Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   [Official Thread]Richieste d'aiuto in MATEMATICA: postate qui! (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1221191)


85francy85 27-11-2008 06:47

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25186426)
quindi perchè f(x) viene trattato come una costante ed essendo 1 la si può omettere ! :stordita:

Quindi se l'integrale anziche andare da -oo a +oo andasse da 0 a 1, sarebbe il caso della f(x)=1 ?


dpovrà ripassarmi un pochino gli integrali

Non si omette nulla!!! al massimo se è una costante la porti fuori dall'integrale ma non è che la cancelli. Urge che tu ti studi gli integrali perchè non è una questione di ripasso non ricordarsi queste cose sugli integrali.... E poi quella non è la formula del valor medio.....

misterx 27-11-2008 09:55

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25188735)
Urge che tu ti studi gli integrali perchè non è una questione di ripasso non ricordarsi queste cose sugli integrali....


su questo non c'è dubbio: li ho studiati anni fa :stordita:


Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25188735)
E poi quella non è la formula del valor medio.....

lo è eccome, a meno che ieri sera la docente non mi abbia venduto delle balle :D ops, non mi sono accorto che non ti ho detto com'è fatta f(x)=1/n I(1,...,n) (x)

85francy85 27-11-2008 12:50

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25189636)
su questo non c'è dubbio: li ho studiati anni fa :stordita:




lo è eccome, a meno che ieri sera la docente non mi abbia venduto delle balle :D ops, non mi sono accorto che non ti ho detto com'è fatta f(x)=1/n I(1,...,n) (x)


Giusto un piccolo dettaglio :mbe: .. ad ogni modo è ANCORA sbagliato...

Il valor medio è definito come


A meno di strane definizione di I (n) che non si sa cosa sia.. quello che hai scritto è sbagliato. Poi per quale motivo ti dovrei dire che è sbagliato per due volte se non lo è.

85francy85 27-11-2008 12:51

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25189636)
su questo non c'è dubbio: li ho studiati anni fa :stordita:





scusa ma giusto per chiarirsi ... che corso stai seguendo? :fagiano:

diablo...aka...boss 27-11-2008 13:16

@Wilcomir, @hakermatik grazie per le risposte, molto utili :)

misterx 27-11-2008 13:54

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25191877)
Giusto un piccolo dettaglio :mbe: .. ad ogni modo è ANCORA sbagliato...

Il valor medio è definito come


A meno di strane definizione di I (n) che non si sa cosa sia.. quello che hai scritto è sbagliato. Poi per quale motivo ti dovrei dire che è sbagliato per due volte se non lo è.


ok grazie, l'importante è aver chiarito il mio dubbio. La formula che ho citato è pari pari a quella scritta dalla docente e non credo sia errata :) cmq, al momento non è stettamente fondamentale disquisire sulla precisione o meno, casomai richiederò più in la quando avrò fatto luce su alcuni punti ancora poco chiari :)

Sirbako 27-11-2008 14:04

metto qui che mi sembra il luogo più adatto.
allora, per voi credo sia semplice.
ho due punti in 3d (x,y,z) ora, devo trovare la lunghezza della linea che li congiunte. in 2d basaterebbe usare il teorema di pitagora, ma con le 3dimensioni come si fa?

Xalexalex 27-11-2008 14:50

E' la stessa identica cosa :D

Se ben ti ricordi la distanza fra due punti in 2D è data dalla formula
In tre dimensioni non fai altro che aggiungere un "contributo" alla formula dato dalla coordinata che sta su Z, e la formula diventa
Idealmente puoi calcoalare la distanza fra punti in tutte le dimensioni che vuoi, aggiungendo per ognuna un termine apposito sotto la radice =)
Byez

Sirbako 27-11-2008 15:32

Quote:

Originariamente inviato da Alessandro::Xalexalex (Messaggio 25193620)
E' la stessa identica cosa :D

Se ben ti ricordi la distanza fra due punti in 2D è data dalla formula
In tre dimensioni non fai altro che aggiungere un "contributo" alla formula dato dalla coordinata che sta su Z, e la formula diventa
Idealmente puoi calcoalare la distanza fra punti in tutte le dimensioni che vuoi, aggiungendo per ognuna un termine apposito sotto la radice =)
Byez

grazie.

un'altra cosa che per i matematici sarà banale.
come si trova l'angolo tra due vettori? in pratica, io devo trovare l'angolo tra una linea (di cui conosco origine e destinazione) e l'asse delle x.
grazie

85francy85 27-11-2008 16:17

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25192726)
ok grazie, l'importante è aver chiarito il mio dubbio. La formula che ho citato è pari pari a quella scritta dalla docente e non credo sia errata :) cmq, al momento non è stettamente fondamentale disquisire sulla precisione o meno, casomai richiederò più in la quando avrò fatto luce su alcuni punti ancora poco chiari :)

scusa ma prendi per il ciulo? :fagiano: . Hai scritto e ripetuto che corretto 1/x*f(x) come integranda... Scripta manent (se si scrive cosi :asd:)
come qui sotto riportato


E' strettamente necessario chiarire cosa è giusto e cosa è sbagliato sia per te e sia per chi legge/leggera...

