Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 27-11-2009 21:51

Quote:

Originariamente inviato da Resca (Messaggio 29859091)
Stefano il mio caso è lo stesso del tuo.

Il mio ortopedico mi ha fatto comprare una calza elastica. Il mio problema + grande ora come ora è riprendere a camminare normalmente, non m'interessa ne fare sport ne altro. Ho paura che mi frana il ginocchio. Tengo il ginocchio come lo tenevi tu incurvato (e una posizione da difesa :D ), perchè se lo distendo bene forse ho paura che mi fa male o forse non si distende bene perchè c'è del liquido.

Ieri dopo 20 giorni ho guidato la macchina (65 km andata e 65 km al ritorno) e siccome il ginocchio è il sinistro, è sempre sollecitato dalla premuta della frizione (la prox. macchina sarà col cambio automatico ;) ) e mi sentivo il ginocchio stanchissimo. Infatti mi sa che andrò al lavoro con un collega.

Non so se quando dormo devo tenere il piede incurvato o disteso. Boh
Casa mia è a + piani, quindi devo fare anche le scale.

Malvenuto anche a te;) Io mi sono operato al ginocchio esattamente un anno fa :happy: (non mi fate gli auguri? ;) ),perchè due settimane prima mi ero rotto crociato,menisco e lesionato il collaterale.Nel mio caso l'ortopedico non optò per la ricostruzione del crociato,limitandosi al menisco.Vedremo poi,mi disse.Per un mesetto e mezzo portai le stampelle e/o il tutore(non so se sai cos'è)e dopo un mese e mezzo cominciai a camminare,zoppicando un pò,e a guidare la macchina.Questo però perchè io dovevo stare protetto,usando le stampelle,per far rimarginare il legamento collaterale.Ciò per dirti che ogni caso è un pò una storia a sè:c'è chi si rompe il legamento,come Gomma,e neanche se ne accorge per anni,e chi se lo rompe in modo traumatico come il sottoscritto e con un ginocchio gonfio come un pallone non può effettuare neanche un passo e ha visto le stelle quando ha fatto fisioterapia:cry: .Per questo senti sempre l'ortopedico,che noi non siamo:comunque credo che il dolore dipenda tutto da lì,dal versamento,mentre per quanto riguarda la stabilità il discorso è diverso.Io ricordo che dopo l'infortunio,avvenuto giocando a pallavolo,non potevo effettuare un passo caricando la gamba senza perdere l'equilibrio.Dopo tre mesi dall'operazione tornai a correre,dopo 6 a giocare a tennis,e quest'estate ho fatto anche trekking salendo anche sul Gran Sasso.Ora pratico tennis e nuoto,e,a parte un leggero movimento una volta,non ho mai avuto il minimo accenno d'instabilità:comunque fra una quindicina di giorni dovrò fare un controllo con RMN.
Tu comunque secondo me dovresti sentire l'ortopedico per sapere se puoi camminare, e poi,come ti hanno detto Gomma e Stefano,prova a fare qualche esercizio per rinforzare la muscolatura,che si riduce cin una velocità spaventosa:eek: !A me la gamba operata in un mese era diventata la metà dell'altra!Un esercizio che ti posso consigliare ad esempio,il più banale è quello,stando supino,di alzare la gamba tesa col piede a martello in alto il più possibile(me lo diede l'ortropedico),restare 10 secondi se ci riesci così e poi scendere lentamente:10 volte 5 volte al giorno.O anche semplicemente di contrarre la muscolatura sempre stando supini con la gamba distesa.In bocca al lupo e facci sapere!

Resca 29-11-2009 16:33

vi volevo chiedere una cosa:

Mia moglie ieri ha portato a casa un tesmed (di suo padre), e ogni tanto l'ho usato. Sento un leggero miglioramento. Secondo voi è possibile o il mio cervello si è fatto convincere da questo strumento ? Cioè che voi sappiate questo strumento mi serve in questo periodo che stento a camminare ?

Stefano Landau 29-11-2009 19:13

Quote:

Originariamente inviato da Resca (Messaggio 29881043)
vi volevo chiedere una cosa:

Mia moglie ieri ha portato a casa un tesmed (di suo padre), e ogni tanto l'ho usato. Sento un leggero miglioramento. Secondo voi è possibile o il mio cervello si è fatto convincere da questo strumento ? Cioè che voi sappiate questo strumento mi serve in questo periodo che stento a camminare ?

Che cosa sarebbe il tesmed ? Se è un elettrostimolatore come mi pare di aver sentito, può essere che qualche effetto lo dia.
Dopo l'infortunio di solito c'è un calo di tonicità della muscolatura ( Per evitare di procurare altri danni mi hanno spiegato che la forza dell'arto interessato diminuisce) dato anche dal minor utilizzo che si fa della gamba.
Prima dell'intervento sarebbe quindi preparasi con una ginnastica opportuna per recuperare tono muscolare. Ci sono casi in cui questo è possibile, ma non sempre.
Dopo l'operazione c'è un ulteriore calo del tono muscolare.
Capita a questo punto che alcune persone sono calate a tal punto che anche i normali esercizi da fare nei primi giorni siano troppo pesanti. In quei casi viene utilizzata l'elettrostimolzione per recuperare tono muscolare. Poi dopo una ginnastica mirata può essere secondo me più efficace.

E' però possibile che l'elettrostimolatore nella tua fase, ti permetta di recuperare un minimo di tono come facendo un po' di ginnastica leggera.

gomma2408 30-11-2009 09:13

Quote:

Originariamente inviato da Resca (Messaggio 29881043)
vi volevo chiedere una cosa:

Mia moglie ieri ha portato a casa un tesmed (di suo padre), e ogni tanto l'ho usato. Sento un leggero miglioramento. Secondo voi è possibile o il mio cervello si è fatto convincere da questo strumento ? Cioè che voi sappiate questo strumento mi serve in questo periodo che stento a camminare ?

Il Tesmed come elettrostimolatore è un po' "commerciale", quindi un po' blando (non è un discorso di potenza, in quanto si può aumentare, ma di tipo di programmi presenti e soprattutto a quale tipo di onde e frequenze di corrente sono abbinati.... ce ne sarebbero un'infinità, tipo onde quadre bifasiche, TENS, di Kotz, ecc...) per la riabilitazione, però meglio che niente, visto che ne hai la disponibilità.
Compex, Globus, e altri sono elettrostimolatori "casalinghi" ma già semi-professionali, per così dire....;)
Certo, in un primo momento come abbiamo detto serve perchè contrasta il decadimento di tono muscolare seguito all'infortunio ed è da abbinare agli esercizi che bene ti hanno spiegato altri, i famosi esercizi isometrici, appunto.
Il miglioramento te lo senti in questa fase, non è solo effetto "placebo", fai bene a farlo....
ciao

