Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Stefano Landau 07-10-2010 12:15

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33294453)
e dove riceveva il medico x le altre visite? al galeazzi al suo centro o al suo studio? era sempre lui che ti faceva le visite o qualche medico del suo staff?

Uno dei tre dello staff (per levare i punti) riceveva anche al galeazzi (se volevo sfruttare il SSN.

Gli altri due ricevevano entrambi nel loro studio presso il centro di fisioterapia. Ed è dove sono sempre andato io.

Se per levare i punti fossi andato al Galeazzi non so che indicazioni mi avrebbero dato per la parte ortopedica.

Così invece hanno anche controllato lo stato del ginocchio e mi hanno fatto vedere come camminare con una sola stampella.

Arauto 07-10-2010 22:00

Ci sono!
 
Ciao a tutti, pure io nel Club!:cry:
Dopo anni di problemi col ginocchio instabile, FRA un mese circa farò l'intervento, con SM e G.
Ho letto quasi tutti i 3D, e vi ringrazio x tante informazioni utili.
Oggi ho cominciato con la palestra x rinforzare un po i muscoli, seguendo vostri insegnamenti!!:read:
In palestra mi hanno fatto fare LEG PRESS, ma non è che sforza troppo il ginocchio?
Se avete qualche consiglio da cosa mi conviene fare, prego, vi ringrazio in anticipo. (ah, di anni ne ho 43).

Bye

Delfino81 08-10-2010 10:00

beh io penso che devi attenerti al protocollo riabilitativo che di sicuro ti avrà dato il chirurgo che ti ha operato! ;)

ieri invece sn andato a far lavisita in un altro centro di fisioterapia gratuita e secondo questo dottorr (forse x invogliarmi a venire al centro :D ) ho bisogno solo di fiisoterapia e nn di operazione.... :rolleyes:

va beh....

na cosa che nn capisco invece è se è normale che a distanza tuttora di anni dal trauma (ne so passati 3 e mezzo) all'uiltima risonanza fatta ancora compare un pochino di versamento articolare......è normale che possa restare o riformarsi ciclicamente in un ginokkio "non normale" a distanzza di tanto tempo?

Stefano Landau 08-10-2010 10:33

Quote:

Originariamente inviato da Arauto (Messaggio 33301548)
Ciao a tutti, pure io nel Club!:cry:
Dopo anni di problemi col ginocchio instabile, sono a un mese circa del'intervento, con SM e G.
Ho letto quasi tutti i 3D, e vi ringrazio x tante informazioni utili.
Oggi ho cominciato con la palestra x rinforzare un po i muscoli, seguendo vostri insegnamenti!!:read:
In palestra mi hanno fatto fare LEG PRESS, ma non è che sforza troppo il ginocchio?
Se avete qualche consiglio da cosa mi conviene fare, prego, vi ringrazio in anticipo. (ah, di anni ne ho 43).

Bye

Malvenuto nel nostro gruppo (come si dice da queste parti.....)
Io prima dell'intervento (fatto anch'io quando avevo 43 anni......) facevo cyclette, e soprattutto isometria. L'ortopedico che mi ha operato mi ha dato una serie di esercizi da fare alla mattina appena sveglio ed alla sera prima di andare a dormire. Sono soprattutto sollevamenti a gamba tesa con piede a martello stando sdraiato. Sollevi la gamba la tieni sollevata 10 secondi la fai scendere e la risollevi. Questo per 10 ripetizioni e tre serie. Questo è uno dei tanti esercizi che ci sono. La cosa importante è rinforzare per bene il quadricipite della gamba da operare.
Leg press non ne ho fatta prima dell'operazione, ma nel mio caso i tempi erano tutti molto ravvicinati. Il 31 Dicembre 2008 ho rotto il crociato, il 16 marzo 2009 sono stato operato, per cui ho avuto circa 1 mese e mezzo di tempo per far ginnastica pre-operatoria (o meglio fisioterapia).
Questa sera vedrò se riesco a trovare qualche altro esercizio utile.........

Arauto 09-10-2010 18:33

Mamma Mia, che paura, guardate cosa è successo!!
 
PORDENONE (9 ottobre) - Accertamenti sono stati avviati dai carabinieri dopo la morte di un militare di 30 anni F.M., di stanza a Sacile (Pordenone), per le complicazioni insorte dopo un intervento chirurgico al legamento di un ginocchio, cui era stato sottoposto giovedì scorso all'ospedale di Spilimbergo (Pordenone). Da quanto si è appreso, il militare aveva programmato da tempo l'operazione, che si era conclusa con esito positivo. Stamani invece è stato colpito da una sospetta embolia polmonare, che non gli ha dato scampo. La Direzione dell'ospedale ha immediatamente avvisato l'autorità giudiziaria e del caso si stanno ora occupando i carabinieri della locale compagnia.

