Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Arauto 19-11-2010 16:38

Mitzy,
 
Bentornata!!!!!!!

Sono contento che tutto sia andato bene!

Ciao.

alex642002 20-11-2010 01:09

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33698002)
e rieccomi! Innanzitutto grazie per essermi stati così vicini... GRAZIE!!!! Sono stata operata mercoledì, durata intervento 1 ora e 45. Fino a ieri poco o nullo dolore per un cocktail di antidolorifici in vena della durata di 24 ore. Stamattina iniziavo a sentire male, quindi antidolorifico in vena. Terminato mi sentivo benissimo. Ieri prime contrazioni muscolari e mobilizzazione manuale della rotula. Deambulazione con stampelle e carico parziale. Tutore a max estensione a letto e per ora anche x muovermi. Fra 7 giorni via il tutore. Oggi, seconda giornata, contrazioni, sollevamento gamba estesa con tutore , flessione passiva a 70 gradi . Mi é stato detto che il programma riabilitativo é più veloce di quello con autotrapianto. Stampelle per tre settimane. Tutto bene dunque! Per la vite al titanio non ho chiesto ma mi era stato detto che era una vite apposta per il legamento lars. Vi dirò poi! Ciao a tutti! :)

Bentornata Mitzi!:)

Stefano Landau 20-11-2010 10:15

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33698002)
e rieccomi! Innanzitutto grazie per essermi stati così vicini... GRAZIE!!!! Sono stata operata mercoledì, durata intervento 1 ora e 45. Fino a ieri poco o nullo dolore per un cocktail di antidolorifici in vena della durata di 24 ore. Stamattina iniziavo a sentire male, quindi antidolorifico in vena. Terminato mi sentivo benissimo. Ieri prime contrazioni muscolari e mobilizzazione manuale della rotula. Deambulazione con stampelle e carico parziale. Tutore a max estensione a letto e per ora anche x muovermi. Fra 7 giorni via il tutore. Oggi, seconda giornata, contrazioni, sollevamento gamba estesa con tutore , flessione passiva a 70 gradi . Mi é stato detto che il programma riabilitativo é più veloce di quello con autotrapianto. Stampelle per tre settimane. Tutto bene dunque! Per la vite al titanio non ho chiesto ma mi era stato detto che era una vite apposta per il legamento lars. Vi dirò poi! Ciao a tutti! :)

Bentornata! Da quanto dici sembra quindi tutto per il meglio. Io con gli antidolorifici sono andato avanti per 8-10 giorni una volta uscito dall'ospedale...... A letto stavo bene, solo che appena mi alzavo in piedi sentivo i punti che pulsavano........ nel tuo caso non avendoti prelevato nulla dovrebbe andare però molto meglio.

Delfino81 22-11-2010 10:05

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33703725)
Bentornata! Da quanto dici sembra quindi tutto per il meglio. Io con gli antidolorifici sono andato avanti per 8-10 giorni una volta uscito dall'ospedale...... A letto stavo bene, solo che appena mi alzavo in piedi sentivo i punti che pulsavano........ nel tuo caso non avendoti prelevato nulla dovrebbe andare però molto meglio.

ste "pulsazioni" è un sintomo in comune a tutte le persone che si operano di qwualsiasi cosa....un amico mio si operò di fistola sacro-coccigea e anche a lui "pulsava" il fondo della schiena! :D

Mitzy ma quanti giorni sei rimasta in ospedale?io so che al secondo o al terzo giorno max ti dimettono....voialtri quanto ci siete rimasti? ù

(a casa imamgino gli antidolorifici lui prendevate x bocca, o facevate venire l'infermierina sexy che ve li iniettava in vena o che vi faceva le punture sul sedere? :D )

Stefano Landau 22-11-2010 10:16

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33719775)
ste "pulsazioni" è un sintomo in comune a tutte le persone che si operano di qwualsiasi cosa....un amico mio si operò di fistola sacro-coccigea e anche a lui "pulsava" il fondo della schiena! :D

Mitzy ma quanti giorni sei rimasta in ospedale?io so che al secondo o al terzo giorno max ti dimettono....voialtri quanto ci siete rimasti? ù

(a casa imamgino gli antidolorifici lui prendevate x bocca, o facevate venire l'infermierina sexy che ve li iniettava in vena o che vi faceva le punture sul sedere? :D )

A Parte il periodo in ospedale (gli antidolorifici erano nella flebo)
Poi nei giorni successivi l'antidolorifico era semplicemente il Nimesulide (o Aulin) da prendere alla mattina e alla sera, quindi una bustina da sciogliere in un bicchiere d'acqua da bere (se non ricordo male dopo i pasti......) .

mitzy 22-11-2010 12:59

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33719775)
ste "pulsazioni" è un sintomo in comune a tutte le persone che si operano di qwualsiasi cosa....un amico mio si operò di fistola sacro-coccigea e anche a lui "pulsava" il fondo della schiena! :D

Mitzy ma quanti giorni sei rimasta in ospedale?io so che al secondo o al terzo giorno max ti dimettono....voialtri quanto ci siete rimasti? ù

(a casa imamgino gli antidolorifici lui prendevate x bocca, o facevate venire l'infermierina sexy che ve li iniettava in vena o che vi faceva le punture sul sedere? :D )

Ciao a tutti! :D
Si, sono ancora in ospedale. Sono in un ospedale pubblico del profondo nord dove seguono i pazienti proprio bene. La degenza media per un crociato con autotrapianto si aggira intorno ai 7 giorni dall'operazione. Io (LARS artificiale)penso di uscire in 6^ giornata e cioé domani. Siamo seguiti benissimo ed abbiamo una super assistenza.
Mi ha visto lo specialista oggi ha constatato che non c'é liquido nel ginocchio e lo ha definito asciutto. Dolore poco (solo un po' di male sul retro a causa di un ematoma che mi si é formato). Piego a 90° e mi hanno sbloccato il tutore a 90°. Quindi dovrei andare a casa domani, cioé in 6^ giornata.
Cosa vi devo dire? Sono CONTENTISSIMA. Stefano, avevi ragione tu: la palestra assidua e costante che ho fatto prima dell'operazione mi é servita TANTISSIMO. Faccio contrazioni, sollevamenti ecc. ecc. benissimo.
Un caro saluto a tutti! :D

mitzy 22-11-2010 13:01

:D :D :D :D :D :D :D :D

mitzy 22-11-2010 13:02

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33703725)
Bentornata! Da quanto dici sembra quindi tutto per il meglio. Io con gli antidolorifici sono andato avanti per 8-10 giorni una volta uscito dall'ospedale...... A letto stavo bene, solo che appena mi alzavo in piedi sentivo i punti che pulsavano........ nel tuo caso non avendoti prelevato nulla dovrebbe andare però molto meglio.

... ho preso gli antidolorifici solo i primi 3 giorni. Ora continuo con Aulin 2 volte al giorno, che dovrebbe essere un antinfiammatorio. Sto BENISSIMO!:)

Stefano Landau 22-11-2010 17:57

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33721795)
... ho preso gli antidolorifici solo i primi 3 giorni. Ora continuo con Aulin 2 volte al giorno, che dovrebbe essere un antinfiammatorio. Sto BENISSIMO!:)

Bene! :D Come dicevo vedrai che ora è tutta discesa.
Non spaventarti se ogni tanto ti sembrerà di fermarti o regredire leggermente...... ogni tanto può capitare (magari per un movimento sbagliato, una piccola infiammazione) Per esempio, quando ho iniziato la corsa su Tapis Roulant mi si è infiammato il rotuleo, ed ho dovuto sostituire la corsa con altri esercizi per una decina di giorni. Poi dopo ho ripreso con la corsa senza problemi.

Ad ogni miglioramento poi ci sarà qualche nuovo dolorino (dovuto ai nuovi movimenti possibili dati dal miglioramento) che poi scompaiono, dandoti la possibilità di nuovi movimenti.....e così di altri nuovi dolorini....
I primi giorni notavo i miglioramenti da un giorno con l'altro, poi dopo un po' da una settimana con l'altra e così via.

Per quando dicevi 2 post prima........ Ho avuto un buon Maestro in questo forum sulla ginnastica pre-operatoria : Gomma.

Sugli antidolorifici...... stai proseguendo più o meno come nel mio caso.
Sono stato operato di Lunedì (pomeriggio) e quindi gli antidolorifici li ho presi attraverso la flebo fino a quando ero in ospedale. Mercoledì mattina mi hanno dimesso (quindi direi per 36 ore circa......) e da li ho iniziato con Nimesulide (Aulin) 2 volte al giorno per circa 8-10 giorni.
Uscito dall'ospedale mercoledì, Sabato avevo provato a dimezzare l'Aulin, ma lunedì ho dovuto riprendere con la dose normale perchè alzandomi il ginocchio pulsava un po' troppo.

Delfino81 23-11-2010 18:18

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33725442)
Bene! :D Come dicevo vedrai che ora è tutta discesa.
Non spaventarti se ogni tanto ti sembrerà di fermarti o regredire leggermente...... ogni tanto può capitare (magari per un movimento sbagliato, una piccola infiammazione) Per esempio, quando ho iniziato la corsa su Tapis Roulant mi si è infiammato il rotuleo, ed ho dovuto sostituire la corsa con altri esercizi per una decina di giorni. Poi dopo ho ripreso con la corsa senza problemi.

