Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Delfino81 10-03-2010 11:01

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31191255)
A Roma c'è Mariani di famoso (vedi Totti) ma occorre l'assicurazione o essere pronti a spendere un bel po' di migliaia di euro. ;) .

Chi si è operato "fuori sede" fra quelli che conosco ha fatto togliere i punti e poi 2/3 visite dal chirurgo che ha fatto l'operazione, ma dopo dimesso è tornato subito a casa a fare la fisioterapia magari in un centro specializzato ma vicino più o meno a casa.
Certo non si trattava di 10 ore di macchina.... di sicuro meglio il treno però (tanto "l'accompagno" serve comunque il primo mese almeno....).

Io ho avuto la fortuna di farmi operare vicino casa, da uno bravo, e che mi ha tolto personalmente i punti e medicato/fatto le visite sempre in prima persona e così quando volevo ci sono passato e mi sono fatto vedere (tipo 10/12 volte, di cui solo 2 a pagamento..... :D ;) ;) )

si me l'hanno detto che dopo un mese acquisti una certa autonomia (anche se non credo tanto da portarti una valigetta, salire e scendere dal treno e dai sottopassaggi delle stazioni con questo peso al seguito ecc. :) ) a propostio, secondo me una cosa abbastyanza invalidante è proprio l'espletamento dei bisgonini quotidiani, come cavolo si fa a sedersi sul cesso, sul bidet con le stampelle, e la gamba dritta dentro il tutore? :( io cn le stampelle nn so manco camminare.... :cry:

riguardo il fatto di operarsi fuori sede, forse sono io a essere malfidato dei medici di "casa mia" ma mpiu che altro essendo un'operazione al crociato posteriore e forse a entrambhi (di sicuro piu rognosa del crociato anteriore) ne cerco uno eccellente.....con tutti i disagi del caso però.....e allora subito dopo l'operazione non so quanto mi converrebbe farmi 10 ore di treno o auto x riscendere, poi risalire dopo 15 giorni x i punti (preferisco farmi toccare dallequipe che mi ha operato, diciamo se devo preferire una 2linea di continuità" preferisco mantenerla con l'equipe che mi ha operato e nn con il centro di fisioterapia) riscendere e cominciare il programma fisioterapico e poi risalire x la visita di controllo....praticamente trenitalia o le autostrade italiane mi fanno la statua :D e poi se facendo le corna ci dovessere essere complicazioni post operatorie a breve termine, mi piacerebbe avere sempre vicino il centro che mi ha operato...

quindi l'unica soluzione x ora la vedo restare a milano un mesetto magari a casa di mio zio se può "assistermi" e poi riscendere dopo la visita di controllo, unico neo di questa situazione è come dicevo prima che crei una "discontinuità" con la terapi,a ovvero prime due settimane a casa, altre due settimane in un centro a milano e poi scendere e proseguirla in un buon centro in terronia, ovviamente con lo stesso protocollo.... :)

spero di essermi fatto capire (è un dono che nn ho sempre, anzi quasi mai :D) con questo discorso delle varie discontinuità :D attnedo vostri pareri! :)

Stefano Landau 10-03-2010 12:55

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31191959)
si me l'hanno detto che dopo un mese acquisti una certa autonomia (anche se non credo tanto da portarti una valigetta, salire e scendere dal treno e dai sottopassaggi delle stazioni con questo peso al seguito ecc. :) ) a propostio, secondo me una cosa abbastyanza invalidante è proprio l'espletamento dei bisgonini quotidiani, come cavolo si fa a sedersi sul cesso, sul bidet con le stampelle, e la gamba dritta dentro il tutore? :( io cn le stampelle nn so manco camminare.... :cry:

riguardo il fatto di operarsi fuori sede, forse sono io a essere malfidato dei medici di "casa mia" ma mpiu che altro essendo un'operazione al crociato posteriore e forse a entrambhi (di sicuro piu rognosa del crociato anteriore) ne cerco uno eccellente.....con tutti i disagi del caso però.....e allora subito dopo l'operazione non so quanto mi converrebbe farmi 10 ore di treno o auto x riscendere, poi risalire dopo 15 giorni x i punti (preferisco farmi toccare dallequipe che mi ha operato, diciamo se devo preferire una 2linea di continuità" preferisco mantenerla con l'equipe che mi ha operato e nn con il centro di fisioterapia) riscendere e cominciare il programma fisioterapico e poi risalire x la visita di controllo....praticamente trenitalia o le autostrade italiane mi fanno la statua :D e poi se facendo le corna ci dovessere essere complicazioni post operatorie a breve termine, mi piacerebbe avere sempre vicino il centro che mi ha operato...

quindi l'unica soluzione x ora la vedo restare a milano un mesetto magari a casa di mio zio se può "assistermi" e poi riscendere dopo la visita di controllo, unico neo di questa situazione è come dicevo prima che crei una "discontinuità" con la terapi,a ovvero prime due settimane a casa, altre due settimane in un centro a milano e poi scendere e proseguirla in un buon centro in terronia, ovviamente con lo stesso protocollo.... :)

spero di essermi fatto capire (è un dono che nn ho sempre, anzi quasi mai :D) con questo discorso delle varie discontinuità :D attnedo vostri pareri! :)

Sulla continuità per il primo mese (o tre settimane....) non vedo grossi problemi.
Io da quando sono stato operato (solo LCA con un piccolo ritocco al menisco) a quando ho iniziato a frequentare un centro fisioterapico, quindi con qualcuno che mi seguiva, ho aspettato 3 settimane esatte.
Ho fatto una fisioterapia in piscina, poi a causa di una breve influenza ho ripreso con un'altra seduta di fisio in palestra (anche sulla Cyclette ) 4 settimane dopo l'intervento.
Quindi se ti operi in una struttura per 3 settimane non ti serve nulla, fai tutto da solo(come fisioterapia).
Puoi andare avanti anche un'altra settimana da solo volendo se vuoi aspettare la prima visita di controllo seguendo gli esercizi che ti faranno vedere già la mattina dopo l'operazione. (Momento in cui ti insegneranno a muoverti con le stampelle)

Dopo la visita (con le istruzioni del caso lasciate dallo specialista) torni a casa ed inizi la Fisioterapia in un centro specializzato.

