Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Musica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=89)
-   -   HWUP Guitar Corner (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2434280)


Ziosilvio 05-10-2013 21:17

GAS per GAS, sto pensando ad un accordatore cromatico a pedale, visto che quello del VT40+ riconosce solo le cinque note dell'accordatura standard!
Non è necessario che sia anche polifonico; invece, l'uscita per il cavo daisy chain potrebbe essere comodo, e soprattutto il True Bypass è irrinunciabile.
Tra Korg Pitchblack e TC Polytune, qualcuno ha esperienze? In realtà andrebbe bene anche un semplice Guitar Tech Dot Matrix, ma non ho capito chi li vende...

BadMirror 13-10-2013 12:04

Io ho il polytune e funziona bene. Della funzione polifonica te ne puoi altamente fregare :D è un bel giochino ma poi finisci sempre per accordare una per volta. In generale però è piuttosto preciso e lo schermo è ben visibile sul palco. Volendo c'è anche una versione mini che ti ruba meno spazio in pedalboard, non so però le caratteristiche. Quello normale ha la possibilità di fornire alimentazione (come il boss) ed è true bypass. :)

Il Korg non l'ho mai usato ma ne ho sentito parlare bene.
Altrimenti c'è il classico Boss tu2, non è TB però so che è uno dei pochi pedali Boss (se non l'unico) ad avere un buon buffer :)

antonorris 13-10-2013 19:53

Entrambi ottimi accordatori, con il pitchblack riesci a risparmiare qualcosa.
Del polytune ho sentito che ha un problema, se accordi in modalità polifonica e poi controlli corda per corda le corde risultano lievemente scordate.
Non so se con la v2 hanno risolto.
Il tu2 ce l'avevo io, a confronto con i primi due è meno preciso.
Se poi vuoi comprare il meglio fai come me e prendi il peterson strobostomp 2, passerai un mese a capire come fare per accordare però poi inizia il divertimento :D

Ziosilvio 14-10-2013 08:53

Grazie mille dei consigli!
Io mi starei orientando sul Polytune, che a quanto ho capito si vede bene anche all'aperto di giorno.
Il Mini sarebbe un'alternativa, ma rispetto al fratellone gli mancano le accordature non-standard (ma non è un problema), l'uscita 9V per il daisy chaining (e va be', quello si fa dall'alimentatore), ma soprattutto la pila: mancanza, quest'ultima, che personalmente trovo allucinante per un accordatore che dovrebbe sì essere da pavimento, ma anche ultraportatile. A meno che, naturalmente, non esista un adattatore per collegare una pila 9V come se fosse un alimentatore...

BadMirror 14-10-2013 16:23

Gli adattatori esistono in commercio, ma volendo se hai un amico che sa anche solo le basi di elettronica te lo realizza facilmente.
Per quanto riguarda il problema del polytune confermo, l'accordatura non è uguale se accordi una o una o polifonico. Ma a mio modo di vedere cercare l'accordatura polifonica su uno strumento come la chitarra è inutile (io ho preso il polytune usato e perché mi piaceva lo schermo rispetto ad altri). Tra corda che suona a vuoto e corda che suona premendo una nota sul tasto ci sarà sempre qualche piccolissima percentuale di sprecisione, anche con chitarre molto intonate. La chitarra, di per sé, è uno strumento a scala temperata con ben più di un compromesso sull'intonazione lungo tutto il manico, a meno di non avere una tastiera true temperament.
Detto questo, una a una il polytune è preciso, certo però che con prodotti come il Peterson siamo su ben altri livelli. Ma lì se ne sfrutta soprattutto la possibilità di fare intonazioni perfette da soli, cosa che con gli accordatori normali è più difficile, come precisione intendo, i Peterson sono un altro mondo. Ovviamente, per questo, costano e di solito sono più in mano ai liutai o ai backliners che ai chitarristi sul palco. :)

antonorris 14-10-2013 18:28

Il peterson l'ho preso perchè l'ho trovato usato da uno che lo vendeva assieme ad un altro pedale (maxon ad9 pro) ad un prezzo conveniente ed alla fine era più uno sfizio che altro; finchè non capisci bene come farlo funzionare al meglio tutte quelle barrette che si muovono all'impazzata ti fanno quasi venire il nervoso.
Il polytune è effettivamente più pratico da usare sul palco e tornassi indietro prenderei più quello.
Però vuoi mettere quelli che vedono sta specie di televisore che è lo schermo del peterson nella pedalboard :sofico:

