Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


giovanni99 19-01-2011 22:08

Differenze
 
Penso che tra i casi anche nostri ci siano grandi differenze perchè in effetti sono differenti, x meglio confrontarli bisognerebbe dividerli in base a vari parametri:
Innanzitutto per "patologia", infatti parliamo di casi di lca o lca+lcp più i menischi ecc. Ecc.
Poi si dovrebbe dividerli x età del soggetto e costituzione fisica/muscolare,
A seguire metterei differenziati quelli x es come me che data dell'intervento programmata hanno seguito un programma di rinforzo muscolare da quelli che non ne hanno avuto la possibilità (x problemi anche a camminare dopo il trauma) o non l'hanno cmq fatto arrivando al fatidico giorno con della carta velina al posto dei muscoli.
Poi bisognerebbe differenziare i diversi tipi di intervento, rotule, g+s o altro
Infine confrontare i diversi metodi di riabilitazione che si sono seguiti.
A parità di condizioni secondo me nn si troverebbero tutte queste differenze nei tempi di recupero.

Oggi sono stato al controllo dal dott. Lelli, pare che il mio ginocchio vada benissimo, uno dei migliori visti in giornata sono state le sue parole, ma già lo sapevo, del resto nn mi ha mai fatto male e non si è mai gonfiato!
Mi ha detto di aumentare i carichi in palestra, che si aspetta la corsa tra 15-20 giorni, per ora di camminare molto e fare tanta bicicletta. Da quando inizieró a correre x lui sono "guarito" , per la ripresa di tennis e calcio mi dovró rapportare con il preparatore atletico, a suo modo di vedere intorno a maggio potró rigiocare a calcio (speriamo).

ABCcletta 19-01-2011 23:55

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34219906)
Malvenuto anche a te;) !
Ma..leggo bene?Ti hanno RIMOSSO i menischi?:eek: So che è una cosa che non si fa più ormai..

Grazie :)

Si, rimossi entrambi i menischi. Erano in brutte condizioni.

D'altronde il mio infortunio è stato particolare perchè la rottura dell'LCA non mi è stata diagnosticata al primo infortunio e ho ripreso a giocare 2 mesi dopo dato che a detta dell'ortopedico del pronto soccorso, avevo soltanto una distrazione al collaterale e io mi sentivo alla grande. Poi riprendendo a giocare, ho iniziato ad accusare piccole e continue distorsioni (almeno 1 a partita) e nell'ultima mi si è completamente bloccata la gamba. L'RM ha quindi confermato il menisco fratturato e l'LCA rotto.

gomma2408 20-01-2011 08:11

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34231170)
Grazie :)

[...]. Poi riprendendo a giocare, ho iniziato ad accusare piccole e continue distorsioni (almeno 1 a partita) e nell'ultima mi si è completamente bloccata la gamba. L'RM ha quindi confermato il menisco fratturato e l'LCA rotto.

eh.... ti è andata in blocco articolare.... capisco cosa vuol dire.... ma poi ti si è sbloccata da sè oppure te l'hanno sbloccata con delle manovre gli ortopedici??? a me hanno fatto così, praticamente mi hanno "distorto" il ginocchio una seconda volta... e questo mi è successo altre tre volte poi!!! allasuccessiva non si sbloccava più e mi sono operato... :mc: ;)

gomma2408 20-01-2011 08:46

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34228718)
condivido...Del piero comunque non si fece solo il crociato nteriore...ma anche il posteriore....si operò se non erro nel 96 e andò fin negli Stati Uniti , nelli ultimi 15 anni la chiurgia si è sviluppata come il mondo dei software! :cool:

.:D nn si fida dei sintetici e data la mia giovane età (a volte preferirei avr 60 anni, vedete il buon Silvio Berklusca che ne ha oltre70 nn ha problemi e tromba come un coniglio :D :oink: ) farebbe un intervento autologo...semitendinoso per l'anteriore (il gracile nn lo usa, io gli ho riportato l'obiezione he mi segnalò Gomma, overo: "x usare solo il st bisgona h sia molto lungo, quindi preferibilmente negli uomini alti o sbaglio?e lui mi ha risposto che inizialmente era osi, poi alune "scuole" tra cui la sua hanno capito che comunue il gracile puo evitar di essere sacrificato xke anche nelle persone piu basse puo bastare il st in uanto sarà piu piccolo ma anche il sito operatorio ovvro il ginocchio è piu piccolo quindi è proporzionato!) e quadricipitale x il poseriore il rotuleo ormai tende a non usarlo piu x nulla........il quadricipitale ha una sola bratta ossea ma è molto piu grosso del rotuleo cosi mi ha detto...

capitolo collaterale....dalla sua esperienza intervenire in artroscopia non è l'ideale, x quello se si vuol intervenire (fatto 30 faciamo anhe 31 evvai! :D )bisogna fare una suturazione "a cielo aperto" con cicatrice di una decina di cm....:mbe: questa è la cosa che mi scompiffera di meno! sinceramente!

tempi di ecupero (nota dolente :rolleyes: )...un mese- mes e mezzo di stampelle e tutoe a scarico completo poi via stampelle e tuore dopo un mese e mezzo, duarnte la giornta ma il tutoe bisogna mantenerlo di notte x un'altra mesata circa! :help:

capitolo cartilagine.....almeno mi ha ettoche nn ho un ginochio artrosico, ha solo confermato una sofferenza cartilginea rappresentata "forse" (st risonanze a ke cazzo servono) da una piccola lesione "composta" diciamo, cioè nn dovrebbero esserci "buchi" da "trapianti di condrociti"....comunque almno x ridurre l'infiammzione sinoviale ho intenzione di stoppare l'isometria fai a te e farmi na quindicina di sedute fisioterapiche, chisà che con hilterapia, tecaterapia, lasererapia a segnali pulsani e tt sti czi h hanno almno il problema cartilagineo non riesca a risolverlo o almeno "silenziarlo"....

mi ha confermato infatti che i fastidi algici che sento al ginochio dato che nn ho cedimenti (si è complimentato su questo xke sogetivament ho avuto una buona risposta, come diceva Gomma la sensazione di instabilità è spesso anhe molto sogettiva, chi impaido come lui ha gocato x 14 anni e chi ha paura anche a scendere le scale e x il trauma da bolletino di guerra che ho avuto potevo avere strascichi di propriocettività molto peggiori)non son dovuti ai legamenti o forse di riflsso ma a quel focolaio cartilagineo diciamo osi!

h i è complimentato anche x la mia preparzione, un pziente osi ben preparato non gli er mai capitato! :D i questo non posso che ringraziare questo bel forum! :D buona serata a tutti! ;)


eheheheh... allora qui sul forum non abbiamo detto solo ca"ss"ate.....:D :D :D (ah a proposito, ho visto solo ora che abbiamo raggiunto le 200!!!!!!!! pagine!!!!!! :yeah: )

comunque, bene che hai trovato uno che ti spiega per bene le cose.... ed ecco confermato tutto quello che abbiamo detto in questi tempi.
- Che i sintetici sono una valida alternativa, ma solo in casi determinati (infatti NON si fida del tutto)
- che ormai il rotuleo è relegato ad essere usato anche qui in casi particolari, o perchè il chirurgo ormai si è specializzato in quello e non prevede alternative, o per recuperi agonistici professionali veloci consentiti dall'uso di due bratte ossee e quindi a medio termine un più veloce consolidamento del fissaggio
- che si possa usare anche solo il semitendinoso...

