Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 30-04-2009 12:15

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27290862)
Grazie Alex. Sono convinta ora che sia la cosa giusta. Affronto anch'io la mia prima artroscopia.
Ciao

Non preoccuparti,vedrai:è una sciocchezza.

joyt73 30-04-2009 17:45

Quote:

Originariamente inviato da zitama (Messaggio 27281451)
fatto la terapia e sono mooolto soddisfatta, finalmente si fanno progressi...l'unica fregatura è che venerdì è di nuovo festa e devo interrompermi fino a lunedì.
non riesco a farla in modo continuativo, uffa!!!

ciao io mi sono operato il 18 dicembre ed di feste in mezzo le ho avute anch'io, che p........eeeee!!!!!!!!!!!
cmq non ti creare nessun tipo di problema, continua senza mollare

zitama 30-04-2009 20:24

:cry: :cry: :cry:
il dolore che ho al polpaccio non è colpa di lividi ma è moolto probabilmente flebite.....così ha detto il fisiatra
adesso oltre ad aspettare lunedi o martedi per visita con angiologo, mi hanno detto (oltre alle punturine sulla pancia) 2 aulin al giorno...niente piegamenti al ginocchio, solo estensione...:cry: :cry:

gomma2408 30-04-2009 21:46

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 27290862)
Grazie Alex. Sono convinta ora che sia la cosa giusta. Affronto anch'io la mia prima artroscopia.
Ciao

ciao, anche io ritengo di tranquillizzarti xchè la sola artroscopia senza interventi di ricostruzione è una cosa relativamente semplice, vedrai che a parte il gonfiore (che dipende dai casa ci sarà o più o meno, ma in ogni modo è una cosa da poco...) ti sentirai come rinascere piano piano, in quanto la mancanza di estensione porta ad avere i legamenti e muscoli del ginocchio sempre troppo contratti e quindi non te lo senti "sciolto" non solo per il blocco, ma in una sensazione proprio "generale".
Io non so se siano aderenze, in quanto di solito si formano a seguito di intervento di ricostruzione, oppure ti è andato qualche pezzo del menisco fuori posto e in artroscopia te lo sistemano : a me era successo così, infatti prima di operarmi quando facevo la ginnastica preoperatoria non mi riusciva di stedere il ginocchio, poi a forza oggi forza domani:D ci sono riuscito ma solo xchè - mi ha detto l'ortopedico- non avevo + neanche il LCA, cosicchè si il ginocchio si è potuto "aprire" :muro: ma ero sempre con il menisco incastrato.

Quindi in ogni caso è una cosa tranquilla, anche se non fossero aderenze anzi meglio così vuol dire che ti sistemano il menisco..... ma a proposito, visto che il collaterale sembra andare bene, xchè a sto punto visto che i devono fare l'artroscopia non ti fanno tutto? è una tua scelta per vedere se eviti l'operazione al LCA?
Hai detto che è la tua prima artroscopia, avevo capito che tempo fa ti avessero già operato in qualche modo e che avessero sbagliato... avevo capito male, scusami! :doh:
ciao, e davvero stai tranquilla ;)

gomma2408 30-04-2009 21:49

Quote:

Originariamente inviato da zitama (Messaggio 27298781)
:cry: :cry: :cry:
il dolore che ho al polpaccio non è colpa di lividi ma è moolto probabilmente flebite.....così ha detto il fisiatra
adesso oltre ad aspettare lunedi o martedi per visita con angiologo, mi hanno detto (oltre alle punturine sulla pancia) 2 aulin al giorno...niente piegamenti al ginocchio, solo estensione...:cry: :cry:

non ti scoraggiare, in molti hanno avuto le proprie "complicanze accessorie" dei più svariati tipi (vedi me con la reazione eccessiva agli anticoagulanti e la condropatia.....) l'importante è non sottovalutare niente, ci sta che come reazione all'intervento il sistema circolatorio "si incavoli" o abbia reazioni non previste (vedi di nuovo me!!!:muro: ) ma vedrai che poi con l'esercizio ed il movimento potrai aiutare a risolvere anche questo problemino.... auguri!!!;)

alfapaola 01-05-2009 10:37

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27287469)
Penso che per i saltelli con la corda sia ancora un po' troppo presto.
Per ora faccio cyclette per scaldarmi, isometria, leg extension Ginnastica priocettiva su due tipi differenti di tavolette e streching.

La zona da dove mi hanno prelevato il tendine g+s (mi hanno dato un solo punto esterno più qualche punto interno riassorbibile) è tutt'ora un po' gonfia. (Operato il 16 Marzo)
Sulla cicatrizzazione non ti so rispondere...... nel mio caso per ora sono più visibili i punti di ingresso dell'artroscopia che il taglio per il prelievo del tendine.......

scusa mi dici che tavolette stai facendo e che tipo di esercizi e con entrambe le gambe o solo con quella operata?

mitzy 01-05-2009 10:42

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27299656)
ciao, anche io ritengo di tranquillizzarti xchè la sola artroscopia senza interventi di ricostruzione è una cosa relativamente semplice, vedrai che a parte il gonfiore (che dipende dai casa ci sarà o più o meno, ma in ogni modo è una cosa da poco...) ti sentirai come rinascere piano piano, in quanto la mancanza di estensione porta ad avere i legamenti e muscoli del ginocchio sempre troppo contratti e quindi non te lo senti "sciolto" non solo per il blocco, ma in una sensazione proprio "generale".
Io non so se siano aderenze, in quanto di solito si formano a seguito di intervento di ricostruzione, oppure ti è andato qualche pezzo del menisco fuori posto e in artroscopia te lo sistemano : a me era successo così, infatti prima di operarmi quando facevo la ginnastica preoperatoria non mi riusciva di stedere il ginocchio, poi a forza oggi forza domani:D ci sono riuscito ma solo xchè - mi ha detto l'ortopedico- non avevo + neanche il LCA, cosicchè si il ginocchio si è potuto "aprire" :muro: ma ero sempre con il menisco incastrato.

Quindi in ogni caso è una cosa tranquilla, anche se non fossero aderenze anzi meglio così vuol dire che ti sistemano il menisco..... ma a proposito, visto che il collaterale sembra andare bene, xchè a sto punto visto che i devono fare l'artroscopia non ti fanno tutto? è una tua scelta per vedere se eviti l'operazione al LCA?
Hai detto che è la tua prima artroscopia, avevo capito che tempo fa ti avessero già operato in qualche modo e che avessero sbagliato... avevo capito male, scusami! :doh:
ciao, e davvero stai tranquilla ;)

SI tratta della mia prima 'operazione'. Per la ricostruzione del lca, che dall'esito della rm risultava non + riconoscibile nella sua individualità per rottura completa, lo specialista mi dice che nelle mie condizioni di mancata ripresa dell'articolarità del ginocchio, di mancata riformazione e rinforzo del quadricipite, non é pensabile intervenire per la ricostruzione. In tal senso avevo letto qualcosa in internet che avvalora quanto dettomi. Mi ha anche detto che entrando nel ginocchio, sarà in grado di capire se serve davvero una ricostruzione in un secondo tempo. Per il menisco devo ancora capire cosa intende fare.

