Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Delfino81 25-10-2011 10:20

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36213298)
ti capisco.... è una dura lotta quando compaiono anche le tendiniti, per farle andare via... però un minimo esercizio continualo sempre, magari a casa, soprattutto per mantenere l'elasticità... allungamenti, piegamenti, ecc..
eheheheheh... la battuta su delfino la quoto in pieno!!! ahahahahh..... ;) ;) ;)
(però meglio se si opera... almeno si toglie questa curiosità, chiamiamola così!!! :D )


eheheh, tranquilli, che dopo che mi opererò non avrò nemmeno la forza psicologica di scrivere! ed è una curiosità della quale avrei fatto volentieri a meno!:D

riguardo alla organizzazione logistuca, mi piacerebbe anche a me fare come ha detto Stefano, 3 mesi o 3 mesi e mezzo a Milano, però purtroppo non mi èm possibile...tuto quuello che posso al max fare è chiedere al dottore se posso andare al Suo centro un po' prima, che so dopo i 25 30 giorni,dall'operazioen invece che dopo 45, almenox "farmi vedere" e pure che devo fa due cazzate (elettostimolazione, qualche isometria a elastici) ecc almeno rompo le scatole a qualche dottore là dentro (poveri loro :D )...

in questo modo un mestto presso il loro centro me lo potrei fare!

anche perche La cosa che proprio non capisco è come si concilia la "mobilizzazione precoce" con l'operazione del crociato posteriore....e in effetti la rispsota è che "non si concilia", perche il LCP ha bisogno di tutore, supporto retro tibiale per al forza di gravità e un sacco di cazzi..... andando a fisioterapia dopo 45 giorni in cui avrei fatto solo un po' di isometria, credo che qquando mi piegheranno il ginocchio avoglia ad aderenze che si saranno formate.ho paura che vedrò i sorci verdi....

Gold Bug ma alla fine prima di farti consigliare di rioperarti (i l chirurgo medio non aspetta altro :D ) hai capito almenocosa non è andato bene nella vecchia operazione? qual è il rpoblema? la tensione del neolegamento, la sede di prelievo, ecc) io prima insisterei su questo.

The Gold Bug 25-10-2011 12:32

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 36213448)

Gold Bug ma alla fine prima di farti consigliare di rioperarti (i l chirurgo medio non aspetta altro :D ) hai capito almenocosa non è andato bene nella vecchia operazione? qual è il rpoblema? la tensione del neolegamento, la sede di prelievo, ecc) io prima insisterei su questo.

I miei problemi sono cominciati quando ho cambiato il primo fisioterapista per scandalosi problemi di estensione, mi sono ritrovato dal non fare un caxxo a tapis roulant, tappeto elastico ,cuscini,tavoletta per la propriocettiva, leg press, squat (porc*****) etc, tutto questo a luglio , coem risultato mi porto da allora la tendinite alla zampa d'oca (che sembra stia passando) e quella rotulea. Per il resto il chirurgo dice che la tenuta del ginocchio c'è, ho solo bisogno di fare stretching e rinforzo muscolare.
Purtroppo dopo 5 mesi mi sento ancora il ginocchio come ce l'avevo a luglio, cammino con la gamba leggermente flessa, e non ho recuperato neanch ela flessione, ma per fisioterapisti e chirurghi problemi non ce ne sono, insomma addà passà a nuttat

edit. quando dico che mi sento il ginocchio uno schifo, per farvi capire, se sto seduto e provo a tirare dietro la gamba, appena superati i 90° comincio a sentir tirare tutto e provo quella sensazione di blocco che dovrebbe essere dovuta alla tendinite rotulea§(forse gomma potrà confermare). MI è capitato veramente per pochi giorni di sentire il ginocchio fluido e muoverlo senza blocchi e dolori, appena riprendo a fare esercizio si blocca di nuovo :(

Delfino81 25-10-2011 13:49

Quote:

Originariamente inviato da The Gold Bug (Messaggio 36214347)
I miei problemi sono cominciati quando ho cambiato il primo fisioterapista per scandalosi problemi di estensione, mi sono ritrovato dal non fare un caxxo a tapis roulant, tappeto elastico ,cuscini,tavoletta per la propriocettiva, leg press, squat (porc*****) etc, tutto questo a luglio , coem risultato mi porto da allora la tendinite alla zampa d'oca (che sembra stia passando) e quella rotulea. Per il resto il chirurgo dice che la tenuta del ginocchio c'è, ho solo bisogno di fare stretching e rinforzo muscolare.
Purtroppo dopo 5 mesi mi sento ancora il ginocchio come ce l'avevo a luglio, cammino con la gamba leggermente flessa, e non ho recuperato neanch ela flessione, ma per fisioterapisti e chirurghi problemi non ce ne sono, insomma addà passà a nuttat

edit. quando dico che mi sento il ginocchio uno schifo, per farvi capire, se sto seduto e provo a tirare dietro la gamba, appena superati i 90° comincio a sentir tirare tutto e provo quella sensazione di blocco che dovrebbe essere dovuta alla tendinite rotulea§(forse gomma potrà confermare). MI è capitato veramente per pochi giorni di sentire il ginocchio fluido e muoverlo senza blocchi e dolori, appena riprendo a fare esercizio si blocca di nuovo :(

perdonami mi ricordi come ti hanno operato? (col rotuleo o con gracile e semitendinoso?)

la zampa d'oca quale zona del ginocchio sarebbe? quella postero interna?cioè quella dove si sente partire la "cordicella" del semitendinoso? (x chi ce l'ha ancora e non è stato asportato per fa il trapianto di LCA)...perche quella è una zomna che ad esmepio fa male anche a me da mesi e da non operato.

però da profano, se il ginocchio tiene, ovvero non è riscontrabile cassetto anteriore, non vedo perche ti dovrebbero rioperare e sostanzialmente di cosa....

quindi stai molto attento a dire "voglio essere rioperato" che se ti trovi un ortopedico poco onesto e avido di soldi quello picc c mett ca t fasc nuev nuev (sei barlettano quidnis e parlo tarantino lo capisci :D ), e credo sia capibile anche dagli amici non pugliesi, comuqnue ho detto "poco ci emtte che ti fa nuovo nuovo"... :p

io invece la domanda che farei al medico è "perche mi fa male?" se non gliel'hai gia fatta....

io so che possono esistere fallimenti di una ricostruzione per vari motivi, se il neo legamento viene troppo teso (dificoltà di flesso estensione) o troppo lasso (cassetto residuo ecc)pero a te il cassetto residuo non c'è, forse hanno teso troppo il legamento? ma non credo....

a meno che il problema non sia proprio la sede di prelievo,. cioè non so se l'esempio che cita possa esistere nella letteratura ortopedica, ma ad esempio quando il chirurgo ti prende il semitendinoso e gracile, fa un'operazione di stacco del tendine, e credo che la mano del chirurgo (anche da questi gesti ormai diventati routinanti nella tecnica si determina cmq la bravura perche bisogna vedere COME li si fa)...è mai successo secondo voi, che il chirurgo abbia fatto un prelivo tendineo troppo "invadente" e quindi anche se la ricostruzione in senso stretto del LCA viene a pennello, la persona resta "sroppiata" a livello tendineo?

non so se puo essere successo questo a Gold, ma è chiaro che qua possiamo solo avanzare ipotesi, una risposta te la puo dare solo uno specialista.

l'importante è che tu non gli dica "voglio essere rioperato" :D :D

gomma2408 25-10-2011 14:58

Delfi, :D ovvio che anche il prelievo del tendine da utilizzare è una fase delicata, e non viene sempre uguale, anche a parità di medico, bisogna vedere uno quanto ce l'ha sviluppato, quanto te lo preleva, come gli riesce, ecc.... ma più o meno si risolve in ogni caso.

Il discorso di the gold bug invece secondo me deriva molto dal fatto che non ha recuperato l'estensione... che ormai dovrebbe avere come l'altra gamba, e neanche dovrebbero essere necessari esercizi per mantenerla a questo punto, da quanto tempo è che doveva averla.
Questo (sempre SECONDO me che non sono nessuno, MEN che MENO un MEDICO.... non prendetele per verità ma solo un intervento come i vostri niente più...) comporta, (e qui invece riporto quanto affermato da molti - tutti - i fisioterapisti e/o medici) una non corretta esecuzione di qualsiasi esercizio che uno fa.... da qui le tendiniti, risultato scontato visto che l'articolazione non riesce ad estendersi tutta (soprattutto per il rotuleo.,...)

