Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Apple iPhone e iPod (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=147)
-   -   [Thread Ufficiale] iPhone 11 Pro / iPhone 11 Pro Max (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2892366)


NighTGhosT 17-01-2020 11:09

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46580240)
non che non mi fidi, chiaro che il business di google si basa molto sui dati. Semplicemente non ho elementi oggettivi (e probabilmente neppure la competenza giuridica) per giudicare le differenze tra questi due (o anche altri servizi).

Visto che hai posto tu la questione pensavo avessi qualche elemento da condividere.

Basta fare 2+2. Proprio come hai detto...il business di Google gira principalmente proprio attorno ai dati....un po come Facebook e la fortuna di Zuckerberg.

Apple...basa il suo business DA SEMPRE su hardware e software....partendo dai tempi dei vecchi Macintosh fino ad arrivare ai nuovi Mac e iPhone.....come concorrente di IBM...di Microsoft, MS DOS e di Windows praticamente da sempre.

Sono due cose MOLTO diverse. :)

Se poi unisci questo.....al discorso: iOS sistema proprietario chiuso.....Android sistema proprietario open-source.....allora non puoi altro che averne conferme.

In quanto a sicurezza e privacy, fra i due, e' iOS tutta la vita. :)

Poi c'e' anche chi dice: io non ho nulla da nascondere....frega nulla...preferisco Android e uso Android. Nulla da dire eh....e' una scelta.

Io dico: anche io non ho nulla da nascondere.....ma sinceramente mi scoccia sapere che tutti i miei dati sono alla merce' di chiunque voglia e sia in grado di venirseli a prendere....e ci marcino sopra guadagnandoci.....quindi potendo scegliere, preferisco la soluzione che piu' mi tutela. :)

megamitch 17-01-2020 11:16

Quote:

Originariamente inviato da teo180 (Messaggio 46580261)
Forse ti sembrerà ancor più strano il fatto che io non utilizzi nemmeno uno dei servizi sopra citati a parte youtube, ma si può consultare anche senza essere registrati e sotto vpn, se non si vuole essere tracciati.
Sinceramente non li vedo assolutamente come servizi essenziali per quanto mi riguarda... sembra che senza di quelli non si abbia una vita digitale :rolleyes:

mai detto questo, semplicemente citavo i servizi più utilizzati a livello mondiale. Incappare in ben 2 "casi particolari" sul forum di HW mi è sembrato curioso, tutto qui, semplice calcolo delle probabilità.

megamitch 17-01-2020 11:18

Quote:

Originariamente inviato da NighTGhosT (Messaggio 46580280)
Basta fare 2+2. Proprio come hai detto...il business di Google gira principalmente proprio attorno ai dati....un po come Facebook e la fortuna di Zuckerberg.

Apple...basa il suo business DA SEMPRE su hardware e software....partendo dai tempi dei vecchi Macintosh fino ad arrivare ai nuovi Mac e iPhone.....come concorrente di Microsoft, MS DOS e di Windows praticamente da sempre.

Sono due cose MOLTO diverse. :)

Se poi unisci questo.....al discorso: iOS sistema proprietario chiuso.....Android sistema proprietario open-source.....allora non puoi altro che averne conferme.

In quanto a sicurezza e privacy, fra i due, e' iOS tutta la vita. :)

Poi c'e' anche chi dice: io non ho nulla da nascondere....frega nulla...preferisco Android e uso Android. Nulla da dire eh....e' una scelta.

Io dico: anche io non ho nulla da nascondere.....ma sinceramente mi scoccia sapere che tutti i miei dati sono alla merce' di chiunque voglia e sia in grado di venirseli a prendere....e ci marcino sopra guadagnandoci.....quindi potendo scegliere, preferisco la soluzione che piu' mi tutela. :)

un conto è la tua opinione personale, condivisibile, ma è una opinione.

Visto che è stato tirato in ballo l'argomento, sarei curioso di sapere dal punto di vista diciamo "legale" cosa differenzia questi servizi gli uni dagli altri, speravo che chi avesse tirato in ballo l'argomento avesse qualche informazione da condividere.