Su questo ultimo punto ovviamente tutto giusto quello che ti ha detto il chirurgo.
Una cosa sola: io sapevo che si poteva usare anche solo il semitendinoso, anzi, proprio in passato si usava il solo semitendinoso, duplicato prima e triplicato poi (cioè ripiegato tre volte). A questo punto, per giungere alla resistenza pari al rotuleo, si è pensato a come effettuare quattro fasci tendinei. Dapprima si è pensato a prendere una striscia di un altro tendine/muscolo, e il più usato è stato unanimamente il GRACILE, come avviene adesso per la grande maggioranza dei casi.
POI si è pensato, migliorando le tecniche di prelievo e di fissaggio, a prelevare una porzione sufficientemente lunga di semitendinoso tale da poterlo piegare in QUATTRO fasci (il cosiddetto s. quadruplicato) ed evitare così il prelievo anche di parte del gracile con meno sofferenze all'articolazione.
Ovvio il semitendinoso andava prelevato per una porzione sufficientemente lunga.... più facile in chi ha arti lunghi, anche se il ginocchio è più grande non lo è in proporzione come lo può essere un femore e quindi i muscoli ad esso collegati.
Migliorando la tecnica di FISSAGGIO si può usare anche impianti leggermente più corti (vedi tecnica half-tunnel femorale o la tecnica all-inside, questa del 2002/2003) e da qui la risposta che ti ha dato l'ortopedico.

Quindi lui farebbe semitendinoso QUADRUPLICATO, ho inteso bene??? ;)
Il quadricipitale anch'esso adesso viene usato.... in alcuni casi anche per il LCA (casi particolari che consigliano questo prelievo) insomma ginocchio nuovo!!!!

sui TEMPI DI RECUPERO...ne abbiamo parlato tanto, vero che le tecniche sono migliorate, ma l'organismo umano no, o per lo meno sappiamo come allenarlo meglio, ma quello è. I processi riparativi si possono accelelrare con medicinali, integratori, ma quelli sono.
Se non hai gonfiore, tono muscolare come aveva baggio, del resto il legamento è tenuto comunque da delle viti.... non si dovrebbe staccar eanche se non si è integrato del tutto con l'osso. Ma rischi tanto. Per Baggio o altri il rischio era profumatamente ripagato, anche se si fosse rifatto male subito.... a NOI NO!.
Del resto anche TOTTI è rientrato prestino, ma comunque all'inizio qualche noia l'ha avuta.... poi ha continuato, ecc.... però.... e si parla di soggetti che ce l'hanno fatta a giocare in 4 mesi invece dei nostri 6/7 (se va bene bastano sei) pur essendo (parlo per me, che comunquefaccio qualcosina) 10 volte atleticamente migliori (come peso forma, allenamento, struttura muscolare, ecc....)
;)

ciao e.... complimenti per la preparazione!!!!!!!:D :D :D

ABCcletta 20-01-2011 09:53

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34231796)
eh.... ti è andata in blocco articolare.... capisco cosa vuol dire.... ma poi ti si è sbloccata da sè oppure te l'hanno sbloccata con delle manovre gli ortopedici??? a me hanno fatto così, praticamente mi hanno "distorto" il ginocchio una seconda volta... e questo mi è successo altre tre volte poi!!! allasuccessiva non si sbloccava più e mi sono operato... :mc: ;)

Si sbloccò da sola il mattino dopo, consentendomi un movimento piuttosto limitato.

Pensa te, andai in un pronto soccorso diverso da quello del primo infortunio, in cui mi fecero fare una radiografia ( :rolleyes: ) e il medico di turno, seduto al PC, senza scomodarsi neanche per dare un'occhiata alla gamba (letteralmente), disse: "non c'è frattura, tutto a posto, fai 5 giorni di antinfiammatori".

Delfino81 20-01-2011 10:08

ciao e.... complimenti per la preparazione!!!!!!![/quote]


ahah grazie caro tutto merito vostro! :D

ma io dovendo fare una descrizione de prof direi:

1)il prof del Glaeazzi di Milano, discretamente disponibile, mi è sembrato piu conservatore che interventista (ricordo la sua frase....intervenire sui due legamenti non è semplice.....proviamo prima col rafforzamento muscolare!)cmq sarebbe intervenuto con allografty x nn smontarmi mezza gamba!

2)MAriani x me è stato il peggiore, mi ha parlato solo dl posteriore, e mi ha consegnato un opuscolo (tempo fa mi pare lo postai), ma quando gli feci qualche domanda mi ha liquidato con un perentorio "arrivederci".

