Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 13-04-2009 22:50

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27074918)
Oggi a quasi 4 settimane esatte dall'operazione ho provato a fare una "Passeggiata" (comunque poche centinaia di metri) sotto casa.
Era dal 1 aprile che giravo con una sola stampella, e da qualche giorno ogni tanto camminavo senza stampelle, ma solo in casa (letto scrivania, tragitti di pochi metri)
Oggi sono sceso invece in strada (con la stampella per sicurezza, per i gradini ecc) ma poi non l'ho quasi usata (per prudenza l'ho utilizzata per sendere dal marciapiede.....).
Mio padre che è sceso con me mi ha detto che non zoppicavo nemmeno sembrava camminassi normalmente ..... :D
In effetti mi sento il ginocchio ancora molto legato, gommoso e lento..... però almeno non ho più quell'andatura altalenante che avevo fino a fine febbraio (ho zoppicato per due mesi quando ho rotto il legamento).

Domani ho la visita di controllo dall'ortopedico che mi ha operato e vediamo che mi dice su come vanno le cose........

Ho sempre qualche difficoltà a piegare la gamba stando in piedi in quanto ho ancora poca forza nei flessori della gamba (operato con G+S), ma anche per quello mi hanno detto che la zona dietro il ginocchio rimane infiammata anche per 45 giorni, e fino a quel momento si fa molta più fatica (unito al fatto che comunque mancando un tendine...... devo imparare a far lavorare altri muscoli.)

Ciao Stefano,passata anche tu una buona Pasqua spero..Mi sembra di rivedermi nel leggerti:io ho lasciato le stampelle 3 mesi fa e se penso a quello che ero allora e al fatto che oggi ho corso per mezz'ora..questo ti fa capire i progressi che si fanno!

mitzy 14-04-2009 09:33

RIABILITAZIONE IN ACQUA TERMALE
 
Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27074970)
Ciao,Mitzy:passata una buona Pasqua?Hai visto?E tu che ti preoccupavi..vedrai i progressi ora..Ma come mai le terme?Io per il collaterale ho portato solo le stampelle..

Perché mi sono documentata e ho appreso che se fai esercizi in acqua, visto che non c'é forza di gravità, si può 'osare di +' nel senso che sentendo meno dolore si può 'osare di +'. Se poi li fai in acqua termale sfrutti anche alcune mega proprietà di tali acque, come quella analgesica per esempio + altre che non so dirti oltre al fatto che l'acqua é calda e puoi starci + tempo. Ripeto: associo gli esercizi in acqua a quelli fuori dall'acqua che mi sta facendo fare la fisioterapista dell'ospedale (contrazioni ecc.) e ti garantisco che sto migliorando a vista d'occhio: anche questa mattina, appena sveglia, l'estensione era da sé quasi completa e in flessione raggiungevo tranquillamente i 110°, cosa che fino all'altro giorno, prima di iniziare a fare gli esercizi nell'acqua termale, raggiungevo solo dopo avere fatto i soliti esercizi fuori d'acqua. In Italia vari centri termali hanno fisioterapisti preparati per questo genere di riabilitazione.
Per il mio collaterale, in quanto rotto (distorsione di 4° grado), sono stata ingessata 30 giorni ed ho portato il tutore lungo per altri 30, sempre non appoggiando la gamba ed utilizzando 2 stampelle. Da 2 settimane giro con una ed ho iniziato a caricare. Quindi facevo molta fatica all'inizio a fare gli esercizi.
Tutto qui.
Sono davvero MOLTO soddisfatta :D
A presto!!!!!

Stefano Landau 14-04-2009 10:58

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27075035)
Ciao Stefano,passata anche tu una buona Pasqua spero..Mi sembra di rivedermi nel leggerti:io ho lasciato le stampelle 3 mesi fa e se penso a quello che ero allora e al fatto che oggi ho corso per mezz'ora..questo ti fa capire i progressi che si fanno!

La Pasqua l'ho passata abbastanza bene, grazie... un po' a dieta, dato che ero reduce dall'influenza, ma meglio così che ho perso 2 kg (essendo leggermente sovrappeso non fa mai male......)

Difficilmente penso di poter arrivare a correre per mezz'ora di fila tra 3 mesi....... anche perchè non ci riuscivo nemmeno prima di rompermi il legamento :) .
In palestra sul Tapis-roulant (non so come si scrive) quando provavo a correre un po' dopo 2 o 3 minuti la macchina di diceva di rallentare per battito cardiaco troppo elevato.
Quando corro di solito (anche a velocità molto basse tipo 5 o 6 km/h nelle quali si può anche camminare velocemente) nel giro di 3 o 4 minuti le pulsazioni salgono molto velocemente fino a 180 pulsazioni al minuti stabilizzandosi poi a 190-200 .... (anche un periodo che insistevo...... sono arrivato a correre anche 30 minuti di cui gli ultimi 25 con le pulsazioni a 190.........)
Se poi arrivassi a fare mezz'ora di corsa....... vuol dire che con la riabilitazione mi sono messo molto più in forma rispetto a quando avevo il ginocchio sano! :D

gomma2408 14-04-2009 14:48

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27077205)
Perché mi sono documentata e ho appreso che se fai esercizi in acqua, visto che non c'é forza di gravità, si può 'osare di +' nel senso che sentendo meno dolore si può 'osare di +'. Se poi li fai in acqua termale sfrutti anche alcune mega proprietà di tali acque, come quella analgesica per esempio + altre che non so dirti oltre al fatto che l'acqua é calda e puoi starci + tempo. Ripeto: associo gli esercizi in acqua a quelli fuori dall'acqua che mi sta facendo fare la fisioterapista dell'ospedale (contrazioni ecc.) e ti garantisco che sto migliorando a vista d'occhio: anche questa mattina, appena sveglia, l'estensione era da sé quasi completa e in flessione raggiungevo tranquillamente i 110°, cosa che fino all'altro giorno, prima di iniziare a fare gli esercizi nell'acqua termale, raggiungevo solo dopo avere fatto i soliti esercizi fuori d'acqua. In Italia vari centri termali hanno fisioterapisti preparati per questo genere di riabilitazione.
Per il mio collaterale, in quanto rotto (distorsione di 4° grado), sono stata ingessata 30 giorni ed ho portato il tutore lungo per altri 30, sempre non appoggiando la gamba ed utilizzando 2 stampelle. Da 2 settimane giro con una ed ho iniziato a caricare. Quindi facevo molta fatica all'inizio a fare gli esercizi.
Tutto qui.
Sono davvero MOLTO soddisfatta :D
A presto!!!!!

ti quoto perchè anche io ho effettuato la riabilitazione in un centro specializzato all'interno di una struttura termale..... il vantaggio di avere le terme a casa...., distano da me solo 5 Km.... :D ; in effetti la piscina aiuta parecchio, anche se nel mio caso poi è finito che l'ho fatta "poco" (oddio, due volte a sett x 2 mesi....) perchè ho avuto, come ho avuto occasione già di dire, una complicazione a 2 mesi e mezzo con gonfiore del ginocchio come dopo operato, così all'improvviso (oddio, venivo da una sett con cyclette a livello 8 di 12 x 10min + leg-press a 200 kg... sbagliando, come ho detto, perchè dovevo fare meno kg ma più escursione....), sono andato in piscina pe fare movimenti + "blandi" ma l'acqua calda della stessa ha peggiorato il tutto..... lo stesso giorno ho fatto i percorsi vascolari nelle vasche fredda/calda e mi è sgonfiato di molto... e poi in 5 gg mi è passato tutto x fortuna!!!
ciao, e.... che soddisfazione quando si vedono i progressi così evidenti, vero??? ;)

joyt73 14-04-2009 18:49

Avete passata tutti una buona Pasqua ???
Mi fi fà tanto piacere leggere i vostri progressi.

