Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


@lessandro 22-11-2008 21:00

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25119765)
Il primo crack che hai sentito, è probabilmente stata una prima lesione del menisco (i legamenti che si rompono non fanno alcun rumore, ma in compenso fanno un dolore cane..) associato al dolore del legamento lacerato, e da li dolore pazzesco e parziale riabilitazione.

Il secondo crack, è compatibile con ulteriore lesione del menisco e minore dolore causa legamento già lesionato in precedenza, i conti tornano.

Che dire, fai benissimo ad effettuare la ricostruzione, poichè oltre che a non poter frequentare i campi da calcetto a 22 anni, tipo a 30 rischi di avere un'artrosi del ginocchio invalidante a causa della tua bella doppia lesione del menisco.... e li i problemi non saranno solo quelli di fare un placcaggio in controffensiva, ma anche quelli di andare a prendere una Fanta dal frigo al divano mentre vedi la TV, o di raggiungere il bagno durante la "partita a scacchi"... eventi, che dopo una ricostruzione del LCA fatta a dovere, secondo gli ultimi studi ortopedici, hanno scarsa probabilità di manifestarsi (de facto, le ultime sperimentazioni dicono, che nonostante un menisco rotto, nel caso di un ottimo supporto da parte di legamenti efficienti, non si corre il rischio di artrosi degenerative invalidanti!).

Il post-operazione è doloroso solo nei primi 2 giorni, ma ho visto che con le ultime tecniche, già dal terzo, si può dare un modesto carico con pieno supporto stampelle.

Il bello della ricostruzione, è che dopo l'intervento è tutto in discesa.. ogni giorno va meglio, con gli esercizi il ginocchio recupera bene, la muscolatura si accresce, il dolore diminuisce e la sensazione di stabilità è un'altra cosa!

Il diagramma è questo:

1 mo giorno:

letto immobile e sotto analgesici, il dolore è tanto

2 giorno:

il dolore c'è, ma la mattina, puoi iniziare già a scendere dal letto, nessun carico, pieno supporto di 2 stampelle

3 giorno:

dolore normale, sensazione di debolezza generale della gamba, si puo' appoggiare a mezzo carico, ed iniziare già a fare esercizi semplici di mobilizzazione.

7 giorno:

niente più dolore da fermo, si può appoggiare il ginocchio a mezzo carico, con una stampella, iniziano esercizi intensivi di riabilitazione.

15 giorno, si può appoggiare il ginocchio a pieno carico, continuano gli esercizi intensivi per altre 2 settimane

30 giorno, si cammina zoppicando un pochino, stampelle non più necessarie, esercizi di riabilitazione meno intensivi per i 4 mesi successivi.

3 mese: si cammina normalmente, con un'andatura leggermente carica sul ginocchio sano

6 mese: recupero del 100%, puoi tornare a giocare a calcio, senza esagerare nello sforzo.

1 anno: puoi tornare a giocare a pieno regime!


buona fortuna!

Ok grazie :)

Quote:

Originariamente inviato da dreadknight (Messaggio 25129816)
eehh,come no.

Il problema non è l'intervento in sé, ma il post operatorio: io per un mese ho avuto dolori fortissimi, tanto da maledire il giorno in cui ho deciso di operarmi.
Per non parlare di quando la fisioterapista mi piegava il ginocchio (e alcuni ragazzi sono anche svenuti dal dolore).

Questo non per spaventare chi si deve ancora operare, ma giusto per dare informazioni complete: a distanza di 3 anni, l'intervento lo rifarei perché mi ha permesso di riprendere a fare arti marziali. Ma non è una passeggiata

Ehm...decidetevi :stordita:

A me, parecchie persone hanno detto che il problema appunto non è l'intervento in se...ma il dopo :fagiano:

Attendo con ansia il 24 e il 27 per sapere i risultati della risonanza...e quello che mi dirà l'ortopedico :stordita:

jined 23-11-2008 22:24

Quote:

Originariamente inviato da dreadknight (Messaggio 25129816)
eehh,come no.

Il problema non è l'intervento in sé, ma il post operatorio: io per un mese ho avuto dolori fortissimi, tanto da maledire il giorno in cui ho deciso di operarmi.
Per non parlare di quando la fisioterapista mi piegava il ginocchio (e alcuni ragazzi sono anche svenuti dal dolore).

Questo non per spaventare chi si deve ancora operare, ma giusto per dare informazioni complete: a distanza di 3 anni, l'intervento lo rifarei perché mi ha permesso di riprendere a fare arti marziali. Ma non è una passeggiata

con i termini "male cane" e "riabilitazione pesante", intendevo sottolineare con due parole esattamente cio' che hai detto tu.

Questo non cambia il fatto, che lentamente il ginocchio va verso una guarigione totale, e che, cmq, le tecniche chirurgiche migliorano ogni anno.

Io durante la fisioterapia, ad esempio, non ho avuto affatto quei dolori di cui parli, ma il segreto sta nel fatto che ho iniziato a mobilizzare il ginocchio già dal giorno dopo l'intervento, soffrendo come un cane i primi due o tre giorni, essendo abbastanza ferrato sul fitness, sapevo che poi nei mesi successivi me la sarei vista meglio.. infatti, la fisioterapia per me è stata solo un evento noioso più che doloroso, evento che ho lasciato presto, per iniziare esercizi di fitness da solo.

@lessandro 24-11-2008 18:35

Ragazzi...è arrivato il referto della risonanza e...pensavo fosse molto peggio la situazione :stordita:

"Non significative alterazioni del segnale di risonanza a livello dei capi ossei in esame; piccole areole di osteosclerosi, prive di significato patologico, a livello tibiale e femorale.
Rotula in asse rispetto alla troclea femorale.
Conservate le interlinee articolari femoro-rotulea e femoro-tibiale.
Minimo versamento articolare.
Non macroscopiche alterazioni morfologiche o di segnale a carico del menisco interno.
Danderella di accentuazione del segnale al corpo del menisco esterno, estesa in avanti alla porizione contigua del conrno anteriore, reperto suggestivo per fissurazione meniscale nelle sedi descritte.
Continui il ligamento crociato posteriore ed i ligamenti colalterali.
Il ligamento crociato anteriore, complessivamente mantenuto nella sua continuità anatomica, mostra un assottigliamento ed incremento di segnale, specie nel tratto prossimale e medio; i reperti sono suggestivi per esiti distrattivi-lesione ligamentosa parziale.
Regolari il tendine rotuleo e la inserzione distale del tendine del quadricipite."

A quanto pare c'è una piccola lesione (non scritta in che percentuale però :fagiano: ) al crociato anteriore...ed anche al menisco.