NighTGhosT 17-01-2020 11:31

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46580306)
un conto è la tua opinione personale, condivisibile, ma è una opinione.

Visto che è stato tirato in ballo l'argomento, sarei curioso di sapere dal punto di vista diciamo "legale" cosa differenzia questi servizi gli uni dagli altri, speravo che chi avesse tirato in ballo l'argomento avesse qualche informazione da condividere.

Non e' una mia opinione personale, e' un dato di fatto.

Prova a vedere se riesci a metter mano sui sorgenti di MacOSX o di iOS/iPadOS........io dico che neanche se impari a piangere in aramaico antico. :)

Vuoi sviluppare una app x Mac o iPhone/iPad? Bene....usi i tools e le sdk che Apple ti fornisce.

Vuoi sviluppare programmi sotto Windows? Usi C...Pascal....etc etc etc....ma Microsoft MAI ti fornira' i sorgenti di Windows.

Android e' invece open source e tutti posson metter mano sui sorgenti.....se lo sommi al fatto che il business di Google si basa sui dati (e non sull'hardware o software).....allora e' chiaro e lampante.

E non sono miei pareri personali, ma dati di fatto. :D
E' come dare le chiavi di casa al gruppo di ladri slavi....per poi stupirsi di esser stati derubati. :asd:

Google non ti fa pagare nessun servizio o quasi.......la domanda e' PERCHE?!?! Che cosa ci guadagnano? :) ....risposta....i tuoi dati, da vendere al miglior offerente......proprio come fa Facebook, Instagram e tutto il business di Zuckerberg.

Di Apple invece......il loro hardware....il loro software....e i loro servizi.....li paghi e anche salati. Ma sei decisamente piu' tutelato. Certo, paghi di piu'....ma una ragione c'e'. :)

megamitch 17-01-2020 11:53

Quote:

Originariamente inviato da NighTGhosT (Messaggio 46580345)
Non e' una mia opinione personale, e' un dato di fatto.

Prova a vedere se riesci a metter mano sui sorgenti di MacOSX o di iOS/iPadOS........io dico che neanche se impari a piangere in aramaico antico. :)

Vuoi sviluppare una app x Mac o iPhone/iPad? Bene....usi i tools e le sdk che Apple ti fornisce.

Vuoi sviluppare programmi sotto Windows? Usi C...Pascal....etc etc etc....ma Microsoft MAI ti fornira' i sorgenti di Windows.

Android e' invece open source e tutti posson metter mano sui sorgenti.....se lo sommi al fatto che il business di Google si basa sui dati (e non sull'hardware o software).....allora e' chiaro e lampante.

E non sono miei pareri personali, ma dati di fatto. :D
E' come dare le chiavi di casa al gruppo di ladri slavi....per poi stupirsi di esser stati derubati. :asd:

Google non ti fa pagare nessun servizio o quasi.......la domanda e' PERCHE?!?! Che cosa ci guadagnano? :) ....risposta....i tuoi dati, da vendere al miglior offerente......proprio come fa Facebook, Instagram e tutto il business di Zuckerberg.

Di Apple invece......il loro hardware....il loro software....e i loro servizi.....li paghi e anche salati. Ma sei decisamente piu' tutelato. Certo, paghi di piu'....ma una ragione c'e'. :)


Aspetta, stai mischiando un po' di cose. Si parlava di privacy e utilizzo dei dati personali.

Open source vs closed. Io sono a favore del primo
Sicurezza informatica: non c'entra con la privacy, se non per il fatto che il servizio deve essere appunto sicuro

Tornando all'uso dei dati, anche tu riporti la tua opinione, condivisibile. Pensavo avessi fatto una comparativa sulle condizioni dei vari servizi (che dovrebbero essere pubbliche) per capire le differenze

teo180 17-01-2020 12:07

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46580300)
mai detto questo, semplicemente citavo i servizi più utilizzati a livello mondiale. Incappare in ben 2 "casi particolari" sul forum di HW mi è sembrato curioso, tutto qui, semplice calcolo delle probabilità.

