Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


gomma2408 10-05-2010 14:41

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31917170)
ma quaklcuno di voi ha fatto l'anestesia regionale? di che si tratta?

Mah, non è altro che un altro modo per chiamare l'anestesia "locale".... solo che la locale di solito si usa in contrapposizione alla "generale" o "totale", mentre in realtà la locale è solo una anestesia superficiale e di porzioni limitate del corpo, mentre con "regionale" più propriamente si intende una anestesia che interessa ampie porzioni del corpo (un intero arto, ad es., o dalla vita in giù, come nel LCA) ed in profondità.
Quindi quando si parla di "locale" per un intervento di LCA in realtà è sempre "regionale".

Di questo ho cercato conferma su Wikipedia dove sta scritto:

L’anestesia epidurale o peridurale è una modalità di anestesia loco-regionale che prevede la somministrazione di farmaci anestetici attraverso un catetere posizionato nello spazio epidurale. Lo spazio epidurale è una zona di pochi millimetri di spessore (da 3 a 6), compresa tra legamento giallo e dura madre, che si estende per tutta l’estensione della colonna vertebrale.
L'anestesia si definisce loco-regionale poiché sono anestetizzate ampie parti del corpo (per es. un arto, un distretto toracico o addominale, anche in profondità), mentre con l’anestesia locale si blocca il dolore solo in una zona limitata e superficiale.

supersalam 10-05-2010 21:30

Ragazzi mi aiutereste a decifrare il referto?

"L'esame eseguito con tecnica SE, GE, FAT, SAT, secondo i piani assiali, coronali e sagittali obliqui, per immagini T1 e T2 dipendenti, ha mostrato regolari i menischi.
Lesione subacuta intrasinoviale del legamento crociato anteriore.
Nella norma i legamenti crociato posteriore e collaterali.
Versamento endoarticolare.
Regolare il tendine rotuleo.
Rotula in asse ai gradi di flessione dell'esame.
Non alterazioni morfostrutturali ossee."

E' grave? Nel senso che secondo voi mi devo operare?
Io non ho paura dell'intervento e dei 3 mesi di zoppicamento. Quello che mi spaventa è una probabile artrosi in futuro.

Secondo un altro radiologo la lesione è piccola, c'è qualcuno con esperienze simili?

sKi_54 10-05-2010 21:54

Quote:

Originariamente inviato da supersalam (Messaggio 31926527)
Ragazzi mi aiutereste a decifrare il referto?

"L'esame eseguito con tecnica SE, GE, FAT, SAT, secondo i piani assiali, coronali e sagittali obliqui, per immagini T1 e T2 dipendenti, ha mostrato regolari i menischi.
Lesione subacuta intrasinoviale del legamento crociato anteriore.
Nella norma i legamenti crociato posteriore e collaterali.
Versamento endoarticolare.
Regolare il tendine rotuleo.
Rotula in asse ai gradi di flessione dell'esame.
Non alterazioni morfostrutturali ossee."
E' grave? Nel senso che secondo voi mi devo operare?
Io non ho paura dell'intervento e dei 3 mesi di zoppicamento. Quello che mi spaventa è una probabile artrosi in futuro.
Secondo un altro radiologo la lesione è piccola, c'è qualcuno con esperienze simili?

Da quello che ho capito, la RM nella diagnosi di lesioni al LCA non è attendibile,
nel senso che possono facilmente esserci dei falsi-negativi come dei falsi-positivi.
In effetti, in genere, l'ortopedico ti visita e emette la sentenza, dopo di chè (ma solo qualche volta!)
legge anche il referto e dà un'occhiata alla RM...
Si fidano esclusivamente delle classiche manovre per fare la diagnosi,
quindi credo che hai fatto bene a farla, ma sarà l'ortopedico a dirti se devi essere operato o meno...

P.S.: Il primo ortopedico da cui mi sono fatto visitare non l'ha nemmeno guardata,
il secondo mi ha spiegato tutto quello che dovevo fare e dopo (solo dopo) ha dato un'occhiata al referto...

Stefano Landau 10-05-2010 22:35

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31926792)
Da quello che ho capito, la RM nella diagnosi di lesioni al LCA non è attendibile,
nel senso che possono facilmente esserci dei falsi-negativi come dei falsi-positivi.
In effetti, in genere, l'ortopedico ti visita e emette la sentenza, dopo di chè (ma solo qualche volta!)
legge anche il referto e dà un'occhiata alla RM...
Si fidano esclusivamente delle classiche manovre per fare la diagnosi,
quindi credo che hai fatto bene a farla, ma sarà l'ortopedico a dirti se devi essere operato o meno...

P.S.: Il primo ortopedico da cui mi sono fatto visitare non l'ha nemmeno guardata,
il secondo mi ha spiegato tutto quello che dovevo fare e dopo (solo dopo) ha dato un'occhiata al referto...

Come qualcuno ha gia indicato, il responso finale è quello dell'ortopedico.
Con una considerazione : Generalmente se il legamento non è rotto (ma solo lesionato) non operano.
Io stesso ho fatto 10-15 anni con un legamento lesionato senza saperlo (lo scoperto con la risonanza dopo averlo rotto) senza aver avuto particolari segni. Ovvio che essendo gia lesionato è stato poi molto facile romperlo, nel senso che mi è bastato sbilanciarmi sciando (adagio) su una pista facile, come mi era gia capitato molte altre volte. Solo che essendo il legamento debole a ceduto del tutto.

