Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 12-08-2011 13:26

Buon Ferragosto
 
Ragazzi,vi ri-saluto:) Vado qualche giorno al paese dei miei in collina,ma vicino ai Sibillini.Spero di avere l'occasione di fare un pò di trekking.Mi manca la Priora del resto:D Buon Ferragosto a tutti,ci si legge fra qualche giorno!:vicini:

gomma2408 12-08-2011 14:25

buon ferragosto.... io sto a casa.....:rolleyes:
un salutone a tutti! ;)

gambagigia 12-08-2011 15:28

Boh...ho letto i post circa "quando fare cosa"...ovvero salti cambi di direzione etc...non so ..alla fine penso che queste cose possano anche venire da sole, ovvero un bel giorno fai un salto...e ti accorgi di averlo fatto.
Non mi spiego, vero? Quando il ginocchio sarà pronto a saltare, saltare verrà spontaneo...senza tante seghe mentali....;)
C'è chi ha la fortuna,come Gomma, di allenarsi nel posto giusto e dunque ha potuto fare dei tentativi...io per esempio corro da sola....non faccio gioco di squadra...corro per la strada...qualcosina potrò anche fare, ma da sola, e dunque senza supervisione.......qualcosa si potrà fare in palestra, ma alla fine i cambi di direzione eccetera verranno spontanei quando non ci sarà più tanta tutela inconscia dell'arto operato...e quello sarà il momento giusto per farli, credo.
Forse semplifico troppo, ma anche complicarla eccessivamente non mi sembra una buona politica...:)
Ad esempio ieri sono tornata a casa dalla piscina e ho salito i tre piani di scale che portano a casa mia facendo gli scalini a due a due, come ho sempre fatto, del resto, prima dell'incidente.
Semplicemente mi è venuto spontaneo e non ho trovato nessuna difficoltà, dunque deduco che fosse il momento buono per provarci.
Quando ho realizzato cosa stavo facendo ho gioito...diciamo che mi è sembrato un altro traguardo raggiunto!!!!
E' così che ho festeggiato il terzo mese dall'intervento......:p

Ralf22 13-08-2011 11:22

Salve a tutti, premetto che sono nuovo del forum e vorrei informazioni sulla ripresa da intervento lca con semitendinoso e gracile per due.

Mi sono operato 48 giorni fa, al momento piego quasi tutto il ginocchio, non saprei dirlo in gradi, ma il polpaccio tocca bicipite femorale senza problemi, non riesco però a toccare il gluteo con il tallone.
Non mi fa male e cammino tranquillamente, ho provato a fare 5 passi (contati) di corsa e non mi dà problemi.

Il problema ce l'ho nel gonfiore, nel senso che è sempre gonfio con una differenza di circonferenza da quello sano di circa 3cm.
Fisicamente sono snello ma ben piazzato.

A voi dopo quanto tempo vi si è sgonfiato? È normale questa situazione?
Lunedì scorso il dottore che mi ha operato, oltre a prendersi 120€ :) mi ha anche prelevato 40cc di liquido, niente sangue.

Avrei urgenza di sapere, grazie in anticipo e buone vacanze

viaggio 13-08-2011 20:49

Malvenuto in questo club !(è il nostro saluto)
Strano il gonfiore però io ti ripeto cosa mi dice il mio fisioterapista nell'ipotesi in cui facendo qualche sforzo il ginocchio mi faccia male:Riposo e ghiaccio!
Buon ferragosto a tutti i crociati

Ralf22 14-08-2011 09:59

Carino questo messaggio di benmalvenuto. :)

Grazie per il consiglio, effettivamente il gonfiore si è ridimensionato.
Bastava il riposo, ora da 43 cm è sceso a 41,5cm di circonferenza, quando l'altro ginocchio misura 39.

gomma2408 14-08-2011 10:16

Quote:

Originariamente inviato da Ralf22 (Messaggio 35740124)
Carino questo messaggio di benmalvenuto. :)

Grazie per il consiglio, effettivamente il gonfiore si è ridimensionato.
Bastava il riposo, ora da 43 cm è sceso a 41,5cm di circonferenza, quando l'altro ginocchio misura 39.

48 giorni sono ancora molto presto ed è facilissimo che il ginocchio tenda ancora a gonfiare, come ti è stato detto alternare i periodi in cui si fa esercizi a riposo e soprattutto sempre ghiaccio è utilissimo.
E' sempre il medico che però ti dovrebbe dire sempre se è tutto normale o comunque da che deriva il gonfiore.... di solito dopo oltre un mese e mezzo non dovrebbe essere necessario aspirare del liquido, ma se lo fa è perchè il ginocchio ha su di se un po' di affaticamento e questo può derivare dalla condizione non ottimale dei menischi, come nel mio caso. Se esagero, a distanza di oltre tre anni dall'operazione, ed esagero dopo essere magari stato fermo (quindi non allenato) per tre mesi, anche il mio ginocchio ancora gonfia, produce liquido che si riassorbe nel giro di pochi giorni. Ma è perchè nel quadro dell'operazione avevo anche il menisco rotto e una condropatia.
Il tuo medico bene saprà quindi perchè ti gonfia... ma ripeto, nell'arco dei 5/6 mesi dall'operazione è frequente per tutti....;) a me dopo 2 mesi e mezzo gonfiò come un pallone....:D poi mai più come allora....;)

Delfino81 14-08-2011 11:05

ciao a tutti e buon Ferragosto x domani.....io lo passerò in solitudine dato che a Roma nn è rimasto nessuno (pago lo scotto di aver voluto fare le vacanze ad agosto perche c'èmeno traffico e silavora meno, in efetti :D ) e questa ora ve la devo raccontare... dato che questi giorni nn sapevo come rovinarmi il week end gia deprimente di su ualche giorno fa avevo scorto il video su youtube di un tipo che aveva fatto un'operazione di tagliando completo e voilà ecco a voi....lui al chiama ACL PCL and menscus, ma data la cicatrice che ha di lao, di sicuro ha fatto anche un legamento laterale....(PER CHI è IMPRESSIONABILE E DEVE ANCORA OPERARSI NON GUARDI QUESTO VIDEO :D , anche prche al 90x100 nn lo riguarda, bensi riguarda piu da vicino il sottoscritto :rolleyes:

http://www.youtube.com/user/wowbenyo.../5/MaJh2HC8Z68

ho contattato il tipo (ho rispolverato un po di inglese, e mi so fatto anche aiutare da google traduttore :D )chiedendogli dei tempi di recupero e mi è arrivata una risposta "terrificante" che ve l riporto qua, in inglese, iltipo è americano: :D

"well it is a very difficult and ongoing struggle. I was in a straight leg brace for about 3 months which i was also in a wheel chair, then i started gradually bending my knee in physical therapy. IT took about a year in a half before i can almost bend my knee as much as my good one. expect to be in a wheel chair for about 1-3 three months, then crutches 3-7weeks, and once you start walking on it, it makes out for one painful walk. "

e dato che sono buono vi riporto pure la traduzione di google (nn avevo il vocabolario a portata di mano x termini a me sconosciuti :rolleyes: )nn vi mettete a ridere per come traduce il traduttore, ma quanto riferisce sto cristiano è da infarto.

