ampli mediocre non ho dubbi. Il mio dubbio sull'acquisto è più dovuto alla paura di trovare qualche magagna, un manico storto, qualcosa che non funziona...

:dissident: 04-02-2014 20:49

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 40678955)
però le telecaster venivano viste come una scelta assurda dai jazzisti finchè è arrivata gente come ed bickert o ted greene. E l'ibanez di cui parlo (mi pare di averla vista a junior kimbrough per esempio, cioè country blues di quello sporco) era una solid body usata di solito più nel metal o nel prog metal



ma non puoi stare a passare tante volte da un'accordatura all'altra, oltre al fatto che oltre un certo tanto spezzi le corde e che quando passi da una all'altra le corde ricordano la tensione precedente e ci vuole mezz'ora (il periodo che ho suonato canzoni di joni mitchell o nick drake, praticamente un'accordatura diversa per canzone, è stato un tormento). Poi te l'ho detto, oltre al fatto che secondo me la personalità ce la mette soprattutto chi suona soprattutto per le elettriche solid body sono convinto che per il suono contino nettamente più ampli ed effetti. Se devo scegliere avendo lo stesso budget tra una chitarra suonabile da duecento euro con ampli della madonna o chitarra costosissima con ampli mediocre non ho dubbi. Il mio dubbio sull'acquisto è più dovuto alla paura di trovare qualche magagna, un manico storto, qualcosa che non funziona...

Mah non so che dirti. Io ho sempre preferito la qualità alla comodità, sennò non andrei in giro con 90kg di strumentazione, ma ovvio é questione di priorità.

Kernel32 05-02-2014 09:04

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40676855)
Che testata hai?

Peavy JSX 120w

Mi diletto anche con le simulazioni (PODX3 e Guitar Rig)...

:dissident: 05-02-2014 12:50

Diciamo che la JSX potrebbe essere un po' pompata come gain per quel tipo di sound, ma credo sia comunque utilizzabile per avvicinarcisi visto che hai già un pickup adatto. Ricorda che un'altra componente importante è lo strumming piuttosto deciso.

skadex 05-02-2014 15:20

Riguardo alla chitarre con accordatura differente, ho ritrovato l'oggetto in questione che trattasi del tronical tune
http://www.tronical.com/tronicaltune/
mediamente costa circa 300 euro credo, ma se non si vuole comprare una chitarra intera potrebbe essere una soluzione (salvo verificare la compatibilità con il proprio modello).

Danny Morali 05-02-2014 15:48

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40683421)
Riguardo alla chitarre con accordatura differente, ho ritrovato l'oggetto in questione che trattasi del tronical tune
http://www.tronical.com/tronicaltune/
mediamente costa circa 300 euro credo, ma se non si vuole comprare una chitarra intera potrebbe essere una soluzione (salvo verificare la compatibilità con il proprio modello).

l'avevo visto ma non mi convince molto, nel senso che ha molti più limiti rispetto al peavey. E' vero che ha il vantaggio che il suono non viene filtrato, d'altro canto però le accordature possibili sono notevolmente limitate dalla tensione sopportabile dalle corde, ergo non si possono stirare più di un certo tanto per non romperle nè si può allentarle più di tanto per non avere la corda che frigge.

Ziosilvio 05-02-2014 16:22

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 40677752)
in realtà non è possibile provare qualcosa di simile perchè c'è ben poco di simile. E' questa qui
http://chitarra.accordo.it/article.do?id=71129

esteticamente non è granchè ma il fatto di poter sperimentare così facilmente con accordature di ogni tipo, avere un'intonazione perfetta (nei limiti del sistema temperato) e avere un capotasto mobile senza tutte le noie di un vero capotasto più il prezzo basso mi attirano parecchio.

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 40683625)
l'avevo visto ma non mi convince molto, nel senso che ha molti più limiti rispetto al peavey. E' vero che ha il vantaggio che il suono non viene filtrato, d'altro canto però le accordature possibili sono notevolmente limitate dalla tensione sopportabile dalle corde, ergo non si possono stirare più di un certo tanto per non romperle nè si può allentarle più di tanto per non avere la corda che frigge.