Ma chi mi spiega cosa significa la parte sottolineata? :stordita:

jined 24-11-2008 21:38

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25154735)
Il ligamento crociato anteriore, complessivamente mantenuto nella sua continuità anatomica, mostra un assottigliamento ed incremento di segnale, specie nel tratto prossimale e medio; i reperti sono suggestivi per esiti distrattivi-lesione ligamentosa parziale.

Ma chi mi spiega cosa significa la parte sottolineata? :stordita:

Prendi il beneficio del dubbio di quello che ti scrivo, ricordando che sono un appassionato di fitness non un medico! E quindi considerala solo una generale opinione di uno sportivo, da farti confermare da un ortopedico specialista.

In ogni caso:

Legamento crociato anteriore posizionato dove deve stare e in tutta la sua completezza, quindi NON è staccato, ma è comunque assottigliato e infiammato (incremento di segnale=infiammazione), nella zona più verso la caviglia e al centro (prossimale e intermedio), l'analisi suggerisce che c'è una parziale lesione del legamento a seguito distorsione.

Ecco ciò che brevemente descrive la RM, in ogni caso, tieni a mente che il legamento, per sua struttura, non si auto-ripara, puoi tentare con molta progressione di rinforzare la muscolatura che lo circonda, ovvero ciò che ho fatto io per anni prima di operarmi.

In ogni caso, con un legamento semi-lesionato e opportuni esercizi, si può fare una vita normalissima e attività sportive leggere o non violente, come bici, nuoto, footing, ginnastica leggera, pesi, pallanuoto, equitazione, golf.

Scordati calcio, rugby, arti marziali, salti, atletica, scherma, basket, pallavolo, scalate, trekking.

Lo sci' è TASSATIVAMENTE proibito a chi ha una parziale lesione del legamento, se qualcuno ti dice che scia o ha sciato con un legamento lesionato, sappi che è mia opinione che si tratti di un folle.

In quella condizione, io ti sconsiglio vivamente di tornare a giocare a calcio, altrimenti rischi, con molta facilità e con un intervento molto meno violento del necessario, una rottura definitiva del legamento, con mesi e mesi di sofferenza a venire, in attesa dell'intervento (che va cmq fatto a ginocchio sgonfio).

ciao

@lessandro 24-11-2008 21:42

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25157404)
Prendi il beneficio del dubbio di quello che ti scrivo, ricordando che sono un appassionato di fitness non un medico! E quindi considerala solo una generale opinione di uno sportivo, da farti confermare da un ortopedico specialista.

In ogni caso:

Legamento crociato anteriore posizionato dove deve stare e in tutta la sua completezza, quindi NON è staccato, ma è comunque assottigliato e infiammato (incremento di segnale=infiammazione), nella zona più verso la caviglia e al centro (prossimale e intermedio), l'analisi suggerisce che c'è una parziale lesione del legamento a seguito distorsione.

Ecco ciò che brevemente descrive la RM, in ogni caso, tieni a mente che il legamento, per sua struttura, non si auto-ripara, puoi tentare con molta progressione di rinforzare la muscolatura che lo circonda, ovvero ciò che ho fatto io per anni prima di operarmi.

In quella condizione, io ti sconsiglio vivamente di tornare a giocare a calcio, altrimenti rischi, con molta facilità e con un intervento molto meno violento del necessario, una rottura definitiva del legamento, con mesi e mesi di sofferenza a venire, in attesa dell'intervento (che va cmq fatto a ginocchio sgonfio).

ciao

Ah ok...grazie... :stordita:

E io che da com'era scritto, pensavo che fosse un danno "lieve" :fagiano: (però che cazzo...il crociato posteriore si autoripara e quello anteriore no...? Che sfiga cazzo :muro: :muro: )

Quindi in poche parole...o sto fermo oppure mi opero? :fagiano:

E quindi....o mi opero o mi opero, wow :asd:

jined 24-11-2008 21:53

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25157452)
Ah ok...grazie... :stordita:

E io che da com'era scritto, pensavo che fosse un danno "lieve" :fagiano: (però che cazzo...il crociato posteriore si autoripara e quello anteriore no...? Che sfiga cazzo :muro: :muro: )

Quindi in poche parole...o sto fermo oppure mi opero? :fagiano:

E quindi....o mi opero o mi opero, wow :asd:

Ogniuno ha le sue opinioni a riguardo, il mio consiglio personalissimo è:

Operati, sono stato 7 anni a rinunciare a tutti gli sport che amavo e a soffrire, nelle tue condizioni, esitando, senza rendermi conto che l'intervento è una cazzata che dura 1 oretta da semi-sveglio, a seguire di riabilitazione, ok, faticosa e dolorosa il primo mese, ma poi pian piano tutto torna come deve tornare.

@lessandro 24-11-2008 21:59

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25157606)
Ogniuno ha le sue opinioni a riguardo, il mio consiglio personalissimo è:

Operati, sono stato 7 anni a rinunciare a tutti gli sport che amavo e a soffrire, nelle tue condizioni, esitando, senza rendermi conto che l'intervento è una cazzata che dura 1 oretta da semi-sveglio, a seguire di riabilitazione, ok, faticosa e dolorosa il primo mese, ma poi pian piano tutto torna come deve tornare.

Infatti...io è già quasi 2 anni che sono fermo senza fare una ceppa...e ho visto che mi viene la voglia di fare il coglione con gli amici, anche solo per dare 2 calci al pallone d'estate sulla spiaggia per esempio...o situazioni analoghe.

Vediamo che dice l'ortopedico giovedì :stordita:

E che mi dicono tra un pò per il rinnovo del contratto...scadenza: 23 dicembre :fagiano:

@lessandro 27-11-2008 19:24

Tornato ora dall'ortopedico...:stordita:

Dice appunto che le vie da prendere sono due:

1) Restare così, senza fare nessuno sport, escluso nuoto (soltanto stile libero e dorso, stop) e cyclette...:fagiano:

2) Operarsi, facendosi ricostruire il LCA

Logicamente ho optato per la ricostruzione....e in effetti ho un pò di fifa :fagiano:

Mi ha detto di continuare a fare esercizi il più possibile, cyclette, nuoto, pesi...ecc ecc, perchè più lavoro faccio ora e meno ne avrò bisogno dopo l'operazione, dato che il tono muscolare sarà più tonico...insomma le solite cose.

Il problema è che per operarsi, si deve aspettare 3-4 mesi...e quindi se l'appuntamento lo prendo domani, mi opererei a febbraio/marzo (e il 13 marzo faccio gli anni :stordita: :stordita: )...

Voi quanto avete aspettato prima di operarvi?

