Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   [Official Thread]Richieste d'aiuto in MATEMATICA: postate qui! (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1221191)


Casux 26-06-2006 23:40

Per la preparazione del liceo non posso darvi che ragione, lascia veramente a desiderare, poi a seconda dei professori è veramente disastrosa, da me è possibile arrivare infondo senza letteralmente aprire libro, spero questo sia un caso unico, perchè pensare che ci siano professori fuori di testa come quella che ho avuto io è veramente proccupante, siamo al livello di un professionale suppongo. Mai un esercizio, ore di spiegazione perse in cose letteralmente banali, la maggior parte del programma a malapena accennato, malgrado ciò nel rapporto di fine anno ha stato scritto tutto, per "mettersi con le spalle al muro" come dice lei. Il tutto col preside, amico suo, che l'ha affibbiata ad un triennio, dopo che era stata scacciata da altre scuole, che se ne sbatte della questione ignorando le nostre lamentele. Con la fisica le cose vanno pure peggio, non sapendo la materia si fa mandare i compiti da un professore e per le spiegazioni legge il libro. Tutto per non parlare della valutazione daata letteralmente a caso e a simpatia. Scusate lo sfogo :P

Per il libro vedrò di dare un occhiata a questo Giusti poi, se proprio non ce la faccio ripegherò sull'altro, comunque vada ci sarà da rimboccarsi le maniche, sopratutto per la teoria ;)
Grazie dei consigli

Guts 27-06-2006 02:53

tranquillo che tanto si riparte completamente da zero se fai ingegneria ma penso sia lo stesso anche in altre facoltà. io faccio ing meccanica e ho fatto lo scientifico, ma in classe da me c'è gente che ha fatto il classico, l'istituto tecnico, ecc, quello che serve è la voglia di impegnarsi, la preparazione dello scientifico può certo aiutarti in analisi A perchè certi concetti ce li hai già chiari, ma devi cmq riprendere in mano tutto

gtr84 27-06-2006 09:23

Quote:

Originariamente inviato da Guts
tranquillo che tanto si riparte completamente da zero se fai ingegneria ma penso sia lo stesso anche in altre facoltà. io faccio ing meccanica e ho fatto lo scientifico, ma in classe da me c'è gente che ha fatto il classico, l'istituto tecnico, ecc, quello che serve è la voglia di impegnarsi, la preparazione dello scientifico può certo aiutarti in analisi A perchè certi concetti ce li hai già chiari, ma devi cmq riprendere in mano tutto

Si infatti, all'uni i corsi di matematica partono dall'abc


Mi ricordo che 4 anni fa, al corso di analisi I, il prof stava definendo
le operazioni principali, somma prodotto ecc...

E in uno di quei tanti calcoli che stava facendo gli capitò un'espressione
contente a/b, allora immediatamente si ferma e dice:"E no! Il quoziente
ancora non l'ho definito! Cancellate a/b e scrivete a*(1/b) !"

:muro: :D

Lucrezio 27-06-2006 12:32

Quote:

Originariamente inviato da Casux
Per la preparazione del liceo non posso darvi che ragione, lascia veramente a desiderare, poi a seconda dei professori è veramente disastrosa, da me è possibile arrivare infondo senza letteralmente aprire libro, spero questo sia un caso unico, perchè pensare che ci siano professori fuori di testa come quella che ho avuto io è veramente proccupante, siamo al livello di un professionale suppongo. Mai un esercizio, ore di spiegazione perse in cose letteralmente banali, la maggior parte del programma a malapena accennato, malgrado ciò nel rapporto di fine anno ha stato scritto tutto, per "mettersi con le spalle al muro" come dice lei. Il tutto col preside, amico suo, che l'ha affibbiata ad un triennio, dopo che era stata scacciata da altre scuole, che se ne sbatte della questione ignorando le nostre lamentele. Con la fisica le cose vanno pure peggio, non sapendo la materia si fa mandare i compiti da un professore e per le spiegazioni legge il libro. Tutto per non parlare della valutazione daata letteralmente a caso e a simpatia. Scusate lo sfogo :P

Per il libro vedrò di dare un occhiata a questo Giusti poi, se proprio non ce la faccio ripegherò sull'altro, comunque vada ci sarà da rimboccarsi le maniche, sopratutto per la teoria ;)
Grazie dei consigli

Temo che la tua prof di italiano fosse peggio di quella di matematica... :D
Comunque davvero, non devi preoccuparti: all'università nessun professore pretende da te una conoscenza della matematica superiore a qualche elemento di trigonometria, alla conoscenza del comportamento delle funzioni elementari (1,x,sin(x),e^x) e alla capacità di risolvere banali espressioni numeriche...