Ma ho capito male io, o tutto quello che fa la Peavey è modificare il suono delle corde in uscita dal jack, senza variarne la tensione?
Perché, se è così, io terrei la chitarra che ho, e sceglierei un accordatore a pedale o da paletta.

Danny Morali 05-02-2014 17:32

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40683837)
Ma ho capito male io, o tutto quello che fa la Peavey è modificare il suono delle corde in uscita dal jack, senza variarne la tensione?
Perché, se è così, io terrei la chitarra che ho, e sceglierei un accordatore a pedale o da paletta.

si, quello della Peavey è molto semplicemente un autotune, che detto così farebbe pensare a un suono orrido ma dai video che ho sentito (e dalle reazioni lette in giro) il suono è molto naturale e il filtro elettronico è quasi inavvertibile e senza ritardi. Poi vabbè, dissident dice che è una chitarra con un suono senza personalità ma quello è un altro discorso (sul quale ho miei dubbi non tanto sulla chitarra in questione ma in generale).
Accordatore da paletta come quello meccanico della tronical messo su? Quello non dico che non funzioni discretamente non mi entusiasma per i motivi detti prima, se devo scegliere scelgo il Peavey. Per quanto riguarda quelli a pedale non ne conosco, quali intendi?

skadex 05-02-2014 18:08

Il tronical dovrebbe prevedere la memorizzazione di alcune accordature come preset ma è eviente che i limiti evidenziati da Danny ci sono mentre il peavey non dovrebbe averli; alla fine (come sempre) c'è da valutare il costo in relazione alle esigenze ed alla funzionalità.
Per il suono senza personalità anche io sono convinto che, a meno che non si suoni diretto dall'amplificatore, si possa rimediare modificando tutta la catena al seguito anche se poco comodo forse.

:dissident: 05-02-2014 19:00

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40684459)
Per il suono senza personalità anche io sono convinto che, a meno che non si suoni diretto dall'amplificatore, si possa rimediare modificando tutta la catena al seguito anche se poco comodo forse.

Guarda per la mia esperienza direi proprio di no, i due elementi più importanti del proprio suono sono chitarra e amplificatore, hai voglia a tappare i buchi dovuti alle carenze di questi due...
Per il resto ripeto, ho provato la Peavey e secondo me é giusto una chitarra da cameretta, live proprio no.

skadex 05-02-2014 19:27

La mia esperienza è limitata in tal senso pertanto ne prendo atto anche se mi permangono dei dubbi (sono come san Tommaso...;) )
spero di poter mano a mano scoprirlo da solo anche !

:dissident: 05-02-2014 20:25

Attenzione che non parlo di costo ma proprio da carattere.
Ad esempoo molte Danelectro hanno un carattere molto forte ma non sono strumenti particolarmente cari, e idem una peavey 5150 (e sue derivazioni) é una testata dalla personalità fortissima pur essendo di fascia media.

skadex 05-02-2014 20:34

Si avevo capito perfettamente, la mia speranza è di poter provare sempre più strumenti ed ampli et diavolerie annesse possibili visto che la mia è una semplice passione casalinga e pertanto ho un accesso limitato per ovvie ragioni, ma il tuo discorso è chiarisimo.

:dissident: 05-02-2014 20:47

Beh fai bene, é tutta esperienza e cultura che ti farai! ;)
Poi c'è anche il discorso della misura, io non mi terrei 5/6.000€ di strumentazione se dovessi suonare solo a casa, sarebbe overkill ovviamente!

Ziosilvio 06-02-2014 08:30

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40684459)
Per il suono senza personalità anche io sono convinto che, a meno che non si suoni diretto dall'amplificatore, si possa rimediare modificando tutta la catena al seguito anche se poco comodo forse.

Assolutamente sì, anzi c'è chi predilige uno strumento con il suono più neutro e impersonale possibile, proprio perché creano il proprio timbro per mezzo dell'effettistica. Sono scelte.
Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40685144)
Attenzione che non parlo di costo ma proprio da carattere.
Ad esempoo molte Danelectro hanno un carattere molto forte ma non sono strumenti particolarmente cari, e idem una peavey 5150 (e sue derivazioni) é una testata dalla personalità fortissima pur essendo di fascia media.