Mitzy continua la terapia in piscina questo ti aiuta moltissimo, fai esercizi che fuori dall'acqua faresti circa dopo 3-4 mesi. Io ho iniziato la piscina dopo 25gg dall'intervento e dopo un mese di piscina facevo spostamenti laterali, cambi di direzione, camminavo all'indietro, tante volte perdevo l'equilibrio ma alla fine sei in acqua e ti lasci cadere senza fare nessuna resistenza. Adesso che sono a 4mesi dall'intervento faccio anche la rana, sempre senza forzare, nessun tipo di fastidio.

Bravo Stefano, continua così. Figurati che io adesso riesco a stare in equilibrio più con la gamba operata che con quella sana. Dopo 4 mesi ho ancora una vistosa diffarenza fra le due cosce. Ma sia il mio istruttore in piscina che quello in palestra mi rassicurano e mi fanno i complimenti su come prosegue il mio cammino riabilitativo, in settimana andrò a visita dall'ortopedico che mi ha operato, che non vedo da più di un mese, spero che anche lui mi dica le stesse cose.

No dimenticate che , a parte qualche caso sporadico, dipende da noi tornare meglio di prima.

joyt73 14-04-2009 18:57

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27081991)
... come ho avuto occasione già di dire, una complicazione a 2 mesi e mezzo con gonfiore del ginocchio come dopo operato, così all'improvviso (oddio, venivo da una sett con cyclette a livello 8 di 12 x 10min + leg-press a 200 kg... sbagliando, come ho detto, perchè dovevo fare meno kg ma più escursione....), ..........

Ciao gomma2408, alla fine per la Leg-press dipende molto dal tipo di macchina con la quale fai gli esercizi. Non ricordo male, in un vecchio post io diveco di fare 80kg con la leg-press ed a te sembravano pochi, se avessi forzato i tempi adesso avrei superato i 100kg, ma sin ad oggi non stò riscontrando nessun tipo di disturbo, meglio pochi e fatti bene.

Per gli altri esercizi ci sbagliamo di circa 10kg

mitzy 14-04-2009 20:31

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27081991)
ti quoto perchè anche io ho effettuato la riabilitazione in un centro specializzato all'interno di una struttura termale..... il vantaggio di avere le terme a casa...., distano da me solo 5 Km.... :D ; in effetti la piscina aiuta parecchio, anche se nel mio caso poi è finito che l'ho fatta "poco" (oddio, due volte a sett x 2 mesi....) perchè ho avuto, come ho avuto occasione già di dire, una complicazione a 2 mesi e mezzo con gonfiore del ginocchio come dopo operato, così all'improvviso (oddio, venivo da una sett con cyclette a livello 8 di 12 x 10min + leg-press a 200 kg... sbagliando, come ho detto, perchè dovevo fare meno kg ma più escursione....), sono andato in piscina pe fare movimenti + "blandi" ma l'acqua calda della stessa ha peggiorato il tutto..... lo stesso giorno ho fatto i percorsi vascolari nelle vasche fredda/calda e mi è sgonfiato di molto... e poi in 5 gg mi è passato tutto x fortuna!!!
ciao, e.... che soddisfazione quando si vedono i progressi così evidenti, vero??? ;)

Le 'mie' terme sono a 40 minuti da dove abito.
Si, mega soddisfazione!!!!! e le vasche caldo-freddo sono fantastiche!:asd:

mitzy 14-04-2009 20:33

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27085437)
Avete passata tutti una buona Pasqua ???
Mi fi fà tanto piacere leggere i vostri progressi.

Mitzy continua la terapia in piscina questo ti aiuta moltissimo, fai esercizi che fuori dall'acqua faresti circa dopo 3-4 mesi. Io ho iniziato la piscina dopo 25gg dall'intervento e dopo un mese di piscina facevo spostamenti laterali, cambi di direzione, camminavo all'indietro, tante volte perdevo l'equilibrio ma alla fine sei in acqua e ti lasci cadere senza fare nessuna resistenza. Adesso che sono a 4mesi dall'intervento faccio anche la rana, sempre senza forzare, nessun tipo di fastidio.

Bravo Stefano, continua così. Figurati che io adesso riesco a stare in equilibrio più con la gamba operata che con quella sana. Dopo 4 mesi ho ancora una vistosa diffarenza fra le due cosce. Ma sia il mio istruttore in piscina che quello in palestra mi rassicurano e mi fanno i complimenti su come prosegue il mio cammino riabilitativo, in settimana andrò a visita dall'ortopedico che mi ha operato, che non vedo da più di un mese, spero che anche lui mi dica le stesse cose.

No dimenticate che , a parte qualche caso sporadico, dipende da noi tornare meglio di prima.

Ben detto Joyt73!!!!! E che le nostre esperienze possano servire a chi (purtroppo) ne avrà sicuramente bisogno in futuro.

@lessandro 14-04-2009 20:38

Io son ancora l'unico sfigato che esserndomi operato con il rotuleo, a distanza di 15 giorni dall'operazione ancora non lo appoggio a terra ed è ancora gonfio...ed in punti me li tolgono il 20 aprile :asd:

Per chi ha 1 pò più di esperienza, quanto ci vorrà più o meno perchè possa tornare a camminare con una stampella sola...??:stordita: Ricordatevi che mi son operato con il rotuleo...:fagiano:

mitzy 14-04-2009 20:44

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27086858)
Io son ancora l'unico sfigato che esserndomi operato con il rotuleo, a distanza di 15 giorni dall'operazione ancora non lo appoggio a terra ed è ancora gonfio...ed in punti me li tolgono il 20 aprile :asd:

Per chi ha 1 pò più di esperienza, quanto ci vorrà più o meno perchè possa tornare a camminare con una stampella sola...??:stordita: Ricordatevi che mi son operato con il rotuleo...:fagiano:

Mi spiace davvero. Non essendomi stato ancora ricostruito il crociato anteriore, non so che dirti.
Posso solo dirti che io per il collaterale mediale mi sono fatta 60 giorni di stampelle senza appoggio o con appoggio simulato (gli ultimi 20 giorni) e che ora giro ancora con una stampella a 90 giorni dall'evento.
Ci vuole sicuramente tempo. Io all'inizio mi aiutavo con i massaggi drenanti per favorire lo sgonfiamento. Ma nel tuo caso, con ferite e punti vari penso non si possa fare.
Se ti fidi del tuo specialista, rispetta i tempi che ti prospetta. Io ho fatto così e ne sono contenta, nonostante le varie teorie + o - 'aggressive' che esistono. Auguri di pronta guarigione! :)