Bandit 28-06-2006 18:18

sia uno spazio omega comosto da {w1,w2......,w6} e si consideri la variabile aleatoria X(wi)=10i

come fa a venire 0 per x<0
1/6 per 10<x<20
2/6 per 20<x<30
......
......
.....
fino a
1 per x>60
Come si ragiona?
per la moneta l'ho capito, ma qui no

Ziosilvio 28-06-2006 18:26

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
sia uno spazio omega comosto da {w1,w2......,w6} e si consideri la variabile aleatoria X(wi)=10i

come fa a venire 0 per x<0
1/6 per 10<x<20
2/6 per 20<x<30
......
......
.....
fino a
1 per x>60

Cos'è che dovrebbe venire?

(Da quello che scrivi, sembrerebbe essere la funzione di distribuzione della variabile aleatoria, ossia la funzione F(x) = Pr(w:X(w)<=x), considerando Omega con la misura di probabilità uniforme.)

Bandit 28-06-2006 19:01

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
0 per x<0
1/6 per 10<x<20
2/6 per 20<x<30
......
......
.....
fino a
1 per x>60

questo deve venire.
si hai capito il tema ;)

Ziosilvio 28-06-2006 19:29

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
questo deve venire.
si hai capito il tema ;)

Bene ;)

Tu hai Omega, che ha sei elementi, e la probabilità Pr(U) = |U|/6.
Poi hai X(w1)=10, X(w2)=20, X(w3)=30, X(w4)=40, X(w5)=50, X(w6)=60.

Se x<10, allora {w:X(w)<=x} è vuoto, ed F(x)=0.
Se 10<=x<20, allora {w:X(w)<=x} = {w1}, ed F(x)=1/6.
Se 20<=x<30, allora {w:X(w)<=x} = {w1,w2}, ed F(x)=2/6.
E così via...

Bandit 28-06-2006 19:38

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio
Bene ;)

Tu hai Omega, che ha sei elementi, e la probabilità Pr(U) = |U|/6.
Poi hai X(w1)=10, X(w2)=20, X(w3)=30, X(w4)=40, X(w5)=50, X(w6)=60.

Se x<10, allora {w:X(w)<=x} è vuoto, ed F(x)=0.
Se 10<=x<20, allora {w:X(w)<=x} = {w1}, ed F(x)=1/6.
Se 20<=x<30, allora {w:X(w)<=x} = {w1,w2}, ed F(x)=2/6.
E così via...

quindi devo moltiplicare 1/6 per il coefficente i delle w successive alla w1,cioè
X(w2)=10*2, quindi moltiplico 1/6 per 2

Ziosilvio 28-06-2006 21:20

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
quindi devo moltiplicare 1/6 per il coefficente i delle w successive alla w1

No: per il numero delle w tali che X(w)<=x.

Che in questo caso siano la stessa cosa, è un altro discorso ;)

Bandit 29-06-2006 10:58

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio
No: per il numero delle w tali che X(w)<=x.

scusa, mi fai un esempio col problema?
ciao

Ziosilvio 29-06-2006 14:40

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
mi fai un esempio col problema?

Se leggi quattro post più su, di esempi col problema te ne ho fatti tre :read:

Bandit 29-06-2006 16:58

a ok
grazie ;)

serbring 29-06-2006 22:13

aiuto trasformata di laplace
 
sapete dirmi come si fa a fare la trasformata di laplace di

|t-1|? Il valore assoluto come lo devo trattare?

Ziosilvio 29-06-2006 22:39

Per le domande di matematica c'è il thread in evidenza.

