Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 09-09-2009 10:24

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28807507)
accusa dolori più che puoi... che non riesci a fare bene le scale, ad esempio... ecc... :D ;)

Allora forse non avevo compreso la domanda..scusami:doh:

alex642002 09-09-2009 10:27

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28807585)
ehehehhe... sono duri i balzi sul tappeto: ma li fai monogamba, no? io all'inizio prima dei balzi sul tappeto elastico mi facevano mantenere l'equilibrio con una gamba sola, il che per il gin operato era un bello sforzo.... poi a occhi chiusi ancora peggio....:mc: mamma che fatica!!!!

Il massimo era a occhi chiusi,su una gamba,col braccio steso in avanti:mc:

@lessandro 09-09-2009 12:41

@ gomma:

No no, i balzi sul tappeto elastico li ho fatti con entrambe le gambe, ho provato con una gamba sola a fare squat con una macchina (a resistenza idrodinamica) della technogym ma ancora mi fa male, riesco a metterci circa il 75% del mio peso (60kg) :fagiano:

Cmq sia, l'equilibrio come visto dal test, dicono che sia perfetto o quasi :D

Ho iniziare ad usare "la caciotta" (è una semisfera di silicone molto deformabile e instabile)...sempre con una sola gamba, da circa 3 mesi e...ormai l'equilibrio c'è alla grande.
Ovvimente sulla caciotta sto con il ginocchio semiflesso, di pochi gradi (saranno 20°), braccia dietro la schiena e la gamba sinistra sospesa nel vuoto...Diciamo che me la cavo abbastanza bene :D

Un pò meno quando mi giro magari per veder qualche culetto di diverse donzelle che passeggiano o si mettono in pose particolari sui lettini per il mal di schiena :asd: :asd: :oink: :oink:

Cmq per la propriocettiva non c'è mai stato problemi, anzi....:D
Sarà merito dei vari sport fatti in passato (specialmente del Tae Kwon Do ;) )

carmine petrillone 10-09-2009 07:24

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28807562)
se operato con s+g, all'inizio la fai in isometria con l'elastico, diciamo a partire da un mese dall'operazione, poi dopo neanche 2 mesi dall'operazione con 5kg alla macchina.
Con rotuleo passano anche diversi mesi, il problema è proprio il rotuleo, non tanto il nuovo LCA, che viene "ridotto" a 2/3 causa prelievo dell'operazione per fare il nuovo legamento al posto del LCA.
Ma varia molto da caso a caso e anche dal tipo di protocollo riabilitativo seguito.
Quanto sopra è quello che ho visto io.


SI a me lo hanno fatto col rotuleo.. ora sto facendo la pressa con 30 kg e sento qualche dolorino ... a però la faccio anche con l'aiuto dell'altra gamba... è normale che a distanza di un mese dall'operazione sia ancora un pò gonfietto??:rolleyes:

gomma2408 10-09-2009 07:42

Quote:

Originariamente inviato da carmine petrillone (Messaggio 28820952)
SI a me lo hanno fatto col rotuleo.. ora sto facendo la pressa con 30 kg e sento qualche dolorino ... a però la faccio anche con l'aiuto dell'altra gamba... è normale che a distanza di un mese dall'operazione sia ancora un pò gonfietto??:rolleyes:

Normalissimo, a me nonostante l'attenta e continua fisioterapia è rimasto un po' più gonfio per oltre due mesi, poi a due mesi e mezzo non so perchè (non avevo particolarmente forzato più di prima, unica cosa che potrebbe essere era stata la bicicletta fatta con una resistenta maggiore, ma i pesi no) mi era rigonfiato il ginocchio quasi come il giorno dopo l'operazione (ed io allora ce l'avevo bello gonfio, causa iper-sensibilità agli anticoagulanti immessi durante l'intervento, non si riconosceva quasi più dove era la rotula.....!!!!) , tanto che non mi riusciva più di camminare. Al centro fisioterapico mi fecero fare dei percorsi vascolari (piscine a corridoio con getti di acqua fredda e calda) e quello mi aiutò molto, poi per fortuna dopo pochi giorni tutto rientrò nella normalità.... così come era venuto mi si sgonfiò.
Questo per dire ancora una volta che è tutto soggettivo, e rientra tutto nella normalità se i "fastidi" non ti impediscono del tutto di fare la riabilitazione e gli esercizi.... ;)

ginettos 14-09-2009 17:34

Operato dopo 16 mesi all' LCA ancora mi da'fastidio e dolore
 
Salve a tutti, ecco il mio problema:
Operato 16 mesi fa con un noto ortopedico della capitale che in passato ha curato un famosissimo calciatore (ci siamo capiti no) per LCA al ginocchio con semitendine gracile.Ancora oggi ho dei fastidi, che poi diventano dolori che poi ridiventano fastidi...insomma seconodo me non è a posto. Dal punto di vista dell' ortopedico il ginocchio è perfetto, stabile e funzionale ma a me da ancora fastidio. Tutti i giorni doloretti davanti, sotto la rotula, appesantimento, doloretti dietro...Lo tengo in allenamento:bici, scale, nuoto, corsa (quando corro lo sento particolarmente...mi da fastidio)...la mia domanda è a chi si è operato di LCA, VOI COME STATE COL GINOCCHIO? Sentite fastidio? Dolore? Riuscite a distinguere il "ginocchio buono" da quello operato? Io a distanza di 16 mesi si...!

gomma2408 15-09-2009 07:34

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 28879396)
Salve a tutti, ecco il mio problema:
Operato 16 mesi fa con un noto ortopedico della capitale che in passato ha curato un famosissimo calciatore (ci siamo capiti no) per LCA al ginocchio con semitendine gracile.Ancora oggi ho dei fastidi, che poi diventano dolori che poi ridiventano fastidi...insomma seconodo me non è a posto. Dal punto di vista dell' ortopedico il ginocchio è perfetto, stabile e funzionale ma a me da ancora fastidio. Tutti i giorni doloretti davanti, sotto la rotula, appesantimento, doloretti dietro...Lo tengo in allenamento:bici, scale, nuoto, corsa (quando corro lo sento particolarmente...mi da fastidio)...la mia domanda è a chi si è operato di LCA, VOI COME STATE COL GINOCCHIO? Sentite fastidio? Dolore? Riuscite a distinguere il "ginocchio buono" da quello operato? Io a distanza di 16 mesi si...!

beh.... io a 19 mesi dall'intervento, sento qualche fastidio ma occasionalmente.... nel senso che sento alle volte qualche dolorino nella parte interno/posteriore coscia appena sopra il ginocchio, cioè la sede del prelievo del semitendinoso.
Inoltre Ovvio mi sembra che quasi tutti abbiano sentore di una diversità fra i due ginocchi, operato e non. Poi mentre faccio sport capita che non ci penso e quindi mi sembra che siano tutti e due uguali..... ma proprio dei fastidi che aumentano se faccio attività fisica no, o per lo meno non più dell'altro ginocchio.
Alle volte con i cambiamenti di tempo sento dei dolori nella zona meniscale interna (mediale cioè) perchè mi hanno operato anche asportandomi il menisco.
Insomma, fatidi alle voltre ci sono sempre, dipende però di che entità: nel mio caso si può dire che non mi impediscono di fare qualunque cosa....
;)

Stefano Landau 15-09-2009 08:13

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 28879396)
Salve a tutti, ecco il mio problema:
Operato 16 mesi fa con un noto ortopedico della capitale che in passato ha curato un famosissimo calciatore (ci siamo capiti no) per LCA al ginocchio con semitendine gracile.Ancora oggi ho dei fastidi, che poi diventano dolori che poi ridiventano fastidi...insomma seconodo me non è a posto. Dal punto di vista dell' ortopedico il ginocchio è perfetto, stabile e funzionale ma a me da ancora fastidio. Tutti i giorni doloretti davanti, sotto la rotula, appesantimento, doloretti dietro...Lo tengo in allenamento:bici, scale, nuoto, corsa (quando corro lo sento particolarmente...mi da fastidio)...la mia domanda è a chi si è operato di LCA, VOI COME STATE COL GINOCCHIO? Sentite fastidio? Dolore? Riuscite a distinguere il "ginocchio buono" da quello operato? Io a distanza di 16 mesi si...!