Quindi affidati ad un buon specialista e senti cosa ti dice. Non parlargli della risonanza fino a quando lui non te la chiede o comunque fatti visitare prima, così non viene influenzato dall'esito della risonanza.

Chi mi ha visitato a sentito prima la mobilità della gamba sana, poi dell'altra, poi di nuovo quella sana per confronto..... ed ha fatto la sua diagnosi: Che coincideva con il referto della risonanza (che poi mi ha chiesto dopo la visita).

plut0ne 10-05-2010 22:50

io ho il crociato posteriore lesionato in un incidente in motorino ormai da tipo cinque anni...a questo si è sommata una tendinite rotulea ormai quasi cronica..
c' è da dire che io corro e faccio quello che voglio ..solo che convivo con il dolore e con il versamento endoarticolare..du palle!!!

infatti prossimamente faccio una rm del ginocchio e vedo...
spero di non dovermi operare -.- ho il quadricipite debolissimo ifnatti me lo sto allenando...

mah..speriamo bene...meno male che l'anteriore è sano!!

alex642002 10-05-2010 23:09

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31926792)
Da quello che ho capito, la RM nella diagnosi di lesioni al LCA non è attendibile,
nel senso che possono facilmente esserci dei falsi-negativi come dei falsi-positivi.
In effetti, in genere, l'ortopedico ti visita e emette la sentenza, dopo di chè (ma solo qualche volta!)
legge anche il referto e dà un'occhiata alla RM...
Si fidano esclusivamente delle classiche manovre per fare la diagnosi,
quindi credo che hai fatto bene a farla, ma sarà l'ortopedico a dirti se devi essere operato o meno...

P.S.: Il primo ortopedico da cui mi sono fatto visitare non l'ha nemmeno guardata,
il secondo mi ha spiegato tutto quello che dovevo fare e dopo (solo dopo) ha dato un'occhiata al referto...

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 31927232)
Come qualcuno ha gia indicato, il responso finale è quello dell'ortopedico.
Con una considerazione : Generalmente se il legamento non è rotto (ma solo lesionato) non operano.
Io stesso ho fatto 10-15 anni con un legamento lesionato senza saperlo (lo scoperto con la risonanza dopo averlo rotto) senza aver avuto particolari segni. Ovvio che essendo gia lesionato è stato poi molto facile romperlo, nel senso che mi è bastato sbilanciarmi sciando (adagio) su una pista facile, come mi era gia capitato molte altre volte. Solo che essendo il legamento debole a ceduto del tutto.

Quindi affidati ad un buon specialista e senti cosa ti dice. Non parlargli della risonanza fino a quando lui non te la chiede o comunque fatti visitare prima, così non viene influenzato dall'esito della risonanza.

Chi mi ha visitato a sentito prima la mobilità della gamba sana, poi dell'altra, poi di nuovo quella sana per confronto..... ed ha fatto la sua diagnosi: Che coincideva con il referto della risonanza (che poi mi ha chiesto dopo la visita).

Quoto entrambi!;)
Anche il mio ortopedico l'ultima volta ha dato solo un'occhiata alla RMN,che per fortuna,sapendo già da sei mesi che dovevo farla,ho fatto al SSN pagando solo il ticket(che mi verrà anche rimborsato):tempo di attesa 3 mesi,tra parentesi.
La parola decisiva sono sempre le "manovre" a mano ;)

Delfino81 11-05-2010 10:06

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31921391)
Mah, non è altro che un altro modo per chiamare l'anestesia "locale".... solo che la locale di solito si usa in contrapposizione alla "generale" o "totale", mentre in realtà la locale è solo una anestesia superficiale e di porzioni limitate del corpo, mentre con "regionale" più propriamente si intende una anestesia che interessa ampie porzioni del corpo (un intero arto, ad es., o dalla vita in giù, come nel LCA) ed in profondità.
Quindi quando si parla di "locale" per un intervento di LCA in realtà è sempre "regionale".

Di questo ho cercato conferma su Wikipedia dove sta scritto:

L’anestesia epidurale o peridurale è una modalità di anestesia loco-regionale che prevede la somministrazione di farmaci anestetici attraverso un catetere posizionato nello spazio epidurale. Lo spazio epidurale è una zona di pochi millimetri di spessore (da 3 a 6), compresa tra legamento giallo e dura madre, che si estende per tutta l’estensione della colonna vertebrale.
L'anestesia si definisce loco-regionale poiché sono anestetizzate ampie parti del corpo (per es. un arto, un distretto toracico o addominale, anche in profondità), mentre con l’anestesia locale si blocca il dolore solo in una zona limitata e superficiale.

ah ecco allora mi sono confuso con la anestesia locale....ne sento parlare poco! quasi tutti si fanno la spinale o l'epidurale (ci sn sottili differenze, nn ho ancora ben capito quale sia piu "pesante" e rishiosa, anche se si parla di rischi infinitesimali).... la locale che rischi comporterebbe?non l'ha fatta nessuno?