Io ho fatto così. Con la differenza che non mi sono spostato. Per le prime tre settimane non mi ha seguito nessuno. Facevo i miei esercizi 4 volte al giorno mettendo ghiaccio sul ginocchio per non più di 20 minuti ogni 2 ore e sempre dopo gli esercizi.
Se però trovi dove stare per un mese circa dall'operazione e avere un minimo di assistenza, di problemi non ne vedo.

(Forse il viaggio di 10 ore potrà essere un po' lungo...... se riesci a farlo mantenendo la gamba ragionevolmente distesa o avendo spazio per muoverla di tanto in tanto può essere meglio)

gomma2408 10-03-2010 15:36

quoto quanto sopra, visto l'intervento un po' più "complesso" (per così dire, visto anche l'interessamento del LCP) può darsi che per tre settimane non ti serve la fisioterapia presso un centro ma solo esercizi a casa....

Anche io posso solo dirti quello che mi è successo a me con un caso più "semplice" e classico, ovvero LCA + meniscectomia del menisco mediale, anche se con un ginocchio più "problematico" derivante da 14 anni di crociato rotto, con crescite dell'osso anomale già iniziate (osteofiti) a causa di principio di artrosi e tutto ciò che ne deriva...
Io, a parte come ho detto avrei iniziato in centro fisioterapico già appena dopo una sola settimana (diventate 12 gg per iniziali problemi), non ho avuto grosse difficoltà con stampelle e per andare in bagno.... il ginocchio non è MAI stato bloccato con un qualsiasi tutore, neanche bendato, (a parte i giorni di degenza in ospedale, i primi tre dopo l'operazione,poi avevo solo dei grandi cerotti) e senza sforzo lo piegavo bene già a 90° o poco meno...certo per mettermi a sedere anche su una sedia facevo peso solo su quello "sano" :D ... ma per il resto....

per il discorso iniziare una fisioterapia da una parte e poi continuare dall'altra non importa tanto, se il centro dove vai dopo sa il lavoro suo: in quello dove sono andato io ne sono capitati così, hanno valutato le condizioni dove il soggetto era arrivato (in un caso un ragazzo neanche addrizzava del tutto il ginocchio ma rimaneva flesso dopo oltre un mese dall'operazione!) e programmavano gli esercizi da fare in base ai progressi.
Infatti la riabilitazione ha sì schemi di base uguali per tutti, ma dovrebbe poi essere "aggiustata" caso per caso in base ai soggetti, ai progressi ed alla ocnformazione fisica di ognuno (ad es. in base allo sport praticato, se ce ne è uno....)
;)

Delfino81 10-03-2010 18:52

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31196365)
quoto quanto sopra, visto l'intervento un po' più "complesso" (per così dire, visto anche l'interessamento del LCP) può darsi che per tre settimane non ti serve la fisioterapia presso un centro ma solo esercizi a casa....

Anche io posso solo dirti quello che mi è successo a me con un caso più "semplice" e classico, ovvero LCA + meniscectomia del menisco mediale, anche se con un ginocchio più "problematico" derivante da 14 anni di crociato rotto, con crescite dell'osso anomale già iniziate (osteofiti) a causa di principio di artrosi e tutto ciò che ne deriva...
Io, a parte come ho detto avrei iniziato in centro fisioterapico già appena dopo una sola settimana (diventate 12 gg per iniziali problemi), non ho avuto grosse difficoltà con stampelle e per andare in bagno.... il ginocchio non è MAI stato bloccato con un qualsiasi tutore, neanche bendato, (a parte i giorni di degenza in ospedale, i primi tre dopo l'operazione,poi avevo solo dei grandi cerotti) e senza sforzo lo piegavo bene già a 90° o poco meno...certo per mettermi a sedere anche su una sedia facevo peso solo su quello "sano" :D ... ma per il resto....

per il discorso iniziare una fisioterapia da una parte e poi continuare dall'altra non importa tanto, se il centro dove vai dopo sa il lavoro suo: in quello dove sono andato io ne sono capitati così, hanno valutato le condizioni dove il soggetto era arrivato (in un caso un ragazzo neanche addrizzava del tutto il ginocchio ma rimaneva flesso dopo oltre un mese dall'operazione!) e programmavano gli esercizi da fare in base ai progressi.
Infatti la riabilitazione ha sì schemi di base uguali per tutti, ma dovrebbe poi essere "aggiustata" caso per caso in base ai soggetti, ai progressi ed alla ocnformazione fisica di ognuno (ad es. in base allo sport praticato, se ce ne è uno....)
;)


infatti la cosa che piu mi spinge a fare l'intervento è quella di evitare rischi artrosici, ma anche in questo caso non ho ben capito se la percentuqle di rischio di sviluppare un'artrosi in un ginocchio malandato sia alta o meno..... c'è chi mi dice addirittura che è la stessa di un ginocchio "operato" :eek:

fatto sta che i medici e non solo, diciamo tt le persone consultate finora si dividono in 2 tronconi.....chi propende all'intervento ora, risolutori, "cosi ti levi il pensiero di artrosi, cadute, ecc." e chi invece dice "temporeggia finchè puoi, x il costo biologico ed invasivo che ogni operazione comporta, anche una banale appendicite, l'operazione deve essere sempre l'ultima spiaggia".... (è ovvio che si parla sempre nel mio caso che nn gioco piu a calcetto, anzi già prima ci giocavgo si e no na volta al mese quando dovevo sostituire qualcuno e proprio na volta di queste mi so azzoppato quando si dice la fortuna!!)tra questi c'è il mio stesso medico di famiglia, grande sportivo, che si ruppe il crociato anteriore a 20 anni e si è operato a 45, e nn aveva alcuna artrosi, semplicemente gli cedeva piu spesso.... :confused:

riguardo l'operazione di LCP mi sa che il tutore lo devi mettere per forza all'inizio, poi sarà che mi sbaglierò.e con quello è un po' piu fastidiosa la cosa....ma va beh!

nel mio caso poi se mai mi dovessi operare di entrambi (ma cercherò di nn spacarmi pure l'anteriore che x ora è solo stirato e "va bene" diciamo... :D) il problema è se fare un trapianto autologo o prendere qualcosa da cadavere....a me fa un po' mimpressione questa seconda ipotesi piu che altro x il rischio di rigetto, anche se dicono che è bassissimo.... è anche vero che smontarmi mezza gamba x riparare il ginocchio nn so quanto sia plausibile (esempio gracile e semitendinoso x il posteriore, e rotuleo per l'anteriore) :eek: :confused:

leggevo che da poco si è tornati ad usare i legamenti artificiali di seconda generazione (ovvero nn le cacate degli anni 90 che si rompevano subito), che in pratica vengono riconosciuti dal corpo umano e nn c'è rigetto e sn anche piu resistenti.....

cmq resto dell'idea che se tornassi indietro nn sarei mai piu entrato in un campo di calcio.....meglio viverlo dagli spalti a fare il tifo x la propria squadra del cuore!ahah

tu in questi 14 anni hai avuto molti fastidi? continuavi a praticare sport a rischio con ginocchiera? hai fatto molta fisioterapia? diciamo, cos'è che ti ha spinto a non operarti x 14 anni? (quello che ti ha spintoi a farlo mi pare di capire, lievi peggioramenti di carattere atrtrosico,. come dicevamo...)

buona serata a tutti, amici, e cmq da quando chiacchiero con voi almeno mi sento un po piu confortato!

gomma2408 11-03-2010 09:33

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31199131)
i
tu in questi 14 anni hai avuto molti fastidi? continuavi a praticare sport a rischio con ginocchiera? hai fatto molta fisioterapia? diciamo, cos'è che ti ha spinto a non operarti x 14 anni? (quello che ti ha spintoi a farlo mi pare di capire, lievi peggioramenti di carattere atrtrosico,. come dicevamo...)

buona serata a tutti, amici, e cmq da quando chiacchiero con voi almeno mi sento un po piu confortato!

ehehehe... il forum serve proprio a questo.... al conforto morale, visto che non siamo esperti professionisti....:D ;) ;) ;)

comunque, ti riassumo il mio "decorso storico" che ho raccontato ormai diverse decine di pagine del forum fa :D :
io mi sono operato dopo 14 anni perchè dopo essermi fatto male (una bella distorsione, con due strappi muscolari, stampelle per due mesi ) dopo circa 5 mesi sono rientrato in palestra a pallavolo, ma senza mai saltare... solo per fare un po' di movimento.
Il ginocchio non andava assolutamente oltre i 90-100 gradi di flessione; non ho MAI fatto fisioterapia , sono solo rientrato in palestra.
La mia fortuna è stato che avevo delle gambe per costituzione molto forti, anche se non grosse, il che mi faceva infatti saltare parecchio a pallavolo, e piano piano ho continuato a giocare senza avere nessun problema e senza tutori o ginocchiere.
Non feci RMN o TAC perchè all'inizio il gonfiore era troppo, poi non l'ho più fatta.

Dopo 5 anni mi faccio visitare ALL'ALTRO ginocchio, ma vedendomeli tutti e due mi dicono che quello infortunatosi tempo addietro ha il crociato completamente rotto.
non mi opero perchè faccio tutto come prima senza dolori, quanto voglio e senza gonfiore alcuno.

A 6 anni del primo infortunio inciampo a calcetto e metto il piede in corsa sopra il pallone e nuova forte distorsione, a quel punto ricomincio tutto daccapo.

Non posso operarmi perchè da lì a breve incomincio un lavoro a tempo determinato e quindi.... smetto di giocare per 1 anno e mezzo, poi cambio lavoro, inizio a giocare a tutto sommato ce la faccio, ma mediamente una volta ogni anno e mezzo prendo contnue distorsioni, all'ultima delle quali il ginocchio si blocca con il menisco incastrato (precedentemente mi si era incastrato ma prima l'ortopedico poi le due volte successive da solo me lo sono disincastrato con manovre un po' dolorose....:cry: ) e quindi mi operano saltando anche qualsiasi lista per l'urgenza della cosa.

Tutto qui :D

P.s.: un ginocchio INSTABILE per forza porta alla lunga all'artrosi, anche i microspostamenti sono dannosi alle cartilagini, anche se io per i primi 10 anni non avevo alcuna artrosi (la Tac e la RMN infatti poi le avevo fatte... solo all'ultima si evidenzia un principio di artrosi....) quindi l'indicazione terapeutica è l'operazione, largamente ammesso da tutti... poi c'è chi dice che si può fare una vita senza operarsi , ma dipende dall'età e dalle esigenze (ad es. magari uno piace sciare....)