DarthFeder 24-10-2013 21:49

Segnalo che è finalmente uscito su Steam Rocksmith 2014! Chi aveva fatto il pre-order può scaricarlo già da un paio d'ore!
Chi ha il primo capitolo installato (non importa se comprato su Steam, Uplay, negozio o altro) può importare tutte le tracce e i DLC nel nuovo gioco :eek:
Addio vita sociale :asd:

PS: ho scoperto anche iRig e Amplitube, che ho comprato per Mac e per iOS. Andrò via di testa, i vicini di casa mi odieranno prima di domattina :asd:

Ziosilvio 25-10-2013 10:28

Di iRig, hai quello analogico o quello digitale?
Io ho preso quello analogico, ma mi chiedo se l'iRig HD sia preferibile dal punto di vista non solo della qualità audio, ma anche della resistenza al feedback.
Sull'iPad ho la versione gratuita di Amplitube, e sto valutando di acquistare quella completa.
Ma vorrei provare anche usbEffects sul cellulare Android.

Kernel32 25-10-2013 16:56

Quote:

Originariamente inviato da DarthFeder (Messaggio 40166942)
Segnalo che è finalmente uscito su Steam Rocksmith 2014!

Un gioco analogo, ma senza il vincolo del "cavetto" che magari sfrutti le schede audio "serie" non esiste?

Ziosilvio 01-11-2013 14:58

Per adesso, ho risolto il problema dell'accordatore con uno Yamaha da paletta, che al prezzo di un Polytune ce ne compravo quattro :nonio:
Spoiler:
però il Polytune è troppo figo per lasciarlo sullo scaffale... sarà per un'altra volta

Accantonata la scimmia per l'accordatore, ecco che arriva quella per il looper! :stordita:
Nelle prossime settimane vorrei provarne almeno un paio, abbastanza diversi per tipologia.
Uno è il TC Electronics Ditto looper: forse il più essenziale sul mercato, grande come il Polytune Mini (quindi niente pila), true bypass, solo manopola del livello, solo interruttore a pedale che fa da Play / Rec / Overdub / Erase, fino a 5 minuti di loop.
L'altro è il Boss RC-3: più complesso, stesso formato dei classici distorsori Boss (quindi pila interna), 99 memorie per un totale di 3 ore, 10 basi ritmiche, livelli separati per loop e base... e ovviamente con lo stesso denaro di un RC-3 e una piccola mancia mi porto a casa due Ditto :ops:

Qualcuno di voi ha esperienza con questi pedali?

DarthFeder 04-11-2013 08:59

HWUP Guitar Corner
 
Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40168736)
Di iRig, hai quello analogico o quello digitale?
Io ho preso quello analogico, ma mi chiedo se l'iRig HD sia preferibile dal punto di vista non solo della qualità audio, ma anche della resistenza al feedback.
Sull'iPad ho la versione gratuita di Amplitube, e sto valutando di acquistare quella completa.
Ma vorrei provare anche usbEffects sul cellulare Android.

Ho iRig versione analogica, quindi non HD (anche perché l'HD costa 50€ in più rispetto all'altro...).
Su iPhone ho Amplitube "full", pagato 17€ e li vale assolutamente tutti. La versione base è veramente troppo base, ci son 3 pedali e un solo ampli...un po' poco.
Ho provato iRig anche su Mac con Amplitube e devo dire che sono sbalordito da questo aggeggio! Pur essere minuscolo e anni luce lontano da una scheda audio seria devo dire che ha una qualità veramente buona e nessuna latenza. Fantastico per provare in casa o come "pedaliera portatile" per le prove!

Quote:

Originariamente inviato da Kernel32 (Messaggio 40171469)
Un gioco analogo, ma senza il vincolo del "cavetto" che magari sfrutti le schede audio "serie" non esiste?