gomma2408 11-05-2010 10:29

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31929972)
ah ecco allora mi sono confuso con la anestesia locale....ne sento parlare poco! quasi tutti si fanno la spinale o l'epidurale (ci sn sottili differenze, nn ho ancora ben capito quale sia piu "pesante" e rishiosa, anche se si parla di rischi infinitesimali).... la locale che rischi comporterebbe?non l'ha fatta nessuno?

la locale in senso stretto non è quindi praticabile per una ricostruzione LCA. La locale è solo per piccole porzioni interessate, anche se quando si parla di anestesia parziale (regionale) si parla quasi sempre usando il termine "locale".....;)

gomma2408 11-05-2010 10:53

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31929972)
ah ecco allora mi sono confuso con la anestesia locale....ne sento parlare poco! quasi tutti si fanno la spinale o l'epidurale (ci sn sottili differenze, nn ho ancora ben capito quale sia piu "pesante" e rishiosa, anche se si parla di rischi infinitesimali).... la locale che rischi comporterebbe?non l'ha fatta nessuno?

Anestesia spinale:
Detta anche anestesia subaracnoidea, è un tipo di anestesia regionale che viene eseguita iniettando una dose di anestetico DENTRO lo spazio dove c'è il liquido che circonda il midollo spinale e le origini delle strutture nervose. Questo tipo di anestesia loco-regionale ha un'azione immediata ed una durata che può arrivare anche ad alcune ore.
IO ho fatto questa.....;)

Anestesia peridurale o epidurale
E' un tipo di anestesia simile all'anestesia spinale tranne per il fatto che l'anestetico viene iniettato fuori dallo spazio subaracnoideo. Questa tecnica permette la somministrazione frazionata e prolungata di soluzioni anestetiche mediante un sottile tubicino (cateterino peridurale) che viene posizionato al momento della puntura sulla schiena. Si chiama ANESTESIA PERIDURALE CONTINUA perché la somministrazione di anestetici non viene interrotta.
(Fonte: www.brandianestesia.it)

Ne consegue che la prima è semplicemente una puntura e basta, però è più delicata perchè l'anestesista deve infilare l'ago con molta precisione, pena il rischio di essere insufficiente (ago poco infilato che non raggiunge lo spazio con il liquido spinale) oppure creare dolori o peggio... (ago troppo infilato che arriva ad intaccare il midollo spinale, in un certo numero di casi potrebbe creare fastidi). Ecco perchè di solito gli anestesisti vanno prudenti, cioè non "affondano" troppo, e vedono l'effetto. Se non è sufficiente, (la gamba si addormenta ma il paziente percepisce ancora qualcosa) fanno un'altra iniezione leggermente più in profondità.

Nel secondo caso invece inseriscono l'anestetico più superficialmente, ma lo continuano a iniettare con un flusso anche durante l'operazione... aumentando o diminuendo la dose.... in questo caso puoi "sentire" qualche fastidio in più durante l'operazione, nel qual caso aumentano la "dose", essendo gestibile anche durante tutte le fasi operatorie (ed anche post operatorie, all'occorrenza........)

;)

danilob 12-05-2010 15:20

una domanda ragazzi ma per guidare la macchina? premetto che il mio è il destro e sono passati 35 giorni dall'operazione.....

sKi_54 12-05-2010 15:47

Quote:

Originariamente inviato da danilob (Messaggio 31947526)
una domanda ragazzi ma per guidare la macchina? premetto che il mio è il destro e sono passati 35 giorni dall'operazione.....

Ciao...
Credo che dipenda moltissimo da caso a caso...
Io ho iniziato a guidare al 18° giorno (circa 30 km) senza nessun tipo di problema.
Certamente la prima volta non avrei fatto 100 km, ma ora (al 23°) credo che potrei farlo tranquillamente.
Sono stato operato il 19 aprile con trapianto omologo di rotuleo e oggi, appunto al 23° giorno, ho buttato via una stampella e ho tenuto l'altra solo per precauzione: in questo modo ho fatto circa 12 km in meno di 2 ore.
Credo che questa buona situazione, sia dovuta certamente ad un ottimo intervento, ma soprattutto al fatto che, grazie ai consigli di questo forum, ho fatto una buona riabilitazione personale. Dopo essere arrivato all'intervento in buone condizioni, fin da quando sono arrivato dalla sala operatoria ho tenuto in esercizio la gamba operata, con i classici movimenti del piede e la contrazione dei muscoli della coscia, per cui oggi le due gambe sono perfettamente uguali (nemmeno un millimetro di differenza).
Sto pensando di lasciare la seconda stampella e mantenere la forma con 10-15 km di camminata giornaliera per passare alla bicicletta e alla corsa (ma credo che per quest'ultima sarà meglio attendere la seconda visita di controllo che avverrà al 30° giorno dall'operazione, ovvero il 19 maggio)
Ripeto, credo che dipenda moltissimo dal tipo di intervento (io non ho mai avuto il tutore e al 10 giorno ho tolto tutta la fasciatura), dalla riabilitazione e soprattutto dall'impegno che ognuno di noi mette nel riprendersi.
Preciso che ho 56 anni...