Ad ogni miglioramento poi ci sarà qualche nuovo dolorino (dovuto ai nuovi movimenti possibili dati dal miglioramento) che poi scompaiono, dandoti la possibilità di nuovi movimenti.....e così di altri nuovi dolorini....
I primi giorni notavo i miglioramenti da un giorno con l'altro, poi dopo un po' da una settimana con l'altra e così via.

Per quando dicevi 2 post prima........ Ho avuto un buon Maestro in questo forum sulla ginnastica pre-operatoria : Gomma.

Sugli antidolorifici...... stai proseguendo più o meno come nel mio caso.
Sono stato operato di Lunedì (pomeriggio) e quindi gli antidolorifici li ho presi attraverso la flebo fino a quando ero in ospedale. Mercoledì mattina mi hanno dimesso (quindi direi per 36 ore circa......) e da li ho iniziato con Nimesulide (Aulin) 2 volte al giorno per circa 8-10 giorni.
Uscito dall'ospedale mercoledì, Sabato avevo provato a dimezzare l'Aulin, ma lunedì ho dovuto riprendere con la dose normale perchè alzandomi il ginocchio pulsava un po' troppo.


che poi senza andar tanto lontano questa è una prassi che succede anche nelle normali palestre....non so voi ma a me quando cambiavano la scheda, o se a volte intensificavo troppo dei carichi ecc. (e nn parlo solo di gambe, ma tutto, petto, spalle, ecc) la notte quando mi rigiravo nel letto erano dolori, e nn vi dico il giorno dopo! :D a maggior ragione succedeerà con un'articolazione che comunque è stata indebolita da un intervento chirurgico!

ma a voi il ginocchio scrocchia anche dopo lì'operazione? prima di operarvi (ma sempre dopo0 "azzoppati") scrocchiava assai? (tipo ad esempio quando flettete la gamba ecc. a me a volte no a volte sembra che c'ho il gioco del piccolo meccanico dentro :D

tausen 24-11-2010 08:55

Quote:

Originariamente inviato da tausen (Messaggio 33592246)
ciao a tutti, vado subito al dunque: valutazione dell'ortopedico specializzato nel ginocchio (subito dopo il passaggio in pronto soccorso): "distorsione ginocchio sinistro con lesione LCA+LCM" questo il suo referto. A parole, dopo avermi fatto un paio di test manuali, mi disse "crociato rotto al 100%, collaterale tra 2° e 3° grado"
Mi ingessano 20 gg (Hughston).
Mi consiglia di far "sgonfiare" l'ematoma prima di effettuare una risonanza magnetica.
Seguo il consiglio e torno per la risonanza:

"Disomogeneità strutturale del legamento collaterale mediale compatibile con postumi di lesione, tra il 2° e il 3° grado, al suo 3° medio superiore. Scarsa-pressoché assente rappresentazione delle fibre medio superiori del legamento crociato anteriore come per sua lesione, al tetto. Coesiste edema intraspongioso inserzionale legamentoso superiore. Accennato focolaio di edema osseo intraspongioso anche del condilo femorale esterno e, di una breve porzione, del condilo femorale interno, in sede anteriore.
Disomogeneità strutturale compatibile con fenomeni involutivi, di grado medio, al terzo medio distale del legamento crociato posteriore, ancora integro.
Artrosinovite reattiva con una minima quota versamentale prevalente ai recessi antero superiori. Modico ispessimento dele settature dell'Hoffa; ispessimento borsitico pre tibiale, con associato iniziale ispessimento di una limitrofa plica antero inferiore dell'Hoffa. Integrità del tendine rotuleo e del tendine quadricipitale.
Iperintensità lineare, a decorso trasversale-obliquo della porzione periferica e posteriore del menisco esterno compatibile con postumi di fissurazione parziale e/o alterazioni involutive. Note degenerative del corno posteriore del menisco mediale ove si associa una sospetta, accennata, immagine fissurativa parziale, iperintensa lineare, a decorso orizzontale."

tutto questo, praticamente un anno fa. dopo 110 giorni di inabilità e molti esercizi ero ancora indeciso sul fatto di farmi operare. Stavo studiando e avevo un paio di progetti a breve termine. Ho comunicato comunque all'assicurazione la mia volontà di sottopormi all'intervento chirurgico e per questo non mi hanno ancora liquidato. Ora che le mie lesioni sono stabilizzate (e l'intervento rimandato a tempo indeterminato), ho ricevuto convocazione dall'assicurazione per la liquidazione.
allo stato attuale ho difficoltà/timore a scendere le scale, dolore nella rotazione (sia interna che esterna del ginocchio), fastidio nell'estensione totale del ginocchio (però si estende al 100%), dolore nel piegare il ginocchio verso l'interno, dolore al tatto nella zona frontale e in quella interna dell'articolazione.
Sono stato fin troppo lungo. So che è difficile valutare, ma non avendo più avuto pareri medici dopo la risonanza, vorrei una valutazione, soprattutto in termini di punti di invalidità. Tutto questo per avere un'idea e non farmi fregare dal medico dell'assicurazione. Non ho fatto una visita dal medico legale di parte perché il mio assicuratore è amico di famiglia e mio padre ha assicurazioni aziendali parecchio costose con lui. Sono sicuro che avrebbe tutto l'interesse a risarcirmi adeguatamente, pena la disdetta di tutte le altre assicurazioni e polizze. Il problema, secondo me, è il medico. Che è completamente estraneo e sicuramente terrà la parte dell'assicurazione.
Però, se avessi un'idea abbastanza chiara dei punti che mi spettano, sarebbe più difficile fregarmi.
Non so quali tabelle di riferimento adotta la mia assicurazione (INA Assitalia).

Vi ringrazio infinitamente

Di nuovo ciao a tutti! buone nuove!
Dopo 14 giorni dalla visita medico legale mi ha chiamato l'assicuratore! è stato informato che mi hanno dato 9 punti di invalidità per un totale di 15mila e rotti. come avevo già detto, ero scettico dopo la visita. invece, molto probabilmente grazie ad un referto impeccabile della risonanza, non hanno potuto far altro. e tutto questo senza ricorrere minimamente a avvocati. volevo solamente portare alla luce questa mia esperienza positiva. Ora, non so quando prenderò i soldi (voi avete qualche idea?), ma questo ripaga in parte i miei disagi e il mio ginocchio.
Vi ringrazio per i consigli di un paio di settimane fa e vi saluto

mitzy 24-11-2010 11:20

Quote:

Originariamente inviato da tausen (Messaggio 33740708)
Di nuovo ciao a tutti! buone nuove!
Dopo 14 giorni dalla visita medico legale mi ha chiamato l'assicuratore! è stato informato che mi hanno dato 9 punti di invalidità per un totale di 15mila e rotti. come avevo già detto, ero scettico dopo la visita. invece, molto probabilmente grazie ad un referto impeccabile della risonanza, non hanno potuto far altro. e tutto questo senza ricorrere minimamente a avvocati. volevo solamente portare alla luce questa mia esperienza positiva. Ora, non so quando prenderò i soldi (voi avete qualche idea?), ma questo ripaga in parte i miei disagi e il mio ginocchio.
Vi ringrazio per i consigli di un paio di settimane fa e vi saluto

Mio caso: completa rottura crociato anteriore, distorsione 3-4° LCM, rottura menisco mediale: invalidità riconosciuta (anch'io senza ricorrere a legali) 11%.
Ciao!

alex642002 24-11-2010 11:48

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33742006)
Mio caso: completa rottura crociato anteriore, distorsione 3-4° LCM, rottura menisco mediale: invalidità riconosciuta (anch'io senza ricorrere a legali) 11%.
Ciao!

Ciao,Mitzi!Ma hai un'assicurazione anche tu?Come mai ti sei operata presso una struttura pubblica allora?

mitzy 24-11-2010 12:06

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33742336)
Ciao,Mitzi!Ma hai un'assicurazione anche tu?Come mai ti sei operata presso una struttura pubblica allora?

L'assicurazione copriva solo l'invalidità. Non avevo le spese mediche comprese.
Si mi sono oeprata presso un'eccellente struttura pubblica e mi sono trovata BENISSIMO. Sono a casa dopo 7 giorni di degenza. Tutto é andato benissimo. Riesco a camminare anche senza stampelle senza dolore, ma seguo i consigli del mio specialista e dei fisioterapisti e cioé stampelle per 3 settimane e carico a tolleranza. Domani tolgo il tutore che metterò solo di notte bloccato a 0°. Probabilmente temono qualche torsione nel sonno.

A presto!

Arauto 24-11-2010 18:20

Gentilmente a chi può darmi qualche dritta:
 
Secondo voi conviene fare fisioterapia da privato?
Nella Palestra che frequento il fisioterapista mi ha detto oggi il costo: €580.00 per tutto il trattamento.(no piscina)
Al volo l'unico vantaggio sarebbe che la palestra è abbastanza vicina a casa mia.
Incredibile, ma nella mia zona non esiste fisioterapia con piscina(almeno non l'ho ancora trovata).

Qualche perplessità: mi ha fissato la prima sessione per il 09/12(mi opero il 02/12), ma non ha nemmeno chiesto che tipo di intervento farò!:confused:

Inoltre mi ha detto che dovrò procurarmi il Kinetec.

Grazie!