@lessandro 14-04-2009 20:50

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27086948)
Mi spiace davvero. Non essendomi stato ancora ricostruito il crociato anteriore, non so che dirti.
Posso solo dirti che io per il collaterale mediale mi sono fatta 60 giorni di stampelle senza appoggio o con appoggio simulato (gli ultimi 20 giorni) e che ora giro ancora con una stampella a 90 giorni dall'evento.
Ci vuole sicuramente tempo. Io all'inizio mi aiutavo con i massaggi drenanti per favorire lo sgonfiamento. Ma nel tuo caso, con ferite e punti vari penso non si possa fare.
Se ti fidi del tuo specialista, rispetta i tempi che ti prospetta. Io ho fatto così e ne sono contenta, nonostante le varie teorie + o - 'aggressive' che esistono. Auguri di pronta guarigione! :)

Grazie 1000 per gli auguri :) :fagiano:

Stefano Landau 14-04-2009 22:06

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27086807)
Ben detto Joyt73!!!!! E che le nostre esperienze possano servire a chi (purtroppo) ne avrà sicuramente bisogno in futuro.

In effetti io la prima decisione di operarmi l'ho presa grazie a quanto letto sul forum.
Poi quando il chirurgo ha detto che l'operazione era necessaria non ho avuto il minimo dubbio.
La cosa migliore del forum è stata che sono arrivato all'intervento preparato a quello che mi sarebbe capitato di li a poco e senza dubbi o paure.
Psicologicamente mi sono preparato per i casi peggiori, così che quando le cose sono andate meglio nel previsto....... alla fine mi è sembrato tutto (almeno per ora) abbastanza facile e per fortuna meno doloroso del previsto.
E tutto questo grazie al forum ed ai messaggi di tutti voi che comunque alla fine danno tranquillità.

Alessandro, appena posso proverò a sentire un mio amico che è stato operato con il rotuleo 10 anni fa e vedo cosa mi racconta del primo periodo.
Se non ricordo male lui aveva dovuto affittare il kinetek anche a casa per il primo periodo però altri dettagli non li ricordo.
Quello che so è che ora è qualche anno che ha ripreso a giocare a calcetto con gli amici (il legamento l'aveva rotto a calcetto)
In bocca a lupo per la ripresa!

@lessandro 14-04-2009 22:10

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27088097)

Alessandro, appena posso proverò a sentire un mio amico che è stato operato con il rotuleo 10 anni fa e vedo cosa mi racconta del primo periodo.
Se non ricordo male lui aveva dovuto affittare il kinetek anche a casa per il primo periodo però altri dettagli non li ricordo.
Quello che so è che ora è qualche anno che ha ripreso a giocare a calcetto con gli amici (il legamento l'aveva rotto a calcetto)
In bocca a lupo per la ripresa!

Grazie 1000 :D

Anche se 10 anni son tanti in chirurgia, un parere in più non fa mai male :D

A me non hanno dato nessun tutore da portare....:fagiano:

giadachi 15-04-2009 00:24

ciao a tutti....
purtroppo ho iniziato a leggere questo forum da qualche giorno...
dopo l'infortunio del 1' aprile quando durante una partita di basket da sola in contropiede mi sono impuntata e ho preso una distorsione al ginocchio...
li per li non è sembrato nulla di grave il crak interno l'ho sentito ma il dolore è stato minimo e ho continuato a camminare...
comunque in breve nei gg seguenti dopo varie visite e risonanze varie...il crociato anteriore è rotto :muro:
oggi cammino benino con un piccolo tutore anche se ho un dolore insistente al collaterale che mi dicono sia un pò infiammato

Ora....vi chiedo un aiuto...io sono di roma....da chi andare per l'operazione?non ho prorio idea
Ho l'assicurazione a copertura totale quindi preferirei una clinica privata....

grazie a tutti
anche se alcuni post mi hanno terrorizzata :cry:

joyt73 15-04-2009 01:06

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27086858)
Io son ancora l'unico sfigato che esserndomi operato con il rotuleo, a distanza di 15 giorni dall'operazione ancora non lo appoggio a terra ed è ancora gonfio...ed in punti me li tolgono il 20 aprile :asd:

Per chi ha 1 pò più di esperienza, quanto ci vorrà più o meno perchè possa tornare a camminare con una stampella sola...??:stordita: Ricordatevi che mi son operato con il rotuleo...:fagiano:

Ciao @lessandro, io ho un'amico che si è operato al crociato circa 2 o 3 anni fà, ero presente alla sua rottura, campo di calcetto sulla lenea di centro campo tende a girarsi, lui racconta come se qualcuno gli avesse tenuto lal caviglia, e con il resto del corpo si è girato un urlo, si è operato dopo 6mesi perchè si era rotto anche il piatto tibiale. Operato ad Udine, non conosco il nome del prof., tornato dopo 10 giorni con una fasciatura e stampelle, io sorpreso per la mancanza del tutore a protezione del ginocchio. Ha fatto riabilitazione presso un centro di FKT qui a Milazzo, non so il percoso iniziale, non appena lo sento gli chiederò. Ad ogni modo adesso gioca a calcetto una volta a settimana, senza perticolari problemi.

joyt73 15-04-2009 01:43

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27089564)
ciao a tutti....
purtroppo ho iniziato a leggere questo forum da qualche giorno...
dopo l'infortunio del 1' aprile quando durante una partita di basket da sola in contropiede mi sono impuntata e ho preso una distorsione al ginocchio...
li per li non è sembrato nulla di grave il crak interno l'ho sentito ma il dolore è stato minimo e ho continuato a camminare...
comunque in breve nei gg seguenti dopo varie visite e risonanze varie...il crociato anteriore è rotto :muro:
oggi cammino benino con un piccolo tutore anche se ho un dolore insistente al collaterale che mi dicono sia un pò infiammato

Ora....vi chiedo un aiuto...io sono di roma....da chi andare per l'operazione?non ho prorio idea
Ho l'assicurazione a copertura totale quindi preferirei una clinica privata....

grazie a tutti
anche se alcuni post mi hanno terrorizzata :cry:

Innanzi tutto stai tranquilla. perchè dici di essere terrorizzata ??
Se non ricordo male uno dei sfortunati del nostro club è stato operato dal prof. Mariani o dalla sua equipe presso la Casa di Cura Villa Stuart, lo stesso che ha operato Totti.

gomma2408 15-04-2009 08:58

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27089995)
Innanzi tutto stai tranquilla. perchè dici di essere terrorizzata ??
Se non ricordo male uno dei sfortunati del nostro club è stato operato dal prof. Mariani o dalla sua equipe presso la Casa di Cura Villa Stuart, lo stesso che ha operato Totti.

quoto, Mariani è uno dei due/tre migliori (almeno a livello di fama ed esperienza) a quanto conosco almeno in italia....

