Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Infezione da coronavirus 2019-nCoV (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2902929)


errepinet 07-03-2020 10:34

Quote:

Originariamente inviato da Bokka (Messaggio 46649927)
Forse e dico FORSE di quel 50% una buona parte comprende persone anziane o con patologie già esistenti che per precauzione, vengono ospedalizzate. Se consideriamo poi che l' Italia è un paese mediamente "vecchio", bisogna vedere come leggere queste percentuali di ricoveri.

Mai visto ricoverare il 50% dei malati per influenza vecchi o no.

misterx 07-03-2020 10:46

si vocifera che il virus con temperatura > 26°C rallenta, quindi chi abita nei paesi caldi sta tranquillo?

mappa protezione civile

Mory 07-03-2020 18:21

numeri fuori di testa anche stasera oltre 1000 nuovi casi con 105 da terapia intesiva. o bloccano tutto subito o i morti cominceranno ad essere veramente tanti

Mory 07-03-2020 18:58

Qui la cosa si fa veramente grave :(

“L’epidemia di COVID-19 esordita il 20 Febbraio nell’area di Codogno è ormai estesa a tutta la Regione Lombardia con possibilità di diffondersi a tutto il territorio nazionale”.

Lo scrive il ‘Coordinamento delle terapie intensive della Lombardia’ in un documento inviato oggi al presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, cui viene chiesto di portarlo all’attenzione del Governo e al commissario per l’emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli.
“Si tratta di un evento grave – prosegue la lettera sottoscritta dai rappresentanti delle terapie intensive lombarde – che mette in pericolo la sopravvivenza non solo dei malati di COVID, ma anche di quella parte di popolazione che in condizioni normali si rivolge al Sistema Sanitario per le cure di eventi acuti o cronici di qualsivoglia natura. Le strutture sanitarie sono sottoposte ad una pressione superiore ad ogni possibilità di adeguata risposta. Nonostante l’enorme impegno di tutto il personale sanitario e il dispiegamento di tutti gli strumenti disponibili una corretta gestione del fenomeno è ormai impossibile”.


“Le attività ambulatoriali, la Chirurgia non urgente, i ricoveri nelle medicine – prosegue il documento – si sono ridotte a livelli prossimi allo zero”.

“L’intera rete delle terapie intensive è stata ristrutturata, creando strutture dedicate nelle quali, completamente bardati per difendersi dall’infezione, si lavora con grande fatica per assistere malati gravi e gravissimi, la cui vita dipende da apparecchiature tecnologicamente complesse disponibili purtroppo in numero limitato. Anche per questo motivo è assolutamente necessaria l’immediata adozione di drastiche misure finalizzate a ridurre i contatti sociali e utili al contenimento dell’epidemia”.

“In assenza di tempestive ed adeguate disposizioni da parte delle Autorità – conclude il documento – saremo costretti ad affrontare un evento che potremo solo qualificare come una disastrosa calamità sanitaria”.

Sandime 07-03-2020 19:52

Quote:

Originariamente inviato da Mory (Messaggio 46653863)
aggiornamento di stasera veramente grave, i casi da terapia intensiva sono cresciuti di 110 unità. Se domani e dopo cresceranno ancora cosi sarà un macello gestire tutti e bisognerà cominciare a decidere chi salvare e chi no :doh:

lo ha ribadito giusto oggi la Società italiana di anestesia:

“può rendersi necessario porre un limite di età all’ingresso in terapia intensiva. Non si tratta di compiere scelte meramente di valore, ma di riservare risorse che potrebbero essere scarsissime a chi ha in primis più probabilità di sopravvivenza e secondariamente a chi può avere più anni di vita salvata, in un’ottica di massimizzazione dei benefici per il maggior numero di persone”.

pingalep 07-03-2020 20:08

ricordo a tutti che i posti di terapia intensiva non sono tutti uguali e non tutti quei posti sono fatti per gestire pazienti infettivi.

ma tanto il menefreghismo regna ancora sovrano. sono abbastanza stupito, si passa dall'inutile terrore al menefreghismo, perché il livello di comprensione dei macrofenomeni, qui e altrove, è a livelli bassissimi. la fiducia nelle istituzioni pure. regna un sovrano cebenaltrismo e solipsismo e un cherrypicking di tutte le informazioni per corroborare tesi, paure o noncuranza.
a questo punto mi chiedo veramente se un sistema sanitario nazionale sia ragionevole. gente che fuma e osanna l'omeopatia e poi è vegana e poi va ai festini adesso. è assurdo, e non puoi far altro che sorridere non pensarci o esiliarti.