Traduzione da inglese verso italiano

Beh, è ​​una lotta molto difficile e in corso. Ero in un tutore gamba dritta per circa 3 mesi che ero anche in una sedia a rotelle, poi ho iniziato a poco a poco piegare il ginocchio nella terapia fisica. Ci sono voluti circa un anno in mezzo prima che io possa piegare il mio ginocchio quasi quanto il mio bene. si aspettano di essere in una sedia a rotelle per circa 1-3 tre mesi, poi le stampelle 3-sette settimane, e una volta che si comincia a camminare su di essa, fa fuori per una passeggiata dolorosa.
cioè questo è stato 3 mesi sulla sedia a rotelle e tutore piu n'altro mese e mezzo di stampelle, e x piegare bene il ginocchio c'ha messo un anno e mezzo! :mbe: ho capito che s'è fatto rifà mezzo mondo (quello che hanno proposto a me :rolleyes: ) però nessuno mi ha riferito di tempic cosi biblici, ilmassimo che ho entito sono stato due mesi con le stampelle di cui uno a scarico (che poco non è manco x carità!)....boh nn so piu che pensare, davvero!:confused:

buon ferragosto a tutti! vado a deprimermi in solitudine!!ahahah

Ralf22 15-08-2011 10:22

Salve nuovamente a tutti..
Quindi mediamente quanto tempo dovrebbe essere gonfio il ginocchio

gomma2408 16-08-2011 11:48

Quote:

Originariamente inviato da Ralf22 (Messaggio 35743272)
Salve nuovamente a tutti..
Quindi mediamente quanto tempo dovrebbe essere gonfio il ginocchio

non c'è una media che sia attendibile, viste le molteplici variabili in gioco (operazione, fisiologia personale, risposta del ginocchio, terapia seguita, ecc... tutte variabili determinanti nel far gonfiare o viceversa sgonfiare il ginocchio ) unica cosa è che anche dopo oltre due mesi (riporto quanto accaduto a me) con tutto nella normalità, ci può essere un gonfiore al ginocchio, e quindi finchè non si è conclusa tutta la fase di recupero (come si fa si fa,sono sempre indicativamente 5/6 mesi). Solo dopo questo tempo un eventuale ritorno di gonfiore è da considerare più anomalo..... ma prima, soprattutto se si fa "lavorare" il ginocchio per il recupero, può benissimo gonfiare o tardare a sgonfiare....
ogni qualvolta noti qualcosa che pensi sia però anomalo, fatti vedere senza timori dal professionista, terapista a chirurgo che sia. Di solito ci si rivolge a chi ti segue per la fisioterapia.
Se non ci sono problemi, il ghiaccio però è sempre necessario... soprattutto a fine esercizi. Poi più si fa, male non è.... anche perchè ritornando al alvoro, o a fare le cose quotidiane, camminare, ecc... un po' di ghiaccio alla sera è un toccasana! ;)

gomma2408 16-08-2011 11:53

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35740356)
[...]
cioè questo è stato 3 mesi sulla sedia a rotelle e tutore piu n'altro mese e mezzo di stampelle, e x piegare bene il ginocchio c'ha messo un anno e mezzo! :mbe: ho capito che s'è fatto rifà mezzo mondo (quello che hanno proposto a me :rolleyes: ) però nessuno mi ha riferito di tempic cosi biblici, ilmassimo che ho entito sono stato due mesi con le stampelle di cui uno a scarico (che poco non è manco x carità!)....boh nn so piu che pensare, davvero!:confused:

buon ferragosto a tutti! vado a deprimermi in solitudine!!ahahah


Non prenderei a indicazione una cosa presa così su internet, così come non lo sono le cose che diciamo anche qui sul forum, che hanno valenza SOLO se analizzate come esperienza personale di un buon numero di pazienti.... e confrontandoci possiamo fare un paragone con quanto ci accade.
Ma la parola da ascoltare è quella di chi ti ha visto ed ha visto gli esami fatti, essendo un professionista.
Vai a sapere cosa e come si era fatto male questo americano...
il recupero da LCA +LCP è sicuramente lungo e difficile, ecco perchè piuttosto che far subire alla gamba una operazione che preveda la ricostruzione di entrambi contemporaneamente, una parte di chirurghi preferisce fare prima LCA (più importante per la stabilizzazione almeno nelle attività normali) e poi recuperare, per poi valutare a quel punto con che tecnica fare (e SE fare) il LCP.... in base ai risultati del primo intervento. ;)

gomma2408 16-08-2011 12:07

nel video postato da delfino poi non è che sia così impressionante, ci sono i tre buchi sul ginocchio da due punti ognuno (penso per il sondino con telecamera, strumento, e quello per l'introduzione della fisiologica - che fa gonfiare come un pallone l'interno dell'articolazione così da consentire l'operazione) più il prelievo del rotuleo.
Quello che è in più effettivamente è la cicatrice estesa laterale, può darsi che sia quella per la ricostruzione del posteriore, che abbiano dovuto farla a"cielo aperto" e non in artroscopia.
Infatti posteriormente (dal cavo popliteo) non so se è possibile fare l'operazione al LCP, perchè lì passano troppi vasi sanguigni importanti e non si può tagliare, penso......
Anche questa sarebbe una bella domanda da fare a chi eventualmente dovrebbe operare per questo tipo di intervento: l'operazione come avviene? tutta in artroscopia come per il solo LCA+ menisco, o diventa necessaria l'operaizone a cielo aperto? In questo secondo caso, ovvio i primi tempi sono di riposo assoluto... ecco il perchè occorrerebbe far passare due mesi prima di iniziare una vera e propria fisioterapia. :confused:

gomma2408 16-08-2011 12:20

aggiungo che se è solo LCP +LCA + menisco (no leg collaterale) la tecnica usata appare alquanto cruenta.