Delfino81 11-03-2010 11:26

P.s.: un ginocchio INSTABILE per forza porta alla lunga all'artrosi, anche i microspostamenti sono dannosi alle cartilagini, anche se io per i primi 10 anni non avevo alcuna artrosi (la Tac e la RMN infatti poi le avevo fatte... solo all'ultima si evidenzia un principio di artrosi....) quindi l'indicazione terapeutica è l'operazione, largamente ammesso da tutti... poi c'è chi dice che si può fare una vita senza operarsi , ma dipende dall'età e dalle esigenze (ad es. magari uno piace sciare....)[/quote]


quindi ancche cchi nn mette piu piede in un campo di calcio o di unio sport a rischio, anche se dovessi fare solo fisioterapia e la vita del ragionier fantozzi o filini? :D potrei avere artrosi?

cmq io sto aspettando un contratto a tempo indeterminato x operarmi, ma mi do max i 35 anni di tempo (esatamente 10 anni dopo dallo spaccamento, avvenuto a 25).... :rolleyes:

gomma2408 11-03-2010 12:24

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31206046)
P.s.: un ginocchio INSTABILE per forza porta alla lunga all'artrosi, anche i microspostamenti sono dannosi alle cartilagini, anche se io per i primi 10 anni non avevo alcuna artrosi (la Tac e la RMN infatti poi le avevo fatte... solo all'ultima si evidenzia un principio di artrosi....) quindi l'indicazione terapeutica è l'operazione, largamente ammesso da tutti... poi c'è chi dice che si può fare una vita senza operarsi , ma dipende dall'età e dalle esigenze (ad es. magari uno piace sciare....)


quindi ancche cchi nn mette piu piede in un campo di calcio o di unio sport a rischio, anche se dovessi fare solo fisioterapia e la vita del ragionier fantozzi o filini? :D potrei avere artrosi?

cmq io sto aspettando un contratto a tempo indeterminato x operarmi, ma mi do max i 35 anni di tempo (esatamente 10 anni dopo dallo spaccamento, avvenuto a 25).... :rolleyes:[/quote]


Diciamo che alla tua giovane età l'indicazione è di operare perchè di solito lo stile di vita è comunque più attivo, (anche se unonon fa sport agonistico spesso ci sta la partitella a calcetto, oppure a tennis, oppure anche solo un po' di footing, ecc....) e oggigiorno il limite di età oltre il quale si consiglia anche di NON operare si sta alzando notevolmente (fino ad almeno oltre i 45 anni...) proprio perchè l'intervento con il progredire delle tecniche di esecuzione è sempre meno cruento e più veloce il recupero...
Se proprio uno pensa di fare poco o niente (ma da qui a 5/10 anni chi può dirlo? può venire voglia di fare qualcosa.....) facendo solo palestra rinforzativa della gamba, in tanti casi si può continuare ad avere una vita senza problemi e senza incorrere per forza in problemi artrosici.... se non hai particolari esigenze puoi anche aspettare.

Tieni conto infatti che quando gli ortopedici parlano con il paziente, analizzano oltre alla situazione "anatomica" (es. se c'è un danno ad un menisco che causa blocchi va operato, e se occorre operarsi per il menisco magari uno può decidere di fare anche il LCA con l'occasione, oppure no...) ed all'aspetto "fisiologico" che varia da caso a caso (cioè la costituzione del soggetto e i problemi che dà l'instabilità nel singolo caso) anche l'aspetto "psicologico", o meglio le aspettative che uno ha, cioè se uno ha volgia di tornare a giocare a pallone dopo anni di stop, o vuole diventar eun campione di sci :D :D , oppure che gli basta solo avere una vita normale (e senza mettere sotto sforzo il ginocchio...)

;)

Delfino81 11-03-2010 13:30

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31206950)
quindi ancche cchi nn mette piu piede in un campo di calcio o di unio sport a rischio, anche se dovessi fare solo fisioterapia e la vita del ragionier fantozzi o filini? :D potrei avere artrosi?

cmq io sto aspettando un contratto a tempo indeterminato x operarmi, ma mi do max i 35 anni di tempo (esatamente 10 anni dopo dallo spaccamento, avvenuto a 25).... :rolleyes:


Diciamo che alla tua giovane età l'indicazione è di operare perchè di solito lo stile di vita è comunque più attivo, (anche se unonon fa sport agonistico spesso ci sta la partitella a calcetto, oppure a tennis, oppure anche solo un po' di footing, ecc....) e oggigiorno il limite di età oltre il quale si consiglia anche di NON operare si sta alzando notevolmente (fino ad almeno oltre i 45 anni...) proprio perchè l'intervento con il progredire delle tecniche di esecuzione è sempre meno cruento e più veloce il recupero...
Se proprio uno pensa di fare poco o niente (ma da qui a 5/10 anni chi può dirlo? può venire voglia di fare qualcosa.....) facendo solo palestra rinforzativa della gamba, in tanti casi si può continuare ad avere una vita senza problemi e senza incorrere per forza in problemi artrosici.... se non hai particolari esigenze puoi anche aspettare.

Tieni conto infatti che quando gli ortopedici parlano con il paziente, analizzano oltre alla situazione "anatomica" (es. se c'è un danno ad un menisco che causa blocchi va operato, e se occorre operarsi per il menisco magari uno può decidere di fare anche il LCA con l'occasione, oppure no...) ed all'aspetto "fisiologico" che varia da caso a caso (cioè la costituzione del soggetto e i problemi che dà l'instabilità nel singolo caso) anche l'aspetto "psicologico", o meglio le aspettative che uno ha, cioè se uno ha volgia di tornare a giocare a pallone dopo anni di stop, o vuole diventar eun campione di sci :D :D , oppure che gli basta solo avere una vita normale (e senza mettere sotto sforzo il ginocchio...)