Il consiglio che di solito viene dato è di allentare con i carichi (anche di molto) pur facendo sempre tutti gli esercizi, perchè è INUTILE potenziare se prima non si recupera tutta l'escursione, SOPRATTUTTO la completa ESTENSIONE. Altrimenti il muscolo più potente non farà altro che sollecitare maggiormente il tendine (rotuleo, nel caso) e la tendinite non passa mai.

Quindi esercizi più leggeri, ma insistere insistere insistere sulla completa estensione. E' una cosa considerata così ovvia che mi sembra strano che qualche fisioterapista l'abbia sottovalutata, puntando solo sulla forza massimale. Quest'ultima viene in subordine rispetto alla estensione completa, altrimenti non si possono eseguire i principali esercizi correttamente (lo squat, poi....:rolleyes: ) e insorgono altri problemi muscolari.
Inoltre per la tendinite 3 mesi (da luglio) sono il minimo per poter sperare che passi del tutto, e di sicuro non passa se non si ha l'estensione completa della gamba, perchè così il rotuleo è SEMPRE sotto carico anche solo camminando, e non ci sono scuse, la tendinite NON passerà. :(
Questo hanno spiegato nel mio centro a chi ha avuto problemi post operatori al tendine rotuleo , che sono molto frequenti a chi si opera con tale tecnica ma anche gli altri non ne sono esenti a causa dei numerosi esercizi che si fanno....

Delfino81 25-10-2011 16:07

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36215508)
Delfi, :D ovvio che anche il prelievo del tendine da utilizzare è una fase delicata, e non viene sempre uguale, anche a parità di medico, bisogna vedere uno quanto ce l'ha sviluppato, quanto te lo preleva, come gli riesce, ecc.... ma più o meno si risolve in ogni caso.

Il discorso di the gold bug invece secondo me deriva molto dal fatto che non ha recuperato l'estensione... che ormai dovrebbe avere come l'altra gamba, e neanche dovrebbero essere necessari esercizi per mantenerla a questo punto, da quanto tempo è che doveva averla.
Questo (sempre SECONDO me che non sono nessuno, MEN che MENO un MEDICO.... non prendetele per verità ma solo un intervento come i vostri niente più...) comporta, (e qui invece riporto quanto affermato da molti - tutti - i fisioterapisti e/o medici) una non corretta esecuzione di qualsiasi esercizio che uno fa.... da qui le tendiniti, risultato scontato visto che l'articolazione non riesce ad estendersi tutta (soprattutto per il rotuleo.,...)

Il consiglio che di solito viene dato è di allentare con i carichi (anche di molto) pur facendo sempre tutti gli esercizi, perchè è INUTILE potenziare se prima non si recupera tutta l'escursione, SOPRATTUTTO la completa ESTENSIONE. Altrimenti il muscolo più potente non farà altro che sollecitare maggiormente il tendine (rotuleo, nel caso) e la tendinite non passa mai.

Quindi esercizi più leggeri, ma insistere insistere insistere sulla completa estensione. E' una cosa considerata così ovvia che mi sembra strano che qualche fisioterapista l'abbia sottovalutata, puntando solo sulla forza massimale. Quest'ultima viene in subordine rispetto alla estensione completa, altrimenti non si possono eseguire i principali esercizi correttamente (lo squat, poi....:rolleyes: ) e insorgono altri problemi muscolari.
Inoltre per la tendinite 3 mesi (da luglio) sono il minimo per poter sperare che passi del tutto, e di sicuro non passa se non si ha l'estensione completa della gamba, perchè così il rotuleo è SEMPRE sotto carico anche solo camminando, e non ci sono scuse, la tendinite NON passerà. :(
Questo hanno spiegato nel mio centro a chi ha avuto problemi post operatori al tendine rotuleo , che sono molto frequenti a chi si opera con tale tecnica ma anche gli altri non ne sono esenti a causa dei numerosi esercizi che si fanno....

infatti che io sappia la zona rotulea è sogeta a tendinit infiammazioni e condropatie anche per chi non ha mai subito operazioni al ginocchio, specie negli sportivi e in alcuni tipi di sport (tipo i corridori, o i body builders in certi esercizi) mo vuoi x la cartilagine rotulea (condropatia) o per il tendine, i fastidi ogni tanto si fanno sentire.....

tanto piu in un ginocchio operato e, ultima ratio, proprio col rotuleo....

