Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Delfino81 23-09-2010 14:03

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33171160)
nono....;)
semitendinoso + gracile :yeah: ed è andato tutto bene... la tendinopatia l'ho avuta dopo operato, a distanza di oltre un anno, ma alla gamba "sana"!!!! quindi non era connesso al legamento o al deficit della gamba con il ginocchio "rotto" :p .
Lo stesso per l'attuale tendinopatia al tendine di achille: gamba non operata.... che adesso è peggio di quella operata.... :muro: :muro: :muro:

beh una visitina dal tuo ortopedico dato che ormai siete diventati "amici" la puoi sem pre fare se nn l'hai gia fatta....

mitzy ma quindi a parte il discorso "£antitrombotico" tra le due qual è la meno pericolosa? io riordo che ce n'0è uno su cui viaggia la solita leggenda/paranoia metropolitana (che poi ha un fondamento di verità affidabilissimo altro che cazzi:mbe: ) che se l'anestesista è inesperto e va a sbagliare vertebra (la L2 invece della L3 ma nn fatemi addentrare troppo in dettalgi tecnici se no comincio a sparare cazzate a iosa:sofico: ) si resta paralizzati in modo permanente....proprio xke si intacca il midollo mi pare!

supermario 23-09-2010 14:27

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33169805)
Io ho avuto la tendinite al rotuleo.... non così forte come te, forse, però era fastidiosa mio è durata mesi. Se osservavo riposo sembrava passasse, però bastava qualche sforzino in più (anche molto lieva, tipo fare le scale più velocemente.......) risentivo il dolore e ricominciava da capo.... l'ho fatta andare via con esercizio mirato alle macchine... all'inizioo leggero, poi sempre aumentando, sembrava che il dolore si ripresentasse, ma invece piano piano insistendo con gli esercizi ogni volta il dolore diminuiva fino a sparire del tutto.

Infatti occorre ripristinare l'elasticità del tendine (se di tendinite si tratta, escludendo qualsiasi altra lesione traumatica che deve prima risarcirsi) e con l'immobilizzazione il dolore passa, ma si ripresenta al minimo sforzo.... quindi occorre fare un tipo di riposo attivo, per poi passare ad esercizi via via più intensi.... anche se all'inizio si sente più dolore, poi sparisce.

Questo ricordo che vale per chi ha un processo infiammatorio in atto, una volta passata la fase acuta...

Adesso ad es. ho lo stesso problema al tendine d'achille, ma non ho ancora trovato il tempo per iniziare un altro periodo di esercizi.... e nonostante non faccia praticamente niente (neanche camminare più di tanto) ho sempre l'infiammazione.... :muro:


in molti particolari mi rivedo nella tua descrizione... :(

specie sulla questione riposo / sforzo. Del tipo che posso caricare le valigie su un treno senza problemi e poi avere un dolore atroce quando mi siedo nello scompartimento :muro:
Oppure ad esempio questa estate ho riprovato a correre dopo la terapia ma ho 1KM e poi mi sono fermato di schianto...

A te faceva male anche l'esterno inferiore del ginocchio? Zona della testa della tibia all'esterno per capirci..

Tu quindi non hai mai provato nessun tipo di terapia laser? Ti è stato consigliato di fare direttamente degli esercizi?

Grazie per l'aiuto

mitzy 23-09-2010 14:53

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33171316)
mitzy ma quindi a parte il discorso "£antitrombotico" tra le due qual è la meno pericolosa? io riordo che ce n'0è uno su cui viaggia la solita leggenda/paranoia metropolitana (che poi ha un fondamento di verità affidabilissimo altro che cazzi:mbe: ) che se l'anestesista è inesperto e va a sbagliare vertebra (la L2 invece della L3 ma nn fatemi addentrare troppo in dettalgi tecnici se no comincio a sparare cazzate a iosa:sofico: ) si resta paralizzati in modo permanente....proprio xke si intacca il midollo mi pare!

Sai che non so che dirti? completamente ignorante in materia! Ora mi hai messo la pulce nell'orecchio e vedo di documentarmi...

gomma2408 23-09-2010 15:05

Quote:

Originariamente inviato da supermario (Messaggio 33171586)
in molti particolari mi rivedo nella tua descrizione... :(

specie sulla questione riposo / sforzo. Del tipo che posso caricare le valigie su un treno senza problemi e poi avere un dolore atroce quando mi siedo nello scompartimento :muro:
Oppure ad esempio questa estate ho riprovato a correre dopo la terapia ma ho 1KM e poi mi sono fermato di schianto...

A te faceva male anche l'esterno inferiore del ginocchio? Zona della testa della tibia all'esterno per capirci..

Tu quindi non hai mai provato nessun tipo di terapia laser? Ti è stato consigliato di fare direttamente degli esercizi?

Grazie per l'aiuto

ehehehe... per rispondere a Delfino81 il mio ortopedico se gli faccio vedere qualcosa che non è il ginocchio mi chiede "e che è???" :D a parte gli scherzi, proprio non gli si può chiedere altro che non sia il ginocchio e questo è un bene o un male, a seconda dei punti di vista. Se si lasciasse andare, con quanti pazienti ha avuto si rivolgerebbero a lui anche per l'influenza!!! Lui gentilmente rimanda allo specialista di quel settore...... soprattutto se non vi è un problema evidente, quindi occorrono esami, ecc... preferisce evitare pareri per altre patologie. E' fatto così. :rolleyes:

Per il discorso tendinite, meglio il mio fisioterapista che l'ortopedico: essendo una questione puramente riabilitativa (anche magari tramite trattamenti a laser, tecar, ecc...) mi sa dare molte più indicazioni.
Su suo consiglio io non feci nessuna terapia perchè mi disse che erano trattamenti che o sono poco più che paliativi (vedi ultrasuoni) oppure troppo costosi e da fare solo come ulteriore tentativo dopo gli esercizi, perchè secondo lui tanto anche facendo la terapia laser, tecar, ecc... da SOLA NON sarebbe bastata ma gli esercizi sarebbero stati necessari, almeno un po'.
Quindi era meglio tentare dapprima con dei corretti esercizi.