Per me domani sono 6 mesi dall'operazione con g+s più un lieve intervento sul menisco (non ricordo quale).
Ora come ora dolorini vari per me sono normali.
Ogni tanto non percepesico differenze quando cammino o a volte quando corro (se non ci penso) a volte sento il cambiamento del tempo (come in questi giorni).
Sabato 5 settembre ho fatto un trek leggero di circa 4 ore intorno ad un lago (tutto saliscendi però) con alcuni pezzi anche molto ripidi, senza eccessivi problemi, tranne che la ricomparsa di qualche dolorino due o 3 giorni dopo (poteva essere causata forse dal tempo però poco dopo è cambiato)
Oppure qualche fastidio nel punto del prelievo del tendine (che è anche il maggior responsabile della sensazione di diversità delle due gambe, anche se non lo definirei nemmeno un fastidio........)

alex642002 15-09-2009 09:10

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 28879396)
Salve a tutti, ecco il mio problema:
Operato 16 mesi fa con un noto ortopedico della capitale che in passato ha curato un famosissimo calciatore (ci siamo capiti no) per LCA al ginocchio con semitendine gracile.Ancora oggi ho dei fastidi, che poi diventano dolori che poi ridiventano fastidi...insomma seconodo me non è a posto. Dal punto di vista dell' ortopedico il ginocchio è perfetto, stabile e funzionale ma a me da ancora fastidio. Tutti i giorni doloretti davanti, sotto la rotula, appesantimento, doloretti dietro...Lo tengo in allenamento:bici, scale, nuoto, corsa (quando corro lo sento particolarmente...mi da fastidio)...la mia domanda è a chi si è operato di LCA, VOI COME STATE COL GINOCCHIO? Sentite fastidio? Dolore? Riuscite a distinguere il "ginocchio buono" da quello operato? Io a distanza di 16 mesi si...!

Anche io(anche se ho subito solo la meniscectomia)alle volte avverto il cambiamento del tempo e la rigidità del ginocchio,ma più passa il tempo e più non avverto le differenze col ginocchio sano.Per ora gli unici esercizi(a parte quelli che devo ancora provare)in cui avverto fastidio al ginocchio operato sono i piegamenti a 90° della gamba stando appoggiato al muro(SOLO con la gamba operata),che non riesco a fare(almeno ho paura di farli)e i salti di 4-5 gradini(ogni tanto provo,come i bambini:D ).
Comunque io credo sia solo una questione di abitudine e di muscolatura:la gamba operata ha ancora una circonferenza di coscia 1-2 cm inferiori all'altra(ho fatto pochissimi sercizi a casa).

ginettos 15-09-2009 12:37

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 28886149)
Comunque io credo sia solo una questione di abitudine e di muscolatura:la gamba operata ha ancora una circonferenza di coscia 1-2 cm inferiori all'altra(ho fatto pochissimi sercizi a casa).

Beh meno male...un po' sono rincuorato..continuero' a fare i miei esercizi, di solito faccio a casa:
RINFORZO CON ELASTICO:Adduzione, slancio dietro, slancio avanti, abduzione (tengo 5 secondi in contrazione per 8 ripetizioni per 3 serie solo sulla gamba "malata")

SQUAT ISOMETRICO A MURO:appoggiato a muro tengo a 90 gradi le gambe in tensione con una pala tra le ginocchia per 45 secondi per 5 serie

piu' corsa e bicicletta...che ne dite?

gomma2408 15-09-2009 13:40

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 28889216)
Beh meno male...un po' sono rincuorato..continuero' a fare i miei esercizi, di solito faccio a casa:
RINFORZO CON ELASTICO:Adduzione, slancio dietro, slancio avanti, abduzione (tengo 5 secondi in contrazione per 8 ripetizioni per 3 serie solo sulla gamba "malata")

SQUAT ISOMETRICO A MURO:appoggiato a muro tengo a 90 gradi le gambe in tensione con una pala tra le ginocchia per 45 secondi per 5 serie

piu' corsa e bicicletta...che ne dite?

tutto bene... soprattutto lo squot isometrico... però perchè proprio una PALA?? :D :D potresti provare anche con un PICCONE !!! :doh: :D :D :D

(scherzo, ovvio, non ti offendere.... è per tirarti su il morale....:D )

saeglopur 15-09-2009 16:34

ciao a tutti. sono arrivata a questo thread facendo qualche ricerca sul caro vecchio google.

sono una gggiovine romana di 18 anni, ho subito un intervento di ricostruzione LCA con semitendinoso e gracile (più cruentazione del menisco) al ginocchio destro una settimana esatta fa, operata da un famoso ortopedico capitolino.
devo dire che l'operazione è andata piuttosto bene, sento qualche fastidio al ginocchio ma nulla di intollerabile, uscita dalla clinica non ho mai preso antidolorifici, nonostante me ne abbiano abbondantemente prescritti. devo portare il tutore per tre settimane ed ho prescritti esercizi con il kineteck (aumentando la flessione di 10° al giorno, sono a 60°) e di contrazione isometrica.

scrivo qui perché vi vedo tutti piuttosto "navigati" e magari siete in grado di darmi una risposta. il mio problema (ahimè sono una fanciulla vanitosa) è il calo del tono muscolare sulla gamba operata. premetto che l'ortopedico è stato il primo a rassicurarmi su questo punto, dicendomi che, avendo io le gambe esili e con pochi muscoli, il calo del tono non avrebbe provocato conseguenze estetiche notevoli.
purtroppo però io le differenze le vedo eccome! la gamba destra mi sembra fatta di gelatina, la rotula è un po' scesa e insomma, tutte le volte che provo a guardarmi le gambe allo specchio (levando il tutore ovviamente) mi viene da piangere (vanità, vanità, lo so!)

insomma, questo messaggio interminabile è per chiedervi: quanto credete che ci voglia perché le mie gambe, di certo non muscolosissime, tornino ad essere abbastanza simili per quanto riguarda il tono?
grazie mille a chiunque avrà la pazienza di rispondere (e di leggere, hehe)

alex642002 15-09-2009 20:12

Quote:

Originariamente inviato da saeglopur (Messaggio 28893101)
ciao a tutti. sono arrivata a questo thread facendo qualche ricerca sul caro vecchio google.

sono una gggiovine romana di 18 anni, ho subito un intervento di ricostruzione LCA con semitendinoso e gracile (più cruentazione del menisco) al ginocchio destro una settimana esatta fa, operata da un famoso ortopedico capitolino.
devo dire che l'operazione è andata piuttosto bene, sento qualche fastidio al ginocchio ma nulla di intollerabile, uscita dalla clinica non ho mai preso antidolorifici, nonostante me ne abbiano abbondantemente prescritti. devo portare il tutore per tre settimane ed ho prescritti esercizi con il kineteck (aumentando la flessione di 10° al giorno, sono a 60°) e di contrazione isometrica.

scrivo qui perché vi vedo tutti piuttosto "navigati" e magari siete in grado di darmi una risposta. il mio problema (ahimè sono una fanciulla vanitosa) è il calo del tono muscolare sulla gamba operata. premetto che l'ortopedico è stato il primo a rassicurarmi su questo punto, dicendomi che, avendo io le gambe esili e con pochi muscoli, il calo del tono non avrebbe provocato conseguenze estetiche notevoli.
purtroppo però io le differenze le vedo eccome! la gamba destra mi sembra fatta di gelatina, la rotula è un po' scesa e insomma, tutte le volte che provo a guardarmi le gambe allo specchio (levando il tutore ovviamente) mi viene da piangere (vanità, vanità, lo so!)

insomma, questo messaggio interminabile è per chiedervi: quanto credete che ci voglia perché le mie gambe, di certo non muscolosissime, tornino ad essere abbastanza simili per quanto riguarda il tono?
grazie mille a chiunque avrà la pazienza di rispondere (e di leggere, hehe)

Malvenuta(si dice così qui) ! ;)
Non ti preoccupare per la gamba,è solo questione di tempo: sui tempi non ti posso rispondere,Mr. Gomma è molto più ferrato di me :read: ,comunque la cosa è soggettiva e dipende dalla tua costanza e volontà .Io ho fatto pochi esercizi a casa(ho però subito solo una meniscectomia)e ho la gamba operata con la coscia 1-2 cm di circonferenza più piccola rispetto all'altra,dopo diversi mesi.Però se mi mettessi sotto in palesta presto recuperei.C'è anche chi,come Stefano Landau mi pare,ha ora la gamba operata più robusta dell'altra.Anche un mio collega.Concludendo..questione solo di tempo e..in bocca al lupo e auguri di pronta ripresa!;)
p.S.:chi ti ha operato?Mariani?

@lessandro 15-09-2009 20:27

Stasera altro test isometrico, a distanza di 21 giorni :D

Beh, i valori di forza dei flessori sono aumentati uno sproposito, ci sono rimasti male anche i fisioterapisti :eek: :eek: :D
C'è da dire che facevo 200 ripetizioni con 15 kg, praticamente 10 serie da 20....e quando scendevo dalla leg curl non mi riusciva di tirare verso il culo la gamba da quanto era affaticata :asd: Però i risultati si vedono :D

Per i quadricipiti, mi son messo sotto alla pressa rimanendo a tenuta 10 secondi, lasciando e così via....anche questo per 200 volte, con un angolo del ginocchio non troppo elevato.