Verissimo. Le Yamaha di cui parlavo qualche post fa non sono né costose né scialbe. Per non parlare della Vintage V100 che ho preso a maggio, e che sono stati i 300 euro spesi meglio del 2013 :cool:

Ziosilvio 06-02-2014 13:05

Ho scoperto che anche Trevor Wilkinson si è fatto prendere dalla moda dell'auto-tuning, e lo ha fatto a modo suo, con sei meccanichette motorizzate nel ponte, che pescano il suono da un pickup :eek:
Naturalmente lo monta su alcuni modelli Fret-King, chitarre tanto belle quanto introvabili...

FunnyDwarf 06-02-2014 14:08

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40688124)
Fret-King

pollice su: strumenti di alto livello ad un prezzo molto interessante (almeno finchè si rimane sulle black/blue). Peccato vengano un po' penalizzate dal cambio sterlina/euro altrimenti se ne vedrebbero molte di più in giro.

:dissident: 06-02-2014 14:24

Beh ma il robot tuning é tutto un altro paio di maniche, intanto é adattabile a praticamente qualsiasi tipo di chitarra, in secondo luogo é un sistema che (praticamente) non altera in alcun modo il suono della chitarra originale.
Non mi stupisce che ci siano pro che lo sperimentano.

Danny Morali 06-02-2014 15:55

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40688615)
Beh ma il robot tuning é tutto un altro paio di maniche, intanto é adattabile a praticamente qualsiasi tipo di chitarra, in secondo luogo é un sistema che (praticamente) non altera in alcun modo il suono della chitarra originale.
Non mi stupisce che ci siano pro che lo sperimentano.

rimane il problema delle corde che friggono o che al contrario non possono superare una certa tensione. Perchè io non ho un problema di orecchio, se voglio accordare posso farlo tranquillamente manualmente ma dubito che per esempio si possano sperimentare facilmente accordature per quinte o per terze per fare due esempi di accordature che mi interessano molto (specie quella per terze maggiori) senza avere uno dei due problemi e dovendo quindi scegliere scalature opportune per ogni singola corda. A dire il vero mi è venuto il dubbio sul fatto che sia possibile farle pure con l'autotune antares della peavey, non capisco se certe accordature vadano scaricate dal sito (qualche aspetto non mi è ben chiaro, ecco un buon motivo per cui vorrei provarla prima di comprarla).

:dissident: 06-02-2014 18:34

Il Min-ETune Gibson so che gestisce 12 differenti accordature, le ho cercate per scriverle (può essere utile anche ad altri):

- Standard
- DADGAD
- DGCFAD
- Drop D
- Eb
- Double Drop D

- Open E
- Open A
- Open D
- Open G
- Dobro (GBDGBD)

6 definite dall'utente.

I limiti della Peavey sono che è una chitarraccia da 330€ (di cui 150 probabilmente solo di elettronica) e che comunque il segnale è processato costantemente in maniera molto pesante.

Danny Morali 06-02-2014 19:16

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40690193)
Il Min-ETune Gibson so che gestisce 12 differenti accordature, le ho cercate per scriverle (può essere utile anche ad altri):

- Standard
- DADGAD
- DGCFAD
- Drop D
- Eb
- Double Drop D

- Open E
- Open A
- Open D
- Open G
- Dobro (GBDGBD)

6 definite dall'utente.

I limiti della Peavey sono che è una chitarraccia da 330€ (di cui 150 probabilmente solo di elettronica) e che comunque il segnale è processato costantemente in maniera molto pesante.

vabbè adesso molto pesante, magari suonandola ci si accorge leggermente di un filtro ma nei video su youtube mi sembra completamente inavvertibile per dire. Che costi 330 euro per me è uno dei motivi per cui la prenderei, a te ho capito che non piace perchè trovi che il suono sia anonimo ma con l'accordatore meccanico dubito ci possa usare l'accordatura per quinte per esempio nè fare il capotasto mobile o avere il suono del basso sulle corde grosse accordate un'ottava sotto. E' questione di esigenze e pro e contro diversi. Certe cose che mi interessano moltissimo con quello meccanico semplicemente non potrei farle.

skadex 06-02-2014 19:34

Beh in effetti se si cambiano molte accordature è comunque una soluzione valida sopratutto se si hanno chitarre floyd rose o simili e si deve fare alla svelta.
Il prezzo non è proibitivo, se è consono alle tue tasche potresti pure prenderla visto che quello meccanico in fin della fiera non incontra le tue esigenze.
I video sul tubo comunque anche se non possono essere acusticamente perfetti un'idea di fondo la danno comunque, se un suono esce bello con un determinato setup non può essere così tanto diverso nella realtà, almeno credo.