Così ho fatto, iniziando con leg-press che all'inizio mi spaventava perchè ritenevo la più DANNOSA per un problema al rotuleo.... così come la leg press.... ed invece PROPRIO con queste macchine ho risolto il problema, perchè il dolore all'inizio sembrava aumentare (lo sforzavo, sebbe poco... ) perchè con il riposo assoluto il tendine tende ad irrigidirsi, soprattutto se infiammato, ed invece l'esercizio lo costringe a "lavorare" allungandosi ed accorciandosi.....
Tutto questo senza scordare lo stretching, l'allungamento, per periodi di almeno 30 sec a ripetizione...
Dopo la fase iniziale, notavo che l'esercizio scatenava sempre meno dolore, fino a un bel giorno (circa un mese un mese e mezzo di palestra riabilitativa tre volte a settimana) passare del tutto.

La tendinite al rotuleo strano causi un dolore all'ESTERNO della tibia, non vorrei ci fosse altro, ma hai detto di aver fatto gli esami.... io questo dolore non ce l'avevo, era situato sotto la rotula e faceva male alla palpazione oltre che allo sforzo.

Ma queste cose vanno fatte sotto stretto controllo e indicazione dello specialista (anche solo fisioterapista) per fare le cose per bene......

Però se può essere utile questo è quello che è successo a me....

ciao!!!;) ;) ;)

gomma2408 23-09-2010 15:15

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33171316)
beh una visitina dal tuo ortopedico dato che ormai siete diventati "amici" la puoi sem pre fare se nn l'hai gia fatta....

mitzy ma quindi a parte il discorso "£antitrombotico" tra le due qual è la meno pericolosa? io riordo che ce n'0è uno su cui viaggia la solita leggenda/paranoia metropolitana (che poi ha un fondamento di verità affidabilissimo altro che cazzi:mbe: ) che se l'anestesista è inesperto e va a sbagliare vertebra (la L2 invece della L3 ma nn fatemi addentrare troppo in dettalgi tecnici se no comincio a sparare cazzate a iosa:sofico: ) si resta paralizzati in modo permanente....proprio xke si intacca il midollo mi pare!

L'anestesia spinale (o subaracnoidea) si effettua iniettando anestetico proprio nel liquido che contiene il midollo spinale.... e toglie la sensibilità del tutto e le possibilità di controllo degli arti. Può essere fatta mi sembra sia fra L2 e L3 che fra L3 e L4 quindi il discorso di "sbagliare vertebra SECONDO ME è semplicemente una leggenda metropolitana.... che spesso confonde addirittura la anestesia EPIDURALE con la SPINALE.... :rolleyes: totalemnte diverse (la prima è molto leggera anche se prevede più anestetico in quanto effettuata solo nella membrana che riveste il midollo e non nel liquido del midollo.... è più esterna per così dire.

Sono tecniche molto sicure oggigiorno... sempre se l'anestesista sa far eil suo lavoro, come accade sempre però quando si va "sotto i ferri".... ovvio che si sentono casi di errori appena si verificano, ma non si dice quel giorno quante migliaia di anestesie si è fatto (OGNI giorno!)..... ;)

alex642002 23-09-2010 17:16

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33172108)
.. ovvio che si sentono casi di errori appena si verificano, ma non si dice quel giorno quante migliaia di anestesie si è fatto (OGNI giorno!)..... ;)

Per rimanere in tema,è più alta la probabilità di morire andando all'aeroporto in auto che nell'incidente aereo;)

Delfino81 23-09-2010 17:58

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33172108)
L'anestesia spinale (o subaracnoidea) si effettua iniettando anestetico proprio nel liquido che contiene il midollo spinale.... e toglie la sensibilità del tutto e le possibilità di controllo degli arti. Può essere fatta mi sembra sia fra L2 e L3 che fra L3 e L4 quindi il discorso di "sbagliare vertebra SECONDO ME è semplicemente una leggenda metropolitana.... che spesso confonde addirittura la anestesia EPIDURALE con la SPINALE.... :rolleyes: totalemnte diverse (la prima è molto leggera anche se prevede più anestetico in quanto effettuata solo nella membrana che riveste il midollo e non nel liquido del midollo.... è più esterna per così dire.

Sono tecniche molto sicure oggigiorno... sempre se l'anestesista sa far eil suo lavoro, come accade sempre però quando si va "sotto i ferri".... ovvio che si sentono casi di errori appena si verificano, ma non si dice quel giorno quante migliaia di anestesie si è fatto (OGNI giorno!)..... ;)


guarda io sporadicamente ho sentito di qualche caso di paralisi permanente, ma non ho capito se cio dipende da un errore deell'anestesista (il famoso sbaglio della vertebra) o da una reazione del corpo (emorragia con conseguente ematoma con schiacciamento midollare)...cmq ora come ora preferisco farmi la totale....cosi mi risveglio a cose fatte....è di sicuro piu dura da smaltire.....e poi x uno come em che dorme con un occhio solo è dura accettare di nn restare cosciente.....:D ma non lo so, l'idea di avere un ago nella vertebra, una zona cosi delicata e a rischio, mi fa venire l'ansia..... è una cosa soggettiva, poi le cose che dicono alex e gomma sn giustissime e nememno tanto retoriche..... andando in autostrada si rischia molto di piu..

cmq tnto x restare in tema di spina dorsale, riteniamoci "fortunati" ad aver avuto problemi al ginocchio (io un po' meno "fortunato" di voi dato che sn riuscito a lesionalre anche il LCP! :D ) ultimamente sento davvero varie persone, tutte sotto i 35 40 anni, con problemi piu o meno gravi di ernie del disco......proprio il marito di una collega (il piu "anziano" di quelli che conoscevo, che ha 42 anni) si è operato qualche mese fa al cto di Roma.....ed è andato tutto bene, x fortuna.....

