Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   [Official Thread]Richieste d'aiuto in MATEMATICA: postate qui! (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1221191)


Bandit 20-07-2006 18:50

Prodotto tra matrici
 

Ho questo prodotto di tre matrici.
Vorrei sapere il risultato: il blu ed il rosso come sono tra loro? moltiplicati?cio rosso*blu?
ed i verdi cosa fanno?

ciao

wisher 20-07-2006 18:57

Quote:

Originariamente inviato da Bandit

Ho questo prodotto di tre matrici.
Vorrei sapere il risultato: il blu ed il rosso come sono tra loro? moltiplicati?cio rosso*blu?
ed i verdi cosa fanno?

ciao

la prossima volta evita di postare l'immagine, prova con latex o con un txt
cmq devi prima eseguire A*B con il prodotto riga per colonna, poi il risultato sar moltiplicato per C (sempre riga per colonna)
con prodotto riga per colonna intendo che per l'elemento i,j della matrice risultato devo sommare il prodotto tra l'N-esimo elemento della riga i della matrice A con l'N-esimo elemento della colonna j della matrice B
spero di essere stato chiaro.

Lucrezio 20-07-2006 19:01

E' un prodotto vettore trasposto per matrice per vettore, del tipo

prima applica la matrice al vettore colonna "w"; ne ottieni un vettore colonna "u" di R^2; quindi moltiplichi fra loro "v" e "u" e ottieni uno scalare ;)

Bandit 21-07-2006 11:33

vediamo se ho capito:
sia
Codice:

A=[a1 a2]
B=[b1 b2
  b3 b4]
C=[c1
  c2]

il risultato totale sar : (a1b1+a2b3)*c1+(a1b2+a2b4)*c2

balrog82 21-07-2006 12:33

Esattissimo...nota: il prodotto di tre matrici di questo tipo uno scalare - figata, eh?!

Bandit 21-07-2006 12:36

Quote:

Originariamente inviato da balrog82
Esattissimo...nota: il prodotto di tre matrici di questo tipo uno scalare - figata, eh?!

cio il risultato una costante?
non lo trovo "figo"

Bandit 21-07-2006 12:38

a mi chiedevo se per esempio avevo
Codice:

A=[a1 a2
    a3  a4]
B=[b1 b2
  b3 b4]

quale sarebbe stato il risultato?

Lucrezio 21-07-2006 16:37

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
a mi chiedevo se per esempio avevo
Codice:

A=[a1 a2
    a3  a4]
B=[b1 b2
  b3 b4]

quale sarebbe stato il risultato?

Una matrice ;)

Bandit 21-07-2006 16:57

Quote:

Originariamente inviato da Lucrezio
Una matrice ;)

ma posso anche fare il prodotto dei 2 determinanti, giusto?

TALLA 21-07-2006 17:15

inf
⌠ 1
⎮ ⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯ dx
⎮ 3
⌡ (x - 1)
2


Mi spiegate brevemente il criterio per risolvere questi tipi di integrali improri?
Trovo l'integrale indefinito e poi faccio il limite? :muro:

Grazie

Ziosilvio 21-07-2006 17:24

Quote:

Originariamente inviato da TALLA
inf
⌠ 1
⎮ ⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯⎯ dx
⎮ 3
⌡ (x - 1)
2


Mi spiegate brevemente il criterio per risolvere questi tipi di integrali improri?

Se tu mi spieghi brevemente cosa sono quegli scarabocchi che compaiono sul mio browser al posto della tua formula :grrr:
La prossima volta, usa LaTeX, o meglio ancora (per me) testo ASCII puro in un tag "code".

Comunque: un integrale improprio della forma "integrale tra a e infinito di f(x)dx" con f continua in [a,+oo) si valuta calcolando l'integrale tra a e b>a in funzione di b, e poi cercandone il limite per b-->+oo.
Da quello che ho capito, in questo caso f(x) = 1/(x-1)^3, che continua in [2,+oo): quindi...