The Gold Bug 25-10-2011 16:44

Mi hanno fatto il semitendinoso+gracile, per l'estensione va un po' meglio negli ultimi tempi , non è che cammino con la gamba piegata, a caldo mi mancano quei pochi gradi che mi consentirebbero di non zoppicare, chi mi vede camminare da dietro non nota niente, di lato invece si vede che mi porto la gamba "a spasso" con l'anca. La zoppia è dovuta anche ai dolorini vari e alla rigidità del ginocchio. Aggiungete il fatto che facico il ragioniere e sto tutto il giorno seduto e la frittata è fatta :(

gomma2408 25-10-2011 17:09

Quote:

Originariamente inviato da The Gold Bug (Messaggio 36216304)
Mi hanno fatto il semitendinoso+gracile, per l'estensione va un po' meglio negli ultimi tempi , non è che cammino con la gamba piegata, a caldo mi mancano quei pochi gradi che mi consentirebbero di non zoppicare, chi mi vede camminare da dietro non nota niente, di lato invece si vede che mi porto la gamba "a spasso" con l'anca. La zoppia è dovuta anche ai dolorini vari e alla rigidità del ginocchio. Aggiungete il fatto che facico il ragioniere e sto tutto il giorno seduto e la frittata è fatta :(

E' quello il punto.... NON deve mancare nemmeno un grado! E' passato abbastanza tempo...
Seduto su una panca, gamba operata distesa sulla panca, NON deve passare aria sotto il ginocchio.... altrimenti anche solo un niente di flessione, ti fa fare esercizi non in maniera ottimale, e soprattutto il camminare!
Molto allungamento, premere con forza sopra il ginocchio dalla posizione sulla panca che sopra dicevo, tenere per 30 secondi.. e ripetere, devi assolutamente recuperare TUTTA l'estensione, non lasicare enanche un grado.
Fregatene della flessione se proprio devi, quella importa meno, se non per accosciarti del tutto, non importa per una corretta postura nel correre o nel camminare, ma l'estensione va ricercata per prima cosa. ;)
Questa cosa la devi raggiungere, è il minimo risultato che si ricerca, al di là dei pesi, ecc...

alex642002 25-10-2011 17:39

Quote:

Originariamente inviato da The Gold Bug (Messaggio 36216304)
Mi hanno fatto il semitendinoso+gracile, per l'estensione va un po' meglio negli ultimi tempi , non è che cammino con la gamba piegata, a caldo mi mancano quei pochi gradi che mi consentirebbero di non zoppicare, chi mi vede camminare da dietro non nota niente, di lato invece si vede che mi porto la gamba "a spasso" con l'anca. La zoppia è dovuta anche ai dolorini vari e alla rigidità del ginocchio. Aggiungete il fatto che facico il ragioniere e sto tutto il giorno seduto e la frittata è fatta :(

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36216518)
E' quello il punto.... NON deve mancare nemmeno un grado! E' passato abbastanza tempo...
Seduto su una panca, gamba operata distesa sulla panca, NON deve passare aria sotto il ginocchio.... altrimenti anche solo un niente di flessione, ti fa fare esercizi non in maniera ottimale, e soprattutto il camminare!
Molto allungamento, premere con forza sopra il ginocchio dalla posizione sulla panca che sopra dicevo, tenere per 30 secondi.. e ripetere, devi assolutamente recuperare TUTTA l'estensione, non lasicare enanche un grado.
Fregatene della flessione se proprio devi, quella importa meno, se non per accosciarti del tutto, non importa per una corretta postura nel correre o nel camminare, ma l'estensione va ricercata per prima cosa. ;)
Questa cosa la devi raggiungere, è il minimo risultato che si ricerca, al di là dei pesi, ecc...