piliniak 01-12-2009 08:48

Eccomi nel club..sinceramente pensavo di non dover mai postare qui ma purtroppo anche io ho rotto l'lca in seguito a due distorsioni avvenute una a maggio, l'altra a fine luglio che evidentemente mi è stata fatale.
Mi sono operato mercoledì scorso, il 25 di Novembre, con prelievo dal muscolo dell'interno coscia(non conosco il termine scientifico) e mi è stato messo un tutore rigido la giornata e la notte dopo l'intervento, invece il giorno successivo lo han tolto per mettermi due fasce elastiche per le vene varicose e subito iniziare con il kinetec a 60°. Il terzo giorno ho iniziato con gli esercizi di fisioterapia che dovrò fare 2 volte al giorno per circa 25 giorni.
Mi hanno dimesso il quinto giorno e non ho mai sentito dolori(a parte per il catetere :D )
A livello "estetico" il ginocchio ora sembra abbastanza sgonfio rispetto ai primi 3 giorni a parte il polpaccio che mi fa male ogni volta che passo da posizione orizzontale a verticale insomma...ma ho letto che altri hanno avuto questo problema, ed è un dolore abbastanza insopportabile all'inizio, ma si allevia camminando(con stampelle caricando il 50% del peso). Inoltre ho un enorme ematoma dietro al ginocchio, che quando l'ho visto mi sono spaventato :eek: e ora sta scendendo giù sul polpaccio, è normale?
Altra cosa che mi preoccupa è che non arrivo a 90° o meglio col kinetec riuscivo, ma da solo no...forse per paura o non so che...l'estensione è ok.

Tra l'altro stamattina mi sono svegliato alle 5 per andare in bagno e appena ho appoggiato la gamba ho sentito il polpaccio esplodere XD da lì non ho più dormito, anche perchè non avevo avuto di questi dolori prima(sono al sesto giorno) e mi sono preoccupato :rolleyes:

Stefano Landau 01-12-2009 09:46

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29902246)
Eccomi nel club..sinceramente pensavo di non dover mai postare qui ma purtroppo anche io ho rotto l'lca in seguito a due distorsioni avvenute una a maggio, l'altra a fine luglio che evidentemente mi è stata fatale.
Mi sono operato mercoledì scorso, il 25 di Novembre, con prelievo dal muscolo dell'interno coscia(non conosco il termine scientifico) e mi è stato messo un tutore rigido la giornata e la notte dopo l'intervento, invece il giorno successivo lo han tolto per mettermi due fasce elastiche per le vene varicose e subito iniziare con il kinetec a 60°. Il terzo giorno ho iniziato con gli esercizi di fisioterapia che dovrò fare 2 volte al giorno per circa 25 giorni.
Mi hanno dimesso il quinto giorno e non ho mai sentito dolori(a parte per il catetere :D )
A livello "estetico" il ginocchio ora sembra abbastanza sgonfio rispetto ai primi 3 giorni a parte il polpaccio che mi fa male ogni volta che passo da posizione orizzontale a verticale insomma...ma ho letto che altri hanno avuto questo problema, ed è un dolore abbastanza insopportabile all'inizio, ma si allevia camminando(con stampelle caricando il 50% del peso). Inoltre ho un enorme ematoma dietro al ginocchio, che quando l'ho visto mi sono spaventato :eek: e ora sta scendendo giù sul polpaccio, è normale?
Altra cosa che mi preoccupa è che non arrivo a 90° o meglio col kinetec riuscivo, ma da solo no...forse per paura o non so che...l'estensione è ok.

Tra l'altro stamattina mi sono svegliato alle 5 per andare in bagno e appena ho appoggiato la gamba ho sentito il polpaccio esplodere XD da lì non ho più dormito, anche perchè non avevo avuto di questi dolori prima(sono al sesto giorno) e mi sono preoccupato :rolleyes:

Malvenuto (come si dice da queste parti) anche a te nel forum......
Direi che più o meno è tutto normale.
Io sono stato operato con Gracile+Semitendinoso (penso comunque si tratti dell'operazione che hanno fatto anche a te), solo che nel mio caso non hanno usato ne tutori ne kinetek e la mattina dopo l'intervento piegavo gia a 90 ° il ginocchio, però questo dipende dalla tecnica operatoria.
Di solito dicono che i 90 ° si raggiungono credo entro le prime due settimane dall'intervento. Per i dolori io sono andato avanti ad Aulin 2 volte al giorno per 9 giorni da quando sono uscito dall'ospedale. Sdraiato stavo bene....... appena mi alzavo in piedi (i due giorni che ho provato a ridurre l'aulin 5 giorni dopo l'operazione) mi sembrava di avere un gatto appeso al ginocchio con le unghie........ o qualche cosa del genere. Quindi anche li tutto normale.

Per l'ematoma, anche quello tutto normale, potrebbe scendere verso il polpaccio. Per prelevare il tendine (G+S) entrano con un ferro e lo staccano dall'interno della gamba. Questo produce un versamento di sangue che scende lentamente e doo qualche giorno inizia ad apparire. Io mi ricordo che avevo un bel polpaccio multicolore........ .
Quindi tutto a posto anche li.
Prosegui con gli eserci che ti hanno dato e sii molto scrupoloso con la fisioterapia. Non tentare di fare di più, magari perchè ti sembra di sentirti meglio (se tenti di strafare rischi di infiammare qualche cosa con la conseguenza che poi perdi magari una settimana per recuperare l'infiammazione), ma neanche di meno. Segui esattamente le indicazioni che ti hanno dato e vedrai che nel giro di pochi mesi sarai di nuovo in forma.
(Io sono stato operato il 16 marzo.....ed ora tra fisioterapia e palestra che sto facendo sono molto più in forma di prima......)

piliniak 01-12-2009 10:21

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29902804)
Malvenuto (come si dice da queste parti) anche a te nel forum......
Direi che più o meno è tutto normale.
Io sono stato operato con Gracile+Semitendinoso (penso comunque si tratti dell'operazione che hanno fatto anche a te), solo che nel mio caso non hanno usato ne tutori ne kinetek e la mattina dopo l'intervento piegavo gia a 90 ° il ginocchio, però questo dipende dalla tecnica operatoria.
Di solito dicono che i 90 ° si raggiungono credo entro le prime due settimane dall'intervento. Per i dolori io sono andato avanti ad Aulin 2 volte al giorno per 9 giorni da quando sono uscito dall'ospedale. Sdraiato stavo bene....... appena mi alzavo in piedi (i due giorni che ho provato a ridurre l'aulin 5 giorni dopo l'operazione) mi sembrava di avere un gatto appeso al ginocchio con le unghie........ o qualche cosa del genere. Quindi anche li tutto normale.

Per l'ematoma, anche quello tutto normale, potrebbe scendere verso il polpaccio. Per prelevare il tendine (G+S) entrano con un ferro e lo staccano dall'interno della gamba. Questo produce un versamento di sangue che scende lentamente e doo qualche giorno inizia ad apparire. Io mi ricordo che avevo un bel polpaccio multicolore........ .
Quindi tutto a posto anche li.
Prosegui con gli eserci che ti hanno dato e sii molto scrupoloso con la fisioterapia. Non tentare di fare di più, magari perchè ti sembra di sentirti meglio (se tenti di strafare rischi di infiammare qualche cosa con la conseguenza che poi perdi magari una settimana per recuperare l'infiammazione), ma neanche di meno. Segui esattamente le indicazioni che ti hanno dato e vedrai che nel giro di pochi mesi sarai di nuovo in forma.
(Io sono stato operato il 16 marzo.....ed ora tra fisioterapia e palestra che sto facendo sono molto più in forma di prima......)

