Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


viaggio 29-04-2011 21:50

ragazzi è bellissimo quando raccontate le vostre guarigioni, è di stimolo e speranza agli altri grazie:winner: :winner:

Fede 30-04-2011 13:29

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35041417)
ti ha risposto in sostanza juninho.

Ammesso che il rotuleo e s+g hanno CON LE TECNICHE ATTUALI di fissaggio/prelievo/posizionamento del tendine la stessa resistenza (adesso si usano più fasci per s+g, i fissaggi osso/tendine sono migliorati molto rispetto a diversi anni fa, le cui tecniche meno "sperimentate" rendevano il rotuleo più resistente alla rottura rispetto al semitendinoso....) , il ROTULEO è comunque più RIGIDO come tessuto e quindi più assimilabile al tendine originario, mentre il s+g si avvicina molto ma è più dipendente dalla corretta esecuzione dell'intervento, in merito al suo pretensionamento (prima di impiantarlo) al suo posizionamento e all'effettuazione corretta dei relativi tunnel ossei.

2) oltre alle preferenze derivanti dall'esperienza e dalle scuole di pensiero dei vari medici (sempre presenti), la scelta ROTULEO o S+G deriva anche dalla situazione delle strutture correlate dell'apparato flesso/estensore del paziente: un paziente con problemi ai flessori o meno sviluppati, si preferirà andare a prelevare dal comparto estensore (di cui il rotuleo fa parte) e viceversa.

3) discorso fisioterapia e recupero (riassumo quanto già detto in passato...) :
con il rotuleo in realtà IL RITORNO A LIVELLI AGONISTICI sportivi, in teoria è più veloce in termini di mesi, o meglio è possibile perchè il fissaggio del tendine avviene mediante prelievo anche di due bratte ossee e quindi si deve integrare osso/osso, quindi due strutture identiche. Con il s+g, l'integrazione fra impianto e strutture attigue è tendine/osso, quindi la calcificazione dell'impianto e la sua completa integrazione richiede più tempo (oltre i 12 mesi)
Con il rotuleo però i primi due mesi costringono a non forzare troppo la riabilitazione, la quale richiederebbe da subito il recupero del tono dell'apparato estensore (quadricipite) , ma non è possibile caricare da subito e troppo perchè si è intervenuti sul tendine rotuleo che normalmente deve sopportare un elevato carico (e con il prelievo si è ridotto ai 2/3 del suo spessore....)
Con s+g invece l'apparato estensore è perfetto come prima dell'operazione, ed è possibile caricare da subito l'arto in estensione con le macchine apposite, o dopo pochissimo tempo, avendo cura solo negli angoli più vicini all'estensione completa perchè è lì che si ritiene che il neolegamento venga maggiormente sollecitato (tipicamente 0-30 gradi) .


Quindi: con s+g si può fare una tecnica riabilitatoria precoce ed aggressiva fin dal primo mese, a differenza del rotuleo che richiede molto più spesso l'uso di tutore, stampelle e l'inizio della fisioterapia sotto carico avviene molto più tardi. Pertanto con s+g si sopporta meno dolore (il prelievo del s+g è molto meno doloroso del rotuleo perchè questo sopporta tutto il carico del peso del corpo, mentre il s+g no, richiama solo la gamba indietro in deambulazione) e si recupera in misura eccezionale prima le normali attività quotidiane come camminare, e rendersi autonomi quindi (macchina, ecc...)
Però per la completa integrazione dell'impianto e quindi la completa calcificazione dei punti di fissaggio del tendine all'osso, occorre aspettare più mesi con questo che rispetto al rotuleo.
Ciò non toglie che molti possano riprendere l'attività sportiva negli stessi mesi rispetto ad un rotuleo, (anche 5-6 mesi indicativamente) perchè comunque anche con s+g il tendine è tenuto fermo dai metodi di fissaggio artificiali (viti ad interferenza, graffe) e non solo dal processo di calcificazione biologico.