Ma non mi sembra di essere l'unico anche molte mie conoscenze hanno questa abitudine...
Diciamo che la maggioranza sfrutta i servizi di Google perchè è vero che sono alla portata di tutti e spesso più semplici da utilizzare e ben fatti, mettiamoci pure anche che la maggior parte degli smartphone sono android, quindi l'obbligo di usare servizi google è derivato anche da questo.
Chi riesce a fare il famoso 2+2 non credo sia complesso migrare su altri servizi meno esosi in termini di privacy.
Poi è la libertà di ognuno fregarsene o dare la giusta importanza a ciò.

Si stima che oggi un semplice numero di cellulare valido venduto siano circa 10 centesimi...

teo180 17-01-2020 12:27

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46580390)

Tornando all'uso dei dati, anche tu riporti la tua opinione, condivisibile. Pensavo avessi fatto una comparativa sulle condizioni dei vari servizi (che dovrebbero essere pubbliche) per capire le differenze

Non è condivisibile, c'è scritto chiaramente che Apple non fornirà mai dati personali, ma dati anonimi sull'utilizzo del dispositivo a solo fine di migliorare il prodotto (che si può comunque disattivare), oppure l'invio agli sviluppatori delle app installate (anche questo disattivabile).
Hai tirato fuori l'argomento, ma controlla le differenze tra i 2 servizi, sono palesemente diversi.
Un esempio relativo alla privacy di google drive:
Nei nostri Servizi vengono visualizzi contenuti che non sono di proprietà di Google. Tali contenuti sono esclusiva responsabilità del soggetto che li rende disponibili. Potremmo riservarci il diritto di esaminare i contenuti per stabilirne l’eventuale illegalità o contrarietà alle nostre norme, e potremmo altresì rimuovere o rifiutarci di visualizzare dei contenuti qualora avessimo ragionevole motivo di ritenere che violino le nostre norme o la legge. Ciò non significa necessariamente che esaminiamo i contenuti, né lo si potrà presumere.

Per tutti i servizi google vale questa regola:
Quando l'utente carica, trasmette, memorizza, invia o riceve contenuti da o tramite i nostri Servizi, concede a Google (e ai partner con cui collaboriamo) una licenza globale per utilizzare, ospitare, memorizzare, riprodurre, modificare, creare opere derivate (come quelle derivanti da traduzioni, adattamenti o altre modifiche apportate in modo tale che i contenuti funzionino al meglio con i nostri Servizi), comunicare, pubblicare, eseguire pubblicamente, visualizzare pubblicamente e distribuire i suddetti contenuti. I diritti che concede con questa licenza riguardano lo scopo limitato di utilizzare, promuovere e migliorare i nostri Servizi e di svilupparne di nuovi. Questa licenza permane anche se l'utente smette di utilizzare i nostri Servizi (ad esempio nel caso di una scheda di attività commerciale aggiunta a Google Maps). Alcuni Servizi potrebbero offrire modalità di accesso e rimozione dei contenuti forniti a tale Servizio. Inoltre, in alcuni dei nostri Servizi sono presenti termini o impostazioni che restringono l'ambito del nostro utilizzo dei contenuti inviati a tali Servizi.



Questo, quello che dice Apple per quanto riguarda la privacy anche se richiesta dalle autorità:
Apple riceve documenti legali di vario tipo contenenti richieste di fornire informazioni o eseguire determinate azioni. Gli enti governativi e privati che si rivolgono a Apple per avere informazioni e dati dei clienti devono attenersi alle relative leggi e normative in vigore. Per contratto, i nostri fornitori di servizi devono seguire le stesse procedure che applichiamo noi per gestire tali richieste. I nostri avvocati le esaminano tutte e si accertano che siano legittime dal punto di vista legale. Se lo sono, forniamo i dati che rientrano nell’ambito della richiesta specifica. Se una richiesta non è legittima dal punto di vista legale, o se riteniamo che sia poco chiara, inopportuna o troppo vaga, la contestiamo o la respingiamo. Forniamo un riepilogo delle richieste ogni sei mesi.
Lavoriamo costantemente per garantire sempre più trasparenza. E ci impegniamo a tutelare ancora di più la tua privacy e la tua sicurezza.
Apple non ha mai creato backdoor o master key per i suoi prodotti o servizi. Non ha mai consentito ad alcuna autorità di accedere direttamente ai suoi server. E non lo farà mai.