Non che io sappia. Ma l'acquisto vale veramente molto! Nella versione 2014 hanno eliminato la "campagna" stile guitar hero e hanno incentrato tutto sull'apprendimento delle canzoni "per step" fino a farle suonare senza "note" sullo schermo, sull'esecuzione di playlist create dall'utente (oppure ci si può affidare alla modalità "suona per x ore/minuti", che seleziona in automatico le canzoni da suonare per riempire il periodo di tempo impostato) e sulla jam session...una meraviglia! Il pc si occupa di "suonare" con noi mentre improvvisiamo su una determinata scala, è possibile selezionare fino a 5 strumenti di accompagnamento, impostare il tempo, il "groove", ci si può creare diversi preset personalizzati di ampli e pedali da usare (ed è possibile assegnarli ai asti numerici per utilizzarli durante la jam)...veramente grandioso, da provare! Son 49€ di gioco e 20 di cavo (da Amazon) ma questa versione 2014 li vale veramente tutti. Da un guitar hero realistico (e a tratti assurdamente difficile, ovviamente suonare al 100% una canzone mai vista al primo colpo è impensabile) l'hanno trasformato in qualcosa che va oltre al semplice gioco.

Se questo post è pieno di errori è perché è stato inviato da iPhone usando Tapatalk, non perché sono dislessico di mio.

Ziosilvio 05-11-2013 15:40

OK, allora messo in lista Rocksmith al posto dell'iRig HD ;)

Nel frattempo, sabato scorso mi sono provato i due looper di cui parlavo sopra.
Il Ditto è veramente essenziale: fa una cosa sola, ma la fa meravigliosamente bene, ed essendo analogico e true bypass il suono esce chiaro e bello come era entrato :) Però a volte è complicato capire cosa sta succedendo, basandosi solo sul proprio orecchio e sul led (bicolore) del pedale.
Il Boss è più gross (e tutto ross) e offre 99 memorie e dieci ritmi, oltre all'uscita stereo. Solo che, per via di una piccola differenza nel funzionamento (il Boss fa record-overdub-play, mentre il TC fa record-play-overdub) non mi è riuscito di realizzare neanche una base su cui improvvisare! :( Va be', vorrà dire che dovrò impegnarmi di più...

(nota mentale: scaricare sul cell i manuali dei pedali prima di andare al negozio)

DarthFeder 05-11-2013 18:35

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40226410)
OK, allora messo in lista Rocksmith al posto dell'iRig HD ;)

Ottima scelta ;)
Occhio a prendere il 2014 (Les Paul bianca in copertina) e non la versione "liscia" del 2012!
Le canzoni aggiuntive vengono vendute come DLC e quelle per Rocksmith 2012 sono compatibili con Rocksmith 2014, che le importa automaticamente nella libreria del gioco.

Quote:

(nota mentale: scaricare sul cell i manuali dei pedali prima di andare al negozio)
Sante parole :asd: capita anche a me di arrivare al negozio per provare un pedale e perdere secoli solo per capire come funziona e trovare un minimo di sound decente :stordita:

antonorris 06-11-2013 17:47

Quote:

Originariamente inviato da DarthFeder (Messaggio 40227519)
Ottima scelta ;)
Occhio a prendere il 2014 (Les Paul bianca in copertina) e non la versione "liscia" del 2012!
Le canzoni aggiuntive vengono vendute come DLC e quelle per Rocksmith 2012 sono compatibili con Rocksmith 2014, che le importa automaticamente nella libreria del gioco.

Vorrei prenderlo pure io rocksmith, per regalarlo alla mia ragazza che mi dice sempre di voler imparare a suonare, ma mi rode un po il fatto di dover prendere anche il cavetto quando a casa ho una m-audio firewire solo che credo sia migliore come interfaccia.

DarthFeder 06-11-2013 18:27

Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 40233255)
Vorrei prenderlo pure io rocksmith, per regalarlo alla mia ragazza che mi dice sempre di voler imparare a suonare, ma mi rode un po il fatto di dover prendere anche il cavetto quando a casa ho una m-audio firewire solo che credo sia migliore come interfaccia.