Cercando in rete si trovano protocolli riabilitativi e tecniche operatorie che prevedono prelievo SIA di rotuleo (per LCP) SIA di s+g (per LCA) che vengono impiantati direttamente mendiante i tunnel ossei fatti anche per il solo LCA, con l'aggiunta di uno in più tibiale per il LCP.

La riabilitazione prevede la flessione 0-60 già al da subito (altro che due mesi di stop a zero gradi....) e 0-90 dal 14 giorno, libero dal 30° giorno.
Ovviamente è prevista ginocchiera con un supporto posteriore per via del LCP, cosa non necessaria con la semplice operazione LCA.

la corsa la prevedono dopo 4 mesi, un po' di più dei canonici 3 mesi /100gg del solo LCA, ma niente di trascendentale.
In sostanza, appare sì più complicata, ma comunque le cautele sono le stesse del solo LCA, quindi in sei mesi si recupera comunque tutto per la vita normale, magari per giocare a qualche sport occorrerà un po' di pazienza (e mesi) in più, laddove invece con il solo LCA in sei mesi ce la si può fare... ma ecco, non mi butterei così giù, caro delfino.... :D :D :D
Considera che il mio lCP a forza di distorsioni, all'ultima risonanza prima di operarmi era "tumefatto"... lo so che una operazione sullo stesso è tutt'altra cosa, però era solo per dire che nonostante avessi compromesso un po' anche il lcp, la mia riabilitazione non ne ha risentito.
Te, se ti opereranno a entrambi contemporaneamente, avrai comunque un lcp ricostruito e quindi che "terrà" già da subito, solo non adrà sforzato... sarà sicuramente meglio di come stai adesso, una volta passato gonfiori vari e recuperato la mobilità ;)

bronzodiriace 16-08-2011 12:27

febbraio 2009 operazione lca ginocchio destro in artroscopia.

E' da qualche giorno che mi fà male la parte frontale del ginocchio ed il dolore si sviluppa verticalmente.
Non è da li che prendono il tendono rotuleo?

gomma2408 16-08-2011 12:45

Quote:

Originariamente inviato da bronzodiriace (Messaggio 35747354)
febbraio 2009 operazione lca ginocchio destro in artroscopia.

E' da qualche giorno che mi fà male la parte frontale del ginocchio ed il dolore si sviluppa verticalmente.
Non è da li che prendono il tendono rotuleo?

Il rotuleo lo prendono proprio direttamente da dove è il rotuleo, appunto, e se hanno usato quello c'hai una bella cicatrice di 10cm proprio dove hanno fatto il prelievo.... ;)

Delfino81 16-08-2011 13:26

Ciao Gomma innanzitutto spero che tu abbia passato un buon ferragosto! ;)

diciamo che mi sono "cimentato" a raccogliere un po di esperienz perche nn avevo na amzza da fare! a roma son rimasto solo, avendo preso le ferie a luglio ad agosto m i toccava lavorare.....una mia scelta, ottima x il fatto che ad agosto il lavoro è di molto inferiore, e la città è deserta (ci metto mezz'ora ad arrivare a lavoro, quando nella quotidanità è un'ora-un'ora e un quarto :D )ma ho pagato lo scotto di restare solo proprio nel week end centrale.....e di andaremena amre da solo un po' mi rompeva sinceramente! :D

quanto tu dici di prendere con le pinze info raccolte da internet è giustissimo, infatti, ache perche le info che si racco,gono sono totoalmnte discordanti tra loro!

ieri mi ha risposto un altro (mi so messo di impegno! :D ) dicendo che dopo un mes gia i primi passi senza stampelle li muoveva, e questo mi ah detto an cosa ancora piu stramba, ovvero che ha riucostruito lca lcp prelevando solo il tendine rotuleo (cioè con un tendine ne han fatti due? :mbe:

cmq quella cicatrie laterale che vedi nel video a mio parere è per la ricostruzione del PAPE, ovvero del punto d'angolo postero esterno....struttura che si lesiona molto spesso in concomitanza con la lesione del LCP....l'americano che ha postato il video non l'ha scritta, perche forse nn lo sapeva, ma mi pare strano un'operazione a cielo aperto per il LCP....(e infatti a me dovrebbe esse rotto anche quello, ne parlai tempo fa! :rolleyes: )

anche in questo caso, il PAPE divide l'ultima frontiera di medici "interventisti" e non....:D ovvero facendo un sunto di quelli che ho consultato finora

1° classe: "operati solo se devi fare sport, se seis edentario o fai solo palestra, tieni sempre alto il rinforzo muscolare, e, dato che i legamenti n sono completamente rotti, e dato ceh hai una propriocttività acquisita a convivere con una lassità congenita, nn dovresti avere distorsioni o grossi rischi di artrosi (tieni sotto controllo solo la condropatia, senza però piangere epreoccpuari piu di tanto, percheeè è una "maalatti" molto comune anche a chi ha legamenti sani

2° classe come dici tu ricostruisci l'LCA e sopperisic col rinforzo al LCP

3° classe: LCA + LCP

4 classe LCA + LCP + PAPE
:D

i tempi si allungano un po di piu se si opera l'LCP e ancora un po' di PIU se c'è anche il PAPE....dalle 6 alle otto settimane con stampelle (è proprio se c'è il PAPe di mezzo, a cielo aperto, che i primi 20 giorni si fanno a scarico e assoluto riposo!)

questo è quanto ho capito!

gomma2408 16-08-2011 13:50

ahh........... il PAPE pensavo fosse più posteriormente, non proprio così laterale, visto che coinvolge anche il corno posteriore del menisco esterno e un capo tandineo del popliteo.... :rolleyes:
Comunque di solito un interessamento del PAPE mi sembra che necessiti di intervento solo se l'entità del danno è proprio notevole.... altrimenti si tende alla sua rimarginazione, come per i legamenti collaterali, o sbaglio? :confused:

;) ;)

bronzodiriace 16-08-2011 16:03

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35747448)
Il rotuleo lo prendono proprio direttamente da dove è il rotuleo, appunto, e se hanno usato quello c'hai una bella cicatrice di 10cm proprio dove hanno fatto il prelievo.... ;)

si ma son normali questi dolorini?