ASD33 07-03-2020 22:06

da laureato in medicina vi dico che sono uccelli per diabetici :cry: :cry: :cry:

*sasha ITALIA* 07-03-2020 22:18

Bruttissima situazione

Flortex 07-03-2020 23:16

Quote:

Originariamente inviato da Sandime (Messaggio 46654882)
lo ha ribadito giusto oggi la Società italiana di anestesia:

“può rendersi necessario porre un limite di età all’ingresso in terapia intensiva. Non si tratta di compiere scelte meramente di valore, ma di riservare risorse che potrebbero essere scarsissime a chi ha in primis più probabilità di sopravvivenza e secondariamente a chi può avere più anni di vita salvata, in un’ottica di massimizzazione dei benefici per il maggior numero di persone”.

Inaccettabile.
La vita non è cosa loro. le risorse stesse di terapia intensiva non sono loro, ma di tutti, anziani inclusi.

Non hanno alcun diritto di arrogarsi scelte del genere.

Capozz 08-03-2020 00:18

Quote:

Originariamente inviato da Flortex (Messaggio 46655077)
Inaccettabile.

La vita non è cosa loro. le risorse stesse di terapia intensiva non sono loro, ma di tutti, anziani inclusi.



Non hanno alcun diritto di arrogarsi scelte del genere.

Purtroppo è una scelta dolorosissima ma scontata al tempo stesso: tra un giovane ed un anziano si tenterà di salvare il giovane, per il semplice fatto che ha molte più possibilità di guarire e, potenzialmente, una vita intera davanti.
Detto questo, stiamo parlando di una possibilità estremamente remota, al momento è inutile discuterne.

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

Flortex 08-03-2020 00:43

Quote:

Originariamente inviato da Capozz (Messaggio 46655117)
Purtroppo è una scelta dolorosissima ma scontata al tempo stesso: tra un giovane ed un anziano si tenterà di salvare il giovane, per il semplice fatto che ha molte più possibilità di guarire e, potenzialmente, una vita intera davanti.

Non è per nulla scontata.
Il giovane e l'anziano hanno lo stesso diritto di provare ad essere salvati.
Il posto di terapia intensiva è di entrambi nella stessa misura, non è del comitato x nè di altri.

Il tuo ragionamento può essere visto anche in modo diverso.
Estremizzo il concetto: un neonato ha accumulato poche risorse, pochi "investimenti" nell'arco della sua vita.
Puoi (perdona l'apparente crudezza - è solo per ragionare) sostituirlo facilmente.

Una persona che invece ha accumulato decenni di investimenti, propri ed altrui, è molto più "costosa" e difficile da sostituire; la sua perdita molto più grande.

Quote:

Originariamente inviato da Capozz (Messaggio 46655117)
Detto questo, stiamo parlando di una possibilità estremamente remota, al momento è inutile discuterne.

Penso non sia affatto remota.

Ad oggi, se non si rallenta la diffusione del virus, si stima di saturare i reparti di terapia intensiva nel giro di circa una settimana.
E pochi giorni più in là anche aumentandone, in modo straordinario, le capacità, come credo ci si stia accingendo a fare.
https://www.instagram.com/p/B9YvdDai..._web_copy_link

Lombardia, Veneto, Emilia Romagna hanno in totale 1800 posti di terapia intensiva normalmente.
Pare siano pieni al 95%.
https://www.fanpage.it/attualita/cor...upati-al-nord/

D'altronde è ormai chiaro che questo sia uno dei principali problemi.

Di criteri se ne possono inventare finchè vuoi: gli italiani e non gli immigrati, gli intelligenti e non gli scemi, gli onesti e non i disonesti, chi è arrivato prima, chi risiede in quella città, chi ha pagato più tasse per finanziare proprio quel servizio, la monetina.. la lista è infinita e di scontato non ci vedo proprio niente.