Anche oggi nel fare gli esercizi, sentivo bruciore e male nella parte anteriore del ginocchio, che é ancora 'tumefatto' nonostante la zona intorno alla rotula, che é perfettamente mobile, non sia 'gonfia'.

Mi hai rincuorato, ti ringrazio: ora sono serena e pur di risolvere la situazione di precarietà, sono completamente disposta a seguire le indicazioni di chi mi segue, che di esperienza ne ha molta. Mi hanno detto che mi terranno qualche giorno in ospedale in quanto la mobilitazione sarà immediata e quindi dovrò fare esercizi tutti i giorni con il fisioterapista della struttura.
Vi farò sapere presto. Grazie ancora e buon weekend!

Stefano Landau 01-05-2009 12:52

Quote:

Originariamente inviato da alfapaola (Messaggio 27302688)
scusa mi dici che tavolette stai facendo e che tipo di esercizi e con entrambe le gambe o solo con quella operata?

Dove vado a far fisioterapia hanno due tipi di tavolette :
La prima è un rettangolo di legno con applicato sotto un semicilindro, con il risultato di inclinarsi solo in una sola direzione (AVANTI/DIETRO).
Con questa tavoletta devo mantenere l'equilibrio salendoci sopra con gambe leggermente divaricate e semiflesse e con i piedi paralleli ed allineati tentando di mantenere l'equilibrio (in questo caso la tavoletta oscilla in AVANTI/DIETRO). Questo esercizio lo devo fare per circa 3 minuti.
Poi giro la tavoletta di 90 ° in modo da spostare l'oscillazione su DESTRA/SINISTRA. Anche qui devo tentare di mantenere l'equilibrio tenendo un piede avanti e l'altro dietro (sempre piedi paralleli) sfruttando l'intera lunghezza della tavoletta. Anche in questo caso l'esercizio dura 3 minuti circa, dopo di che inverto la posizione dei piedi (prima gamba operata dietro e sana davanti, poi il contrario) e ripeto l'esercizio per ulteriori 3 minuti.

La seconda tavoletta è un quadrato appoggiato su una semisfera sulla quale devo stare in equilibrio mantenendo le gambe semiflesse ed unite o quasi (per ora su entrambe le gambe). Anche quest'esercizio dura tre minuti circa.

Tutti questi esercizi li eseguo stando vicino ad una spalliera in modo da recuperare velocemente l'equilibrio quando lo perdo senza perdere tempo e non rischiare cadute.

Dato che la gamba operata è ancora abbastanza debole per ora gli esercizi propiocettivi li faccio solo a due gambe, anche perchè essendo li ultimi della seduta arrivo a quegli esercizi con la gamba già stanca da un'ora di altri esercizi (Isometria, Cyclette, leg extension) e quindi spesso inizia a tremare appena le richiedo uno sforzo in più, anche se solo per tentare di mantenere l'equilibrio.

joyt73 01-05-2009 18:54

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27304078)
Dove vado a far fisioterapia hanno due tipi di tavolette :
La prima è un rettangolo di legno con applicato sotto un semicilindro, con il risultato di inclinarsi solo in una sola direzione (AVANTI/DIETRO).
Con questa tavoletta devo mantenere l'equilibrio salendoci sopra con gambe leggermente divaricate e semiflesse e con i piedi paralleli ed allineati tentando di mantenere l'equilibrio (in questo caso la tavoletta oscilla in AVANTI/DIETRO). Questo esercizio lo devo fare per circa 3 minuti.
Poi giro la tavoletta di 90 ° in modo da spostare l'oscillazione su DESTRA/SINISTRA. Anche qui devo tentare di mantenere l'equilibrio tenendo un piede avanti e l'altro dietro (sempre piedi paralleli) sfruttando l'intera lunghezza della tavoletta. Anche in questo caso l'esercizio dura 3 minuti circa, dopo di che inverto la posizione dei piedi (prima gamba operata dietro e sana davanti, poi il contrario) e ripeto l'esercizio per ulteriori 3 minuti.

La seconda tavoletta è un quadrato appoggiato su una semisfera sulla quale devo stare in equilibrio mantenendo le gambe semiflesse ed unite o quasi (per ora su entrambe le gambe). Anche quest'esercizio dura tre minuti circa.

Tutti questi esercizi li eseguo stando vicino ad una spalliera in modo da recuperare velocemente l'equilibrio quando lo perdo senza perdere tempo e non rischiare cadute.

Dato che la gamba operata è ancora abbastanza debole per ora gli esercizi propiocettivi li faccio solo a due gambe, anche perchè essendo li ultimi della seduta arrivo a quegli esercizi con la gamba già stanca da un'ora di altri esercizi (Isometria, Cyclette, leg extension) e quindi spesso inizia a tremare appena le richiedo uno sforzo in più, anche se solo per tentare di mantenere l'equilibrio.

Ciao Stefano, complimenti per il tuo recupero, ti stai impegnando al massimo. Fino a quando ero in malattia tenevo ottimi ritmi palestra e piscina, il rientro al lavoro da 1 mese ha spezzato questo ritmo :muro: ; abbandono piscina per gli orari, abito ad 1km dal mare, non appena si aggiusta il tempo e si alza un'altro pò la temperatura, mi ci tuffo :D

Ieri visita dall' ortopedico che mi ha operato e che continua a seguirmi mese x mese e gli ho fatto resoconto del mio percorso in palestra e piscina; le sue parole sono state: Il ginocchio precede molto bene, puoi iniziare la corsa con cambi di velocità, per i cambi di drezione aspettiamo il 5° mese; peccato che hai abbandonato la piscina. Ci vediamo fra 1 mese.

Ho chiesto se i tendini semitendinoso e gracile vengono prelevati completamente, mi ha risposto di SI

Prima di andare via ho anche chiesto scherzosamente quando potro fare una partitella a calcetto, risposta secca: In estate.
Risposta rassicurante sul mio percorso riabilitativo.:winner: :yeah:

Fabryzius 01-05-2009 19:50

La fisioterapista mi ha detto che da domenica posso incominciare a fare 10/15 minuti di cyclette (a distanza di circa 18 giorni dall'operazione) e di vedere di volta in volta se il ginocchio si gonfia e mi duole, poi mi ha detto di prendere un paio di cavigliere da 0,5 kg e di farci delle alzate.