danilob 12-05-2010 16:34

io ho tenuto il tutore per 30 giorni tecnica tendine rotuleo (precisamente tecnica di Kenneth)....il dottore dice dopo due mesetti ma secondo anche prima potrei visto che la mia articolarità è buona....boh ho le smanie visto che vorrei ritornare ad essere indipendente....
Cmq il tuture l'ortopedico me lo ha fatto mettere perchè se magari fossi caduto o magari avrei potuto sbattere, ma nn era indispensabile mi ha detto..

idrottolo 12-05-2010 20:47

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31947896)
Ciao...
Credo che dipenda moltissimo da caso a caso...
Io ho iniziato a guidare al 18° giorno (circa 30 km) senza nessun tipo di problema.
Certamente la prima volta non avrei fatto 100 km, ma ora (al 23°) credo che potrei farlo tranquillamente.
Sono stato operato il 19 aprile con trapianto omologo di rotuleo e oggi, appunto al 23° giorno, ho buttato via una stampella e ho tenuto l'altra solo per precauzione: in questo modo ho fatto circa 12 km in meno di 2 ore.
Credo che questa buona situazione, sia dovuta certamente ad un ottimo intervento, ma soprattutto al fatto che, grazie ai consigli di questo forum, ho fatto una buona riabilitazione personale. Dopo essere arrivato all'intervento in buone condizioni, fin da quando sono arrivato dalla sala operatoria ho tenuto in esercizio la gamba operata, con i classici movimenti del piede e la contrazione dei muscoli della coscia, per cui oggi le due gambe sono perfettamente uguali (nemmeno un millimetro di differenza).
Sto pensando di lasciare la seconda stampella e mantenere la forma con 10-15 km di camminata giornaliera per passare alla bicicletta e alla corsa (ma credo che per quest'ultima sarà meglio attendere la seconda visita di controllo che avverrà al 30° giorno dall'operazione, ovvero il 19 maggio)
Ripeto, credo che dipenda moltissimo dal tipo di intervento (io non ho mai avuto il tutore e al 10 giorno ho tolto tutta la fasciatura), dalla riabilitazione e soprattutto dall'impegno che ognuno di noi mette nel riprendersi.
Preciso che ho 56 anni...

Complimenti davvero... io sono stato operato il 26 aprile, ma non guido ancora, uso le stampelle come sicurezza e il tono muscolare e' sceso vertiginosamente, anche se sono arrivato all'intervento in ottima forma e faccio riabilitazione tutti i giorni.

Ognuni persona reagisce in maniera diversa, questo e' sicuro, ma tu hai un recupero che sa di eccezionale.

Continua cosi', anzi rallenta un attimo altrimenti noi "giovani" (.o ho 35 anni !!!!) ci deprimiamo nel leggerti.

alex642002 12-05-2010 22:19

Quote:

Originariamente inviato da danilob (Messaggio 31947526)
una domanda ragazzi ma per guidare la macchina? premetto che il mio è il destro e sono passati 35 giorni dall'operazione.....

Io,se ricordo bene,ho iniziato a guidare dopo circa un mese : portavo ancora le stampelle,ma solo come "protezione".

danilob 12-05-2010 22:43

io ho già tolto tutto sia tutore che stampelle da tre giorni, cammino nn benissimo ma va meglio e penso che migliorerà ancora, anhce se lo sento un pò rigidino....cmq nn mettere il tutore velocizza la ripresa e fa scendere meno i muscoli della gamba....cmq mi complimento con te anche io ski_54 vai alla grandissima, io invece anche se ho 24 anni evidentemente ci sto mettendo un pò piu di tempo....

sKi_54 12-05-2010 23:24

Quote:

Originariamente inviato da danilob (Messaggio 31953055)
io ho già tolto tutto sia tutore che stampelle da tre giorni, cammino nn benissimo ma va meglio e penso che migliorerà ancora, anhce se lo sento un pò rigidino....cmq nn mettere il tutore velocizza la ripresa e fa scendere meno i muscoli della gamba....cmq mi complimento con te anche io ski_54 vai alla grandissima, io invece anche se ho 24 anni evidentemente ci sto mettendo un pò piu di tempo....

L'avevo detto prima, ma forse è il caso di ribadirlo:
il fatto che io vada bene, dipende sicuramente anche dal fatto che il mio (a differenza del vostro)
è un trapianto omologo (ovvero da donatore) e quindi NON è stato prelevato il mio rotuleo (o s+g).
Questa, non è stata una mia scelta ma quella dell'ortopedico (che me l'ha comunicato solo pochi minuti prima dell'operazione),
scelta dettata dalla mia non più verde età...
Comunque ragazzi, questa cosa mi ha fatto davvero meditare:
se prima ci avevo solo pensato, ora davvero voglio fare in modo che alla mia morte, se ho ancora qualcosa di buono, venga riutilizzato!
E nel frattempo, ringrazio chi lo ha fatto prima di me!

