Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


supersalam 02-04-2011 19:19

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34847188)
Secondo voi è troppo presto fare la radiografia di controllo dopo 25 giorni?

Perchè filippo? Hai paura che qualcosa non stia andando bene?

filippo881 03-04-2011 13:48

No no anzi, tutto a posto. Però devo fare la visita di controllo il 15 aprile e devo portare la radiografia. Solo che l'ho prenotata già per domani (a 25 giorni dall'intervento) e non vorrei che fosse troppo presto rispetto alla data del controllo.

ABCcletta 03-04-2011 20:35

Dopo 2 mesi e mezzo, noto che ancora bisogna avere accortezza con l'esercizio, anche moderato. Sono andato in gita di lavoro per 3 o 4 giorni e ne ho approfittato per camminare, cosa che mi piace tantissimo quando visito posti nuovi.

Beh ho fatto parecchi chilometri e ogni giorno tornavo in hotel col ginocchio dolente. Ora che sono tornato ho ancora un po di dolore.

gomma2408 04-04-2011 08:51

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34853692)
Dopo 2 mesi e mezzo, noto che ancora bisogna avere accortezza con l'esercizio, anche moderato. Sono andato in gita di lavoro per 3 o 4 giorni e ne ho approfittato per camminare, cosa che mi piace tantissimo quando visito posti nuovi.

Beh ho fatto parecchi chilometri e ogni giorno tornavo in hotel col ginocchio dolente. Ora che sono tornato ho ancora un po di dolore.

eh, va bene... se hai fatto "parecchi chilometri" :D direi che è normale avere il ginocchio dolente dopo neanche tre mesi..... considera che ancora secondo il protocollo riabilitativo più comune, non puoi correre, puoi solo iniziare a cammianre, appunto, un po' più a lungo... ad es. al mio centro dai due mesi si inizia a camminare ma sul tapis roulant, e all'inizio solo per 5 minuti... poi max 15 minuti.... quindi ... penso ti vada più che bene, no? ;)


@ juninho85: come a te, anche a me non hanno mai prescritto una radiografia di controllo.....:rolleyes: neanche dopo un anno!!!

@supersalam: tanto per riportare ognuno la propria esperienza, la cyclette io l'ho iniziata dopo circa 20 giorni.... sellino alto, 3 minuti, la seconda seduta 5 min, poi 7, e dalla quarta in poi 10 minuti. ;)

supersalam 04-04-2011 09:23

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34855635)
eh, va bene... se hai fatto "parecchi chilometri" :D direi che è normale avere il ginocchio dolente dopo neanche tre mesi..... considera che ancora secondo il protocollo riabilitativo più comune, non puoi correre, puoi solo iniziare a cammianre, appunto, un po' più a lungo... ad es. al mio centro dai due mesi si inizia a camminare ma sul tapis roulant, e all'inizio solo per 5 minuti... poi max 15 minuti.... quindi ... penso ti vada più che bene, no? ;)


@ juninho85: come a te, anche a me non hanno mai prescritto una radiografia di controllo.....:rolleyes: neanche dopo un anno!!!

@supersalam: tanto per riportare ognuno la propria esperienza, la cyclette io l'ho iniziata dopo circa 20 giorni.... sellino alto, 3 minuti, la seconda seduta 5 min, poi 7, e dalla quarta in poi 10 minuti. ;)

Io invece il tapis roulant (camminando) l'ho iniziato giovedì scorso, a 15gg dall'operazione.
Forse un po troppo precocemente? Il mio fisioterapista è un tipo anziano, non molto aggiornato ma ha esperienza. Al massimo cosa potrebbe succedermi? Mi rovino i menischi?

Delfino81 04-04-2011 10:24

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34855635)
eh, va bene... se hai fatto "parecchi chilometri" :D direi che è normale avere il ginocchio dolente dopo neanche tre mesi..... considera che ancora secondo il protocollo riabilitativo più comune, non puoi correre, puoi solo iniziare a cammianre, appunto, un po' più a lungo... ad es. al mio centro dai due mesi si inizia a camminare ma sul tapis roulant, e all'inizio solo per 5 minuti... poi max 15 minuti.... quindi ... penso ti vada più che bene, no? ;)


@ juninho85: come a te, anche a me non hanno mai prescritto una radiografia di controllo.....:rolleyes: neanche dopo un anno!!!

@supersalam: tanto per riportare ognuno la propria esperienza, la cyclette io l'ho iniziata dopo circa 20 giorni.... sellino alto, 3 minuti, la seconda seduta 5 min, poi 7, e dalla quarta in poi 10 minuti. ;)


ma a camminare nn si inizia dopo un mese quando si lasciano le stampelle? intendo nn lunghe passeggiate ma almeno a camminare...

comunque seguivo la storia di una persona di 46 anni su un altro forum che ha leionato il crociato 20 anni fa, e nel frattempo si è consumato tt i menischi e la cartilagine (nn ho capito se era solo x la lesione del crociato o aveva altri problemi!) ha fatto unìoperazione con tendine da cadavwre piu microfratture per la crtulagine ( nn ne ha piu, il prof, ha voluto provare questa strada prima di mettere la protesi) e ha cominiato a camminare poco (in modo dolente) e a lasciare le stampelle a 75 giorni dall'intervento...2 mesi e mezzo òstrega! :mbe: spero per lui che vada tutto bene!

il mio medico di famiglia invece anxche lui si è operato dopo 20 anni, ma la cartilagine stava ancora al suo posto!

io come vi dissi qualche topic fa, non so se preoccuparmi dell'espressione "condropatia rotulea2 il medico che mi ha visitato ha detto che nla situazione è rimasta invariata rispetto a 4 anni fa, allora però l'espressione usata dalla risoanzna fu iperpressione femoro rotulea...boh!

alex642002 04-04-2011 10:56

Bis!
 