Mi ha anche sconsigliato la leg extension per i primi 40 giorni.

joyt73 01-05-2009 20:05

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27307503)
La fisioterapista mi ha detto che da domenica posso incominciare a fare 10/15 minuti di cyclette (a distanza di circa 18 giorni dall'operazione) e di vedere di volta in volta se il ginocchio si gonfia e mi duole, poi mi ha detto di prendere un paio di cavigliere da 0,5 kg e di farci delle alzate.

Mi ha anche sconsigliato la leg extension per i primi 40 giorni.

Infatti prima di iniziare con esercizi di cinetica aperta è meglio aspettare che si abbia un minimo di tono muscolare e di valutare in base al tipo di macchina che si usa.

joyt73 01-05-2009 20:12

[B]ematoma post-intervento [/b]
 
Leggo di molti di voi che hanno avuto o hanno tuttora problemi con ematomi vari :rolleyes:, come mai ?:confused:

Fabryzius 01-05-2009 21:15

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27307689)
Leggo di molti di voi che hanno avuto o hanno tuttora problemi con ematomi vari :rolleyes:, come mai ?:confused:

bella domanda, secondo me l'ematoma mi è venuto fuori perchè il ginocchio ha drenato poco, quindi appena mi sono messo il tutore questo schiacciando contro la gamba mi ha provocato l'ematoma....davvero terribile, si è assorbito un pochino, però mi fa ancora male, soprattutto la sera.

Stefano Landau 01-05-2009 22:43

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27307015)
Ciao Stefano, complimenti per il tuo recupero, ti stai impegnando al massimo. Fino a quando ero in malattia tenevo ottimi ritmi palestra e piscina, il rientro al lavoro da 1 mese ha spezzato questo ritmo :muro: ; abbandono piscina per gli orari, abito ad 1km dal mare, non appena si aggiusta il tempo e si alza un'altro pò la temperatura, mi ci tuffo :D

Ieri visita dall' ortopedico che mi ha operato e che continua a seguirmi mese x mese e gli ho fatto resoconto del mio percorso in palestra e piscina; le sue parole sono state: Il ginocchio precede molto bene, puoi iniziare la corsa con cambi di velocità, per i cambi di drezione aspettiamo il 5° mese; peccato che hai abbandonato la piscina. Ci vediamo fra 1 mese.

Ho chiesto se i tendini semitendinoso e gracile vengono prelevati completamente, mi ha risposto di SI

Prima di andare via ho anche chiesto scherzosamente quando potro fare una partitella a calcetto, risposta secca: In estate.
Risposta rassicurante sul mio percorso riabilitativo.:winner: :yeah:


Anche nel mio caso la ripresa del lavoro mi ha portato a diminuire gli esercizi. Solo che dato che ho fatto solo 3 settimane di malattia, devo vedere di impegnarmi il più possibile ugualmente. Ho la fortuna di essere ancora a casa con i miei, con mio padre che mi fa da autista per andare in ufficio e a far la fisioterapia, quindi tutto sommato è abbastanza semplice. Il mio unico impegno e fare gli esercizi che mi hanno dato 2 volte al giorno. Poi 3 volte alla settimana vado a far fisioterapia in piscina o in palestra. Per ora mi hanno detto che sta procedendo tutto regolarmente.
Io poi grosse urgenze "sportive" non ne ho. Non piacendomi il calcio (come tutti gli sport di squadra....) l'unico modo che avrei per sollecitare il ginocchio è con lo sci. Solo che prima di arrivare all'inverno prossimo di mesi ne passeranno comunque parecchi.
L'unico altro "sport" che mi richiederà un po' di attesa (ma da fine luglio spero di essere pronto) è la subacquea. In questo caso mi perdo due/tre mesi di immersioni e dovrò rimandare all'anno prossimo il corso di EFR (salvataggio e prima emergenza) .... meglio farò un po' più di pratica, dato che ho appena preso il brevetto di sub sia base che avanzato.

Stefano Landau 01-05-2009 22:45

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27307503)
La fisioterapista mi ha detto che da domenica posso incominciare a fare 10/15 minuti di cyclette (a distanza di circa 18 giorni dall'operazione) e di vedere di volta in volta se il ginocchio si gonfia e mi duole, poi mi ha detto di prendere un paio di cavigliere da 0,5 kg e di farci delle alzate.

Mi ha anche sconsigliato la leg extension per i primi 40 giorni.

Infatti io la prima leg extension leggera l'ho fatta 10 giorni fa. (operato il 16 marzo) mentre la cyclette dopo circa 4 settimane dall'operazione.

@lessandro 02-05-2009 01:07

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27307689)
Leggo di molti di voi che hanno avuto o hanno tuttora problemi con ematomi vari :rolleyes:, come mai ?:confused:

A me il drenaggio si è proprio tappato, infatti tutta la settimana dell'operazione (dal martedì alla domenica) avevo dalla caviglia alla coscia alta gonfissima...e logicamente appena mi alzavo in piedi dolore fortissimo.
Poi ovviamente piano piano si sta riassorbendo tutto, mi è rimasto un pò di ematoma sull'interno coscia e sul polpaccio che al tatto fa male....ma roba trascurabile.

Il problema è il ginocchio che ancora ad un mese esatto dall'operazione non ne vuole sapere di sgonfiarsi :stordita:

P.S. Ieri a fisioterapia ho fatto esercizi alla macchina per adduttori con 15kg e non ho avuto nessun fastidio. Poi tapis-roulant con camminata di 1km/h ( :asd: ) ma con il piede buono sul bordo della macchina (quindi fermo) mentre la gamba operata era sul nastro a farsi "trasportare" dal nastro stesso...dovevo assecondare il movimento e riportare la gamba in avanti contraendo il quadricipite....è più facile farlo che dirlo :stordita:
Infine mi ha fatto fare la pressa :fagiano:...con il mio peso +2kg (in tutto 54kg :asd: )e....non mi è sembrata tanto buona come cosa, avevo una paura fottuta per il rotuleo che saltasse via come a Ronaldo contro la Lazio :asd: ed infatti dopo 1 pò di serie mi ha detto di diminuire di molto l'angolo di "piegamento" del ginocchio....da gamba quasi estesa fino a...boh, 15 gradi di flessione? :stordita:

P.P.S. Ho dei dubbi....e chiedo a gomma appunto che sembra parecchio ferrato in materia. :D
Mi hanno detto sia per la camminata senza o con le stampelle, di appoggiare il tallone e poi il piede ma SEMPRE con il quadricipite contratto, questo per dare "tenuta" al ginocchio stesso e per recuperare la flessione il più possibile, oltre al fatto che il legamento crociato quando la gamba è estesa non lavora (come mi ha confermato anche il "capo fisioterapista").
Però...e c'è sempre un però...: mi hanno detto di tenere appunto sempre la gamba dritta per sforzi (tipo per montare sul lettino, fare esercizi, per camminare ecc)...mentre quando ero sulla cyclette il ginocchio si piegava ovviamente oltre i 90° con la pedalata, facendo forza (seppur minima). Ad un certo punto per abbassarmi il sellino (3 volte mi sembra di ricordare) il fisioterapista mi fa "vai alzati sui pedali che ti abbasso il sellino :)" ed io. "ma...come...devo far forza sul ginocchio?? :fagiano:"....e lui mi risponde "vai vai, tranquillo che devi riniziare ad usarla sta gamba, sennò è la fine!!!! :D"
Ed infatti mi son alzato sui pedali con entrambe le gambe (ma con una paura tremenda :asd: )...però tutto questo (e l'aver usato la pressa) non va in contrasto con quanto detto poco sopra, cioè di tener il quadricipite sempre in tensione e muovere/sforzare la gamba solo a gamba tesa???? :stordita:
Sono un pò confuso su questa cosa....o meglio, non c'ho capito una mazza :asd:

zitama 02-05-2009 08:48

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27308175)
bella domanda, secondo me l'ematoma mi è venuto fuori perchè il ginocchio ha drenato poco, quindi appena mi sono messo il tutore questo schiacciando contro la gamba mi ha provocato l'ematoma....davvero terribile, si è assorbito un pochino, però mi fa ancora male, soprattutto la sera.

anche secondo me è colpa dei drenaggi che non hanno funzionato bne...
cmq i dolori che ho io purtroppo sono dovuti alla flebite più che agli ematomi.

a voi in sala operatoria vi hanno messo una "cinta" sulla coscia per bloccare il sangue (almeno credo )? a me l'hanno stretta talmente tanto che ho 2 ematomi che sono neri altro che viola, mai vista una roba simile...e non accennano a cambiare colore..penso che guarirò prima al ginocchio che lì:D :D

Fabryzius 02-05-2009 10:10

Quote:

Originariamente inviato da zitama (Messaggio 27310174)
anche secondo me è colpa dei drenaggi che non hanno funzionato bne...
cmq i dolori che ho io purtroppo sono dovuti alla flebite più che agli ematomi.

a voi in sala operatoria vi hanno messo una "cinta" sulla coscia per bloccare il sangue (almeno credo )? a me l'hanno stretta talmente tanto che ho 2 ematomi che sono neri altro che viola, mai vista una roba simile...e non accennano a cambiare colore..penso che guarirò prima al ginocchio che lì:D :D

Ma stai mettendo qualcosa sugli ematomi ? Io mi metto 3/4 volte al giorno arnica gel o reparil, sinceramente non ne ho idea se stanno funzionando loro o se l'ematoma stà passando di suo, però devo dire che leggermente si è riassorbito.

In sala operatoria dormivo, cmq le punture di anticoagulante servono proprio a prevenire la flebite

Fabryzius 02-05-2009 10:12

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27309528)
A me il drenaggio si è proprio tappato, infatti tutta la settimana dell'operazione (dal martedì alla domenica) avevo dalla caviglia alla coscia alta gonfissima...e logicamente appena mi alzavo in piedi dolore fortissimo.
Poi ovviamente piano piano si sta riassorbendo tutto, mi è rimasto un pò di ematoma sull'interno coscia e sul polpaccio che al tatto fa male....ma roba trascurabile.

Il problema è il ginocchio che ancora ad un mese esatto dall'operazione non ne vuole sapere di sgonfiarsi :stordita:

P.S. Ieri a fisioterapia ho fatto esercizi alla macchina per adduttori con 15kg e non ho avuto nessun fastidio. Poi tapis-roulant con camminata di 1km/h ( :asd: ) ma con il piede buono sul bordo della macchina (quindi fermo) mentre la gamba operata era sul nastro a farsi "trasportare" dal nastro stesso...dovevo assecondare il movimento e riportare la gamba in avanti contraendo il quadricipite....è più facile farlo che dirlo :stordita:
Infine mi ha fatto fare la pressa :fagiano:...con il mio peso +2kg (in tutto 54kg :asd: )e....non mi è sembrata tanto buona come cosa, avevo una paura fottuta per il rotuleo che saltasse via come a Ronaldo contro la Lazio :asd: ed infatti dopo 1 pò di serie mi ha detto di diminuire di molto l'angolo di "piegamento" del ginocchio....da gamba quasi estesa fino a...boh, 15 gradi di flessione? :stordita:

P.P.S. Ho dei dubbi....e chiedo a gomma appunto che sembra parecchio ferrato in materia. :D
Mi hanno detto sia per la camminata senza o con le stampelle, di appoggiare il tallone e poi il piede ma SEMPRE con il quadricipite contratto, questo per dare "tenuta" al ginocchio stesso e per recuperare la flessione il più possibile, oltre al fatto che il legamento crociato quando la gamba è estesa non lavora (come mi ha confermato anche il "capo fisioterapista").
Però...e c'è sempre un però...: mi hanno detto di tenere appunto sempre la gamba dritta per sforzi (tipo per montare sul lettino, fare esercizi, per camminare ecc)...mentre quando ero sulla cyclette il ginocchio si piegava ovviamente oltre i 90° con la pedalata, facendo forza (seppur minima). Ad un certo punto per abbassarmi il sellino (3 volte mi sembra di ricordare) il fisioterapista mi fa "vai alzati sui pedali che ti abbasso il sellino :)" ed io. "ma...come...devo far forza sul ginocchio?? :fagiano:"....e lui mi risponde "vai vai, tranquillo che devi riniziare ad usarla sta gamba, sennò è la fine!!!! :D"
Ed infatti mi son alzato sui pedali con entrambe le gambe (ma con una paura tremenda :asd: )...però tutto questo (e l'aver usato la pressa) non va in contrasto con quanto detto poco sopra, cioè di tener il quadricipite sempre in tensione e muovere/sforzare la gamba solo a gamba tesa???? :stordita:
Sono un pò confuso su questa cosa....o meglio, non c'ho capito una mazza :asd:

per la camminata anche la mia fisioterapista mi ha detto di appoggiare prima il tallone e di cercare sempre di estendere la gamba, altrimenti camminando con la gamba semiflessa dice che il quadricipite non acquista + tono muscolare.

zitama 02-05-2009 12:08

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27310834)
Ma stai mettendo qualcosa sugli ematomi ? Io mi metto 3/4 volte al giorno arnica gel o reparil, sinceramente non ne ho idea se stanno funzionando loro o se l'ematoma stà passando di suo, però devo dire che leggermente si è riassorbito.