@ <Giadachi>:
un mio amico si è operato da lui, lui non ha preconcetti riguardo alla tecnica da usare, di solito alle donne consigliano tutti il s+g anche per questioni estetiche.... lui opera in tutti e due i modi... sarà sicuramente costosa l'operazione ma se l'assicurazione rimborsa tutto... non avere dubbi e vai da lui.

Stefano Landau 15-04-2009 09:15

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27089564)
ciao a tutti....
purtroppo ho iniziato a leggere questo forum da qualche giorno...
dopo l'infortunio del 1' aprile quando durante una partita di basket da sola in contropiede mi sono impuntata e ho preso una distorsione al ginocchio...
li per li non è sembrato nulla di grave il crak interno l'ho sentito ma il dolore è stato minimo e ho continuato a camminare...
comunque in breve nei gg seguenti dopo varie visite e risonanze varie...il crociato anteriore è rotto :muro:
oggi cammino benino con un piccolo tutore anche se ho un dolore insistente al collaterale che mi dicono sia un pò infiammato

Ora....vi chiedo un aiuto...io sono di roma....da chi andare per l'operazione?non ho prorio idea
Ho l'assicurazione a copertura totale quindi preferirei una clinica privata....

grazie a tutti
anche se alcuni post mi hanno terrorizzata :cry:

Benvenuta nel nostro gruppo (anzi malvenuta come si dice da queste parti......).
Ti riporto la mia esperienza :
Il 31 dicembre ho rotto il legamento (con lesione del menisco laterale) sciando.
Ho usato le stampelle per 2 settimane per sicurezza ed ho zoppicato per quasi due mesi (senza utilizzare tutori, solo una ginocchiera elastica).
Il 16 marzo mi hanno operato a Milano a Galeazzi e da ieri cammino senza stampelle e non zoppico praticamente più.
Per ora non ho visto ne tutori ne kinetek. Dal giorno dopo l'operazione piegavo gia il ginocchio a 90 ° (di più non era possibile per il gonfiore) e avevo gia una buona estensione. Sono uscito dall'ospedale camminando con le stampelle (con appoggio parziale della gamba operata) il 18 Marzo.
Dopo 3 settimane dall'operzione ho iniziato la fisioterapia in piscina e questa sera inizio con la palestra.
Forza è solo molto lunga.... ma alla fine in 6 mesi si torna come nuovi...... (almeno questa è l'impressione dopo il primo mese....)
Una cosa importante, nei limiti del possibile, facendoti consigliare fai una buona ginnastica pre-operatoria, se adesso ti fermi completamente perdi tono muscolare, e fai più fatica a riprendere dopo l'operazione, se invece rinforzi la muscolatura prima dell'operazione, arrivi all'operazione in migliori condizioni e dopo la ripresa è molto più facile.

Tieni presente che per ora come percorso mi è sembrato più facile del previsto e non penso di essere uno dei pazienti più facili da questo punto di vista:
Normalmente faccio una vita sedentaria, lavoro come programmatore.... passo il giorno seduto alla scrivania.
In palestra ci vado poco o nulla, (1 o 2 volte al mese di media) faccio solo 4-5 km a piedi tutti i giorni per andare in ufficio (sono a circa 2km dall'ufficio).
Per di più avendo 43 anni il recupero penso sia più lento di una persona di 20 o 30 anni.
In bocca a lupo !!!

alex642002 15-04-2009 14:50

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27089564)
ciao a tutti....
purtroppo ho iniziato a leggere questo forum da qualche giorno...
dopo l'infortunio del 1' aprile quando durante una partita di basket da sola in contropiede mi sono impuntata e ho preso una distorsione al ginocchio...
li per li non è sembrato nulla di grave il crak interno l'ho sentito ma il dolore è stato minimo e ho continuato a camminare...
comunque in breve nei gg seguenti dopo varie visite e risonanze varie...il crociato anteriore è rotto :muro:
oggi cammino benino con un piccolo tutore anche se ho un dolore insistente al collaterale che mi dicono sia un pò infiammato

Ora....vi chiedo un aiuto...io sono di roma....da chi andare per l'operazione?non ho prorio idea
Ho l'assicurazione a copertura totale quindi preferirei una clinica privata....

grazie a tutti
anche se alcuni post mi hanno terrorizzata :cry:

Ciao!Malvenuta anche a te!;)Io sono di Roma:mano:
Perchè ti preoccupi?Leggi bene quel che abbiamo scritto e sarai ottimista:D Un pò di fatica e collaborazione e tutto,a meno di casi particolari,torna come prima.
Allora,ti premetto che il mio parere vale solo parzialmente,in quanto (per ora)mi sono operato solo al menisco e ho fatto rimarginare il legamento collaterale,che avevo lesionato,mentre ho ancora il crociato rotto:il mio,come ancor più quello di Mitzy,è un caso di "triade infausta",anche se di infausto non c'è nulla.Mariani(dicono) è considerato il migliore a Roma,e uno dei migliori in Italia(altrimenti Totti non ci sarebbe andato)e Villa Stuart una delle cliniche più all'avanguardia,anche perchè si ha la possibilità di fare fisioterapia all'interno.I miei colleghi sono andati quasi tutti lì;io invece mi sono operato alla Mater Dei,da un altro chirurgo ortopedico,perchè già ci andavo per altre cose,e anche lì mi sono trovato benissimo.Se vuoi poi ti mando l'indirizzo.Come vedi puoi scegliere,controlla solo prima se la tua assicurazione ha la convenzione con esse:read: e di che tipo.Auguri!

ricorick 15-04-2009 16:09

rieccomi a voi.
ho il pre ricovero il 22 aprile. Si incomincia a fare sul serio..... Non mi vergogno a dire che ho parecchia paura.....:cry:
Ho deciso di farmi operare con la tecnica del rotuleo. Il mio ortopedico mi dice che è più resistente e se ho come prospettiva quella di ritornare a giocare a calcio a livello agonistico (come spero....) è senza dubbio quella consigliabile.
Sapete quanti giorni possono passare più o meno dal prericovero alla data effettiva dell'operazione??

@lessandro 15-04-2009 16:20

Quote:

Originariamente inviato da ricorick (Messaggio 27096951)
rieccomi a voi.
ho il pre ricovero il 22 aprile. Si incomincia a fare sul serio..... Non mi vergogno a dire che ho parecchia paura.....:cry:
Ho deciso di farmi operare con la tecnica del rotuleo. Il mio ortopedico mi dice che è più resistente e se ho come prospettiva quella di ritornare a giocare a calcio a livello agonistico (come spero....) è senza dubbio quella consigliabile.
Sapete quanti giorni possono passare più o meno dal prericovero alla data effettiva dell'operazione??