ecco, quello ad esempio è un campo in cui davvero prima di operarsi bisogna pensarci non 2 ma decine di volte..... riguardo il ginocchio, c'è chi è piu coraggioso o semplicemente meno disposto a "cambiare" la propria vita e sopportare cedimenti e dolori ecc. e giustamente si opera, chi come me x lavoro (specialmente)e x titubanza (un pochino) temporeggia, ma quando si tratta di colonna vertebrale...io mi farei toccare solo se non mi alzo letteralmente piu dal letto....:rolleyes: ma intanto grattiamoci e "consoliamoci" col ginocchio! :D

Danilson 23-09-2010 19:38

occhio alla totale che quando ti svegli, ti svegli con un dolore al ginocchio improvviso che potrebbe farti maledire il momento in cui hai deciso così!

fai la spinale, ti si risveglia l'arto lentamente, fai abitudine al dolore che arriva piano piano nel corso della giornata!

non avere paura gli anestetisti stanno avanti!

Stefano Landau 23-09-2010 23:16

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33173652)
guarda io sporadicamente ho sentito di qualche caso di paralisi permanente, ma non ho capito se cio dipende da un errore deell'anestesista (il famoso sbaglio della vertebra) o da una reazione del corpo (emorragia con conseguente ematoma con schiacciamento midollare)...cmq ora come ora preferisco farmi la totale....cosi mi risveglio a cose fatte....è di sicuro piu dura da smaltire.....e poi x uno come em che dorme con un occhio solo è dura accettare di nn restare cosciente.....:D ma non lo so, l'idea di avere un ago nella vertebra, una zona cosi delicata e a rischio, mi fa venire l'ansia..... è una cosa soggettiva, poi le cose che dicono alex e gomma sn giustissime e nememno tanto retoriche..... andando in autostrada si rischia molto di piu..

cmq tnto x restare in tema di spina dorsale, riteniamoci "fortunati" ad aver avuto problemi al ginocchio (io un po' meno "fortunato" di voi dato che sn riuscito a lesionalre anche il LCP! :D ) ultimamente sento davvero varie persone, tutte sotto i 35 40 anni, con problemi piu o meno gravi di ernie del disco......proprio il marito di una collega (il piu "anziano" di quelli che conoscevo, che ha 42 anni) si è operato qualche mese fa al cto di Roma.....ed è andato tutto bene, x fortuna.....

ecco, quello ad esempio è un campo in cui davvero prima di operarsi bisogna pensarci non 2 ma decine di volte..... riguardo il ginocchio, c'è chi è piu coraggioso o semplicemente meno disposto a "cambiare" la propria vita e sopportare cedimenti e dolori ecc. e giustamente si opera, chi come me x lavoro (specialmente)e x titubanza (un pochino) temporeggia, ma quando si tratta di colonna vertebrale...io mi farei toccare solo se non mi alzo letteralmente piu dal letto....:rolleyes: ma intanto grattiamoci e "consoliamoci" col ginocchio! :D

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 33174534)
occhio alla totale che quando ti svegli, ti svegli con un dolore al ginocchio improvviso che potrebbe farti maledire il momento in cui hai deciso così!

fai la spinale, ti si risveglia l'arto lentamente, fai abitudine al dolore che arriva piano piano nel corso della giornata!

non avere paura gli anestetisti stanno avanti!

Aggiungo anche che di solito fanno la spinale in quanto per il fisico è molto più facile da smaltire della totale.
Anni fa sono stato al naso per Ipertrofia ai turbinati.
Li mi hanno fatto la totale. Sono stato addormentato per poco tempo in quanto si tratta solo di cauterizzare (bruciare) alcuni tessuti interni del naso.

Alla sera ed il giorno dopo pur senza aver fatto nulla (un'operazione semplicissima) mi sembrava che mi fosse passato sopra un camion tanto mi sentivo "Scassato". Questo è l'effetto della totale.

Con la spinale invece non mi ricordo assolutamente la sensazioni simili, anche se l'anestesia è durata molto più tempo!

E' vero che nel frattempo saranno passati 20 anni e le tecniche saranno cambiate anche per la totale, però se di solito fanno la spinale è perchè questa è più facile da smaltire e probabilmente porta ad avere meno controindicazioni.

sKi_54 23-09-2010 23:25

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33176371)
Anni fa sono stato al naso per Ipertrofia ai turbinati.
Li mi hanno fatto la totale. Sono stato addormentato per poco tempo in quanto si tratta solo di cauterizzare (bruciare) alcuni tessuti interni del naso.
Alla sera ed il giorno dopo pur senza aver fatto nulla (un'operazione semplicissima) mi sembrava che mi fosse passato sopra un camion tanto mi sentivo "Scassato". Questo è l'effetto della totale.

Ma perchè dici questo????????
Io sono stato operato il 19 aprile con la totale.
Ebbene, se hai letto il mio intervento appena sopra, dopo un'ora mangiavo gli agnolotti e sono stato lucidissimo da subito e MAI avuto alcun disturbo.

Quindi, per favore, non facciamo terrorismo (scusami Stefano)

sbudellaman 24-09-2010 03:49

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 33176433)
Ma perchè dici questo????????
Io sono stato operato il 19 aprile con la totale.
Ebbene, se hai letto il mio intervento appena sopra, dopo un'ora mangiavo gli agnolotti e sono stato lucidissimo da subito e MAI avuto alcun disturbo.

Quindi, per favore, non facciamo terrorismo (scusami Stefano)

Penso dipenda dalle persone... ognuno può reagire in modo diverso, è un po' soggettivo, non credo stiano facendo terrorismo.

autaug 24-09-2010 07:07

Salve a tutti. A causa di incidente moto 4 anni fa mi sono lesionato il LCA. Dopo 4 anni mi sto rendendo conto che è giunto il momento di andare a visita da ortopedico (ho il ginocchio sempre dolorante e non riesco a fare + sport). Abito a Roma da poco, per cui non ho grandi riferimenti: mi consigliereste ortopedico e centro fisioterapia zona eur? Grazie mille

gomma2408 24-09-2010 07:53

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 33176433)
Ma perchè dici questo????????
Io sono stato operato il 19 aprile con la totale.
Ebbene, se hai letto il mio intervento appena sopra, dopo un'ora mangiavo gli agnolotti e sono stato lucidissimo da subito e MAI avuto alcun disturbo.