Inoltre mi ha detto che prima di tornare a lavorare, ci vuole un mesetto (lavoro sedentario, tipo ufficio...)...idem per guidare, sempre un mesetto più o meno...pensavo ci volesse meno :fagiano:

Insomma...mi son deciso, mi opero...anche se non mi sembra vero :fagiano:

Fabryzius 27-11-2008 23:54

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25198541)
Tornato ora dall'ortopedico...:stordita:

Dice appunto che le vie da prendere sono due:

1) Restare così, senza fare nessuno sport, escluso nuoto (soltanto stile libero e dorso, stop) e cyclette...:fagiano:

2) Operarsi, facendosi ricostruire il LCA

Logicamente ho optato per la ricostruzione....e in effetti ho un pò di fifa :fagiano:

Mi ha detto di continuare a fare esercizi il più possibile, cyclette, nuoto, pesi...ecc ecc, perchè più lavoro faccio ora e meno ne avrò bisogno dopo l'operazione, dato che il tono muscolare sarà più tonico...insomma le solite cose.

Il problema è che per operarsi, si deve aspettare 3-4 mesi...e quindi se l'appuntamento lo prendo domani, mi opererei a febbraio/marzo (e il 13 marzo faccio gli anni :stordita: :stordita: )...

Voi quanto avete aspettato prima di operarvi?

Inoltre mi ha detto che prima di tornare a lavorare, ci vuole un mesetto (lavoro sedentario, tipo ufficio...)...idem per guidare, sempre un mesetto più o meno...pensavo ci volesse meno :fagiano:

Insomma...mi son deciso, mi opero...anche se non mi sembra vero :fagiano:

domanda, ma adesso a muoverlo quando ti fa male ? Te lo chiedo perchè il fisioterapista che mi segue dice che non ho niente, senza nemmeno guardare la risonanza...

@lessandro 28-11-2008 06:53

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 25201713)
domanda, ma adesso a muoverlo quando ti fa male ? Te lo chiedo perchè il fisioterapista che mi segue dice che non ho niente, senza nemmeno guardare la risonanza...

A muoverlo non ho per niente dolore....o quasi.

Solo se mi accovaccio (come se dovessi cacare in una turca :asd: ), mi fa male la parte esterna del ginocchio...però per il resto, nessuno dolore o quasi...:stordita:

jined 28-11-2008 10:21

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25198541)
Tornato ora dall'ortopedico...:stordita:

Dice appunto che le vie da prendere sono due:

1) Restare così, senza fare nessuno sport, escluso nuoto (soltanto stile libero e dorso, stop) e cyclette...:fagiano:

2) Operarsi, facendosi ricostruire il LCA

Logicamente ho optato per la ricostruzione....e in effetti ho un pò di fifa :fagiano:

Mi ha detto di continuare a fare esercizi il più possibile, cyclette, nuoto, pesi...ecc ecc, perchè più lavoro faccio ora e meno ne avrò bisogno dopo l'operazione, dato che il tono muscolare sarà più tonico...insomma le solite cose.

Il problema è che per operarsi, si deve aspettare 3-4 mesi...e quindi se l'appuntamento lo prendo domani, mi opererei a febbraio/marzo (e il 13 marzo faccio gli anni :stordita: :stordita: )...

Voi quanto avete aspettato prima di operarvi?

Inoltre mi ha detto che prima di tornare a lavorare, ci vuole un mesetto (lavoro sedentario, tipo ufficio...)...idem per guidare, sempre un mesetto più o meno...pensavo ci volesse meno :fagiano:

Insomma...mi son deciso, mi opero...anche se non mi sembra vero :fagiano:

si, i tempi sono quelli. 3-4 mesi, anzi.. tutto sommato niente male.

Vedrai che non sarà cosi drammatica.

Ti confermo i tempi che ti ha detto il dottore, 1 mese per tornare a lavorare zoppicando, poi piano piano recuperi con la fisioterapia, il diagramma te l'ho già pubblicato in qualche post precedente.

Verissimo anche che se potenzi il tono muscolare prima di operarti, avrai meno problemi dopo.

In bocca al lupo!

alex642002 28-11-2008 13:41

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25204406)
si, i tempi sono quelli. 3-4 mesi, anzi.. tutto sommato niente male.

Vedrai che non sarà cosi drammatica.

Ti confermo i tempi che ti ha detto il dottore, 1 mese per tornare a lavorare zoppicando, poi piano piano recuperi con la fisioterapia, il diagramma te l'ho già pubblicato in qualche post precedente.

Verissimo anche che se potenzi il tono muscolare prima di operarti, avrai meno problemi dopo.

In bocca al lupo!

Ciao a tutti!
Emtro a far parte anche io di questo club.Ieri mi sono operato al menisco e forse fra qualche mese toccherà al LCA.Nei giorni precedenti ho letto,che ci crediate o no,tutti i post,ansioso com'ero per la mia prima operazione,che poi fortunatamente si è rivelata una passeggiata..:)
Bentrovati:( (si fa per dire) a tutti!

ginettos 02-12-2008 10:27

dopo 6 mesi e mezzo dall'operazione lca
 
Eccomi di nuovo qui. Operato dopo 6 mesi e mezzo di lca con semitendine gracile ho ancora fastidio..diciamo fastidio e non dolore..come ha detto il professore che mi ha operato e che dice che sta tutto a posto. Il fastidio non è localizzato in un punto ma in generale in tutta la parte anteriore del ginoccio..in prossimità dell innesto del tendine. In questi giorni pero' ho iniziato ad avere degli indolensimenti dietro al ginocchio sul polpaccio alto...tanto delle volte addirittura da farmi zoppicare...è normale? che esercizi posso fare ?
In questi periodi andavo in palestra per fare un po' di gambe e corsa e bici...
Jined mi aveva consigliato degli esercizi di riscaldamento che spesso faccio...
grazie

jined 02-12-2008 11:04

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 25259535)
Eccomi di nuovo qui. Operato dopo 6 mesi e mezzo di lca con semitendine gracile ho ancora fastidio..diciamo fastidio e non dolore..come ha detto il professore che mi ha operato e che dice che sta tutto a posto. Il fastidio non è localizzato in un punto ma in generale in tutta la parte anteriore del ginoccio..in prossimità dell innesto del tendine. In questi giorni pero' ho iniziato ad avere degli indolensimenti dietro al ginocchio sul polpaccio alto...tanto delle volte addirittura da farmi zoppicare...è normale? che esercizi posso fare ?
In questi periodi andavo in palestra per fare un po' di gambe e corsa e bici...
Jined mi aveva consigliato degli esercizi di riscaldamento che spesso faccio...
grazie

hai guardato fuori dalla finestra che tempo?