Ecco un'altro compagno del rotuleo :D
Io sono stato operato il 30 marzo con il rotuleo e...il prericovero diciamo che non l'ho fatto :stordita: .
Sono entrato in clinica la mattina alle 7 e mi hanno operato alle 12 circa...anche perchè non vedo l'utilità di andare qualche giorno prima per un'operazione così "banale" diciamo, non è mica un trapianto di cuore :stordita:

P.S. Ma prericovero che intendi....esami del sangue ed elettrocardiogramma?? :fagiano:
Perchè se è così, io ho fatto l'esame del sangue e l'elettrocardiogramma una settimana prima...

ricorick 15-04-2009 18:12

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27097111)
Ecco un'altro compagno del rotuleo :D
Io sono stato operato il 30 marzo con il rotuleo e...il prericovero diciamo che non l'ho fatto :stordita: .
Sono entrato in clinica la mattina alle 7 e mi hanno operato alle 12 circa...anche perchè non vedo l'utilità di andare qualche giorno prima per un'operazione così "banale" diciamo, non è mica un trapianto di cuore :stordita:

P.S. Ma prericovero che intendi....esami del sangue ed elettrocardiogramma?? :fagiano:
Perchè se è così, io ho fatto l'esame del sangue e l'elettrocardiogramma una settimana prima...

ah guarda io meno tempo rimango in un ospedale meglio sto!!:)
si credo che facciano gli esami di routine, mi hanno detto che mi terranno dentro circa 4/5 ore.

ricorick 15-04-2009 18:29

a proposito @lesssandro, come va a 15 giorni dall'operazione???

Giocando a calcio ho un sacco di esperienze di miei compagni già operati. La maggior parte si è operata con il rotuleo, pochi con il s+g. Credo (ma parlo da profano) che i problemi che stai avendo siano indipendenti dal tipo di operazione scelta. Addirittura un mio amico ha dovuto operarsi allo stesso ginocchio prima con s+g e poi (per forza di cose...) con rotuleo. Mi ha detto che i dolori post intervento sono più o meno gli stessi, qualcosa cambia solo a livello di fisioterapia e di pieno recupero fisico.
Un altro amico che si è operato con s+g mi riferisce che per i primi 15 giorni non ha dormito nè riusciva ad appoggiare il piede, un altro ancora, dopo 15 giorni ha abbandonato una stampella e dopo 20 camminava già da solo.
Credo che le differenze siano dovute a come reagisce il fisico di ciascuno di noi e al livello di soglia del dolore (la mia è molto bassa.......:cry: )

@lessandro 15-04-2009 18:39

Quote:

Originariamente inviato da ricorick (Messaggio 27099007)
a proposito @lesssandro, come va a 15 giorni dall'operazione???

Giocando a calcio ho un sacco di esperienze di miei compagni già operati. La maggior parte si è operata con il rotuleo, pochi con il s+g. Credo (ma parlo da profano) che i problemi che stai avendo siano indipendenti dal tipo di operazione scelta. Addirittura un mio amico ha dovuto operarsi allo stesso ginocchio prima con s+g e poi (per forza di cose...) con rotuleo. Mi ha detto che i dolori post intervento sono più o meno gli stessi, qualcosa cambia solo a livello di fisioterapia e di pieno recupero fisico.
Un altro amico che si è operato con s+g mi riferisce che per i primi 15 giorni non ha dormito nè riusciva ad appoggiare il piede, un altro ancora, dopo 15 giorni ha abbandonato una stampella e dopo 20 camminava già da solo.
Credo che le differenze siano dovute a come reagisce il fisico di ciascuno di noi e al livello di soglia del dolore (la mia è molto bassa.......:cry: )

Beh, ora dopo 15 giorni si può dire che sto benino o quasi...faccio gli esercizi che mi ha assegnato l'ortopedico con una facilità estrema, stando a sedere sul tavolo lasciando andare la gamba, arrivo sugli 85° circa...mentre se la spingo con quella sana, arrivo benissimo ai 90°...però poi torna nella posizione di prima perchè ancora è 1 pò gonfio e c'è i punti :fagiano:

Complessivamente in una settimana la situazione è cambiata notevolmente, tutta la gamba si è sgonfiata dall'ematoma ed il muscolo (quadricipite) è molliccio, sembra quasi un budino....fa proprio cacare :asd:
Il ginocchio ovviamente è ancora 1 pò gonfio, ma facendo esercizi e mettendoci il ghiaccio spero in un'altra settimana di migliorare ancor di più ;)

Io diciamo che son fortunato che non ho la soglia di dolore come mia mamma, altrimenti mi sarei sparato da un pezzo...lei è un qualcosa di assurdo :asd:

Il 20 mi verranno tolti i punti e molto probabilmente inizierei a fare fisioterapia, speriamo bene :fagiano:

Stefano Landau 15-04-2009 23:35

Sono rientrato dalla prima serata di fisioterapia in palestra, direi niente male.
7 minuti di Cyclette (ad un mese dall'intervento) ed un po' di esercizi per potenziare la muscolatura della gamba e dell'interno coscia (alzare la gamba a gamba tesa e piede a martello o piegato di lato verso l'esterno) con un peso (penso 1 o 2 kg) sulla caviglia.
Poi una specie di leg extension in miniatura e qualche flessione su un piccolo gradino. Seguito da un po' di streching.
Venerdì avrò la piscina (seconda volta)

Domani vedo se riesco a tornare a casa a piedi dall'ufficio...... (2 km di strada)
Ad un mese esatto dall'intervento non mi sembra male..........
(Così faccio riposare mio padre che è da gennaio che mi fa da autista personale.......)

joyt73 16-04-2009 00:01

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27103201)
Sono rientrato dalla prima serata di fisioterapia in palestra, direi niente male.
7 minuti di Cyclette (ad un mese dall'intervento) ed un po' di esercizi per potenziare la muscolatura della gamba e dell'interno coscia (alzare la gamba a gamba tesa e piede a martello o piegato di lato verso l'esterno) con un peso (penso 1 o 2 kg) sulla caviglia.
Poi una specie di leg extension in miniatura e qualche flessione su un piccolo gradino. Seguito da un po' di streching.
Venerdì avrò la piscina (seconda volta)

Domani vedo se riesco a tornare a casa a piedi dall'ufficio...... (2 km di strada)
Ad un mese esatto dall'intervento non mi sembra male..........
(Così faccio riposare mio padre che è da gennaio che mi fa da autista personale.......)

:winner: :yeah:
Bravo, l'importante è che stai attento e non ti preoccupare se il gonfiore aumenta (sempre nei limiti), è normale, è dovuto all'affaticamento.