Anche una mia collega ha fatto il bis:dopo un ginocchio,operato,ora tocca all'altro!:cry:

Stefano Landau 04-04-2011 11:52

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34851047)
No no anzi, tutto a posto. Però devo fare la visita di controllo il 15 aprile e devo portare la radiografia. Solo che l'ho prenotata già per domani (a 25 giorni dall'intervento) e non vorrei che fosse troppo presto rispetto alla data del controllo.

Dopo l'operazione ho fatto solo una visita un mese dopo e l'ultima a 4 mesi dall'intervento.
Poi più nulla.
Ho solo poi fatto 1 anno dopo la visita per l'assicurazione per i punti d'invalidità.
Se non ci sono problemi penso sia inutile (e costoso) sottoporsi a radiografie o risonanze........

ABCcletta 04-04-2011 12:22

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34855635)
eh, va bene... se hai fatto "parecchi chilometri" :D direi che è normale avere il ginocchio dolente dopo neanche tre mesi..... considera che ancora secondo il protocollo riabilitativo più comune, non puoi correre, puoi solo iniziare a cammianre, appunto, un po' più a lungo... ad es. al mio centro dai due mesi si inizia a camminare ma sul tapis roulant, e all'inizio solo per 5 minuti... poi max 15 minuti.... quindi ... penso ti vada più che bene, no? ;)

Ma certo figurati. In effetti c'ho dato dentro con una decina di km di camminata al giorno :D
Comunque oggi è tornato tutto nella norma, il dolore è scomparso. Mi faccio un po di riposo e domani torno in palestra!

gomma2408 04-04-2011 12:46

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34856181)
ma a camminare nn si inizia dopo un mese quando si lasciano le stampelle? intendo nn lunghe passeggiate ma almeno a camminare...

comunque seguivo la storia di una persona di 46 anni su un altro forum che ha leionato il crociato 20 anni fa, e nel frattempo si è consumato tt i menischi e la cartilagine (nn ho capito se era solo x la lesione del crociato o aveva altri problemi!) ha fatto unìoperazione con tendine da cadavwre piu microfratture per la crtulagine ( nn ne ha piu, il prof, ha voluto provare questa strada prima di mettere la protesi) e ha cominiato a camminare poco (in modo dolente) e a lasciare le stampelle a 75 giorni dall'intervento...2 mesi e mezzo òstrega! :mbe: spero per lui che vada tutto bene!

il mio medico di famiglia invece anxche lui si è operato dopo 20 anni, ma la cartilagine stava ancora al suo posto!

io come vi dissi qualche topic fa, non so se preoccuparmi dell'espressione "condropatia rotulea2 il medico che mi ha visitato ha detto che nla situazione è rimasta invariata rispetto a 4 anni fa, allora però l'espressione usata dalla risoanzna fu iperpressione femoro rotulea...boh!

si certo... io intendo camminare un po' più velocemente e farlo come esercizio... per andare al giro, anche se magari può essere anche più stressante per il ginocchio (dipende dove vai....:D ) lo fai dopo lasciate le stampelle, ma almeno io all'inizio oltre fare gli esercizi per ore tutti i giorni o quasi, non è che riuscissi anche a camminare molto, eh... poi se si parla in casa, o un giretto intorno casa, allora, certo che si cammina, e bene.... ;) più o meno!

La condropatia rotulea come sapete anche io ce l'ho da anni ormai. E' una situazione che identifica una patologia alla pari della semplice iperpressione femoro rotulea... ma se vi sono state variazioni in meglio o peggio te lo dice appunto il medico visionando gli esami (risonanza, ecc...) fatti a distanza di tempo fra loro... L'iperpressione femoro/rotulea è una situazione temporanea che si può avere, ad esempio, se cala il tono del vasto mediale, che rinforzato, fa ridurre questa iperpressione. La condropatia invece è una sindrome patologica il cui grado identifica anche la gravità dell'interessamento a livello cartilagineo.... questo è l'importante!.
Ovvio chi ha problemi cartilaginei seri tanto da necessitare di intervento chirurgico (come fare microfori nel tessuto osseo per stimolarne la ricrescita, le "microfratture" che hai detto te, Delfino...) prima di metterci su del carico deve aspettare anche mesi. E' venuto in palestra dove andavo io un ragazzo (ormai quarantenne anche lui...:D ) che altro non faceva che maratone e mezze maratone, da dilettante, ma si era dovuto operare per il danno alle cartilagini che aveva.... e prima di poter fare anche solo la cyclette sono passati un mese e mezzo.... e comunque aveva dolore... purtroppo rimedi efficaci al 100% per la cartilagine, non ve ne sono per tornare come prima, si arriva in ultimo a fare le protesi di ginocchio (e non torni certo come prima, ti aiutano solo a fare le attività quotidinae normali, non lo sport....) ;)

Delfino81 04-04-2011 15:18

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34857422)
si certo... io intendo camminare un po' più velocemente e farlo come esercizio... per andare al giro, anche se magari può essere anche più stressante per il ginocchio (dipende dove vai....:D ) lo fai dopo lasciate le stampelle, ma almeno io all'inizio oltre fare gli esercizi per ore tutti i giorni o quasi, non è che riuscissi anche a camminare molto, eh... poi se si parla in casa, o un giretto intorno casa, allora, certo che si cammina, e bene.... ;) più o meno!