Quindi, per favore, non facciamo terrorismo (scusami Stefano)

vabbè dai, ha detto anche che effettivamente sono passati 20 anni.... :D anche mia madre ha quest'anno fatto una totale per una operazione (brutta, ma ora tutto ok) ed è stata una passeggiata....
per il dolore al risveglio penso che, come per la parziale, mettano una pompetta automatica che dura 24 ore e che inietta un farmaco a base di morfina (a me hanno fatto così)..... possono farlo anche con la totale, no?
;)

alex642002 24-09-2010 11:32

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 33176433)
Ma perchè dici questo????????
Io sono stato operato il 19 aprile con la totale.
Ebbene, se hai letto il mio intervento appena sopra, dopo un'ora mangiavo gli agnolotti e sono stato lucidissimo da subito e MAI avuto alcun disturbo.

Quindi, per favore, non facciamo terrorismo (scusami Stefano)

Ma infatti Stefano parlava di 20 anni fa.I progressi sono stati enormi da allora.:read:

Stefano Landau 24-09-2010 13:39

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 33176433)
Ma perchè dici questo????????
Io sono stato operato il 19 aprile con la totale.
Ebbene, se hai letto il mio intervento appena sopra, dopo un'ora mangiavo gli agnolotti e sono stato lucidissimo da subito e MAI avuto alcun disturbo.

Quindi, per favore, non facciamo terrorismo (scusami Stefano)

Non ho fatto terrorismo, ho solo riportato una mia esperienza, precisando che la prima anestesia è stata 20 anni fa.
Ovvio che poi la risposta del fisico è molto soggettiva.

Come esempio : Un mio amico che è stato operato di LCA (rotuleo) 10 anni prima di me (g+s) ha fatto 3 mesi di malattia mentre io grazie alla nuova tecnica con gracile + semitendinoso ho fatto solo 3 settimane di malattia.

Però il fatto che tendano a fare la spinale quando possono, vuol dire che questa è migliore. Se la spinale ha delle controindicazioni allora fanno la totale. Se così non fosse, farebbero sempre solo la totale.

Secondo me ci si deve fidare dell'opinione medico che ci ha in cura (dopo magari averlo scelto sulla base di segnalazioni positive di più persone non collegate tra di loro!)

gomma2408 24-09-2010 13:52

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33180741)

Come esempio : Un mio amico che è stato operato di LCA (rotuleo) 10 anni prima di me (g+s) ha fatto 3 mesi di malattia mentre io grazie alla nuova tecnica con gracile + semitendinoso ho fatto solo 3 settimane di malattia.


vabbè questo non è tanto indicativo... io ad esempio ho fatto di malattia dal 21 gennaio al 18 maggio perchè volevo fare la fisioterapia per bene, ogni volta circa 4 ore il pomeriggio, o fra andare e venire anche di più, più la mattina gli esercizi a casa..... sono stato operato due anni fa e con il s+g..... quindi i tempi di "malattia" sono condizionati anche dalle possibilità di stare a casa (vedi tipo di lavoro, datore di lavoro, ecc....) di chi si opera.... non solo per le tecniche.
Potrei infatti portare il caso di un mio ex compagno di squadra che con rotuleo circa 12 anni fa si fece solo un mese a casa..... e tutti gli anni successivi con problemi però!!!! :D
L'anestesia viene decisa dopo la visita anestesiologica..... certo, di solito per queste operazioni si fa solo la parziale (spinale) altri invece (soprattutto fino a pochi anni fa) non desiderano che uno sia cosciente durante l'operazione per evitare che il paziente segua l'operazione (anche se solo parzialmente, visto che non vedi niente.... se non quello che vogliono farti vedere da un monitor)

alex642002 24-09-2010 14:07

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33180741)
Non ho fatto terrorismo, ho solo riportato una mia esperienza, precisando che la prima anestesia è stata 20 anni fa.
Ovvio che poi la risposta del fisico è molto soggettiva.

Come esempio : Un mio amico che è stato operato di LCA (rotuleo) 10 anni prima di me (g+s) ha fatto 3 mesi di malattia mentre io grazie alla nuova tecnica con gracile + semitendinoso ho fatto solo 3 settimane di malattia.

Però il fatto che tendano a fare la spinale quando possono, vuol dire che questa è migliore. Se la spinale ha delle controindicazioni allora fanno la totale. Se così non fosse, farebbero sempre solo la totale.

Secondo me ci si deve fidare dell'opinione medico che ci ha in cura (dopo magari averlo scelto sulla base di segnalazioni positive di più persone non collegate tra di loro!)

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33180871)
vabbè questo non è tanto indicativo... io ad esempio ho fatto di malattia dal 21 gennaio al 18 maggio perchè volevo fare la fisioterapia per bene, ogni volta circa 4 ore il pomeriggio, o fra andare e venire anche di più, più la mattina gli esercizi a casa..... sono stato operato due anni fa e con il s+g..... quindi i tempi di "malattia" sono condizionati anche dalle possibilità di stare a casa (vedi tipo di lavoro, datore di lavoro, ecc....) di chi si opera.... non solo per le tecniche.
Potrei infatti portare il caso di un mio ex compagno di squadra che con rotuleo circa 12 anni fa si fece solo un mese a casa..... e tutti gli anni successivi con problemi però!!!! :D
L'anestesia viene decisa dopo la visita anestesiologica..... certo, di solito per queste operazioni si fa solo la parziale (spinale) altri invece (soprattutto fino a pochi anni fa) non desiderano che uno sia cosciente durante l'operazione per evitare che il paziente segua l'operazione (anche se solo parzialmente, visto che non vedi niente.... se non quello che vogliono farti vedere da un monitor)

Il discorso secondo me è molto semplice.Non si fa l'anestesia generale perchè nella stragrande maggioranza dei casi gli altri tipi di anestesia,a meno di controindicazioni particolari,bastano per non far sentir nulla:che bisogno c'è allora di fare la generale?