In compenso ho visto che lo squat ad una gamba sola, è migliorato notevolmente da giovedì che mi faceva male provandoci soltanto... :D :D
Alla macchina arrivo a farlo con una gamba sola, più o meno fino a 70° penso...
Mentre alle sbarre, al muro, tenendomi con le mani riesco ad andare più giù...nonostante la gamba tremi non poco :asd:

Oggi niente corsa, balzi e cambi di direzione....alle 19 ero cotto :stordita:
(Anche perchè sul tapis roulant c'era una ragazza formosa che m'aveva fregato il posto, nonostante l'età li porta talmente bene che mi dispiaceva farla smettere di sculettare :asd: :asd: :asd: )

Beh, alla fin fine che dire....a 5 mesi e mezzo, dice il capoccia dei fisioterapisti che ci siamo quasi :D

Cmq conto di tornare a giochicchiare per fine anno...a 3 anni esatti dal primo crock :stordita: :fagiano:

gomma2408 16-09-2009 08:19

Quote:

Originariamente inviato da saeglopur (Messaggio 28893101)
ciao a tutti. sono arrivata a questo thread facendo qualche ricerca sul caro vecchio google.

sono una gggiovine romana di 18 anni, ho subito un intervento di ricostruzione LCA con semitendinoso e gracile (più cruentazione del menisco) al ginocchio destro una settimana esatta fa, operata da un famoso ortopedico capitolino.
devo dire che l'operazione è andata piuttosto bene, sento qualche fastidio al ginocchio ma nulla di intollerabile, uscita dalla clinica non ho mai preso antidolorifici, nonostante me ne abbiano abbondantemente prescritti. devo portare il tutore per tre settimane ed ho prescritti esercizi con il kineteck (aumentando la flessione di 10° al giorno, sono a 60°) e di contrazione isometrica.

scrivo qui perché vi vedo tutti piuttosto "navigati" e magari siete in grado di darmi una risposta. il mio problema (ahimè sono una fanciulla vanitosa) è il calo del tono muscolare sulla gamba operata. premetto che l'ortopedico è stato il primo a rassicurarmi su questo punto, dicendomi che, avendo io le gambe esili e con pochi muscoli, il calo del tono non avrebbe provocato conseguenze estetiche notevoli.
purtroppo però io le differenze le vedo eccome! la gamba destra mi sembra fatta di gelatina, la rotula è un po' scesa e insomma, tutte le volte che provo a guardarmi le gambe allo specchio (levando il tutore ovviamente) mi viene da piangere (vanità, vanità, lo so!)

insomma, questo messaggio interminabile è per chiedervi: quanto credete che ci voglia perché le mie gambe, di certo non muscolosissime, tornino ad essere abbastanza simili per quanto riguarda il tono?
grazie mille a chiunque avrà la pazienza di rispondere (e di leggere, hehe)

Allora, non ti preoccupare perchè se già stai benino dopo una settimana vuol dire che il tuo ginocchio non ne ha risentito un gran che e che non hai la gamba per niente gonfia, questo è ottimo, innanzi tutto.
Per il tono muscolare l'ortopedico ti ha prescritto solo il kinetek? Te lo chiedo perchè vedo che ti ha prescritto una fisioterapia molto "prudente" nei tempi, probabilmente proprio per la giovane età e perchè sei una fanciulla, in cui il gap di tono muscolare da recuperare è sicuramente inferiore che in caso di uomo a 35 anni di 85 kg!! :D :D (io ad esempio con la tua stessa operazione, compreso il menisco, mai tutore ed il terzo giorno dopo l'operazione con il kinetec ero già a 120°, che era anche il limite dell'attrezzo!!!)
Non ti ha prescritto ad esempio l'isometria? (gamba tesa, piede a martello, alzi il tallone a 20 cm da terra/o letto e "tieni" per 10 secondi, per 10 volte, questa è una serie)
Di solito è la prima cosa che si fa , anche in caso di fisioterapia "conservativa" e non particolarmente precoce.

Ti ripeto comunque tranquilla perchè il calo muscolare dopo 'l'operazione è notevole, non si riesce nenanche a capire come fa un muscolo a calare di tono in pochi giorni, ma è dovuto sicuramente ad un fatto anche neurologico a livello di terminazioni nervose muscolari.
Vabbè, a parte sti discorsi che lasciano il tempo che trovano, in concreto data la tua età seguendo quello che ti dice il medico vedrai che in poco tempo recupererai tutto, i muscoli sono più reattivi agli stimoli a 18 anni (e ancora in formazione oltretutto) quindi in poche settimane vedrai le differenze.
Ovviamente vedrai le differenze a partire da quando l'ortopedico di dirà di iniziare a fare del lavoro attivo sull'articolazione (e non passivo come il kinetec) e magari all'inizio anche un po' di elettrostimolazione (solo all'inizio, dopo serve a poco o niente...) . Secondo me da quel momento e da quando potrai fare carico completo sull'arto operato, ad es. camminando senza tutori e/o stampelle, dopo 2/3 settimane vedrai già le prime differenze in positivo, per recuperare una bbuona percentuale di tono (e di dimensioni rispetto all'altra gamba) dopo circa 1 mese e mezzo se avrai la costanza di fare gli esercizi; questo parlo considerando la tua età e quindi in media rispetto a tuoi coetanei; poi come sempre ripeto vanno viste le caratteristiche di ognuno
che possono accelerare o rallentare questo processo.

ciao

gomma2408 16-09-2009 08:27

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 28896227)
Stasera altro test isometrico, a distanza di 21 giorni :D

Beh, i valori di forza dei flessori sono aumentati uno sproposito, ci sono rimasti male anche i fisioterapisti :eek: :eek: :D
C'è da dire che facevo 200 ripetizioni con 15 kg, praticamente 10 serie da 20....e quando scendevo dalla leg curl non mi riusciva di tirare verso il culo la gamba da quanto era affaticata :asd: Però i risultati si vedono :D

Per i quadricipiti, mi son messo sotto alla pressa rimanendo a tenuta 10 secondi, lasciando e così via....anche questo per 200 volte, con un angolo del ginocchio non troppo elevato.

In compenso ho visto che lo squat ad una gamba sola, è migliorato notevolmente da giovedì che mi faceva male provandoci soltanto... :D :D
Alla macchina arrivo a farlo con una gamba sola, più o meno fino a 70° penso...
Mentre alle sbarre, al muro, tenendomi con le mani riesco ad andare più giù...nonostante la gamba tremi non poco :asd:

Oggi niente corsa, balzi e cambi di direzione....alle 19 ero cotto :stordita:
(Anche perchè sul tapis roulant c'era una ragazza formosa che m'aveva fregato il posto, nonostante l'età li porta talmente bene che mi dispiaceva farla smettere di sculettare :asd: :asd: :asd: )

Beh, alla fin fine che dire....a 5 mesi e mezzo, dice il capoccia dei fisioterapisti che ci siamo quasi :D

Cmq conto di tornare a giochicchiare per fine anno...a 3 anni esatti dal primo crock :stordita: :fagiano:


Aaaaaahhhh!!! 200 ripetizioni 20X10???? stic...i!!!! ci credo che ci sono questi miglioramenti!!!! se non vai in sovraccarico..... Io di tutti gli esercizi al max 2x10 rip ad ogni "giro" di macchine per 4 giri....

Comunque facendo serie da 20ripetizioni alleni molto la resistenza e non la forza max.
A me hanno detto che la forza si allena con serie da 10rip con un carico tale che arrivando alla 10a non saresti in grado di arrivare a 12/13....
Io però cerco di non caricare troppo e cerco la velocità nell'esecuzione (tipo le 10 ripetizioni le faccio sempre stando sotto i 10 secondi)

Sarebbe curioso vedere proprio i tipi di esercizio alle macchine che sono stati indicati da ognuno che è in riabilitazione, per vedere i diversi protocolli seguiti: mi sa che ne verrebbe fuori tutto ed il contrario di tutto!!!! :D :D :D
a dimostrazione che NON esiste la fisioterapia ottimale, ma solo diversi "programmi" tutti + o meno validi..... :stordita:

P.S.: altra cosa: grosso mio svantaggio è che nel centro dove vado io, essendo un centro di riabilitazione sportiva all'interno di un complesso termale, il max che mi posso trovare è una donnina di 60 anni e 90Kg alla cyclette che fa il prograsmma "bruciagrassi", altro che "sculettamenti".....!!!! mannagg.....!!!!