Guarda, tanto..legamento o non legamento, il menisco viene levigato comunque, e quando c'è un tempo del genere, chi ha avuto il ginocchio operato vede sempre le stelle!

Non ti dico come sto io con i ginocchi questi giorni... e considera che sono uno sportivo!

Non per essere semplicistico, ma ti dico che con questo tempo i ginocchi a chi si è operato fanno un male cane, pure a mio cugino, che s'è operato da 8 anni, e ormai va a sciare quasi tutti gli inverni...

Che dire, posso darti i consigli "naturalistici" che ti darebbe qualsiasi ortopedico che non vuole darti antinfiammatori... riduci gli alcolici e aumenta i latticini!

ginettos 02-12-2008 11:47

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25260156)
.. chi ha avuto il ginocchio operato vede sempre le stelle! Non ti dico come sto io con i ginocchi questi giorni... e considera che sono uno sportivo!

Non per essere semplicistico, ma ti dico che con questo tempo i ginocchi a chi si è operato fanno un male cane, pure a mio cugino, che s'è operato da 8

immaginavo anche io che il tempo influisse...la cosa è che,fatto il paragone con le dovute cautele,
mi sono operato un mese dopo Totti,con la stessa persona,lui gioca a pallone da 3 mesi io invece non
mi permetterei di toccare una palla...ripeto non voglio paragonarmi ad uno sportivo come lui
seguito da fisoterapisti 24 ore su 24...ma dopo 6 mesi e mezzo
mi credevo di stare meglio..forse mi lamento troppo e devo avere piu'pazienza

dreadknight 02-12-2008 12:39

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25157452)
Ah ok...grazie... :stordita:

E io che da com'era scritto, pensavo che fosse un danno "lieve" :fagiano: (però che cazzo...il crociato posteriore si autoripara e quello anteriore no...? Che sfiga cazzo :muro: :muro: )


la sfiga maggiore l'avresti avuta a romperti il crociato posteriore: a parte che non e' vero che si ripara da solo, oltretutto e' piu' difficile che si rompa ma e' anche piu' difficile il recupero post-operatorio.

dreadknight 02-12-2008 12:46

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 25260577)
forse mi lamento troppo e devo avere piu'pazienza

cito. Io mi sono operato da 3 anni ormai e ancora adesso, se non faccio sport per un po' di tempo, il ginocchio ne risente.

Non ho dolore, ma quando perdo il tono muscolare del quadricipite sento un fastidio al ginocchio.

Lascia perdere Totti, non puoi paragonare il recupero di uno sportivo professionista che ha a disposizione medici e fisioterapisti 24/7 ad uno sportivo amatoriale che fa 2 ore di fisioterapia al giorno.

Datti tempo e riprendi gradatamente, inoltre per il dolore al polpaccio ti consiglio di fare molto stretching

ginettos 02-12-2008 13:38

Quote:

Originariamente inviato da dreadknight (Messaggio 25261526)
cito. Io mi sono operato da 3 anni ormai e ancora adesso, se non faccio sport per un po' di tempo, il ginocchio ne risente.

Non ho dolore, ma quando perdo il tono muscolare del quadricipite sento un fastidio al ginocchio.

ma dai dopo 3 anni ancora fastidi? In tutto questo tempo che sport hai fatto per il ginocchio e con che costanza?

dreadknight 02-12-2008 14:33

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 25262495)
ma dai dopo 3 anni ancora fastidi? In tutto questo tempo che sport hai fatto per il ginocchio e con che costanza?

tieni presente che il legamento che va a sostituire quello rotto non sarà mai uguale ad uno sano, quindi qualche fastidio è normale (io poi sono anche in sovrappeso, il che incide ulteriormente sul lavoro in più che il ginocchio deve svolgere).
Poi come ti ho detto sono dei fastidi, non dei dolori, e sono saltuari: li avverto solo se sto a riposo forzato per molto tempo.


Per quanto riguarda lo sport: dopo i primi 6 mesi, ho fatto potenziamento muscolare in palestra per 1 anno; l'anno scorso, visto che quadricipite e bicipite femorale erano in buono stato, ho iniziato a praticare taekwondo per rinforzarli ulteriormente. Quest'anno oltre a taekwondo ho ripreso a fare judo (interrotto 3 anni fa proprio a causa della rottura del crociato)

gomma2408 02-12-2008 16:00

Salve a tutti, sono nuovo del forum cercavo altre cose ma mi interessa moooolto questo argomento!!!;)
Per quanto riguarda la mia esperienza personale, vengo da una rottura del LCA nel 1994, ma mi sono operato solo nel gennaio di quest'anno 2008 dopo infortunio il 1/11/07 (un giocatore a calcio mi è franato letteralmente addosso alla gamba!!!) ma cmq avendo giocato quasi sempre a volley in questi 14 anni.....

Molto importante la ginnastica preoperatoria, palestra più possibile in attesa dell'intervento.

Consiglio vivamente di operarsi perchè oggi con la tecnica del semitendinoso-gracile il recupero dell'estensione/flessione è più facile (sempre dolorosa, ma solo i primissimi tempi....)
Lo dico perchè c'è chi si è operato quando me privatamente dallo stesso prof di Totti ma non è che è cambiato un gran che, anzi era molto indietro e con la tecnica del rotuleo questo mio amico è stato immobilizzato circa un mese con il tutore: in molti sanno fare le operazioni perfette, quel che conta in questo caso è il DOPO.

@lessandro 02-12-2008 16:53

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25265201)
Salve a tutti, sono nuovo del forum cercavo altre cose ma mi interessa moooolto questo argomento!!!;)
Per quanto riguarda la mia esperienza personale, vengo da una rottura del LCA nel 1994, ma mi sono operato solo nel gennaio di quest'anno 2008 dopo infortunio il 1/11/07 (un giocatore a calcio mi è franato letteralmente addosso alla gamba!!!) ma cmq avendo giocato quasi sempre a volley in questi 14 anni.....

Molto importante la ginnastica preoperatoria, palestra più possibile in attesa dell'intervento.

Consiglio vivamente di operarsi perchè oggi con la tecnica del semitendinoso-gracile il recupero dell'estensione/flessione è più facile (sempre dolorosa, ma solo i primissimi tempi....)
Lo dico perchè c'è chi si è operato quando me privatamente dallo stesso prof di Totti ma non è che è cambiato un gran che, anzi era molto indietro e con la tecnica del rotuleo questo mio amico è stato immobilizzato circa un mese con il tutore: in molti sanno fare le operazioni perfette, quel che conta in questo caso è il DOPO.