Stefano Landau 24-09-2010 17:16

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33180871)
vabbè questo non è tanto indicativo... io ad esempio ho fatto di malattia dal 21 gennaio al 18 maggio perchè volevo fare la fisioterapia per bene, ogni volta circa 4 ore il pomeriggio, o fra andare e venire anche di più, più la mattina gli esercizi a casa..... sono stato operato due anni fa e con il s+g..... quindi i tempi di "malattia" sono condizionati anche dalle possibilità di stare a casa (vedi tipo di lavoro, datore di lavoro, ecc....) di chi si opera.... non solo per le tecniche.
Potrei infatti portare il caso di un mio ex compagno di squadra che con rotuleo circa 12 anni fa si fece solo un mese a casa..... e tutti gli anni successivi con problemi però!!!! :D
L'anestesia viene decisa dopo la visita anestesiologica..... certo, di solito per queste operazioni si fa solo la parziale (spinale) altri invece (soprattutto fino a pochi anni fa) non desiderano che uno sia cosciente durante l'operazione per evitare che il paziente segua l'operazione (anche se solo parzialmente, visto che non vedi niente.... se non quello che vogliono farti vedere da un monitor)

C'è da dire però che tra il tuo caso ed il mio c'è una bella differenza...... io dalla rottura del legamento all'operazione ho fatto passare 2 mesi e mezzo nei quali sono stato il più attento possibile. Essendo un ginocchio comunque in buone condizioni penso il recupero sia stato molto più semplice, e quindi anche una fisioterapia fatta in un centro 3 volte alla settimana per 90 minuti (più 20-30 minuti alla mattina ed alla sera) sono stati nel mio caso più che sufficenti. Per di più facendo un lavoro sedentario, appena potevo start seduto a lungo ho potuto riprendere a lavorare.
Ovvio che se fossi stato un idraulico (che deve stare spesso inginocchiato a terra avrei dovuto fare 6 mesi di malattia!)

Il mio amico di cui parlavo poco fa era comunque un'impiegato di banca, quindi anche lui con un lavoro di tipo sedentario.

La differenza è stata soprattutto la tecnica utilizzata Rotuleo nel suo caso, G+S nel mio.

Kaka92 24-09-2010 18:37

lunedì tocca a me :S Ricostruzione del LCA e per quanto riguarda il menisco si vedrà in corso dell'opera se c'è necessita di "pulirlo", mi operò lunedì da mariani, spero vada tutto bene

mitzy 24-09-2010 19:52

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33183685)
lunedì tocca a me :S Ricostruzione del LCA e per quanto riguarda il menisco si vedrà in corso dell'opera se c'è necessita di "pulirlo", mi operò lunedì da mariani, spero vada tutto bene

In BOCCA AL LUPO!!!! Facci sapere!

Danilson 24-09-2010 20:23

andra' tutto benissimo, in bocca al lupo!

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33183685)
lunedì tocca a me :S Ricostruzione del LCA e per quanto riguarda il menisco si vedrà in corso dell'opera se c'è necessita di "pulirlo", mi operò lunedì da mariani, spero vada tutto bene


alex642002 24-09-2010 20:51

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33183685)
lunedì tocca a me :S Ricostruzione del LCA e per quanto riguarda il menisco si vedrà in corso dell'opera se c'è necessita di "pulirlo", mi operò lunedì da mariani, spero vada tutto bene

In bocca al lupo!Tranquillo,sei nelle mani che hanno operato FRancesco(Totti)!;)

Stefano Landau 25-09-2010 00:29

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33183685)
lunedì tocca a me :S Ricostruzione del LCA e per quanto riguarda il menisco si vedrà in corso dell'opera se c'è necessita di "pulirlo", mi operò lunedì da mariani, spero vada tutto bene

In bocca al Lupo. I primi giorni sono i più duri, poi è un percorso lungo ma tutto in discesa. Vedrai che senza accorgetene sarai già in piedi arrivando alla fine ad essere magari anche più allenato di prima!

Danilson 26-09-2010 20:49

ragazzi ieri ho guidato! nessun problema, pero' ancora devo camminare usando le stampe, spero che questa settimana me le facciano togliere!


una domandina rapida, chi ha fatto col rotuleo, anche a voi vi è rimasta insensibile la zona dove hanno fatto il prelievo? è leggermente gonfio e se ci passo il dito è come se tutta l'area fosse anestetizzata!

per il resto procedo alla grande i punti stanno saltando via

e dai che inizia la terza settimana di fisio

Stefano Landau 26-09-2010 21:25

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 33198997)
ragazzi ieri ho guidato! nessun problema, pero' ancora devo camminare usando le stampe, spero che questa settimana me le facciano togliere!


una domandina rapida, chi ha fatto col rotuleo, anche a voi vi è rimasta insensibile la zona dove hanno fatto il prelievo? è leggermente gonfio e se ci passo il dito è come se tutta l'area fosse anestetizzata!

per il resto procedo alla grande i punti stanno saltando via

e dai che inizia la terza settimana di fisio

Io sono stato operato con gracile + semitendinoso al ginocchio destro.
Il primo periodo la parte a destra della cicatrice del prelievo (Quindi verso l'esterno) era insensibile.
Adesso dopo un anno e mezzo (16 marzo 2009) la sensibilità e quasi tornata normale. Un po' mi ci sono abituato, un po' di sensibilità è tornata, manca ancora un minimo di sensibilità superficiale. Se passo sullo stesso punto "Grattando" lievemente su entrambe le gambe, la sensazione non è la stessa. Su quella operata è un po' più lieve, come se ci fosse un sottile strato di tessuto o di pellicola.