3) il prof di Perugia, molto disponibile, mi ha lasciato libera scelta se operarmi o no, lui consigliava sempre l'operazione, l'ho visto meno "pensieroso" del collega milanese sull'ipotesi di intervenire su due legamenti, dicendo che ne ha fatti diversi.....lui era uno della scuola di Cerulli che in"determinati casi" usa i sintetici....il mio era un caso candidato al sintetico x il rinforzo del posteriore, a suo parere, perchè le fibre sintetice sarebberso state "accorpate" e avvolte dalle fibre restanti del crociato posteriore (tenuto conto che è molto grosso, il doppio dell'anteriore :) ), quindi il tessuto sintetico sarebbe stato colonizzato molto prima in maniera biologica....se avesse dovuto fare un trapianto completo di sintetico nel mio caso non lo avrebbe mai usato! (ed è uno di quelli che usa rotuleo + gracile e semitendinoso nelle ricostruzioni multiple)...comunque ha notato anche la mobilità rotulea x cui mi ha prescritto cura! un prof vecchio stampo ma comunque un "luminare" dai! :cool:

4) il quarto ovvero quello di ieri è stato disponibilissimo e molto simpatico forse il piu specializzato proprio nelle ricostruzioni multiple! forse un po' troppo "interventista" perchè vuole mettere le mani su tutto! del resto x la fama che sui è fatto è abbastanza giovane ha 45 anni circa, però sono stato anche io che ho intavolato la discussione sull'operazione...tanto che se nn mi voglio perare e fare fisioterapia mi fa bene x na vita normale gia lo sapevo....il mio scrupolo invece era capire che teoria seguisse proprio x il "ritocchino" posteriore :D i sintetici lui nn ne ha mai voluto usare dicendo "nn ne ho mai usati ma ne ho levati troppi di quelli vecchi per fidarmi ancora, per me un trapianto deve essere biologico"...alla fine nn è che posso dargli in testa sn scelte di pensiero! ....ricordo di avergli detto "io sarei anche intenzionato ad operarmi dottò ma se il gioco ne vale davvero la candela! xke dalal faccia che mi hanno fatto alcuni suoi colleghi mi sembra un caso da dott House! :D " lui si è messo a ridere e ha detto "se facessi attività ospedaliera normale forse potrei sgranare gli occhi anche io davanti a na ricostruzione complessa, ma dato che faccio solo questo da anni, Le assicuro che situazioni come la sua e anche piu gravi (quando c'è la rottura completa di entrambi) ne opero almeno una decina all'anno!"

certo, 10 su 400 all'anno che en fa fan sempre capire che sono stato un caso particolarmente sfortunato :rolleyes: però gia che non ne ha fatti solo due o 3 in vita sua è na certa sicurezza! l'unica cosa che avrei voluto dirgli (ma nn volevo fare nomi, mi sembrava indelicato!) è che la faccia pensierosa di operare duelegamenti non me l'ha fatta la guadria medica di Rionero in Vulture o di Poggibonsi (cn tt il rispetto che saranno anche ottimo dottori :D )ma proprio il primario della chirurgia del ginochio del Galeazzi, insomma nn l'ultimo arrivato! poi questo ha intenzione di sistemare anche il collaterale per cui basterebbe una suturazione a meno che nn sia rotto del tutto (e nel caso che fa, mi preleva un terzo tendine? :doh: questo mi so scordato di chiederglielo)....

cioè di sicuro è un dottore sicuro di sè, ma la fiducia al 100 x 100 (sarà che io ero uno di quelli "i dottori meno li vedo e meglio sto" :rolleyes: ) non me la ispira nè chi come il milanese fa na faccia tipo un prof univeritario che è indeciso se bocciarti o darti un 18 (ce l'avete presente quelle facce da cazzo? :D quanti ricordi!)quando si tratta di operare nè chi come (comunque) l'ottimo prof di ieri, ti parla "allegramente" di prelevare quadricipitale, semitendinoso (a sto putno credo sia QUADRUPLICATO Gommù! ;) ), valutare il collaterale a cielo aperto, come se ti stesse dando una cura lassativa x andare al cesso....:D (perchè poi malignamente penso "ma questo guara all'interesse mio, o gia sta pensando oltre che al dineros, al mostrare la videocassetta di qeusto ghiotto intervento (3 legamenti quanto so quotati alla SNAI? come il LECCe vincente a San Siro contro il Milan capolista? :D )si uoi alunni universitari! :cool:

scmq questo almeno sta a roma c'è la comodità delal vicinanza :D
cmq spero che abbia fatto capire cioò che io voglia intendere dal punto di vista psicologico...forse so io che so troppo difficile! :muro:

alex642002 20-01-2011 10:43

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34232017)
eheheheh... allora qui sul forum non abbiamo detto solo ca"ss"ate.....:D :D :D (ah a proposito, ho visto solo ora che abbiamo raggiunto le 200!!!!!!!! pagine!!!!!! :yeah: )