Marco83_an 16-09-2009 11:02

Ciao a tutti .
Ho trovato questa discussione quasi per caso (altrimenti avrei iniziato a tormentarvi un mesetto fa :asd: ) .
il 30 luglio giocando a calcio ho sentito il fantomatico crack e sono andato giù come una pera cotta ; pronto soccorso ,stecca e rimandato a casa xchè il ginocchio era troppo gonfio! dopo 5 gg l'ortopedico dell'ospedale mi vuole rivedere e visto che le ripetute sessioni di ghiaccio hanno si sgonfiato il ginocchio ma di poco , decide di "siringarmi" il ginocchio , levando ben 2 siringhe di quelle grandi contenenti liquido e sangue ! :stordita: . mi dice di fare la tac e di ripresentarmi , ma in tutto questo non mi dice di abbandonare la stecca ed io quindi stò fino al 18 di Agosto con la stecca ed evitando di piegare il ginocchio ! appena fatta ta tac , rendendomi conto che il medico che mi stava seguendo non mi piaceva x niente , ho portato tutto da un privato , il quale , la prima cosa che mi ha detto è stata :" ma ancora stai con le stampelle ? le dovevi aver tolte da molto tempo !! " , aumentando la dose di colpi verso il medico del pronto soccorso , il dottore mi prescrive un tutore regolabile e con quello abbandono le stampelle e piano piano inizio a piegare il ginocchio ... ora : la tac ha riscontrato un sacco di "cosucce" tra cui la "grave lesione al LCA" e calcificazioni osee la contusione ossea del piatto tibiale e lo specialista mi dice che x quanto vede nella tac bisogna operare ma mi consiglia di fare la RM x essere sicuro al 100% .
Intanto continuo a camminare (con il tutore) anche per recuperare il tono muscolare che (avendo io le gambe muscolose) nei 20 giorni :doh: di "gamba distesa" era diventato pari ad una fetta di bresaola, giovedì scorso faccio la RM dalla quale viene fuori che oltre alla rottura dell' LCA , e tutte le cose della tac , ho stiramenti ad entrambi i collaterali!
detto ciò , non volendo annoiarvi ulteriormente e premesso che per motivi che nn sto a dirvi vorrei/dovrei operarmi x novembre , è normale che non riesco a distendere completamente la gamba ? inteso come l'isometria credo ! e che sento dolore quando provo a distenderlo " a forza " .
Grazie mille a tutti coloro che mi risponderanno.

gomma2408 16-09-2009 14:52

Quote:

Originariamente inviato da Marco83_an (Messaggio 28901804)
Ciao a tutti .
Ho trovato questa discussione quasi per caso (altrimenti avrei iniziato a tormentarvi un mesetto fa :asd: ) .
il 30 luglio giocando a calcio ho sentito il fantomatico crack e sono andato giù come una pera cotta ; pronto soccorso ,stecca e rimandato a casa xchè il ginocchio era troppo gonfio! dopo 5 gg l'ortopedico dell'ospedale mi vuole rivedere e visto che le ripetute sessioni di ghiaccio hanno si sgonfiato il ginocchio ma di poco , decide di "siringarmi" il ginocchio , levando ben 2 siringhe di quelle grandi contenenti liquido e sangue ! :stordita: . mi dice di fare la tac e di ripresentarmi , ma in tutto questo non mi dice di abbandonare la stecca ed io quindi stò fino al 18 di Agosto con la stecca ed evitando di piegare il ginocchio ! appena fatta ta tac , rendendomi conto che il medico che mi stava seguendo non mi piaceva x niente , ho portato tutto da un privato , il quale , la prima cosa che mi ha detto è stata :" ma ancora stai con le stampelle ? le dovevi aver tolte da molto tempo !! " , aumentando la dose di colpi verso il medico del pronto soccorso , il dottore mi prescrive un tutore regolabile e con quello abbandono le stampelle e piano piano inizio a piegare il ginocchio ... ora : la tac ha riscontrato un sacco di "cosucce" tra cui la "grave lesione al LCA" e calcificazioni osee la contusione ossea del piatto tibiale e lo specialista mi dice che x quanto vede nella tac bisogna operare ma mi consiglia di fare la RM x essere sicuro al 100% .
Intanto continuo a camminare (con il tutore) anche per recuperare il tono muscolare che (avendo io le gambe muscolose) nei 20 giorni :doh: di "gamba distesa" era diventato pari ad una fetta di bresaola, giovedì scorso faccio la RM dalla quale viene fuori che oltre alla rottura dell' LCA , e tutte le cose della tac , ho stiramenti ad entrambi i collaterali!
detto ciò , non volendo annoiarvi ulteriormente e premesso che per motivi che nn sto a dirvi vorrei/dovrei operarmi x novembre , è normale che non riesco a distendere completamente la gamba ? inteso come l'isometria credo ! e che sento dolore quando provo a distenderlo " a forza " .
Grazie mille a tutti coloro che mi risponderanno.

certo, normalissimo, per quello che ne so io è una conseguenza anche della contusione ossea al piatto tibiale ma soprattutto anche dei collaterali e non da ultimo anche del versamento importante che hai avuto che anche se aspirato ne rimane per diverso tempo in un infortunio come il tuo....
Io ti parlo perchè anche io ho avuto una distorsione simile alla tua anni fa anche se i collaterali mi avevano retto (penso) ma mi ero strappato muscolarmente il gastrocnemio e l'inserzione del quadricipite sopra la rotula....:doh:
Potrebbe essere anche una lesione meniscale molto probabile vista l'entità della distorsione, e che la RMN dovrebbe aver evidenziato.
Comunque vada tranquillo che la completa estensione non è al momento un problema, devi recuperare la mobilità, il tono muscolare e poi operati senza indugi.
ciao e.... come si dice qui, MALvenuto!!!

@lessandro 16-09-2009 18:37

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28899631)
Aaaaaahhhh!!! 200 ripetizioni 20X10???? stic...i!!!! ci credo che ci sono questi miglioramenti!!!! se non vai in sovraccarico..... Io di tutti gli esercizi al max 2x10 rip ad ogni "giro" di macchine per 4 giri....

Comunque facendo serie da 20ripetizioni alleni molto la resistenza e non la forza max.
A me hanno detto che la forza si allena con serie da 10rip con un carico tale che arrivando alla 10a non saresti in grado di arrivare a 12/13....
Io però cerco di non caricare troppo e cerco la velocità nell'esecuzione (tipo le 10 ripetizioni le faccio sempre stando sotto i 10 secondi)

Sarebbe curioso vedere proprio i tipi di esercizio alle macchine che sono stati indicati da ognuno che è in riabilitazione, per vedere i diversi protocolli seguiti: mi sa che ne verrebbe fuori tutto ed il contrario di tutto!!!! :D :D :D
a dimostrazione che NON esiste la fisioterapia ottimale, ma solo diversi "programmi" tutti + o meno validi..... :stordita:

P.S.: altra cosa: grosso mio svantaggio è che nel centro dove vado io, essendo un centro di riabilitazione sportiva all'interno di un complesso termale, il max che mi posso trovare è una donnina di 60 anni e 90Kg alla cyclette che fa il prograsmma "bruciagrassi", altro che "sculettamenti".....!!!! mannagg.....!!!!

Sono tante 20 ripetizioni per 10 volte?? :stordita:
Sai, son sempre stato abituato a farne dalle 100 in su....anche all'inizio quando facevo le alzate a gamba tesa con il piede a martello per il quadricipite, il giorno stesso che mi tolsero i punti la dottoressa mi disse che dovevo farne 100 al giorno (e a malapena arrivavo a 20 :asd: )

Ieri ho visto altri due ragazzi nuovi, che si sono fatti il crociato da poco...:asd:
Nel 90% delle cose, dei commenti e delle domande mi sermbrava di rivedere me :asd: :asd:

gomma2408 17-09-2009 08:13

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 28908865)
Sono tante 20 ripetizioni per 10 volte?? :stordita:
Sai, son sempre stato abituato a farne dalle 100 in su....anche all'inizio quando facevo le alzate a gamba tesa con il piede a martello per il quadricipite, il giorno stesso che mi tolsero i punti la dottoressa mi disse che dovevo farne 100 al giorno (e a malapena arrivavo a 20 :asd: )

Ieri ho visto altri due ragazzi nuovi, che si sono fatti il crociato da poco...:asd:
Nel 90% delle cose, dei commenti e delle domande mi sermbrava di rivedere me :asd: :asd:

No, vabbè, le alzate con il piede a martello (isometrica) io le facevo 10 x 10 secondi di tenuta (contando 1001,1002,1003,ecc....) ognuna, per 4 serie, per 3 volte al giorno...... e le ho fatte dal giorno della dimissione (3 gg dopo l'operazione), quando mi hanno tolto i punti, dopo 15 gg dall'operazione, erano già 5/6 gg che facevo la cyclette!!!! :ciapet:

Io intendevo il fare 20 rip x 10 serie tutte di fila, ai pesi, sono tante!!!!
In palestra io ogni esercizio se si va a vedere lo facevo (e lo faccio ancora :stordita: ) 10 rip x 2serie a gamba (quindi in totale 20 rip) x 4 giri totali alle macchine..... quindi 80 rip in totale a seduta, al max. ecco xchè mi sembrano tante.
Più che altro già così mi ci vogliono circa 2 ore di palestra a fare tutto, se ne facevo 200 di ripetizioni ad esercizio..... aiuto!!!! ( e non ce la farei neanche ora, tanto!!) All'inizio facevo anche altre cose e stando a casa dal lavoro i primi 4 mesi, mi sono fatto anche 5 ore di palestra al giorno, ma poi.... e mi va bene che esco di lavoro alle 17 se voglio (il centro fisioterapico dove vado chiude alle 20 e dopo cena non potrei quindi)
ciao!
e complimenti!