Per tutte le altre politiche datevi una letta generale, ma basti pensare che da poco Apple ha introdotto il SignInWithApple proprio per creare alias mail temporanei e non riconducibili all'utente per evitare la diffusione di dati personali.
Per cui non è condivisibile nulla sulla carta, almeno che non abbiate prove del contrario.

megamitch 17-01-2020 12:44

Quote:

Originariamente inviato da teo180 (Messaggio 46580452)
Non è condivisibile, c'è scritto chiaramente che Apple non fornirà mai dati personali, ma dati anonimi sull'utilizzo del dispositivo a solo fine di migliorare il prodotto (che si può comunque disattivare), oppure l'invio agli sviluppatori delle app installate (anche questo disattivabile).
Hai tirato fuori l'argomento, ma controlla le differenze tra i 2 servizi, sono palesemente diversi.
Un esempio relativo alla privacy di google drive:
Nei nostri Servizi vengono visualizzi contenuti che non sono di proprietà di Google. Tali contenuti sono esclusiva responsabilità del soggetto che li rende disponibili. Potremmo riservarci il diritto di esaminare i contenuti per stabilirne l’eventuale illegalità o contrarietà alle nostre norme, e potremmo altresì rimuovere o rifiutarci di visualizzare dei contenuti qualora avessimo ragionevole motivo di ritenere che violino le nostre norme o la legge. Ciò non significa necessariamente che esaminiamo i contenuti, né lo si potrà presumere.

Per tutti i servizi google vale questa regola:
Quando l'utente carica, trasmette, memorizza, invia o riceve contenuti da o tramite i nostri Servizi, concede a Google (e ai partner con cui collaboriamo) una licenza globale per utilizzare, ospitare, memorizzare, riprodurre, modificare, creare opere derivate (come quelle derivanti da traduzioni, adattamenti o altre modifiche apportate in modo tale che i contenuti funzionino al meglio con i nostri Servizi), comunicare, pubblicare, eseguire pubblicamente, visualizzare pubblicamente e distribuire i suddetti contenuti. I diritti che concede con questa licenza riguardano lo scopo limitato di utilizzare, promuovere e migliorare i nostri Servizi e di svilupparne di nuovi. Questa licenza permane anche se l'utente smette di utilizzare i nostri Servizi (ad esempio nel caso di una scheda di attività commerciale aggiunta a Google Maps). Alcuni Servizi potrebbero offrire modalità di accesso e rimozione dei contenuti forniti a tale Servizio. Inoltre, in alcuni dei nostri Servizi sono presenti termini o impostazioni che restringono l'ambito del nostro utilizzo dei contenuti inviati a tali Servizi.



Questo, quello che dice Apple per quanto riguarda la privacy anche se richiesta dalle autorità:
Apple riceve documenti legali di vario tipo contenenti richieste di fornire informazioni o eseguire determinate azioni. Gli enti governativi e privati che si rivolgono a Apple per avere informazioni e dati dei clienti devono attenersi alle relative leggi e normative in vigore. Per contratto, i nostri fornitori di servizi devono seguire le stesse procedure che applichiamo noi per gestire tali richieste. I nostri avvocati le esaminano tutte e si accertano che siano legittime dal punto di vista legale. Se lo sono, forniamo i dati che rientrano nell’ambito della richiesta specifica. Se una richiesta non è legittima dal punto di vista legale, o se riteniamo che sia poco chiara, inopportuna o troppo vaga, la contestiamo o la respingiamo. Forniamo un riepilogo delle richieste ogni sei mesi.
Lavoriamo costantemente per garantire sempre più trasparenza. E ci impegniamo a tutelare ancora di più la tua privacy e la tua sicurezza.
Apple non ha mai creato backdoor o master key per i suoi prodotti o servizi. Non ha mai consentito ad alcuna autorità di accedere direttamente ai suoi server. E non lo farà mai.


Per tutte le altre politiche datevi una letta generale, ma basti pensare che da poco Apple ha introdotto il SignInWithApple proprio per creare alias mail temporanei e non riconducibili all'utente per evitare la diffusione di dati personali.
Per cui non è condivisibile nulla sulla carta, almeno che non abbiate prove del contrario.