85francy85 27-11-2008 16:19

Quote:

Originariamente inviato da Sirbako (Messaggio 25194282)
grazie.

un'altra cosa che per i matematici sarà banale.
come si trova l'angolo tra due vettori? in pratica, io devo trovare l'angolo tra una linea (di cui conosco origine e destinazione) e l'asse delle x.
grazie


se è l'asse delle X ti calcoli il coefficiente angolare della retta che è la tg dell'angolo formato tra la retta e l'asse. Poi arcotangenti :D tale valore e ricavi l'angolo.

Xalexalex 27-11-2008 16:23

Quote:

Originariamente inviato da Sirbako (Messaggio 25194282)
grazie.

un'altra cosa che per i matematici sarà banale.
come si trova l'angolo tra due vettori? in pratica, io devo trovare l'angolo tra una linea (di cui conosco origine e destinazione) e l'asse delle x.
grazie

Boh mille modi... Ci sarà sicuramente un modo più facile, ora come ora mi viene in mente la direzione del vettore (è una retta no?) ne ricavi il coefficiente angolare, e applichi l'arcotangente. Occhio che l'arcotangente dà un solo risultato, ma l'angolo della tua retta può essere "quell'angolo" o 180 - "quell'angolo". Se ci pensi in effetti l'intersezione di due rette nel piano dà sempre due coppie di angoli =)
Spero di aver spiegato bene.
Byez

Mat-ita 27-11-2008 16:46

xalexalex devo farmi dare ripetizioni da te :O

si ok c'e da vergognarsi io sono al primo hanno di università e te alle superiori :(

10 euro l'ora a casa tua : O 15 a casa mia ! sestri ponente! PRENDERE O LASCIARE!!!:banned:

misterx 27-11-2008 16:55

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25194938)
scusa ma prendi per il ciulo?

non è il mio genere :confused:

PaVi90 27-11-2008 17:08

Quote:

Originariamente inviato da Mat-ita (Messaggio 25195356)
xalexalex devo farmi dare ripetizioni da te :O

si ok c'e da vergognarsi io sono al primo hanno di università e te alle superiori :(

10 euro l'ora a casa tua : O 15 a casa mia ! sestri ponente! PRENDERE O LASCIARE!!!:banned:

[ot] il tuo avatar cosa significa? :D [/ot]

Sirbako 27-11-2008 17:10

Quote:

Originariamente inviato da PaVi90 (Messaggio 25195686)
[ot] il tuo avatar cosa significa? :D [/ot]

fibonacci?

http://it.wikipedia.org/wiki/Successione_di_Fibonacci

Xalexalex 27-11-2008 17:11

Quote:

Originariamente inviato da Mat-ita (Messaggio 25195356)
xalexalex devo farmi dare ripetizioni da te :O

si ok c'e da vergognarsi io sono al primo hanno di università e te alle superiori :(

10 euro l'ora a casa tua : O 15 a casa mia ! sestri ponente! PRENDERE O LASCIARE!!!:banned:

Avessi il tempo probabilmente le darei :asd: Poi io sto dalla parte opposta del borgo, ci vorrebbe il fuel surcharge XD

Mat-ita 27-11-2008 17:39

Quote:

Originariamente inviato da Sirbako (Messaggio 25195724)

ma cosa dici??? :muro:

non e mica la successione di fibonacci !! è il mio numero di telefono di casa :O :sofico: :sofico:

Mat-ita 27-11-2008 17:44

Quote:

Originariamente inviato da Alessandro::Xalexalex (Messaggio 25195740)
Avessi il tempo probabilmente le darei :asd: Poi io sto dalla parte opposta del borgo, ci vorrebbe il fuel surcharge XD

ma il carburante sta scendendo!! :O te ne do 14+ un esta the +1 sigaretta :read: un ex docente di matematica dell'uni di genova me ne prendeva 20 cosa pretendi :asd: :asd:

misterx 27-11-2008 19:45

parlando di funzione di variabile aleatoria qualcuno mi sa illustrare il metodo della funzione di ripartizione ?