Grazie per il malvenuto :D
eh mi sa che anche io avrò un polpaccio inguardabile...
thx per i consigli e le info !

gomma2408 01-12-2009 11:44

MALvenuto ance sa parte mia....:D :D ;)
ti ha spiegato molto bene Stefano Landau, sono tutte conseguenze "normali" e in cui ci sono (siamo) passati tutti.... più o meno.
Molti dolori ti daranno più fastidio dopo i primi giorni proprio perchè la gamba dovrai muoverla sempre di più, l'ematoma scenderà, ecc... al proposito il polpaccio fa male in gran parte proprio per l'ematoma, che scendendo va a "infradiciare" :D il muscolo di sangue, la cui presenza all'interno del muscolo provoca questo dolore da "riassorbimento".
Io avevo tutta la gamba nera, ovvio come tutti gli ematomi dopo un po' di giorni il nero alla coscia aumenta, viene "fuori", ma poi piano piano, soprattutto con l'esercizio, migliora.
Gli esercizi vanno fatti quelli che ti dicono, nè più ne' meno, è giusto, unica cosa la flessione passiva: più la fai meglio è, soprattutto con s+g non rischi niente, anzi avrai meno problemi più avanti. Chiedi conferma al tuo ortopedico/fisioterapista. :read: ;)

alex642002 01-12-2009 14:43

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29902246)
Eccomi nel club..sinceramente pensavo di non dover mai postare qui ma purtroppo anche io ho rotto l'lca in seguito a due distorsioni avvenute una a maggio, l'altra a fine luglio che evidentemente mi è stata fatale.
Mi sono operato mercoledì scorso, il 25 di Novembre, con prelievo dal muscolo dell'interno coscia(non conosco il termine scientifico) e mi è stato messo un tutore rigido la giornata e la notte dopo l'intervento, invece il giorno successivo lo han tolto per mettermi due fasce elastiche per le vene varicose e subito iniziare con il kinetec a 60°. Il terzo giorno ho iniziato con gli esercizi di fisioterapia che dovrò fare 2 volte al giorno per circa 25 giorni.
Mi hanno dimesso il quinto giorno e non ho mai sentito dolori(a parte per il catetere :D )
A livello "estetico" il ginocchio ora sembra abbastanza sgonfio rispetto ai primi 3 giorni a parte il polpaccio che mi fa male ogni volta che passo da posizione orizzontale a verticale insomma...ma ho letto che altri hanno avuto questo problema, ed è un dolore abbastanza insopportabile all'inizio, ma si allevia camminando(con stampelle caricando il 50% del peso). Inoltre ho un enorme ematoma dietro al ginocchio, che quando l'ho visto mi sono spaventato :eek: e ora sta scendendo giù sul polpaccio, è normale?
Altra cosa che mi preoccupa è che non arrivo a 90° o meglio col kinetec riuscivo, ma da solo no...forse per paura o non so che...l'estensione è ok.

Tra l'altro stamattina mi sono svegliato alle 5 per andare in bagno e appena ho appoggiato la gamba ho sentito il polpaccio esplodere XD da lì non ho più dormito, anche perchè non avevo avuto di questi dolori prima(sono al sesto giorno) e mi sono preoccupato :rolleyes:

Malvenuto anche da me!;)

doctoros 01-12-2009 14:47

Ciao a tutti
 
Salve a tutti, è stato molto utile per me leggere le vostre opinioni in questo forum, devo operarmi al crociato anteriore il 22 dicembre, utilizzeranno la tecnica S+G, ho letto tanti di quegli articoli che potrei operarmi da solo, sono medico tra l'altro... Leggendo le vostre esperienze so a cosa andrò incontro, non mi spaventa l'intervento ma il dopo, sopratutto per il lavoro, ma la voglia di tornare a correre e a giocare a pallone è più forte della paura... Vi ragguaglierò in questi giorni pre e post intervento, nel frattempo una cosa: qualcuno di voi, di Roma, può consigliarmi un centro fisioterapico serio? Vi ringrazio e a presto

gomma2408 01-12-2009 15:22

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29907300)
Salve a tutti, è stato molto utile per me leggere le vostre opinioni in questo forum, devo operarmi al crociato anteriore il 22 dicembre, utilizzeranno la tecnica S+G, ho letto tanti di quegli articoli che potrei operarmi da solo, sono medico tra l'altro... Leggendo le vostre esperienze so a cosa andrò incontro, non mi spaventa l'intervento ma il dopo, sopratutto per il lavoro, ma la voglia di tornare a correre e a giocare a pallone è più forte della paura... Vi ragguaglierò in questi giorni pre e post intervento, nel frattempo una cosa: qualcuno di voi, di Roma, può consigliarmi un centro fisioterapico serio? Vi ringrazio e a presto

ehilà, un medico fra noi..... ;) ;) ;) MALvenuto anche a te (come si usa dire qui...:D ), vedrai che ti troverai bene, anche se la discussione è solo quella di un forum e quindi non ha ovviamente certificazione medica alcuna (nessuno si è apertamente dichiarato come terapista, quindi i discorsi si basano tutti su esperienza personale) almeno potrai confrontarti con il tuo percorso di recupero sulla base statistica di molte esperienze:read: .

gomma2408 01-12-2009 15:24

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29907300)
Salve a tutti, è stato molto utile per me leggere le vostre opinioni in questo forum, devo operarmi al crociato anteriore il 22 dicembre, utilizzeranno la tecnica S+G, ho letto tanti di quegli articoli che potrei operarmi da solo, sono medico tra l'altro... Leggendo le vostre esperienze so a cosa andrò incontro, non mi spaventa l'intervento ma il dopo, sopratutto per il lavoro, ma la voglia di tornare a correre e a giocare a pallone è più forte della paura... Vi ragguaglierò in questi giorni pre e post intervento, nel frattempo una cosa: qualcuno di voi, di Roma, può consigliarmi un centro fisioterapico serio? Vi ringrazio e a presto

altra cosa: ovviamente fai palestra pre-operatoria, vero???? :sofico: a maggior ragione poi che dopo operato fra feste varie, sarà dura lavorare sodo....:hic:

alex642002 01-12-2009 15:49

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29907300)
Salve a tutti, è stato molto utile per me leggere le vostre opinioni in questo forum, devo operarmi al crociato anteriore il 22 dicembre, utilizzeranno la tecnica S+G, ho letto tanti di quegli articoli che potrei operarmi da solo, sono medico tra l'altro... Leggendo le vostre esperienze so a cosa andrò incontro, non mi spaventa l'intervento ma il dopo, sopratutto per il lavoro, ma la voglia di tornare a correre e a giocare a pallone è più forte della paura... Vi ragguaglierò in questi giorni pre e post intervento, nel frattempo una cosa: qualcuno di voi, di Roma, può consigliarmi un centro fisioterapico serio? Vi ringrazio e a presto


Malvenuto anche da me!;) Abbiamo un altro medico,dopo Gomma ;) ,tra noi.
Io sono di Roma ma non so molto consigliarti,perchè sono andato,per comodità, a un centro vicino casa.So che quello di Villa Stuart è ottimo,almeno così dicono:è privato,ma,essendo medico,credo avrai un'assicurazione :read: Ciao

piliniak 02-12-2009 13:28

cavolo questa mattina il dolore al polpaccio è veramente insopportabile..non riesco nemmeno ad appoggiare la gamba a terra che ho un dolore acuto...
ma le calze antitrombosi quanto tempo vanno portare?una settimana se ho capito bene?
poi dietro il quadricipite sembra essersi indurito...