Arauto 24-11-2010 18:23

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33742542)
Si mi sono oeprata presso un'eccellente struttura pubblica e mi sono trovata BENISSIMO. Sono a casa dopo 7 giorni di degenza. Tutto é andato benissimo. Riesco a camminare anche senza stampelle senza dolore, ma seguo i consigli del mio specialista e dei fisioterapisti e cioé stampelle per 3 settimane e carico a tolleranza. Domani tolgo il tutore che metterò solo di notte bloccato a 0°. Probabilmente temono qualche torsione nel sonno.

A presto!

Mi fa piacere che vada tutto alla grande per te!!!

Buon recupero!

mitzy 24-11-2010 18:32

Quote:

Originariamente inviato da Arauto (Messaggio 33746470)
Secondo voi conviene fare fisioterapia da privato?
Nella Palestra che frequento il fisioterapista mi ha detto oggi il costo: €580.00 per tutto il trattamento.(no piscina)
Al volo l'unico vantaggio sarebbe che la palestra è abbastanza vicina a casa mia.
Incredibile, ma nella mia zona non esiste fisioterapia con piscina(almeno non l'ho ancora trovata).

Qualche perplessità: mi ha fissato la prima sessione per il 09/12(mi opero il 02/12), ma non ha nemmeno chiesto che tipo di intervento farò!:confused:

Inoltre mi ha detto che dovrò procurarmi il Kinetec.

Grazie!

Ciao Arauto e in bocca al lupo!!! Ora tocca a te! :D
Io ho sempre fatto fisioterapia (anche quando mi ero inizialmente fatta male) presso la struttura pubblica dove mi hanno operato dove esistono vari centri di riabilitazione fisioterapica specifica, uno dei quali destinati solo al ginocchio. 10 sedute, 36 € di ticket e super esperienza e professionalità. Non so se sove abiti tu esistano strutture pubbliche del genere. C'é anche da dire che dopo che ti hanno fatto vedere come fare correttamente gli esercizi, ed averli eseguiti sotto guida, puoi farli anche tu a casa, devi solo essere costante e determinato.
Per il Kinetec io non l'ho fatto e non lo sto facendo. Mi siedo sul tavolo, con un rialzo sotto il ginocchio operato, e faccio ginnastica passiva, cioé con la gamba sana piego, a tolleranza, il ginocchio appena operato. I 90° li ho raggiunti già al 3° giorno dall'operazione. Ma non so se la cosa é perché mi hanno messo il LARS.
In bocca al lupo!!!


1/2/2009: rottura completa LCA, dist. 3°-4° LCM, rottura menisco
15/5/2009: sblocco articolare ginocchio e artroscopia
17/11/2010: intervento di ricostruzione del LCA con legamento LARS

Stefano Landau 25-11-2010 09:41

Quote:

Originariamente inviato da Arauto (Messaggio 33746470)
Secondo voi conviene fare fisioterapia da privato?
Nella Palestra che frequento il fisioterapista mi ha detto oggi il costo: €580.00 per tutto il trattamento.(no piscina)
Al volo l'unico vantaggio sarebbe che la palestra è abbastanza vicina a casa mia.
Incredibile, ma nella mia zona non esiste fisioterapia con piscina(almeno non l'ho ancora trovata).

Qualche perplessità: mi ha fissato la prima sessione per il 09/12(mi opero il 02/12), ma non ha nemmeno chiesto che tipo di intervento farò!:confused:

Inoltre mi ha detto che dovrò procurarmi il Kinetec.

Grazie!

Io con la Fisioterapia in un centro privato mi sono trovato benissimo.
Però pagava l'assicurazione, altrimenti sarei andato anch'io in un centro pubblico. I primi 3 mesi (finite le prime 3 settimane a casa) andavo nel centro del chirurgo che mi ha operato a 70€ a seduta per 3 volte alla settimana (210 € alla settimana, quindi 840 € al mese quindi poco più di 2000 €)
Il vantaggio era un orario flessibile e non imposto dalla struttura, per cui dopo il lavoro andavo a fare fisioterapia.

Certo che senza assicurazione spendere più di 2000€ in fisioterapia........ sarebbe stato pesante, anche se in effetti i risultati sono arrivati

Sul tipo di operazione...... secondo me decidono al momento quando incominci. I primi 3-4 mesi dall'operazione sono i più importanti e quindi faranno un conto "Statistico".
Su kineteck e tutori...... aspetta a sentire che ti dice il chirurgo. Io prima dell'operazione mi stavo informando su dove prenderli, quanto sarebbero costati ecc...... per poi scoprire che il mio chirurgo non li usa.

Io sono uscito dall'ospedale in stampelle senza mai aver visto o indossato ne tutori, ne fasciature elastiche, ne usato kinetck.
Quello dipende molto dalla tecnica operatoria.

Sulla fisioterapia in un centro pubblico....... informati su orari/durata e frequenza. Se non hai un'assicurazione che copre le spese secondo me può essere altrettanto valida. Ovvio che se ti fanno andare alla mattina perdendo giornate di lavoro ecc..... magari quella privata diventa la scelta obbligata.

alex642002 25-11-2010 11:20

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33751054)
Io con la Fisioterapia in un centro privato mi sono trovato benissimo.
Però pagava l'assicurazione, altrimenti sarei andato anch'io in un centro pubblico. I primi 3 mesi (finite le prime 3 settimane a casa) andavo nel centro del chirurgo che mi ha operato a 70€ a seduta per 3 volte alla settimana (210 € alla settimana, quindi 840 € al mese quindi poco più di 2000 €)
Il vantaggio era un orario flessibile e non imposto dalla struttura, per cui dopo il lavoro andavo a fare fisioterapia.

Certo che senza assicurazione spendere più di 2000€ in fisioterapia........ sarebbe stato pesante, anche se in effetti i risultati sono arrivati

Sul tipo di operazione...... secondo me decidono al momento quando incominci. I primi 3-4 mesi dall'operazione sono i più importanti e quindi faranno un conto "Statistico".
Su kineteck e tutori...... aspetta a sentire che ti dice il chirurgo. Io prima dell'operazione mi stavo informando su dove prenderli, quanto sarebbero costati ecc...... per poi scoprire che il mio chirurgo non li usa.

Io sono uscito dall'ospedale in stampelle senza mai aver visto o indossato ne tutori, ne fasciature elastiche, ne usato kinetck.
Quello dipende molto dalla tecnica operatoria.

Sulla fisioterapia in un centro pubblico....... informati su orari/durata e frequenza. Se non hai un'assicurazione che copre le spese secondo me può essere altrettanto valida. Ovvio che se ti fanno andare alla mattina perdendo giornate di lavoro ecc..... magari quella privata diventa la scelta obbligata.

Io,pur avendo l'assicurazione,l'ho fatta in una struttura convenzionata vicino casa per comodità e mi sono trovato benissimo infatti:l'ho suggerita anche a Delfino81.

mitzy 25-11-2010 15:07

RIABILITAZIONE DOPO INTERCENTO CON LARS
 
Ho trovato questo protocollo riabilitativo per operazione con LARS. Vi metto il link per chi fosse interessato alla cosa.
ciao!
http://www.kinetikscienzemotorie.it/...ilitazione.pdf

Delfino81 27-11-2010 18:16

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33751955)
Io,pur avendo l'assicurazione,l'ho fatta in una struttura convenzionata vicino casa per comodità e mi sono trovato benissimo infatti:l'ho suggerita anche a Delfino81.


infatti ci vorrei andare ma è troppo lontanmo dal lavoro e nn ce la farei! :muro:

nelloug90 29-11-2010 01:37

Salve a tutti, ho da pochi giorni fatto una risonanza in seguito a una caduta in montagna e ho il LCA rotto completamente e LCP lesionato,il resto indenne...Devo ancora farmi visitare da un ortopedico, per ora uso un tutore in estensione completa dopo la visita al pronto soccorso,dove mi hanno estratto 5 siringhe di sangue dal ginocchio...Nel frattempo vorrei sapere quale ritenete sia la migliore tecnica per farsi operare,tenendo conto che non ho particolari esigenze "sportive" come tempi di recupero brevissimi. Ho letto di quella che asporta il tendine gracile e semitendinoso,volevo sapere se in ogni caso con queste tecniche rimangono fori nelle ossa o si rimarginano e se con qualsiasi tecnica è cosi. Inoltre abito in provincia di Salerno,e sono disposto a spostarmi per l'operazione, se conoscete qualche buona clinica ogni consiglio è ben accetto. Mi interessa fare le cose anche lentamente,ma bene.Grazie in anticipo

gomma2408 29-11-2010 09:04

Quote:

Originariamente inviato da nelloug90 (Messaggio 33785324)
Salve a tutti, ho da pochi giorni fatto una risonanza in seguito a una caduta in montagna e ho il LCA rotto completamente e LCP lesionato,il resto indenne...Devo ancora farmi visitare da un ortopedico, per ora uso un tutore in estensione completa dopo la visita al pronto soccorso,dove mi hanno estratto 5 siringhe di sangue dal ginocchio...Nel frattempo vorrei sapere quale ritenete sia la migliore tecnica per farsi operare,tenendo conto che non ho particolari esigenze "sportive" come tempi di recupero brevissimi. Ho letto di quella che asporta il tendine gracile e semitendinoso,volevo sapere se in ogni caso con queste tecniche rimangono fori nelle ossa o si rimarginano e se con qualsiasi tecnica è cosi. Inoltre abito in provincia di Salerno,e sono disposto a spostarmi per l'operazione, se conoscete qualche buona clinica ogni consiglio è ben accetto. Mi interessa fare le cose anche lentamente,ma bene.Grazie in anticipo

Innanzi tutto tanti in bocca al lupo a mitzy, anche se in ritardo, anche da me.... mi sono assentato per un po' e non ne ho avuto occasione :cool:
Contento che tutto proceda per il meglio... hai visto la ginnastica pre-operatoria??? il farla ti consente di avere da subito una marcia in più....;)

@ nelloug90: purtroppo i BUCHI nelle ossa sono necessari con qualsiasi tecnica.:rolleyes: .... infatti i tunnel ossei di tibia e femore servono per far passare il neolegamento e fissarlo, sia legamento per autotrapianto che sintetico che da donatore.
Al limite certe tecniche consentono di fare tunnel ossei non "aperti", ovvero non passanti da parte a parte, come nella normalità degli interventi, utilizzando tecniche chiamate di tipo "all-inside" (Cerulli il primo a farla) con degli half-tunnel per il passaggio del nueo legamento, con meno "buchi" visibili anche esteriormente.
Si rimarginano eccome, anzi si devono rimarginere per la buona riusciata dell'operazione perchè così si integra la vite o gli altri sistemi di fissaggio usati e il legamento con il resto della struttura dell'osso.