;)[/quote]

Allora, io è esattamente dal 07.05.2007, ovvero d quando mi so spaccato, che non metto più piede in un campo di calcetto, e la cosa non mi manca per nulla (non sono mai stato un grande calciatore, oserei dire sportivo in genere:D )....non ho mai sciato in vita mia.....

lo sport piu intenso che faccio è farmi di tanto in tanto qualche corsetta se sto perdendo qualche mezzo pubblico (dovrei piangere x quanto sono pigro invece metto pure gli smiles sorridenti, che cazzone che sono!! :D ) e farmi le scale al lavoro, perchè dove lavoro io abbiamo un parcheggio posto a un dislivello e si fanno delle scale a piedi....come se fosse un 3° piano credo.....

diciamo che x ora il mio ginocchio ha "solo" 3 nemici....
l'umidità della casa in cui sto e che a breve dovrò cambiare (aalmeno spero), pensa che l'intonaco dei soffitti è macchiato come la mucca di Milka per l'umidità che c'è.....
il traffico romano, xke a fare su e giu con la frizione in una città imbordellata come la nostra meravigliosa capitale non è proprio un toccasana nemmeno x un ginocchio sano :rolleyes: :muro:
infine la mia "psicopatia", diciamo il mio disagioi puramente psicologico xke spesso mi capita quando facevo esercizi di rinforzo (ora è da un anno e mezzo che ho lasciato xke nn ho tempo ma la devo riprendere!) di voler osare troppo.....forse perchè in cuor mio non ho mai accettato questa "invalidità" procuratami da uno sport come il calcetto cche ho sempre praticato saltuariamente....:mad:
e allora se dovevo caricare sulla gamba, pretendevo di voler caricare sulla gamba "uccisa" quanto su quella sana, come quando facevo palestra prima del trauma..... o anche nella vita di tutti i giorni, spesso faccio delle cose senza pensarci tipo se ho fretta x andare al lavoro, salire le scale a 2 a 2, genuflettermi sulla gamba sinistra quando vado in Chiesa :D cioè tutte cose che non mi procurano distorsioni (mai avuto una distorsione o cedimento in 3 anni) ma cmq fastidio a livello di dolore, se le faccio in modo reiterato (e che di certo il medico nn mi prescrive di farmi :rolleyes: )xke sta di fatto che il trauma c'è stato, e pure di una certa importanza....

ecco xke se mi opero è solo x una questioe personale, di tornare (quasi) come prima, dico quasi, xke una gamba operata nn è mai come na gamba sana, la chirurgia ripara ma nn restituisce l'imntegrità, nel mio caso a maggior ragione che il crociato anteriore non credo di farmelo toccare se nn si rompe del tutto (facciamo le corna :oink: ), quindi rimarrà semopre stirato o distratto che dir si voglia.
p.s. cmq se è artrosico a livello avanzato credo nn si possa manco operare piu il legamento vero?buon pranzo!!!

gomma2408 11-03-2010 16:20

grazie del buon pranzo....;)

se non hai particolari esigenze e non ti cede in attività normali fai un po' di palestra (che fa sempre bene in generale) vincendo magari la "pigrizia"(scusa se mi permetto :p ) e potresti andare avanti bene.... però devi vedere sempre come si comporta il ginocchio, ovvero tanto anche se ti operi devi sempre fare ginnastica anche prima dell'intervento, a far bene, quindi.... inizi a farla, poi vedi... ;)

Purtroppo ti devo dire che i dolori per l'umidità o per i cambiamenti di tempo rimangono.... hai voglia ad operarti, quando il danno è più+ di un semplice LCA ma c'è anche un po' di "contorno", come anche nel mio caso, si sentono i cambiamenti in anticipo peggio delle previsioni meteo, con fastidi, dolorini, ecc....!!!!

L'operazione infine non ti rimette esattamente come eri, ma in una condizione tale da fare le cose come le facevi prima. Cioè magari uno è meglio che non nuoti stile rana (una delle poche limitazioni), ci sono dolori, ecc... ma con l'esercizio gli altri muscoli/tendini compensano il deficit che ti rimane, tanto da poter fare gli stessi sforzi come forza pari ad una gamba sana (te lo dico io che ormai da due anni faccio pressa, leg extension, ecc.... anche se non in via continuativa, tutte macchine dove puoi vedere il carico max raggiunto)

Certo uno se lo sente sempre un po' "diverso", ma l'importante è che sia resistente allo stesso modo.....;)

In bocca al lupo per la casa!!!! :D ;) ;)


dimenticavo, per il discorso di un gin "artrosico a livello avanzato" non è che non si possa operare, ma a quel punto il male maggiore è un altro e quindi ciò impedirebbe anche una corretta riabilitazione (a causa di dolori che l'artrosi porta con sè se l'articolazione è sotto sforzo) e quindi per questo si tende a non stressare ulteriormente il ginocchio con un intervento di ricostruzione LCA.
Alla fine, dopo molti anni si può semmai arrivare ad una protesi totale di ginocchio nei casi + gravi, a quel punto il LCA non serve, o meglio è sostituito dalla protesi.

Delfino81 11-03-2010 18:10

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 31210714)
grazie del buon pranzo....;)

se non hai particolari esigenze e non ti cede in attività normali fai un po' di palestra (che fa sempre bene in generale) vincendo magari la "pigrizia"(scusa se mi permetto :p ) e potresti andare avanti bene.... però devi vedere sempre come si comporta il ginocchio, ovvero tanto anche se ti operi devi sempre fare ginnastica anche prima dell'intervento, a far bene, quindi.... inizi a farla, poi vedi... ;)

Purtroppo ti devo dire che i dolori per l'umidità o per i cambiamenti di tempo rimangono.... hai voglia ad operarti, quando il danno è più+ di un semplice LCA ma c'è anche un po' di "contorno", come anche nel mio caso, si sentono i cambiamenti in anticipo peggio delle previsioni meteo, con fastidi, dolorini, ecc....!!!!