gomma2408 13-05-2010 08:03

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31953416)
L'avevo detto prima, ma forse è il caso di ribadirlo:
il fatto che io vada bene, dipende sicuramente anche dal fatto che il mio (a differenza del vostro)
è un trapianto omologo (ovvero da donatore) e quindi NON è stato prelevato il mio rotuleo (o s+g).
Questa, non è stata una mia scelta ma quella dell'ortopedico (che me l'ha comunicato solo pochi minuti prima dell'operazione),
scelta dettata dalla mia non più verde età...
Comunque ragazzi, questa cosa mi ha fatto davvero meditare:
se prima ci avevo solo pensato, ora davvero voglio fare in modo che alla mia morte, se ho ancora qualcosa di buono, venga riutilizzato!
E nel frattempo, ringrazio chi lo ha fatto prima di me!

esatto, il tuo caso va paragonato solo a parità di tecnica utilizzata; anche chi è stato operato con s+g recupera di solito prima soprattutto a guidare rispetto a chi si opera con rotuleo, ma questo è evidente: il prelievo del terzo centrale del rotuleo per sostituirlo al LCA rotto, indebolisce l'apparato ESTENSORE della gamba, quindi il premere i pedali diventa difficile se non rischioso per il possibile insorgere di complicamze tipo tendinite al rotuleo stesso o movimenti indesiderati del ginocchio operato.
Il prelievo del s+g invece indebolisce l'apparato FLESSORE che interviene meno (anzi per niente) nel movimento di pressione sui pedali dell'auto, anche se i rischi derivano dalla instabilità post operatoria del ginocchio ( il semitendinoso, soprattutto, partecipa alla stabilizzazione del ginocchio) .

Inoltre importante è anche quale gamba è coinvolta nell'operazione: la destra presenta più difficoltà perchè chiamata alla guida a premere il pedale del freno, che potrebbe dover essere azionato anche molto forte, ad es. in caso di emergenza.... per questo è più rischioso che la sinistra, che azionerà di norma solo la frizione, quindi con un movimento più controllato nello sforzo.

Io ho guidato dopo 20 gg (gamba sinistra) ma facevo solo 5 km andata e 5km ritorno per il centro di fisioterapia. E questo per almeno tre mesi, dopo i quali ho fatto tutta una tirata di 100 km e una volta sceso la gamba (tutta) ed in particolare il gin erano stanchi morti, ed anche un po' gonfio....

danilob 13-05-2010 09:44

Altra domanda un pò più riservata, e per il sesso? si può fin da subito oppure bisogna aspettare un tot di giorni? Mi sono un pò vergognato di chiederlo al dottore lunedi al controllo.... :D

alex642002 13-05-2010 10:24

Quote:

Originariamente inviato da danilob (Messaggio 31955717)
Altra domanda un pò più riservata, e per il sesso? si può fin da subito oppure bisogna aspettare un tot di giorni? Mi sono un pò vergognato di chiederlo al dottore lunedi al controllo.... :D

Dipende dalle posizioni;) Certo non puoi fare l'acrobata :ciapet:

fazzu88 13-05-2010 11:51

costi intervento villa stuart
 
salve a tutti..
Qualcuno mi saprebbe gentilmente dire quali sono in linea di massima i costi di visita e soprattutto di intervento chirurgico presso villa stuart a roma?
Mi sono rotto il lca e purtroppo non ho assicurazioni sugli infortuni

spero in una vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente

alex642002 13-05-2010 13:59

Quote:

Originariamente inviato da fazzu88 (Messaggio 31957479)
salve a tutti..
Qualcuno mi saprebbe gentilmente dire quali sono in linea di massima i costi di visita e soprattutto di intervento chirurgico presso villa stuart a roma?
Mi sono rotto il lca e purtroppo non ho assicurazioni sugli infortuni

spero in una vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente

Chiedi a Totti:D A parte gli scherzi benvenuto,anzi malvenuto fra noi;)
Credo faresti bene a chiedere un preventivo direttamente a loro,io non ti saprei dire:comunque guarda che,da quel che so(ho diversi colleghi che si sono operati lì),non tutti si sono trovati benissimo,perchè il trattamento riservatogli non è stato lo stesso che si riserva alle "star":non tutti sono stati visitati da Mariani,per intenderci.

fazzu88 13-05-2010 14:50

beh..partendo dal fatto che credo che chiunque (anche mariani) abbia avuto qualche esperienza non esaltante,sarebbe molto importante per me sapere un po quale sarebbe (su per giù) l'entità del sacrificio economico da sostenere..confido nel vostro aiutoooooooo

alex642002 13-05-2010 16:00

Quote:

Originariamente inviato da fazzu88 (Messaggio 31960241)
beh..partendo dal fatto che credo che chiunque (anche mariani) abbia avuto qualche esperienza non esaltante,sarebbe molto importante per me sapere un po quale sarebbe (su per giù) l'entità del sacrificio economico da sostenere..confido nel vostro aiutoooooooo

Ho chiesto a un collega:all'incirca intorno ai diecimila euro.Considera che lì avrai il vantaggio della palestra per fisioterapia interna,a stretto contatto con chi ti ha operato quindi,ma naturalmente quella si paga a parte.:read:

fazzu88 13-05-2010 16:03

grazie mille alex

Stefano Landau 13-05-2010 16:44

Quote:

Originariamente inviato da danilob (Messaggio 31947526)
una domanda ragazzi ma per guidare la macchina? premetto che il mio è il destro e sono passati 35 giorni dall'operazione.....