E sei riuscito a giocare a volleri per 14 anni con il crociato ROTTO??? :eek: :eek: :eek:

Cmq...come esercizi pre-operazione, che mi consiglieresti...?

Fai conto che dovrei operarmi verso febbraio marzo 2009 :stordita:

dreadknight 02-12-2008 17:44

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25266161)
Cmq...come esercizi pre-operazione, che mi consiglieresti...?

Fai conto che dovrei operarmi verso febbraio marzo 2009 :stordita:

il muscolo maggiormente interessato è il quadricipite (per intenderci, la parte anteriore della coscia), quindi in questi mesi devi cercare di allenarlo il più possibile: l'ideale è il nuoto perché è a carico 0 sul ginocchio; per la palestra ci sono teorie diverse: secondo alcuni, esercizi come la leg extension sono da evitare, altri li consigliano.

Io ti direi di farti fare un programma pre-operatorio da un fisiatra, spesso in palestra il personale non è molto preparato e rischi di peggiorare la situazione

jined 02-12-2008 18:39

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25265201)
Salve a tutti, sono nuovo del forum cercavo altre cose ma mi interessa moooolto questo argomento!!!;)
Per quanto riguarda la mia esperienza personale, vengo da una rottura del LCA nel 1994, ma mi sono operato solo nel gennaio di quest'anno 2008 dopo infortunio il 1/11/07 (un giocatore a calcio mi è franato letteralmente addosso alla gamba!!!) ma cmq avendo giocato quasi sempre a volley in questi 14 anni.....

Molto importante la ginnastica preoperatoria, palestra più possibile in attesa dell'intervento.

Consiglio vivamente di operarsi perchè oggi con la tecnica del semitendinoso-gracile il recupero dell'estensione/flessione è più facile (sempre dolorosa, ma solo i primissimi tempi....)
Lo dico perchè c'è chi si è operato quando me privatamente dallo stesso prof di Totti ma non è che è cambiato un gran che, anzi era molto indietro e con la tecnica del rotuleo questo mio amico è stato immobilizzato circa un mese con il tutore: in molti sanno fare le operazioni perfette, quel che conta in questo caso è il DOPO.

Caro gomma, è esattamente il contrario, con la tecnica del gracile-semitendinoso, si ottiene un legamento più robusto rispetto a quello del tendine rotuleo, ma è proprio il recupero e la flessibilità sono il problema di questa tecnica.

@lessandro 02-12-2008 18:44

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25268083)
Caro gomma, è esattamente il contrario, con la tecnica del gracile-semitendinoso, si ottiene un legamento più robusto rispetto a quello del tendine rotuleo, ma è proprio il recupero e la flessibilità sono il problema di questa tecnica.

Perchè viene chiamata tecnica del "gracile"? :stordita:

alex642002 02-12-2008 20:04

Ciao,io vi racconto la mia di esperienza.Giocando a pallavolo,due settimane fa circa,dopo un normale atterraggio dopo una schiacciata ho avuto un dolore vivo al ginocchio sinistro,che poi è quasi passato,tanto è vero che sono tornato a casa guidando.Invece poi il ginocchio si è gonfiato e..va bè,senza raccontarvi tutta la trafila,risultato:lesione del menisco,e probabili lesioni dei legamenti(dalla RM non si vedeva bene).Giovedì scorso mi sono operato:l'ortropedico,un primario e docente universitario,mi ha tolto una porzione di menisco,e mi ha detto che ho il collaterale interno lesionato e Il LCA rotto.Per il primo mi ha prescritto un tutor per 25 giorni(prima settimana anche stampelle),perchè si dovrebbe rimarginare da solo.Per il LCA vedremo dopo,mi ha detto.Un mio collega si è stupito del fatto che non abbia fatto anche il LCA.
Voi cosa ne pensate secondo la vostra esperienza?E' giusto non farlo insieme in un caso come il mio?
Un'altra cosa:un ragazzo conosciuto mentre facevo le analisi mi ha detto che la riabilitazione dopo la ricostruzione del LCA è lunga e dolorosa:è vero?

jined 03-12-2008 00:21

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25268163)
Perchè viene chiamata tecnica del "gracile"? :stordita:

Ciao Ale, "Gracile" e "Semitendinoso" è la definizione (il nome) di due strisce muscolari presenti sulla tibia, che col tempo si rigenerano, vengono estratte e arrotolate insieme con una specie di tecnica a spirale, a seguito questo pezzetto di carne viene utilizzato come nuovo "legamento crociato" che viene inserito nell'apposito canale, il canale viene traforato con dei microtrapani presenti nelle sonde,
tramite la tecnica chirurgica laparoscopica, le estremità del neo-legamento, che è arrotolata tramite resistenti fili da sutura, viene fissata a delle microviti al titanio, in quanto il neo legamento richiede almeno un mese per consolidarsi all'interno dell'osso traforato, fino ad allora, saranno le viti e la sutura interna a spirale a supportare il legamento e il ginocchio, per cui è importante evitare movimenti bruschi e carichi eccessivi, ad esito di questo intervento non si hanno più lunghe cicatrici, ma quattro piccoli buchini ai lati del ginocchio, che col tempo spariranno completamente.

Questo lavoro si fa in un'oretta circa, con la gamba addormentata in anestesia locale.

Personalmente, penso che la scienza che ci ha permesso di tornare ad avere i legamenti persi, a seguito di sport e incidenti, sia uno dei più bei doni della medicina. Perchè camminare e correre sono espressioni di libertà.

gomma2408 03-12-2008 08:10

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25268083)
Caro gomma, è esattamente il contrario, con la tecnica del gracile-semitendinoso, si ottiene un legamento più robusto rispetto a quello del tendine rotuleo, ma è proprio il recupero e la flessibilità sono il problema di questa tecnica.