Purtroppo il cavetto proprietario è una scelta obbligata se si vuole usare Rocksmith :( non so se in internet si riesca a trovare qualche tutorial per costruirsi un cavo in casa, un po' come chi cercava di rimpiazzare la chitarra di Guitar Hero con degli strani incroci tra assi di legno e tastiere per pc opportunamente smembrate e riassemblate :asd:

Non saprei però se consigliartelo come mezzo di apprendimento. C'è il manuale degli accordi ed una ricchissima sezione di lezioni guidate, con tanto di video dimostrativo, voce che spiega ed esercizi a corredo, ma non è come studiare su un libro. La parte teorica è ridotta all'osso, diciamo che le videolezioni sono più finalizzate all'avanzamento nel gioco che all'apprendimento del suonare una chitarra. È vero che giocando impari a tenere in mano lo strumento ma non so se poi quel che si impara possa essere facilmente riapplicato nella "vita reale". Ad esempio: a meno di andare a spulciarsi il manuale degli accordi non troverai nessuna videolezione che ti dice che quell'accordo è un "Sol". A furia di suonare Knockin' on Heaven's Door nella modalità pratica impari a fare il Sol, ma se poi vai in spiaggia e leggi "Sol" in un canzoniere saprai associare quella tablatura colorata vista in gioco ad un accordo di Sol? Nel gioco compaiono i nomi degli accordi man mano che si suona la "tablatura" ma si è troppo impegnati a seguire il fiume di note che scorre sullo schermo per prestare attenzione a tutte le scritte che compaiono attorno...eccoti un'esempio di com'è l'interfaccia di gioco: LINK. Immaginatela in movimento... :asd:
È anche vero però che prima di arrivare a suonare la tablatura completa e gli accordi il gioco ti accompagna gradualmente: la prima volta che selezioni una canzone ti fa fare si e no il 5% di tutte le note, invece degli accordi suoni solo le toniche, elimina i passaggi difficili e poi man mano se si accorge che stai migliorando aggiunge pezzi. Poi ti stimola a progredire in difficoltà proponendoti di ripetere i passaggi dove sei andato peggio, aumentando via via la velocità e la complessità della sezione.
Quindi cercati qualche video su YouTube (magari trovi pure quelli delle lezioni) e valuta tu se secondo te può funzionare per uno che parte da zero.

antonorris 08-11-2013 17:42

Immaginavo fosse così, diciamo che glielo farei usare per fare pratica avendo lo stimolo di continuare divertendosi ma la teoria gliela insegnerei io, anche se è tutto da vedere se si mette veramente a studiarla :stordita:

Cmq ieri un mio amico mi ha chiesto se volevo vendere il mio ampli, una testata Mesa Stiletto Deuce con cassa 2x12 V30 Nitrocab, perchè c'è un suo amico interessato.
Sono seriamente indeciso, da un lato vorrei prendere qualcosa di più pratico e leggero per le serate ma dall'altro la stiletto mi piace ed i miei amici mi dicono di tenerla.

skadex 08-11-2013 18:53

La versione 2013 funzionava anche con i vari guitar link in giro ( e mi pare anche proprio con il tuo dispositivo ma dovresti controllare nei vari forum) ma era necessaria una versione moddata dell'eseguibile quindi non so neanche se fosse legale. Quindi in ogni caso converrebbe prendere il cavo in rete.

Ziosilvio 14-11-2013 12:44

Barzelletta: quante chitarre servono a un chitarrista?
Spoiler:
Una... in più di quelle che ha già :asd:

DarthFeder 14-11-2013 18:23

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40273673)
Barzelletta: quante chitarre servono a un chitarrista?
Spoiler:
Una... in più di quelle che ha già :asd:

:winner:

skadex 15-11-2013 16:20

A me ne basta una per ogni canzone solamente....:stordita:

antonorris 21-11-2013 11:17

Segnalo questo interessante magazine online, totalmente gratuito, che non mi sembra sia stato segnalato in precedenza (almeno con il search del forum non ho trovato niente): http://www.iguitarmag.com/
Ha sempre interviste e prove su strumenti interessanti (c'è anche un bel po di pubblicità ma essendo gratuito credo si possa sopportare)
Questo è il link all'ultimo numero: http://licklibrary.ceros.com/iguitar...issue21/page/1