Il mio ortopedico mi diceva che dopo 3 settimane dall'operazione avrei potuto riprendere una vita normale (facendo un lavoro sedentario....)

Però per la guida molti consigliano circa 45 giorni.
Essendo il ginocchio destro quello del freno.... una frenata improvvisa potrebbe essere pericolosa, oltre che (io sono stato operato con g+s) la mancanza del tendine rendeva le risposte della gamba più lente, e nella guida un ritardo di un secondo nella frenata.... può avere conseguenze disastrose.

danilob 13-05-2010 16:49

Ma infatti per questo mi ha detto il mio dottore di poter guidare dopo 2 mesi,vorra dire che aspetterò altre tre settimane però che palle...:muro:

danilob 13-05-2010 16:54

Poi cmq ho sempre un pò di paura che si possa rompere il neo-legamento,forse è una mia fissazione, cmq sapete cosa nn bisogna assolutamente fare dopo 6 settimane dall'intervento?

danilob 13-05-2010 17:01

fazzu 10 mila euro mi sembrano tanti ma perchè nn giri e trovi magari uno bravo che costi meno, fai presente che io ho trovato un ortopedico specializzato in traumatologia dello sport che si specializzato in francia a lione dove dicono sono i migliori e l'operazione l'ho fatta in convenzione con la lista d'attesa, se no voleva privatamente 3500 euro ed è molto bravo e rinomato figurati che quando mi sono operato io ha fatto in un giorno 14 interventi ha finito alle 9 di sera.....chi cerca trova

sKi_54 13-05-2010 17:50

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 31961101)
Ho chiesto a un collega:all'incirca intorno ai diecimila euro.Considera che lì avrai il vantaggio della palestra per fisioterapia interna,a stretto contatto con chi ti ha operato quindi,ma naturalmente quella si paga a parte.:read:

Scusate, ma perchè non vi operate col SSN ? Quali problemi ci sono?
Io mi sono operato al CTO di Torino senza spendere un centesimo (due mesi dalla prenotazione) e sono stato soddisfattissimo della professionalità, dal trattamento e, soprattutto, dall'esito dell'intervento.
Ci lamentiamo sempre della sanità, fino a dare per scontato che in cliniche private sia immensamente meglio, ma non credo che sia sempre vero.
Come qualcuno ha detto. non siamo tutti Totti (ed è molto meglio così, visto come si comporta in campo!)...

fazzu88 13-05-2010 18:18

beh..era solo un sondaggio per vedere quale sacrificio economico conportava farsi operare da qualcuno di (relativamente) sicuro affidamento come mariani(che penso cmq resti tra i migliori nel campo a livello europeo),per valutare l'ipotesi,senza per qst voler dire che non ci siano altri ortopedici capaci di risolvermi il problema..
Gli ortopedici che ho consultato fino ad ora non mi hanno convinto,e ciò,unito al raffrontarmi con gente che ha avuto diversi problemi (nel lungo periodo) legati all'intervento subito mi stanno facendo valutare molto bene e con molta apprensione la scelta dell'ortopedico cui affidarmi.. Credo sia giusto valutare tutte le strade e confrontarle per poi prendere una decisione..
Ciò rpemesso spero di non dover cacciare nemmeno un euro per l'intervento

alex642002 13-05-2010 20:55

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31962383)
Scusate, ma perchè non vi operate col SSN ? Quali problemi ci sono?
Io mi sono operato al CTO di Torino senza spendere un centesimo (due mesi dalla prenotazione) e sono stato soddisfattissimo della professionalità, dal trattamento e, soprattutto, dall'esito dell'intervento.
Ci lamentiamo sempre della sanità, fino a dare per scontato che in cliniche private sia immensamente meglio, ma non credo che sia sempre vero.
Come qualcuno ha detto. non siamo tutti Totti (ed è molto meglio così, visto come si comporta in campo!)...

Io mi sono operato privatamente (alla Mater Dei,altra ottima struttura)perchè ho un'assicurazione che mi ha coperto tutte le spese:altrimenti non credo proprio l'avrei fatto.Nel SSN ti operano bene ugualmente secondo me,ma il principale svantaggio sono spesso le lunghe liste di attesa.Da non trascurare poi l'aspetto psicologico,di come talvolta si è trattati.Ma questa è una cosa secondaria comunque.
NOn toccarmi Totti!!!:ncomment: ;)

Stefano Landau 13-05-2010 23:41

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31962383)
Scusate, ma perchè non vi operate col SSN ? Quali problemi ci sono?
Io mi sono operato al CTO di Torino senza spendere un centesimo (due mesi dalla prenotazione) e sono stato soddisfattissimo della professionalità, dal trattamento e, soprattutto, dall'esito dell'intervento.
Ci lamentiamo sempre della sanità, fino a dare per scontato che in cliniche private sia immensamente meglio, ma non credo che sia sempre vero.
Come qualcuno ha detto. non siamo tutti Totti (ed è molto meglio così, visto come si comporta in campo!)...