Per la guida stai attento. Io ho aspettato 2 mesi per prudenza (con un eccezione un mese dopo l'operazione..... dovevo andare a fisioterapia ma mio padre non poteva accompagnarmi quella sera).
Essendo stato operato al ginocchio destro una frenata improvvisa poteva essere pericolosa.
Se invece sei stato operato al sinistro una volta che riesci ad azionare la frizione problemi non ce ne sono più (meglio ancora se hai il cambio automatico......)
Un'altra cosa che ho notato nel primo periodo la gamba rispondeva un po' in ritardo (a causa del prelievo del g+s) e quindi le frenate erano rallentate, per cui dovevo guidare in modo più prudente (maggiori distanze da chi stava danti...... solo che nel traffico di Milano non è facile!)

gomma2408 27-09-2010 09:30

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33182949)
C'è da dire però che tra il tuo caso ed il mio c'è una bella differenza...... io dalla rottura del legamento all'operazione ho fatto passare 2 mesi e mezzo nei quali sono stato il più attento possibile. Essendo un ginocchio comunque in buone condizioni penso il recupero sia stato molto più semplice, e quindi anche una fisioterapia fatta in un centro 3 volte alla settimana per 90 minuti (più 20-30 minuti alla mattina ed alla sera) sono stati nel mio caso più che sufficenti. Per di più facendo un lavoro sedentario, appena potevo start seduto a lungo ho potuto riprendere a lavorare.
Ovvio che se fossi stato un idraulico (che deve stare spesso inginocchiato a terra avrei dovuto fare 6 mesi di malattia!)

Il mio amico di cui parlavo poco fa era comunque un'impiegato di banca, quindi anche lui con un lavoro di tipo sedentario.

La differenza è stata soprattutto la tecnica utilizzata Rotuleo nel suo caso, G+S nel mio.

sisi hai ragione, ;) ma io volevo solo dire che spesso i tempi di "malattia" sono dettati anche da altre esigenze.
C'è chi non vede l'ora di tornare al lavoro, chi invece "deve" tornare al lavoro (magari proprio perchè è idraulico, :D ma è in proprio e non può permettersi di perdere troppo lavoro) chi come me, dopo che il mio datore di lavoro mi ha fatto saltare l'operazione una volta, alla seconda hi sistemato tutto per tempo e mi sono preso i miei tempi (senza però per questo non subire una sorta di "rivalsa" sempre da parte del datore di lavoro....) ma potevo tranquillamente tornare dopo due mesi, facendo lavoro sedentario.
Io ho visto comunque alcuni che sono tornati dopo un mese e hanno scontato fastidi vari ci più chi meno, forse perchè gli toccava fare un certo tragitto in macchina, oppure una volta rientrati al lavoro non avevano più tempo per una fisioterapia come si deve, non lo so, però un mese di solito per tornare al lavoro è comunque pochino, DI MEDIA.
Poi se accade come a te che è bastato un mese, ben venga....;) io dopo il primo mese ho avuto ad esempio un programma di fisioterapia che prevedeva 4/5 giorni a settimana (anche il sabato a volte, con pausa un giorno della settimana) per almeno 4 ore al giorno... con la piscina.... quindi il lavoro era compromesso.
Il mio chirurgo per farti rientrare al lavoro dopo un mese bisogna quasi litigarci (almeno 2 mesi e mezzo di certificato te li fa, anche perchè vuole che la sua operazione abbia il maggior successo possibile.....)

;) ciaociao;)

gomma2408 27-09-2010 09:35

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33199225)
Io sono stato operato con gracile + semitendinoso al ginocchio destro.
Il primo periodo la parte a destra della cicatrice del prelievo (Quindi verso l'esterno) era insensibile.
Adesso dopo un anno e mezzo (16 marzo 2009) la sensibilità e quasi tornata normale. Un po' mi ci sono abituato, un po' di sensibilità è tornata, manca ancora un minimo di sensibilità superficiale. Se passo sullo stesso punto "Grattando" lievemente su entrambe le gambe, la sensazione non è la stessa. Su quella operata è un po' più lieve, come se ci fosse un sottile strato di tessuto o di pellicola.



Questo è normale, perchè nel prelievo incidono una terminazione nervosa che passa "sopra" alla sede del prelievo (l'attacco del gracile e del semitendinoso) quindi si perde la sensibilità.
Poi l'organismo si "riadatta", ma la sensazione rimane per un bel po'.
Io a oltre due anni e mezzo ancora sento qualcosa (anzi "non" sento qualcosa....:D ) ma la sensazione è sempre minore.
;)

Delfino81 27-09-2010 10:03

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33181041)
Il discorso secondo me è molto semplice.Non si fa l'anestesia generale perchè nella stragrande maggioranza dei casi gli altri tipi di anestesia,a meno di controindicazioni particolari,bastano per non far sentir nulla:che bisogno c'è allora di fare la generale?

Beh dalle poche documentazioni che riesco a raccogliere, la generale, sarà una mia impressione, ma ora presenta meno rischi della spinale.... cmq la spinale potrebbe entrare in conflitto diciamo con al terapia antitrombotica....ee cmq dipende sempre dalla lunghezza dell'intervento.....x il mil se lo vorranno fare autologo, durerà circa 4 ore.....na spinale x un intervento cosi lungo nn si è mai sentita...

quanto alal fisioterapia, a voi la frequenza con cui siete andati al centro è diminuita poco a poco? (a parte gomma che ha fatto un programam da "marine" :D )cioè il priodo in cui è inconciliabile col proseguio dell'attività alvorativa sarebbero i primi due mesi che è preferibile andare ttt i giorni x 4 ore al giorno? poi si va ad esempio 3 volte a settimana x 2 ore? e cosi via?