Zoro82 08-12-2013 10:32

Saluti a tutti i chitarristi di hwup!
era una vita che non rileggevo il forum e volevo chiedere un consiglio...
ho bisogno del classico suono fender per suonare Gilmour: facendo le cose in ordine dovrei partire dalla chitarra,perchè con la Universe che ho ora è duretta avvicinarsi a quelle sonorità ;) (budget max 1200-1300 se meno tanto meglio)
che mi consigliate?
Nuova o usata?
se nuova cosa?American std ne dicono peste e corna (anche se ne ho provata una ieri e non sembrava malaccio) japan o mexico?
se usata a cosa dovrei rivolgermi? dicono le migliori sono anni '80 ma ho dei dubbi sul prendere una chitarra di 30 anni di età...:eh:
altrimenti american std max del 2008...boh io non ci ho capito un granchè se magari fra voi c'è qualche fenderista scafato magari mi può indirizzare sulla classica scelta minima spesa\massima resa.
grazie dei consigli!:read:

skadex 08-12-2013 12:37

Argomento complesso: di primo acchitto ti consiglierei di comprare una buona sega e tagliare le mani di Gilmour, con quelle dovresti ottenere il suono alla Gilmour anche con un manico di scopa...:asd:
Poi più seriamente: considerando tutta la catena di effetti che inevitabilmente è posta dietro una chitarra, non è semplice individuare un modello specifico.
Il consiglio è sempre quello possibilmente di provare le chitarre in negozio è sentire quale possa essere il modello più adatto:
potrebbe essere l'american standard o fender classic player ma potrebbe essere anche l'ottima Squier classic vibe; produzioni usate giapponesi o messicane sono a rischio nel senso che con le prime spendi ma non è detto che ottenga il risultato voluto e le seconde potrebbero essere anche della buona legna per il caminetto, e te lo dice un estimatore delle sottomarche di chitarra; esiste il modello signature di Gilmour (una custom shop) ma credo che nuova sia fuori prezzo mentre usata ci dovresti essere.
Altrimenti cerca una buona americana (anche usata per risparmiare) o appunto la classic vibe e poi magari cambiare elettronica e pu montando la combinazione più adatta per ottenere certe sonorità.
In attesa di consigli più specifici ribadisco: va in negozio se possibile è prova
comunque va bene anche uno stratocaster di medio-buon livello a cui magari inserire pu tipo seymour duncam ssl-1 al ponte, un fender custom shop 69 al centro e un custom shop fat 50 eci dovresti essere.
Resta inteso che secondo me gran parte del suono lo ottieni dall'amplificatore e dall'effettistica ma questo è un altro discorso a parte.

Ziosilvio 09-12-2013 09:57

Io pure direi: Strat (non necessariamente Fender!) con tre single coil e tastiera in acero, più un buon delay.
Per quest'ultimo, TC Electronic produce l'Alter Ego, che è una variante del Flashback che include anche un suono "alla Gilmour": si nota anche perché è giallo anziché blu. Io ho avuto modo di provarlo, e l'ho messo in wishlist.
Per la chitarra, invece, io lascerei perdere i "si dice" e ne proverei tante fino a trovarne una che piace a me: o magari anche due per poi fare una scelta. Ricorda che Gilmour ha la sua chitarra, ma ha anche le sue mani: e il manico che va bene a Gilmour potrebbe non andar bene a te... e viceversa ;)

antonorris 12-12-2013 11:16

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40400974)
Per quest'ultimo, TC Electronic produce l'Alter Ego, che è una variante del Flashback che include anche un suono "alla Gilmour": si nota anche perché è giallo anziché blu. Io ho avuto modo di provarlo, e l'ho messo in wishlist.

Te possino, mi stava passando la gas per il flashback e me l'hai fatta venire per l'alter ego :oink:
Cmq visto che si tratta di Gilmour, con quel budget a Zoro82 consiglierei di partire da una strato '57 reissue, sull'usato non dovresti faticare a trovare qualcosa che rientri nel tuo budget.