Sarebbe da festeggiare l'"anniversario" con la famosa cena!:ubriachi:
Ringraziamo comunque il nostro patrono San Virus:nonio: che iniziò la discussione più di 7 anni fa :)

filippo881 20-01-2011 11:46

Quote:

Originariamente inviato da giovanni99 (Messaggio 34230446)
Penso che tra i casi anche nostri ci siano grandi differenze perchè in effetti sono differenti, x meglio confrontarli bisognerebbe dividerli in base a vari parametri:
Innanzitutto per "patologia", infatti parliamo di casi di lca o lca+lcp più i menischi ecc. Ecc.
Poi si dovrebbe dividerli x età del soggetto e costituzione fisica/muscolare,
A seguire metterei differenziati quelli x es come me che data dell'intervento programmata hanno seguito un programma di rinforzo muscolare da quelli che non ne hanno avuto la possibilità (x problemi anche a camminare dopo il trauma) o non l'hanno cmq fatto arrivando al fatidico giorno con della carta velina al posto dei muscoli.
Poi bisognerebbe differenziare i diversi tipi di intervento, rotule, g+s o altro
Infine confrontare i diversi metodi di riabilitazione che si sono seguiti.
A parità di condizioni secondo me nn si troverebbero tutte queste differenze nei tempi di recupero.

Oggi sono stato al controllo dal dott. Lelli, pare che il mio ginocchio vada benissimo, uno dei migliori visti in giornata sono state le sue parole, ma già lo sapevo, del resto nn mi ha mai fatto male e non si è mai gonfiato!
Mi ha detto di aumentare i carichi in palestra, che si aspetta la corsa tra 15-20 giorni, per ora di camminare molto e fare tanta bicicletta. Da quando inizieró a correre x lui sono "guarito" , per la ripresa di tennis e calcio mi dovró rapportare con il preparatore atletico, a suo modo di vedere intorno a maggio potró rigiocare a calcio (speriamo).

Giovanni, mi sfugge una cosa. Che senso ha fare rinforzo muscolare se poi, dicono, subito dopo l'intervento si sgonfiano ancora tutti i muscoli? Te hai perso tono muscolare?

E poi volevo chiederti di descrivermi il tuo programma di rinforzo: dove l'hai fatto, con quale frequenza , quanto tempo prima dell'intervento e quali esercizi. Grazie mille!

Delfino81 20-01-2011 12:31

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34233073)
Sarebbe da festeggiare l'"anniversario" con la famosa cena!:ubriachi:
Ringraziamo comunque il nostro patrono San Virus:nonio: che iniziò la discussione più di 7 anni fa :)



Ahahahahah giusto! se mai andrò sotto i ferri gli rivolgerò una preghierina! San Virus, patrono e protettore dei legamenti crociati! :D


per la cena x me no problem salvo imprevisti di cui purtroppo sn pieno! secondo me però il peridoo ideale anche x la "mobilità" è a primavera ma è solo una opinione personale! :cool:

gomma2408 20-01-2011 12:39

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34233741)
Giovanni, mi sfugge una cosa. Che senso ha fare rinforzo muscolare se poi, dicono, subito dopo l'intervento si sgonfiano ancora tutti i muscoli? Te hai perso tono muscolare?

ti rispondo anche io in attesa.....;)
il senso è che, dato 100 il valore di piena forma dei muscoli, se ti sei infortunato sei sceso a 80 (valori a caso), poi non fai niente, ti operi e scendi di ulteriori 20, sei al 60% della forza originaria.