Diciamo che in Italia ce ne sono che fanno ottimi interventi, importante è il periodo post-operatorio di riabilitazione. I chirurghi bene scegliere qualcuno che sia proprio specializzato in ortopedia del ginocchio in modo che la sua esperienza si basi sull'osservazione quotidiana di questi problemi, e comunque basta sentire qualche amico che gioca o è coinvolto in qualche società sportiva di calcio o pallavolo (per dire gli sport dove queste cose accadono più di frequente...) perchè "nell'ambiente" sportivo di società si sa sempre qual'è il medico cui affidarsi nella zona o regione di appartenenza.

Il LCP lesionato è normale, almeno fino a una certa misura, per la forte distorsione che hai avuto. Questo è comunque più vascolarizzato rispetto al LCA e quindi recupera anche tutta la sua funzionalità con il tempo.. quindi a meno di una rottura completa non mi preoccuperei più di tanto (anche il mio era "tumefatto" dopo l'infortunio)

ciao

nelloug90 29-11-2010 14:26

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33785765)
Innanzi tutto tanti in bocca al lupo a mitzy, anche se in ritardo, anche da me.... mi sono assentato per un po' e non ne ho avuto occasione :cool:
Contento che tutto proceda per il meglio... hai visto la ginnastica pre-operatoria??? il farla ti consente di avere da subito una marcia in più....;)

@ nelloug90: purtroppo i BUCHI nelle ossa sono necessari con qualsiasi tecnica.:rolleyes: .... infatti i tunnel ossei di tibia e femore servono per far passare il neolegamento e fissarlo, sia legamento per autotrapianto che sintetico che da donatore.
Al limite certe tecniche consentono di fare tunnel ossei non "aperti", ovvero non passanti da parte a parte, come nella normalità degli interventi, utilizzando tecniche chiamate di tipo "all-inside" (Cerulli il primo a farla) con degli half-tunnel per il passaggio del nueo legamento, con meno "buchi" visibili anche esteriormente.
Si rimarginano eccome, anzi si devono rimarginere per la buona riusciata dell'operazione perchè così si integra la vite o gli altri sistemi di fissaggio usati e il legamento con il resto della struttura dell'osso.

Diciamo che in Italia ce ne sono che fanno ottimi interventi, importante è il periodo post-operatorio di riabilitazione. I chirurghi bene scegliere qualcuno che sia proprio specializzato in ortopedia del ginocchio in modo che la sua esperienza si basi sull'osservazione quotidiana di questi problemi, e comunque basta sentire qualche amico che gioca o è coinvolto in qualche società sportiva di calcio o pallavolo (per dire gli sport dove queste cose accadono più di frequente...) perchè "nell'ambiente" sportivo di società si sa sempre qual'è il medico cui affidarsi nella zona o regione di appartenenza.

Il LCP lesionato è normale, almeno fino a una certa misura, per la forte distorsione che hai avuto. Questo è comunque più vascolarizzato rispetto al LCA e quindi recupera anche tutta la sua funzionalità con il tempo.. quindi a meno di una rottura completa non mi preoccuperei più di tanto (anche il mio era "tumefatto" dopo l'infortunio)

ciao

Grazie mille...Un'ultima cosa: queste operazioni,benchè sappia che il legamento non torna mai come prima, sono definitive,non danno problemi negli anni? Io sono caduto ma non pratico sport a alto rischio distorsivo,faccio ciclismo e vorrei iniziare un po di nuoto, la resa sarà soddisfacente o è un "peso" che si fa sentire sempre l'avere il ginocchio operato?

gomma2408 29-11-2010 14:47

Quote:

Originariamente inviato da nelloug90 (Messaggio 33789016)
Grazie mille...Un'ultima cosa: queste operazioni,benchè sappia che il legamento non torna mai come prima, sono definitive,non danno problemi negli anni? Io sono caduto ma non pratico sport a alto rischio distorsivo,faccio ciclismo e vorrei iniziare un po di nuoto, la resa sarà soddisfacente o è un "peso" che si fa sentire sempre l'avere il ginocchio operato?

No, se uno fa una fisioterapia come si deve nei sei mesi successivi (anche per ripristinare non tanto il legamento sostituito, ma anche il fatto che con le tecniche più diffuse te l'hanno tolto da qualche altra parte, vedi s+g o rotuleo, ma questi hanno il vantaggio che si integrano alla perfezione...) torna esattamente in una condizione come prima, anzi, per altri fattori, si può tornare complessivamente MEGLIO DI PRIMA, infatti per assurdo chi rischia di rimetterci di più è il giocatore professionista.
Il dilettante, o ancor più chi fa sport occasionalmente, il fatto di andare in palestra riabilitativa per sei mesi circa, non fa altro che migliorare le condizionifisiche generali, con il risultato ache alla fine si riesce a fare anche altre cose che prima non si facevano.
Vedi ad es. chi non correva poco o niente prima di farsi male, ora riesce a fare chilometri e chilometri di corsa....:D come è successo a qualcuno qui del forum!!! :D :D :D

nelloug90 29-11-2010 15:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33789201)
No, se uno fa una fisioterapia come si deve nei sei mesi successivi (anche per ripristinare non tanto il legamento sostituito, ma anche il fatto che con le tecniche più diffuse te l'hanno tolto da qualche altra parte, vedi s+g o rotuleo, ma questi hanno il vantaggio che si integrano alla perfezione...) torna esattamente in una condizione come prima, anzi, per altri fattori, si può tornare complessivamente MEGLIO DI PRIMA, infatti per assurdo chi rischia di rimetterci di più è il giocatore professionista.
Il dilettante, o ancor più chi fa sport occasionalmente, il fatto di andare in palestra riabilitativa per sei mesi circa, non fa altro che migliorare le condizionifisiche generali, con il risultato ache alla fine si riesce a fare anche altre cose che prima non si facevano.
Vedi ad es. chi non correva poco o niente prima di farsi male, ora riesce a fare chilometri e chilometri di corsa....:D come è successo a qualcuno qui del forum!!! :D :D :D

Grazie..Ma questi tendini che vengono messi,di fatto poi sono "morti"? Cioè non vi passa il sangue giusto? Mentre i punti da dove vengono asportati li "rigenerano"?

Stefano Landau 29-11-2010 23:42

Quote:

Originariamente inviato da nelloug90 (Messaggio 33789016)
Grazie mille...Un'ultima cosa: queste operazioni,benchè sappia che il legamento non torna mai come prima, sono definitive,non danno problemi negli anni? Io sono caduto ma non pratico sport a alto rischio distorsivo,faccio ciclismo e vorrei iniziare un po di nuoto, la resa sarà soddisfacente o è un "peso" che si fa sentire sempre l'avere il ginocchio operato?

Come giustamente ricorda Gomma, (la nostra Guida, ) Spesso capita che dopo l'operazione e la fisioterapia si finisca per trovarsi in condizioni migliori che prima di farsi male.
Questo perchè, per esempio nel mio caso, con l'operazione si rimedia al danno vero e proprio, con la successiva fisioterapia e nel mio caso proseguendo regolarmente con la palestra e con l'allenamento (nel mio caso l'infortunio mi ha dato un obiettivo che prima non c'era) si raggiungono condizioni di forma che prima non si avevano.

Io prima di rompermi l'Lca faticavo a fare 1 km di corsa (o era quasi impossibile) Mi ricordo che ci ho provato una volta a 32 anni .....e alla fine del Km (solo UNO) sbandavo tanto ero stanco. Ora, che di anni ne ho 44 (a Gennaio saranno 45) posso fare senza problemi 9 km di corsa in un'ora.
Ovvio, non sono un maratoneta, ma per me fare 9 km di corsa prima era pura fantascenza!