Eh, no, scusami, ma penso che io ho scritto giusto.... La tecnica del semitendinoso/gracile consente una flessione immediata in quanto io già IL GIORNO DOPO l'operazione flettevo il gnocchio con il Kinetec (flessione passiva) a 90°, il II giorno a 100 e il III giorno a 110°!!!! Il mio amico operato una settimana dopo a me da Mariani a Roma (vedi dove si è operato Totti) ha tenuto il tutore 15 gg a 0 gradi, per poi passare a 30 gradi fino a 1 mese. Poi l'ha levato, ed è venuto a fare riabilitazione in un centro specializzato dove la facevo io e ha ululato di dolore per un altro mese quando il terapista gli forzava la flessione. Il prelievo del terco centrale del rotuleo con la relativa cicatrice frontale infatti è molto più doloroso in riabilitazione.
Questo te lo posso dire con certezza assoluta. (basta fare una ricerca su google con scritto "ricostruzione LCA" e c'è molta roba al riguardo....)
L'impianto con prelievo del tendine rotuleo veniva considerato più robusto del semitendinoso/gracile che era limitato a interventi su pazienti di sesso femminile per motivi estetici e per la minore sollecitazione data dal minor peso o carichi di lavoro nelle donne. Ma il miglioramento di questa tecnica (con il tendine triplicato o anche quadruplicato se la lunghezza del prelievo lo consente - almeno 30cm- ) ha permesso di raggiungere la stessa stabilità.
Tuttavia in alcuni casi viene ancora utilizzato (vedi Totti) perchè a fronte di un maggior dolore, nei casi in cui il rotuleo è molto robusto (in sostanza si riduce la sua sezione ai 2/3 rispetto al pre-intervento) si preferisce evitare ad un giocatore professionista il fatto di dover recuperare tutta la fascia dei flessori , debilitata dal prelievo del semitendinoso, fascia muscolare molto importante sopratutto per un calciatore. In questo modo il recupero può essere accelerato, ma solo in caso di professionismo (6-8 ore palestra al gg in un fisico adatto a sopportare tutto sto lavoro, visto che io ci ho provato, ma più di 4/5 ore in palestra non riuscivo, poi la stanchezza muscolare prendeva il sopravvento).

gomma2408 03-12-2008 08:17

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 25269581)
Ciao,io vi racconto la mia di esperienza.Giocando a pallavolo,due settimane fa circa,dopo un normale atterraggio dopo una schiacciata ho avuto un dolore vivo al ginocchio sinistro,che poi è quasi passato,tanto è vero che sono tornato a casa guidando.Invece poi il ginocchio si è gonfiato e..va bè,senza raccontarvi tutta la trafila,risultato:lesione del menisco,e probabili lesioni dei legamenti(dalla RM non si vedeva bene).Giovedì scorso mi sono operato:l'ortropedico,un primario e docente universitario,mi ha tolto una porzione di menisco,e mi ha detto che ho il collaterale interno lesionato e Il LCA rotto.Per il primo mi ha prescritto un tutor per 25 giorni(prima settimana anche stampelle),perchè si dovrebbe rimarginare da solo.Per il LCA vedremo dopo,mi ha detto.Un mio collega si è stupito del fatto che non abbia fatto anche il LCA.
Voi cosa ne pensate secondo la vostra esperienza?E' giusto non farlo insieme in un caso come il mio?
Un'altra cosa:un ragazzo conosciuto mentre facevo le analisi mi ha detto che la riabilitazione dopo la ricostruzione del LCA è lunga e dolorosa:è vero?

Purtroppo nel tuo caso si è verificata quello che gli ortopedici chiamano "la triade infausta" ovvero menisco, collaterale e LCA: comunque oggigiorno si recupera anche da questo, solo non ti stufare di fare riabilitazione in palestra, meglio se inserita in un centro riabilitativo. Probabilmente ti hanno operato solo il menisco per vedere anche in artroscopia le reali condizoni del LCA: visto che è rotto, e ti devi rioperare, cerca di farlo il più presto possibile per non allungare oltremodo i tempi di riabilitazione.
NEL frattempo continua la palestra, visto che anche la preoperatoria è moooooolto importante, recuperi molto più velocemente e quindi sei più motivato: certo che per tornare a giocare a volley ci vorrà un po', io mi sono operato a menisco e LCA e ho leggere lesioni alla cartilagine, sono in età avanzata ma sono rientrato in palestra..... certo, ancora non salto mica come prima..... mi mancano 20cm di elevazione!

gomma2408 03-12-2008 08:23

Quote:

Originariamente inviato da dreadknight (Messaggio 25267145)
il muscolo maggiormente interessato è il quadricipite (per intenderci, la parte anteriore della coscia), quindi in questi mesi devi cercare di allenarlo il più possibile: l'ideale è il nuoto perché è a carico 0 sul ginocchio; per la palestra ci sono teorie diverse: secondo alcuni, esercizi come la leg extension sono da evitare, altri li consigliano.

Io ti direi di farti fare un programma pre-operatorio da un fisiatra, spesso in palestra il personale non è molto preparato e rischi di peggiorare la situazione

Non c'è nessuna co0ntroindicazione a fare palestra PRIMA di operarsi, visto che i movimenti sono guidati dalle macchine; QUOTO il fatto di farti seguire da un fisioterapista; io ho avuto la fortunissima di averne uno molto bravo ed una struttura riabilitativa con annessa palestra dove lui lavora ed è stato anche mio allenatore di volley!!! (in questo momento ad es. è ad un corso di aggiornamento negli USA).
Importante però sono anche i flessori della coscia, perchè se come spero l'operazione verrà fatta con il tendine semitendinoso+gracile (lo consiglio vivamente) sono questi che risentono di più del deficit dato dal prelievo del tendine.
Giustissimo il fatto di dover allenare molto il quadricipite, sopratutto il Vasto mediale, che sono i muscoli che vanno più "giù" di tono dopo una tale operazione;)

gomma2408 03-12-2008 08:29

Quote:

Originariamente inviato da jined (Messaggio 25273345)
Ciao Ale, "Gracile" e "Semitendinoso" è la definizione (il nome) di due strisce muscolari presenti sulla tibia, che col tempo si rigenerano, vengono estratte e arrotolate insieme con una specie di tecnica a spirale, a seguito questo pezzetto di carne viene utilizzato come nuovo "legamento crociato" che viene inserito nell'apposito canale, il canale viene traforato con dei microtrapani presenti nelle sonde,
tramite la tecnica chirurgica laparoscopica, le estremità del neo-legamento, che è arrotolata tramite resistenti fili da sutura, viene fissata a delle microviti al titanio, in quanto il neo legamento richiede almeno un mese per consolidarsi all'interno dell'osso traforato, fino ad allora, saranno le viti e la sutura interna a spirale a supportare il legamento e il ginocchio, per cui è importante evitare movimenti bruschi e carichi eccessivi, ad esito di questo intervento non si hanno più lunghe cicatrici, ma quattro piccoli buchini ai lati del ginocchio, che col tempo spariranno completamente.

Questo lavoro si fa in un'oretta circa, con la gamba addormentata in anestesia locale.

Personalmente, penso che la scienza che ci ha permesso di tornare ad avere i legamenti persi, a seguito di sport e incidenti, sia uno dei più bei doni della medicina. Perchè camminare e correre sono espressioni di libertà.