oggi chiamerò il medico

doctoros 02-12-2009 14:07

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29919875)
cavolo questa mattina il dolore al polpaccio è veramente insopportabile..non riesco nemmeno ad appoggiare la gamba a terra che ho un dolore acuto...
ma le calze antitrombosi quanto tempo vanno portare?una settimana se ho capito bene?
poi dietro il quadricipite sembra essersi indurito...

oggi chiamerò il medico

:muro:

gomma2408 02-12-2009 15:27

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29919875)
cavolo questa mattina il dolore al polpaccio è veramente insopportabile..non riesco nemmeno ad appoggiare la gamba a terra che ho un dolore acuto...
ma le calze antitrombosi quanto tempo vanno portare?una settimana se ho capito bene?
poi dietro il quadricipite sembra essersi indurito...

oggi chiamerò il medico

certo, non aspettare, chiama subito.... poi come mai le calze anti trombosi? avevi qualche predisposizione? a me non le hanno messe... e neanche negli altri casi che ho visto.... in certi casi se si ha qualche altro problemino magari di circolazione e/o elasticità venosa può venire anche una flebite anche se ovvio spero non sia il tuo caso.....:sperem: :sperem: :sperem: .....

comunque i problemi all'inizio sono frequenti: ricordo, visto che ne ho parlato diverse pagine fa (:D ) anche io, a causa di una ipersensibilità agli anticoagulanti, ho avuto il mio problema: ho avuto il sangue che mi era andato dietro alla cicatrice e mi premeva i punti in fuori e letteralmente non potevo portare la gamba al di sotto del bacino (quindi solo seduto gamba alzata o sdraiato) a causa del dolore.... e ritengo di avere una soglia del dolore abbastanza alta.

piliniak 02-12-2009 15:47

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29921752)
certo, non aspettare, chiama subito.... poi come mai le calze anti trombosi? avevi qualche predisposizione? a me non le hanno messe... e neanche negli altri casi che ho visto.... in certi casi se si ha qualche altro problemino magari di circolazione e/o elasticità venosa può venire anche una flebite anche se ovvio spero non sia il tuo caso.....:sperem: :sperem: :sperem: .....

comunque i problemi all'inizio sono frequenti: ricordo, visto che ne ho parlato diverse pagine fa (:D ) anche io, a causa di una ipersensibilità agli anticoagulanti, ho avuto il mio problema: ho avuto il sangue che mi era andato dietro alla cicatrice e mi premeva i punti in fuori e letteralmente non potevo portare la gamba al di sotto del bacino (quindi solo seduto gamba alzata o sdraiato) a causa del dolore.... e ritengo di avere una soglia del dolore abbastanza alta.

mah non so, me le hanno messe il giorno dopo l'operazione...si ho notato che i problemi sono frequenti..bò però ieri riuscivo a mettere il piede a martello invece oggi il polpaccio mi tira abbastanza da non riuscirci ma questo credo sia dovuto all'ematoma sulla gamba..
il fatto dell'indurimento dietro al quadricipite speriamo veramente non sia flebite a sto punto...

doctoros 02-12-2009 16:06

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 28928771)
è una sindrome che viene in età adolescenziale e colpisce la tuberosità tibiale anteriore che è la zona di accrescimento dell'osso e quindi è più tenera a quell'età, ed essendo dove si inserisce inferiormente anche il tendine rotuleo (sulla tibia appunto) se uno fa sport e carica troppo per l'età e per le prorpie caratteristiche, il tendine può infiammarsi in quanto l'osso dove è attaccato può presentare microfratture che guariscono osservando il riposo arrestando l'attività e che passa definitivamente una volta terminata la fase di crescita e di consolidamento dell'osso. Solo in pochi casi le micro fratture vanno trattate chirurgicamente per rimuovere eventuali frammenti ossei che non si risaldano e rimangono nel tendine provocando dolore come una normale tendinite!

:read:

cavolo, visto solo ora anticipato di 5 minuti mentre scrivevo...... ehheheehehhehe

L'ho avuta anche io intorno ai 14 anni, bilaterale, ricordo che continuai a giocare a pallone di nascosto nonostante l'ortopedico mi minacciasse... Un giorno presi un calcio sul ginoccio e zacchete me la feci addosso dal dolore, adesso che ho 42 anni ho le tuberosità tibiali a punta e restano comunque il mio punto debole... Venerdi mattina 4 dicembre ho gli esami preoperatori, vi tengo aggiornati Ciao

gomma2408 02-12-2009 16:53

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29922401)
L'ho avuta anche io intorno ai 14 anni, bilaterale, ricordo che continuai a giocare a pallone di nascosto nonostante l'ortopedico mi minacciasse... Un giorno presi un calcio sul ginoccio e zacchete me la feci addosso dal dolore, adesso che ho 42 anni ho le tuberosità tibiali a punta e restano comunque il mio punto debole... Venerdi mattina 4 dicembre ho gli esami preoperatori, vi tengo aggiornati Ciao

anche per questo è bene allora che ti operano con s+g senza andare a dare fastidio al rotuleo ;) ;) ;)

gomma2408 02-12-2009 17:02

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29922102)
mah non so, me le hanno messe il giorno dopo l'operazione...si ho notato che i problemi sono frequenti..bò però ieri riuscivo a mettere il piede a martello invece oggi il polpaccio mi tira abbastanza da non riuscirci ma questo credo sia dovuto all'ematoma sulla gamba..
il fatto dell'indurimento dietro al quadricipite speriamo veramente non sia flebite a sto punto...

l'indurimento se ho capito sarebbe anteriormente (il quadricipite) o posteriormente (il bicipite???) no, perchè se è posteriormente, ci sta, perchè considera che ti hanno tolto un tendine della lunghezza di quasi 30cm e che è saldato alla fascia muscolare per quasi tutta la sua lunghezza (e non solo all'inizio e alla fine.... ecco perchè si chiama muscolo semitendinoso) e quindi te lo hanno "sfilettato" :D : è normale , l'ematoma ti deriva da lì, bisogna vedere cosa hanno toccato sfilandolo, l'indurimento fra ematoma ( a me l'ematoma arrivava fino a sotto il gluteo, sotto di circa 10 cm e proseguiva fino al polpaccio....) e intaccamento del muscolo, è normale che vi sia.
Comunque accertati che non vi siano complicazioni poi il dolore va via solo facendo esercizi esercizi, esercizi..... che di per sè sono dolorosi!!!!