In sala operatoria dormivo, cmq le punture di anticoagulante servono proprio a prevenire la flebite


il lasonil...ma non hanno minimamente cambiato colore.

lo so che dovrebbero prevenirla ma a me non è successo. e ti garantisco che è dolorosissima. adesso mi hanno detto di prendere anche 2 aulin al giorno come antinfiammatorio oltre a punturine e calze. lunedì dovrei vedere angiologo e vediamo che dice ...
adesso con l'aulin sta migliorando, prima non riuscivo a poggiare il piede per terra

Fabryzius 02-05-2009 12:45

Quote:

Originariamente inviato da zitama (Messaggio 27312243)
il lasonil...ma non hanno minimamente cambiato colore.

lo so che dovrebbero prevenirla ma a me non è successo. e ti garantisco che è dolorosissima. adesso mi hanno detto di prendere anche 2 aulin al giorno come antinfiammatorio oltre a punturine e calze. lunedì dovrei vedere angiologo e vediamo che dice ...
adesso con l'aulin sta migliorando, prima non riuscivo a poggiare il piede per terra

all'inizio neanchio, infatti stavo sempre sdraiato perchè appena mi alzavo avevo come dei crampi e sentivo il polpaccio esplodere, poi piano piano facendo qualche passo la situazione migliorava leggermente, il momento peggiore era quando passavo da una posizione orizzontale ad una verticale.

Cmq ti consiglio di muovere il piede avanti ed indietro, e a fare sollevamenti sulle punte da posizione eretta, dovrebbe servire a far riassorbire prima l'ematoma.

Kmq penso che per scomparire l'ematoma ci metta almeno un mese

Stefano Landau 02-05-2009 13:37

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27312694)
all'inizio neanchio, infatti stavo sempre sdraiato perchè appena mi alzavo avevo come dei crampi e sentivo il polpaccio esplodere, poi piano piano facendo qualche passo la situazione migliorava leggermente, il momento peggiore era quando passavo da una posizione orizzontale ad una verticale.

Cmq ti consiglio di muovere il piede avanti ed indietro, e a fare sollevamenti sulle punte da posizione eretta, dovrebbe servire a far riassorbire prima l'ematoma.

Kmq penso che per scomparire l'ematoma ci metta almeno un mese

Anch'io ho avuto un po' di versamento al polpaccio che 5 o 6 giorni dopo l'operazione è diventato abbastanza variopinto....... ma comunque limitato alla zona del polpaccio (da poco sotto metà polpaccio verso il ginocchio )

Ora (fai conto che mi hanno operato il 16 marzo) mi è rimasto ancora un livido nella parte bassa interna del polpaccio.
Però di male al polpaccio non ne ho mai avuto. Lo sentivo più sensibile alla pressione del resto della gamba... ma non più di tanto.
Il maggior dolore post-operatorio l'avevo dove avevano fatto il taglio per prelevare il g+s. Per questo sono andato avanti circa 8-9 giorni con l'aulin 2 volte al giorno. (dopo 4 giorni dall'operazione avevo provato a ridurre l'aulin ad 1 volta al giorno...... ma poi sarebbe stato difficile alzarsi dal letto)

Il polpaccio invece mi faceva male per più di un mese (senza lividi però) per più di un mese dopo la rottura del legamento (31/12/2008).
Però in quel caso il dolore penso fosse dovuto alla pressione dello scarpone da sci sul polpaccio, pressione che ha causato la rottura del legamento e quindi deve essere stata anche abbastanza intensa pure sul polpaccio.
Mi sono sbilanciato sciando su un mucchio di neve portando il peso all'indietro. Il legamento è saltato quando ho fatto forza per raddrizzarmi, e quindi non cadere. Il problema è che sbilanciandosi all'indietro si rimane in asse con lo sci e l'attacco non si sgancia provocando una sovratensione del crociato causata dal bordo dello scarpone che preme sul polpaccio.

joyt73 02-05-2009 19:47

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27310858)
per la camminata anche la mia fisioterapista mi ha detto di appoggiare prima il tallone e di cercare sempre di estendere la gamba, altrimenti camminando con la gamba semiflessa dice che il quadricipite non acquista + tono muscolare.

Confermo per la camminata, prima il tallone epoi la punta.
Segui con fiducia il tuo fisiatra, anche a me succedeva di fare cose strane, tipo al nuoto dopo circa 3 mesi dall'intervento facevo già la rana, tutti dicevano di non farla e ho chiesto al mio istruttore non che amico: come mai questa rana? risposta: sono solo dei test, mi raccomando non forzare e non dare strattoni. Con la massima fiducia ed un pò di paura, ho provato e ti dirò, fino a quando ho potuto seguire il corso in piscina (fino a circa 15gg fà), facevo 200metri rana senza problemi, logicamente senza forzare.

joyt73 02-05-2009 19:59

Ematomi
 
E' possibile che sia l'unico ad non aver avuto problemi del genere, ho anch'io avuto dificoltà con il drenaggio, il tubicino era piegato all'interno del ginocchio quindi ne è uscito poco. Quando l'infermiere mi ha tolto il drenaggio il sangue è schizzato come una fontanella, mi ha premuto il ginocchi con delle garze in modo da fare uscire più sangue possibile e poi mi ha fasciato il ginocchio. Ematoma zero. Da premettere che ho portato il tutore x 26gg, i primi 15gg con tutore bloccato, i restanti con tutore sbloccato a 90/100 gradi.
Non sò se sbagliavo, ma a casa io tenevo il ginocchio sempre in scarico ed il ghiaccio per 1-2ore il tempo che si riformava altro ghiaccio e di nuovo il ghiaccio sul ginocchio, esercizi a casa con la borsa del ghiaccio legata al ginocchio con una fasciatura, figurati che più di una notte mi sono addormentato con la borsa del ghiaccio e mi svegliavo xchè iniziava a gocciolare e mi sentivo bagnato, altro che per 20min 3-4volte al giorno. E tuttora non appena ho un pò di gonfiore subito ghiaccio. Ho fatto solo 20punture di calcioparina e per i primi 5gg post-intervento antibiotici e basta. :confused:

Ma scusate, ma sull'ematoma mettete ghiaccio.