Anche mio padre per un mese è stato il mio autista personale.

giadachi 16-04-2009 01:52

grazie a tutti per il malvenuto;) ...
sono 3 giorni che attendo notizie di mariani che ho contattato tramite l'assicurazione....ma temo che per aspettare mariani si allunghino troppo i tempi...e mi vorrei orerare prima dell'estate(vorrei è una parola grossa)e prima di giugno mese in cui dovrei discutere la tesi...
quindi probabilmente l'opzione mariani verra accantonata

:confused: ho avuto nomi di alcuni medici e vorrei sapere se qualcuno di voi ne ha sentito parlare

-tucciarone
-ferretti
-adriani
-campi

vi ringrazio molto le vostre testimonianze mi sono di grande aiuto...anche se in questo momento mi sento parecchio demoralizzata...sarà perchè mi se mbra gia molto dura e il tutto deve ancora cominciare:muro:

alex642002 16-04-2009 08:36

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27104363)
grazie a tutti per il malvenuto;) ...
sono 3 giorni che attendo notizie di mariani che ho contattato tramite l'assicurazione....ma temo che per aspettare mariani si allunghino troppo i tempi...e mi vorrei orerare prima dell'estate(vorrei è una parola grossa)e prima di giugno mese in cui dovrei discutere la tesi...
quindi probabilmente l'opzione mariani verra accantonata

:confused: ho avuto nomi di alcuni medici e vorrei sapere se qualcuno di voi ne ha sentito parlare

-tucciarone
-ferretti
-adriani
-campi

vi ringrazio molto le vostre testimonianze mi sono di grande aiuto...anche se in questo momento mi sento parecchio demoralizzata...sarà perchè mi se mbra gia molto dura e il tutto deve ancora cominciare:muro:

Io non ne ho mai sentito parlare,ma questo naturalmente non vuol dir nulla.Io sono stato operato dal prof.Laurenza.

gomma2408 16-04-2009 08:48

Quote:

Originariamente inviato da ricorick (Messaggio 27096951)
rieccomi a voi.
ho il pre ricovero il 22 aprile. Si incomincia a fare sul serio..... Non mi vergogno a dire che ho parecchia paura.....:cry:
Ho deciso di farmi operare con la tecnica del rotuleo. Il mio ortopedico mi dice che è più resistente e se ho come prospettiva quella di ritornare a giocare a calcio a livello agonistico (come spero....) è senza dubbio quella consigliabile.
Sapete quanti giorni possono passare più o meno dal prericovero alla data effettiva dell'operazione??

addirittura da più parti a me hanno detto il contrario, o meglio mi hanno precisato che come forza assoluta alla rottura da carico è più resistente il s+g, mentre il rotuleo è più "rigido" e quindi più facilmente controlla il ginocchio tenedolo fermo nei movimenti normali, laddove con il s+g qualche mm di spostamento può essere presente, e quindi in pratica il rotuleo rimane + semplice come tecnica per assicurare la tenuta assoluta del ginocchio nello slittamento anteriore del femore sulla tibia.
Ma la resistenza alla rottura è leggermente inferiore, e documentandomi ho visto che gli studi più famosi confermano ciò, anche se è difficile da dimostrare in modo oggettivo in quanto non si possono fare "prove" sui pazienti....:D e quindi si può dire che le tecniche AD OGGI (perchè diversi anni fa era esattamente vero che il rotuleo era + forte....) sono identiche, variando solo in base al soggetto (dipende infatti anche da che rotuleo e/o s+g uno ha, infatti......) ed alle tecniche di fissaggio....
Come abbiamo detto ampiamente, poi, alcuni post fa, il recupero con rotuleo anche se più difficoltoso nel primo mese e mezzo circa, consente un più tranquillo rientro alle attività agonistiche passati i 5 mesi.... ecco il xchè ancora qualcuno preferisce il rotuleo, liquidando il tutto con la frase "è più resistente", il che taglia corto ma non rende appieno l'idea.... solo che ste cose non le spiegano mai x bene xchè non ci perdono tempo...

Quindi come ben saprai con il rotuleo ti risparmi il fatto di incidere a livello di flessori, scontando un po' di fatica in più per recuperare la flessione completa ma intervenendo solo sul ginocchio anche per il prelievo del tendine, e non nel resto della gamba.... e quindi in base alle proprie preferenze la scelta appare sempre azzeccata, sia che si opti per il rotuleo con per il s+g
:read:

gomma2408 16-04-2009 08:51

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27104363)
grazie a tutti per il malvenuto;) ...

:confused: ho avuto nomi di alcuni medici e vorrei sapere se qualcuno di voi ne ha sentito parlare

...
-campi

vi ringrazio molto le vostre testimonianze mi sono di grande aiuto...anche se in questo momento mi sento parecchio demoralizzata...sarà perchè mi se mbra gia molto dura e il tutto deve ancora cominciare:muro:


mi sembrava che qualche post fa in questa discussione qualcuno avesse fatto questo nome, ma non mi ricordo se solo per un consulto, ma proprio non ricordo altro.... se non l'hai già fatto vai un po' a ritroso nelle pagine... (oltre le 10 pagg indietro comunque!!)
;)

Stefano Landau 16-04-2009 09:11

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27103517)
:winner: :yeah:
Bravo, l'importante è che stai attento e non ti preoccupare se il gonfiore aumenta (sempre nei limiti), è normale, è dovuto all'affaticamento.

Anche mio padre per un mese è stato il mio autista personale.

Infatti questa mattina il ginocchio è un po' più gonfio e quindi lo piego qualcosa di meno, però mi sembra anche di camminare meglio :) . Vediamo come va domani con la piscina......

alfapaola 16-04-2009 09:22

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27104799)
Io non ne ho mai sentito parlare,ma questo naturalmente non vuol dir nulla.Io sono stato operato dal prof.Laurenza.

io sono stata operata all'icot di latina e la scelta era tra tucciarone e todesca. entrambi in zona godono di una certa fama per il ginocchio e per me è stato davvero difficile scegliere. gli altri mai sentiti

mitzy 16-04-2009 21:35

estensione
 
Ciao Ragazzi.
come vi dicevo tempo fa, sono molto soddisfatta dei miglioramenti in flessione, specialmente dopo gli esercizi eseguiti in calde acque termali.... La cosa che mi lascia un po' perplessa é l'estensione, che ancora non é completa e che quando cammino mi dà l'impressione di avere un 'gnoccone' al ginocchio infortunato. Il dolore che sento é localizzato nella parte alta del collaterale mediale, dove si era rotto.
Ricordo che non sono stata ancora operata né al mediale, né al crociato né al menisco, che sono stata ingessata a 35° per 30 giorni, e con tutore lungo per altri 30 senza appoggio. Ora sono al 12° giorno con tutore corto e appoggio controllato con ausilio di una stampella.
Cosa mi potete dire?
ciao e grazie

Stefano Landau 16-04-2009 23:26

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27116211)
Ciao Ragazzi.
come vi dicevo tempo fa, sono molto soddisfatta dei miglioramenti in flessione, specialmente dopo gli esercizi eseguiti in calde acque termali.... La cosa che mi lascia un po' perplessa é l'estensione, che ancora non é completa e che quando cammino mi dà l'impressione di avere un 'gnoccone' al ginocchio infortunato. Il dolore che sento é localizzato nella parte alta del collaterale mediale, dove si era rotto.
Ricordo che non sono stata ancora operata né al mediale, né al crociato né al menisco, che sono stata ingessata a 35° per 30 giorni, e con tutore lungo per altri 30 senza appoggio. Ora sono al 12° giorno con tutore corto e appoggio controllato con ausilio di una stampella.
Cosa mi potete dire?
ciao e grazie