Nonostante si tratti di eventi rarissimi, secondo quanto hanno riferito i sanitari, questo tipo di complicanze è previsto dalla letteratura scientifica legata a operazioni chirurgiche, anche svolte in anestesia periferica come quella a cui si era sottoposto il trentenne.:eek:

Danilson 10-10-2010 16:12

puo' succedere, ti fanno firmare anche un foglio prima di operarti relativo ai rischi dell'intervento, dove questo c'è scritto (almeno nel mio caso)

uno dei rischi maggiori sono proprio le trombosi, per questo ti fanno fare un mese di punture di eparina e prescrivono 30 giorni di calza antitrombo

mitzy 11-10-2010 17:31

17 novembre ricovero.... me l'hanno comunicato oggi!
Ho ancora un mese di preparazione :) che sta proseguendo benissimo (mai avuto muscoli così tonici!). E Stefano avevi ragione: finalmente penso a me stessa e mi ritaglio 3-4 giorni alla settimana tutti per me in palestra!
Operazione con LARS.
:D

alex642002 11-10-2010 22:40

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33333679)
17 novembre ricovero.... me l'hanno comunicato oggi!
Ho ancora un mese di preparazione :) che sta proseguendo benissimo (mai avuto muscoli così tonici!). E Stefano avevi ragione: finalmente penso a me stessa e mi ritaglio 3-4 giorni alla settimana tutti per me in palestra!
Operazione con LARS.
:D

In bocca al lupo Mitziuccia!;)

Stefano Landau 11-10-2010 22:45

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33333679)
17 novembre ricovero.... me l'hanno comunicato oggi!
Ho ancora un mese di preparazione :) che sta proseguendo benissimo (mai avuto muscoli così tonici!). E Stefano avevi ragione: finalmente penso a me stessa e mi ritaglio 3-4 giorni alla settimana tutti per me in palestra!
Operazione con LARS.
:D

In bocca al lupo per l'operazione e continua così! Vedrai che se arrivi all'operazione con una buona preparazione la ripresa sarà molto più facile!

E poi almeno con il lars non ti tolgono il g+s che comunque un po' di fastidio ogni tanto lo da.......... (quando cambia il tempo sento tirare il polpaccio ora sbilanciato per la mancanza del g+s) anche se è proprio un fastidio minimo, avvertibile soprattuto quando cambia il tempo o a volte quando si cammina adagio in coda (tipo al mercato o al supermercato). Facendo sport invece funziona tutto alla perfezione!

Danilson 12-10-2010 15:10

ciao a tutti

oggi prima visita di controllo, ginocchio ok, aspirata una cisti di baker con una siringa che mi ha fatto malissimo ma adesso la mobilita' del ginocchio è migliorata tantissimo (e gia' era ottima)

proseguiamo con rinforzo quadricipite

in bocca al lupo mitzy! :D

Delfino81 12-10-2010 17:58

In bocca al lupo Mitzy! ;)

Addirittura un mese di eparina e calza anti trombo? :cool:

dunque x ki deve indossare anche il tutore, dovrebbe mettere la calza antitrombo e il tutore da sopra?? :mbe: cioè x la serie chi si opera in piena estate godrà alla grande con la gamba imbalsamata a quella maniera! :D

m a sto rischio trombotico è cosi elevato? :mbe:

no xke la trombosi è sempre una gran seccatura.....io credo che i casi di embolia polmonare post trombotica siano una minima parte delle trombosi (che a loro volta mi auguro siano una minima parte delle operazioni :rolleyes: )però ad esempio mio nonno (88 anni) è venuta una trombosi venosa perchè cammina poco x via della sciatica...beh gli è passata solo dopo oltre 100 punture di eparina ma la calza la dovrà portare sempre costantemente x gli ultimi anni (da nipotino mi auguro sempre quanti piu possibili :cool: ) della sua vita..