Nel centro dove vado io ho visto proprio di recente (15 gg fa) due freschi operati di LCA cui causa ematoma hanno fatto a fine seduta un massaggio con qualche sostanza per facilitare il riassorbimento, poi gli hanno impacchettato la gamba con la stagnola e li hanno madati a casa... nel giro di una settimana gli si è ridotto di molto l'ematoma.... non so se gli abbia fatto bene questo trattamento..... c'è da dire che questo centro è anche centro termale (ma il centro di fisioterapia è comunque a se stante)
ciao

piliniak 02-12-2009 18:00

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29923187)
l'indurimento se ho capito sarebbe anteriormente (il quadricipite) o posteriormente (il bicipite???) no, perchè se è posteriormente, ci sta, perchè considera che ti hanno tolto un tendine della lunghezza di quasi 30cm e che è saldato alla fascia muscolare per quasi tutta la sua lunghezza (e non solo all'inizio e alla fine.... ecco perchè si chiama muscolo semitendinoso) e quindi te lo hanno "sfilettato" :D : è normale , l'ematoma ti deriva da lì, bisogna vedere cosa hanno toccato sfilandolo, l'indurimento fra ematoma ( a me l'ematoma arrivava fino a sotto il gluteo, sotto di circa 10 cm e proseguiva fino al polpaccio....) e intaccamento del muscolo, è normale che vi sia.
Comunque accertati che non vi siano complicazioni poi il dolore va via solo facendo esercizi esercizi, esercizi..... che di per sè sono dolorosi!!!!

Nel centro dove vado io ho visto proprio di recente (15 gg fa) due freschi operati di LCA cui causa ematoma hanno fatto a fine seduta un massaggio con qualche sostanza per facilitare il riassorbimento, poi gli hanno impacchettato la gamba con la stagnola e li hanno madati a casa... nel giro di una settimana gli si è ridotto di molto l'ematoma.... non so se gli abbia fatto bene questo trattamento..... c'è da dire che questo centro è anche centro termale (ma il centro di fisioterapia è comunque a se stante)
ciao

avevo sbagliato muscolo! si intendevo il bicipite...infatti anche il dottore mi ha detto che è normale per via dell'ematoma e di mettere il lasonil in caso.
per quanto riguarda il polpaccio, facendo esercizi mi è praticamente passato il dolore...e io che pensavo di non farli oggi :muro:

thx ancora!

gomma2408 03-12-2009 09:26

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29924017)
avevo sbagliato muscolo! si intendevo il bicipite...infatti anche il dottore mi ha detto che è normale per via dell'ematoma e di mettere il lasonil in caso.
per quanto riguarda il polpaccio, facendo esercizi mi è praticamente passato il dolore...e io che pensavo di non farli oggi :muro:

thx ancora!

eheheheheh.... se non ci sono altri problemi, più fa male e più servono gli esercizi...... come volevasi dimostrare.... bene, sono contento per te!!! continua così, non ti stancare che è ancora molto presto!!! :D :D ;) ;)

doctoros 04-12-2009 10:12

Rieccome qua
 
Buongiorno carissimi, anestesia generale o peridurale, che mi consigliate? La peridurale fa maluccio...

Stefano Landau 04-12-2009 12:43

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29943647)
Buongiorno carissimi, anestesia generale o peridurale, che mi consigliate? La peridurale fa maluccio...

La peridurale non sono sicuro di cos'è.(io conoscevo il termine epidurale... non so se è la stessa cosa)
Io ho fatto la spinale selettiva e ed appena fastidiosa. Solo quando entrano poi con il secondo ago (attraverso quello principale) per iniettare l'anestetico e possibile sentire una piccola scossa, ma nulla di più.

Io sono donatore del sangue, e a volte è più doloroso quando inseriscono l'ago nel braccio per il prelievo.

Se si riesce ad evitare la totale è meglio in quanto è molto più pesante da smaltire per l'organismo, e comunque una puntura (credo sia endovena) devono comunque farla..... quindi la differenza di "fastidio" non è gran-che, anche se secondo me la cosa è poi molto soggettiva e dipende anche dalla mano dell'anestesista.

piliniak 04-12-2009 17:29

Quote:

Originariamente inviato da doctoros (Messaggio 29943647)
Buongiorno carissimi, anestesia generale o peridurale, che mi consigliate? La peridurale fa maluccio...

non conosco il termine esatto, cmq io ho fatto quella dietro la schiena..credo sia la spinale. Non ho sentito forti dolori, è sopportabile, e forse la cosa più brutta è il non sentirsi la gamba ma ti ci abitui. Nessun problema dovuto all'anestesia dopo l'operazione..

Stefano Landau 06-12-2009 01:15

Quote:

Originariamente inviato da piliniak (Messaggio 29950050)
non conosco il termine esatto, cmq io ho fatto quella dietro la schiena..credo sia la spinale. Non ho sentito forti dolori, è sopportabile, e forse la cosa più brutta è il non sentirsi la gamba ma ti ci abitui. Nessun problema dovuto all'anestesia dopo l'operazione..

Dalla descrizione che ne hai fatto ti confermo che è la spinale. Se dopo l'iniezione ti hanno lasciato sul fianco con la gamba da operare sotto, allora è la Spinale selettiva, In pratica ti addormentano completamente la gamba da operare e l'altra solo parzialmente.

rootamatik 07-12-2009 14:47

Ciao, volevo partecipare aanch'io a questo club (che a giudicare dal numero di pagine del thread non sembra cosi' esclusivo!). Mercoledi' scorso ho fatto la ricostruzione dell'LCA dopo una distorsione. Oltre alla lesione totale del crociato, la distorsione ha causato la lesione totale del mediale e quella parziale del laterale. La tecnica usata e' stata quella del trapianto del gracile/semitendinoso ed anche a me, come detto in qualche post prima, si e' formato un grosso livido dietro il ginocchio. Stavo cercando notizie proprio su questo aspetto ma ho visto che avete detto si tratta di una cosa normale.
La prima notte dopo l'intervento l'ho passata bene credo grazie agli antidolorifici perche' la seconda, dopo che mi li avevano levati, e' stata bruttina. Il giorno dopo oltre al ginocchio avevo mal di testa e alla schiena.
Avevo scelto l'anestesia spinale+inguinale, un po' dolorosa ma sopportabilissima, dato che non mi fido molto di quella generale che oltretutto fa stare una giornata intera senza mangiare e senza bere. L'anestesista mi aveva comunque detto che mi avrebbe comunque fatto anche una leggera sedazione perche' il gracile non viene completamente anestetizzato dalla spinale+inguinale.
Mi hanno fatto distendere e piegare la gamba il giorno dopo l'operazione, e' stato un dolore pazzesco :cry:, avro' perso due chili in 30 secondi ; il compagno di stanza pero' ha detto che il male c'e' stato ma non cosi' insopportabile; tra i due quello piu' impressionabile dal dolore era lui per cui credo che dipenda da caso a caso. Mi hanno anche fatto camminare sulle stampelle caricando leggermente sull'arto.
Dopo due giorni mi hanno spedito a casa. Non uso ne tutori ne altri attrezzi. Il protocollo da seguire non e' chiarissimo come terminologia ma dalle spiegazioni del dottore sembra che fondamentalmente ci siano quattro esercizi da fare per arrivare alla distensione ed al piegamento del ginocchio.
I primi tre giorni sono abbastanza duri da passare e ci si chiede chi ce lo ha fatto fare, ma poi ci si sente migliorare abbastanza velocemente. Credo che mi faro' operare anche all'altro ginocchio, sempre molto instabile, per una lesione totale vecchia di anni dopo che mi ero limitato all'asportazione del menisco che bloccava l'articolazione.
Un consiglio: se siete un po' troppo ansiosi NON guardatevi i video delle operazioni prima di averla fatta :ops:

alex642002 07-12-2009 21:22

Quote:

Originariamente inviato da rootamatik (Messaggio 29982183)
Ciao, volevo partecipare aanch'io a questo club (che a giudicare dal numero di pagine del thread non sembra cosi' esclusivo!). Mercoledi' scorso ho fatto la ricostruzione dell'LCA dopo una distorsione. Oltre alla lesione totale del crociato, la distorsione ha causato la lesione totale del mediale e quella parziale del laterale. La tecnica usata e' stata quella del trapianto del gracile/semitendinoso ed anche a me, come detto in qualche post prima, si e' formato un grosso livido dietro il ginocchio. Stavo cercando notizie proprio su questo aspetto ma ho visto che avete detto si tratta di una cosa normale.
La prima notte dopo l'intervento l'ho passata bene credo grazie agli antidolorifici perche' la seconda, dopo che mi li avevano levati, e' stata bruttina. Il giorno dopo oltre al ginocchio avevo mal di testa e alla schiena.
Avevo scelto l'anestesia spinale+inguinale, un po' dolorosa ma sopportabilissima, dato che non mi fido molto di quella generale che oltretutto fa stare una giornata intera senza mangiare e senza bere. L'anestesista mi aveva comunque detto che mi avrebbe comunque fatto anche una leggera sedazione perche' il gracile non viene completamente anestetizzato dalla spinale+inguinale.
Mi hanno fatto distendere e piegare la gamba il giorno dopo l'operazione, e' stato un dolore pazzesco :cry:, avro' perso due chili in 30 secondi ; il compagno di stanza pero' ha detto che il male c'e' stato ma non cosi' insopportabile; tra i due quello piu' impressionabile dal dolore era lui per cui credo che dipenda da caso a caso. Mi hanno anche fatto camminare sulle stampelle caricando leggermente sull'arto.
Dopo due giorni mi hanno spedito a casa. Non uso ne tutori ne altri attrezzi. Il protocollo da seguire non e' chiarissimo come terminologia ma dalle spiegazioni del dottore sembra che fondamentalmente ci siano quattro esercizi da fare per arrivare alla distensione ed al piegamento del ginocchio.
I primi tre giorni sono abbastanza duri da passare e ci si chiede chi ce lo ha fatto fare, ma poi ci si sente migliorare abbastanza velocemente. Credo che mi faro' operare anche all'altro ginocchio, sempre molto instabile, per una lesione totale vecchia di anni dopo che mi ero limitato all'asportazione del menisco che bloccava l'articolazione.
Un consiglio: se siete un po' troppo ansiosi NON guardatevi i video delle operazioni prima di averla fatta :ops:

Malvenuto;) !Io sono in una situazione simile alla tua,per quanto riguarda l'altro ginocchio:mi sono fatto(scelta dell'ortopedico)mettere a posto il menisco,ma ho ancora il crociato rotto.E' passato un annetto e non ho avuto nessun problema d'instabilità finora:ho ripreso dopo 3 mesi a correre e dopo 6 a giocare a tennis e fare trekking?Tu da quanto lo hai lesionato?E hai potuto fare tutto nel frattempo?
Per quanto riguarda il dolore..aspetta a fare la fisioterapia!:cry: I primi giorni sono duri,ma poi è tutto in discesa..in bocca al lupo!

Stefano Landau 08-12-2009 00:44

Quote:

Originariamente inviato da rootamatik (Messaggio 29982183)
Ciao, volevo partecipare aanch'io a questo club (che a giudicare dal numero di pagine del thread non sembra cosi' esclusivo!). Mercoledi' scorso ho fatto la ricostruzione dell'LCA dopo una distorsione. Oltre alla lesione totale del crociato, la distorsione ha causato la lesione totale del mediale e quella parziale del laterale. La tecnica usata e' stata quella del trapianto del gracile/semitendinoso ed anche a me, come detto in qualche post prima, si e' formato un grosso livido dietro il ginocchio. Stavo cercando notizie proprio su questo aspetto ma ho visto che avete detto si tratta di una cosa normale.
La prima notte dopo l'intervento l'ho passata bene credo grazie agli antidolorifici perche' la seconda, dopo che mi li avevano levati, e' stata bruttina. Il giorno dopo oltre al ginocchio avevo mal di testa e alla schiena.
Avevo scelto l'anestesia spinale+inguinale, un po' dolorosa ma sopportabilissima, dato che non mi fido molto di quella generale che oltretutto fa stare una giornata intera senza mangiare e senza bere. L'anestesista mi aveva comunque detto che mi avrebbe comunque fatto anche una leggera sedazione perche' il gracile non viene completamente anestetizzato dalla spinale+inguinale.
Mi hanno fatto distendere e piegare la gamba il giorno dopo l'operazione, e' stato un dolore pazzesco :cry:, avro' perso due chili in 30 secondi ; il compagno di stanza pero' ha detto che il male c'e' stato ma non cosi' insopportabile; tra i due quello piu' impressionabile dal dolore era lui per cui credo che dipenda da caso a caso. Mi hanno anche fatto camminare sulle stampelle caricando leggermente sull'arto.
Dopo due giorni mi hanno spedito a casa. Non uso ne tutori ne altri attrezzi. Il protocollo da seguire non e' chiarissimo come terminologia ma dalle spiegazioni del dottore sembra che fondamentalmente ci siano quattro esercizi da fare per arrivare alla distensione ed al piegamento del ginocchio.
I primi tre giorni sono abbastanza duri da passare e ci si chiede chi ce lo ha fatto fare, ma poi ci si sente migliorare abbastanza velocemente. Credo che mi faro' operare anche all'altro ginocchio, sempre molto instabile, per una lesione totale vecchia di anni dopo che mi ero limitato all'asportazione del menisco che bloccava l'articolazione.
Un consiglio: se siete un po' troppo ansiosi NON guardatevi i video delle operazioni prima di averla fatta :ops:

Malvenuto nel forum anche da parte mia!
Io sono stato operato a marzo con la stessa tecnica (G+s) ma solo con anestesia spinale.
Di dolori non ne ho sentiti di insopportabili, c'è da dire che nel mio caso mi era saltato il legamento che però era lesionato (senza saperlo) da almeno 10 anni.
Questo a reso meno traumatico per il resto del ginocchio il momento della rottura del crociato, tanto che alla fine c'era un lieve danno ad un menisco che però è stato visto solo dall'ortopedico e non dal radiologo.
Avendo avuto meno problemi ai menischi penso sia anche il motivo per cui la mattina dopo l'intervento mi hanno fatto piegare il ginocchio a 90 ° senza troppi problemi o dolori eccessivi.

Gli esercizi da fare le prime volte sembrano pesantissimi, ma poi se fatti regolarmente ci si fa l'abitudine. Con tutta l'isometria che ho fatto, oggi in palestra mi sono accorto che su un esercizio (salire su una panca con una sola gamba) la gamba operata aveva il doppio della resistenza rispetto all'altra. (non è così in tutti gli esercizi, ma in alcuni si.)

Comunque più vai avanti più le cose diventano facili. Non ti preoccupare se ogni tanto avrai dolori nuovi, ad ogni miglioramento corrispondono movimenti nuovi e quindi dolori nuovi. Quando questi scompaiono potrai fare nuovi movimenti che porteranno a nuovi dolori e così via.