Ad altezza cicatrice, bravissimo ;)

Delfino81 16-08-2011 16:11

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35747793)
ahh........... il PAPE pensavo fosse più posteriormente, non proprio così laterale, visto che coinvolge anche il corno posteriore del menisco esterno e un capo tandineo del popliteo.... :rolleyes:
Comunque di solito un interessamento del PAPE mi sembra che necessiti di intervento solo se l'entità del danno è proprio notevole.... altrimenti si tende alla sua rimarginazione, come per i legamenti collaterali, o sbaglio? :confused:

;) ;)

si i legamenti periferici o si ricostruiscono (raramente) o si suturano, o si ritensionano.....

il PAPE in effetti è na via di mezzo tra un qualcosa di posteiore e laterale (nn a caso è l'acronico di punto d'angolo postero esterno, detto anche "comparto postero laterale", o per utilizzare l'acronimo inglese, PLC; ovvero Postero Lateral Corner :D

ah tanto per capirci, invece questo era l'esercizio che feci (forse troppo azzardatamente) alal gamba sana,in palesrtra, l'anno scorso (credo fosse anche una specie di "compensazione" psicologica per cercare l' "optimum" in una gamba dato che nell'altra non al potevo avere....ovvero lo squat a una gamba.

http://www.skiforum.it/skiforum/uplo...uat-libero.jpg

non so nemmeno se l'abbia eseguito correttamente, a livello di baricentro, o forse non avevo effettuato un sufficente riscaldamento prima boh, però da allora qualche leggero fastidio a volte lo avverto anche nel ginocchio sano! il fisiatra mi ha trovato una lassità anche in quello (questo era la prima volta che mi vedeva, quindi non poteva prendere come termine di paragone, il ginocchio sinistro, che ha avuto un trauma oggettivo, e sta piu che bell'inguaiato :rolleyes: )però ripeto, "manipolando" anche pollici, e caviglie, ha concluso che la lassità è congenita....

il mio dubbio è che un esercizio di quel genere, possa aver fatto danni al crociato anteriore di quello sano, eppure non ho avuto strappi o altri, nn era un movimento distorsivo.....è stato forse cosi sollecitato (specie x alzarmi da quella posizione, li ho sentito lo sforzo massimo del ginocchio)che si è stirato, allungato?o ha perso rigidità diventando piu elastico? boh, son tante le domande che mi faccio! :D

ciao ciaoo!

gomma2408 17-08-2011 08:26

Quote:

Originariamente inviato da bronzodiriace (Messaggio 35748483)
si ma son normali questi dolorini?

Ad altezza cicatrice, bravissimo ;)


Mah, ovviamente se è passato molto tempo non dovresti sentire niente, a parte un po' i cambiamenti di tempo...
Se il dolore persiste, ovvio devi andare da un medico specialista, soprattutto se il dolore si manifesta con l'attività fisica.

Un dolore come descrivi te a me è stato a causa di una leggera tendinite, che può presentarsi a maggior ragione a chi si è operato mediante rotuleo perchè questo tendine è stato "ridotto" dal prelievo e quindi ha subito una menomazione di una certa importanza. Da qui una possibile fonte di dolore più o meno intenso.
Questo parlando per statistica, non si pretende e non si potrebbe fare diagnosi su un forum da parte poi di chi NON è (come tutti noi mi sembra) un medico....

P.S.: (scusate se lo ripeto sempre, ma mi sembra doveroso perchè come si vede sempre nuove persone possono venire a leggere qui e non è detto che si leggano tutte le 300 e passa pagine di post....:D e si deve dire che non è questo un sito di consulti medici ma solo di scambio di esperienze fra persone che hanno subito più o meno uno stesso trauma e molti la conseguente operazione.....) :)

gomma2408 17-08-2011 08:34

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35748522)
[...]
ah tanto per capirci, invece questo era l'esercizio che feci (forse troppo azzardatamente) alal gamba sana,in palesrtra, l'anno scorso (credo fosse anche una specie di "compensazione" psicologica per cercare l' "optimum" in una gamba dato che nell'altra non al potevo avere....ovvero lo squat a una gamba.

http://www.skiforum.it/skiforum/uplo...uat-libero.jpg
[...]

Intanto ti posso dire che un esercizio del genere a me non riesce assolutamente neanche al max allenamento. Andare a max accosciata e risalire con una gamba non se ne parla, faccio fatica anche a due (sempre a max accosciata....)
Questi tipi di squat sono pericolosissimi secondo me per chi non ha le articolazioni a posto.... anche solo una leggera condropatia, un qualcosa ad un menisco, ecc.... nel senso che non fanno per niente bene.
Si raggiunge a max sforzo una flessione di troppi gradi che sollecita oltremodo il comparto femoro/rotuleo in quanto la pressione esercitata dalla rotula appunto sul femore è in questo modo massima essendo "tirata" dal quadricipite. Più ci si alza invece e meno la rotula preme sul femore, anche a parità di peso..... è il funzionamento proprio della carrucola per intendersi.

Il LCA può rompersi anche per una eccessiva tensione data da una flessione esagerata, ma deve essere di origine traumatica.
Secondo me hai sforzato sicuramente tutto il resto (rotuleo, tendine quadricipitale, oltre alle strutture interne del ginocchio- menischi ecc) , ma il crociato difficile possa subire per un movimento del genere fatto volontariamente.... :rolleyes:

viaggio 17-08-2011 09:59

Io non riesco a capire una cosa;una volta che si è clinicamente guariti e si riprende la normale attività fisica gli squat si possono fare?Questo ve lo chiedo perchè in alcuni protocolli riabilitativi lo squat è addirittura inserito nella riabilitazione.

gomma2408 17-08-2011 10:14

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35751457)
Io non riesco a capire una cosa;una volta che si è clinicamente guariti e si riprende la normale attività fisica gli squat si possono fare?Questo ve lo chiedo perchè in alcuni protocolli riabilitativi lo squat è addirittura inserito nella riabilitazione.

Io non ho mai letto di nessun divieto. Infatti si possono fare fin dalle fasi della riabilitazione, magari partendo da angoli del ginocchio più ampi poi sempre più giù

Io dicevo solo che comunque sono stressanti per le ginocchia, tutto qui....;) ma se si è a posto si dovrebbero fare senza problemi. (peccato che IO non sono completamente a posto.... alcune limitazioni quindi me le porterò finchè campo :( )

Delfino81 17-08-2011 11:52

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35751010)
Intanto ti posso dire che un esercizio del genere a me non riesce assolutamente neanche al max allenamento. Andare a max accosciata e risalire con una gamba non se ne parla, faccio fatica anche a due (sempre a max accosciata....)
Questi tipi di squat sono pericolosissimi secondo me per chi non ha le articolazioni a posto.... anche solo una leggera condropatia, un qualcosa ad un menisco, ecc.... nel senso che non fanno per niente bene.
Si raggiunge a max sforzo una flessione di troppi gradi che sollecita oltremodo il comparto femoro/rotuleo in quanto la pressione esercitata dalla rotula appunto sul femore è in questo modo massima essendo "tirata" dal quadricipite. Più ci si alza invece e meno la rotula preme sul femore, anche a parità di peso..... è il funzionamento proprio della carrucola per intendersi.