questo xke sta trombosi cosi lunga in pratica gli ha mandato completamente in tilt le "valvole a nido di rondine" che sono quelle che impediscono il reflusso sanguigno.....io ho chiesto all'angiologo che gli veniva a far visita se questo rischio lo potrrebbe incorrere anche chi incapa in "semplici" trombosi post-operatorie.....e lui mi ah rassicurato dicendocmi che è tutto un altro quadro clinico, 20 o 30 anni ma anche 40 non sono 90, e poi una trombosi da immobilità post operatoria (dunque un conteto momentaneo) non è paragonabile a una trombosi da immobilità prolungata nel tempo (mio nonno sono anni che ormai cammina poco solo in casa fuori esce giusto 3 4 volte l'anno) e aputno in un paziente anziano....

però boh! io em ne vado in paranoia x ogni cosa! :D

mitzy 12-10-2010 19:37

Grazie a tutti per i vs 'in bocca al lupo'!!!
Prima di 'andare' mi rifarò viva!
E auguri a tutti coloro che continuano con la riabilitazione: forza e coraggio che fra un mese, quando toccherà a me, voi sarete 'come nuovi' ;) ;)

gomma2408 13-10-2010 08:57

In bocca al lupo Mitzy!!!!;) anche da parte mia ovviamente...... e che tutto vada per il meglio!!! :sperem:

Per Danilson: le cisti di Baker purtroppo hanno la tendenza a riformarsi, perchè il liquido sinoviale (penso che il liquido aspirato sia stato ci colore chiaro o al max misto con un pochino di sangue, vero?) trova una "strada" e poi ad ogni sollecitazione superiore al normale del ginocchio ritorna.

Te lo dico perchè io mi sarò fatto aspirare una cisti di baker nel lato posteriore interno del ginocchio (del cavo popliteo) per almeno una decina di volte, sia prima che dopo l'operazione.... (lo so che sembra che mi siano capitate tutte, :D al ginocchio, ma in 14 anni di lca rotto se ne subiscono tante.....:p )
Aveva al max una dimensione di 7cm x 2,5 cm quindi bella grossa, tanto che oltre a non farmi piegare bene il ginocchio, quando si gonfiava del tutto non riuscivo neanche a stendere bene la gamba.
Stavo immediatamente meglio se facevo allungamento ai flessori della coscia (bicipiti femorali) perchè "tirando" distribuivano il liquido da altre parti, maflettendo poi del tutto il ginocchio mi ritornava a dare noia.
Si riassorbiva facendo leggera corsetta senza forzare troppo in durata.

Si gonfiava se il ginocchio produceva liquido in eccesso soprattutto dopo le volte che sentivo che si "muoveva" di più, come per un inizio di distorsione.
Nelle distorsioni vere e proprie invece poi diventava grossa come un'arancia....:D

DOPO l'operazione il gonfiore del ginocchio (io ce l'avevo molto gonfio) ha fatto risorgere questa cisti che però dava meno noia perchè con l'intervento avendo prelevato il semitendinoso questo non premeva più sulla stessa (il muscolo/tendine passa proprio dove ho la cisti) ma poi con l'esercizio più intenso solo in poche occasioni si è gonfiata apprezzabilmente, ma è sempre lì.....
Comunque aspirarla a me non ha mai dato noia, anzi..... certe volte l'ho chiesto proprio io al chirurgo, senza aspettare che si riassorbisse da sè (ci vuole molto tempo, ma si riassorbe....)


Chiusa la lunga parentesi cisti di BAKER voglio dire qualcosa alla "new entry" :D ARAUTO ;) : la palestra pre-operatoria fai tranquillamente tutto quello che riesci a fare.... anche io facevo leg press (sono arrivato anche a far eripetizioni con 220kg in monopodalico, quindi fidati che se non è successo niente a me - ai fini dell'operazione - ... con il ginocchio con il menisco mezzo incastrato....:D ) leg extension, oltre a bici e isometria.... se riesci a fare macchine pesi senza dolore, fai tranquillamente... più rinforzi meglio è! ;)

gomma2408 13-10-2010 09:00

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33343860)
In bocca al lupo Mitzy! ;)

Addirittura un mese di eparina e calza anti trombo? :cool:

dunque x ki deve indossare anche il tutore, dovrebbe mettere la calza antitrombo e il tutore da sopra?? :mbe: cioè x la serie chi si opera in piena estate godrà alla grande con la gamba imbalsamata a quella maniera! :D

m a sto rischio trombotico è cosi elevato? :mbe:

no xke la trombosi è sempre una gran seccatura.....io credo che i casi di embolia polmonare post trombotica siano una minima parte delle trombosi (che a loro volta mi auguro siano una minima parte delle operazioni :rolleyes: )però ad esempio mio nonno (88 anni) è venuta una trombosi venosa perchè cammina poco x via della sciatica...beh gli è passata solo dopo oltre 100 punture di eparina ma la calza la dovrà portare sempre costantemente x gli ultimi anni (da nipotino mi auguro sempre quanti piu possibili :cool: ) della sua vita..