Poi sarei curioso di sapere nel caso accada qualcosa a Mattarella o Bergoglio.

Comunque questione interessante in merito alla gestione "pubblica": tu intanto paga, poi vediamo.

ASD33 08-03-2020 01:24

Quote:

Originariamente inviato da Flortex (Messaggio 46655077)
Inaccettabile.
La vita non è cosa loro. le risorse stesse di terapia intensiva non sono loro, ma di tutti, anziani inclusi.

Non hanno alcun diritto di arrogarsi scelte del genere.

Si chiama medicina delle grandi emergenze e delle catastrofi, si cerca di salvare chi ha speranze di vita maggiori. E' una cosa prevista dal codice deontologico dei medici. Può sembrare crudele ma è l'unica cosa da fare.
Se si hanno 2 pazienti in cui uno ha la probabilità di salvarsi maggiore del secondo, e si hanno risorse solo per uno, si cerca di salvare il primo.
Se collassa il SSN la letalità del coronaviurs salirà molto. Per cui l'unica cosa che possiamo fare e cercare di rallentare il contagio.

Mory 08-03-2020 08:44

Quote:

Originariamente inviato da Flortex (Messaggio 46655077)
Inaccettabile.
La vita non è cosa loro. le risorse stesse di terapia intensiva non sono loro, ma di tutti, anziani inclusi.

Non hanno alcun diritto di arrogarsi scelte del genere.

forse non è ancora chiaro ai tanti che se ne sbattono altamente dei consigli di ridurre la mobilità, che i posti letto in terapia intensiva sono un numero finito, dopodichè bisognerà decidere chi salvare.
Se la gente non capisce che più va in giro e più il virus prolifica allora si arriverà a questo punto prima o poi e sarà il caos. E c'è chi riesce anche a dare la colpa allo stato e ad arrogarsi il diritto di un posto? :doh:

Ziosilvio 08-03-2020 10:50

Manteniamo la calma.

Tutti.

The_ouroboros 08-03-2020 13:35

Quote:

Originariamente inviato da Flortex (Messaggio 46655077)
Inaccettabile.
La vita non è cosa loro. le risorse stesse di terapia intensiva non sono loro, ma di tutti, anziani inclusi.

Non hanno alcun diritto di arrogarsi scelte del genere.

infatti puoi anche non accettare la verita'.... ma quella e' lo stesso li'

Flortex 08-03-2020 15:07

Quote:

Originariamente inviato da ASD33 (Messaggio 46655149)
Si chiama medicina delle grandi emergenze e delle catastrofi, si cerca di salvare chi ha speranze di vita maggiori

Si chiama socialismo: uso i tuoi soldi per curare chi pare a me.

Ricordatene quando paghi le tasse, pensando di finanziare la sanità che, quando ti servirà, userai anche tu. ;)

Flortex 08-03-2020 15:08

Quote:

Originariamente inviato da Mory (Messaggio 46655225)
forse non è ancora chiaro ai tanti che se ne sbattono altamente dei consigli di ridurre la mobilità, che i posti letto in terapia intensiva sono un numero finito

A me è perfettamente chiaro.
Lo dico da giorni e giorni, e l'ho ribadito anche qui sopra. :)

Flortex 08-03-2020 15:08

Quote:

Originariamente inviato da The_ouroboros (Messaggio 46655556)
infatti puoi anche non accettare la verita'.... ma quella e' lo stesso li'

Un sopruso non è "la verità". E' un sopruso e basta.

The_ouroboros 08-03-2020 15:22

Quote:

Originariamente inviato da Flortex (Messaggio 46655735)
Un sopruso non è "la verità". E' un sopruso e basta.

se evita il collasso del ssn.... lo accetto

Flortex 08-03-2020 15:23

Quote:

Originariamente inviato da The_ouroboros (Messaggio 46655759)
se evita il collasso del ssn.... lo accetto

Si parla di non curare in base a criteri discutibili, quindi si parla già di "collasso", nel senso di avere capacità insufficiente.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 18:04.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.