grazie 1000

Xalexalex 27-11-2008 19:56

Quote:

Originariamente inviato da Mat-ita (Messaggio 25196228)
ma il carburante sta scendendo!! :O te ne do 14+ un esta the +1 sigaretta :read: un ex docente di matematica dell'uni di genova me ne prendeva 20 cosa pretendi :asd: :asd:

Si ma anche se fosse non ho proprio il tempo :D E poi avrai qualcun'altro che può darle un po' più vicino :D

Mat-ita 28-11-2008 13:14

tornando in topic...
HELP insieme d'esistenza della funzione log(in base 10) (x-raidicedi1-x^2)

non riesco a calcolarlo -.-'

allora vediamo.. se non ricordo male
bisogna che x-radice di1-x2 sia positivo...
la radice deve anchessa essere positiva o uguale a zero
quindi...

disequazone -x^2+1 >=0
(0+-radicedi4)/-2 e mi viene = 1, -1 .... quindi dato che la disequazione e discorde -1<=x<=1 OK..

a sto punto x-(radicedi 1-x^2)>0
quindi..

x^2-1+x^2
2x^2-1>0

x<radice di -1/2 U x> radice di1/2

radice di 1/2 * radice di 2 / radice di 2 = (radice di 2) su 2 giusto?

quindi....

..............-1............-(radice di 2)/2..............(radice di 2)/2...........1.............................
...................................../////////////////////////////// .................................................
/////////////.............................................................................../////////////////////////

-----------++++++++++++----------------------------+++++++++++++++++++++++++++


-1<=x<(radice di 2)/2 U (radice di 2)/2<x<=1

mi viene cosi... ma al libro.. non viene cosi.. il testo è lo ZWIRNER... e il risultato è : (radice di 2)/2<x<=1

Mat-ita 28-11-2008 15:23

Quote:

Originariamente inviato da Mat-ita (Messaggio 25206087)
tornando in topic...
HELP insieme d'esistenza della funzione log(in base 10) (x-raidicedi1-x^2)

non riesco a calcolarlo -.-'

allora vediamo.. se non ricordo male
bisogna che x-radice di1-x2 sia positivo...
la radice deve anchessa essere positiva o uguale a zero
quindi...

disequazone -x^2+1 >=0
(0+-radicedi4)/-2 e mi viene = 1, -1 .... quindi dato che la disequazione e discorde -1<=x<=1 OK..

a sto punto x-(radicedi 1-x^2)>0
quindi..

x^2-1+x^2
2x^2-1>0

x<radice di -1/2 U x> radice di1/2

radice di 1/2 * radice di 2 / radice di 2 = (radice di 2) su 2 giusto?

quindi....

..............-1............-(radice di 2)/2..............(radice di 2)/2...........1.............................
...................................../////////////////////////////// .................................................
/////////////.............................................................................../////////////////////////

-----------++++++++++++----------------------------+++++++++++++++++++++++++++


-1<=x<(radice di 2)/2 U (radice di 2)/2<x<=1

mi viene cosi... ma al libro.. non viene cosi.. il testo è lo ZWIRNER... e il risultato è : (radice di 2)/2<x<=1



RISOLTO.. per gli intressati... la soluzione è la seguente..


praticamente l'errore e stato nel mettere a sistema i due risultati della disequazioni scordandosi di mettere a sistema anche x>0 (x è la parte della seconda disequazione che non stava sotto la radice.. e quella parte li va posta > di zero...) ed ecco che la soluzione viene come diceva il libro :asd:
dato che -1<=x<-(radice di 2 )/2 e negativo.. e quindi va via .. resta solamente

(radice di 2)/2<x<=1


DIMENTICAVO soluzione al problema POWERED BY Alessandro::Xalexalex

Mat-ita 28-11-2008 17:57

:cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

HELP pls CALCOLO INSIEME D'ESISTENZA DI QUESTA FUNZIONE

y= radicedi (sin (radicedi x))


il risultato è [2k pi]^2 <=x<=[(2k+1)pi]^2 per k = 0,1,2,3,ecc.ecc.

mi potreste scrivere il procedimento scrivendo almeno a grandi linee perchè e percome? GRAZIE :)

85francy85 28-11-2008 18:10

devi verificare tutte e 3 le condizioni partendo dalla piu interna.

y= sqrt(x) -> dominio x>=0

z=sin (y) -> tutto y -> resta x>=0

ora hai ancora una radice che ti impone z>=0. Ti ricordi che il seno è positivo solo per angoli tra 0 e 180° ( e i relativi angoli sommati di 2*N*pi) ed ecco la soluzione :D