La condropatia rotulea come sapete anche io ce l'ho da anni ormai. E' una situazione che identifica una patologia alla pari della semplice iperpressione femoro rotulea... ma se vi sono state variazioni in meglio o peggio te lo dice appunto il medico visionando gli esami (risonanza, ecc...) fatti a distanza di tempo fra loro... L'iperpressione femoro/rotulea è una situazione temporanea che si può avere, ad esempio, se cala il tono del vasto mediale, che rinforzato, fa ridurre questa iperpressione. La condropatia invece è una sindrome patologica il cui grado identifica anche la gravità dell'interessamento a livello cartilagineo.... questo è l'importante!.
Ovvio chi ha problemi cartilaginei seri tanto da necessitare di intervento chirurgico (come fare microfori nel tessuto osseo per stimolarne la ricrescita, le "microfratture" che hai detto te, Delfino...) prima di metterci su del carico deve aspettare anche mesi. E' venuto in palestra dove andavo io un ragazzo (ormai quarantenne anche lui...:D ) che altro non faceva che maratone e mezze maratone, da dilettante, ma si era dovuto operare per il danno alle cartilagini che aveva.... e prima di poter fare anche solo la cyclette sono passati un mese e mezzo.... e comunque aveva dolore... purtroppo rimedi efficaci al 100% per la cartilagine, non ve ne sono per tornare come prima, si arriva in ultimo a fare le protesi di ginocchio (e non torni certo come prima, ti aiutano solo a fare le attività quotidinae normali, non lo sport....) ;)

cioè questo ragazzone 40enne :D si è fottuto le cartilagini a furia di far sport ad altisima intensità ??(le maratone non so na passeggiata, nè la pèartitella scapoli contro ammogliati :D ) porca miseria....nn poteva darsi al sesso sfrenato? :D

scherzi a parte, anche in questo caso, i pareri son sempre contrastanti, c'è chi dice che (parliamdo di ginocchia e articolazioni sane) l'eccessiva sedentarietà pota all'usura delle cartilaginiu (un po' come quelli che hanno la macchina sempre in garage!), però c'è anche ci ice che lo sport ecessivo puo far danni!

la protesi sinceramente è un intervento che mi fa venire la pelle d'oca al solo pensiero, anche se che so magari lo dovrò fare a 50-60 anni :doh: , spero davvero che fra tt le ricerche che fanno su questo front, (staminali, gel piastrinico, gel ai nanotubi, ecc) trovino qualcosa in grado di eliminare le protesi...

riguardo la mia condropatia, io chiesi al radiologo che mi ha fatto la risonanza in che stato era e mi ha detto "è un leggero schiaccciamento caetilagineo, appena accennato), l'ortopedico che poi mi ha visto la risonanza ha detto che la situazione è uguale a quella di 4 anni fa (allora però il referto paralva di iperpressione)......

piu che altro io non ho capito se l'iperpressione femoro rotulea o condropatia che dir si voglia, abbia un qualche legame con la lesione legamentosa.... anche quando leggo richiest di consulti (ormai sul web mi sto a fa na cultura come pochi :D ) molti che riportatno il referto di una risonanza con rottura LCA, cc'hanno anche sta cavoldo di iprepressione....forse perchè un legamento lacerato comunqu fa abbassare in modo rilvante il tono muscolare (il legamrno operato anche qualcosa di piu è risaputo), vasto mediale compreso, e quindi il comparto femoro rotuleo reagisce cosi??

peggio ancora forse per chi lacera (anche o soo) l'LCP, perchè una volta lessi che il crociato posteriore, anche se fa avvertire minori sensazioni di cedimento o distorsioni, (almeno nella vita quotidiana) comuqnue sottopone la gamba a un continuo "silente" stress femoro rotuleo, in quanto proprio il comparto femoro rotuleo si "impegna" di piu per contrastare la forza di gravità che manderebbe indietro la tivbita rispetto al femore... (scusate se mi esprimo in termini "pacchiani" :D )..

e infatti il principale nemico anche nella riabilitazione post operatoria del crociato posteriore, almeno ile prime setimane, è proprio la forza di gravità, che prevedono coke protocollo delle accortezze che i "colleghi" di crociato anteriroe non hanno.... un tutore (qua non c'è protocollo "conservatore o "aggressivo" cjhe tenga, con l'LCP, il tutore si usa sempre ;) ) con un cuscinetto post tibiale che serva appunto a sorreggere la tibia dalal forza di gavità, e negli esercizi di flessione assistita, il fisioterapista deve essere bene attento sempre a sorreggere la tibia... :stordita:

gillu 04-04-2011 22:43

Quote:

Originariamente inviato da supersalam (Messaggio 34841622)
Io ho iniziato ieri per un minuto e oggi per un minuto e mezzo.

Con oggi sono a 16gg dall'operazione e ho finito la seconda settimana di fisioterapia.

Ho iniziato al 16° giorno.
Più di mezz'oretta, ma senza forzare... Superato il male per le prime pedalate, prendevo il ritmo ed andavo senza troppi problemi. Ritengo abbia contribuito a migliorare la mobilità nei primi giorni con le stampelle e carico assistito (giusto per ricordare il mio protocollo: 0-15 scarico totale e riposo funzionale assoluto, solo sollevamento gamba 3/4 volte al giorno, poi da 15 a 30 carico assistito ed inizio fisio, dal 30 senza stampelle).

gillu 04-04-2011 22:45

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34847188)
Secondo voi è troppo presto fare la radiografia di controllo dopo 25 giorni?

Io l'ho fatto esattamente dopo quattro settimane (a 15 gg. dall'inizio della fisio).
Nel mio caso le viti non si sono mosse. :D

gillu 04-04-2011 22:56

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34853692)
Dopo 2 mesi e mezzo, noto che ancora bisogna avere accortezza con l'esercizio, anche moderato. Sono andato in gita di lavoro per 3 o 4 giorni e ne ho approfittato per camminare, cosa che mi piace tantissimo quando visito posti nuovi.

Beh ho fatto parecchi chilometri e ogni giorno tornavo in hotel col ginocchio dolente. Ora che sono tornato ho ancora un po di dolore.