Serve però qualche precisazione:
1 - Il neo-legamento blocca il movimento a cassetto, ma è meno efficace di quello originale per le torsioni
2 - Con la tecnica del g+s il ginocchio risulta leggermente sbilanciato rispetto a quando era nuovo. (anche il rotuleo da i suoi problemini........)
3 - Dopo l'operazione, come per qualsiasi trauma osseo........la parte interessata diventa un barometro (da fastidio quando cambia il tempo)

Il primo punto è quello che ha le maggiori conseguenze pratiche :

Anche dopo l'operazione alcuni movimenti vanno evitati, o per lo meno è meglio stare attenti.
Nel mio caso mi è stato detto che il nuoto per esempio va benissimo, però non si può più nuotare a "Rana" in quanto sforza troppo il ginocchio in torsione.

Io però al mare qualche pezzo a rana ora lo faccio (operato il 16 marzo 2009) senza alcun problema.

Il mio fisioterapista infatti mi ha detto che una nuotata blanda e rilassata non mi creerà problemi, mentre dovessi fare 1'ora a Rana allenandomi per na gara, quindi intensamente, probabilmente uscirei dall'acqua con il ginocchio gonfio.

Il punto 2 lo si bilancia con il movimento ed il terzo punto......... bhe, qualche volta può tornare utile avere un baromentro incorporato nel ginocchio! :D

gomma2408 30-11-2010 10:24

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33794428)
Come giustamente ricorda Gomma, (la nostra Guida, ) Spesso capita che dopo l'operazione e la fisioterapia si finisca per trovarsi in condizioni migliori che prima di farsi male.
Questo perchè, per esempio nel mio caso, con l'operazione si rimedia al danno vero e proprio, con la successiva fisioterapia e nel mio caso proseguendo regolarmente con la palestra e con l'allenamento (nel mio caso l'infortunio mi ha dato un obiettivo che prima non c'era) si raggiungono condizioni di forma che prima non si avevano.

Io prima di rompermi l'Lca faticavo a fare 1 km di corsa (o era quasi impossibile) Mi ricordo che ci ho provato una volta a 32 anni .....e alla fine del Km (solo UNO) sbandavo tanto ero stanco. Ora, che di anni ne ho 44 (a Gennaio saranno 45) posso fare senza problemi 9 km di corsa in un'ora.
Ovvio, non sono un maratoneta, ma per me fare 9 km di corsa prima era pura fantascenza!

C'è però da dire un paio di cose :
1 - Il neo-legamento blocca il movimento a cassetto, ma è meno efficace di quello originale per le torsioni
2 - Con la tecnica del g+s il ginocchio risulta leggermente sbilanciato rispetto a quando era nuovo
3 - Dopo l'operazione, come per qualsiasi trauma osseo........la parte interessata diventa un barometro (da fastidio quando cambia il tempo)

Il primo punto è quello che ha le maggiori conseguenze pratiche :

Anche dopo l'operazione alcuni movimenti vanno evitati, o per lo meno è meglio stare attenti.
Nel mio caso mi è stato detto che il nuoto per esempio va benissimo, però non si può più nuotare a "Rana" in quanto sforza troppo il ginocchio in torsione.

Io però al mare qualche pezzo a rana ora lo faccio (operato il 16 marzo 2009) senza alcun problema.

Il mio fisioterapista infatti mi ha detto che una nuotata blanda e rilassata non mi creerà problemi, mentre dovessi fare 1'ora a Rana allenandomi per na gara, quindi intensamente, probabilmente uscirei dall'acqua con il ginocchio gonfio.

Il punto 2 lo si bilancia con il movimento ed il terzo punto......... bhe, qualche volta può tornare utile avere un baromentro incorporato nel ginocchio! :D


eh.... ovvio come si era capito mi riferivo principalmente a te Ste:D :D :D e comunque è un discorso valido per tutti... :)

Il legamento introdotto NON è assolutamente un pezzo morto altrimenti andrebbe incontro a un processo di atrofizzazione! Infatti una volta impiantato il primo mese si riduce di spessore perchè ancora non ha attecchito, poi si rinforza a dovere, fibre di collagene lo integrano e rivestono in un processo riparativo naturale che poi porta alla completa integrazione senza soluzione di continuità.
E' vero il discorso sulla torsione, ovvero che quello che fa il nuovo legamento è di evitare lo slittamento anteriore della tibia, (il "cassetto") mentre in torsione fa meno rispetto al lca originario.
Comunque c'è da dire che il ginocchio "si adatta" alla nuova situazione e la fisioterapia di mesi aiuta a compensare con altre strutture questa limitazione alla torsione, con il rinforzarsi di altri tendini, muscoli, ecc...

Però movimenti specifici di torsione come il nuoto a rana sono sconsigliati... oltretutto il gesto della rana è usato anche per indurre in sublussazione il ginocchio in un test di verifica della rottura del LCA, mi sembra il JERK TEST )

iL tendine prelevato non si ricostituisce del tutto, tanto è vero che pur passando anche molti anni, in caso di bisogno non è possibile fare nuovamente un prelievo per ricostituire un LCA. A maggior ragione per un rotuleo. il semitendinoso, essendo un muscolo, si ricostituisce, ma solo in parte, io mentre prima posteriormente sentivo una "corda" bella robusta a ginocchio flesso, dopo, quella corda non c'era più... era il semitendinoso prelevato:rolleyes: .
Però ora dopo due anni e mezzo devo dire che mi è ritornato, non è poi così evidente come l'altro, ma si è in parte risviluppato.
Ma anche in questo caso tutte l'apparato flessore si riadatta e compensa sufficientemente il danno effettuato dal prelievo.....

;)

alex642002 30-11-2010 11:06

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33796131)
eh.... ovvio come si era capito mi riferivo principalmente a te Ste:D :D :D e comunque è un discorso valido per tutti... :)

Il legamento introdotto NON è assolutamente un pezzo morto altrimenti andrebbe incontro a un processo di atrofizzazione! Infatti una volta impiantato il primo mese si riduce di spessore perchè ancora non ha attecchito, poi si rinforza a dovere, fibre di collagene lo integrano e rivestono in un processo riparativo naturale che poi porta alla completa integrazione senza soluzione di continuità.
E' vero il discorso sulla torsione, ovvero che quello che fa il nuovo legamento è di evitare lo slittamento anteriore della tibia, (il "cassetto") mentre in torsione fa meno rispetto al lca originario.
Comunque c'è da dire che il ginocchio "si adatta" alla nuova situazione e la fisioterapia di mesi aiuta a compensare con altre strutture questa limitazione alla torsione, con il rinforzarsi di altri tendini, muscoli, ecc...

Però movimenti specifici di torsione come il nuoto a rana sono sconsigliati... oltretutto il gesto della rana è usato anche per indurre in sublussazione il ginocchio in un test di verifica della rottura del LCA, mi sembra il JERK TEST )

iL tendine prelevato non si ricostituisce del tutto, tanto è vero che pur passando anche molti anni, in caso di bisogno non è possibile fare nuovamente un prelievo per ricostituire un LCA. A maggior ragione per un rotuleo. il semitendinoso, essendo un muscolo, si ricostituisce, ma solo in parte, io mentre prima posteriormente sentivo una "corda" bella robusta a ginocchio flesso, dopo, quella corda non c'era più... era il semitendinoso prelevato:rolleyes: .
Però ora dopo due anni e mezzo devo dire che mi è ritornato, non è poi così evidente come l'altro, ma si è in parte risviluppato.
Ma anche in questo caso tutte l'apparato flessore si riadatta e compensa sufficientemente il danno effettuato dal prelievo.....

;)

Certo sarebbe tutto più semplice se il LCA si ricostruisse da solo ;)

Stefano Landau 30-11-2010 11:46

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33796523)
Certo sarebbe tutto più semplice se il LCA si ricostruisse da solo ;)

Il mio ortopedico mi diceva che stanno studiando una soluzione impiegando le cellule staminali, però non so a che punto sono. Ma ho l'impressione che per quello ci vorrà ancora un bel po' di tempo,

alex642002 30-11-2010 12:19

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33796131)
eh.... ovvio come si era capito mi riferivo principalmente a te Ste:D :D :D e comunque è un discorso valido per tutti... :)

Ogni riferimento a Stefano era puramente voluto :D

Arauto 30-11-2010 17:26

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33796131)

Il legamento introdotto NON è assolutamente un pezzo morto altrimenti andrebbe incontro a un processo di atrofizzazione! Infatti una volta impiantato il primo mese si riduce di spessore perchè ancora non ha attecchito, poi si rinforza a dovere, fibre di collagene lo integrano e rivestono in un processo riparativo naturale che poi porta alla completa integrazione senza soluzione di continuità.
E' vero il discorso sulla torsione, ovvero che quello che fa il nuovo legamento è di evitare lo slittamento anteriore della tibia, (il "cassetto") mentre in torsione fa meno rispetto al lca originario.
Comunque c'è da dire che il ginocchio "si adatta" alla nuova situazione e la fisioterapia di mesi aiuta a compensare con altre strutture questa limitazione alla torsione, con il rinforzarsi di altri tendini, muscoli, ecc...

Però movimenti specifici di torsione come il nuoto a rana sono sconsigliati... oltretutto il gesto della rana è usato anche per indurre in sublussazione il ginocchio in un test di verifica della rottura del LCA, mi sembra il JERK TEST )

iL tendine prelevato non si ricostituisce del tutto, tanto è vero che pur passando anche molti anni, in caso di bisogno non è possibile fare nuovamente un prelievo per ricostituire un LCA. A maggior ragione per un rotuleo. il semitendinoso, essendo un muscolo, si ricostituisce, ma solo in parte, io mentre prima posteriormente sentivo una "corda" bella robusta a ginocchio flesso, dopo, quella corda non c'era più... era il semitendinoso prelevato:rolleyes: .
Però ora dopo due anni e mezzo devo dire che mi è ritornato, non è poi così evidente come l'altro, ma si è in parte risviluppato.
Ma anche in questo caso tutte l'apparato flessore si riadatta e compensa sufficientemente il danno effettuato dal prelievo.....