L'operazione infine non ti rimette esattamente come eri, ma in una condizione tale da fare le cose come le facevi prima. Cioè magari uno è meglio che non nuoti stile rana (una delle poche limitazioni), ci sono dolori, ecc... ma con l'esercizio gli altri muscoli/tendini compensano il deficit che ti rimane, tanto da poter fare gli stessi sforzi come forza pari ad una gamba sana (te lo dico io che ormai da due anni faccio pressa, leg extension, ecc.... anche se non in via continuativa, tutte macchine dove puoi vedere il carico max raggiunto)

Certo uno se lo sente sempre un po' "diverso", ma l'importante è che sia resistente allo stesso modo.....;)

In bocca al lupo per la casa!!!! :D ;) ;)


dimenticavo, per il discorso di un gin "artrosico a livello avanzato" non è che non si possa operare, ma a quel punto il male maggiore è un altro e quindi ciò impedirebbe anche una corretta riabilitazione (a causa di dolori che l'artrosi porta con sè se l'articolazione è sotto sforzo) e quindi per questo si tende a non stressare ulteriormente il ginocchio con un intervento di ricostruzione LCA.
Alla fine, dopo molti anni si può semmai arrivare ad una protesi totale di ginocchio nei casi + gravi, a quel punto il LCA non serve, o meglio è sostituito dalla protesi.


che intendi per diverso?:D cmq ho capito il tuo discorso, ma credo che riguardi anche chi si sia infortunato di solo lca, un mio amico che si è operato di solo lca può essere assunto come assistyente di Giuliacci tale e quale a me e a te! :D alla fine infatti devo mettere suj un pioatto della bilancia benefici e disagi dell'operazione nel mio caso.....

se non fosse x il rischio (remoto quanto mai nel caso mio che non sollecito troppo)di artrosi nn mi opererei....poso andarrea avanti cosi x la vita che faccio....c adesso monitorizzo ogni anno la situazione.....se si comicnia a vedere la cartilagine fortemente indebolita beh allora mi opero anche se continuerò a sentire dolori...... :rolleyes: la protesi sarebbe ancora piu invasiva....

ora come ora invece non so se devo limitare solo i movimenti distorsivi o anche altro.....io evito salti e bruschi cambi di direzione, ma ad esempio quei movimenti in asse (tipico quando ci si accovaccia al supermercato x prendere un oggetto dal ripiano di sotto)in cui cmq c'è uno sforzo fanno male?possono peggiorare la condizione dei crociati (mettendo che anche quello posteriore sia solo lesionato parzialmente) o dei menischi? io credo di si, cmq evito!

Stefano Landau 11-03-2010 19:42

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31212364)
che intendi per diverso?:D cmq ho capito il tuo discorso, ma credo che riguardi anche chi si sia infortunato di solo lca, un mio amico che si è operato di solo lca può essere assunto come assistyente di Giuliacci tale e quale a me e a te! :D alla fine infatti devo mettere suj un pioatto della bilancia benefici e disagi dell'operazione nel mio caso.....

se non fosse x il rischio (remoto quanto mai nel caso mio che non sollecito troppo)di artrosi nn mi opererei....poso andarrea avanti cosi x la vita che faccio....c adesso monitorizzo ogni anno la situazione.....se si comicnia a vedere la cartilagine fortemente indebolita beh allora mi opero anche se continuerò a sentire dolori...... :rolleyes: la protesi sarebbe ancora piu invasiva....

ora come ora invece non so se devo limitare solo i movimenti distorsivi o anche altro.....io evito salti e bruschi cambi di direzione, ma ad esempio quei movimenti in asse (tipico quando ci si accovaccia al supermercato x prendere un oggetto dal ripiano di sotto)in cui cmq c'è uno sforzo fanno male?possono peggiorare la condizione dei crociati (mettendo che anche quello posteriore sia solo lesionato parzialmente) o dei menischi? io credo di si, cmq evito!

Io, tra gli ospiti di questo forum, penso di essere uno tra i più fortunati. Nel senso che il danno era limitato al solo LCA con un piccolo problema al menisco (non visto dal Radiologo, ma da chi mi ha operato), quindi era proprio minimo.
Però l'LCA era completamente rotto.
Nel mio caso non ho avuto alcun dubbio (e così anche il mio ortopedico) per l'operazione.
Potrei rinunciare allo sci, però ci sono tante altre cose che mettono a rischio il ginocchio e limitarmi in tutto non mi andava.
Arrivare poi ad avere un rischio artrosi tra circa 20-25 anni che sarebbe stato abbastanza concreto era ancora peggio.

Nel tuo caso l'LCA però è solo danneggiato, quindi, la situazione è differente (però se non ricordo male avevi problemi,o era rotto anche l'LCP).