Nel fine settimana, a distanza di 5 settimane dall'intervento, mi sono finalmente dedicato a qualche tranquilla (ma non cortissima, a dire il vero) passeggiata.

Non so se ho fatto bene (leggendo poi anche l'intervento di Gomma), però mi sentivo e penso di aver fatto, solo domenica sera, almeno 5 km...

Il ginocchio non è gonfiato e non ho sentito dolore, se non ad una delle ferite (non quella del prelievo, bensì quella in corrispondenza della rotula).

Sto cercando di imparare ad "ascoltare" il ginocchio, per capire la natura dei dolori e quindi se provengono dai muscoli piuttosto che non dall'articolazione...

Al momento il problema più grande è la stanchezza: mi affatico subito!!!
Un quarto d'ora di camminata mi sfianca come una corsa di 10 km!
Spero di recuperare anche la resistenza!

PS: ma per raduno inizialmente ipotizzato per l'8 / 15 maggio nessuno ha risposta alla convocazione oltre al sottoscritto?

gillu 04-04-2011 22:59

infine un ultimo consiglio per chi non ha a disposizione acque termali come gomma oppure centri con idromassaggio....

Per il gonfiore utilizzo, alternativamente al ghiaccio, l'argilla.
Si acquista in farmacia già preparata per essere spalmata.
Una passata sul ginocchio e via, si lascia agire e dopo quindici minuti è asciutta.

Mi allevia la sensazione di pesantezza, specie dopo il lavoro riabilitativo.

alex642002 04-04-2011 23:05

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 34863129)
Nel fine settimana, a distanza di 5 settimane dall'intervento, mi sono finalmente dedicato a qualche tranquilla (ma non cortissima, a dire il vero) passeggiata.

Non so se ho fatto bene (leggendo poi anche l'intervento di Gomma), però mi sentivo e penso di aver fatto, solo domenica sera, almeno 5 km...

Il ginocchio non è gonfiato e non ho sentito dolore, se non ad una delle ferite (non quella del prelievo, bensì quella in corrispondenza della rotula).

Sto cercando di imparare ad "ascoltare" il ginocchio, per capire la natura dei dolori e quindi se provengono dai muscoli piuttosto che non dall'articolazione...

Al momento il problema più grande è la stanchezza: mi affatico subito!!!
Un quarto d'ora di camminata mi sfianca come una corsa di 10 km!
Spero di recuperare anche la resistenza!

PS: ma per raduno inizialmente ipotizzato per l'8 / 15 maggio nessuno ha risposta alla convocazione oltre al sottoscritto?

Anche io.Per ora siamo io,te e Gomma :ubriachi:

alex642002 04-04-2011 23:10

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34858919)
scherzi a parte, anche in questo caso, i pareri son sempre contrastanti, c'è chi dice che (parliamdo di ginocchia e articolazioni sane) l'eccessiva sedentarietà pota all'usura delle cartilaginiu (un po' come quelli che hanno la macchina sempre in garage!), però c'è anche ci ice che lo sport ecessivo puo far danni!

Sull'ultimo numero di Focus c'era proprio un articolo su questo:lo sport fa bene se fatto in maniera moderata;fatto in maniera agonistica prima o poi fa scontare le conseguenze.C'era anche un intervista a un pallavolista delle parti di Gomma,che forse lui conosce.

gomma2408 05-04-2011 08:45

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34858919)
cioè questo ragazzone 40enne :D si è fottuto le cartilagini a furia di far sport ad altisima intensità ??

.....

piu che altro io non ho capito se l'iperpressione femoro rotulea o condropatia che dir si voglia, abbia un qualche legame con la lesione legamentosa....

.....


Allora, questo "ragazzo" faceva sport a livello amatoriale, si allenava però anche con atleti di livello alto (professionisti veri e propri ce ne sono pochi in chi fa le maratone.... non guadagnano un gran chè!!! :p ) e con una frequenza elevata.
Una lesione meniscale pregressa, quasi asintomatica (nel senso che non gli aveva dato poi così tanto fastidio, o per lo meno occasionalmente...) , legata ad una predisposizione fisica (si ribatte sempre lì, ognuno è UNICO e Irripetibile....) aveva portato ad una infiammazione cartilaginea a lungo andare cronicizzata (il dolore e i fastidi agli inizi sono modesti e sopportabili...) ed il cui danno poi è stato tale da impedire qualsiasi attività sportiva e in parte anche quotidiana.... da lì l'operazione al menisco e alle cartilagini non so bene cosa abbia fatto.... comunque gli sono rimaste usurate....
Quindi il tutto deriva anche nel suo caso da un preesistente trauma con danno alla stabilità del ginocchio.

La condropatia molto spesso è un derivato dell'instabilità del ginocchio a causa di lesioni ai legamenti :rolleyes:
Altri fattori predisponenti sono l'angolo assunto dall'articolazione lateralmente (ginocchio valgo o varo) l'appoggio del piede (se uno è iperpronatore o supinatore) fattori che vanno ad incidere sulle capacità stabilizzatorie del muscolo vasto mediale in primis, a causa di mutamenti nella postura.
ma una instabilità del ginocchio, provoca lo slittamento del femore sulla tibia e quindi genera forze di taglio sulle superfici articolari rivestite di cartilagine. La situazione infiammatoria provoca a sua volta debolezza del ginocchio e quindi lassità del quadricipite soprattutto in merito alla centralizzazione della rotula che quindi spesso va in iperpressione esterna, andando appunto a far pressione sul condilo esterno dem femore, sollecitando le cartilagini relative a quel punto.
Direi quindi che, a parte i rischi di importanti distorsioni, (ovvio), l'instabilità di ginocchio data da lesioni ai legamenti crociati provoca principalmente questo problema secondario della condropatia.... da trattare con tempestività perchè appunto alla lunga i problemi possono essere più duri e lunghi da risolvere, qualora il danno alle cartilagini diventi di grado più elevato.... :read:

gomma2408 05-04-2011 08:48

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34863253)
Sull'ultimo numero di Focus c'era proprio un articolo su questo:lo sport fa bene se fatto in maniera moderata;fatto in maniera agonistica prima o poi fa scontare le conseguenze.C'era anche un intervista a un pallavolista delle parti di Gomma,che forse lui conosce.