Anch'io non ho mai usato tutori. Ho avuto una benda sul ginocchio per due giorni (fino a alla dimissione) e poi sono uscito con qualche cerotto e con le stampelle.

Segui scrupolosamente le indicazioni che ti hanno dato senza però strafare (rischieresti di infiammare il ginocchio e bloccare i miglioramenti perdendo magari una settimana di tempo nella ripresa.....) o adagiarti.

Io dopo le prime 3 settimane a casa ho ripeso con il lavoro (sedentario per fortuna) e ho incominciato con la fisioterapia 3 volte alla settimana che ho continuato fino a metà luglio)

Ora, dopo 9 mesi posso dire di aver recuperato praticamente quasi tutto, ed in compenso tra fisioterapia e palestra, sono molto più in forma che prima di farmi male (ho rotto il legamento il 31 dicembre 2008)

Qualche video l'avevo visto...... prima di vedere anche il mio. Peccato che in sala operatoria non si possano tenere gli occhiali e con il monitor a 2-3 metri di distanza vedevo tutto sfuocato, però qualche cosa si vedeva (mi mancano circa 4 diotrie per occhio) ed è stato molto interessante!

rootamatik 08-12-2009 10:04

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29987467)
Malvenuto;) !Io sono in una situazione simile alla tua,per quanto riguarda l'altro ginocchio:mi sono fatto(scelta dell'ortopedico)mettere a posto il menisco,ma ho ancora il crociato rotto.E' passato un annetto e non ho avuto nessun problema d'instabilità finora:ho ripreso dopo 3 mesi a correre e dopo 6 a giocare a tennis e fare trekking?Tu da quanto lo hai lesionato?E hai potuto fare tutto nel frattempo?
Per quanto riguarda il dolore..aspetta a fare la fisioterapia!:cry: I primi giorni sono duri,ma poi è tutto in discesa..in bocca al lupo!

La lesione all'altro crociato ha nove anni. Dopo l'intervento al menisco ho ripreso a fare sport a pieno ritmo dopo 6 mesi. Questo su consiglio del medico, perche' io sentivo di aver recuperato abbastanza in fretta. Da allora ho fatto tutto come prima, sempre con tutore, dato che l'ortopedico mi aveva detto che una buona preparazione muscolare poteva in parte sopperire al legamento. Alcune volte pero' e' successo che il ginocchio cedesse all'improvviso ed altre di avere la strana e poco piacevole sensazione che il ginocchio si piegasse all'indietro. Direi che si puo' fare tutto pero' bisogna sempre starci molto attenti per cui mi sto un po' pentendo di non aver fatto ancora l'intervento. La lesione al legamento che ho appena operato invece e' piu' recente (qualche mese fa) e non ha mai smesso di farmi male per cui credo che alla fine dipenda da caso a caso

rootamatik 08-12-2009 10:27

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29989373)
Malvenuto nel forum anche da parte mia!
Io sono stato operato a marzo con la stessa tecnica (G+s) ma solo con anestesia spinale.
Di dolori non ne ho sentiti di insopportabili, c'è da dire che nel mio caso mi era saltato il legamento che però era lesionato (senza saperlo) da almeno 10 anni.
Questo a reso meno traumatico per il resto del ginocchio il momento della rottura del crociato, tanto che alla fine c'era un lieve danno ad un menisco che però è stato visto solo dall'ortopedico e non dal radiologo.

Questo mi tranquillizza per quanto riguarda l'altro ginocchio che ho lesionato nove anni fa e che vorrei mettere a posto. A quel tempo anche a me l'ortopedico che mi aveva operato al menisco aveve detto che il legamento prima di saltare era gia' da tempo lesionato.
Quote:

Avendo avuto meno problemi ai menischi penso sia anche il motivo per cui la mattina dopo l'intervento mi hanno fatto piegare il ginocchio a 90 ° senza troppi problemi o dolori eccessivi.

Gli esercizi da fare le prime volte sembrano pesantissimi, ma poi se fatti regolarmente ci si fa l'abitudine. Con tutta l'isometria che ho fatto, oggi in palestra mi sono accorto che su un esercizio (salire su una panca con una sola gamba) la gamba operata aveva il doppio della resistenza rispetto all'altra. (non è così in tutti gli esercizi, ma in alcuni si.)

Comunque più vai avanti più le cose diventano facili. Non ti preoccupare se ogni tanto avrai dolori nuovi, ad ogni miglioramento corrispondono movimenti nuovi e quindi dolori nuovi. Quando questi scompaiono potrai fare nuovi movimenti che porteranno a nuovi dolori e così via.

Anch'io non ho mai usato tutori. Ho avuto una benda sul ginocchio per due giorni (fino a alla dimissione) e poi sono uscito con qualche cerotto e con le stampelle.

Segui scrupolosamente le indicazioni che ti hanno dato senza però strafare (rischieresti di infiammare il ginocchio e bloccare i miglioramenti perdendo magari una settimana di tempo nella ripresa.....) o adagiarti.

Io dopo le prime 3 settimane a casa ho ripeso con il lavoro (sedentario per fortuna) e ho incominciato con la fisioterapia 3 volte alla settimana che ho continuato fino a metà luglio)
Pensavo di iniziare la fisioterapia dopo un mesetto dall'operazione. Una domanda: quanto dura ogni seduta di fisioterapia? Io faccio un lavoro sedentario ma sono spesso nell'ufficio di clienti per cui ho paura di non riuscire a farla regolarmente

@lessandro 08-12-2009 14:23

Ragazzi....torno a scrivere dopo 1 bel pò :D

Giovedì dovrei fare l'ultima seduta di fisioterapia, saldare il conto e salutare tutti....dato che dall'ultimo test fatto, la differenza tra quella operata e quella sana è sempre quasi intorno al 5% (anche perchè avevo ridotto la fisioterapia ad una volta a settimana :stordita: ).

Giovedì scorso sono andato in palestra....ed alcune macchine sono più leggere di quelle che facevo in fisioterapia (tipo gli adduttori, ora faccio 30kg senza problemi, mentre in fisio 15 mi davano 1 pò noia :fagiano: ). Oppure la pressa, solo con quella operata riuscivo a tirar su 90kg, mentre ora in palestra a 50kg già sforzo....boh :stordita:

Cmq sia ho fatto leg ext, pressa, corsa ecc ecc...tutto bene, se non fosse che da sabato mattina ho i polpacci che sono veramente di legno :muro: :muro:
Ieri e oggi 1 pò meglio....ma non capisco il perchè siano diventati cos, forse li ho sforzati 1 pò troppo con 1 esercizio...boh :stordita:

Il punto della questione è: vedrai per il 31 avremo la casa in montagna sulla neve...cioè dal 27 al 2. E dato che si va sulla neve...di sicuro andremo a sciare :fagiano:
Ho pensato allo slittino, ma non è granchè :asd: e quindi mi è venuto in mente la tavola da Snow...
Voi che dite, è parecchio più pericolosa o allo stesso livello degli sci....o cmq quanto rischio c'è di sfasciare nuovamente il ginocchino che ora funge a meraviglia?!!!? :fagiano:

Come pro, andrei in palestra 3 volte a settimana da quì al 27....quindi son 20 giorni di ulteriore rinforzo...:)

Diciamo che ho parecchia strizza :asd:

jerrygdm 08-12-2009 15:47

con lo snow il pericolo si riduce drasticamente, ovviamente le parti in pericolo sono anche, polsi, spalle comunque non so da quanto scii e da quanto fai snow per valutare meglio e sopratutto mi sono perso da quanto ti sei operato...Per il resto sembra che hai fatto un buon lavoro.