La cosa migliore da fare è affidarsi ad un buon ortopedico, magari non aver fretta (come nel mio caso) di operarsi subito e avere tempo per valutare la situazione vedendo nel tempo come risponde il ginocchio. In contemporanea però iniziare ad irrobustire la muscolatura il più possibile.
Però c'è da tenere presente che l'usura maggiore uno non la sente (penso sia così) fino a quando non è troppo tardi. Quindi il ginocchio sembra lavorar bene, in realtà si sta "consumando" troppo velocemente. Questo potrebbe essere il vero problema da valutare.

gomma2408 12-03-2010 09:37

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 31213582)
Io, tra gli ospiti di questo forum, penso di essere uno tra i più fortunati. Nel senso che il danno era limitato al solo LCA con un piccolo problema al menisco (non visto dal Radiologo, ma da chi mi ha operato), quindi era proprio minimo.
Però l'LCA era completamente rotto.
Nel mio caso non ho avuto alcun dubbio (e così anche il mio ortopedico) per l'operazione.
Potrei rinunciare allo sci, però ci sono tante altre cose che mettono a rischio il ginocchio e limitarmi in tutto non mi andava.
Arrivare poi ad avere un rischio artrosi tra circa 20-25 anni che sarebbe stato abbastanza concreto era ancora peggio.

Nel tuo caso l'LCA però è solo danneggiato, quindi, la situazione è differente (però se non ricordo male avevi problemi,o era rotto anche l'LCP).

La cosa migliore da fare è affidarsi ad un buon ortopedico, magari non aver fretta (come nel mio caso) di operarsi subito e avere tempo per valutare la situazione vedendo nel tempo come risponde il ginocchio. In contemporanea però iniziare ad irrobustire la muscolatura il più possibile.
Però c'è da tenere presente che l'usura maggiore uno non la sente (penso sia così) fino a quando non è troppo tardi. Quindi il ginocchio sembra lavorar bene, in realtà si sta "consumando" troppo velocemente. Questo potrebbe essere il vero problema da valutare.

quoto tutto.... pienamente d'accordo...;) :ave:

Delfino81 15-03-2010 13:01

Buongiorno ebuon inizio settimana amici.....

guardate in che genere di notizie mi smn imbattuto oggi alla ricerca nell'immenso mare del web alla ricerca di esperienze operatorie, ortopedici e legamenti vari.... :)

ci starebbe un tipo egiziano in austria che si kiama mohammed khalifa,un osteopata taumaturgo, che rimetterebbe a posto le ginocchia (e non solo) senza operare.... :eek:

vi riporto qualche link:

http://igor.ustariaposta.it/2006/04/...o-lultima.html

http://igor.ustariaposta.it/2006/04/...a-hallein.html

http://www.mohamed-khalifa-buch.de/I.../italiano.html

http://209.85.129.132/search?q=cache...=it&lr=lang_it

http://209.85.129.132/search?q=cache...=it&lr=lang_it

voi che ne pensate?? boh! x me capace che lo vediamo a striscia tra un pò....sarò cattivo e arretrato, ma con tutto il rispetto per il dotttor khalifa, se tutta la scienza medica dice na cosa, non credo che una persona sola possa sostenere il contrario....a meno che non sia un discepolo di padre Pio! :) poi sarà che mi sbaglierò e mi verrà la voglia di provare! ahah!

alex642002 16-03-2010 08:56

Ma stao scherzando??
 
Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31255049)
Buongiorno ebuon inizio settimana amici.....

guardate in che genere di notizie mi smn imbattuto oggi alla ricerca nell'immenso mare del web alla ricerca di esperienze operatorie, ortopedici e legamenti vari.... :)

ci starebbe un tipo egiziano in austria che si kiama mohammed khalifa,un osteopata taumaturgo, che rimetterebbe a posto le ginocchia (e non solo) senza operare.... :eek:

vi riporto qualche link:

http://igor.ustariaposta.it/2006/04/...o-lultima.html

http://igor.ustariaposta.it/2006/04/...a-hallein.html

http://www.mohamed-khalifa-buch.de/I.../italiano.html

http://209.85.129.132/search?q=cache...=it&lr=lang_it

http://209.85.129.132/search?q=cache...=it&lr=lang_it

voi che ne pensate?? boh! x me capace che lo vediamo a striscia tra un pò....sarò cattivo e arretrato, ma con tutto il rispetto per il dotttor khalifa, se tutta la scienza medica dice na cosa, non credo che una persona sola possa sostenere il contrario....a meno che non sia un discepolo di padre Pio! :) poi sarà che mi sbaglierò e mi verrà la voglia di provare! ahah!

:eek: :eek: Io non ci andrei neanche se mi pagassero!Alla mia pelle ci tengo!:D OPERATI!

Delfino81 16-03-2010 10:17

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 31265193)
:eek: :eek: Io non ci andrei neanche se mi pagassero!Alla mia pelle ci tengo!:D OPERATI!


ma piu che altro ci tengo al portafoglio.... :D cioè non credo che peggiori la situazione, al max rimane cosi com'è e mi avrà spillato qualche buon centinaio di euro! :rolleyes:

alex642002 16-03-2010 11:48

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 31266042)
ma piu che altro ci tengo al portafoglio.... :D cioè non credo che peggiori la situazione, al max rimane cosi com'è e mi avrà spillato qualche buon centinaio di euro! :rolleyes:

:eek: :eek: :eek: Ma scherzi?La salute non ha prezzo!!:eek: :eek:

Delfino81 16-03-2010 14:56

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 31267211)
:eek: :eek: :eek: Ma scherzi?La salute non ha prezzo!!:eek: :eek:



si ovvio non hai capito che intendevo....cioè non credo che qualche massagggio di sto tipo possa peggiorare la situazione, al massimo non fa nulla e ho speso soldi a vanvera! :rolleyes:

doraemon83 17-03-2010 15:30

Salve a tutti...
non pensavo ci fosse cosi tanta gente che soffre con il legamento crociato anteriore.... a quanto pare è un infortunio molto frequente.
Ho 27 anni e anche io ho un problema che affligge il mio ginocchio e si sospetta del legamento crociato, ma non c'è certezza, per cui vorrei farvi una domanda.
Prima però vi espongo la mia situazione.