;)

Informazioni che stavo cercando e finora non avevo trovato, almeno non cosi chiare.
Complimenti e Grazie, sei Grande!;)

Delfino81 30-11-2010 18:56

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33785765)
Innanzi tutto tanti in bocca al lupo a mitzy, anche se in ritardo, anche da me.... mi sono assentato per un po' e non ne ho avuto occasione :cool:
Contento che tutto proceda per il meglio... hai visto la ginnastica pre-operatoria??? il farla ti consente di avere da subito una marcia in più....;)

@ nelloug90: purtroppo i BUCHI nelle ossa sono necessari con qualsiasi tecnica.:rolleyes: .... infatti i tunnel ossei di tibia e femore servono per far passare il neolegamento e fissarlo, sia legamento per autotrapianto che sintetico che da donatore.
Al limite certe tecniche consentono di fare tunnel ossei non "aperti", ovvero non passanti da parte a parte, come nella normalità degli interventi, utilizzando tecniche chiamate di tipo "all-inside" (Cerulli il primo a farla) con degli half-tunnel per il passaggio del nueo legamento, con meno "buchi" visibili anche esteriormente.
Si rimarginano eccome, anzi si devono rimarginere per la buona riusciata dell'operazione perchè così si integra la vite o gli altri sistemi di fissaggio usati e il legamento con il resto della struttura dell'osso.

Diciamo che in Italia ce ne sono che fanno ottimi interventi, importante è il periodo post-operatorio di riabilitazione. I chirurghi bene scegliere qualcuno che sia proprio specializzato in ortopedia del ginocchio in modo che la sua esperienza si basi sull'osservazione quotidiana di questi problemi, e comunque basta sentire qualche amico che gioca o è coinvolto in qualche società sportiva di calcio o pallavolo (per dire gli sport dove queste cose accadono più di frequente...) perchè "nell'ambiente" sportivo di società si sa sempre qual'è il medico cui affidarsi nella zona o regione di appartenenza.

Il LCP lesionato è normale, almeno fino a una certa misura, per la forte distorsione che hai avuto. Questo è comunque più vascolarizzato rispetto al LCA e quindi recupera anche tutta la sua funzionalità con il tempo.. quindi a meno di una rottura completa non mi preoccuperei più di tanto (anche il mio era "tumefatto" dopo l'infortunio)

ciao

malvenuto (come si dice da ste parti nn xke nn ci facci piacere condividere con te le ns esperienze ma xke credo che tuy stesso avresti avuto piu piacere a non romperti nulla e n entrare nel forum :D )all'amico nello che ha voluto emularmi nel trauma.. anche io ho intaccato entrambi i crociati, fortunatamente sono riuscito a non rompere l'LCA, ma MAriani mi disse che era rotto l'LCP altri si sono pronunciati per la lesione parziale di entrambi!

comunque non ho mai capito se l'LCP PARZIALMENTE lesionato rimargina da solo, oppure no, io credo che vada fatto uno specifico programma x tentare di recuperarlo, e va iniziato "a caldo" quindi oltre a fare turismo ortopedico (non troppo se no poi nn sai piu che campana sentire :D ) il consiglio che posso darti è quello di recarti da un buon centro di fisioterapia e farti esaminare un po' là cosa si può "salvare" .....

ad esempio, AMMESSO che la mia lesione del LCP sia solo parziale,non potrei dire che ho recuperato egregiamente.....cioè all'esame di lastra sotto stress (che è quella che quantifica il cassetto posteriore,) avevo una sublussazione di 7 millimetri scarsi rispetto alla gamba sana, ma questa tale era e tale mi è rimasta.... e infatti se mi metto con le ginocchia a foramre un angolo di 90 gradi tra tibia e femore (imamgina la tipica posizione di chi sta seduto tipo "ragazzi del murretto" :D )la sinistra ovvero quella azzoppata si nota la tipica fossetta sottorotulea che indica una leggera sublussazione tibiale....ho visto su youn tube certe ginocchia che se ne andavano indietro cosi tamto che sembravano l'uomo snodabile, x fortuna non è cosi, ma un po' c'è.... quidni nn so se è normale oppure io "a caldo" nn l'ho curata come si deve (so che bisogna immobilizzare il ginocchio per un certo periodo, poi iniziare con esercizi specifici ecc. ecc, ma tt questo l'ho scoperto solo DOPO)IO L'HO CURATA ALLA GREZZA con ginocchiera normale e esercizi in palestra non ho maiv isto un centro di fisioterapia...x questo ti dico occhio a questo importantissimo fattore....

2° cosa: ortopedici in Campania potrei SCONSIGLIARTI un certo dott. Pesce di Salerno che a sentir un ragazzo di un altro forum medico mi disse aveva avuto una brutta esperienza.....ma io nn lo conosco.... mi hanno ben parlato invece di un certo dott. Emilio LAlla che visita e opera ad Avellino in una clinica privata credo convenzionata Villa Esther, una ragazza con cuio ho avutio modo di parlare si fece fare crociato anteriore e posteriore, il tagliando completo.... l'unica cosa che non mi convinse fu il fatto che il suo recupero è stato un po' troppo "conservativo", va beh che era un'operazione piu invasiva ma da quelo che ho capito quesat x quasi 3 settimane nn ha fatto nè kinetec nè nulla, il dottore nn voleva manco si alzasse x andare al cesso :D , cioè almeno un po' di kinetec boh..poi x carità io nn so ortopedico! :cool:


se vuoi spingerti un po' piu oltre a Roma so che è molto bravo sebbene la sua guiovane età (poco piu di 40 anni) il Prof MArgheritini, discepolo di MAriani (o Mariani stesso am opera solo pòrivatamente) e a Perugia l'equipe del prof. Cerulli e del Prof. Caraffa (quest'ultimo ha visitato me)...

se fidarti di questo o quel medico poi dev'essere una cosa soggettiva, diciamo che un buon medico ti chiede comunque che tipo di sport fai, a che livello li vuoi praticare, che lavoro fai, ecc. x fare un'analisi completa....di chi mi dice senza manco avermi stretto la mano "è da operare" io prendo sempr le distanze, ma non perchè è una frase che non mi voglio sentire dire anzi, prima o poi, quando starò sistemato col lavoro, me lo farò sto cazzo di ginocchio ma quanto meno perchè nn vorrei he chi parla "allegramente" di operazionin come se stesse parlando di fare cambio olio e filtro all'automobile, lo fa x interesse personale... :cool:

x Gomma: quindi fammi capire, tu comunque ti senti tuttora un "pezzo in meno" nella gamba? :D

allora ritorniamo al discorso di tempo fa, uno che si sente dei pezzi in meno nel ginocchio (poniamo crociato anteriroe e posteriore completamente andati) e si opera con rotuleo piu gracie e semitend (e c'è chi opera cosi, la fisioterapia si allunga di un po' ovviamente) non si sentirà comunque la gamba "vuota" per altri motivi? cioè tipo il cubo di Kubrick (si srive cosi? :D ) aggiuysti da una parte e ne guasti un'altra!

gomma2408 01-12-2010 10:19

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33801505)

x Gomma: quindi fammi capire, tu comunque ti senti tuttora un "pezzo in meno" nella gamba? :D

allora ritorniamo al discorso di tempo fa, uno che si sente dei pezzi in meno nel ginocchio (poniamo crociato anteriroe e posteriore completamente andati) e si opera con rotuleo piu gracie e semitend (e c'è chi opera cosi, la fisioterapia si allunga di un po' ovviamente) non si sentirà comunque la gamba "vuota" per altri motivi? cioè tipo il cubo di Kubrick (si srive cosi? :D ) aggiuysti da una parte e ne guasti un'altra!