Il recupero in tempi record pertanto (tipo 100giorni , 4 mesi) di alcuni calciatori, è reso possibile quindi quasi sempre solo da interventi con rotuleo, perchè minore è il rischio di tenuta del fissaggio (l'integrazione osso/osso è già completa o quasi) e gli unici rischi di fastidi derivano solo dalla tenuta o affaticamento del tendine rotuleo residuo, che cresce al suo spessore originario (quasi) con il tempo, ma si ritiene che anche solo 2/3 del suo spessore possa normalmente tenere a sufficienza le sollecitazioni sportive.
Unico problema sempre presente sarebbe infatti l'insorgere di tendiniti proprio al tendine rotuleo sede del prelievo, a causa di un suo sovraffaticamento precoce (dovuto al fatto che si è ridotto il suo spessore....)


;) ;) ;)

urk... sei onniscente!
Grazie mille!!!
Hai chiarito non pochi dubbi pure a me!

Fede 30-04-2011 13:32

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35038731)
Grazie fede io ho indossato le calze per tre settimane poi finite le punture di eparina le ho tolte (anzie era una) però sto versamento non si assorbe adesso ho tolto la stampella e l'ortopedico mi ha detto di camminare sicuramente avrò dei miglioramenti!Va bene anche tenree la gamba su un cuscino o va ancora più in alto?Grazie per i consigli

ps propriocettiva manco io che son entrato nella 6 settimana

Ho fatto la domanda al fisioterapista:
Sai cosa mi e' stato risposto?!
Camminare, e se non basta camminare di piu'.
Tutto il resto si fa in caso di problemi di deambulazione, o difficolta' nella gestione del carico.
In un certo senso lo sapevo, ma non immaginavo fosse il metodo piu' efficace per il riassorbimento di eventuali ematomi.
Quindi:

Alzati e cammina! :D

Fede 30-04-2011 13:35

Oggi ho levato i circa 40 punti metallici (zona prelievo e ingressi artroscopia):
non ho sentito assolutamente nulla (manco fastidio).
Una bella liberazione.
Se dovete ancora farlo, andate tranquilli, che e' una passeggiata!
Da dopodomani potro' farmi la doccia, senza inchellophanarmi la gamba!
Un piccolo passo per l'umanità, un immenso passo per Fede!:doh:

viaggio 30-04-2011 13:47

Grazie Fede a tale domanda ha risposto cosi anche il mio fisioterapista prorpio ieri sera, mi ha detto di buttare lasonil che non mi fa niente e di camminare ed infatti ho cominciato a camminare, ieri ad esempio ho fatto un centinaio di metri sotto casa mia oggi volevo replicare ma piove a dirotto:muro:
Allora cammino a casa ti diro cammino scalzo cosi mi trovo meglio perchè con le scarpe avevo qualche difficoltà
Piuttosto l'ortopedico mi ha detto di stare attento alle distorsioni che nei primi mesi son assolutamente da evitare, quindi camminare con prudenza
Caspita 40 punti miseria, io con il rotuleo solo 5 però immagino che mi rimanga la cicatrice sil ginocchio quindi la mia carriera nelle sfilate di moda credo sia conclusa:D

Fede 30-04-2011 14:12

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35049875)
quindi la mia carriera nelle sfilate di moda credo sia conclusa:D

ah ah ah ah, neppure io credo di poter piu' sfilare, quantomeno col kilt :D

Mi hanno detto piuttosto che il contractubex fa miracoli in questo!
L'unico problema e' che non lo trovo da nessuna parte, mi hanno detto di comprarlo in vaticano!:doh:
In ogni caso coi punti credo di aver vinto io: tutte le cicatrici che ho visto partono da sotto la rotula, la mia, invece, se la prende tutta, continuando una decina di cm sotto!
Sara' lunga una venticinquina di cm, complessivamente
Sai che ti dico: che se mi avessero fatto una cicatrice di 80 cm, e se avessi dovuto soffrire adesso un decimo di meno, l'avrei preferita!!!
Prossimo step: GUIDARE!
non vedo l'ora solo per svincolare quei due santi dei miei genitori! Domani li santificheranno insieme a Wojtyla