Veramente l'argomento non l'ho tirato in ballo io.

NighTGhosT 17-01-2020 12:46

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46580390)
Aspetta, stai mischiando un po' di cose. Si parlava di privacy e utilizzo dei dati personali.

Open source vs closed. Io sono a favore del primo
Sicurezza informatica: non c'entra con la privacy, se non per il fatto che il servizio deve essere appunto sicuro

Tornando all'uso dei dati, anche tu riporti la tua opinione, condivisibile. Pensavo avessi fatto una comparativa sulle condizioni dei vari servizi (che dovrebbero essere pubbliche) per capire le differenze

Io no.....Open Source = sorgenti in mano a tutti....quindi, tutti possono sfruttare le falle di sistema per fare cio che gli pare......quindi assolutamente NO, non sono a favore dell'open source.

E la sicurezza informatica centra eccome invece.....non esistono solo i virus....ma anche i malware che guarda a caso non fanno altro che raccogliere i dati interessati per poi comunicarli a terzi. Quindi un sistema open source, coi sorgenti in mano a chiunque, e' MOLTO piu' a rischio di violazioni di TUTTI I TIPI, inclusa la privacy.

Vai a vedere NASA.....CIA....M7....o qualsiasi organizzazione che tratta dati importanti sensibili, se usano sistemi open source......oppure sistemi ULTRA-BLINDATI.....e risponditi da solo. E' piu' sicuro un sistema di sorveglianza a CIRCUITO CHIUSO.....o uno con accesso WEB? :)

E concordo con teo....Apple non fornisce dati personali, a differenza di Google. Casualmente, negli anni in cui ho usato Android....ho ricevuto pubblicita' di ogni genere anche via mail....senza esser iscritto a nessuna mailing list.....spesso di roba che sempre "casualmente" ho visualizzato qualche rara volta qua e la'.....su Amazon....su Ebay....o altrove.

Domanda.....MA...visto che hanno mandato proprio la mail a ME.....come facevano a sapere che ero proprio io che stavo visualizzando le informazioni di quel prodotto e quindi potevo essere interessato? Gliel'ha detto "forse" Google? :)

MA SOPRATTUTTO....come mai mi sono arrivate sulla Hotmail....e non sulla gmail che non uso mai? Forse perché giornalmente accedevo ad Outlook....dal mio smartphone ANDROID? E quindi per Google e' facile correlare gmail <-> Outlook? :)

sicofante 17-01-2020 13:38

Intevengo nei Vostri discorsi con due cosette.
1) Nero su bianco quanto Google versa ad Apple (fonte Goldman Sachs); sono cifre da capogiro: https://www.repubblica.it/tecnologia...74/?refresh_ce
2) Leggetevi la storia della vecchietta smemorata pubblicata da "La Stampa" di Torino: https://www.hwupgrade.it/forum/showp...6&postcount=43

NighTGhosT 17-01-2020 13:55

Quote:

Originariamente inviato da sicofante (Messaggio 46580578)
Intevengo nei Vostri discorsi con due cosette.
1) Nero su bianco quanto Google versa ad Apple (fonte Goldman Sachs); sono cifre da capogiro: https://www.repubblica.it/tecnologia...74/?refresh_ce
2) Leggetevi la storia della vecchietta smenorata pubblicata da "La Stampa" di Torino: https://www.hwupgrade.it/forum/showp...6&postcount=43

E concordo, 100%.

Per forza paga tutti quei soldi ad Apple....per avere almeno ancora il beneficio dei dati ottenuti dal motore di ricerca sui dispositivi Apple da cui altrimenti non riuscirebbero a ricavare un soldo bucato. :)

E ora che sono tornato a Apple....molto difficilmente tornero' indietro. Per questo ho rinnovato tutto con Apple. :)

E chi mi schioda piu' ora...:asd:

sicofante 17-01-2020 22:14

Quanto al dilemma cavo o Cloud per connettere l'iPhonnne a device posti a pochi cm con tremendi consumi di energia ... Apple nella sua infinita saggezza deciderà per noi incerte pecorelle: dal 2021 via il collegamento lightning.
https://www.telefonino.net/notizie/i...d-piu-potente/