Marco83_an 17-09-2009 09:12

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28905649)
certo, normalissimo, per quello che ne so io è una conseguenza anche della contusione ossea al piatto tibiale ma soprattutto anche dei collaterali e non da ultimo anche del versamento importante che hai avuto che anche se aspirato ne rimane per diverso tempo in un infortunio come il tuo....
Io ti parlo perchè anche io ho avuto una distorsione simile alla tua anni fa anche se i collaterali mi avevano retto (penso) ma mi ero strappato muscolarmente il gastrocnemio e l'inserzione del quadricipite sopra la rotula....:doh:
Potrebbe essere anche una lesione meniscale molto probabile vista l'entità della distorsione, e che la RMN dovrebbe aver evidenziato.
Comunque vada tranquillo che la completa estensione non è al momento un problema, devi recuperare la mobilità, il tono muscolare e poi operati senza indugi.
ciao e.... come si dice qui, MALvenuto!!!

Grazie per il malvenuto :D
Cmq mentre guardavo la RM con il dottore mi ha fatto proprio vedere i 2 menischi (ha detta sua perchè io vedevo macchie su sfondo nero :D) ed ha detto che sono integri :fagiano: .
Detti ciò , lunedì penso di farmi vedere dal chirurgo che poi mi opererà (che fortunatamente è un amico del padre della mia ragazza) in modo da fare un'ultimo briefrieng e decidere la data dell'operazione ; :help: sarebbe la prima volta x me sotto i ferri e non nascondo che un minimo di caghetta ce l'ho ! considerando anche che ho la MALATTIA DI OSGOOD-SHLATTER ed il chirurgo ha detto che in questo caso l'operazione è un tantino diversa rispetto a quella "normale" x un LCA ! :stordita: Speriamo bene !!!

gomma2408 17-09-2009 09:55

Quote:

Originariamente inviato da Marco83_an (Messaggio 28914291)
Grazie per il malvenuto :D
Cmq mentre guardavo la RM con il dottore mi ha fatto proprio vedere i 2 menischi (ha detta sua perchè io vedevo macchie su sfondo nero :D) ed ha detto che sono integri :fagiano: .
Detti ciò , lunedì penso di farmi vedere dal chirurgo che poi mi opererà (che fortunatamente è un amico del padre della mia ragazza) in modo da fare un'ultimo briefrieng e decidere la data dell'operazione ; :help: sarebbe la prima volta x me sotto i ferri e non nascondo che un minimo di caghetta ce l'ho ! considerando anche che ho la MALATTIA DI OSGOOD-SHLATTER ed il chirurgo ha detto che in questo caso l'operazione è un tantino diversa rispetto a quella "normale" x un LCA ! :stordita: Speriamo bene !!!

Anche x me nonostante l'età avanzata è stata la prima volta sotto i ferri, ma l'ho presa avendo fiducia che poi sarei stato bene (era facile però perchè venivo da ANNI di patimenti.....:mc: ) e così è stato più+ facile!
Vista la Malattia che hai, quindi la tecnica dell'intervento mi pare obbligata: semitendinoso + gracile, n'est pas? :D :D :D
A proposito, di solito la sindrome di osgood-schlatter colpisce gli adolescenti , e una volta terminata la crescita ossea a meno di non sollecitare oltremisura la malattia recede spontaneamente:
quindi te sei molto giovane..... oppure ti si è trasformata in tendinite rotulea all'inserzione tibiale??? :confused:
ciaoooo.

saeglopur 17-09-2009 10:17

grazie mille sia ad alex sia a gomma per le risposte, gentilissimi ed utilissimi, mi avete abbastanza rassicurato! :)

comunque sì, mi ha operato Mariani.

per quanto riguarda gli esercizi di isometria, mi sono stati consigliati i seguenti (copio dalle line guida che mi ha lasciato l'ortopedico)
"è utile effettuare contrazioni isometriche del quadricipite femorale utilizzando il seguente schema:
a. arto inferiore in estesione, sollevare la gamba fino a circa 45° con un peso di 1Kg sulla coscia per 15 volte e ripetere tale serie tre volte per tre volte al gg.
b. cicli di contrazioni isometriche del quadricipite per 15 secondi alternati a riposo di 30 secondi."

per la prima settimana ho fatto quasi solamente l'esercizio b, il primo mi riusciva molto difficile, sentivo tirare il ginocchio, ma negli ultimi due giorni ho cominciato anche l'esercizio a. senza sentire nessun fastidio.
ho un po' di paura ad effettuare l'esercizio a. levando il tutore, perché ho come l'impressione che la gamba si fletta, non so spiegare bene.
effettuarlo con o senza tutore ha qualche differenza per quanto riguarda il rinforzo muscolare?

e poi, altra domanda: mi avete detto che dopo 2/3settimane di deambulazione a carico completo, senza tutore o stampelle, la gamba comincerà a riprendere un buon tono muscolare... ma questo camminando molto o facendo esercizi specifici sull'arto operato? perché ho paura che camminando poi si vada a rinforzare anche la gamba sinistra (quella normale) e che quindi la sproporzione resti costante.

scusate le domande angosciose e probabilmente un po' paranoiche, ma non sono esattamente una sportiva e di queste cose non me ne intendo ._.

gomma2408 17-09-2009 10:39

Quote:

Originariamente inviato da saeglopur (Messaggio 28915247)
grazie mille sia ad alex sia a gomma per le risposte, gentilissimi ed utilissimi, mi avete abbastanza rassicurato! :)

comunque sì, mi ha operato Mariani.

per quanto riguarda gli esercizi di isometria, mi sono stati consigliati i seguenti (copio dalle line guida che mi ha lasciato l'ortopedico)
"è utile effettuare contrazioni isometriche del quadricipite femorale utilizzando il seguente schema:
a. arto inferiore in estesione, sollevare la gamba fino a circa 45° con un peso di 1Kg sulla coscia per 15 volte e ripetere tale serie tre volte per tre volte al gg.
b. cicli di contrazioni isometriche del quadricipite per 15 secondi alternati a riposo di 30 secondi."

per la prima settimana ho fatto quasi solamente l'esercizio b, il primo mi riusciva molto difficile, sentivo tirare il ginocchio, ma negli ultimi due giorni ho cominciato anche l'esercizio a. senza sentire nessun fastidio.
ho un po' di paura ad effettuare l'esercizio a. levando il tutore, perché ho come l'impressione che la gamba si fletta, non so spiegare bene.
effettuarlo con o senza tutore ha qualche differenza per quanto riguarda il rinforzo muscolare?

e poi, altra domanda: mi avete detto che dopo 2/3settimane di deambulazione a carico completo, senza tutore o stampelle, la gamba comincerà a riprendere un buon tono muscolare... ma questo camminando molto o facendo esercizi specifici sull'arto operato? perché ho paura che camminando poi si vada a rinforzare anche la gamba sinistra (quella normale) e che quindi la sproporzione resti costante.

scusate le domande angosciose e probabilmente un po' paranoiche, ma non sono esattamente una sportiva e di queste cose non me ne intendo ._.