Fede 30-04-2011 14:13

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35049875)
cammino scalzo

Ecco, in questo e' stato categorico: Scarpe da ginnastica, con plantare ampio!
Sicuramente ognuno dira' la sua, ma ti riporto quanto dettomi!

juninho85 30-04-2011 14:18

probabilmente ti hanno fatto una minisciabola,anzichè farti il taglio sopra la rotula e quello sulla sotto alla testa della tibia te ne han fatto uno solo...anche per oltre al piatto tibiale e all'lca se non sbaglio hai intaccato qualcos'altro

Fede 30-04-2011 14:27

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35050170)
probabilmente ti hanno fatto una minisciabola,anzichè farti il taglio sopra la rotula e quello sulla sotto alla testa della tibia te ne han fatto uno solo...anche per oltre al piatto tibiale e all'lca se non sbaglio hai intaccato qualcos'altro

Beh, si: un paio di menischi e un collaterale!:D
:cry:

P.s: Sto a -7 eparine, non vedo l'ora!
comunque, per la comunita': NON TAMPONARE, NON SCHIACCIARE e soprattutto NON MASSAGGIARE sono dei fondamentali per evitare i lividi.
In fin dei conti e' un anticoagulante, e quindi nulla esiste di piu' adatto per farli venire!
Per quanto possa sembrare masochista, consiglio di entrare piano piano, e iniettare altrettanto piano, dopo, eventualmente, aver effettuato la cosiddetta manovra di lesser (anche se non dovrebbero esserci vene in quelle zone ;) )

P.s2) Ma tu a quanti giorni sei dall' intervento?

juninho85 30-04-2011 14:41

questo è il 45° giorno,di cui 24 di fisioterapia

gillu 30-04-2011 14:42

ragazzi che grande strumento internet, se usato intelligentemente come nel caso di questa discussione.
10-15 anni fa una tale condivisione di esperienze (quasi un gruppo virtuale di mutuo aiuto) sarebbe stata impensabile.

Nei momenti psicologicamente più difficili leggere l'esperienza degli altri utenti mi è stato di grandissimo supporto.

Io sono arrivato ormai alla nona settimana dall'intervento (S+G) ed ho ripreso la mia vita normale.
Da questa settimana riesco a percorrere lunghi percorsi a piedi senza avvertire dolori che fino a dieci giorni fa non mancavano (seppur sempre di natura muscolare).

L'unica cosa che mi lascia un po' perplesso sono gli scrosci articolari che sento ogni volta che faccio pressa. Chissà da cosa dipendono... In ogni caso li ho sempre sentiti, su entrambe le ginocchia, e non sono accompagnati da dolore.

La settimana prossima (decima dall'intervento) mi sottoporrò ad un nuovo controllo all'esito del quale spero mi daranno l'ok per iniziare la corsa leggera sul tappeto.

Se può essere di utilità per chi è meno avanti con il recupero rispetto a me, posso dire di aver avvertito un miglioramento netto dopo il primo mese, non appena ho avuto l'ok dall'ortopedico per caricare a catena cinetica chiusa.
Ho riscontrato miglioramenti non dico di giorno in giorno, ma di settimana in settimana sì.

Decisivi, a tal proposito, anche gli esercizi propriocettivi, che ho iniziato praticamente insieme al lavoro a catena chiusa.

Ho letto in alcuni messaggi precedenti una certa preoccupazione per quel che concerne la flessione.

Dalla mia esperienza (anche relativa alla riabilitazione effettuata nel 2008 a seguito dell'infortunio al ginocchio operato poi soltanto quest'anno) posso dire che il recupero della flessione avviene anche naturalmente anche senza forzare.
Tanto il mio ortopedico, quanto il kinesiterapeuta che mi segua, la pensano in questo modo: nessun esercizio che forzi l'angolo di lavoro per recuperare più in fretta la flessione, in quanto più che sufficiente il lavoro di "ricostruzione" del muscolo.

Con questo non voglio dire che altri tipi di azione siano sbagliati, ma semplicemente di non preoccuparsi più di tanto se il protocollo adottato è più blando sotto questo punto di vista.
Fino a prima della seconda distorsione (alla vigilia di Natale dello scorso anno, mannaggia) portavo infatti senza alcun problema il tallone alla chiappa (risultato raggiunto dopo quattro mesi di fisioterapia).