TALLA 21-07-2006 18:06

Scusa ho provato ad installare latex ma non mi va, comunque come dici tu, l'integrale che va da 2 a infinito di f(x) dove f(x)= 1/(x-1)^3

Quindi come dici te dovrei trovare l'integrale definito e calcolarlo negli estremi 2 e R con Rche tende a infinito

Ma questo per tutti gli integrali impropri di questo tipo?

Ziosilvio 21-07-2006 18:54

Quote:

Originariamente inviato da TALLA
ho provato ad installare latex ma non mi va

Non si tratta di installarlo, ma di farlo usare a una pagina Web.
Trovi le istruzioni in quest'altro thread.
Quote:

dovrei trovare l'integrale definito e calcolarlo negli estremi 2 e R con Rche tende a infinito

Ma questo per tutti gli integrali impropri di questo tipo?
S, a patto che l'integrando sia continuo in una semiretta infinita a destra.

Se invece tu avessi avuto un intervallo limitato ma aperto a un estremo, o peggio ancora a tutti e due, avresti dovuto calcolare il limite dell'integrale su un intervallo chiuso e limitato contenuto nell'intervallo di partenza.
Ad esempio, per calcolare l'integrale tra 0 e 1 di f(x)dx con f(x) = x^(-1/2), devi trovare una formula per l'integrale tra epsilon e 1 di f(x)dx con epsilon>0, e passare al limite per epsilon-->0.

Il caso generale, ovviamente, ancora pi complicato; ma si riduce a trovare l'integrale improprio come limite di una sommatoria di integrali "propri".

TALLA 22-07-2006 10:36

OOkkeyyy
Grazie zio Silvio....trooop forte!

Lucrezio 22-07-2006 12:56

Quote:

Originariamente inviato da Bandit
ma posso anche fare il prodotto dei 2 determinanti, giusto?

Il determinante del prodotto il prodotto dei determinanti (teorema di ... boh? qualcuno comunque :D ) ma il determinante di una matrice non la matrice stessa...

Ziosilvio 23-07-2006 00:12

Quote:

Originariamente inviato da Lucrezio
Il determinante del prodotto il prodotto dei determinanti (teorema di ... boh? qualcuno comunque :D )

Binet ;)

Lucrezio 23-07-2006 01:20

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio

Giusto :D
Grazie ;)

8310 25-07-2006 18:13

Quote:

Originariamente inviato da TALLA
Scusa ho provato ad installare latex ma non mi va, comunque come dici tu, l'integrale che va da 2 a infinito di f(x) dove f(x)= 1/(x-1)^3

Quindi come dici te dovrei trovare l'integrale definito e calcolarlo negli estremi 2 e R con Rche tende a infinito

Ma questo per tutti gli integrali impropri di questo tipo?

Dai un'occhiata anche qui: http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...0&postcount=46
;)

pietro84 30-07-2006 12:28

algebra e struttura algebrica
 
qualcuno sa chiarirmi un po le idee su questi termini?
allora se prendo un generico insieme I e su tale insieme definisco una o pi operazioni,ottengo una struttura algebrica?
le opezioni che definisco per esempio possono essere le seguenti funzioni:

siano v, w, z,v',z',w' elementi di I.
a: (v,w) app I -----> z app I
b: (v',w') app I------>z' app I

una struttura algebrica pu essere chiamata anche semplicemente "algebra" ?

ad esempio l'algebra di Boole una struttura algebrica che si ottiene associando all'insieme {0,1} le operazioni "or","and","not" ?

Ziosilvio 30-07-2006 19:04

Quote:

Originariamente inviato da pietro84
se prendo un generico insieme I e su tale insieme definisco una o pi operazioni,ottengo una struttura algebrica?

S.
Quote:

una struttura algebrica pu essere chiamata anche semplicemente "algebra" ?
No: le algebre sono strutture algebriche di tipo molto particolare.
Quote:

ad esempio l'algebra di Boole una struttura algebrica che si ottiene associando all'insieme {0,1} le operazioni "or","and","not" ?
Un'algebra di Boole, in generale, un reticolo distributivo complementato.
Questo vero per l'usuale algebra booleana binaria, ma anche (ad esempio) per la famiglia dei sottoinsiemi di un insieme fissato.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 16:07.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.