Io ho un'assicurazione (fatta dalla ditta per la quale lavoro) che mi ha rimborsato tutte o quasi le spese sostenute.
Ho cercato tramite più fonti il migliore su Milano (essendo di Milano) e dato che in un po' di persone scollegate tra di loro mi hanno consigliato Schonhuber sono andato a farmi visitare da lui e quindi mi sono fatto operare da Lui.
Essendo famoso però la lista d'attesa è lunga.
Con il SSN avrei dovuto aspettare un anno. Così ho aspettato 20 giorni.
Ovvio che sentendo quello si sente sulla sanità Italiana uno cerca il meglio.
Poi magari si va qualcuno molto in gamba ma che non è ancora famoso.
E' ovvio che senza assicurazione avrei dovuto aspettare un anno in lista d'attesa con il rischio di altre distorsioni e quindi di provocare altri danni al ginocchio! Ma certo gli oltre 17.000 € non li avrei spesi. Solo che adesso a 14 mesi dall'intervento sto molto meglio di prima di rompere il legamento. Altrimenti probabilmente mi avrebbero appena operato e starei facendo ancora fisioterapia. In pratica ho guadagnato un anno di vita "Sportiva" che mi sarei perso.

gomma2408 14-05-2010 07:45

Il costo dell'operazione dipende anche dai materiali che usano, soprattutto per le viti ad interferenza. Il mio ortopedico mi speigava che ci sono viti da 100/150 euro l'una e viti da 500/600 euro.... le più costose sono le più recenti con materiali che interferiscono molto meno con l'organismo, creando da subito una perfetta integrazione ossea, l'organismo neanche se ne accorge che ha un corpo estraneo.
Infatti il corpo umano è predisposto a tentare di "espellere" ciò che non riconosce. Ovvio che oggigiorno tutti i sistemi di fissaggio del legamento non presentano (a parte rarissimi casi ed in compresenza di altri fattori predisponenti come concause) problemi di rigetto o rifiuto.
Però fatto sta che una operazione è diversa dall'altra (anche nel costo ) anche per questi fattori strettamente "tecnici".....

Il mio ortopedico avrebbe operato anche privatamente nella stessa struttura del SSN in regime di intramoenia. Il costo sarebbe stato all'incirca sui 3.800/4.000 euro. Poteva servire per accorciare le liste di attesa, ma me l'ha sconsigliato perchè comunque mi ha detto che lui tiene DUE liste di attesa a sua discrezione in base alla gravità ed alle necessità del paziente: io mi aspettavo una lista di 7/8 mesi (quella "normale"), mentre mi ha operato dopo 50gg dalla prima visita e considerato che c'era di mezzo il tutte le feste natalizie.... L'accesso alla lista era riservato preticamente a pazienti con ulteriori problemi (avevo il menisco al giro per il ginocchio....) o per la combinazione età/necessità sportive. Io ero al quinto infortunio qindi mi ha fatto .... di corsa!!!!....:D

sKi_54 14-05-2010 09:07

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 31966352)
..........
Con il SSN avrei dovuto aspettare un anno. Così ho aspettato 20 giorni.
Ovvio che sentendo quello si sente sulla sanità Italiana uno cerca il meglio.
....................

Scusa, non volevo innescare polemiche con il mio precedente intervento...
Forse ti è sfuggito, ma ho detto prima che sono stato operato in 60 giorni dalla visita col SSN al CTO di Torino (senza raccomandazioni!).
Considerato che per questo tipo di problemi, la maggior parte qui dentro ha il LCA rotto da vari anni, non mi pare un tempo biblico.

Da considerare che nello stesso periodo ero in lista d'attesa sempre coll SSN alla clinica di Bra (CN) e mi avrebbero operato dopo 25 giorni dalla visita.
Per una serie di incomprensioni, avevo rinunciato a operarmi da quell'ortopedico, che ho poi scoperto essere quotatissimo in quanto nei giorni successivi avrebbe poi operato per lo stesso problema Stefania Belmondo che, in quanto a possibilità di scegliere cliniche private, ne avrebbe avuto quante Totti.

alex642002 14-05-2010 09:15

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31967948)
Scusa, non volevo innescare polemiche con il mio precedente intervento...
Forse ti è sfuggito, ma ho detto prima che sono stato operato in 60 giorni dalla visita col SSN al CTO di Torino (senza raccomandazioni!).
Considerato che per questo tipo di problemi, la maggior parte qui dentro ha il LCA rotto da vari anni, non mi pare un tempo biblico.

Da considerare che nello stesso periodo ero in lista d'attesa sempre coll SSN alla clinica di Bra (CN) e mi avrebbero operato dopo 25 giorni dalla visita.
Per una serie di incomprensioni, avevo rinunciato a operarmi da quell'ortopedico, che ho poi scoperto essere quotatissimo in quanto nei giorni successivi avrebbe poi operato per lo stesso problema Stefania Belmondo che, in quanto a possibilità di scegliere cliniche private, ne avrebbe avuto quante Totti.