Se quando sei all'80%, vai in palestra, recuperi forza al quadricipite fino a raggiungere il precedente 100% od anche, se non sei uno che la palestra la faceva frequentemente di già, ci sta che anzi raggiungi un 110% (attenzione, di FORZA, NON OVVIAMENTE DI stabilita'...), a quel punto se perdi 20/30% per l'intervento, riparti con la fisiotarapia post intervento con una gamba all'80-70%, e NON 6o% o inferiore....

L'esempio che ho fatto è molto semplicistico e non si può ragionare in termini di percentuali sommandole e sottraendole in questo modo, però.... rende l'idea sul concetto delle motivazioni alla base della ginnastica preoperatoria.

E' anche una questione di velocità nel recupero della forza: essendoti "allenato" fino a pochi giorni prima, il riprendere dopo 10/15gg una pur minima attività in fisioterapia fa rispondere meglio il muscolo che così come è sceso di colpo farà più velocemente a recuperare il tono... a differenza di un muscolo da mesi ipotrofico ;)

gomma2408 20-01-2011 12:40

concordo per la cena un fine settimana primaverile.... (purtroppo di "ponti" non ce ne sono.,..... azz.....!!!!! :muro: )

gomma2408 20-01-2011 12:44

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34232711)
.......è che la faccia pensierosa di operare duelegamenti non me l'ha fatta la guadria medica di Rionero in Vulture o di Poggibonsi (cn tt il rispetto che saranno anche ottimo dottori :D )ma proprio il primario della chirurgia del ginochio del Galeazzi,

oh, io sono quasi di zona.... :D :D :D (vabbè ho solo in comune la provincia di appartenenza, perchè Perugia e il famoso Cerulli li ho molto più vicini....:p ) però a Poggibonsi c'è un discreto ospedale..... anche se in effetti per la chirurgia del ginocchio mi sa che non è un gran che, :D non ho mai sentito di nessuno della mia zona che si è fatto visitare/operare là...... :D

:D :D :D :D :D :D :D

Danilson 20-01-2011 19:39

ciao ragazzi

vi volevo dire che io ieri ho fatto la mia prima partitella, a 4 mesi e mezzo dall'intervento

partitella ovviamente blandissima, senza contrasti e stando molto attento

responso perfetto il ginocchio non da ne segni di sofferenza ne di instabilità

volevo dire quindi ai neo operati di non mollare un secondo, si torna anche meglio di prima, basta tenere duro!

filippo881 20-01-2011 19:51

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34238674)
ciao ragazzi

vi volevo dire che io ieri ho fatto la mia prima partitella, a 4 mesi e mezzo dall'intervento

partitella ovviamente blandissima, senza contrasti e stando molto attento

responso perfetto il ginocchio non da ne segni di sofferenza ne di instabilità

volevo dire quindi ai neo operati di non mollare un secondo, si torna anche meglio di prima, basta tenere duro!

Musica per le mie orecchie!

Grazie mille a Gomma per la spiegazione! Non fa una piega!

Aspetto Giovanni per il dettaglio sugli esercizi pre-intervento.. :cincin:

Danilson 20-01-2011 20:03

il senso è che se tu arrivi all'intervento SENZA muscolatura (come ho fatto io) ti ritrovi a perdere quel po che hai subito dopo l'intervento

fidati che è un problema grosso, soffri il doppio nella fase iniziale, dovrai lavorare il triplo nella fase intermedia e solo una grandissima forza di volontà ti permetterà di rispettare i tempi di recupero canonici (sempre che tu debba tornare allo sport)

il discorso è, piu' quadricipite hai quando vai sotto ai ferri, meglio farai i vari cicli riabilitativi, che ti assicuro essere duri, spece nella prima parte

percio', se puoi, fatti almeno 3 mesi di intensa attività per il tuo quadricipite .. di esercizi ne puoi fare tantissimi, ma qui lascio la parola a chi effettivamente questa fase l'ha fatta, io prima di operarmi non l'ho fatto e me ne sono pentito amaramente!

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34233741)
Giovanni, mi sfugge una cosa. Che senso ha fare rinforzo muscolare se poi, dicono, subito dopo l'intervento si sgonfiano ancora tutti i muscoli? Te hai perso tono muscolare?