Il LCA può rompersi anche per una eccessiva tensione data da una flessione esagerata, ma deve essere di origine traumatica.
Secondo me hai sforzato sicuramente tutto il resto (rotuleo, tendine quadricipitale, oltre alle strutture interne del ginocchio- menischi ecc) , ma il crociato difficile possa subire per un movimento del genere fatto volontariamente.... :rolleyes:

Infatti sono d'accordo con te, ho fatto lo "sborone" e ora non lo farei mai piu! :rolleyes:

il LCA non ha avuto alcun trauma se no almeno un qualcosa l'avrei sentito....piu che altro vorrei capire se in quella posizione (per abbassarsi e rialzarsi lentamente, il che come hai detto comporta uno sforzo molto molto grosso!), se il LCA esegue unc erto lavoro, è sotto tensione e quindi il "codice rosso" di rischio sono tutti a carico di strutture tendineee, muscolari, meniscali e cartilaginee....

perche la mia idea (nelal fanta-ortopedia che mi faccio nel cervello :D ) era che il crociato pur non avendo avuto traumi distrattivi, di rottura, ecc, (tipici delle distorsioni e quindi movimenti "fuori asse"), possa avere avuto un allungamento delle fibre.....cioè coem spiegare, pur non avendo avutio traumi importanti e riconosibili, le fibre che lo compongono possano aver subito dei microtraumi da allungamento....tipo un elastico che se lo tiri e strapazzi, anches e non si rompe, comunque si allunga!

ma ripeto, questa sono i miei dubbi fanta ortopedici, :D ecco xke ti chiedevo delucidazioni su quanto lavoro e sforzo sia a carico del LCA in un movimento del genere, e se possa essere condivisibile un allungamento del LCA come lo intendo io! :mbe:

ciao ciao caro! buon pranzo! ;)

gomma2408 17-08-2011 12:36

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35752210)
Infatti sono d'accordo con te, ho fatto lo "sborone" e ora non lo farei mai piu! :rolleyes:

il LCA non ha avuto alcun trauma se no almeno un qualcosa l'avrei sentito....piu che altro vorrei capire se in quella posizione (per abbassarsi e rialzarsi lentamente, il che come hai detto comporta uno sforzo molto molto grosso!), se il LCA esegue unc erto lavoro, è sotto tensione e quindi il "codice rosso" di rischio sono tutti a carico di strutture tendineee, muscolari, meniscali e cartilaginee....

perche la mia idea (nelal fanta-ortopedia che mi faccio nel cervello :D ) era che il crociato pur non avendo avuto traumi distrattivi, di rottura, ecc, (tipici delle distorsioni e quindi movimenti "fuori asse"), possa avere avuto un allungamento delle fibre.....cioè coem spiegare, pur non avendo avutio traumi importanti e riconosibili, le fibre che lo compongono possano aver subito dei microtraumi da allungamento....tipo un elastico che se lo tiri e strapazzi, anches e non si rompe, comunque si allunga!

ma ripeto, questa sono i miei dubbi fanta ortopedici, :D ecco xke ti chiedevo delucidazioni su quanto lavoro e sforzo sia a carico del LCA in un movimento del genere, e se possa essere condivisibile un allungamento del LCA come lo intendo io! :mbe:

ciao ciao caro! buon pranzo! ;)



No, a quanto mi spiegò il mio ortopedico e meglio il fisioterapista, il massimo interessamento del LCA si ha viceversa nella massima estensione, nel range compreso fra 0-30 gradi (con 0 gradi intendendo gamba dritta) ecco perchè la leg extension i primi tempi si fa evitando quei gradi (si fa un 30-60 ad esempio) ed ecco perchè il mio chirurgo quando mi dette gli esercizi per la flessione mi disse che potevo piegare quanto volevo, perchè "in flessione non si rompe niente..." (parole sue) il che sta a significare che a ginocchio piegato il LCA non dovrebbe intervenire.
Infatti il LCA interviene al max quando a gamba dritta o poco piegata il ginocchio subisce una torsione.... il lCA è già teso, e evita la torsione appunto.
Una rottura dovuta a esagerata flessione vuol dire che la flessione avviene in modo traumatico (esempio una caduta dagli sci con gli sci che ti tendono il piede in una posizione innaturale, ecc...) ma non dal semplice piegamento volontario (come in qualsiasi esercizio, anche lo squat) del ginocchio, ma è più limitata a specifici casi rispetto ai casi di rottura lca da torsione proprio quando il ginocchio è flesso ma in misura minima....

Delfino81 17-08-2011 12:47

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35752556)
No, a quanto mi spiegò il mio ortopedico e meglio il fisioterapista, il massimo interessamento del LCA si ha viceversa nella massima estensione, nel range compreso fra 0-30 gradi (con 0 gradi intendendo gamba dritta) ecco perchè la leg extension i primi tempi si fa evitando quei gradi (si fa un 30-60 ad esempio) ed ecco perchè il mio chirurgo quando mi dette gli esercizi per la flessione mi disse che potevo piegare quanto volevo, perchè "in flessione non si rompe niente..." (parole sue) il che sta a significare che a ginocchio piegato il LCA non dovrebbe intervenire.
Infatti il LCA interviene al max quando a gamba dritta o poco piegata il ginocchio subisce una torsione.... il lCA è già teso, e evita la torsione appunto.
Una rottura dovuta a esagerata flessione vuol dire che la flessione avviene in modo traumatico (esempio una caduta dagli sci con gli sci che ti tendono il piede in una posizione innaturale, ecc...) ma non dal semplice piegamento volontario (come in qualsiasi esercizio, anche lo squat) del ginocchio, ma è più limitata a specifici casi rispetto ai casi di rottura lca da torsione proprio quando il ginocchio è flesso ma in misura minima....