All'età di 17 anni durante una partita con gli amici, un avversario di stazza robusta mi fa un fallo con una spallata e la mia gamba resta bloccata sotto il suo corpo subendo una rotazione con conseguente dolore al ginocchio sinistro.
Dopo qualche minuto il dolore sembra passare e decido di continuare a giocare.
La mattina dopo mi sveglio con il ginocchio gonfio al punto di non poter mettere la gamba a terra e vado al pronto soccorso, dove dicono che si tratta soltanto di una distorsione e di uno stiramento ad un muscolo dell'interno coscia, escludendo quindi rotture al ginocchio.

Appena passato il gonfiore faccio radiografia e risonanza magnetica che confermano l'assenza di danni al ginocchio e ai legamenti. Tuttavia il ginocchio mi fa male e passo 3 mesi zoppicando.
Passato questo periodo il dolore passa e dopo aver riposato ancora per qualche mese torno a giocare a pallone.

Da allora però avverto sempre una sensazione strana nel ginocchio, un senso di leggera instabilità che si fa piu evidente quando cammino, ma che non avverto durante le partite di calcio.

dopo 4 anni dall'infortunio mi trovo ad andare (per altri motivi) da un ortopedico di Avellino, molto rinomato, ovvero il Dottor Cillo, il quale mi fa una visita al ginocchio e diagnostica, senza guardare la risonanza magnetica, una lesione al legamento crociato anteriore, giudicandola di lieve entità e pertanto non necessaria di intervento chirurgico.

Fidandomi del parere dell'esperto ho continuato tranquillamente a giocare a calcio senza accusare fastidi, fin quando lo scorso ottobre sento una fitta nel ginocchio che mi provoca successivamente un po' di fastidio (ma niente dolore). Decido perciò di sospendere le partite e di riposare ma durante questo periodo le cose peggiorano. Il ginocchio comincia a far male al punto di non consentirmi di camminare liberamente con dolori dietro la rotula e in corrispondenza del menisco mediale.
A gennaio faccio una risonanza magnetica e, con mio stupore, questa ancora una volta non evidenzia nessun danno al ginocchio ma soltanto un "Lieve versamento articolare".

Dopo quella risonanza il dolore è cominciato un po' a diminuire e sono tornato a camminare normalmente, ma il ginocchio continua a fare un po' male e a dare fastidio e a ciò si aggiunge un calo del tono muscolare nella gamba sinistra.
Mi sorgono dunque delle domande:

1. è possibile che ci siano lesioni al ginocchio che una risonanza magnetica non è in grado di vedere?
2. è da considerare più affidabile una risonanza magnetica o la visita di un ortopedico?
3. la diminuzione del tono muscolare del quadricipite (in primis del muscolo sartorio) può provocare l'instabilità anche se il ginocchio è sano?
3. essendo comunque intenzionato a fare un'altra visita ortopedica mi sapreste consigliare un ortopedico specializzato per le ginocchia in Campania o nel Lazio?

Grazie a tutti

gomma2408 17-03-2010 16:06

Quote:

Originariamente inviato da doraemon83 (Messaggio 31284217)

1. è possibile che ci siano lesioni al ginocchio che una risonanza magnetica non è in grado di vedere?
2. è da considerare più affidabile una risonanza magnetica o la visita di un ortopedico?
3. la diminuzione del tono muscolare del quadricipite (in primis del muscolo sartorio) può provocare l'instabilità anche se il ginocchio è sano?
3. essendo comunque intenzionato a fare un'altra visita ortopedica mi sapreste consigliare un ortopedico specializzato per le ginocchia in Campania o nel Lazio?

Grazie a tutti

allora, Ben(Mal!!)venuto anche a te... come si dice da queste parti....;)

1. possibilissimo, soprattutto se la lesione non è completa e/o di lieve entità. addirittura nel mio caso personale per ben 2 volte la risonanza magnetica dava per presente, anche se disomogeneo, il lCA, poi una volta aperto il ginocchio il chirurgo ortopedico ha detto che non vi era più traccia neanche di residui del legamento (erano passati 14 anni dall'infortunio) .
2. più affidabile l'ortopedico, che si avvale degli esami di laboratorio (TAC o RMN) ma che se è serio di solito infatti visita senza vedere la RMN, da una sua pèrima diagnosi e POI si mette a vedere la RMN che gli hai portato... a conferma della sua tesi.
3. una certa insabilità sì, ma non tale da far gonfiare il ginocchio: se invece gonfia vuol dire che si muove troppo, oppure il gonfiore o la sensazione di instabilità è effettivamente solo una sensazione: magari hai solo dolore, sembra instabile ma è solo il menisco che rompe le scatole perchè danneggiato. Oppure i legamenti collaterali , ecc... può essere una miriade di cose, ci vuole l'ortopedico bravo
4. Non sono delle tue parti e non saprei. A Roma c'è quello che ha operato Totti a Villa Stuart (Prof. Mariani)

ciao

doraemon83 17-03-2010 16:52

Ciao e grazie per le risposte,
quindi anche se le risonanze magnetiche smentiscono l'ortopedico c'è la possibilità di avere qualche legamento rotto.

In realtà dopo l'infortunio iniziale 10 anni fa il ginocchio non si è piu gonfiato. Ad oggi dopo la fitta che ho sentito lo scorso ottobre mi restano soltanto l'instabilità e un po' di liquido nel ginocchio come mostrato dalla risonanza magnetica.

Non mi resta altro che fare un'altra visita ortopedica e speriamo bene... sono 6 mesi che non gioco a calcio e per me è una sofferenza assurda.

Non è che per caso sai il costo delle visite e di un'eventuale operazione al crociato anteriore a Villa Stuart?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:29.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.