Penso che in questo caso sia meglio sentire cosa dice direttamente l'ortopedico od il fisioterapista.
Il mio ortopedico quando mi ha visto 50 giorni dopo l'infortunio, mi ha detto di sforzarmi a camminare estendendo completamente la gamba(che uno istintivamente tende a tenere leggermente contratta....)
Anche dopo l'operazione la maggior parte degli esercizi vertono proprio a recuperare la piena estensione della gamba, poi guardano anche la flessione, ma quella è meno importante.
Però io mi sono rotto il crociato anteriore e lesionato il corno posteriore del menisco laterale (se ho ben capito) e non mi hanno ne ingessato ne bloccato la gamba.
Sono uscito dal pronto soccorso solo con una benda elastica e delle stampelle che ho preso io per precauzione.
In due settimane poi ho abbandonato le stampelle ed dopo due mesi (seguendo il consiglio dell'ortopedico sulla camminata e facendo alcuni esercizi prescritti anche per prepararmi all'intervento) non zoppicavo quasi più.
Il tuo caso però è molto più complesso. Per via del fatto che ti hanno immobilizzato la gamba che ti ha fatto perdere tono muscolare, e per il fatto che purtroppo il danno nel tuo caso è maggiore.

L'unica cosa che mi sento di consigliarti è compatibilmente con le possibilità di movimento della gamba e facendoti seguire, preparati il meglio possibile prima dell'intervento. Ricorda che migliore è la tua condizione (muscolare) prima dell'intervento, più facile e veloce è il recupero dopo.

Tieni presente che io ho 43 anni, ho sempre fatto una vita molto sedentaria, solo che ho la fortuna di stare a 2km a piedi dal posto di lavoro, per cui faccio 4 o 5 km a piedi tutti i giorni.

Solo il camminare (anche il mese precedente all'intervento), più il fatto che a settembre e novembre avevo fatto qualche giorno di trekking in montagna e gli esercizi che mi ha dato l'ortopedico alla mattina appena sveglio e la sera prima di dormire (non più di 10, 15 minuti per volta) sono stati più che sufficienti per farmi arrivare in ottime condizioni all'intervento.

Forza ed in bocca al lupo.

gomma2408 17-04-2009 08:40

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27117702)
Penso che in questo caso sia meglio sentire cosa dice direttamente l'ortopedico od il fisioterapista.
Il mio ortopedico quando mi ha visto 50 giorni dopo l'infortunio, mi ha detto di sforzarmi a camminare estendendo completamente la gamba(che uno istintivamente tende a tenere leggermente contratta....)
Anche dopo l'operazione la maggior parte degli esercizi vertono proprio a recuperare la piena estensione della gamba, poi guardano anche la flessione, ma quella è meno importante.
Però io mi sono rotto il crociato anteriore e lesionato il corno posteriore del menisco laterale (se ho ben capito) e non mi hanno ne ingessato ne bloccato la gamba.
Sono uscito dal pronto soccorso solo con una benda elastica e delle stampelle che ho preso io per precauzione.
In due settimane poi ho abbandonato le stampelle ed dopo due mesi (seguendo il consiglio dell'ortopedico sulla camminata e facendo alcuni esercizi prescritti anche per prepararmi all'intervento) non zoppicavo quasi più.
Il tuo caso però è molto più complesso. Per via del fatto che ti hanno immobilizzato la gamba che ti ha fatto perdere tono muscolare, e per il fatto che purtroppo il danno nel tuo caso è maggiore.

L'unica cosa che mi sento di consigliarti è compatibilmente con le possibilità di movimento della gamba e facendoti seguire, preparati il meglio possibile prima dell'intervento. Ricorda che migliore è la tua condizione (muscolare) prima dell'intervento, più facile e veloce è il recupero dopo.

Tieni presente che io ho 43 anni, ho sempre fatto una vita molto sedentaria, solo che ho la fortuna di stare a 2km a piedi dal posto di lavoro, per cui faccio 4 o 5 km a piedi tutti i giorni.

Solo il camminare (anche il mese precedente all'intervento), più il fatto che a settembre e novembre avevo fatto qualche giorno di trekking in montagna e gli esercizi che mi ha dato l'ortopedico alla mattina appena sveglio e la sera prima di dormire (non più di 10, 15 minuti per volta) sono stati più che sufficienti per farmi arrivare in ottime condizioni all'intervento.

Forza ed in bocca al lupo.

Mi sento proprio di appoggiare TUTTO quanto scritto e lo quoto appieno.... l'estensione va ricercata per evitare di incorrere in vizi di postura nella semplice camminata, il che (unito poi agli altri problemi anche maggiormente....) potrebbe addirittura portare a dolori alla schiena o altri problemi al ginocchio (vedi cartilagini....) .... ma non ti preoccupare, la completa estensione deve rimanere il tuo primo obiettivo, prima del tono muscolare o la flessione... (che comunque andranno ricercati) ma dopo tanti giorni di ginocchio bloccato e il dolore al collaterale (che fa + male del semplice crociato, che invece una volta passato il gonfiore anche da rotto di per se non da dolore, lo dà il ginocchio se si "muove") è NORMALISSIMO che ti ci voglia un po'.... la costanza (con la c minuscola, eh!! :D ) deve essere la tua migliore amica!!!!
ciaoooo

alex642002 17-04-2009 10:16

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27116211)
Ciao Ragazzi.
come vi dicevo tempo fa, sono molto soddisfatta dei miglioramenti in flessione, specialmente dopo gli esercizi eseguiti in calde acque termali.... La cosa che mi lascia un po' perplessa é l'estensione, che ancora non é completa e che quando cammino mi dà l'impressione di avere un 'gnoccone' al ginocchio infortunato. Il dolore che sento é localizzato nella parte alta del collaterale mediale, dove si era rotto.
Ricordo che non sono stata ancora operata né al mediale, né al crociato né al menisco, che sono stata ingessata a 35° per 30 giorni, e con tutore lungo per altri 30 senza appoggio. Ora sono al 12° giorno con tutore corto e appoggio controllato con ausilio di una stampella.
Cosa mi potete dire?
ciao e grazie

Ciao Mitzy.Accidenti che riabilitazione lunga però:hai combinato proprio un bel pasticcio;)
Io dopo l'operazione al menisco ho portato le stampelle e/o il tutore per circa 35 giorni per il collaterale.All'inizio entrambi(i primi giorni il tutore anche la notte),poi dopo una decina di giorni,tolta la fasciatura,li alternavo:4-5 ore la sera SOLO il tutore,e il resto del giorno SOLO le stampelle.MAI senza nessuna protezione.Gli ultimi 15 giorni se ricordo bene ho buttato via il maledetto tutore.E dopo circa 35 giorni dall'intervento,zoppicando un pò,ho cominciato a camminare.Però FIN DALL'INIZIO ho appoggiato,anche se caricando parzialmente,il piede.L'unico consiglio che ti posso dare,però,è avere PAZIENZA e COSTANZA.
Hai risolto poi per il tutore?