E poi volevo chiederti di descrivermi il tuo programma di rinforzo: dove l'hai fatto, con quale frequenza , quanto tempo prima dell'intervento e quali esercizi. Grazie mille!


Stefano Landau 20-01-2011 22:18

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34238895)
il senso è che se tu arrivi all'intervento SENZA muscolatura (come ho fatto io) ti ritrovi a perdere quel po che hai subito dopo l'intervento

fidati che è un problema grosso, soffri il doppio nella fase iniziale, dovrai lavorare il triplo nella fase intermedia e solo una grandissima forza di volontà ti permetterà di rispettare i tempi di recupero canonici (sempre che tu debba tornare allo sport)

il discorso è, piu' quadricipite hai quando vai sotto ai ferri, meglio farai i vari cicli riabilitativi, che ti assicuro essere duri, spece nella prima parte

percio', se puoi, fatti almeno 3 mesi di intensa attività per il tuo quadricipite .. di esercizi ne puoi fare tantissimi, ma qui lascio la parola a chi effettivamente questa fase l'ha fatta, io prima di operarmi non l'ho fatto e me ne sono pentito amaramente!

Faccio un piccolo esempio..... Io ho rotto il legamento il 31 dicembre in un periodo nel quale non facevo tanto sport, ma comuque facevo un po' di trek (almeno 1 al mese di più giorni) ed in più andando al lavoro a piedi, faccio circa 4 o 5 km al giorno a piedi.
Quindi prima di rompere il legamento non ero messo malissimo, un minimo di base l'avevo.
Un mese dopo l'infortunio ho ripreso (grazie ai consigli del forum e soprattutto di Gomma, che anche due anni fa era il punto di riferimento del forum... :ave: ) con la palestra per recuperare un po' di tono muscolare e poi dopo la metà febbraio ho fatto degli esercizi specifici che mi ha dato chi mi ha operato.

In un mese e mezzo di esercizi fatti regolarmente (tutti i giorni nelle ultime 3 settimane appena sveglio e prima di andare a dormire) sono arrivato all'operazione in buone condizioni.

La mattina dopo l'operazione fare gli esercizi di isometria era pesante. Mi sembrava di sollevare un macignio. Ma ci riuscivo. Ed era sempre più facile ad ogni tentativo.
Se non ci fossi riuscito avrei dovuto ricorrere all'elettrostimolazione per stimolare la muscolatura a riprendersi.
Superata quella prima fase (penso soprattutto psicologica.....) tutto è stato facile. Ma senza il lavoro fatto prima dell'operazione non so se sarei riuscito a sollevare la gamba al primo tentativo........

Danilson 21-01-2011 00:11

io c'ho messo due settimane a sollevare la gamba e ho dovuto fare 1 mese intero di elettrostimolazione

se avessi fatto allenamento sta fase la potevo saltare e fare subito roba piu' "seria" , parole dell'ortopedico e del fisioterapista

quindi prima dell'operazione, allenatevi!! :)

filippo881 21-01-2011 12:51

OK, direi che mi avete più che convinto e vi ringrazio molto. Dalla settimana prossima comincio ad andare in palestra. Ho poco più di un mese e mezzo per farmi un buon quadricipite (sarà dura contando che ora è un paio di cm sotto tono rispetto al sinistro), ma penso che andando 3 volte a settimane e facendo due orette alla volta posso farcela.

L'unica cosa che vi chiedo è: esagerando rischio di rovinare ciò che rimane di sano nel ginocchio (cartilagini, menisco,..)? Quali esercizi devo fare e quali devo evitare? So che sono cose che mi dirà anche l'istruttore in palestra, ma mi fido fino ad un certo punto perchè loro pensano solo al risultato e sono leggermente poco prudenti!:D

Stefano Landau 21-01-2011 13:24

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34243917)
OK, direi che mi avete più che convinto e vi ringrazio molto. Dalla settimana prossima comincio ad andare in palestra. Ho poco più di un mese e mezzo per farmi un buon quadricipite (sarà dura contando che ora è un paio di cm sotto tono rispetto al sinistro), ma penso che andando 3 volte a settimane e facendo due orette alla volta posso farcela.