lo sport agonistico è molto stressante... soprattutto se ci si ostina (come me!!!:D :p :cry: ) a farlo anche in età avanzata.... diciamo che quelo professionistico lo è di più!!!! :D
Per il pallavolista..... non saprei , conosco solo qualcuno delle mie categorie, quindi medio-basse, altri più famosi no, perchè mi piace giocare, meno seguire da "spettatore".... in quanto serve anche da "scarico" fisico facendo un lavoro sedentario. ;)

Delfino81 05-04-2011 09:37

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34864387)
Allora, questo "ragazzo" faceva sport a livello amatoriale, si allenava però anche con atleti di livello alto (professionisti veri e propri ce ne sono pochi in chi fa le maratone.... non guadagnano un gran chè!!! :p ) e con una frequenza elevata.
Una lesione meniscale pregressa, quasi asintomatica (nel senso che non gli aveva dato poi così tanto fastidio, o per lo meno occasionalmente...) , legata ad una predisposizione fisica (si ribatte sempre lì, ognuno è UNICO e Irripetibile....) aveva portato ad una infiammazione cartilaginea a lungo andare cronicizzata (il dolore e i fastidi agli inizi sono modesti e sopportabili...) ed il cui danno poi è stato tale da impedire qualsiasi attività sportiva e in parte anche quotidiana.... da lì l'operazione al menisco e alle cartilagini non so bene cosa abbia fatto.... comunque gli sono rimaste usurate....
Quindi il tutto deriva anche nel suo caso da un preesistente trauma con danno alla stabilità del ginocchio.

La condropatia molto spesso è un derivato dell'instabilità del ginocchio a causa di lesioni ai legamenti :rolleyes:
Altri fattori predisponenti sono l'angolo assunto dall'articolazione lateralmente (ginocchio valgo o varo) l'appoggio del piede (se uno è iperpronatore o supinatore) fattori che vanno ad incidere sulle capacità stabilizzatorie del muscolo vasto mediale in primis, a causa di mutamenti nella postura.
ma una instabilità del ginocchio, provoca lo slittamento del femore sulla tibia e quindi genera forze di taglio sulle superfici articolari rivestite di cartilagine. La situazione infiammatoria provoca a sua volta debolezza del ginocchio e quindi lassità del quadricipite soprattutto in merito alla centralizzazione della rotula che quindi spesso va in iperpressione esterna, andando appunto a far pressione sul condilo esterno dem femore, sollecitando le cartilagini relative a quel punto.
Direi quindi che, a parte i rischi di importanti distorsioni, (ovvio), l'instabilità di ginocchio data da lesioni ai legamenti crociati provoca principalmente questo problema secondario della condropatia.... da trattare con tempestività perchè appunto alla lunga i problemi possono essere più duri e lunghi da risolvere, qualora il danno alle cartilagini diventi di grado più elevato.... :read:

Gomma, ma quindi il dolore che io sento maggiormente rispetto all'inizio, (il quadricipite c l'ho piu scarico) dipende proprio dall'infiammazione delle cartilagini? perchè io so che i legamenti non dànno dolore ma solo instabilità..... non so se anche io abbia una infiammazione cronica alle cartilagini e che esercizi posa fare in palestra....a parte isometria, cyclette col sellino alto (e c'è chi la cyclette me l'ha anche sconsiglata) adduttori e abduttori credo non facciano male....

da evitare la letg curl per la sublussazione posteriore, e x me resta un punto interrogativo la leg extension e la leg press o gli squat (se ci pensate la leg pres e gli suat mimano lo stesso mobimento, solo che uno in veticale e un altro in orizzontale!)..

gomma2408 05-04-2011 10:58

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34864677)
Gomma, ma quindi il dolore che io sento maggiormente rispetto all'inizio, (il quadricipite c l'ho piu scarico) dipende proprio dall'infiammazione delle cartilagini? perchè io so che i legamenti non dànno dolore ma solo instabilità..... non so se anche io abbia una infiammazione cronica alle cartilagini e che esercizi posa fare in palestra....a parte isometria, cyclette col sellino alto (e c'è chi la cyclette me l'ha anche sconsiglata) adduttori e abduttori credo non facciano male....

da evitare la letg curl per la sublussazione posteriore, e x me resta un punto interrogativo la leg extension e la leg press o gli squat (se ci pensate la leg pres e gli suat mimano lo stesso mobimento, solo che uno in veticale e un altro in orizzontale!)..


eh, questo è impossibile da stabilire.... spesso neanche un medico riesce a capire il dolore da dove ti viene nello spiecifico, ti dice solo quali problemi puoi avere nel ginocchio! ;) Puoi solo cercare di capire quali sono imovimenti che ti danno più dolore e da quello farti dire cosa può essere maggiormente....

la leg press e gli squat sono in realtà molto diversi: intanto la leg press bisogna vedere in che posizione si fa (cioè l'angolo all'anca) e poi il movimento è guidato in modo diverso: con gli squat solleciti anche appunto gli ischiocrurali, mentre con la leg press puoi anche ridurre il loro intervento al minimo sdraiando completamente la seduta.... e sei molto più "stabile".