Allora, l'isometria se te l'hanno detto di farla senza tutore (penso sia così, no?) è anche perchè altrimenti sforzeresti più i muscoli ischio-crurali (al bacino, insomma) e meno il quadricipite, che è quello da allenare, senza togliere il fatto che di per se' stesso il tutore pesa e quindi non hai la percezione di fare l'esercizio con 1kg o con 2kg, ecc...
Un mio amico si è operato + o meno quando me un anno e mezzo fa proprio a Roma dal tuo stesso chirurgo (quello di Totti:D ), e gli ha fatto mettere il tuttore ma era stato operato con rotuleo, fatto sta che lui è stato pigro finchè ha tenuto il tutore e le stampelle, è tornato dopo un mese da Mariani e gli ha fatto una ramanzina niente male..... poi è venuto in palestra (in condizioni oscene da quanto era indietro nella riabilitazione) ed ha recuperato più a fatica il tempo perso..... quindi la morale è che quello che dicono di fare va fatto anche se si sentono dolorini vari, perchè come molti qui possono dirti i dolorini non sono altro che il segno che il ginocchio e la gamba si sta riadattando..... soprattutto in queste fasi iniziali dove certo non si rischia il sovraccarico (l'isometria più si fa meglio è)

La gamba operata così come stando ferma perde subito il tono muscolare, dal momento in cui torni ad usarla vedi miglioramenti quasi giornalieri (anche se più lenti della perdita di tono!!! ) e con il normale camminare che puoi fare all'inizio la gamba sana non è che ingrossa.... è proprio per quello che devi fare l'isometria tutta quella che ti hanno consigliato (a me ad es avevano detto di farla anche in quella sana in un rapporto di 1:2 perchè comunque si sta più fermi, a riposo, e anche l'altra, per via di circolazione, ecc.... un po' non gli fa male, anzi)
Poi quando inizierai gli esercizi più "attivi" li farai sempre con prevalenze ovvio sull'arto operato, che avrà modo di recuperare. Non è che per avere le gambe uguali devi far andare in ipotonia quella sana, :ciapet: .... ma devi migliorare quella operata, magari tutte e due le gambe ad un livello leggermente anche migliore di quello pre-operazione....
Ultima cosa: il primo periodo è anche quello in cui si fa elettrostimolazione (dopo aver tolto i punti, però!!!) perchè è qui in cui ha la maggior efficacia. Dopo due mesi serve a ben poco ed è inutile perchè a quel punto puoi fare già esercizi migliori della sola elettrostimolazione.

ciao

Marco83_an 17-09-2009 10:41

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28914910)
Anche x me nonostante l'età avanzata è stata la prima volta sotto i ferri, ma l'ho presa avendo fiducia che poi sarei stato bene (era facile però perchè venivo da ANNI di patimenti.....:mc: ) e così è stato più+ facile!
Vista la Malattia che hai, quindi la tecnica dell'intervento mi pare obbligata: semitendinoso + gracile, n'est pas? :D :D :D
A proposito, di solito la sindrome di osgood-schlatter colpisce gli adolescenti , e una volta terminata la crescita ossea a meno di non sollecitare oltremisura la malattia recede spontaneamente:
quindi te sei molto giovane..... oppure ti si è trasformata in tendinite rotulea all'inserzione tibiale??? :confused:
ciaoooo.

io so che la malattia me l'hanno riscontrata quando ero piccolo (penso 13-14 anni) però ho sempre giocato a calcio tranquillamente e mi ha dato fastidio all'inizio e poi ho smesso di sentire dolore.
Cmq ho 26 anni !

Quote:

Vista la Malattia che hai, quindi la tecnica dell'intervento mi pare obbligata: semitendinoso + gracile, n'est pas? :D :D :D
sinceramente nn ne ho la più pallida idea visto che ancora ne devo parlare col chirurgo che x ora mi ha semplicemente detto che opererà con un tagliett al lato del ginocchio anzicchè davanti :stordita:

gomma2408 17-09-2009 10:43

Aggiungo uno cose che mi ero scordato:
conosco bene la prima sensazione di "gamba moscia" iniziale, sembra che non ce la fai a tenerla tesa, ma è li che devi stringere i denti.... è proprio quella la difficoltà dell'esercizio!!! :read:
Una volta che ce la farai senza grossi problemi con 1kg (piuttosto che non fare l'esercizio a), fallo senza kg ma fallo!!) vedrai che ti farà aumentare progressivamente il peso.... e farai sempre fatica, ma ripeto sta proprio in queste difficoltà l'esercizio e l'allenamento, come tutti gli allenamenti/recuperi sono sempre al limite delle proprie possibilità proprio per stimolare la muscolatura a rinforzarsi.

ciao

gomma2408 17-09-2009 11:58

Quote:

Originariamente inviato da Marco83_an (Messaggio 28915632)
io so che la malattia me l'hanno riscontrata quando ero piccolo (penso 13-14 anni) però ho sempre giocato a calcio tranquillamente e mi ha dato fastidio all'inizio e poi ho smesso di sentire dolore.
Cmq ho 26 anni !



sinceramente nn ne ho la più pallida idea visto che ancora ne devo parlare col chirurgo che x ora mi ha semplicemente detto che opererà con un tagliett al lato del ginocchio anzicchè davanti :stordita:



Ah, quello che volevo dire... 26 anni, dal nick infatti si capiva che sei dell'83... ma siccome avevi scritto che HAI la malattia di osgood schlatter, pensavo che era tutt'ora in fase acuta....ecco il perchè della mia domanda.... invece come è la normalità, l'hai avuta fra i 10 e i 15 anni, come avviene nel 99% dei casi, e poi ti è sparita.... meglio così! avevo frainteso dalle tue parole.... sorry!

Se ti fa il taglietto laterale stai sicuro che ti fa s+g e non rotuleo (come pensavo l'ortopedico ha ritenuto opportuno non toccare il rotuleo anche e soprattutto perche hai avuto in età adolescenziale la osgood-schlatter che è una malattia comunque comune e senza conseguenze a quell'età)
in bocca al lupo!!!!

saeglopur 17-09-2009 12:34

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28915593)
Allora, l'isometria se te l'hanno detto di farla senza tutore (penso sia così, no?) è anche perchè altrimenti sforzeresti più i muscoli ischio-crurali (al bacino, insomma) e meno il quadricipite, che è quello da allenare, senza togliere il fatto che di per se' stesso il tutore pesa e quindi non hai la percezione di fare l'esercizio con 1kg o con 2kg, ecc...
Un mio amico si è operato + o meno quando me un anno e mezzo fa proprio a Roma dal tuo stesso chirurgo (quello di Totti:D ), e gli ha fatto mettere il tuttore ma era stato operato con rotuleo, fatto sta che lui è stato pigro finchè ha tenuto il tutore e le stampelle, è tornato dopo un mese da Mariani e gli ha fatto una ramanzina niente male..... poi è venuto in palestra (in condizioni oscene da quanto era indietro nella riabilitazione) ed ha recuperato più a fatica il tempo perso..... quindi la morale è che quello che dicono di fare va fatto anche se si sentono dolorini vari, perchè come molti qui possono dirti i dolorini non sono altro che il segno che il ginocchio e la gamba si sta riadattando..... soprattutto in queste fasi iniziali dove certo non si rischia il sovraccarico (l'isometria più si fa meglio è)

La gamba operata così come stando ferma perde subito il tono muscolare, dal momento in cui torni ad usarla vedi miglioramenti quasi giornalieri (anche se più lenti della perdita di tono!!! ) e con il normale camminare che puoi fare all'inizio la gamba sana non è che ingrossa.... è proprio per quello che devi fare l'isometria tutta quella che ti hanno consigliato (a me ad es avevano detto di farla anche in quella sana in un rapporto di 1:2 perchè comunque si sta più fermi, a riposo, e anche l'altra, per via di circolazione, ecc.... un po' non gli fa male, anzi)
Poi quando inizierai gli esercizi più "attivi" li farai sempre con prevalenze ovvio sull'arto operato, che avrà modo di recuperare. Non è che per avere le gambe uguali devi far andare in ipotonia quella sana, :ciapet: .... ma devi migliorare quella operata, magari tutte e due le gambe ad un livello leggermente anche migliore di quello pre-operazione....
Ultima cosa: il primo periodo è anche quello in cui si fa elettrostimolazione (dopo aver tolto i punti, però!!!) perchè è qui in cui ha la maggior efficacia. Dopo due mesi serve a ben poco ed è inutile perchè a quel punto puoi fare già esercizi migliori della sola elettrostimolazione.

ciao


capito! ancora una volta grazie mille, sei gentilissimo :D
vorrà dire che da oggi provo a farlo senza tutore, vediamo come va... il mio problema non è la pigrizia, è che sono una fifona!
per quanto riguarda l'elettrostimolazione mi informerò, i punti tanto li levo il 21. il tutore invece devo tenerlo per 3 settimane dall'operazione, quindi dovrei toglierlo il 29 (e francamente non vedo l'ora).

gomma2408 17-09-2009 12:36

Quote:

Originariamente inviato da saeglopur (Messaggio 28915247)

e poi, altra domanda: mi avete detto che dopo 2/3settimane di deambulazione a carico completo, senza tutore o stampelle, la gamba comincerà a riprendere un buon tono muscolare... ma questo camminando molto o facendo esercizi specifici sull'arto operato? perché ho paura che camminando poi si vada a rinforzare anche la gamba sinistra (quella normale) e che quindi la sproporzione resti costante.
._.

a questo forse ti ho risposto solo in parte ma ovvio che 2/3 settimane a carico completo significa che stai facendo anche l'adeguata fisioterapia.... in primis l'isometria! (gli esercizi che hai già ) sennò avrai solo dolori e pochi risultati... e dopo faticherai di più.....se non inizi da subito con quello che hanno previsto per te (ricordo come ho fatto con tutti qui che ogni programma è in buona parte personalizzato, a seconda del sesso, conformazione fisica, risposta all'operazione, protocollo riabilitativo scelto dal fisioterapista e/o dall'ortopedico, ecc.... quindi quello che ha fatto uno non è detto che sia valido per altri, unica regola generale è che il riposo assoluto non è più accettato come terapia, come facevano 20 anni fa facendo mettere un tutore bloccato per 2 mesi!!!!)

gomma2408 17-09-2009 12:41

Quote:

Originariamente inviato da saeglopur (Messaggio 28917575)
capito! ancora una volta grazie mille, sei gentilissimo :D
vorrà dire che da oggi provo a farlo senza tutore, vediamo come va... il mio problema non è la pigrizia, è che sono una fifona!
per quanto riguarda l'elettrostimolazione mi informerò, i punti tanto li levo il 21. il tutore invece devo tenerlo per 3 settimane dall'operazione, quindi dovrei toglierlo il 29 (e francamente non vedo l'ora).

fallo senza tutore se l'ortopedico/chirurgo te l'ha detto di farlo così, altrimenti lo devi fare con il tutore, ma mi sembrerebbe strano... ma come ti ho spiegato sopra dipende da caso a caso: nel dubbio ricontatta il chirurgo o qualcuno della sua équipe, penso ti avranno dato qualche contatto in caso di dubbi/problemi.

Ogni volta hai un dubbio non esitare e chiedi a chi ti ha operato o ti segue nel post-operatorio, mi raccomando, pur con tutto il rispetto verso tutti qui nel forum se hai dei dubbi non seguire alla cieca una cosa letta su internet, qui ti puoi solo confrontare, non perchè non sia valida o perchè si dicono cose non vere, sono tutte giuste e vere (ci siamo passati tutti!!!!) , ma solo perchè ognuno ha il suo percorso ottimale di riabilitazione e solo chi ti ha operato sa con esattezza qual'è....
ciao ciaooo

Marco83_an 17-09-2009 13:21

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28916980)
Ah, quello che volevo dire... 26 anni, dal nick infatti si capiva che sei dell'83... ma siccome avevi scritto che HAI la malattia di osgood schlatter, pensavo che era tutt'ora in fase acuta....ecco il perchè della mia domanda.... invece come è la normalità, l'hai avuta fra i 10 e i 15 anni, come avviene nel 99% dei casi, e poi ti è sparita.... meglio così! avevo frainteso dalle tue parole.... sorry!

Se ti fa il taglietto laterale stai sicuro che ti fa s+g e non rotuleo (come pensavo l'ortopedico ha ritenuto opportuno non toccare il rotuleo anche e soprattutto perche hai avuto in età adolescenziale la osgood-schlatter che è una malattia comunque comune e senza conseguenze a quell'età)
in bocca al lupo!!!!

...crepi il lupo !

cmq vi terrò aggiornati e continuerò a farvi domande se necessario :D
Grasssssie a tutti.

alex642002 17-09-2009 13:29

Quote:

Originariamente inviato da Marco83_an (Messaggio 28914291)
.. ho la MALATTIA DI OSGOOD-SHLATTER ..

Cos'è?:confused:

alex642002 17-09-2009 13:42

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28915593)
Allora, l'isometria se te l'hanno detto di farla senza tutore (penso sia così, no?) è anche perchè altrimenti sforzeresti più i muscoli ischio-crurali (al bacino, insomma) e meno il quadricipite, che è quello da allenare, senza togliere il fatto che di per se' stesso il tutore pesa e quindi non hai la percezione di fare l'esercizio con 1kg o con 2kg, ecc...
Un mio amico si è operato + o meno quando me un anno e mezzo fa proprio a Roma dal tuo stesso chirurgo (quello di Totti:D ), e gli ha fatto mettere il tuttore ma era stato operato con rotuleo, fatto sta che lui è stato pigro finchè ha tenuto il tutore e le stampelle, è tornato dopo un mese da Mariani e gli ha fatto una ramanzina niente male..... poi è venuto in palestra (in condizioni oscene da quanto era indietro nella riabilitazione) ed ha recuperato più a fatica il tempo perso..... quindi la morale è che quello che dicono di fare va fatto anche se si sentono dolorini vari, perchè come molti qui possono dirti i dolorini non sono altro che il segno che il ginocchio e la gamba si sta riadattando..... soprattutto in queste fasi iniziali dove certo non si rischia il sovraccarico (l'isometria più si fa meglio è)

La gamba operata così come stando ferma perde subito il tono muscolare, dal momento in cui torni ad usarla vedi miglioramenti quasi giornalieri (anche se più lenti della perdita di tono!!! ) e con il normale camminare che puoi fare all'inizio la gamba sana non è che ingrossa.... è proprio per quello che devi fare l'isometria tutta quella che ti hanno consigliato (a me ad es avevano detto di farla anche in quella sana in un rapporto di 1:2 perchè comunque si sta più fermi, a riposo, e anche l'altra, per via di circolazione, ecc.... un po' non gli fa male, anzi)
Poi quando inizierai gli esercizi più "attivi" li farai sempre con prevalenze ovvio sull'arto operato, che avrà modo di recuperare. Non è che per avere le gambe uguali devi far andare in ipotonia quella sana, :ciapet: .... ma devi migliorare quella operata, magari tutte e due le gambe ad un livello leggermente anche migliore di quello pre-operazione....
Ultima cosa: il primo periodo è anche quello in cui si fa elettrostimolazione (dopo aver tolto i punti, però!!!) perchè è qui in cui ha la maggior efficacia. Dopo due mesi serve a ben poco ed è inutile perchè a quel punto puoi fare già esercizi migliori della sola elettrostimolazione.

ciao

Esatto!Ti dico il mio semplice esempio:io a fisioterapia i primi tempi non riuscivo a mettere in iperestensione(a sollevare il tallone stando sdraiato con la gamba fino al ginocchio a terra)la gamba operata neanche di 1 cm.Ero un pò preoccupato,perchè prima ci riuscivo,e la fisioterapista mi disse che sarebbe passato quando avrei iniziato a CARICARE.Dopo qualche mese infatti la gamba è normale.Appena tolte le stampelle ho zoppicato per diverse settimane,addirittura non potevo prendere i mezzi pubblici,e poi è passata,e dopo un pò ho corso.All'inizio facevo fatica a SALIRE le scale,poi solo a SCENDERLE,poi solo a scenderle di corsa,e alla fine quest'estate ho fatto trekking.E' solo questione di tempo ;)

Marco83_an 18-09-2009 08:21

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 28918534)
Cos'è?:confused:

da wikipedia

Quote:

La sindrome di Osgood-Schlatter o osteocondrosi dell'apofisi tibiale anteriore è un processo degenerativo a carico della tuberosità tibiale. Fa parte del gruppo di sindromi note come osteocondrosi, in passato denominate osteocondriti anche se non si tratta di processi infiammatori ma degenerativi.

Questa malattia è tipica dell'età pre-adolescenziale, quindi frequente nei ragazzi fra i 10-14 anni. Il più delle volte colpisce una sola gamba, ma si può verificare anche in entrambe le gambe contemporaneamente. La malattia finisce verso i 18-20 anni, con il cessare della crescita e grazie alla calcificazione delle ossa.
http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrom...good-Schlatter

in pratica ho sentito dolore solo quando è venuta fuori , dopodichè ho continuato la mia vita (e lo sport) tranquillamente ;)

gomma2408 18-09-2009 08:26

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 28918534)
Cos'è?:confused:

è una sindrome che viene in età adolescenziale e colpisce la tuberosità tibiale anteriore che è la zona di accrescimento dell'osso e quindi è più tenera a quell'età, ed essendo dove si inserisce inferiormente anche il tendine rotuleo (sulla tibia appunto) se uno fa sport e carica troppo per l'età e per le prorpie caratteristiche, il tendine può infiammarsi in quanto l'osso dove è attaccato può presentare microfratture che guariscono osservando il riposo arrestando l'attività e che passa definitivamente una volta terminata la fase di crescita e di consolidamento dell'osso. Solo in pochi casi le micro fratture vanno trattate chirurgicamente per rimuovere eventuali frammenti ossei che non si risaldano e rimangono nel tendine provocando dolore come una normale tendinite!