si ricordo la frasew che ti disse il dott Ceppi che in flessione nn si trompeva niente :cool:, l'avevi citata anche un'altra volta, ma credevo fosse riferita a una semplice flessione senza carico, ovvero steso comodamente sul letto, fletti la gamba....nn credevo intendesse lìapplicazione del carico (poi è ovvio ceh uno nn si emtte a fare un esercizio del genere il giorno dopo l'operazione, :D ma come dici manco a gambe sane andrebeb fatto, il'imbecille so stato io!) però se min parli di quella gradazione piu "pericolosa" qundo è vicino all'estensione (0 30 nelal leg extension ad esmepio) nn potrebbe essere npericolsoa anche nello squat (a na gamba o adue) proprio quando ci si inizia abbassare, o quando ci si è rialzati quasi del tutto? (sempre un range vicino a 0 gradi è)

gomma2408 17-08-2011 13:42

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35752624)
si ricordo la frasew che ti disse il dott Ceppi che in flessione nn si trompeva niente :cool:, l'avevi citata anche un'altra volta, ma credevo fosse riferita a una semplice flessione senza carico, ovvero steso comodamente sul letto, fletti la gamba....nn credevo intendesse lìapplicazione del carico (poi è ovvio ceh uno nn si emtte a fare un esercizio del genere il giorno dopo l'operazione, :D ma come dici manco a gambe sane andrebeb fatto, il'imbecille so stato io!) però se min parli di quella gradazione piu "pericolosa" qundo è vicino all'estensione (0 30 nelal leg extension ad esmepio) nn potrebbe essere npericolsoa anche nello squat (a na gamba o adue) proprio quando ci si inizia abbassare, o quando ci si è rialzati quasi del tutto? (sempre un range vicino a 0 gradi è)

No, meno, perchè la compressione sulla gamba esercitata dal peso corporeo (o da altri pesi aggiunti) stabilizza il ginocchio stesso, infatti il lca lavora solo per contenere eventuali distorsioni e traslazioni della tibia anteriori.
Per lo stesso motivo la pressa (simile allo squat se non quasi identica) si può fare da subito (iniziando gradualmnente, prima con elastici, poi pesi, ecc...) mentre la leg extension il carico agisce anche assialmente (cioè facendo leva sulla tibia si crea una forza che tenderebbe a spostarla assialmente rispetto al femore) e quindi si inizia a fare abbastanza più tardi....
Ovvio la flessione di cui parlava il mio medico era passiva, senza carico, però sta a significare che in flessione il crociato anteriore non è teso, anzi tende ad essere più "rilassato". Il fatto che ci venga messo un carico sopra come accade nello squat interessa altre strutture (apparato estensore, rotula, menischi, ecc..) ma non il lCA.
Almeno così mi è stato spiegato.

Stefano Landau 18-08-2011 09:05

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35729505)
Innanzitutto bentrovati a tutti :)
Torno or ora dal mio viaggetto in Scozia,posto stupendo che raccomando a tutti:natura mai vista e gente eccezionale.:)
Detto questo,caro Delfino,per la bici hai proprio ragione:purtroppo Roma non è il nord,dove impera la cultura della bicicletta,e dove anche le signore in pelliccia la usano:( Io ho lavorato per 3 anni a Vercelli e giravo sempre in bici:comoda e divertente.Qui c'è qualche pista ciclabile,poco usata e poco rispettata,almeno per ora.Al di fuori di queste è un pò pericoloso andare per strada:(

Bentornato,
:ot:
Sulla Bicicletta più che nord-sud penso sia una questione di dimensione del comune.
A Milano non è molto raccomandabile usare la bici come mezzo di trasporto. Troppo traffico e mancanza assoluta di piste ciclabili, unito al fatto che se la lasci in strada (legata) rischi molto seriamente di non ritrovarla sono tutti fattori che non spingono certamente la gente ad utilizzare la bicicletta, che invece sarebbe un mezzo comodissimo per girare la Città.
:ot:

Stefano Landau 18-08-2011 17:17

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35733182)
Ragazzi,vi ri-saluto:) Vado qualche giorno al paese dei miei in collina,ma vicino ai Sibillini.Spero di avere l'occasione di fare un pò di trekking.Mi manca la Priora del resto:D Buon Ferragosto a tutti,ci si legge fra qualche giorno!:vicini:

Grazie mille! Sono rientrato ieri dopo una settimana di trek in Alto Adige. L'unico giorno brutto è stato quello di ferragosto. Meglio così, perchè è l'unico giorno che l'unica attività fisica........e quella delle mascelle :D ! Pranzo con grigliata abbondantissima seguita poche ore dopo dalla cena. Fisicamente è sempre la giornata più impegnativa :D.
Gli altri giorni ho sempre fatto camminate più o meno lunghe senza alcun problema. Affrontando anche diverse discese ripide (spesso quasi di corsa....) senza alcun problema. (di corsa non era possibile per la D90 + 70-300 appesa al collo...... praticamente 1.5 kg appesi che ad ogni passo rimbalzano sullo stomaco! )

Lunedì si riparte per l'ultima settimana di ferie!
Buona continuazione di ferie a tutti, e Malvenuti (come si dice da queste parti) a tutti i nuovi arrivati (devo rimettermi ancora alla pari con i post di questi giorni........ )

viaggio 19-08-2011 08:37

Ciao a tutti ieri un quarto d'ora di corsetta e poi dieci minuti di camminata conseguenti alla corsetta. Il ginocchio non si è gonfiato quindi tutto ok io per prudenza poi quando son tornato ci ho messo un pò di ghiaccio.Però ancora l'articolazione non è sciolta;diciamo che è una sensazione difficile da descrivere.Non ho dolore ma un pò di fastidio, sembra rigido il ginocchio.Probabilmente è anche dovuto al fatto che la superficie in cui corro (la strada perchè non ho trovato di meglio) è dura;comunque adesso un paio di giorni di riposo e poi un altro quarto d'ora sperando che piano piano la rigidità passi.
Saluti a tutti i crociati:D

Stefano Landau 19-08-2011 08:58

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35762140)
Ciao a tutti ieri un quarto d'ora di corsetta e poi dieci minuti di camminata conseguenti alla corsetta. Il ginocchio non si è gonfiato quindi tutto ok io per prudenza poi quando son tornato ci ho messo un pò di ghiaccio.Però ancora l'articolazione non è sciolta;diciamo che è una sensazione difficile da descrivere.Non ho dolore ma un pò di fastidio, sembra rigido il ginocchio.Probabilmente è anche dovuto al fatto che la superficie in cui corro (la strada perchè non ho trovato di meglio) è dura;comunque adesso un paio di giorni di riposo e poi un altro quarto d'ora sperando che piano piano la rigidità passi.
Saluti a tutti i crociati:D