Tra l'altro l'estensione dovrebbe essere la prima cosa che si recupera..e la più facile e meno meno dolorosa,al contrario della flessione :confused:

The Gold Bug 25-10-2011 17:42

A me per non sbagliare hanno deciso di no nrecuperare nè una nè l'altra :sofico:

Delfino81 25-10-2011 17:44

Quote:

Originariamente inviato da The Gold Bug (Messaggio 36216304)
Mi hanno fatto il semitendinoso+gracile, per l'estensione va un po' meglio negli ultimi tempi , non è che cammino con la gamba piegata, a caldo mi mancano quei pochi gradi che mi consentirebbero di non zoppicare, chi mi vede camminare da dietro non nota niente, di lato invece si vede che mi porto la gamba "a spasso" con l'anca. La zoppia è dovuta anche ai dolorini vari e alla rigidità del ginocchio. Aggiungete il fatto che facico il ragioniere e sto tutto il giorno seduto e la frittata è fatta :(

A questo punto, sempre da PROFANO, credo che il "difetto" sia da ricercare nella fisioterapia e non nell'esecuzione dell'operazione.

gomma2408 25-10-2011 20:36

Quote:

Originariamente inviato da The Gold Bug (Messaggio 36216756)
A me per non sbagliare hanno deciso di no nrecuperare nè una nè l'altra :sofico:

eh, no, questo anche se non sono esperto mi sento di criticarlo... se fosse davvero proprio così ecco dove è l'errore in tutta la tua riabilitazione: qui nel forum, fra tutti quelli operati, penso che pur nella diversità dei protocolli riabilitativi, TUTTI hanno affrontato fra le prime cose il recupero dell'estensione soprattutto......:mbe:

Delfino81 26-10-2011 00:12

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36218009)
eh, no, questo anche se non sono esperto mi sento di criticarlo... se fosse davvero proprio così ecco dove è l'errore in tutta la tua riabilitazione: qui nel forum, fra tutti quelli operati, penso che pur nella diversità dei protocolli riabilitativi, TUTTI hanno affrontato fra le prime cose il recupero dell'estensione soprattutto......:mbe:

la stessa cosa che ho pensato io infatti.....se davvero è cosi, credo che il tuo primo fisioterapista faccia meglio a cambiare mestiere e andar a vendere il cocco bello sulla spiaggia.....:D :D

però volendo cglire la nota positiva credo che se i problema è stata la fisiotrapia, con altra fisioterapia si cura..... peggio sarebbe se il ginocchio continuasse a cassettare, rendendosi necessario un ulteriore intervento..... nel tuo caso invece, dovrebbe semplicemente trattarsi di gettare un altro po di sangue a fare uelle cose che son rmaste latitanti asssurdamente nel tuo primo protocollo fisioterapico, magari ogni imprecazione che ti viene per il fastidio o dolore quando ti stenderanno la gamba dedicala al tuo primo fisioterapista (che mi pare che è quello che poi ti ha pure cacciato no? ma io l'avrei sputato in faccia :D )


invece il sottoscritto che non sa vivere senza farsi paranoie vi pone all'attenzione un nuovo quesito che mi ha fatto pensare.....

oggi ho sentito via mail un assistente di Volpi, undottore abbastanza bravo anche lu, anche se pu giovane, chiedendogli lumi su una cosa che mi ero dimenticto di chiedere al dottore in visita, ovvero il fissaggio dl neo legamento nella tecnica all inside.....mi ha detto che a differenza della tecnica tradizionale in cui si usno per lo piu viti riassorbibili, Per la fissazione allinside non è possibile utilizzare viti riassorbibili....troppo invasive, si utilizza una sbarretta di metallo posizionata a livello corticale, quindi non in articolazione, con una resistenza al carico notevolmente superiore alle viti.
se preferisco utilizzare sistemi di fissazione riassorbibili dovremmo cambiare tecnica di ricostruzione, utilizzata da quell'equipe fino a due anni fà !


non ci ho capito molto, però non ho la competenza necessaria per addentrarmi nell'argomento.....da profano, un minimo acculturato ma sempre profano, l'IDEA della vite riassorbibile, forse peroprio per il fatto che col tempo si integra e si scioglie nell'osso, mi dava l'idea di minor invasività di una vite al titanio o peggio ancora di sta "sbarretta! di metallo (sarà sempre titanio, credo) che resta a vita dentro l'osso. però sapranno pure loro quel che fanno!