L'unica cosa che vi chiedo è: esagerando rischio di rovinare ciò che rimane di sano nel ginocchio (cartilagini, menisco,..)? Quali esercizi devo fare e quali devo evitare? So che sono cose che mi dirà anche l'istruttore in palestra, ma mi fido fino ad un certo punto perchè loro pensano solo al risultato e sono leggermente poco prudenti!:D

Il problema è che gli istruttori di sala non sono preparati generalmente per questo tipo di problemi.
A me hanno fatto fare tanta isometria (tutti i giorni appena sveglio e poi prima di addormentarmi) e poi in palestra Cyclette.
Un esercizio buono è per esempio sdraiato supino (a Pancia in sù) piegare la gamba sana a 90 ° appoggiando quindi il piede in terra.
Sollevare la gamba "Infortunata" in modo da portare le due gambe parallele però in questo caso tenendo la gamba tesa il più possibile (magari tenendo anche il piede a martello).
Mantenere questa posizione 10 secondi e tornare giu.
Fare 3 serie da 10 ripetizioni.

Un variante è quella di aumentare i tempi di sospensione...... stessa posizione, si solleva la gamba e la si tiene su 60 secondi (se ci si riesce) e poi si torna giu. Anche qui è necessario fare un po' di ripetizioni.

Dato che è molto importante recuperare la distensione della gamba, prima di sollevare la gamba bisogna vedere di spingere in giu il ginocchio infortunato cercando ti raddrizzare la gamba al punto di toccare il pavimento con il retro del ginocchio. A quel punto, senza piegare la gamba la si solleva.

Questo è quello che facevo io (ed era anche un esercizio da fare dopo la fisioterapia)

Comunque ti consiglio di farti dare un po' di esercizi dall'ortopedico o da un fisioterapista se hai occasione di sentirli. Renderanno il lavoro molto più efficace.

filippo881 21-01-2011 13:58

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 34244258)
Il problema è che gli istruttori di sala non sono preparati generalmente per questo tipo di problemi.
A me hanno fatto fare tanta isometria (tutti i giorni appena sveglio e poi prima di addormentarmi) e poi in palestra Cyclette.
Un esercizio buono è per esempio sdraiato supino (a Pancia in sù) piegare la gamba sana a 90 ° appoggiando quindi il piede in terra.
Sollevare la gamba "Infortunata" in modo da portare le due gambe parallele però in questo caso tenendo la gamba tesa il più possibile (magari tenendo anche il piede a martello).
Mantenere questa posizione 10 secondi e tornare giu.
Fare 3 serie da 10 ripetizioni.

Un variante è quella di aumentare i tempi di sospensione...... stessa posizione, si solleva la gamba e la si tiene su 60 secondi (se ci si riesce) e poi si torna giu. Anche qui è necessario fare un po' di ripetizioni.

Dato che è molto importante recuperare la distensione della gamba, prima di sollevare la gamba bisogna vedere di spingere in giu il ginocchio infortunato cercando ti raddrizzare la gamba al punto di toccare il pavimento con il retro del ginocchio. A quel punto, senza piegare la gamba la si solleva.

Questo è quello che facevo io (ed era anche un esercizio da fare dopo la fisioterapia)

Comunque ti consiglio di farti dare un po' di esercizi dall'ortopedico o da un fisioterapista se hai occasione di sentirli. Renderanno il lavoro molto più efficace.

Scusa mi sono spiegato male io e ho dimenticato di specificare che non sono ancora operato. Mi opero a Marzo e ora vorrei fare un mesetto di palestra per preparare il quadricipite all'intervento. Ma visto che in palestra c'è un'istruttore e non un fisioterapista penso che punterà solo a potenziare la gamba senza badare molto a conservare ciò che ancora ho di sano.

Per questo avrei bisogno di sapere che esercizi fare e con quali macchine e quali sforzi evitare.

Comunque grazie lo stesso, terrò presente gli esercizi di cui hai parlato per un buon recupero post intervento.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 05:46.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.