Per sapere bene le altre differenze ci vorrebbe un preparatore atletico di sala pesi.....:rolleyes: ma so che sono due cose abbastanza diverse, anche se ovvio sollecitano il quadricipite entrambi gli esercizi.;)

ABCcletta 05-04-2011 12:08

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 34863129)
PS: ma per raduno inizialmente ipotizzato per l'8 / 15 maggio nessuno ha risposta alla convocazione oltre al sottoscritto?

A me dipende dal lavoro. Se mi prendono probabilmente non sarò disponibile perchè è all'estero. Se non mi prendono ci sarò. Per quanto mi piaccia l'idea del raduno però, spero che mi prendano, perchè sto senza fare un caiser da troppo tempo :D

alex642002 05-04-2011 12:34

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34864401)
lo sport agonistico è molto stressante... soprattutto se ci si ostina (come me!!!:D :p :cry: ) a farlo anche in età avanzata.... diciamo che quelo professionistico lo è di più!!!! :D
Per il pallavolista..... non saprei , conosco solo qualcuno delle mie categorie, quindi medio-basse, altri più famosi no, perchè mi piace giocare, meno seguire da "spettatore".... in quanto serve anche da "scarico" fisico facendo un lavoro sedentario. ;)

Bè,sì,appunto per agonistico intendevo quello,il professionistico,chi si allena 6-7 ore al giorno.:D
Secondo quest'articolo e gli studi che ci sono dietro e che sono stati riportati il corpo umano non è predisposto per un sforzo del genere..a lungo termine,parlo si anni.:mc:
C'era l'esempio,tra gli altri,di una nuotatrice,che a 15 anni era una promessa e macinava centinaia di vasche ogni giorno dopo la scuola,per diverse ore.Orbene,a soli 30 anni ha dei problemi alla cuffia dei rotatori.E parliamo di nuoto!:eek: Lo sport più salutare!Pensa te che può essere il pugilato!:D Ma anche il calcio..Esiste qualche giocatore di serie A che non sia "rotto"?E questo solo per quanto riguarda gli infortuni!

supersalam 05-04-2011 12:53

Eccomi di ritorno dalla fisio, con oggi sono a 20gg dall'intervento. Ho recuperato un po di forza al quadricipite, mi fa un po male dietro al ginocchio quando lo tengo teso forse perchè è ancora gonfio. Ogni tanto quando lo piego mi fa male sotto la rotula, spero sia tutto normale. In flessione arrivo a 115° (attivamente), mentre passivamente forse a 120 o anche più.

Che dite? Procede bene? Sempre in rapporto alla vostra esperienza.

Edit: anche Mexes si è rotto LCA contro la juve, chissà magari si iscrive al forum XD.

motto 05-04-2011 14:27

ciao ragazzi, giocando a calcio mi sono lesionato il lca, necessito di intervento chirurgico, potete suggerirmi un buon ortopedico a palermo e/o catania? grazie

gomma2408 05-04-2011 15:34

Quote:

Originariamente inviato da motto (Messaggio 34867330)
ciao ragazzi, giocando a calcio mi sono lesionato il lca, necessito di intervento chirurgico, potete suggerirmi un buon ortopedico a palermo e/o catania? grazie

ciao, mi spiace... ma tutto si recupera.. se hai una buona volontà ;)
(mal) venuto in mezzo a noi ! :D

Per il discorso "buon" ortopedico ormai avendone sentite tante, nessuno può consigliarti meglio se non basarti direttamente sulle esperienze che possono avere nella tua società se giochi a calcio a livello agonistico, o comunque avrai qualche amico che gioca in qualche squadra. Di solito ci si affida a queste esperienze, che si possono toccare con mano, per così dire, in quanto più vicine a noi stessi.
Non conoscendo la zona, ti posso dire di affidarti a qualcuno che pratica solo chirurgia del ginocchio, praticamente sarebbe una ulteriore specializzazione, presente nelle ASL ove c'è un qualche ortopedico speciliazzato solo in quello, e non un semplice ortopedico che opera per traumi agli arti inferiori..... questo perchè il fare tutte le settimane diversi interventi di ricostruzione LCA consente negli anni al professionista una certa sicurezza di risultati.
Poi per il resto è importante la successiva riabilitazione, non meno della scelta del medico.....
;) ;)

alex642002 05-04-2011 16:49

Quote:

Originariamente inviato da supersalam (Messaggio 34866494)
Edit: anche Mexes si è rotto LCA contro la juve, chissà magari si iscrive al forum XD.

Quote:

Originariamente inviato da motto (Messaggio 34867330)
ciao ragazzi, giocando a calcio mi sono lesionato il lca, necessito di intervento chirurgico, potete suggerirmi un buon ortopedico a palermo e/o catania? grazie

Eccolo!L'hai chiamato!Malvenuto!:D

Delfino81 07-04-2011 13:37

Wewe son dovuto intervenire perchè dal 5 aprile chee non scriveva piu nessuno (ultimo mesaggio di Alerx) ho visto il nostro forum andare pericolosamente giu, a rischio di.......retrocessione nella seconda pagina :D :D e questo non potevo permetterlo!
:p

dato che qualcosa devo pur dire, volevo riportarvi una mia curiosità sugli esercizi di isometria..... onestamente io traggo piu vantaggio (che sento il muscolo che lavora) dai sollevamenti della gamba ad arto esteso, che non dal tenerlo sollevato nella stessa posizione un tot di secondi!

specifico che comunque io mi alleno completamente sdraiato sul letto, hoi provato invece a fare sia esercizi isometrici che di sollevamento e abbassamento della gamba estesa on schiena al muro, e mi prende un dolore piuttosto fastidioso sia all'inguine che all'anca....na doppia "puinciata" come dicono a roma! e x questo ho paura a farli in quella posizione anche se magari cosi il muscolo lavora ancora di piu!
a qualcuno era ccapitato questo dolore?