gomma2408 26-10-2011 09:00

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 36219440)


oggi ho sentito via mail un assistente di Volpi, undottore abbastanza bravo anche lu, anche se pu giovane, chiedendogli lumi su una cosa che mi ero dimenticto di chiedere al dottore in visita, ovvero il fissaggio dl neo legamento nella tecnica all inside.....mi ha detto che a differenza della tecnica tradizionale in cui si usno per lo piu viti riassorbibili, Per la fissazione allinside non è possibile utilizzare viti riassorbibili....troppo invasive, si utilizza una sbarretta di metallo posizionata a livello corticale, quindi non in articolazione, con una resistenza al carico notevolmente superiore alle viti.
se preferisco utilizzare sistemi di fissazione riassorbibili dovremmo cambiare tecnica di ricostruzione, utilizzata da quell'equipe fino a due anni fà !


non ci ho capito molto, però non ho la competenza necessaria per addentrarmi nell'argomento.....da profano, un minimo acculturato ma sempre profano, l'IDEA della vite riassorbibile, forse peroprio per il fatto che col tempo si integra e si scioglie nell'osso, mi dava l'idea di minor invasività di una vite al titanio o peggio ancora di sta "sbarretta! di metallo (sarà sempre titanio, credo) che resta a vita dentro l'osso. però sapranno pure loro quel che fanno!



Senti, se leggi gli studi fatti, trovi pro e contro di ogni sistema di fissaggio, le viti riassorbibili possono creare reazioni sinoviali e tissutali più importanti (e quindi infiammazioni....) le cambre metalliche o i sistemi a sospensione (che rientrano insieme a quelli che hanno detto a te... cioè diversi dalle viti interferenziali) consentono di rendere più sicuro il fissaggio, evitando le possibilità di danneggiamento del tendine ed il suo possibile non corretto posizionamento dovuto alla fase di avvitamento delle viti.... Del resto però queste ultime sono mgiliorate, da quelle senza testa di Kurosaka (ho cercato su internet, eh! non è che mi ricordo i nomi..... so che esistono magari, ma per essere più preciso su chi le ha introdotte devo fare una ricerca...) a quelle con filettatura arrtondata, ecc... che attenuano di molto il rischio dei suddetti problemi.

Quindi la scelta non è "sulla migliore tecnica" che non esiste, in quanto la "migliore" dipende di PIU' dalle capacità di chi la mette in pratica, più che dall'"attrezzo" in se e per sè.

Per tornare alle difficoltà di estensione, possono derivare, se non si riesce a reggiungerla, da problemi di "impingment" del nel LCA a livello intercondileo femorale, ovvero se troppo tensionato il neo-legamento in completa estensione interferisce con il femore, e quindi "tira" troppo e non permette l'estensione completa.
Ma non penso sia il caso di the gold bug , (e faccio le corna!!!:sperem: ) perchè comunque sembra che la fisioterapia che ha seguito non è mai stata molto indirizzata verso questo recupero... quindi ha buoni margini ancora.

The Gold Bug 26-10-2011 09:58

La mia era una battuta :) C'è di vero che il primo fiisoterapista all'inizio non so per quale motivo, non ha mai dato troppo peso ai problemi di estensione che andava sempre peggiorando. A sentire i due chirurghi che mi hanno visitato e i vari fisioterapisti... il problema si risolverà, ad oggi l'estensione la raggiungo ma non riesco a tenerla. Purtroppo sono molto pigro e lo scazzo ha preso il sopravvento, a casa non sto facendo più niente :cry:

Delfino81 26-10-2011 10:00

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36220080)
Senti, se leggi gli studi fatti, trovi pro e contro di ogni sistema di fissaggio, le viti riassorbibili possono creare reazioni sinoviali e tissutali più importanti (e quindi infiammazioni....) le cambre metalliche o i sistemi a sospensione (che rientrano insieme a quelli che hanno detto a te... cioè diversi dalle viti interferenziali) consentono di rendere più sicuro il fissaggio, evitando le possibilità di danneggiamento del tendine ed il suo possibile non corretto posizionamento dovuto alla fase di avvitamento delle viti.... Del resto però queste ultime sono mgiliorate, da quelle senza testa di Kurosaka (ho cercato su internet, eh! non è che mi ricordo i nomi..... so che esistono magari, ma per essere più preciso su chi le ha introdotte devo fare una ricerca...) a quelle con filettatura arrtondata, ecc... che attenuano di molto il rischio dei suddetti problemi.