In ogni caso è fondamentale cercare di lavorare almeno un'ora al giorno almeno cinque giorni su sette (non per forza sempre lavoro di potenziamento, ma anche semplice cyclette o nuoto oppure camminata).

Infatti si recupera (bene) per tornare all'attività sportiva solo facendosi un mazzo grande così (lo dico a beneficio di chi deve ancora operarsi ed è nuovo della discussione)!

Buon fine settimana a tutti

juninho85 30-04-2011 14:44

probabilmente con s+g sarà così,col rotuleo la flessione va forzata o non la recuperi,putroppo è così e l'ho provato sulla mia pellaccia!

Fede 30-04-2011 14:49

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35050348)
questo è il 45° giorno,di cui 24 di fisioterapia

e dai...
come ti invidio! Io sono ancora lontano.
Forza, forza

Fede 30-04-2011 14:50

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35050364)
probabilmente con s+g sarà così,col rotuleo la flessione va forzata o non la recuperi,putroppo è così e l'ho provato sulla mia pellaccia!

gia', gia'...
piacevolissimo kinetek per noi!

juninho85 30-04-2011 14:51

Quote:

Originariamente inviato da Fede (Messaggio 35050405)
e dai...
come ti invidio! Io sono ancora lontano.
Forza, forza

invidia chi ha entrambe le ginocchia vergini,non chi se le è rotte entrambe!:D
la signora koala come sta?

Fede 30-04-2011 14:55

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)
ragazzi che grande strumento internet, se usato intelligentemente come nel caso di questa discussione.
10-15 anni fa una tale condivisione di esperienze (quasi un gruppo virtuale di mutuo aiuto) sarebbe stata impensabile.

Nei momenti psicologicamente più difficili leggere l'esperienza degli altri utenti mi è stato di grandissimo supporto.

Sacrosanto: credimi, la sto vivendo in diretta, e questo spazio e' un piccolo giardino zen nella depressione di questo ca@@o di intervento!
Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)
Io sono arrivato ormai alla nona settimana dall'intervento (S+G) ed ho ripreso la mia vita normale.
Da questa settimana riesco a percorrere lunghi percorsi a piedi senza avvertire dolori che fino a dieci giorni fa non mancavano (seppur sempre di natura muscolare).

Aspita 9 settimane: Anche tu sei un brucia-tappe!
Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)
L'unica cosa che mi lascia un po' perplesso sono gli scrosci articolari che sento ogni volta che faccio pressa. Chissà da cosa dipendono... In ogni caso li ho sempre sentiti, su entrambe le ginocchia, e non sono accompagnati da dolore.

La settimana prossima (decima dall'intervento) mi sottoporrò ad un nuovo controllo all'esito del quale spero mi daranno l'ok per iniziare la corsa leggera sul tappeto.

Se può essere di utilità per chi è meno avanti con il recupero rispetto a me, posso dire di aver avvertito un miglioramento netto dopo il primo mese, non appena ho avuto l'ok dall'ortopedico per caricare a catena cinetica chiusa.
Ho riscontrato miglioramenti non dico di giorno in giorno, ma di settimana in settimana sì.

Decisivi, a tal proposito, anche gli esercizi propriocettivi, che ho iniziato praticamente insieme al lavoro a catena chiusa.

Posso dirti che gli scrocchiettii li ho sempre sentiti, anche prima del primo intervento ai menischi, credo siano fisiologici.
Scusa l'ignoranza: Per catena chiusa intendi....
Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)

Ho letto in alcuni messaggi precedenti una certa preoccupazione per quel che concerne la flessione.

Dalla mia esperienza (anche relativa alla riabilitazione effettuata nel 2008 a seguito dell'infortunio al ginocchio operato poi soltanto quest'anno) posso dire che il recupero della flessione avviene anche naturalmente anche senza forzare.
Tanto il mio ortopedico, quanto il kinesiterapeuta che mi segua, la pensano in questo modo: nessun esercizio che forzi l'angolo di lavoro per recuperare più in fretta la flessione, in quanto più che sufficiente il lavoro di "ricostruzione" del muscolo.

cf sopra, parli bene tu, col SG :D:D:D !!!