x l'amico palermitano, io lessi su un altro forum che un bravo ortopedico a PAlermo è il dott Giovanni Madonia, però non posso riportare esperienze personali in quanto non lo conosco.

gomma2408 07-04-2011 14:10

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34884188)
Wewe son dovuto intervenire perchè dal 5 aprile chee non scriveva piu nessuno (ultimo mesaggio di Alerx) ho visto il nostro forum andare pericolosamente giu, a rischio di.......retrocessione nella seconda pagina :D :D e questo non potevo permetterlo!
:p

dato che qualcosa devo pur dire, volevo riportarvi una mia curiosità sugli esercizi di isometria..... onestamente io traggo piu vantaggio (che sento il muscolo che lavora) dai sollevamenti della gamba ad arto esteso, che non dal tenerlo sollevato nella stessa posizione un tot di secondi!

specifico che comunque io mi alleno completamente sdraiato sul letto, hoi provato invece a fare sia esercizi isometrici che di sollevamento e abbassamento della gamba estesa on schiena al muro, e mi prende un dolore piuttosto fastidioso sia all'inguine che all'anca....na doppia "puinciata" come dicono a roma! e x questo ho paura a farli in quella posizione anche se magari cosi il muscolo lavora ancora di piu!
a qualcuno era ccapitato questo dolore?

x l'amico palermitano, io lessi su un altro forum che un bravo ortopedico a PAlermo è il dott Giovanni Madonia, però non posso riportare esperienze personali in quanto non lo conosco.



vero vero... si incomincia a vedere le belle giornate....:D :D :D e tutti fuori!!!(magari, eh???? :p )

E ti credo che hai sentito le "pinciate" !!!:D sono i muscoli ischio-crurali che facendo l'esercizio da sdraiato non hai mai fatto lavorare... ma è importante che lavori appunto il quadricipite.... quindi....
ti posso dire che comunque l'isometria andrebbe fatta non completamente sdraiati... ma neanche con l'angolo al bacino a 90 gradi!
Inizia a farla in terra con i gomiti appoggiati dietro, poi puoi farla al muro ma sempre con qualcosa tipo un grosso cuscino, o duecuscini normali, senza tenere il bacino accostato al muro.... altrimenti l'angolo formata all'anca è di 90 gradi è troppo, lavorano molto gli ischio-crurali! ;) ;)

supersalam 07-04-2011 15:40

Ma perchè ogni giorno sbuca qualche nuovo dolore?? Che p***e!
Oggi mi fa male sulla tibia, sotto la cicatrice, maledetto!!

Delfino81 07-04-2011 18:21

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34884460)
vero vero... si incomincia a vedere le belle giornate....:D :D :D e tutti fuori!!!(magari, eh???? :p )

E ti credo che hai sentito le "pinciate" !!!:D sono i muscoli ischio-crurali che facendo l'esercizio da sdraiato non hai mai fatto lavorare... ma è importante che lavori appunto il quadricipite.... quindi....
ti posso dire che comunque l'isometria andrebbe fatta non completamente sdraiati... ma neanche con l'angolo al bacino a 90 gradi!
Inizia a farla in terra con i gomiti appoggiati dietro, poi puoi farla al muro ma sempre con qualcosa tipo un grosso cuscino, o duecuscini normali, senza tenere il bacino accostato al muro.... altrimenti l'angolo formata all'anca è di 90 gradi è troppo, lavorano molto gli ischio-crurali! ;) ;)

gomma ma gli ischiocrurali è "giusto" che lavorino? anche ad esmepio nel post operatorio? o non hanno nuilla a che fare col rinforzo quadricipitale che ci si prefigge sia nella terapian onservativa che post operatoria??

a me un fisiatra disse che quando sentivo il dolore all'inguine diventare insopportabile non dovevo lavorarci su...cioè dovevo riposarmi un po' e poi ripartire....potrei farla all'inizio gomiti sul letto e poi magari dopo un po palmi della mano sul letto (tipo bella figa che prende il sole, l'0angolo tra gambe e bacino sarebbe di 45 gradi credo).... a stare a 90 gradi (

Delfino81 07-04-2011 18:21

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34884460)
vero vero... si incomincia a vedere le belle giornate....:D :D :D e tutti fuori!!!(magari, eh???? :p )

E ti credo che hai sentito le "pinciate" !!!:D sono i muscoli ischio-crurali che facendo l'esercizio da sdraiato non hai mai fatto lavorare... ma è importante che lavori appunto il quadricipite.... quindi....
ti posso dire che comunque l'isometria andrebbe fatta non completamente sdraiati... ma neanche con l'angolo al bacino a 90 gradi!
Inizia a farla in terra con i gomiti appoggiati dietro, poi puoi farla al muro ma sempre con qualcosa tipo un grosso cuscino, o duecuscini normali, senza tenere il bacino accostato al muro.... altrimenti l'angolo formata all'anca è di 90 gradi è troppo, lavorano molto gli ischio-crurali! ;) ;)

gomma ma gli ischiocrurali è "giusto" che lavorino? anche ad esmepio nel post operatorio? o non hanno nuilla a che fare col rinforzo quadricipitale che ci si prefigge sia nella terapian onservativa che post operatoria??

a me un fisiatra disse che quando sentivo il dolore all'inguine diventare insopportabile non dovevo lavorarci su...cioè dovevo riposarmi un po' e poi ripartire....potrei farla all'inizio gomiti sul letto e poi magari dopo un po palmi della mano sul letto (tipo bella figa che prende il sole, l'0angolo tra gambe e bacino sarebbe di 45 gradi credo).... a stare a 90 gradi (

Delfino81 07-04-2011 18:21

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34884460)
vero vero... si incomincia a vedere le belle giornate....:D :D :D e tutti fuori!!!(magari, eh???? :p )