Fabryzius 02-05-2009 21:41

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27316684)
E' possibile che sia l'unico ad non aver avuto problemi del genere, ho anch'io avuto dificoltà con il drenaggio, il tubicino era piegato all'interno del ginocchio quindi ne è uscito poco. Quando l'infermiere mi ha tolto il drenaggio il sangue è schizzato come una fontanella, mi ha premuto il ginocchi con delle garze in modo da fare uscire più sangue possibile e poi mi ha fasciato il ginocchio. Ematoma zero. Da premettere che ho portato il tutore x 26gg, i primi 15gg con tutore bloccato, i restanti con tutore sbloccato a 90/100 gradi.
Non sò se sbagliavo, ma a casa io tenevo il ginocchio sempre in scarico ed il ghiaccio per 1-2ore il tempo che si riformava altro ghiaccio e di nuovo il ghiaccio sul ginocchio, esercizi a casa con la borsa del ghiaccio legata al ginocchio con una fasciatura, figurati che più di una notte mi sono addormentato con la borsa del ghiaccio e mi svegliavo xchè iniziava a gocciolare e mi sentivo bagnato, altro che per 20min 3-4volte al giorno. E tuttora non appena ho un pò di gonfiore subito ghiaccio. Ho fatto solo 20punture di calcioparina e per i primi 5gg post-intervento antibiotici e basta. :confused:

Ma scusate, ma sull'ematoma mettete ghiaccio.

da quel che so io il ghiaccio và messo ad intervalli, a me l'hanno lasciato fisso solamente le prime 36 ore dopo l'intervento, cmq fai conto che l'ematoma mi è venuto fuori dopo 4 giorni, ed era proprio nella zona dove il tutore faceva + pressione sulla pelle, infatti poi spaventato ho incominciato ad usarlo solo la notte cercando di lasciar libera la gamba.

osma 04-05-2009 13:18

Buongiorno,
vista l'allegra compagnia, ecco che ho deciso di iscrivermi anche io al club del crociato.
Ho 25 anni e mi sono rotto l'lca giocando a calcio su un campo sintetico, facendo tutto da solo, senza nessun contrasto.
Mi hanno operato il 28 aprile e dimesso il 30;
l'operazione è stata effettuata con tendine rotuleo;
Drenaggio ok, nessun dolore a toglierlo;
Necessario l'uso del catetere con una "produzione" da fare invidia ai maggiori bacini idrografici del mondo!
Il giorno dopo l'operazione mi hanno messo il tutore che dovrò tenere giorno e notte per 25 giorni circa (devastante, sento opprimere la gamba, e un notevole fastidio).
Cammino con le stampelle e mi hanno detto di appoggiare il piede, "carico sfiorante" come lo chiamano loro.
Mi hanno dato da fare alcuni esercizi, come sollevare la gamba da sdraiati (per fare lavorare i muscoli della coscia e del gluteo), e sedersi su letto o sedia con la gamba distesa per recuperare la massima estensione.
Devo fare le punture antitromboemboliche per 18 giorni.
Da domani inizio fisioterapia.
L'unico problema post operatorio è stato l'antibiotico, probabilmente non lo sopportavo molto bene e ho avuto parecchi problemi di stomaco.
Speriamo in un pronto recupero.
Ciao a tutti.. :)

@lessandro 04-05-2009 14:41

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27332942)
Buongiorno,
vista l'allegra compagnia, ecco che ho deciso di iscrivermi anche io al club del crociato.
Ho 25 anni e mi sono rotto l'lca giocando a calcio su un campo sintetico, facendo tutto da solo, senza nessun contrasto.
Mi hanno operato il 28 aprile e dimesso il 30;
l'operazione è stata effettuata con tendine rotuleo;
Drenaggio ok, nessun dolore a toglierlo;
Necessario l'uso del catetere con una "produzione" da fare invidia ai maggiori bacini idrografici del mondo!
Il giorno dopo l'operazione mi hanno messo il tutore che dovrò tenere giorno e notte per 25 giorni circa (devastante, sento opprimere la gamba, e un notevole fastidio).
Cammino con le stampelle e mi hanno detto di appoggiare il piede, "carico sfiorante" come lo chiamano loro.
Mi hanno dato da fare alcuni esercizi, come sollevare la gamba da sdraiati (per fare lavorare i muscoli della coscia e del gluteo), e sedersi su letto o sedia con la gamba distesa per recuperare la massima estensione.
Devo fare le punture antitromboemboliche per 18 giorni.
Da domani inizio fisioterapia.
L'unico problema post operatorio è stato l'antibiotico, probabilmente non lo sopportavo molto bene e ho avuto parecchi problemi di stomaco.
Speriamo in un pronto recupero.
Ciao a tutti.. :)

Benvenuto (si fa per dire :asd: ) tra noi compagni dell'lca :D

Ma...tutore in che modo con il rotuleo, a 0°? :)
Strano, per quello che ho sentito io non l'hanno messo ne a me ne agli altri ragazzi che si sono operati dal chirurgo che ha fatto anche me...boh :stordita:

P.S. Che tipo di punti hai, anche te le grappette di metallo?

Cmq oggi mi hanno fatto alzare ancora le stampelle (per l'ennesima volta :asd: ) e mi han detto che entro pochi giorni le devo toglierle....ma ho un pò di paura, specialmente nell'uscire e soprattutto nel fare le scale!!!! :stordita:

osma 04-05-2009 14:49

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27334216)
Benvenuto (si fa per dire :asd: ) tra noi compagni dell'lca :D

Ma...tutore in che modo con il rotuleo, a 0°? :)
Strano, per quello che ho sentito io non l'hanno messo ne a me ne agli altri ragazzi che si sono operati dal chirurgo che ha fatto anche me...boh :stordita:

P.S. Che tipo di punti hai, anche te le grappette di metallo?

Cmq oggi mi hanno fatto alzare ancora le stampelle (per l'ennesima volta :asd: ) e mi han detto che entro pochi giorni le devo toglierle....ma ho un pò di paura, specialmente nell'uscire e soprattutto nel fare le scale!!!! :stordita:

no il tutore non è a 0°, riesco a piegarlo a 50° 60°; alcuni ragazzi che sono stati operati nello stesso posto e dallo stesso chirurgo mi hanno detto che lì è prassi utilizzare il tutore in questo modo, però è veramente fastidioso..

I punti non ho la più pallida idea di come siano, perchè quando mi hanno fatto la medicazione e tolto il drenaggio sono talmente fifone che non ho voluto nemmeno guardare..:D

@lessandro 04-05-2009 14:51

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27334327)
no il tutore non è a 0°, riesco a piegarlo a 50° 60°; alcuni ragazzi che sono stati operati nello stesso posto e dallo stesso chirurgo mi hanno detto che lì è prassi utilizzare il tutore in questo modo, però è veramente fastidioso..

I punti non ho la più pallida idea di come siano, perchè quando mi hanno fatto la medicazione e tolto il drenaggio sono talmente fifone che non ho voluto nemmeno guardare..:D

Ok capito :D

Ma quanto è gonfio...?:stordita:

osma 04-05-2009 14:55

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27334350)
Ok capito :D

Ma quanto è gonfio...?:stordita:

nessun gonfiore..ogni tanto sento tirare quando cammino, ma per il resto non mi fa nemmeno male..