La sensazione di rigidità (anche se lieve) capita talvolta di sentirla anche a me, specialmente quando cambia il tempo. (Operato il 16 Marzo 2009)

Per la corsa su superfici rigide, se già non lo sai, usa delle scarpe specifiche da Running. Hanno la suola ammortizzata, così da proteggere le articolazioni dagli impatti della corsa.
Sono ovviamente sempre utili, ma in questo periodo sono quasi indispensabili.
Chi va a correre sempre mi ha consigliato di cambiarle almeno una volta all'anno o ogni 700 km circa (Ho conosciuto uno che le cambia ogni 3-4 mesi circa dato che fa di media 70km a settimana di corsa.....)

gomma2408 19-08-2011 09:46

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 35762238)
La sensazione di rigidità (anche se lieve) capita talvolta di sentirla anche a me, specialmente quando cambia il tempo. (Operato il 16 Marzo 2009)

Per la corsa su superfici rigide, se già non lo sai, usa delle scarpe specifiche da Running. Hanno la suola ammortizzata, così da proteggere le articolazioni dagli impatti della corsa.
Sono ovviamente sempre utili, ma in questo periodo sono quasi indispensabili.
Chi va a correre sempre mi ha consigliato di cambiarle almeno una volta all'anno o ogni 700 km circa (Ho conosciuto uno che le cambia ogni 3-4 mesi circa dato che fa di media 70km a settimana di corsa.....)

confermo tutto ;)
un po' di rigidità permane, ma piano piano scompare anche quella.
Giusto il consiglio sulle scarpe: un mio cugino è podista e le cambia ogni 1.000/1.100 km, (si allena in media anche lui fra gli 80/100 km a settimana... :eek: )
Le scarpe da running sono d'obbligo, e fra queste importante scegliere quelle a max ammortizzamento, quindi di categoria A3.
Chi ha problemini di condropatia o è stato operato al menisco mediale (interno) poi deve scegliere quelle con appoggio per supinatori, cioè con la suola neutra/ o rinforzata all'esterno.
La maggior parte delle scarpe da running invece sono per pronatori (condizione normale del piede, e indicate a maggior ragione per chi è stato operato di menisco esterno) ma guardando sui siti dei produttori (tipo asics, ecc...) si trovano le informazioni adatte per poi prender e una scarpa come si deve.

ciao a tt

viaggio 19-08-2011 10:07

Grazie di cuore ragazzi per il consiglio;in effetto queste scarpe le ho da parecchio tempo son un modello running della adidas ma le ho all'incirca da due anni ora vedrò che cosa trovare. Insomma le scarpe son come il motore dopo un pò bisogna cambiarle!Oggi dopo la corsetta ginocchio tranquillo niente rigidità, stasera me ne vado al mare a farmi una nuotata e un pò di bicicletta in acqua.Non è che metta la bici in acqua ma simulo il movimento dellla pedalata in acqua, è un esercizio che mi ha consigliato il fisioterapista ed è utile per l'articolazione.
Grazie a tutti

gomma2408 19-08-2011 10:35

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35762576)
Grazie di cuore ragazzi per il consiglio;in effetto queste scarpe le ho da parecchio tempo son un modello running della adidas ma le ho all'incirca da due anni ora vedrò che cosa trovare. Insomma le scarpe son come il motore dopo un pò bisogna cambiarle!Oggi dopo la corsetta ginocchio tranquillo niente rigidità, stasera me ne vado al mare a farmi una nuotata e un pò di bicicletta in acqua.Non è che metta la bici in acqua ma simulo il movimento dellla pedalata in acqua, è un esercizio che mi ha consigliato il fisioterapista ed è utile per l'articolazione.
Grazie a tutti

purtroppo delle scarpe è una verità confermata. Anche se appaiono in ottime condizioni le proprietà di ammortizzamento decadono dopo un uso abbastanza intenso o con l'età della scarpa.
Io lo dico perchè ho visto notevoli differenze con le scarpe da volley, che in quanto ad ammortizzamento devono essere sempre almeno buone. Dopo un anno, l'uso esclusivo in palestra le conserva bene da un punto di vista estetico, ma cambiandole con delle nuove la differenza c'è eccome!
Dopo molti mesi di salti la gomma dell'intersuola perde le proprietà elastiche, e così anche (seppur penso in misura minore) le scarpe da running...
Allora le vecchie (ma che sono ancora sfuttabilissime come scarpe normali) le uso poi da semplice "passeggiata".... e per andare in palestra quando faccio palestra riabilitativa/pesi per le gambe.
Certo che a 20anni anche se erano sfondate andavano bene comunque, ma adesso....:(
Certo approfitto i fine stagione per acquistarle a prezzo dimezzato e le cambio più spesso.... ;) altrimenti... :rolleyes:

alex642002 19-08-2011 17:06

Ben ritrovai di nuovo a tutti e malvenuto a Raf:)
Sono ri-ritornato dopo una settimana di assoluto riposo nelle Marche:D :solo un trek sulle creste della Priora,nei Sibillini.Sei ore in tutto,niente di super impegnativo,ma il ginocchio è andato benissimo,e,sopratutto,mi sono stupito della mancanza di stanchezza alle gambe alla fine,anche a distanza di un anno dall'ultima passeggiata.Cosa vuol dire l'allenamento anche in altre discipline!:)

alex642002 19-08-2011 17:11

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35748522)
si i legamenti periferici o si ricostruiscono (raramente) o si suturano, o si ritensionano.....

il PAPE in effetti è na via di mezzo tra un qualcosa di posteiore e laterale (nn a caso è l'acronico di punto d'angolo postero esterno, detto anche "comparto postero laterale", o per utilizzare l'acronimo inglese, PLC; ovvero Postero Lateral Corner :D

ah tanto per capirci, invece questo era l'esercizio che feci (forse troppo azzardatamente) alal gamba sana,in palesrtra, l'anno scorso (credo fosse anche una specie di "compensazione" psicologica per cercare l' "optimum" in una gamba dato che nell'altra non al potevo avere....ovvero lo squat a una gamba.

http://www.skiforum.it/skiforum/uplo...uat-libero.jpg

non so nemmeno se l'abbia eseguito correttamente, a livello di baricentro, o forse non avevo effettuato un sufficente riscaldamento prima boh, però da allora qualche leggero fastidio a volte lo avverto anche nel ginocchio sano! il fisiatra mi ha trovato una lassità anche in quello (questo era la prima volta che mi vedeva, quindi non poteva prendere come termine di paragone, il ginocchio sinistro, che ha avuto un trauma oggettivo, e sta piu che bell'inguaiato :rolleyes: )però ripeto, "manipolando" anche pollici, e caviglie, ha concluso che la lassità è congenita....

il mio dubbio è che un esercizio di quel genere, possa aver fatto danni al crociato anteriore di quello sano, eppure non ho avuto strappi o altri, nn era un movimento distorsivo.....è stato forse cosi sollecitato (specie x alzarmi da quella posizione, li ho sentito lo sforzo massimo del ginocchio)che si è stirato, allungato?o ha perso rigidità diventando piu elastico? boh, son tante le domande che mi faccio! :D

ciao ciaoo!