Tutto giusto, ma il semitendinoso non si recupera, viene solo sopperito dagli altri tendini. Il gracile invece come hai detto giustamente tu, ed essendo prelevato solo una parte, si "rigenera"....
Per la precisione aggiungo che una cicatrice c'è oltre ai 4 buchi, sono 5/6 punti di sutura sul lato interiore della tibia per il prelievo dei tendini. Ma poca cosa come dici.
Il lavoro dura almeno 1h , se fatta con le dovute cautele, 1h 20min se c'è anche il menisco da operare, a me personalmente 1h 40 perchè il menisco era in blocco articolare....:cry:

gomma2408 03-12-2008 08:38

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 25266161)
E sei riuscito a giocare a volleri per 14 anni con il crociato ROTTO??? :eek: :eek: :eek:

Cmq...come esercizi pre-operazione, che mi consiglieresti...?

Fai conto che dovrei operarmi verso febbraio marzo 2009 :stordita:

Preciso, :D oltretutto nei primi 6 anni DOPO l'infortunio non me ne sono neanche ACCORTO!!! la muscolatura aveva fatto tutto quanto e sopperito al LCA! Me l'ha detto l'ortopedico non al secondo infortunio, ma perchè mi faceva male l'altro ginocchio, presi appuntamento e quando andai da lui era tutto passato, ma........ visitandomi, mi ha detto: "ma ti devo dire una cosa..... te hai il LCA ROTTO, ma in quest'altro gin.!" Ed IO: "io le dico un'altra cosa più bella: non me ne ero mai accorto!!!"
Poi però un secondo infortunio (messo piede sopra palla!!!!) hanno provocato altri danni, nonostante questo per motivi di lavoro, ecc... ho giocato altri OTTO anni..... altro infortunio e.... operazione!!

Esercizi pre operazione sono tutti quelli che puoi fare: io con il menisco in parte incastrato nell'articolazione (mi causava il blocco in estensione) ho fatto molta isometria, leg press, leg extension, leg curl, macchina per esterno coscia (non so come si chiama.... in pal la chiamavano "ercolina"!!!:D )

gomma2408 03-12-2008 08:39

Dopo 5 post di fila penso di aver risposto un po' a tutti ed ora mi potete cacciare via......:D :D :D (della serie: parli solo te!!!)

waveloom 03-12-2008 10:25

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25274674)
Dopo 5 post di fila penso di aver risposto un po' a tutti ed ora mi potete cacciare via......:D :D :D (della serie: parli solo te!!!)

...con qualche imprecisione.

Appoggio Jined che ha detto che l'esito dell'intervento tramite gracile e semi-tendinoso permette un iter di fisioterapia più semplice, anche se la mobilità a distanza di mesi risulta meno flessibile, mentre la tecnica del tendine rotuleo apporta più dolore e problemi anche a distanza di anni, anche se alla fine il risultato è più naturale, in quanto il tendine rotuleo è di un "qualcosa" molto più simile al legamento crociato che mamma natura ci ha dato, e quindi si adattera in maniera migliore.

Non credo che Jined si riferisse ai tempi di recupero, che variano di persona in persona, proprio come hai detto, in base alla preparazione muscolare che uno ha al momento dell'intervento e anche alla rapidita con cui uno inizia a muoversi, e quindi le difficoltà meccaniche di cui parli, legate esclusivamente a fenomeni di calcificazione.

Tutte le documentazioni sulla ricostruzione LCA, a cominciare da QUESTA supportano questa teoria.

Inoltre, rettifico che con le ultime tecniche, il prelievo del gracile+semitendinoso non mostra la situra tibiale di cui parli, in quanto i componenti per il neo-legamento, vengono "aspirat1" internamente in laparoscopia.

Ormai le migliori ricostruzioni avvengono tutte con la tecnica g+s.

gomma2408 03-12-2008 12:43

Quote:

Originariamente inviato da waveloom (Messaggio 25276100)
...con qualche imprecisione.

Appoggio Jined che ha detto che l'esito dell'intervento tramite gracile e semi-tendinoso permette un iter di fisioterapia più semplice, anche se la mobilità a distanza di mesi risulta meno flessibile, mentre la tecnica del tendine rotuleo apporta più dolore e problemi anche a distanza di anni, anche se alla fine il risultato è più naturale, in quanto il tendine rotuleo è di un "qualcosa" molto più simile al legamento crociato che mamma natura ci ha dato, e quindi si adattera in maniera migliore.

Non credo che Jined si riferisse ai tempi di recupero, che variano di persona in persona, proprio come hai detto, in base alla preparazione muscolare che uno ha al momento dell'intervento e anche alla rapidita con cui uno inizia a muoversi, e quindi le difficoltà meccaniche di cui parli, legate esclusivamente a fenomeni di calcificazione.

Tutte le documentazioni sulla ricostruzione LCA, a cominciare da QUESTA supportano questa teoria.

Inoltre, rettifico che con le ultime tecniche, il prelievo del gracile+semitendinoso non mostra la situra tibiale di cui parli, in quanto i componenti per il neo-legamento, vengono "aspirat1" internamente in laparoscopia.

Ormai le migliori ricostruzioni avvengono tutte con la tecnica g+s.


Certo, io non sono uno specialista, ci mancherebbe...;) cmq. io rileggendo avevo capito che Jined diceva che "è esattamente il contrario, con la tecnica del gracile-semitendinoso, si ottiene un legamento più robusto rispetto a quello del tendine rotuleo, ma è proprio il recupero e la flessibilità sono il problema di questa tecnica" si riferisse qui in ultima parte del suo discorso al s.+g. Avevo frainteso, allora, intendeva dire che "il recupero e la flessibilità sono il problema di questa ultima tecnica...
Poi ok, esiste anche la tecnica All-Inside presentata ormai qualche anno fa dall'equipe Dr. Cerulli di Perugia (ero stato anche lì io....), ma io intendevo dire che ancora quasi tutti utilizzano la tecnica s+g più classica, nel senso che per operarti da un chirurgo senza la cicatrice di cui parli devi cercarlo, ancora sono la minoranza (almeno nella regione dove risiedo io e zone limitrofe).
Inoltre le "migliori" ricostruzioni non si può dire che siano esclusivamente le s+g, visto che fior di primari adottano ancora il vecchio metodo del rotuleo (vedi il prof Mariani x Totti, il quale ha recuperato velocemente ma anche perchè la lesione era solo parziale e quindi non vi erano interessamenti di altri distretti dell'articolazione) proprio per la maggior somiglianza in termini di minore elasticità (quindi tenuta....) del tendine otuleo rispetto all'originario LCA. Con il s+g le tecniche ho imparato che non sono una, ma moltissime, dal semplice posizionamento delle viti alla tipologia delle viti stesse, per non parlare poi del fatto che per le sue caratteristiche nel s+g è ancora di più importante la tensione che si da in sede di intervento allo stesso impianto, per non incorrere a lassità post operatoria ma neanche ad eccessiva tensione.