:D .... devo dire che ovviamente se uno non si fosse mai fatto male la cosa sarebbe diversa, però quello che volevo spiegare nel mio post precedente era che per un bel po', un anno e mezzo anche due, posteriormente sentivo e vedevo che un tendine mi mancava, o era ipotonico, non lo so, ma comunque non si "sentiva" neanche più al tatto...
Il tendine in questione è quello che se ti metti a sedere su una sedia appoggiato solo sui glutei con la coscia invece senza appoggio (cioè in punta di sedia...;) ) e contrai i flessori senza muovere il ginocchio dalla posizione dei 90 gradi, nelle mie gambe noto che c'è un tendine che "sporge" e si inserisce sul ginocchio, sul lato inferiore della coscia lato interno (non so se per tutti è così evidente....)
Ora, dopo operato, per quasi due anni, nella gamba non lo sentivo più questo tendine/muscolo (era infatti il famoso semitendinoso!!! ;) ) PERO' adesso, lo sento molto bene, quindi dopo tutto questo tempo (quasi tre anni di palestra fisioterapicae poi sport ) si è in parte ricostituito, magari ispessendosi grazie al continuo sollecitamento.
NON è tornato come la gamba sana, dove si sente che è più grosso, però ora si sente in misura evidente.

dal lato delle PRESTAZIONI pure, invece, la gamba devo dire che non mi fa sentire la "mancanza" di alcunchè. Segno che il prelievo effettuato di s+g è stato compensato del tutto sia da una loro "ricostituzione" parziale (ricordiamoci che s+g sono MUSCOLI anche se tendinosi, non legamenti che non si riparano perche poco vascolarizzati....) sia dagli altri muscoli, che hanno fatto ristrovare un nuovo equilibrio a tutto l'arto.

il fatto che non sento alcun deficit è chiaro perchè il ginocchio non dà segnali negativi neanche se sottoposto a stress, e non si affatica di più rispetto alla gamba sana: proprio ieri ho fatto un'ora e 1/2 di palestra solo gambe, e poi sono andato a fare un'amichevole di pallavolo.... vabbè che è stata una partita che ho saltato poco, però sempre un'altra ora e mezza di gioco l'ho fatta... (anzi due con la fase di riscaldamento....) ed è andato tutto bene, a parte ovvio la dovuta stanchezza di entrambe le gambe.... nella stessa misura!!!! ed è questo che da soddisfazione, tornare a sentire le gambe molto simili..... o uguali, dopo una corsa, una partita, ecc....

gomma2408 01-12-2010 10:23

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33801505)
[......]non si sentirà comunque la gamba "vuota" per altri motivi? cioè tipo il cubo di Kubrick (si srive cosi? :D ) aggiuysti da una parte e ne guasti un'altra!

:D :D :D Kubrick, era il regista (Stanley, nome di battesimo.... 2001 odissea nello spazio... Shining.... per dire due nomi famossissimi... :D :D :D e molti altri....)

Il cubo che penso volessi ricordare te eRa di RUBICK :D :D ;) ;)

CIAOCIAO

giagio_79 01-12-2010 13:14

Margheritini
 
Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33075490)
Ciao ma levami una curiosità (domanda che rivvolgo anche a Stefano ed altri)...ma quando dite che ti risulta impossibile muovere la gamba cosa vuol dire? che te la senti come un peso morto, cm se nn risponde ad alcuno stimolo? (tipo quando diciamo che "si addormenta" questa o quelal parte del corpo)...o nn riesci a muoverla x il troppo dolore? :mc: xke ad esempio come dice Stefano io so che subito dopo ti dicono di fare esercizi isometrici, e anche di piegare il ginocchio x quanto ti è possibile! se nn riesci proprio a muoverla sti esercizi di isometria (dove devi cm sollevare l'arto anche se disteso sul letto) come c***o li fai? :D

cmq in bocca al lupo, e credimi, ti sto invidiando, nn è no scherzo...almeno il grosso l'hai passato e lo sati passando ora, poi è tutta in discesa....io invece x colpa di questa precarietà del c***o nn posso nemeno programmare una fottutissima operazione, cosi almeno mi leverei il pensiero na volta x tutte (un po' cm gli esami all'università, io andavo alle 6 di amttina x mettermi in lista il prima possibile, odiavo dover aspettare all'ultimo :D )....

una domanda x gli amici romani (Carlsberg, Alex e se ce n'è qualke altro, ma x ora mi ricordos olo di voi due)...conoscete o avetemai sentito parlare qua nelal capitale del prof Fabrizio MArgheritini? :mbe: so che ah scritto un liro con MAriani sul crociato posteriore, dovrebbe essere credo della scuola di MAriani, xo ho sentito che opera anche in convenzione col SSN....ci siamo mandati un paio di mails e forse la mai prox tapap ortopedica sarà lui.... (che bello spendere 150 euro a botta x sentirmi sempre dire cose diverse :D )....dev'essere abbastanza giovane questo qua , non piu di 45 anni, e cm Caraffa, a sentire al mia situazione (ovvio che x email puo darmi sl un conasiglio) mi opererebbe un legamento e rinforzerebbe l'altro (non ho capito cosa c***o intendono quando parlano di "rinforzo", cioè nn è na ricostruzione? mah!) però x il rinforzo nn userebbe il sintetico...

Caraffa (facente parte della scuola di Perugia del prof Cerulli che li usa in alcuni casi) , pur ammettendo di usarli il meno possibile, quando si tratta di ricostruzione completa, specie nei soggetti al di sotto dei 40 anni) l'avrebeb usato nel mio caso per il famoso rinforzo del posteriore, in quanto facendolo aderire a numerose fibre rimaste, sarebbe stato di facilissima "colonizzazione"...

MArgheritini invece mi ha detto "Andrea se ci vedremo Le illustrerò tutti gli svantaggi del sintetico in qualsiasi forma lo si usi, pensi che in Francia dove producono i LARS sn paradossalemnte vietati x legge"), e quindi parlerebbe sempre di rotuleo + gr-st ...con la fisioteraapia un po' piu lunga e SICURAMENTE qualche dolorino in piu di Danilson con un ginocchio mezzo smontato davanti e da dietro!:doh: (se ti puo consolare in questi momenti difficili :D )...sn proprio tt ste teorie che mi mettono in disorientamento, nn so che pesce pigliare e che strada seguire..secondo n'amico mio a sentire tt sti pareri faccio male mi devo buttare su uno, quelo che (a prescidnere dalle tecniche utilizzate di cui nn potrei capirci molto, mi ispira piu fiducia umanamente) e andare da lui....finora chi mi ha trasmesso piu fiducia è stato Caraffa, ma qualke altro parere lo voglio sentire (dato ke x ora è l'unica cosa ke posso fa)...voi ek dite?


permettetemi di dirlo ancora una volta, vi prego: MALEDETTO CALCETTO! :mad:

Ciao Ragazzi,
mi sono fatto operare da Margheritini (ricostruzione LCA tramite semitendinoso) circa 25 giorni fa su suggerimento di un amico che si era trovato molto bene.
Mi sono trovato molto bene anche io, non ho avuto grossi dolori ne ematomi e
adesso cammino tranquillamente; l'estensione e la flessione sono quasi totali e non ho sofferto assolutamente per ottenere ciò.
Non so se è un caso o la bravura di Margheritini ma devo dire che ha una grossa esperienza (Credo faccia circa 500 LCA l'anno e non opera solo in Italia).
Per quello che so (molto poco in realtà) il sintetico non ha dato grandi risultati
ho conosciuto lo zio di Lampros Choutos (ricordate?) e mi ha detto che il nipote si è operato in spagna con il LARS (attratto forse da minori tempi di recupero?!) ed è stato praticamente fermo 2 anni ed ha fatto causa al chirurgo...però questo ovviamente nn dimostra niente...è solo la mia esperienza.
Saluti

Delfino81 01-12-2010 14:10

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33805876)
:D :D :D Kubrick, era il regista (Stanley, nome di battesimo.... 2001 odissea nello spazio... Shining.... per dire due nomi famossissimi... :D :D :D e molti altri....)

Il cubo che penso volessi ricordare te eRa di RUBICK :D :D ;) ;)

CIAOCIAO


ah ecco c'era qualcosa che mi mancava!!! :D :D :D ho capito quale è il tendine che dici tu... :D ammazza però sembra bello lungo e devono prelevarlo tutto x un "legamento di merda"?? :mbe: :eek: :D

x Giagio: Margheritini non solo è bravo nel LCA ma ha scritto anche un libro sul LCP insieme a MAriani (credo sia un suo discepolo)...so che è molto giovane, cmq sui 45 anni, però se è bravo è bravo ci sta poco da fa! :D

so che opera a Roma sia privatamente alla clinica QUI SI SANA che in convenzione SSN al San Feliciano, tu dove ti sei fatto operare? :cool:

diciamo insieme a Caraffa di PErugia (primario 54enne e stretto collaboratore di Cerulli)è quello che metto in cima alla lista dei candidati... (preciso che da MArgheritini ancora mi devo fare vedere!)

di MArghritini mi attira soprattutto la vicinanza (io sto a roma e pure lui, nn che Perugia sialontana ma sempre due ore di auto con tutti i cazzi connessi) ma la cosa che un po' mi spaventa è che un po' troppo "autologhista" x i miei colnfronti, LCA + LCP li farebbe con tendini miei mentre Caraffa userebbe il LARS x uno dei due (quello messo meno peggio e con piu fibre)perchè sarebbe solo un rinforzo, se il legamento era andato completamente anche lui è autologhista, ma nel mio caso dice che il LARS attecchirebeb bene!

morale della favola, non so ancora che pesci pigliare!

Stefano Landau 01-12-2010 14:20

Quote:

Originariamente inviato da giagio_79 (Messaggio 33807743)
Ciao Ragazzi,
mi sono fatto operare da Margheritini (ricostruzione LCA tramite semitendinoso) circa 25 giorni fa su suggerimento di un amico che si era trovato molto bene.
Mi sono trovato molto bene anche io, non ho avuto grossi dolori ne ematomi e
adesso cammino tranquillamente; l'estensione e la flessione sono quasi totali e non ho sofferto assolutamente per ottenere ciò.
Non so se è un caso o la bravura di Margheritini ma devo dire che ha una grossa esperienza (Credo faccia circa 500 LCA l'anno e non opera solo in Italia).
Per quello che so (molto poco in realtà) il sintetico non ha dato grandi risultati
ho conosciuto lo zio di Lampros Choutos (ricordate?) e mi ha detto che il nipote si è operato in spagna con il LARS (attratto forse da minori tempi di recupero?!) ed è stato praticamente fermo 2 anni ed ha fatto causa al chirurgo...però questo ovviamente nn dimostra niente...è solo la mia esperienza.
Saluti

Secondo me il risultato dell'operazione ha una buona quota di soggettività, e poi è anche importante considerare quando l'operazione è stata fatta.
10 anni fa prima di me è stato operato un mio amico con il rotuleo.
Risultato si è ripreso senza problemi, ma è stato fermo con il lavoro per 3 mesi.
Ai tempi il g+s era la tecnica alternativa, ma poco usata in quanto c'erano ancora problemi con le tecniche di fissaggio.