T3d 28-11-2008 18:12

Quote:

Originariamente inviato da Mat-ita (Messaggio 25210862)
:cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

HELP pls CALCOLO INSIEME D'ESISTENZA DI QUESTA FUNZIONE

y= radicedi (sin (radicedi x))


il risultato è [2k pi]^2 <=x<=[(2k+1)pi]^2 per k = 0,1,2,3,ecc.ecc.

mi potreste scrivere il procedimento scrivendo almeno a grandi linee perchè e percome? GRAZIE :)

il seno deve essere sempre maggiore di zero. quindi l'argomento del seno deve stare tra

il resto è semplice...

stgww 28-11-2008 19:11

Ciao ragazzi, sto impazzendo. Non capisco come determinare di che specie è la discontinuità di una funzione. Il libro mi mette degli esempi che sono tutto tranne che esaustivi...
Data la funzione ì, trovo dominio e quindi i valori per cui la funzione è discontinua, se lo è. poi trovo il limite per x che tende al punto di discontinuità e una volta trovato non so che fare.
Qualche anima gentile può spiegarmi ?
Grazie

85francy85 28-11-2008 19:25

Quote:

Originariamente inviato da stgww (Messaggio 25212017)
Ciao ragazzi, sto impazzendo. Non capisco come determinare di che specie è la discontinuità di una funzione. Il libro mi mette degli esempi che sono tutto tranne che esaustivi...
Data la funzione ì, trovo dominio e quindi i valori per cui la funzione è discontinua, se lo è. poi trovo il limite per x che tende al punto di discontinuità e una volta trovato non so che fare.
Qualche anima gentile può spiegarmi ?
Grazie

dalla definizione
http://it.wikipedia.org/wiki/Punto_di_discontinuità

misterx 28-11-2008 19:30

nelle distribuzioni continue, è sbagliato asserire che la f(x) determina i punti coi quali tracciare la funzione(distribuzione) mentre la F(x) attraverso l'integrale ne calcola la probabilità ?

85francy85 28-11-2008 19:36

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212263)
nelle distribuzioni continue, è sbagliato asserire che la f(x) determina i punti coi quali tracciare la funzione(distribuzione) mentre la F(x) attraverso l'integrale ne calcola la probabilità ?

non è molto precisa come frase ed è abbastanza riduttiva per la povera f :D

"ne calcola la probabilità " dove? in che intervallo ? calcola la probabilità dell'evento non la probabilita della funzione :D .

"F(x) attraverso l'integrale ne calcola la probabilità" l'integrale de che? della f va precisato per bene.

E poi non vale solo nelle continue ma anche nelle discrete

stgww 28-11-2008 19:39

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25212192)

Le definizioni le ho fatte. Ma non capisco come fare materialmente a risolvere.
prova a vedere se così va bene: prima specie: Se il limite viene indeterminato allora devo vedere seè uguale il limite sia da destra che da sinistra, se sì, è di terza specie, altrimenti è di prima. Se invece il limite è un numero allora è di seconda. Non lo so' aiutatemi voi

Mat-ita 28-11-2008 20:04

non avendo mai fatto trigonometria alle superiori mi trovo ancora in dfficoltà con sti minkiazza di k pi ecc ecc XD vi ringrazio x le spiegazioni :)

domani torno alla superiori dove la mia prof di informatica mi spieghera un po nei dettagli :p

grazie a tutti cmq :O

misterx 28-11-2008 20:05

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25212345)
non è molto precisa come frase ed è abbastanza riduttiva per la povera f :D

"ne calcola la probabilità " dove? in che intervallo ? calcola la probabilità dell'evento non la probabilita della funzione :D .

"F(x) attraverso l'integrale ne calcola la probabilità" l'integrale de che? della f va precisato per bene.

E poi non vale solo nelle continue ma anche nelle discrete


precisione a parte, ho bisogno di un appiglio per ricordarmela :) al mio docente piacciono gli esempi pratici.
Giocando con excel, ho generato una gaussiana e cioè tutti i punti f(x); se li sommo ottengo un valore > 1 il che mi dimostra che la f(x) nel continuo non è una probabilità :stordita:
Facendo il medesimo esperimento con la cumulata, sempre con execel, si vede che la F(x) invece tende a 1.
Questa prova mi ha dato la possibilità di farmi un'idea su cosa accade usando la f(x) della normale.

Ok, però nelle discrete la f(x) coincide proprio con un punto di probabilità :fagiano: cosa che invece non accade nel continuo.