@lessandro 04-05-2009 14:59

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27334406)
nessun gonfiore..ogni tanto sento tirare quando cammino, ma per il resto non mi fa nemmeno male..

Nemmeno male????? Chi sei un robot??? :stordita: :stordita:

Ma riesci ad appoggiare il piede a terra?????? :fagiano:

osma 04-05-2009 15:03

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27334461)
Nemmeno male????? Chi sei un robot??? :stordita: :stordita:

Ma riesci ad appoggiare il piede a terra?????? :fagiano:

si.. quando cammino appoggio il piede, non carico il peso, prima tallone e poi punta senza caricare ma comunque facendo toccare il piede per terra.
Il tutore comunque aiuta, nel senso che hai la gamba rigida e bloccata, quindi ti da stabilità..
il giorno dopo l'operazione cmq le infermiere mi hanno cacciato fuori dal letto e obbilgato a iniziare a camminare con le stampelle, l'ortopedico mi ha detto di appoggiare il piede "a mia discrezione"...

gomma2408 04-05-2009 16:04

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27309528)
P.P.S. Ho dei dubbi....e chiedo a gomma appunto che sembra parecchio ferrato in materia. :D
Mi hanno detto sia per la camminata senza o con le stampelle, di appoggiare il tallone e poi il piede ma SEMPRE con il quadricipite contratto, questo per dare "tenuta" al ginocchio stesso e per recuperare la flessione il più possibile, oltre al fatto che il legamento crociato quando la gamba è estesa non lavora (come mi ha confermato anche il "capo fisioterapista").
Però...e c'è sempre un però...: mi hanno detto di tenere appunto sempre la gamba dritta per sforzi (tipo per montare sul lettino, fare esercizi, per camminare ecc)...mentre quando ero sulla cyclette il ginocchio si piegava ovviamente oltre i 90° con la pedalata, facendo forza (seppur minima). Ad un certo punto per abbassarmi il sellino (3 volte mi sembra di ricordare) il fisioterapista mi fa "vai alzati sui pedali che ti abbasso il sellino :)" ed io. "ma...come...devo far forza sul ginocchio?? :fagiano:"....e lui mi risponde "vai vai, tranquillo che devi riniziare ad usarla sta gamba, sennò è la fine!!!! :D"
Ed infatti mi son alzato sui pedali con entrambe le gambe (ma con una paura tremenda :asd: )...però tutto questo (e l'aver usato la pressa) non va in contrasto con quanto detto poco sopra, cioè di tener il quadricipite sempre in tensione e muovere/sforzare la gamba solo a gamba tesa???? :stordita:
Sono un pò confuso su questa cosa....o meglio, non c'ho capito una mazza :asd:

per quello che posso dirti, anche a me è successa l'identica cosa, sul lettino quando mi dovevo mettere su un fianco per fare un esercizio di isometrica mi facevano stare con la gamba estesa e quadricipite contratto altrimenti erano bei cazziatoni!!! e così a tutti gli altri, poi quando sono andato la prima volta sulla cyclette mi ha alzato il sellino ed io sono stato con il peso su entrambe le gambe praticamente, a gin piegato... da quanto ho capito io la cosa si spiega con il fatto che sul lettino, ad esempio, stai con la pianta del piede libera e quindi anche per inerzia potresti rischiare una torsione, mentre con il piede appoggiato molto meno, cioè ci fai si carico, ma nel senso "giusto": è quello che divide gli esercizi praticamente in "catena cinetica aperta" da quaelli in "catena cinetica chiusa" dove una delle estremità sono nel primo caso libere (vedi leg extension), mentre nel secondo sono bloccate (vedi leg press): non so per quale principio si apiù rischioso tenere la gamba sospesa e piegata che dritta bloccata, ma posso pensare che se si flette la gamba il ginocchio, non avendo il piede o la caviglia bloccata, potrebbe subire torsioni o movimenti dannosi con maggiore facilità. Ecco il perchè delle precauzioni adottate.

Volevo rispondere anche a chi (mi sembra joyt73) unao due pag indietro ha detto che si era sentito indietro quando io dicevo di fare 200 kg alla leg press e poi ho avuto dei problemi.... i problemi li avevo già prima, nel senso che la cisti di baker ce l'avevo da anni e il gonfiore avuto a 2 mesi e mezzo è stato dovuto essenzialmente dalla cyclette fatta con carico eccessivo e dalla leg-curl, quindi il discorso è vero in parte nel senso che non bisogna caricare mai senza criterio, anche se ci si sente di farlo (ad es. io con la cyclette me la sentivo alla grande e con la leg curl avevo fatto solo 15kg al max....) ma la pressa non mi ha causato fastidi a causa del peso , ma semmai avevo sbagliato l'escursione (facevo 0-50 gradi invece che 0-85 circa...).
Con questo voglio dire che tutto quello che ha detto joyt73 è TUTTO GIUSTO, solo volevo aggiungere una mia precisazione sul caso personale..... ;)

gomma2408 04-05-2009 16:08

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27317363)
da quel che so io il ghiaccio và messo ad intervalli, a me l'hanno lasciato fisso solamente le prime 36 ore dopo l'intervento, cmq fai conto che l'ematoma mi è venuto fuori dopo 4 giorni, ed era proprio nella zona dove il tutore faceva + pressione sulla pelle, infatti poi spaventato ho incominciato ad usarlo solo la notte cercando di lasciar libera la gamba.

anche io lo mettevo ad intervalli sopo i primi 3/4 gg, ma nel senso che facevo ghiaccio, quando non lo sentivo + freddo passavano quei 15/20 minuti e poi di nuovo ghiaccio.... questo per molti giorni.... ma l'ematoma mi èvenuto nella parte posteriore della gamba, ed è di solito dovuto al prelievo del tendine semitendinoso, mentre chi fa rotuleo di solito può avere l'ematoma più vicino al ginocchio ma di solito è minore.... considerata che il semitendinoso lo staccano quasi all'inguine... penso circa 10 cm sotto.... è un bel pezzo in alto!!! (io ho sentito dove si è staccato mentre ero in sala operatoria....:help: )

gomma2408 04-05-2009 16:10

Quote:

Originariamente inviato da joyt73 (Messaggio 27307015)

Ho chiesto se i tendini semitendinoso e gracile vengono prelevati completamente, mi ha risposto di SI

ecco, questo è quello che sapevo anche io... e che sento in quanto NON SENTO più il semitendinoso nella posizione seduta, a differenza dell'altra gamba dove la "corda" del muscolo/tendine la sento eccome....