Comunque: |t-1| è uguale a 1-t per t tra 0 e 1, e a t-1 per t tra 1 e +oo.
Quindi, la trasformata di Laplace di |t-1|, è pari all'integrale tra 0 e 1 di exp(-st)(1-t) dt, più l'integrale tra 1 e +oo di exp(-st)(t-1) dt.
Il primo lo valuti "a mano", il secondo si riconduce alla trasformata di Laplace di una funzione nota ;)

ChristinaAemiliana 30-06-2006 09:51

Discussione unita al thread in evidenza. ;)

]DaLcA[ 02-07-2006 15:50

Forma di Skolem nella logica del I ordine
 
Ciao a tutti, ho un dubbio dell'ultim'ora :D

Ad una esercitazione del corso di Algebra e Logica Matematica, subito prima di effettuare la skolemizzazione su una formula della logica del I ordine (quindi dopo averla scritta in forma normale prenessa), l'esercitatrice ha detto che bisogna fare la chiusura universale.

Ecco, il problema è che né il professore né su appunti vari da Internet c'è traccia del fatto di doverla prima chiudere universalmente :huh:

Chi ha ragione?

Grazie in anticipo per la risposta :)

Ziosilvio 03-07-2006 18:17

Quote:

Originariamente inviato da ]DaLcA[
Ad una esercitazione del corso di Algebra e Logica Matematica, subito prima di effettuare la skolemizzazione su una formula della logica del I ordine (quindi dopo averla scritta in forma normale prenessa), l'esercitatrice ha detto che bisogna fare la chiusura universale.

Ecco, il problema è che né il professore né su appunti vari da Internet c'è traccia del fatto di doverla prima chiudere universalmente :huh:

Chi ha ragione?

Non ho capito benissimo la domanda, ma credo che abbiano ragione entrambi.
Dopotutto, una formula del primo ordine e la sua chiusura universale sono equidimostrabili ed equisoddisfacibili.

]DaLcA[ 03-07-2006 18:46

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio
Non ho capito benissimo la domanda, ma credo che abbiano ragione entrambi.
Dopotutto, una formula del primo ordine e la sua chiusura universale sono equidimostrabili ed equisoddisfacibili.

In effetti non mi sono spiegato molto bene :stordita:

Se prima di effettuare la skolemizzazione di una formula posta in forma normale prenessa (FNP) si effettua la chiusura universale sulla FNP, la forma di Skolem uscirebbe nettamente differente dal trasformare in forma di Skolem la FNP senza i quantificatori universali davanti perché, ad esempio, si introdurrebbero lettere funzionali che senza la chiusura universale non avrebbero bisogno di esserci.

Spero che così sia più chiaro :)

Ziosilvio 04-07-2006 00:37

Quote:

Originariamente inviato da ]DaLcA[
In effetti non mi sono spiegato molto bene :stordita:

Se prima di effettuare la skolemizzazione di una formula posta in forma normale prenessa (FNP) si effettua la chiusura universale sulla FNP, la forma di Skolem uscirebbe nettamente differente dal trasformare in forma di Skolem la FNP senza i quantificatori universali davanti perché, ad esempio, si introdurrebbero lettere funzionali che senza la chiusura universale non avrebbero bisogno di esserci.

Spero che così sia più chiaro :)

Un po' più chiaro è stato ;)

Sul Web ho trovato questo testo, che ha il pregio di essere ASCII.
Da quanto ho capito, una formula F e la sua skolemizzata S(F) non sono equidimostrabili, ossia non è vero che i modelli di F sono tutti e soli i modelli di S(F): però sono equisoddisfacibili, ossia F ha un modello se e solo se S(F) ha un modello.
In compenso, come dicevamo prima, una formula F e la sua chiusura universale U(F) sono equidimostrabili,quindi anche equisoddisfacibili.
Per cui: dato che applicando la skolemizzazione rinunci all'equidimostrabilità ma non all'equisoddisfacibilità, direi che considerare o no la chiusura universale prima di skolemizzare non è importante, perché S(F) e S(U(F)) sono in ogni caso equisoddisfacibili. (Scrivendo "A e B sono equisoddisfacibili" come "A eqs B", hai S(F) eqs F eqs U(F) eqs S(U(F)): l'equisoddisfacibilità è ovviamente una relazione di equivalenza.)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:27.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.