:dissident: 06-02-2014 19:50

Da YouTube non senti l'aliasing ADDA, ad esempio.
Poi beh ormai la mia l'ho detta visto che l'ho provata, se la prendi ci dirai come ti trovi. :D

Danny Morali 06-02-2014 20:22

Quote:

Originariamente inviato da :dissident: (Messaggio 40690621)
Da YouTube non senti l'aliasing ADDA, ad esempio.

Temo di non sapere cosa sia, che è?
Comunque in realtà non sono ancora del tutto sicuro dell'acquisto perchè non riesco a capire se si abbia la possibilità di programmare accordature differenti o ci si becca solo quelle preimpostate.

skadex 07-02-2014 14:33

Ho provato a vedere per curiosità sia sul sito della Peavey che quello dell'Antares che produce il dsp: non è chiara la cosa ma probabilmente è programmabile a piacimento l'accordatura solo che forse è necessario acquistare il software ed un'interfaccia midi per farlo a quanto ho capito ed il costo raddoppierebbe.
Forse occorre cercare più info ancora perchè non è chiarissimo.
:dissident: tu che l'hai avuto sottomano sai qualcosa di più a riguardo ?

Danny Morali 07-02-2014 15:53

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40694057)
Ho provato a vedere per curiosità sia sul sito della Peavey che quello dell'Antares che produce il dsp: non è chiara la cosa ma probabilmente è programmabile a piacimento l'accordatura solo che forse è necessario acquistare il software ed un'interfaccia midi per farlo a quanto ho capito ed il costo raddoppierebbe.
Forse occorre cercare più info ancora perchè non è chiarissimo.
:dissident: tu che l'hai avuto sottomano sai qualcosa di più a riguardo ?

anche a me sembra qualcosa di simile, ed è una bella stronzata nel caso. Si se avete o scoprite qualche altra informazione fatemi sapere. Comunque a proposito dell'accordatore meccanico mi è venuta in mente pure un altro motivo per cui quello non potrei prenderlo e montarlo sullo strumento che ho: la mia chitarra ha il floyd rose e cambiare tensione alle corde vuol dire dover stare a ricalibrare il ponte. Per dire, basta cambiare scalatura e passare da una muta con cantino 0.9 a cantino 0.10 (quindi neanche un cambiamento così drastico) per trovarsi con il ponte completamente sollevato e la chitarra insuonabile e quindi ogni volta bisogna intervenire. Chitarre con un ponte diverso non avranno quel tipo di problema ma il floyd rose è rognosetto da quel punto di vista.

skadex 07-02-2014 16:34

In teoria dovrebbe essere così ma ho visto che lo danno compatibile anche con chitarre di quel tipo come molte Ibanez ad esempio e non capisco come possano aver risolto la questione. A meno che non ci provino neppure e lascino il ponte completamente fuori assetto.

antonorris 07-02-2014 18:50

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40671767)
Io avevo provato in negozio una Yamaha Pacifica 311H, col pickup P-90 al manico e l'humbucker splittabile al ponte, le meccaniche autobloccanti e il capotasto in TUSQ.
Beh: mi è piaciuta talmente tanto, che ho finito per chiedere a Babbo Natale il modello superiore 611HFM, che oltre ai pickup Seymour Duncan ha le sellette del ponte in teflon...

Ma poi hai preso la 611HFM? E' una chitarra che attira anche me e vorrei un parere.
Cmq la Yamaha fa belle chitarre, prima avevo una rgx820z ed ancora oggi mi chiedo perchè l'ho venduta.