Delfino81 27-09-2010 10:04

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33201327)
Questo è normale, perchè nel prelievo incidono una terminazione nervosa che passa "sopra" alla sede del prelievo (l'attacco del gracile e del semitendinoso) quindi si perde la sensibilità.
Poi l'organismo si "riadatta", ma la sensazione rimane per un bel po'.
Io a oltre due anni e mezzo ancora sento qualcosa (anzi "non" sento qualcosa....:D ) ma la sensazione è sempre minore.
;)


nn sapevosto fatto....ma è una peculiarità del prelievo del gracile e semitendinoso o anche del rotuleo? xke se me li levassero entrambi, praticamente il ginocchio nn dovrei sentirlòo piu :cry: :D

gomma2408 27-09-2010 11:40

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33201583)

quanto alal fisioterapia, a voi la frequenza con cui siete andati al centro è diminuita poco a poco? (a parte gomma che ha fatto un programam da "marine" :D )cioè il priodo in cui è inconciliabile col proseguio dell'attività alvorativa sarebbero i primi due mesi che è preferibile andare ttt i giorni x 4 ore al giorno? poi si va ad esempio 3 volte a settimana x 2 ore? e cosi via?


eheheh... ho seguito solo le indicazioni....:D del terapista.... però:
Il primo mese per me non è stato eccessivamente impegnativo, lo era come tempo perchè molto rallentato nei movimenti e negli esercizi fatti con attenzione, sopra al lettino, la elettrostimolazione (che porta sempre via tempo, ecc.. ecc..) Il secondo mese è stato MOLTO impegnativo dal punto di vista di tempo perchè alle 15.00 avevo piscina per un'ora, poi dalle 16.00 alle 19.30 circa avevo la palestra con i vari esercizi..... più i tempi di spogliatoio.... (doccia ecc....) facevo le 19.45/20.00...:rolleyes: :rolleyes:
Quindi vi erano per la verità anche die tempi "morti"... (dalla piscina alla palestra, di nuovo a cambiarsi, ecc....)

Ma questo programma non era ovviamente l'unico.... diciamo che si adatta alle varie esigenze anche lavorative, molti venivano alle 17.30 e facevano due ore per tre volte a settimana, dal secondo/terzo mese in poi... perchè sono rientrati al lavoro.
Io penso che circa due ore per tre volte a settimana dalla metà del secondo mese in poi sono sufficienti per un programma riabilitativo più che accettabile... ovvio sempre continuando a fare almeno isometria a casa tutti i giorni almeno per tre mesi....:D

gomma2408 27-09-2010 11:43

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33201602)
nn sapevosto fatto....ma è una peculiarità del prelievo del gracile e semitendinoso o anche del rotuleo? xke se me li levassero entrambi, praticamente il ginocchio nn dovrei sentirlòo piu :cry: :D

è una peculiarità del s+g, vista la zona dove si fa la cicatrice per il prelievo.

Per il rotuleo ci può essere una sensazione di "addormentamento" nella parte frontale del ginocchio ma è dovuta per lo più alla stessa cicatrice che è più estesa e perchè il prelievo interessa anche parti ossee quindi è un prelievo più "importante"..... anche se più localizzato (il semitendinoso viene prelevato anche per oltre 25 cm per il senso di lunghezza della coscia posteriormente....)

Kaka92 27-09-2010 20:22

Direttamente da Villa Stuart , sono entrato in sala operatoria alle 13 e sono uscito verso le 15. Ricostruzione del LCA e del menisco, sotto anestesia loco-regionale, trapianto del tendine rotuleo durante l'intervento non ho sentito praticamente nulla, ero piuttosto tranquillo e non mi sono fatto "sedare". La parte più fastidiosa probabilmente è stata la depilazione :cry:
Domani comincerò la terapia con kinetec e mercoledì mattina mi metteranno in piedi per poi dimettermi giovedì nel pomeriggio.
Comincia la discesa, mi auguro!

Delfino81 28-09-2010 09:53

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33208030)
Direttamente da Villa Stuart , sono entrato in sala operatoria alle 13 e sono uscito verso le 15. Ricostruzione del LCA e del menisco, sotto anestesia loco-regionale, trapianto del tendine rotuleo durante l'intervento non ho sentito praticamente nulla, ero piuttosto tranquillo e non mi sono fatto "sedare". La parte più fastidiosa probabilmente è stata la depilazione :cry:
Domani comincerò la terapia con kinetec e mercoledì mattina mi metteranno in piedi per poi dimettermi giovedì nel pomeriggio.
Comincia la discesa, mi auguro!

in bocca al lupo caro! e ora i dolori cm sono?sopportabili o lancinanti? (coem termine di paragone io userei quelli provati al post-spaccamento!)

Kaka92 28-09-2010 10:13

crepi! sarà che sono pieno di anestesia ma dolori 0.
Ho iniziato stamane il kinetec per 1 oretta e sono arrivato senza problemi a 45 gradi, farò nel corso del giorno altre 3 sedute tutte da 1 ora l'una con l'obiettivo di arrivare a 60 gradi. Chiaramente il dolore post botta era mille volte superiore, ripeto fino ad adesso in poco meno di 24 ore non ho avuto alcun dolore e/o fastidio.. Probabilmente appena finirà l'effetto delle varie anestesie avrò qualche dolorino, soprattutto dove hanno prelevato il tendine rotuleo, vedremo :) Se avete qualche domanda dall'alto della mia esperienza giornaliera posso darvi qualche info!

alex642002 28-09-2010 12:19

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33208030)
Direttamente da Villa Stuart , sono entrato in sala operatoria alle 13 e sono uscito verso le 15. Ricostruzione del LCA e del menisco, sotto anestesia loco-regionale, trapianto del tendine rotuleo durante l'intervento non ho sentito praticamente nulla, ero piuttosto tranquillo e non mi sono fatto "sedare". La parte più fastidiosa probabilmente è stata la depilazione :cry:
Domani comincerò la terapia con kinetec e mercoledì mattina mi metteranno in piedi per poi dimettermi giovedì nel pomeriggio.
Comincia la discesa, mi auguro!

In bocca al lupo e grazie per la diretta!:)

Danilson 28-09-2010 15:45

da domani ciclette!!! olè!