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)
Con questo non voglio dire che altri tipi di azione siano sbagliati, ma semplicemente di non preoccuparsi più di tanto se il protocollo adottato è più blando sotto questo punto di vista.
Fino a prima della seconda distorsione (alla vigilia di Natale dello scorso anno, mannaggia) portavo infatti senza alcun problema il tallone alla chiappa (risultato raggiunto dopo quattro mesi di fisioterapia).

In ogni caso è fondamentale cercare di lavorare almeno un'ora al giorno almeno cinque giorni su sette (non per forza sempre lavoro di potenziamento, ma anche semplice cyclette o nuoto oppure camminata).

Infatti si recupera (bene) per tornare all'attività sportiva solo facendosi un mazzo grande così (lo dico a beneficio di chi deve ancora operarsi ed è nuovo della discussione)!

Gia' il mazzo e' indispensabile, e per un pigro come me e' forse la parte piu' dura :)
Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35050351)
Buon fine settimana a tutti

Anche a te, e grazie di cuore per aver condiviso la tua positivissima esperienza!

Fede 30-04-2011 14:57

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35050428)
invidia chi ha entrambe le ginocchia vergini,non chi se le è rotte entrambe!:D
la signora koala come sta?

Ah ah ah ah
No, no, hai ragione, rimangio tutto! :D

La sig. Koala e' ormai un ricordo, sono circa 6 anni ormai :D
In ogni caso bene, l'ho sentita qualche mese fa su Fb ;)
Grazie mille

juninho85 30-04-2011 14:58

Quote:

Originariamente inviato da Fede (Messaggio 35050466)
Ah ah ah ah
No, no, hai ragione, rimangio tutto! :D

La sig. Koala e' ormai un ricordo, sono circa 6 anni ormai :D
In ogni caso bene, l'ho sentita qualche mese fa su Fb ;)
Grazie mille

ah,chiedo venia,non sapevo...:D;)

Fede 30-04-2011 15:00

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35050475)
ah,chiedo venia,non sapevo...:D;)

Ma che scherzi ;)
Ci mancherebbe pure: ci siamo lasciati in un modo un po' ehm... vabbe' ci siamo lasciati, ma il tempo rimargina tutte le ferite, un po' come con l' LCA :D
Siamo comunque rimasti in un rapporto non conflittuale, ed e' quello che conta!
Scusate per l'OT, eh eh!

gillu 30-04-2011 15:45

Quote:

Originariamente inviato da Fede (Messaggio 35050451)

Posso dirti che gli scrocchiettii li ho sempre sentiti, anche prima del primo intervento ai menischi, credo siano fisiologici.
Scusa l'ignoranza: Per catena chiusa intendi....


Anche a te, e grazie di cuore per aver condiviso la tua positivissima esperienza!

:-)
Per catena cinetica chiusa si intende lavorare con il piede appoggiato a terra, oppure sulla pedana della pressa, comunque non libero di muoversi.

Catena cinetica aperta, invece, piede libero: esempio classico il sollevamento della gamba distesa il giorno dopo l'intervento.

Praticamente con la catena cinetica aperta fai lavorare il muscolo senza stressare l'articolazione.

Questo in parole poverissime (se mi sente il prof. Gomma mi bacchetta eh eh), per una spiegazione più scientifica http://www.sportmedicina.com/catene_cinetiche.htm

Per quel che riguarda la mia esperienza, direi più che positiva finora, ti consiglio di fare un salto alle pagine della discussione intorno a fine febbraio!

Forse fra tutti sono quello che ha patito la minor dose di dolore (grazie all'utilizzo alla fine dell'intervento dei cosiddetti fattori di crescita), eccezion fatta ai due - tre giorni dopo l'intervento, parecchio difficili (senza l'amica morfina - COSMICA - abbandonato il fedele contramal e pure il più che onesto efferalgan in vena, la semplice bustina di antidolorifico era nulla...)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:44.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.