:dissident: 07-02-2014 20:40

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40694057)
Ho provato a vedere per curiosità sia sul sito della Peavey che quello dell'Antares che produce il dsp: non è chiara la cosa ma probabilmente è programmabile a piacimento l'accordatura solo che forse è necessario acquistare il software ed un'interfaccia midi per farlo a quanto ho capito ed il costo raddoppierebbe.
Forse occorre cercare più info ancora perchè non è chiarissimo.
:dissident: tu che l'hai avuto sottomano sai qualcosa di più a riguardo ?


Guarda io l'ho provata in negozio quindi usando i settaggi che aveva già ma non so se fossero customizzati per presentare tutte le features.
Sicuramente aveva un breakout box oltre al semplice cavo di segnale.

Ziosilvio 10-02-2014 15:16

Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 40695427)
Ma poi hai preso la 611HFM?

Diciamo che Babbo Natale mi ha ritenuto sufficientemente buono :nonio:
Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 40695427)
E' una chitarra che attira anche me e vorrei un parere.

Di corpo e manico è una Pacifica con tutte le caratteristiche del caso, e in più la raffinatezza delle meccaniche Grover Locking Rotomatics (se ho capìto bene), del capotasto in Tusq, e del ponte con le sellette in teflon.
La specialità sono i pickup Seymour Duncan. L'SP90-1 al manico è carnoso e ha un timbro caldo molto diverso dai single coil Fender, ma comunque più chiaro di un humbucker. Il Custom 5 splittabile al ponte è progettato per essere affiancato ad un altro single coil, e a non sovrastarlo nemmeno in modalità a due bobine.
La chitarra è ottima sia per sonorità jazz pulite (Biréli Lagrène se l'è portata in giro nel tour di Mouvements) sia per blues e rock con una distorsione adeguata. Per l'heavy metal, e secondo me anche per l'hard rock, forse è meglio andare su qualcosa che abbia un output maggiore.

Due parole sulla sorella minore 311H, che ha ponte in acciaio, manico con verniciatura satinata anziché semilucida, e pickup Yamaha:
Anche questa è un'ottima chitarra, con un carattere diverso dalla sorellona: se il P-90 è forse un po' più "smunto", l'humbucker ha invece un output maggiore, ed è secondo me più adatto all'hard rock di quando lo sia il Custom 5 della 611HFM.
Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 40695427)
Cmq la Yamaha fa belle chitarre, prima avevo una rgx820z ed ancora oggi mi chiedo perchè l'ho venduta.

Io ho ancora, a casa dei miei genitori, la RGX 121 che è stata la mia prima chitarra elettrica, e a cui durante le ultime vacanze ho fatto mettere un capotasto in TUSQ.
È uno strumento con un manico fenomenale, e non intendo separarmene: tutt'al più la modificherò, per esempio pensavo di installare un ponte Kahler al posto del simil-Fender di serie, o cambiare i pickup.

DarthFeder 10-02-2014 22:05

Ragazzi, mi sta tornando la scimmia della 12 corde.
Qualche settimana fa all'Esse Music di Montebelluna (TV) ho provato una Takamine EG523SC-12 e c'ho lasciato il cuore...suonava benissimo! Unico neo: il manico enormemente sbilanciato, ma vista la paletta maggiorata penso sia un difetto comune a tutte le 12 corde.

PS: le lezioni di violino vanno alla grande!!! Saper suonare la chitarra da senza dubbio un boost di intuitività nel muoversi sulla tastiera che uno studente non chitarrista non avrà mai. Mi sto innamorando di questo strumento!


Se questo post è pieno di errori è perché è stato inviato da iPhone usando Tapatalk, non perché sono dislessico di mio.

DenFox 12-02-2014 19:05

Ragazzi sto facendo col mio gruppo Photograph dei Def Leppard. Abbiamo provato ed esce molto bene, solo che vorrei ulteriormente esercitarmi con qualche backing track (le tab di Guitar Pro non mi soddisfano) per chitarra solista che è poi il mio ruolo. Il problema è che le ho trovate su internet, solo che sono in Eb com'è la canzone originale appunto, solo che noi la facciamo in E! Sapete se ce n'è qualcuna in E o un metodo per poter rimediare?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 16:01.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.