@lessandro 08-12-2009 15:53

Quote:

Originariamente inviato da jerrygdm (Messaggio 29995040)
con lo snow il pericolo si riduce drasticamente, ovviamente le parti in pericolo sono anche, polsi, spalle comunque non so da quanto scii e da quanto fai snow per valutare meglio e sopratutto mi sono perso da quanto ti sei operato...Per il resto sembra che hai fatto un buon lavoro.


Non ho mai sciato e mai fatto snow :asd: :asd:

In compenso, mi sono operato il 30 marzo 2009 :fagiano:

jerrygdm 08-12-2009 16:05

beh per sciare si consigliano 6 mesi dall'operazione...se non hai mafatto ne uno ne l'altro meglio che provi lo snow anche se visto come stai potresti sulla carta provare entrambe. Fatti consigliare da un buon fisioterapista magari che non mi assumo le responsabilità...:D

Stefano Landau 09-12-2009 10:55

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 29995114)
Non ho mai sciato e mai fatto snow :asd: :asd:

In compenso, mi sono operato il 30 marzo 2009 :fagiano:

Io scio da quando avevo 5 anni circa, ora ne ho 43 (tra un mese 44)...... però preferisco aspettare un paio di anni a riprendere lo sci. Io sono stato operato con g+s, e se in effetti mi hanno detto che posso riprendere dopo 6 mesi con lo sci, so anche che il massimo consolidamento c'è dopo 2 anni dall'intervento.
Con il rotuleo invece da questo punto di vista probabilmente gia dopo 6 mesi si è a posto.
Io poi ho un difetto che non piego molto le gambe e sto troppo centrale con il peso invece che stare tutto avanti. Questo difetto ogni tanto mi fa sbilanciare all'indietro.
Di solito quando capita recupero subito l'equilibrio senza cadere....... tranne l'ultima volta che ha ceduto il legamento che in quella situazione viene sottoposto ad una notevole trazione.
Per questo motivo forse è meglio aspettare un po' di più.
Lo snow in effetti passi tutto il tempo a cadere in avanti sulle ginocchia o all'indietro. (Mia sorella dopo il primo giorno di lezione aveva le ginocchia gonfie solo per le botte prese.....) ma comunque erano solo normali contusioni con nessuna conseguenza a lungo termine.

Dante_Cruciani 09-12-2009 12:24

una domanda...un buon ortopedico a Roma? vorrei farmi controllare il ginocchio.Consigli?!

gomma2408 10-12-2009 09:23

Quote:

Originariamente inviato da rootamatik (Messaggio 29982183)
Ciao, volevo partecipare aanch'io a questo club (che a giudicare dal numero di pagine del thread non sembra cosi' esclusivo!). Mercoledi' scorso ho fatto la ricostruzione dell'LCA dopo una distorsione. Oltre alla lesione totale del crociato, la distorsione ha causato la lesione totale del mediale e quella parziale del laterale. La tecnica usata e' stata quella del trapianto del gracile/semitendinoso ed anche a me, come detto in qualche post prima, si e' formato un grosso livido dietro il ginocchio. Stavo cercando notizie proprio su questo aspetto ma ho visto che avete detto si tratta di una cosa normale.
La prima notte dopo l'intervento l'ho passata bene credo grazie agli antidolorifici perche' la seconda, dopo che mi li avevano levati, e' stata bruttina. Il giorno dopo oltre al ginocchio avevo mal di testa e alla schiena.
Avevo scelto l'anestesia spinale+inguinale, un po' dolorosa ma sopportabilissima, dato che non mi fido molto di quella generale che oltretutto fa stare una giornata intera senza mangiare e senza bere. L'anestesista mi aveva comunque detto che mi avrebbe comunque fatto anche una leggera sedazione perche' il gracile non viene completamente anestetizzato dalla spinale+inguinale.
Mi hanno fatto distendere e piegare la gamba il giorno dopo l'operazione, e' stato un dolore pazzesco :cry:, avro' perso due chili in 30 secondi ; il compagno di stanza pero' ha detto che il male c'e' stato ma non cosi' insopportabile; tra i due quello piu' impressionabile dal dolore era lui per cui credo che dipenda da caso a caso. Mi hanno anche fatto camminare sulle stampelle caricando leggermente sull'arto.
Dopo due giorni mi hanno spedito a casa. Non uso ne tutori ne altri attrezzi. Il protocollo da seguire non e' chiarissimo come terminologia ma dalle spiegazioni del dottore sembra che fondamentalmente ci siano quattro esercizi da fare per arrivare alla distensione ed al piegamento del ginocchio.
I primi tre giorni sono abbastanza duri da passare e ci si chiede chi ce lo ha fatto fare, ma poi ci si sente migliorare abbastanza velocemente. Credo che mi faro' operare anche all'altro ginocchio, sempre molto instabile, per una lesione totale vecchia di anni dopo che mi ero limitato all'asportazione del menisco che bloccava l'articolazione.
Un consiglio: se siete un po' troppo ansiosi NON guardatevi i video delle operazioni prima di averla fatta :ops:

ciao, malvenuto....:D :D ho riletto il forum solo oggi dopo giorni di assenza quindi i saluti arrivano in ritardo!!!!
La fisioterapia se hai fatto s+g iniziala prima possibile, non aspettare un mese, più aspetti più aumentano le probabilità di formazione di aderenze a causa della mancanza o della poca mobilizzazione.
Gli esercizi di flessione e l'isometria (che ti avranno detto di fare) falli senza risparmiarti... all'inizio è una fatica ma come molti potranno dirti qui il primo mese/mese e mezzo è proprio quello fondamentale e dove se ben fatto si hanno i miglioramenti di giorno in giorno evidenti.
Buon lavoro..... ciao!

gomma2408 10-12-2009 09:24

Quote:

Originariamente inviato da Dante_Cruciani (Messaggio 30004986)
una domanda...un buon ortopedico a Roma? vorrei farmi controllare il ginocchio.Consigli?!

ce ne saranno tanti, mi spiace io non sono di Roma, ma fra i tanti bravi c'è anche quello che ha operato Totti.... :D :D :D qualcuno qui sul forum mi sa si è fatto vedere anche da lui, o dalla sua equipe.
ciao

alex642002 10-12-2009 15:32

Quote:

Originariamente inviato da Dante_Cruciani (Messaggio 30004986)
una domanda...un buon ortopedico a Roma? vorrei farmi controllare il ginocchio.Consigli?!

Ciao.Ce ne sono tanti..Dipende poi: privato?Pubblico?Hai un'assicurazione?C'è Mariani a Villa Stuart tra i privati,quello che ha operato Totti,però,a quel che so,ti visita solo: poi l'eventuale operazione,per noi comuni mortali,la lascia fare ai suoi collaboratori,anche se bravissimi,e lui si limita a coordinare.Io anche col mio mi sono trovato molto bene.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 21:11.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.