Quindi la scelta non è "sulla migliore tecnica" che non esiste, in quanto la "migliore" dipende di PIU' dalle capacità di chi la mette in pratica, più che dall'"attrezzo" in se e per sè.

Per tornare alle difficoltà di estensione, possono derivare, se non si riesce a reggiungerla, da problemi di "impingment" del nel LCA a livello intercondileo femorale, ovvero se troppo tensionato il neo-legamento in completa estensione interferisce con il femore, e quindi "tira" troppo e non permette l'estensione completa.
Ma non penso sia il caso di the gold bug , (e faccio le corna!!!:sperem: ) perchè comunque sembra che la fisioterapia che ha seguito non è mai stata molto indirizzata verso questo recupero... quindi ha buoni margini ancora.


Ma si Gomma, infatti ora paranoie non me ne faccio piu di tanto, è che ormai ci ho preso gusto anche io a interessarmi di ortopedia al ginocchio ben oltre l'operazione che dovrei farmi! :D a voler mettersi al posto dei medici e sentirne tanti (ieri ho fatto il conteggiod i quanti ne abbia sentiti io, mi sono fermato a quota 8 ortopedici consultati :D :D ) ognuno dice che il proprio metodo è il migliore...e in unì'operaaione complessa come la mia le fattispecie su cui si possa disquisire son veramente tante (allograft, autologhi. sintetici, metodo di fissaggio, tecnica operatoria, toccare o meno i legamenti periferici, e via dicendo) pensa che un amico mio si è operato a maggio di LCA e non sapeva mancos e glielo facevano col rotuleo o col semitendinoso-. :D

detto questo, sinceramente non pensavo a queste contro indicazioni delle viti riassorbibili (almeno quelle ultime a inteferenza, che poi xx qual motivo si chiamino cosi non l'ho ancora capito :D )....pensavo fossero il "golden top" proprio perche fatte in materiale piu biologico, pensavo che l'impatto osso-vite fosse meno traumatico rispetto al metallo, e tutto cio che mi hai dettto infatti per me erano cose nuove! ;)

gomma2408 26-10-2011 10:55

Forse si chiamano così perchè fissano il legamento non bucandolo ma "schiacciandolo" contro la parete del tunnel osseo, con la vite che segue la stessa direzione del legamento stesso. :confused:

The gold bug: eh, purtroppo la pigrizia è la peggior nemica, se non sbaglio te già dopo 10gg /due settimane che facevi qualcosa volevi grandi risultati, ma occorre molta pazienza... se non la si ha, e ci si "rilassa" va bene lo stesso, basta pretendere meno dalla riabilitazione, e starai come avresti dovuto stare dopo sei mesi, solo fra un anno.... con il tempo poi si appiana tutto lo stesso.... per attività "importanti" invece occorre allenamento vero e proprio ;)

Delfino81 26-10-2011 13:09

questa dovrebbe essere il tipo di vite usata dall'equipe di volpi, ora non so se la figura che si vede è una vite di fissaggio x i crociati oppure no!



https://www.arthrex.com/innovations/index.cfm?adid=29

gomma2408 26-10-2011 16:08

no....:D :D :D
quella è la tibia e il perone, ma dalla parte della caviglia!!! :D mica vorrai farti operare anche a quella, eh????

Comunque scherzi a parte, quello che hai postato è un tipo di fissaggio che assomiglia di più a quello che si chiama "endobutton".... ;) e che si vede presente a sx nel disegno, sulla tibia per intenderci....

alex642002 26-10-2011 16:58

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36223673)
no....:D :D :D
quella è la tibia e il perone, ma dalla parte della caviglia!!! :D mica vorrai farti operare anche a quella, eh????

Ma sì!Già che ci siamo lo rifacciamo tutto nuovo a Delfi!:D

Delfino81 26-10-2011 17:57

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 36224132)
Ma sì!Già che ci siamo lo rifacciamo tutto nuovo a Delfi!:D

eh come no??:D :D ci manca solo quella! anche se, avendo potuto scegliere di fare a cambio, credo avrei fatto a cambio tra legamenti della caviglia e del ginocchio....la caviglia mi dà l'idea di essere meno rognosa, sarà che mi sbaglierò! :rolleyes:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 07:31.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.