Sakurambo 17-01-2020 23:00

Quote:

Originariamente inviato da sicofante (Messaggio 46581401)
Quanto al dilemma cavo o Cloud per connettere l'iPhonnne a device posti a pochi cm con tremendi consumi di energia ... Apple nella sua infinita saggezza deciderà per noi incerte pecorelle: dal 2021 via il collegamento lightning.
https://www.telefonino.net/notizie/i...d-piu-potente/

Se così fosse dovrebbero inserire nella scatola un alimentatore wireless in automatico, visto che non possono vendere un prodotto non autosufficiente energeticamente. :rolleyes:
E torniamo al discorso che da un lato si vantano dell'ecologia e dall'altro sprecano risorse, visto che la ricarica wireless è notevolmente più inefficiente di quella via cavo.

Max(IT) 18-01-2020 13:54

Quote:

Originariamente inviato da Sakurambo (Messaggio 46581425)
Se così fosse dovrebbero inserire nella scatola un alimentatore wireless in automatico, visto che non possono vendere un prodotto non autosufficiente energeticamente. :rolleyes:
E torniamo al discorso che da un lato si vantano dell'ecologia e dall'altro sprecano risorse, visto che la ricarica wireless è notevolmente più inefficiente di quella via cavo.

infatti ci credo poco.

Wuillyc2 18-01-2020 14:45

Secondo me i cavi si vendono ancora molto bene, difficile che abbandoni questo business in tempi brevi.

teo180 18-01-2020 19:22

Anche perchè un connettore fisico è sempre utile nel caso di ripristino di emergenza (DFU)

sicofante 18-01-2020 23:23

E dopo aveVi rifilato il rumor sulla scomparsa del connettore lightning Vi rifilo il contro-rumor sull'adeguameno di Apple alle future normative Europee sul connettore USB-C: https://www.telefonino.net/notizie/u...tandard-apple/
Oh ragassi sia chiaro: fin che c'è rumor .. c'è speranza!

Nel mentre a dare forza a chi sostiene che Apple vendendo Hardware (ed a caro prezzo) non ha bisogno di fare cassa con i dati dei clienti ecco questa news molto attesa: https://www.ispazio.net/1962003/ios-...localizzazione

Max(IT) 19-01-2020 09:55

Quote:

Originariamente inviato da sicofante (Messaggio 46582568)
E dopo aveVi rifilato il rumor sulla scomparsa del connettore lightning Vi rifilo il contro-rumor sull'adeguameno di Apple alle future normative Europee sul connettore USB-C: https://www.telefonino.net/notizie/u...tandard-apple/
Oh ragassi sia ckiaro: fin chè cè rumor .. c'è speranza!

Nel mentre a dare forza a chi sostiene che Apple vendendo Hardware (ed a caro prezzo) non ha bisogno di fare cassa con i dati dei clienti ecco questa news molto attesa: https://www.ispazio.net/1962003/ios-...localizzazione

Ecco, sul passaggio a type C la notizia mi sembra più credibile, visti i precedenti MacBook ed iPad Pro... però senza fretta.

teo180 19-01-2020 15:57

[Thread Ufficiale] iPhone 11 Pro / iPhone 11 Pro Max
 
Purtroppo credo che il passaggio ad usb c sia d*obbligo per supportare il quick charge.
Purtroppo perché non si avrà la stessa resistenza del connettore lightning imho il miglior connettore per la ricarica di sempre, un po come il MagSafe

Max(IT) 19-01-2020 17:06

Quote:

Originariamente inviato da teo180 (Messaggio 46583260)
Purtroppo credo che il passaggio ad usb c sia d*obbligo per supportare il quick charge.
Purtroppo perché non si avrà la stessa resistenza del connettore lightning imho il miglior connettore per la ricarica di sempre, un po come il MagSafe

Concordo... però c’è da dire che un pò mi sono rotto a dover usare due tipologie di caricatori diversi in casa Apple (type C per MacBook ed iPad Pro, lightning per iPhone ed AirPods ).


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 00:48.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.