@lessandro 04-05-2009 16:31

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27335277)
per quello che posso dirti, anche a me è successa l'identica cosa, sul lettino quando mi dovevo mettere su un fianco per fare un esercizio di isometrica mi facevano stare con la gamba estesa e quadricipite contratto altrimenti erano bei cazziatoni!!! e così a tutti gli altri, poi quando sono andato la prima volta sulla cyclette mi ha alzato il sellino ed io sono stato con il peso su entrambe le gambe praticamente, a gin piegato... da quanto ho capito io la cosa si spiega con il fatto che sul lettino, ad esempio, stai con la pianta del piede libera e quindi anche per inerzia potresti rischiare una torsione, mentre con il piede appoggiato molto meno, cioè ci fai si carico, ma nel senso "giusto": è quello che divide gli esercizi praticamente in "catena cinetica aperta" da quaelli in "catena cinetica chiusa" dove una delle estremità sono nel primo caso libere (vedi leg extension), mentre nel secondo sono bloccate (vedi leg press): non so per quale principio si apiù rischioso tenere la gamba sospesa e piegata che dritta bloccata, ma posso pensare che se si flette la gamba il ginocchio, non avendo il piede o la caviglia bloccata, potrebbe subire torsioni o movimenti dannosi con maggiore facilità. Ecco il perchè delle precauzioni adottate.

Ok capito, grazie 1000 per la spiegazione :D

Fabryzius 04-05-2009 17:25

Ma avete idea di come mai a distanza di 3 settimane ho ancora male nella zona dove ci sono i punti e leggermente dietro a destra dove si vede e si sente il legamento (credo collaterale) ? Sono stato operato con s+g

Cmq il tutore da quello che ho capito viene prescritto soprattutto per chi si opera con s+g, io ti dico che non l'ho quasi mai portato per via dell'ematoma sul polpaccio.

ricorick 04-05-2009 17:48

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27332942)
Buongiorno,
vista l'allegra compagnia, ecco che ho deciso di iscrivermi anche io al club del crociato.
Ho 25 anni e mi sono rotto l'lca giocando a calcio su un campo sintetico, facendo tutto da solo, senza nessun contrasto.
Mi hanno operato il 28 aprile e dimesso il 30;
l'operazione è stata effettuata con tendine rotuleo;
Drenaggio ok, nessun dolore a toglierlo;
Necessario l'uso del catetere con una "produzione" da fare invidia ai maggiori bacini idrografici del mondo!
Il giorno dopo l'operazione mi hanno messo il tutore che dovrò tenere giorno e notte per 25 giorni circa (devastante, sento opprimere la gamba, e un notevole fastidio).
Cammino con le stampelle e mi hanno detto di appoggiare il piede, "carico sfiorante" come lo chiamano loro.
Mi hanno dato da fare alcuni esercizi, come sollevare la gamba da sdraiati (per fare lavorare i muscoli della coscia e del gluteo), e sedersi su letto o sedia con la gamba distesa per recuperare la massima estensione.
Devo fare le punture antitromboemboliche per 18 giorni.
Da domani inizio fisioterapia.
L'unico problema post operatorio è stato l'antibiotico, probabilmente non lo sopportavo molto bene e ho avuto parecchi problemi di stomaco.
Speriamo in un pronto recupero.
Ciao a tutti.. :)


Ciao Osma,
benvenuto o malvenuto, come preferisci!
Innanzitutto in bocca al lupo per questi giorni post operatori!
Anch'io mi opererò con la tua stessa tecnica il 20 maggio! E anche per me previste due notti in ospedale. Finalmente qualcuno che ha fatto il rotuleo con cui scambiare delle opinioni :p !
Vedo con piacere che il primo "ostacolo" (drenaggio) è stato superato con grande facilità!
Dolori post operazione come vanno?? Un mio compagno di squadra operato l'anno scorso con tecnica rotuleo mi ha detto che non ha dormito per 3/4 notti! Ma lui è abbastanza fifone e ha una solglia di dolore bassina (più o meno come me.....:cry: ).

zitama 04-05-2009 17:55

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27332942)
Buongiorno,
vista l'allegra compagnia, ecco che ho deciso di iscrivermi anche io al club del crociato.
Ho 25 anni e mi sono rotto l'lca giocando a calcio su un campo sintetico, facendo tutto da solo, senza nessun contrasto.
Mi hanno operato il 28 aprile e dimesso il 30;
l'operazione è stata effettuata con tendine rotuleo;
Drenaggio ok, nessun dolore a toglierlo;
Necessario l'uso del catetere con una "produzione" da fare invidia ai maggiori bacini idrografici del mondo!
Il giorno dopo l'operazione mi hanno messo il tutore che dovrò tenere giorno e notte per 25 giorni circa (devastante, sento opprimere la gamba, e un notevole fastidio).
Cammino con le stampelle e mi hanno detto di appoggiare il piede, "carico sfiorante" come lo chiamano loro.
Mi hanno dato da fare alcuni esercizi, come sollevare la gamba da sdraiati (per fare lavorare i muscoli della coscia e del gluteo), e sedersi su letto o sedia con la gamba distesa per recuperare la massima estensione.
Devo fare le punture antitromboemboliche per 18 giorni.
Da domani inizio fisioterapia.
L'unico problema post operatorio è stato l'antibiotico, probabilmente non lo sopportavo molto bene e ho avuto parecchi problemi di stomaco.
Speriamo in un pronto recupero.
Ciao a tutti.. :)

benvenuto se così si può dire....
punture per 18 gg...a me non hanno ancora detto quando devo smettere! sono al 14 gg.

cmq ragazzi sembra che per fortuna non ho la flebite (così ha detto l'angiologo) ma un grosso versamento...garantisco dolorosissimo..
domani vedrò l'ortopedico e vediamo che dice...perlomeno spero che posso ricominciare a fare terapia completa..perchè con la sospetta flebite :niente piegamenti e in generale pochi sforzi...
il terapista mi ha detto che la mia contrazione del quadricipite è insufficiente:doh:

Fabryzius 04-05-2009 18:13

Quote:

Originariamente inviato da zitama (Messaggio 27336648)
benvenuto se così si può dire....
punture per 18 gg...a me non hanno ancora detto quando devo smettere! sono al 14 gg.

cmq ragazzi sembra che per fortuna non ho la flebite (così ha detto l'angiologo) ma un grosso versamento...garantisco dolorosissimo..
domani vedrò l'ortopedico e vediamo che dice...perlomeno spero che posso ricominciare a fare terapia completa..perchè con la sospetta flebite :niente piegamenti e in generale pochi sforzi...
il terapista mi ha detto che la mia contrazione del quadricipite è insufficiente:doh:

io le punture di anticoagulante le ho fatte per 15 giorni, per fortuna....per quanto riguarda l'ematoma ti posso solo dire di avere pazienza, io mi ricordo che tutte le volte che mi alzavo per andare in bagno c'era da impazzire :D adesso per fortuna và un pò meglio


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 03:41.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.