E ti credo che hai sentito le "pinciate" !!!:D sono i muscoli ischio-crurali che facendo l'esercizio da sdraiato non hai mai fatto lavorare... ma è importante che lavori appunto il quadricipite.... quindi....
ti posso dire che comunque l'isometria andrebbe fatta non completamente sdraiati... ma neanche con l'angolo al bacino a 90 gradi!
Inizia a farla in terra con i gomiti appoggiati dietro, poi puoi farla al muro ma sempre con qualcosa tipo un grosso cuscino, o duecuscini normali, senza tenere il bacino accostato al muro.... altrimenti l'angolo formata all'anca è di 90 gradi è troppo, lavorano molto gli ischio-crurali! ;) ;)

gomma ma gli ischiocrurali è "giusto" che lavorino? anche ad esmepio nel post operatorio? o non hanno nuilla a che fare col rinforzo quadricipitale che ci si prefigge sia nella terapian onservativa che post operatoria??

a me un fisiatra disse che quando sentivo il dolore all'inguine diventare insopportabile non dovevo lavorarci su...cioè dovevo riposarmi un po' e poi ripartire....potrei farla all'inizio gomiti sul letto e poi magari dopo un po palmi della mano sul letto (tipo bella figa che prende il sole, l'0angolo tra gambe e bacino sarebbe di 45 gradi credo).... a stare a 90 gradi (nessun riferim erotico eh!) forse credo di sforzarlo troppo!

juninho85 07-04-2011 18:30

gli ischio-crurali a me han detto di stressartli a partire dalla 3a settimana

Kaka92 07-04-2011 20:15

Ciao a tutti! torno dopo un bel pò di tempo, esattamente 6 mesi, ero stato operato da Mariani a fine settembre non so se ricordate! ormai ho ripreso a giocare a calcetto per partite di pochi minuti, gli ultimi giorni non mi sono potuto impegnare causa esami, ma dalla prossima settimana terminerò il lavoro :) appena ho un pò più di tempo faccio un resoconto più approfondito! Spero che voi tutti abbiate recuperato dal vostro infortunio ;)
Quote:

Originariamente inviato da motto (Messaggio 34867330)
ciao ragazzi, giocando a calcio mi sono lesionato il lca, necessito di intervento chirurgico, potete suggerirmi un buon ortopedico a palermo e/o catania? grazie

Ciao io sono di Palermo e come detto sopra mi sono operato a Roma da Mariani, per buon ortopedico intendi chirurgo dove operarti no? In Sicilia ti consiglio assolutamente Bombara a Messina, a Palermo Paolillo. Bombara me ne hanno parlato molto bene, ho avuto modo di conoscere molta gente in questi mesi di fisioterapia e recupero atletico, quindi io fossi in te andrei da Bombara :) Anche Paolillo non è per niente male per Palermo e provincia. Ti sconsiglio di andare a Cefalù, ne ho sentite di cotte e di crude.

supersalam 07-04-2011 21:02

Ragazzi ho finalmente fatto una doccia dopo 23 giorni, potevo farla prima ma ho voluto aspettare qualche giorno in più per sicurezza. Ho letto un paio di pagine fa alcuni consigli per migliorare la cicatrizzazione, però non le trovo più. Voi avete usato qualcosa oppure avete fatto fare a madre natura il suo corso?

Delfino81 07-04-2011 22:19

ma gli ischiocrurali dove si trovano?partiamo dall base!:D

ragazzi ma mi sta venendo una "paturnia" mentale...ma ggli allograft sono passati dal servizio snitario nazionale? so che hanno un certo costo per il trattamento a cui vengono sottoposti...e sentivo di una ragazza della regione LAzio che ha dovuto prendere suoi tendini pr una ricostruzione combinata perche non glielo passavano l'allograft....se è cosi stamm davvero inguaiati (almeno io:muro: )

juninho85 07-04-2011 23:37



"volgarmente" chiamati bicipiti femorali,!:D

gomma2408 08-04-2011 08:59

@ juninho85:

perfetto, :D ;) è vero....:muro: mi sono confuso fra ISOMETRIA e l'esercizio alla leg-press...... :rolleyes: :p che quando la fai da seduto intervengono anche gli ischiocrurali e meno il quadricipite proprio perchè estendono la coscia...

rispondendo prima intendevo i muscoli psoas-Iliaco e retto anteriore del quadricipite femorale, che si possono far "sentire" se si fa isometria con il bacino a 90 gradi.... perchè la contrazione che subisce il muscolo per alzare la gamba è maggiore.... perchè con il bacino a 90° tali muscoli sono già in posizione in parte "accorciata".... non so se mi spiego..... almeno credo, eh! :p

;)

gomma2408 08-04-2011 09:13

Quote:

Originariamente inviato da supersalam (Messaggio 34887901)
Ragazzi ho finalmente fatto una doccia dopo 23 giorni, potevo farla prima ma ho voluto aspettare qualche giorno in più per sicurezza. Ho letto un paio di pagine fa alcuni consigli per migliorare la cicatrizzazione, però non le trovo più. Voi avete usato qualcosa oppure avete fatto fare a madre natura il suo corso?

ci sono delle creme apposite per la cicatrizzazione.... comunque evita assolutamente di prenderci il sole per alcuni mesi.
Per il lavaggio, a me dissero (il fisioterapista, eh, non la vecchietta di turno con i rimedi della nonna... anche se semobra così!) di fargli una "saponata" con il sapone di marsiglia del bucato, :D lasciare per qualche minuto e poi risciacquare... pare che gli altri saponi abbiano comunque dei componenti più aggressivi e detergono troppo asciugando la pelle... e quando la idratano vi sono contenuti oli che comunque ad una pelle fresca di ferita non fanno tanto bene (tipo potrebbe arrossarsi).
ma poi non ci ho fatto altro....;)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 16:27.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.