MGianluca 17-04-2009 13:13

Quote:

Originariamente inviato da giadachi (Messaggio 27104363)
grazie a tutti per il malvenuto;) ...
sono 3 giorni che attendo notizie di mariani che ho contattato tramite l'assicurazione....ma temo che per aspettare mariani si allunghino troppo i tempi...e mi vorrei orerare prima dell'estate(vorrei è una parola grossa)e prima di giugno mese in cui dovrei discutere la tesi...
quindi probabilmente l'opzione mariani verra accantonata

:confused: ho avuto nomi di alcuni medici e vorrei sapere se qualcuno di voi ne ha sentito parlare

-tucciarone
-ferretti
-adriani
-campi
vi ringrazio molto le vostre testimonianze mi sono di grande aiuto...anche se in questo momento mi sento parecchio demoralizzata...sarà perchè mi se mbra gia molto dura e il tutto deve ancora cominciare:muro:

Sono io che ho scritto in precedenza del prof. Campi.
Ho fatto la preospedalizzazione venerdì scorso e sono in attesa di essere chiamato, penso non passeranno più di 20 gg.
Campi è uno dei migliori ortopedici di Roma, opera sia privatamente che con SSN al San Giovanni (dove ho scelto di essere operato), mi ha detto che opera esclusivamente usando il rotuleo perchè lo ritiene più resistente. Mi sembra una persona seria e disponibile, forse un pò cara quanto ad onorario per le visite che dovrai necessariamente fare presso il suo studio (cmq in media con i nomi del suo calibro). Fa parte dello staff medico della S.S. Lazio e ne ha operati un bel pò. Se ti occorrono altre info chiedi, prima che vado sotto ai ferri altrimenti ci aggiorniamo quando avrò il ginocchio bionico...

mitzy 17-04-2009 15:12

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27120404)
Ciao Mitzy.Accidenti che riabilitazione lunga però:hai combinato proprio un bel pasticcio;)
Io dopo l'operazione al menisco ho portato le stampelle e/o il tutore per circa 35 giorni per il collaterale.All'inizio entrambi(i primi giorni il tutore anche la notte),poi dopo una decina di giorni,tolta la fasciatura,li alternavo:4-5 ore la sera SOLO il tutore,e il resto del giorno SOLO le stampelle.MAI senza nessuna protezione.Gli ultimi 15 giorni se ricordo bene ho buttato via il maledetto tutore.E dopo circa 35 giorni dall'intervento,zoppicando un pò,ho cominciato a camminare.Però FIN DALL'INIZIO ho appoggiato,anche se caricando parzialmente,il piede.L'unico consiglio che ti posso dare,però,è avere PAZIENZA e COSTANZA.
Hai risolto poi per il tutore?

Si mi sa che non mi rimane che la pazienza, anche perché non vorrei mai che intervenissero per sbloccare chirurgicamente il ginocchio, cosa che mi hanno detto essere molto dolorosa.

Si per il tutore ho risolto, nel senso che ho dovuto acquistarlo alle 'modiche' cifre discusse nel forum. Mi muovo molto meglio col nuovo tutore a 4 punti.
Grazie ancora! Ciao!

mitzy 17-04-2009 15:21

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27117702)
Penso che in questo caso sia meglio sentire cosa dice direttamente l'ortopedico od il fisioterapista.
Il mio ortopedico quando mi ha visto 50 giorni dopo l'infortunio, mi ha detto di sforzarmi a camminare estendendo completamente la gamba(che uno istintivamente tende a tenere leggermente contratta....)
Anche dopo l'operazione la maggior parte degli esercizi vertono proprio a recuperare la piena estensione della gamba, poi guardano anche la flessione, ma quella è meno importante.
Però io mi sono rotto il crociato anteriore e lesionato il corno posteriore del menisco laterale (se ho ben capito) e non mi hanno ne ingessato ne bloccato la gamba.
Sono uscito dal pronto soccorso solo con una benda elastica e delle stampelle che ho preso io per precauzione.
In due settimane poi ho abbandonato le stampelle ed dopo due mesi (seguendo il consiglio dell'ortopedico sulla camminata e facendo alcuni esercizi prescritti anche per prepararmi all'intervento) non zoppicavo quasi più.
Il tuo caso però è molto più complesso. Per via del fatto che ti hanno immobilizzato la gamba che ti ha fatto perdere tono muscolare, e per il fatto che purtroppo il danno nel tuo caso è maggiore.

L'unica cosa che mi sento di consigliarti è compatibilmente con le possibilità di movimento della gamba e facendoti seguire, preparati il meglio possibile prima dell'intervento. Ricorda che migliore è la tua condizione (muscolare) prima dell'intervento, più facile e veloce è il recupero dopo.

Tieni presente che io ho 43 anni, ho sempre fatto una vita molto sedentaria, solo che ho la fortuna di stare a 2km a piedi dal posto di lavoro, per cui faccio 4 o 5 km a piedi tutti i giorni.

Solo il camminare (anche il mese precedente all'intervento), più il fatto che a settembre e novembre avevo fatto qualche giorno di trekking in montagna e gli esercizi che mi ha dato l'ortopedico alla mattina appena sveglio e la sera prima di dormire (non più di 10, 15 minuti per volta) sono stati più che sufficienti per farmi arrivare in ottime condizioni all'intervento.

Forza ed in bocca al lupo.

Grazie Stefano per l'incoraggiamento! Continuerò a impegnarmi e ad approfittare per eseguire più tratti a piedi possibile, anche con la stampella.

Come scrivevo in riposta al mio post prima, non vorrei essere costretta a fare intervenire lo specialista chirurgicamente per sbloccare il tutto. Ad inizio maggio mi vede nuovamente. Vediamo cosa succede......
Grazie ancora! A presto! :)

mitzy 17-04-2009 15:26

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27119472)
Mi sento proprio di appoggiare TUTTO quanto scritto e lo quoto appieno.... l'estensione va ricercata per evitare di incorrere in vizi di postura nella semplice camminata, il che (unito poi agli altri problemi anche maggiormente....) potrebbe addirittura portare a dolori alla schiena o altri problemi al ginocchio (vedi cartilagini....) .... ma non ti preoccupare, la completa estensione deve rimanere il tuo primo obiettivo, prima del tono muscolare o la flessione... (che comunque andranno ricercati) ma dopo tanti giorni di ginocchio bloccato e il dolore al collaterale (che fa + male del semplice crociato, che invece una volta passato il gonfiore anche da rotto di per se non da dolore, lo dà il ginocchio se si "muove") è NORMALISSIMO che ti ci voglia un po'.... la costanza (con la c minuscola, eh!! :D ) deve essere la tua migliore amica!!!!
ciaoooo

.... Grazie ..... mi commuovete con tutti questi costanti e sentiti consigli .... ripeto: mi sembra di essere entrata a far parte di una grande famiglia dove ci si sente protetti ......
Come dicevo prima a Stefano, continuerò a insistere, anche se fa un male cane specialmente nella parte del collaterale vicino alla rotula, che é mobilissima. Incrementerò anche lo stretching della gamba in modo da allungare i tendini posteriori. Non voglio assolutamente che intervengano chirurgicamente a sbloccare la cosa......
Un caro saluto, :)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 03:57.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.