Kaka92 28-09-2010 19:40

Dopo 4 sessioni di 1 ora con il kinetec si inominciano a sentire i primi fastidi, adesso sono piuttosto stanco..
Domani avrò 6 sessioni di kinetec da 1 ora ciascuna, intervallate da 1 ora e mezza di pausa, in più per laprima volta mi alzerò dal letto e cercherò di camminare e come se non bastasse mi faranno fare degli esercizi in palestra...
Ecco è tutto.
No, non è tutto, pian piano svanirà ancora di più l'effetto dell'anestesia quindi sentirò ancor più dolore , DOH. Domani sarà una lunga giornata!

gomma2408 29-09-2010 09:42

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33218255)
Dopo 4 sessioni di 1 ora con il kinetec si inominciano a sentire i primi fastidi, adesso sono piuttosto stanco..
Domani avrò 6 sessioni di kinetec da 1 ora ciascuna, intervallate da 1 ora e mezza di pausa, in più per laprima volta mi alzerò dal letto e cercherò di camminare e come se non bastasse mi faranno fare degli esercizi in palestra...
Ecco è tutto.
No, non è tutto, pian piano svanirà ancora di più l'effetto dell'anestesia quindi sentirò ancor più dolore , DOH. Domani sarà una lunga giornata!

cavolo....:eek: SEI ore di kinetec????? te credo che ti fa male il ginocchio.....:cool: in totale con le pause lavori più di 13 ore quindi??? (cinque pause da 1,5 ore più sei ore di kinetec.....) mi sembra una esagerazione messa così.... mah!!! proprio vero che ogni paziente usano un modo diverso......

In merito al rotuleo, ti hanno messo a scelta con s+g o (come più probabilmente penso sia) hanno deciso loro??? ed in questo caso, tihanno psiegato sul perchè della scelta??? sono curioso.... lo chiedo perchè ad esempio io con il kinetec con il ginocchio gonfissimo il giorno dopo l'operazione con s+g ero già a 70 gradi, dopo due gg a 90 gradi: il recupero è moltopiù veloce......

ciao ciao!!!

Kaka92 29-09-2010 10:43

Alur, hanno sbagliato a dirmi il programma, o forse avevo capito male io, dunque anche oggi 4 sessioni di kinetec da 1 ora con un ora e mezza di pausa; obiettivo entro i 6 giorni = 90 gradi, entro 15 giorni 110-130 gradi. Già sono arrivato tanquillamente a 65 gradi.
Ho cominciato a camminare e a salire e scendere le scale, ho avvertito molto dolore soprattutto inizialmente alla cicatrice. per poi dopo qualche passo camminare speditamente, mi viene molto difficile, da disteso, alzare la gamba, però mi han detto che è normale!
Il motivo del prelievo del tendine rotuleo me l'hanno spiegato sommariamente, normalmente sceglie il chirurgo, in pratica il rotuleo è più resistente e per un 18 enne è maggiormente indicato. L' unico problema potrebbe essere estetico infatti rimarrà una cicatrice, ma non mi importa più di tanto, non farò il modello :D
Poi chissà ci saranno altre motivazioni circa la scelta del prelievo del tendine rotuleo che magari non mi hanno elencato in toto o non sono stato attento io ad ascoltare!
Tra mezz'ora altra seduta di kinetec, conto di continuare sui 65 gradi e magari arrivare a 70 se ce la faccio senza problemi, chiaramente senza sforzare molto. Dopo mi farò una decina di minuti di passeggiata tranquilla per poi alle 14 andare in palestra dove mi spiegheranno qualche esercizio da fare! vi tengo aggiornati , se avete domande in merito chiedete pure

gomma2408 29-09-2010 11:19

Quote:

Originariamente inviato da Kaka92 (Messaggio 33222483)
Alur, hanno sbagliato a dirmi il programma, o forse avevo capito male io, dunque anche oggi 4 sessioni di kinetec da 1 ora con un ora e mezza di pausa; obiettivo entro i 6 giorni = 90 gradi, entro 15 giorni 110-130 gradi. Già sono arrivato tanquillamente a 65 gradi.
Ho cominciato a camminare e a salire e scendere le scale, ho avvertito molto dolore soprattutto inizialmente alla cicatrice. per poi dopo qualche passo camminare speditamente, mi viene molto difficile, da disteso, alzare la gamba, però mi han detto che è normale!
Il motivo del prelievo del tendine rotuleo me l'hanno spiegato sommariamente, normalmente sceglie il chirurgo, in pratica il rotuleo è più resistente e per un 18 enne è maggiormente indicato. L' unico problema potrebbe essere estetico infatti rimarrà una cicatrice, ma non mi importa più di tanto, non farò il modello :D
Poi chissà ci saranno altre motivazioni circa la scelta del prelievo del tendine rotuleo che magari non mi hanno elencato in toto o non sono stato attento io ad ascoltare!
Tra mezz'ora altra seduta di kinetec, conto di continuare sui 65 gradi e magari arrivare a 70 se ce la faccio senza problemi, chiaramente senza sforzare molto. Dopo mi farò una decina di minuti di passeggiata tranquilla per poi alle 14 andare in palestra dove mi spiegheranno qualche esercizio da fare! vi tengo aggiornati , se avete domande in merito chiedete pure

Complimenti, se ce la fai, è comunque un bel programma intenso con il kinetec ;)
Data l'età la motivazione (visto che te l'hanno detta loro, poi, c'è da crederci!!!!) è giustificata, il semitendinoso è meno sviluppato come di solito tutto l'apparato muscolare flesso/estensore... o meglio di solito l'apparato estensore (quadricipite) può essere anche sviluppato, ma il flessore lo è sempre meno, soprattutto ad es. in uno che pratica calcio.

Comunque ricordo che quando ero in riabilitazione capitò in palestra un ragazzo delle giovanili del Siena Calcio di serie A di 18 anni e a Firenze (non so chi....) gli aveva fatto il s+g.... dipende da età struttura fisica, ecc... poi tirano le somme e decidono il da farsi.....;)
Fidati che all'inizio per tre mesi farai più fatica ma poi.... tornerai meglio di prima alla svelta! ;)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 00:52.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.