Cmq. sì, le tecniche sono molto migliorate, soprattutto per il post operatorio....
La velocità di recupero è molto soggettiva in quanto bisogna vedere proprio anche la risposta dell'organismo, anche se all'inizio va tutto bene rischi di infiammazioni per eccessivo carico di lavoro (il limite va trovato da se', non c'è fisioterapista che tenga) ci sono.

alex642002 03-12-2008 14:01

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25274674)
Dopo 5 post di fila penso di aver risposto un po' a tutti ed ora mi potete cacciare via......:D :D :D (della serie: parli solo te!!!)

No,no,non te ne andare sherzi!Anzi,hai ravvivato la discussione,perchè dopo che avevo scritto io per qualche giorno non aveva scritto più nessuno!:cry:
Dici che anche nel mio caso è stata una triade infausta?Però il collaterale è solo lesionato,non rotto..L'ortopedico non si è dimostrato affatto preoccupato,e mi ha garantito che recupererò.
Ma la riabilitazione dopo la ricostruzione del LCA è così dolorosa?Già tremo..:eek:

ginettos 03-12-2008 15:54

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 25265201)
Lo dico perchè c'è chi si è operato quando me privatamente dallo stesso prof di Totti ma non è che è cambiato un gran che, anzi era molto indietro e con la tecnica del rotuleo questo mio amico è stato immobilizzato circa un mese con il tutore: in molti sanno fare le operazioni perfette, quel che conta in questo caso è il DOPO.

io mi sono operato dallo stesso di Totti col semitendine gracile..devo dire che l'estensione e la flessione non è masi stato un problema...gia' dopo un paio di mesi ero perfetto sia in estensione che flessione

jined 03-12-2008 21:11

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 25281893)
io mi sono operato dallo stesso di Totti col semitendine gracile..devo dire che l'estensione e la flessione non è masi stato un problema...gia' dopo un paio di mesi ero perfetto sia in estensione che flessione

Idem, anche io sono stato operato con la tecnica del gracile+semitendinoso, e già dopo qualche giorno stavo in giro con le stampelle.

Inutile disquisire sull'intervento che è stato fatto a Totti, che oltre, probabilmente, ad essere stato eseguito più allo state-of-the-art, rispetto ad altri pazienti, sono state fatte tutte una serie di considerazioni pre-operatorie, di natura "politica". (ok, non dovrebbe essere cosi.. e tutti avremmo diritto ad un intervento state-of-the-art, ma ad esempio, a mia cugina invece, il legamento è stato mal posizionato ed ha ceduto dopo un mese, ergo, nuovo intervento, il che, ovviamente, peggiora le complicanze e i tempi di recupero.)

Per quello che ha detto Gomma, confermo che ogni anno le tecniche migliorano sempre più, io stesso sono stato operato con il prelevamento interno del gracile+semitendinoso. Curiosamente, quando mi sono risvegliato avevo un bel livido sulla tibia, ma nemmeno l'ombra di una cicatrice! (a parte i 4 buchetti laterali per le sonde, suturati con filo auto-riassorbibile).

Per chi puo' interessare, sono stato operato all'ICOT di Latina, dove le ricostruzioni vengono davvero bene..e il dottore che mi ha operato, vanta la ricostruzione di ben 600 ginocchi, di cui solo una trentina hanno avuto complicazioni, ma è bene tenere in considerazione anche che si potesse trattare di ginocchi sbriciolati da incidenti automobilistici, danni a seguito di fisioterapie mal eseguite, nonchè scellerati che sono caduti da qualche scalinata dopo qualche giorno dall'intervento!. Se a qualcuno serve il contatto, mi lasci un PM.

luevel 04-12-2008 21:46

Salve a tutti, ho avuto la sfortuna di rompere per la seconda volta il legamento crociato anteriore sinistro (a distanza di 3 anni dal primo intervento, sempre alla stesso ginocchio).
Sono andato dall'ortopedico e mi ha detto che è da operare, ma devo scegliere tra il metodo del tendine rotuleo (quello già fatto in precedenza, solo che in questo caso preleverebbero dall'altra gamba e di conseguenza dovrò fare anche una riabilitazione, benchè minima, per la gamba sana) oppure il gracile semitendinoso (la stessa gamba). L'ortopedico mi ha consigliato di fare il rotuleo perchè è più resistente.
Avete avuto esperienze in proposito?

@lessandro 04-12-2008 22:16

Quote:

Originariamente inviato da luevel (Messaggio 25302498)
Salve a tutti, ho avuto la sfortuna di rompere per la seconda volta il legamento crociato anteriore sinistro (a distanza di 3 anni dal primo intervento, sempre alla stesso ginocchio).
Sono andato dall'ortopedico e mi ha detto che è da operare, ma devo scegliere tra il metodo del tendine rotuleo (quello già fatto in precedenza, solo che in questo caso preleverebbero dall'altra gamba e di conseguenza dovrò fare anche una riabilitazione, benchè minima, per la gamba sana) oppure il gracile semitendinoso (la stessa gamba). L'ortopedico mi ha consigliato di fare il rotuleo perchè è più resistente.
Avete avuto esperienze in proposito?

Sono "fresco" di ortopedico e quindi di futura operazione...

Per come mi ha spiegato lui, io mi opererò al crociato destro, prelevando appunto una parte dal tendine rotuleo...insomma come tutti o quasi.

Ho chiesto anche per scaramanzia, e se si dovesse rirompere sempre lo stesso, in genere fanno come negli Stati Uniti, cioè vanno a prelevare una parte di tendine da un cadavere, invece che operarti anche l'altra gamba e quindi costringerti a fare una doppia (o quasi) riabilitazione...

C'è poi da contare il fatto che per i primi tempi, dovresti andare in sedia a rotelle o quasi a giro...no? :stordita:

Avresti il ginocchio sinistro completamente rifatto (per la 2° volta...e per quanto rifatto, non tornerà mai come dopo il 1° intervento, men che meno come nuovo)...e il destro invece con 2/3 di tendine rotuleo...

Insomma, non mi pare una bella cosa..:stordita:

luevel 05-12-2008 12:41

Infatti, è proprio quello che ho pensato io, anche se lui mi ha detto che riuscirò a camminare... di sicuro mi devo informare di più perchè non mi va di toccare anche la gamba sana, solo che il medico che mi ha operato lo fa solo con la tecnica del tendine rotuleo. A questo punto sto pensando di farmi operare da un altro che usa il semitendinoso e gracile.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:21.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.