Zoro82 14-12-2013 18:12

intanto grazie a tutti delle risposte!
scusate se rispondo ora ma ho un accesso saltuario alla rete...
diciamo che alla fine mi son fatto l'idea che convenga andare in un negozio,provare tre o quattro strat della fascia di prezzo che mi interessa e prendere quella che mi suona un po' meglio addosso,insomma quella che mi dà piu' feeling un po' come se provassi un paio di scarpe...
in effetti era l'idea che mi attirava di piu' fin dall'inizio perchè ero dubbioso sul fatto di prendere una chitarra di x anni di età...voglio dire l'usura si sarà fatta sentire no?
e poi conta moltissimo anche il resto della catena di effetti e l'ampli

Ziosilvio 15-12-2013 10:12

Non solo l'usura, ma anche la stagionatura: le chitarre sono fatte di legno (salvo notevoli eccezioni) e anche questo influisce sul suono. In più va detto che tra gli anni Sessanta e Settanta c'è stato un grosso calo di qualità nella realizzazione degli strumenti Fender e Gibson, il che conferisce un'aura di "nobiltà" agli strumenti "vintage" risalenti agli anni Cinquanta e primi Sessanta.
Senz'altro, però, le parti metalliche (meccaniche, tasti, ma anche la cavetteria) possono aver risentito del passare degli anni.

FirstDance 08-01-2014 16:32

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 40431138)
Non solo l'usura, ma anche la stagionatura: le chitarre sono fatte di legno (salvo notevoli eccezioni) e anche questo influisce sul suono. In più va detto che tra gli anni Sessanta e Settanta c'è stato un grosso calo di qualità nella realizzazione degli strumenti Fender e Gibson, il che conferisce un'aura di "nobiltà" agli strumenti "vintage" risalenti agli anni Cinquanta e primi Sessanta.
Senz'altro, però, le parti metalliche (meccaniche, tasti, ma anche la cavetteria) possono aver risentito del passare degli anni.

Il legno sul suono di una elettrica influisce come una goccia d'acqua nel mare.
Comunque buoni legni sono sempre consigliati per garantire robustezza e longevità allo strumento.

FunnyDwarf 14-01-2014 14:43

ho trovato un canale youtube di un tizio australiano che costruisce chitarre solid body che è praticamente pornografia pura per gli amanti di questi strumenti e del fai-da-te: Fletcher Handcrafted Guitars
in particolare guardatevi quelli relativi alla Les Paul Junior style (5 video da circa 25 minuti l'uno), la deluxe finita lascia a bocca aperta. Il tizio si è fatto anche i P-90 da solo. Se non vi interessa la parte relativa alla costruzione a questo punto potete vedere la chitarra finita con a seguire una piccola prova sonora.

skadex 26-01-2014 18:32

Qualcuno ha un preset decente per guitar rig 5 della canzone Love thing di Satriani ? Sto perdendo giorni senza riuscire a trovare un settaggio verosimile e non trovo niente di adeguato in rete....

DarthFeder 29-01-2014 20:27

ANNUNCIO:

(completamente OT ma ci tenevo a condividere con voi questa mia pazzia)
a Natale mi sono regalato un violino (roba di bassa lega ovviamente, ho speso 200€ scarsi) e da un mese prendo lezioni.
Mi sta entusiasmando un sacco!
Certo, il passaggio dal metal agli archi è un po' estremo ma è uno strumento che mi ha affascinanto fin da bambino e devo dire che per ora è molto gratificante, sto facendo dei bei progressi e penso sia merito anche della chitarra (l'insegnante (gnocca!!) dice che mi muovo bene sulla tastiera e che ho un buon orecchio, ed è senza dubbio merito degli anni e anni passati sulla chitarra visto che il violino in fondo a grandi linee non è altro che una chitarra in miniatura come impostazione delle dita...).

Magari vi terrò aggiornati :asd:

PS: ci state a fare una pazzia e ad andare fino al Namm in California l'anno prossimo?? :stordita:

skadex 29-01-2014 20:47

Credo che non vi sia nulla di più vicino alla chitarra elettrica del violino per "sentimento" musicale (o viceversa); direi che i primi grandi shredder siano proprio dei violinisti e non a caso le loro composizioni sono assolutamente perfette da rifare sulle nostre asce.
E confermo che le violiniste hanno geneticamento il dna della "bontà", ne conosco una decina è sono tutte incredibili, misteri della natura!