:read:

cavolo, visto solo ora anticipato di 5 minuti mentre scrivevo...... ehheheehehhehe

carmine petrillone 21-09-2009 10:59

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28928771)
è una sindrome che viene in età adolescenziale e colpisce la tuberosità tibiale anteriore che è la zona di accrescimento dell'osso e quindi è più tenera a quell'età, ed essendo dove si inserisce inferiormente anche il tendine rotuleo (sulla tibia appunto) se uno fa sport e carica troppo per l'età e per le prorpie caratteristiche, il tendine può infiammarsi in quanto l'osso dove è attaccato può presentare microfratture che guariscono osservando il riposo arrestando l'attività e che passa definitivamente una volta terminata la fase di crescita e di consolidamento dell'osso. Solo in pochi casi le micro fratture vanno trattate chirurgicamente per rimuovere eventuali frammenti ossei che non si risaldano e rimangono nel tendine provocando dolore come una normale tendinite!

:read:

cavolo, visto solo ora anticipato di 5 minuti mentre scrivevo...... ehheheehehhehe




ciao..è passato un mese e e 15 gg dall'operazione... ho già fatto tre settimane di palestra... il mio fisioterapista mi ha visitato sabato e mi ha detto di fare altre due settimane con lo stesso programma solo aumentando un po i carichi... il tapiroulant lo faccio senza fatica a 6 km allora cioè camminata veloce... il leg curl penso si chiami cosi.. lo faccio a 25kg... la pressa la faccio con 40kg però mi ha assolutamente vietato di fare la leg extension è normale???
poi capita anche a voi che la notte il dolore aumenta??:)

gomma2408 21-09-2009 13:51

Quote:

Originariamente inviato da carmine petrillone (Messaggio 28967497)
ciao..è passato un mese e e 15 gg dall'operazione... ho già fatto tre settimane di palestra... il mio fisioterapista mi ha visitato sabato e mi ha detto di fare altre due settimane con lo stesso programma solo aumentando un po i carichi... il tapiroulant lo faccio senza fatica a 6 km allora cioè camminata veloce... il leg curl penso si chiami cosi.. lo faccio a 25kg... la pressa la faccio con 40kg però mi ha assolutamente vietato di fare la leg extension è normale???
poi capita anche a voi che la notte il dolore aumenta??:)

Ciao, mi devi scusare ma non mi ricordo mai di nessuno con che tecnica è stato operato.... comunque, in ogni caso, dopo 1 mese e 1/2 la leg extension è presto anche se operato con s+g, non parliamo neanche se con rotuleo.... questo per la maggior parte dei protocolli riabilitativi (io faccio riferimento comunque ad un protocollo di "precoce mobilizzazione"). Infatti la leg-ext. si inizia proprio da 1 mese e mezzo/ due ( con s+g) facendo l'ELASTICO, ovvero la fai in isometria con un elastico tenue. Altrimenti con rotuleo il tutto è posticipato, e di molto per la leg ext. con pesi..... rischio di tendiniti!
La leg-press non è correlata alla leg ext., con il rotuleo quella si inizia comunque prima, e per i dolori la notte..... ti posso dire che a me succedeva la stessa cosa, anzi pur stanco quando tornavo dalla palestra stavo molto bene, poi con il rilassamento a letto magari la notte venivano fuori fitte e fittine varie, magari non dolori forti, ma solo fastidiosi, che andavanao e venivano...... ma lo deve fare!
ciao ;)

carmine petrillone 21-09-2009 16:30

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28970296)
Ciao, mi devi scusare ma non mi ricordo mai di nessuno con che tecnica è stato operato.... comunque, in ogni caso, dopo 1 mese e 1/2 la leg extension è presto anche se operato con s+g, non parliamo neanche se con rotuleo.... questo per la maggior parte dei protocolli riabilitativi (io faccio riferimento comunque ad un protocollo di "precoce mobilizzazione"). Infatti la leg-ext. si inizia proprio da 1 mese e mezzo/ due ( con s+g) facendo l'ELASTICO, ovvero la fai in isometria con un elastico tenue. Altrimenti con rotuleo il tutto è posticipato, e di molto per la leg ext. con pesi..... rischio di tendiniti!
La leg-press non è correlata alla leg ext., con il rotuleo quella si inizia comunque prima, e per i dolori la notte..... ti posso dire che a me succedeva la stessa cosa, anzi pur stanco quando tornavo dalla palestra stavo molto bene, poi con il rilassamento a letto magari la notte venivano fuori fitte e fittine varie, magari non dolori forti, ma solo fastidiosi, che andavanao e venivano...... ma lo deve fare!
ciao ;)


intanto grazie... comunque io sono stato operato con il rotuleo... si infatti sono fastidi piu che altro non dolori insopportabili... ma secondo voi ce la faccio a tornare a giocare per gennaio??? inizio ad avere dei dubbi su questo:( :confused:

gomma2408 22-09-2009 07:53

Quote:

Originariamente inviato da carmine petrillone (Messaggio 28972673)
intanto grazie... comunque io sono stato operato con il rotuleo... si infatti sono fastidi piu che altro non dolori insopportabili... ma secondo voi ce la faccio a tornare a giocare per gennaio??? inizio ad avere dei dubbi su questo:( :confused:

Per gennaio (ovvio FINE gennaio) saresti comunque un po' ristretto coi tempi.... si parla di 5 mesi e mezzo/sei.... il che andrebbe bene per un giocatore professionista, che parte da una situazione al top della forma (forse sei un professionista anche te, non lo so....:D ) e poi fa fisioterapia per 6/8 ore al giorno.... e le regge soprattutto!!! In questi casi bastano anche solo 5 mesi....

Come spiegato con il rotuleo la completa fissazione del neolegamento avviene prima che con s+g grazie al fissaggio con contatto osso/osso, però è più traumatico per altre strutture, in primis la catena estensoria (quadricipite) a causa del preleivo di parte del tendine rotuleo, che indebolisce non poco la gamba, e per riprendere avendo una buona sensazione di sicurezza e forza, ci vuole sempre il suo tempo. Comunque vedrai strada facendo, e te lo diranno i fisioterapisti e/o il chirurgo, anche se io aspetterei almeno marzo..... meglio per bene che rischiare qualcos'altro per la debolezza della gamba non pienamente recuperata..... ocnsidera che ancora non stai facendo praticamente niente sotto carico significativo..... (no leg-extension, che farai fra un mese, penso, e alla pressa i kg sono ancora abbastanza limitati....)
ciao ;)

Stefano Landau 22-09-2009 16:25

Camminate......lunghe e intense
 
Sono appena tornato da 5 giorni di ferie a Stoccolma. Non ho fatto nulla di particolare se non il fatto di fare il turista.
Uscivo dall'albergo tra le 8 e le 9 del mattino per rientrarci alle tra le 8 e le 9 di sera.
Mi sono mosso solo a piedi, tranne due gite in battello.
Questo vuol dire che per 3 giorni di fila (Gli altri due giorni sono stati quelli di viaggio dove mi sono mosso di meno....) mi sono fatto tra i 20 ed i 25 km a piedi salendo e scendendo scalinate ecc. (visite ai musei) compresi i 100 e passa metri di dislivello di scale che ho fatto per salire sulla torre del Municipio. Alla fine avrò fatto in 5 giorni tra i 70 ed i 90 km a piedi........

A parte l'inevitabile mal di piedi a fine giornata ed i soliti dolorini vari (soprattutto nel salire e scendere le scale, ma costante e sopportabile) è andato tutto bene. (Mi dava più fastidio il polpaccio della gamba sana, per mancanza di allenamento ......, che la gamba operata in generale )

Piccola precisazione : Tutte le camminate le ho fatte con un sovraccarico di 6-8 kg (se non 10.... non l'ho pesato) tra zaino con attrezzatura fotografica (Nikon D90 + 3 obiettivi + Flash con relative batterie), Pile (inteso come maglione, non come batterie) di riserva k-way ombrello (mai usati visto il tempo) cartine e guide varie di Stoccolma.

Piccolo OffTopic....... che tempo Spettacolare che ho trovato. Sabato sera ho cenato all'aperto solo con una Lacoste (a manica lunga) e di giorno quella stessa Lacoste era fin troppo calda........ )
Gli altri giorni era un po' più fresco, ma il massimo che ho usato è stata una felpa di cotone.......
Fine Off Topic


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 10:37.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.