Io sono stato operato a marzo 2009 con g+s. In tre settimane ho ripreso con il lavoro, (da impiegato come per il mio amico.....) ed è andato tutto nel migliore dei modi.
In questi 10 anni hanno fatto notevoli passi in avanti con le tecniche di fissaggio, per cui oggi moltissimi vengono operati con g+s.
Il LARS adesso c'è quello di seconda generazione, quella precedente dava problemi (lo sapevo anch'io). Essendo un campo in continua evoluzione, secondo me è anche difficile capire cosa è meglio per sentito dire. Secondo me anche da quando sono stato operato io ad ora potrebbe essere già cambiato qualche cosa......

gomma2408 01-12-2010 15:35

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33808387)
ah ecco c'era qualcosa che mi mancava!!! :D :D :D ho capito quale è il tendine che dici tu... :D ammazza però sembra bello lungo e devono prelevarlo tutto x un "legamento di merda"?? :mbe: :eek: :D

si il tendine è lungo perchè il nuovo LCA è di circa 8 cm, che non sono pochi, ma comunque considera che, GENERALIZZANDO, ovvero spiegando semplicemente, poi ci sono tecniche e modi diversi, ma in grande parte il semitendinoso oggigiorno viene TRIPLICATO (in passato quasi solo esclusivamente duplicato), ovvero se ne prelevano circa 25 cm (che sono tanti!!!) e poi piegato in tre, così che il legamento da impiantare diventa bello spesso. Un ulteriore fascio viene costituito dal gracile (più corto, e quindi costituisce il quarto fascio).

Addirittura in certi soggetti che hanno femore abbastanza lungo (quindi persone alte oltre 1,80m , anche il semitendinoso è più lungo e si può tentare di QUADRUPLICARE IL tendine stesso, creando così 4 fasci di circa 8 cm ognuno. Nbe consegue che il prelievo deve essere di almeno 32cm, poi viene intrecciato e messo in tensione per "stenderlo" per bene... e poi impiantato.

Capisci che prelevare 30 e passa centimetri di tendine/muscolo (il semitendinoso) è un bel prelievo..... :D :D :D ma anche "solo" 24/25 cm, come nella maggior parte dei casi, nojn è uno scherzo!!!!!

Delfino81 01-12-2010 16:29

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33808496)
Secondo me il risultato dell'operazione ha una buona quota di soggettività, e poi è anche importante considerare quando l'operazione è stata fatta.
10 anni fa prima di me è stato operato un mio amico con il rotuleo.
Risultato si è ripreso senza problemi, ma è stato fermo con il lavoro per 3 mesi.
Ai tempi il g+s era la tecnica alternativa, ma poco usata in quanto c'erano ancora problemi con le tecniche di fissaggio.

Io sono stato operato a marzo 2009 con g+s. In tre settimane ho ripreso con il lavoro, (da impiegato come per il mio amico.....) ed è andato tutto nel migliore dei modi.
In questi 10 anni hanno fatto notevoli passi in avanti con le tecniche di fissaggio, per cui oggi moltissimi vengono operati con g+s.
Il LARS adesso c'è quello di seconda generazione, quella precedente dava problemi (lo sapevo anch'io). Essendo un campo in continua evoluzione, secondo me è anche difficile capire cosa è meglio per sentito dire. Secondo me anche da quando sono stato operato io ad ora potrebbe essere già cambiato qualche cosa......


ti quoto in pieno Stefano, ma diciamo che se un tempo il gracile se semitendinoso era visto come l'innovazione, ora dovrebbe essere usato almeno al pari del rotuleo, anche a seconda delle esigenze di chi viene operato...e un buon chirurgo deve saper usare indifferentemente sia l'una che l'altra tecnica, anche se io credo che una delle due la elegerà pur sempre a tecnica preferita (un po'm come un fuoriclasse del calcio che anche se è ambidestro, uno dei due sarà pur semrpe il piede preferito, passatemi il paragone penoso:D ).....

restano invece forti dubbi sulle operazioni "alterntive" tipo quella a cui mi dovrei sottoporre io......quando i legamenti so 2 che si fa?

e allora come gia detto, c'è' chi opera utilizzando almeno x uno dei due un sintetico, chi uno di cadavere, chi fa il trapianto completamente autologo....e anche chi fa il trapianto autologo, c'è chi preleva un ten dine dalal gamba omolaterale (soluzione che da "profano" non preferisco, perchè - MI CHIEDO -esporre anche una gamba sana anche a un gesto pur sempre chirurgico,anche se trattasi solo di prelievo?) e chi due tendini della stessa gamba, tipo rotuleo + gr e st o recentemente si usa (piu x il LCP) il quadricipitale.....

ecco in questo caso, ho notato, non è come nel semplice caso di LCa in cui un ortopedico, pur avendo inn cuor suo magari un tipo di trapianto preferito (tra il rotuleo o i flessori), utilizza indifferentemente entrambi..... in casi di ricostruzioni "complesse" (cosi si chiamano se riguardano almeno 2 legamenti, forse si chiamano cosi anche xke al chirurgo di turno che vi si trova davanti gli esce il fumo dal cervello x la loro complessità :D ) c'è proprio una guerra tra scuole di pensiero....sarà che mi sbaglierò ma questa è la mia impressione....

esempi personali: visita dal primario del Galeazzi di Milano , tale Roberto D'Anchise ((che è pure uno che opera un sacco di legamenti anche se credo che la sua "punta di diamante" siano piu lr protesi...cmq!), non lo vedo molto propenso ad operare, dicendomi "se nn hai problemi ad abbandonare il calcetto (capirai, ci giocavo 3 volte l'anno!) e nelal vita quotidiana te lo senti sufficientemente stabile, io eviterei di metter mano a due legamenti, ti imbarcheresti in una operazione abbastanza complessa e se quello che tu chiedi al tuo ginocchio è un semplice "star bene" nella vita quotidiana, puoi anche temporeggiare e vedere come risponde....parlando dell'operazione mi dice che inc asi come questi lui ricorre all legamento da cadavere "nn me la sento di smontarti mezza gamba!" furono le sue parole..il LARS manco me lo cita.


Caraffa di Perugia....conferma la tesi di Dp'aAnchise dicendo che dipende da me e da cio ceh chiedo al mio ginocchio e dagli sport che voglio praticare, ma nel caso si dovesse operare, non lo vedo con la faccia cosi "affranta" come il collega milanese, dicendom ii semplicemente "sono casi un po' piu rari ma x chi vede ginocchia di tutti i tipi capitano eccome", io opero con trapianto autologo, rotuleo + gracile e semitendinoso, se i legamenti sono completamente andati, am non è il tuo caso, nel tuo caso opererei quello messo peggio (il posteriore sembra)e rinforzerei col sintetico quello che sta messo meglio (ovvero l'anteriore)....(la scuola di Cerulli dalla quale proviene contempla anche il LARS)...io gli chiedo "prof che ne pensa dell legamento da donatore?" e mi risponde "io li uso il meno possibile...x esperienza personale, non sn sstato soddisfattissimo, ci sono ancora troppe incognite sulla operfetta riuscita di questi legamenti, " e poi aggiunge "pensi che mi è capitato il caso di un ragazzo recidivo già operato due volte, a cui erano satti asportati sia il semitendinoso che il rotuleo, pur di non usare lil legamento da donatore ho usato il tendine delal gamba contro laterale!" AGGRESSIVO ho pensato io! :D (e mi dice anche "nn è vero che si smonta mezz agamba se si dovessero usare solo i tendini del pazienete, tutto sta nell'esperienza di chi ci mette mani), io ho evitato di farglim il nome del suo colelga cche comunnque era illustre quanto lui.... :D (da qui un'ulteriore prova che nn è esperienza ma credo scuola di pensiero)


infine MArgheritini, che nn mi ha visitato ma che molto gentilmente rispose a una mia mail (risponde nell'angolo del consulto medico" su alcuni siti) e mi disse "io opero se posso in modo autologo, al massimo il donatore, sconsiglio vivamente i legamenti LARS ti dico solo che in Francia dove li producono sono vietati x legge")... :D :D tutto il contrario del perugino.....


ora nela mia profanità, mi verrebbe da dire "qualcuno dice il vero e qualche altro cazzate", ma nn credo sia cosi semplicistica come cosa, magari conterà il fattore soggettivo (cazzo ne so se a uno gli smonti rotuleo e flessori si rimette in piedi sena stampelel dopo 3 mesi, o puo anche non riprendersi del tutto x tornare agli stessi livelli di prima!)qualche altro invece no magari puo aver rigetto o ckmq sinoviti col lars o con l'allograft ecc), però da qui capite il mio eterno temporeggiare, non solo x lavoro, perchè non so e non riesco a decidermi su dove fare l'uovo e quale campana sentire :muro:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 22:19.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.