Mi chiedo anche perchè nell'esponenziale quando si calcola la cumulata non appare il simbolo di integrale :confused:

Torno a studiare :stordita:

85francy85 28-11-2008 20:11

Quote:

Originariamente inviato da stgww (Messaggio 25212374)
Le definizioni le ho fatte. Ma non capisco come fare materialmente a risolvere.
prova a vedere se così va bene: prima specie: Se il limite viene indeterminato allora devo vedere seè uguale il limite sia da destra che da sinistra, se sì, è di terza specie, altrimenti è di prima. Se invece il limite è un numero allora è di seconda.

No non è cosi, inoltre cosa intendi per limite "indeterminato" per un punto di discontinuità?
hai guardato il link? mi sembra abbastanza chiaro negli esempi.

ad ogni modo queste solo le cose che si capiscono per bene con degli esempi. Poni un esercizio che vediamo :)

85francy85 28-11-2008 20:21

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212704)
precisione a parte, ho bisogno di un appiglio per ricordarmela :) al mio docente piacciono gli esempi pratici.
Giocando con excel, ho generato una gaussiana e cioè tutti i punti f(x); se li sommo ottengo un valore > 1 il che mi dimostra che la f(x) nel continuo non è una probabilità :stordita:

NEMMENO NEL DISCRETO è una probabilità, non per nulla si chiama densità di probabilità :)
Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212704)
Facendo il medesimo esperimento con la cumulata, sempre con execel, si vede che la F(x) invece tende a 1.

Sbagliato. non deve sommare a 1 ma deve tendere a 1.


Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212704)
Ok, però nelle discrete la f(x) coincide proprio con un punto di probabilità :fagiano: cosa che invece non accade nel continuo.

:confused: :confused:
Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212704)
Mi chiedo anche perchè nell'esponenziale quando si calcola la cumulata non appare il simbolo di integrale :confused:

C'e anche li l'integrale, magari è gia svolto ma c'e anche li per forza :D
Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25212704)
Torno a studiare :stordita:

Anche gli integrali :D . Non ho ancora capito però che facolta fai.:mbe:

stgww 28-11-2008 20:32

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25212778)
No non è cosi, inoltre cosa intendi per limite "indeterminato" per un punto di discontinuità?
hai guardato il link? mi sembra abbastanza chiaro negli esempi.

ad ogni modo queste solo le cose che si capiscono per bene con degli esempi. Poni un esercizio che vediamo :)

Per indeterminato intendo forme inderminate tipo 0/0.. cmq se non è corretto fa niente. Adesso ti proprongo un esercizio, puoi gentilmente spiegarmi le fasi e i ragionamenti che fai per raggiungere alla specie di discontinuità e quelli con quali escludi gli altri ?
y=(radq(x)-1)/(x-1)
Grazie dell'interesse

misterx 28-11-2008 20:37

Ok, però nelle discrete la f(x) coincide proprio con un punto di probabilità cosa che invece non accade nel continuo



intendevo questo: f(x)=P(X=x) e cioè che la f(x) è la probabilità che la variabile aleatoria X assuma quel valore x: nel continuo non vale.

So di non essere bravo ad esprimermi in matematichese :)

85francy85 28-11-2008 22:45

Quote:

Originariamente inviato da stgww (Messaggio 25213034)
Per indeterminato intendo forme inderminate tipo 0/0.. cmq se non è corretto fa niente. Adesso ti proprongo un esercizio, puoi gentilmente spiegarmi le fasi e i ragionamenti che fai per raggiungere alla specie di discontinuità e quelli con quali escludi gli altri ?
y=(radq(x)-1)/(x-1)
Grazie dell'interesse

la singolarità (x=1) è eliminabile.
Basta rimettere a posto il denominatore come x-1=(√x-1)*(√x+1) cosi semplifichi il numeratore e per x->1 fa 1/2


85francy85 28-11-2008 22:47

Quote:

Originariamente inviato da misterx (Messaggio 25213122)

intendevo questo: f(x)=P(X=x) e cioè che la f(x) è la probabilità che la variabile aleatoria X assuma quel valore x: nel continuo non vale.

So di non essere bravo ad esprimermi in matematichese :)

Certo che non vale. Avete fatto le delta di dirac? cosi ci caviamo via il dente una volta per tutte :D

stgww 28-11-2008 23:06

Quote:

Originariamente inviato da 85francy85 (Messaggio 25214744)
la singolarità (x=1) è eliminabile.
Basta rimettere a posto il denominatore come x-1=(√x-1)*(√x+1) cosi semplifichi il numeratore e per x->1 fa 1/2


You are a genius ! Ma come faccio a dire di che discontinuità è non l'ho ancora capito...


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:36.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.