Dipende dalla zona in cui ci si trova.Nella tua c'è un ottimo SSN,conosco il Piemonte.Ma ci sono zone,specie al sud,dove bisogna aspettare mesi per una RMN,figurati per un intervento:read:

Delfino81 14-05-2010 09:39

danilo come si chiama il tuo prof?

x fazzu villa stuart 200 la visita da mariani, 150 dall'assistente, se ti vuoi operare dai 10.000 in su...e a me hannop dato l'impressionecyhe se non sei un calciatore nn ti si cagano tanto! :D

Stefano Landau 14-05-2010 10:56

Quote:

Originariamente inviato da sKi_54 (Messaggio 31967948)
Scusa, non volevo innescare polemiche con il mio precedente intervento...
Forse ti è sfuggito, ma ho detto prima che sono stato operato in 60 giorni dalla visita col SSN al CTO di Torino (senza raccomandazioni!).
Considerato che per questo tipo di problemi, la maggior parte qui dentro ha il LCA rotto da vari anni, non mi pare un tempo biblico.

Da considerare che nello stesso periodo ero in lista d'attesa sempre coll SSN alla clinica di Bra (CN) e mi avrebbero operato dopo 25 giorni dalla visita.
Per una serie di incomprensioni, avevo rinunciato a operarmi da quell'ortopedico, che ho poi scoperto essere quotatissimo in quanto nei giorni successivi avrebbe poi operato per lo stesso problema Stefania Belmondo che, in quanto a possibilità di scegliere cliniche private, ne avrebbe avuto quante Totti.

Ho letto, solo che quando mi hanno prospettato 7 mesi di lista d'attesa...... mi sono sembrati troppi, per me davvero un'eternità.

Già mi è sembrata eccessiva (dovuta alle lungaggini del SSN) l'attesa dal 31 dicembre (quando ho rotto il legamento) al 16 marzo (data dell'operazione).
Non mi sentivo sicuro.
Sapere che avevo il legamento rotto e che quindi da un momento all'altro scendendo per esempio le scale il ginocchio poteva cedere di nuovo provocando altri danni, il non poter correre, il non poter fare tantissime cose che facevo, mi ha convinto ad accelerare i tempi il più possibile.

Fare un anno completamente "Bloccato" al solo camminare in piano non mi andava per nulla.
(Per esempio avevo appena preso il brevetto da SUB e con l'LCA rotto non mi sembrava saggio camminare sulla spiaggia con 30 KG di attrezzatura addosso......)

Molti si sono arrischiati a fare tutto anche con il legamento rotto. Io non avevo la preparazione muscolare per farlo..... e su certe cose tendo ad essere molto prudente, per cui tendo ad evitare alcune attività se so che possono portare a rischi e complicazioni non controllabili.

danilob 14-05-2010 12:09

Il dottore si chiama Giovanni Madonia

fede09 16-05-2010 08:54

salve a tutti,
sfortunatamente sn entrato anch'io a far parte di questa cerchia, che vedo abbastanza grande...:).
volevo chiedere qualche consiglio a riguardo del mio ginocchio dx...mi sn "rotto", giocando a calcio il 19 aprile, LCA e MI...il giorno 11 maggio mi sn fatto operare, LCA con semitendinoso,placca in titanio e vite, Menisco interno rimosso il 40% e poi ha tolto anche il 20% di quello esterno perchè era rovinato...nel lasso di tempo tra operaz e incidente ho camminato con stampelle, piegavo il ginocchio da 10° a 60° max e nn potevo distenderlo completamente,poi ho fatto della ginnastica isometrica per mantenere un po' di tono muscolare,infatti quando l'ortopedico mi ha misurato il muscolo, 5 gg prima dell'interv e 16 gg dopo l'incidente, avevo una diminuzione di 3 cm di circonf...ora sn 5 gg dall'intervento e ho questa situazione:
- piego la gamba da 0° a 60° (ah dimenticavo, nn ho tutore e nn ho fatto kinetec, ho sl la calza "antitrombo" e bendaggio) da seduto e 0°-30° da sdraiato, sollevando il gin con tallone poggiato a letto;
- nn riesco a fare esercizi isometrici, in quanto il quadricipite femorale nn ne vuole saper di contrarsi, ci provo ma nn risponde...:(
- sento fastidio dietro la coscia quando mi siedo...
- deambulo con stampelle caricando leggermente il piede e, sinceramente, nn sento tanto fastidio solo debolezza e difficolta :) però ammetto che mi muovo poco...
- ultimo quando mi alzo sento l'afflusso di sangue che mi da un fastidio bestia!!!:)

il giorno della dimissione l'ortopedico mi ha detto di fare questi esercizi, poi ho parlato con il fiosioterapista e mi ha detto che martedi 18 iniziamo con la riabilitazione, domani ho la visita di controllo...:) speriamo bene!!
volevo sapere se era tutto nella norma...grazie a tutti e scusate per il racconto della mia storia, cmq spero che magari serva a qualcuno, spero a nessuno perchè almeno significa che nessuno si è fatto male :)...per qualsiasi domanda, consiglio che mi volete dare :) o altro contattemi anche in privato...

ciao a tutti, vi terrò aggiornati, a presto...:)

danilob 16-05-2010 11:43

Ciao Fede,
Da quello che ho letto tutto nella norma, l'unico consiglio che ti posso dare e di impegnarti negli esercizi anche se all'inizio sono difficili da eseguire.... in bocca al lupo....


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:26.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.