Delfi,ma perchè vuoi farti del male?:(
Quello secondo me è un esercizio,non dico assolutamente da evitare,ma da fare con estrema attenzione almeno.Dopo essersi riscaldati,essendo coscienti che è tutto a posto,ecc..E considera che tu l'hai fatto aiutandoti con le braccia:guarda un pò qui:

http://www.youtube.com/watch?v=jEBol54EjVE

ma non lo fare però ora eh?!

Delfino81 21-08-2011 18:24

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35765183)
Delfi,ma perchè vuoi farti del male?:(
Quello secondo me è un esercizio,non dico assolutamente da evitare,ma da fare con estrema attenzione almeno.Dopo essersi riscaldati,essendo coscienti che è tutto a posto,ecc..E considera che tu l'hai fatto aiutandoti con le braccia:guarda un pò qui:

http://www.youtube.com/watch?v=jEBol54EjVE

ma non lo fare però ora eh?!

nn ci penso piu a fare cazzate tranquilli! :D ripeto, forse erauna prova x sentire la gamba sana al amsim dele ptenzialità ma mi rendo conto che quetsa si chiama scelleratezza! :D

io ancora nn ho capito che cosa intendete x rigidità del ginocchio! è una sensazione che sento spesso riferire sia a "infortunati" non opeati siaai post operati anche a distanza di tempom dall'operazione (qundo cmqhanno ripreso sport ecc....è na cosa che a me nn è mai venuta (da infortunato, nn escludo mi verrà dopo l'operazioe al maggior ragione che sarà piu complessa), so che da infortunato viene spesso a chi ha i menischi nn messi proprio bene, a me invece forse so l'unica parte sana rimasta :sofico: ...

ma da post operati si intende che nn riesci proprio certi giorni a piegare il ginocchio?o lo pieghi con dolore?

alex642002 21-08-2011 20:25

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35774133)
nn ci penso piu a fare cazzate tranquilli! :D ripeto, forse erauna prova x sentire la gamba sana al amsim dele ptenzialità ma mi rendo conto che quetsa si chiama scelleratezza! :D

io ancora nn ho capito che cosa intendete x rigidità del ginocchio! è una sensazione che sento spesso riferire sia a "infortunati" non opeati siaai post operati anche a distanza di tempom dall'operazione (qundo cmqhanno ripreso sport ecc....è na cosa che a me nn è mai venuta (da infortunato, nn escludo mi verrà dopo l'operazioe al maggior ragione che sarà piu complessa), so che da infortunato viene spesso a chi ha i menischi nn messi proprio bene, a me invece forse so l'unica parte sana rimasta :sofico: ...

ma da post operati si intende che nn riesci proprio certi giorni a piegare il ginocchio?o lo pieghi con dolore?

Boh!:confused: Io dopo aver recuperato questa sensazione non l'ho mai avuta.Ho avuto e ho ancora piccoli fastidi,quello sì(tempo,ecc.).Anzi,la gamba operata è più sciolta(parere dell'istruttore di tuffi)dell'altra:)

gomma2408 22-08-2011 09:17

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35774133)
nn ci penso piu a fare cazzate tranquilli! :D ripeto, forse erauna prova x sentire la gamba sana al amsim dele ptenzialità ma mi rendo conto che quetsa si chiama scelleratezza! :D

io ancora nn ho capito che cosa intendete x rigidità del ginocchio! è una sensazione che sento spesso riferire sia a "infortunati" non opeati siaai post operati anche a distanza di tempom dall'operazione (qundo cmqhanno ripreso sport ecc....è na cosa che a me nn è mai venuta (da infortunato, nn escludo mi verrà dopo l'operazioe al maggior ragione che sarà piu complessa), so che da infortunato viene spesso a chi ha i menischi nn messi proprio bene, a me invece forse so l'unica parte sana rimasta :sofico: ...

ma da post operati si intende che nn riesci proprio certi giorni a piegare il ginocchio?o lo pieghi con dolore?


la sensazione è di ginocchio un po' legato, come quando è leggermente gonfio, per farti capire, ma gonfio NON è...;) lo pieghi sì, ma magari nel piegarlo al massimo senti che fai un po' fatica. Non si tratta di dolore, ma di maggiore sensazione di "legatura", come impastato.... tutto qui. :p

gomma2408 24-08-2011 08:28

intanto continuano le tribolazioni :mad: con la gamba chiamiamola "sana"..... se faccio uno sforzo più intenso (tipo saltare, ma anche solo per una modesta partitellina a beach volley) mi gonfia sopra il ginocchio, ma il gin stesso sembra a posto, nessun dolore ai menischi, o gonfiore più basso, ecc...
Sembra il quadricipite, ad agosto i medici di mia fiducia non ci sono, e mi sto inc@@@@ndo davvero, perchè nonostante osservi riposo, ecc... non posso poi nenanche andare a correre un pochettino.
Infatti pur passando il gonfiore, la gamba rimane molto indebolita e non riesce a sorreggere il passo...... poi piano piano (MOOOOLTO piano!) questo diminuisce e progressivamente riprende forza...
Mi aspetta mi sa un altro autunno di palestra riabilitativa... :rolleyes: senza poter fare chessò io, un pochi9no di MTB, o di corsetta, per approfittare del beltempo... mannaggg!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il ginocchio operato invece tutto sommato è ok, a parte qualche "fitta" in corrispondenza dell'intervento meniscale :rolleyes:

ciao a tutti.... spero che stia andando meglio che a me.... sti 40anni sono proprio stati deleteri!!!! :(


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 20:56.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.