DarthFeder 30-01-2014 09:56

Misteri :asd:
Beh se mai diventerò bravo magari vi posto qualcosa!!


Se questo post è pieno di errori è perché è stato inviato da iPhone usando Tapatalk, non perché sono dislessico di mio.

Danny Morali 31-01-2014 18:19

stavo pensando di prendere una chitarra sul web per due motivi. Il primo è che è uno strumento particolare e che quindi dove sto è probabilmente molto difficile che la trovi, il secondo è che ho trovato delle differenze di prezzo notevoli. Tuttavia il fatto di non potere provare lo strumento mi preoccupa un po'. Qualcuno ha mai acquistato strumenti così?

skadex 31-01-2014 18:31

io 3 volte (le mie 3 chitarre attuali di cui una presa usata): è ovvio che ci sono rischi di varia natura come benefici di varia natura che non sto ormai più ad elencare tanto sono sempre i soliti discorsi; personalmente alla fine sono soddisfatto nel senso che ho avuto tra le mani quello che mi attendevo perlomeno a livello di suono (per quello che può valere su una elettrica) . Il salto nel buio l'ho fatto con la mia prima ibanez presa così per sfizio e mi sono ritrovato subito con un feeling che me ne ha fatto innamorare e direi che questo è di fatto il punto principale della questione degli acquisti a distanza: non sai se a priori ti ci ritroverai bene ; va detto che anche i pochi minuti che potresti dedicarvi in negozio potrebbero essere addirittura ingannevoli ma di base sarebbe sempre preferibile, certo se lo strumento in questione non si trova dalle tue parti e ardi dal desiderio è inutile farsi problemi, prendilo e basta (ma occhio a farlo imballare solidamente).

Ziosilvio 03-02-2014 15:15

Io avevo provato in negozio una Yamaha Pacifica 311H, col pickup P-90 al manico e l'humbucker splittabile al ponte, le meccaniche autobloccanti e il capotasto in TUSQ.
Beh: mi è piaciuta talmente tanto, che ho finito per chiedere a Babbo Natale il modello superiore 611HFM, che oltre ai pickup Seymour Duncan ha le sellette del ponte in teflon...

Questo, in realtà, è stato il mio secondo acquisto musicale "al buio".
Il primo era stato un pedale Harley Benton Vintage Overdrive: ma lì, diciamocelo, andavo sul sicuro, visto che il Tube Screamer è uno dei pedali più noti del mondo, e i suoi cloni sono generalmente buoni.

Se si acquista su internet, io direi che è importante aver ben chiaro la politica di restituzione del negozio, ed il tempo entro il quale si può restituire l'oggetto ed ottenere un rimborso.
E comunque, se come è successo a me si riesce a provare magari non il modello preciso ma almeno uno simile, tanto di guadagnato.

skadex 03-02-2014 15:35

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 40631598)
Qualcuno ha un preset decente per guitar rig 5 della canzone Love thing di Satriani ? Sto perdendo giorni senza riuscire a trovare un settaggio verosimile e non trovo niente di adeguato in rete....

Nel caso possa interessare qualcuno:



il risultato mi pare molto vicino a quello del disco, devo solo capire come modificare meglio il modulo che mi simula il pedale del wah o se diminuire la sua escursione in favore di un delay (ma la prima soluzione mi pare la più aderente).

:dissident: 03-02-2014 18:50

Va beh visto che è tanto che non posto, vi propongo una nostra recente performance live, che ne dite?

http://youtu.be/8piHp5uWcaQ

Kernel32 04-02-2014 09:50

Per avere un suono alla ac/dc che pickup è preferibile montare?

Ziosilvio 04-02-2014 12:00

Quote:

Originariamente inviato da Kernel32 (Messaggio 40675398)
Per avere un suono alla ac/dc che pickup è preferibile montare?

Mah... su YouTube ho sentito gente con un suono "alla AC/DC" su una Stratocaster.
Comunque, io direi humbucker in Alnico con output moderato: Angus usa una SG con due humbucker in Alnico, di cui quello al ponte è realizzato sulle sue specifiche e quello al manico è un '57 Classic, mentre Malcolm suona una Gretsch con pickup Filtertron,


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 18:34.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.