questo xke sta trombosi cosi lunga in pratica gli ha mandato completamente in tilt le "valvole a nido di rondine" che sono quelle che impediscono il reflusso sanguigno.....io ho chiesto all'angiologo che gli veniva a far visita se questo rischio lo potrrebbe incorrere anche chi incapa in "semplici" trombosi post-operatorie.....e lui mi ah rassicurato dicendocmi che è tutto un altro quadro clinico, 20 o 30 anni ma anche 40 non sono 90, e poi una trombosi da immobilità post operatoria (dunque un conteto momentaneo) non è paragonabile a una trombosi da immobilità prolungata nel tempo (mio nonno sono anni che ormai cammina poco solo in casa fuori esce giusto 3 4 volte l'anno) e aputno in un paziente anziano....

però boh! io em ne vado in paranoia x ogni cosa! :D

eh, purtroppo è proprio una questione di elasticità delle pareti venose che viene a mancare con l'età.... come in tutti i tessuti del resto: quindi un evento traumatico come un'operazione è meno dannoso o comunque risulta reversibile, "guaribile", se mi passate il termine, rispetto ad un processo degenerativo dovuto ai danni del tempo....

Delfino81 13-10-2010 15:07

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33347988)
eh, purtroppo è proprio una questione di elasticità delle pareti venose che viene a mancare con l'età.... come in tutti i tessuti del resto: quindi un evento traumatico come un'operazione è meno dannoso o comunque risulta reversibile, "guaribile", se mi passate il termine, rispetto ad un processo degenerativo dovuto ai danni del tempo....

e lo spero, Gommuzzo, quidni tu dici che la trombosi post operatoria anche se si rpresenta (facciamo le corna) non com promette mai le valvole a nido di ronine tale da mette la calza a vita? xke a to punto preferico la ginocchiera a vita :D

eppure nn sempre è l'età, cioè ho sentito anche di ragazzi molto giovani (sto prescindendo dai discorsi di operazioni varie) che devono portare sta piccola "croce" della calza a vita, non so di ceh malatia si tratta, cmq sono soggetti x natura che rischiano tombosi.....forse trattasi di malattie o disfunzioni che fanno coagulare ecessivamente il sangue nn ne ho idea!

p.s. certo che fa la leg press con crociato e menisco spaccato è da pspartani proprio ahahaha! gli ahi dato morte a sto povero ginocchio!

a me hanno detto che con dei legamenti messi male anche uno solo è meglio evitare tutti gli esercizi con le gambe tranne bici e isometria e al max squat a corpo libero...niente affondi, (tipo quando ci si genuflette in chiesa), niente leg extensione, niente leg press, e x chi si rovin a pure iol posteriore, è vietata anche la leg curl (quella che ti metti a pancia in giu sdraiato e devi sollevare i "salsicciotti" coi talloni, xke se no si sublussa la tibia.....in pratica mi han dettoc eh anche la sola isometria (purchè a peso crescente) e un po di bici va bene sia come mantenimento "casalingo" che come preparazione operatoria!

mitzy 13-10-2010 16:55

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33351716)
e lo spero, Gommuzzo, quidni tu dici che la trombosi post operatoria anche se si rpresenta (facciamo le corna) non com promette mai le valvole a nido di ronine tale da mette la calza a vita? xke a to punto preferico la ginocchiera a vita :D

eppure nn sempre è l'età, cioè ho sentito anche di ragazzi molto giovani (sto prescindendo dai discorsi di operazioni varie) che devono portare sta piccola "croce" della calza a vita, non so di ceh malatia si tratta, cmq sono soggetti x natura che rischiano tombosi.....forse trattasi di malattie o disfunzioni che fanno coagulare ecessivamente il sangue nn ne ho idea!

p.s. certo che fa la leg press con crociato e menisco spaccato è da pspartani proprio ahahaha! gli ahi dato morte a sto povero ginocchio!

a me hanno detto che con dei legamenti messi male anche uno solo è meglio evitare tutti gli esercizi con le gambe tranne bici e isometria e al max squat a corpo libero...niente affondi, (tipo quando ci si genuflette in chiesa), niente leg extensione, niente leg press, e x chi si rovin a pure iol posteriore, è vietata anche la leg curl (quella che ti metti a pancia in giu sdraiato e devi sollevare i "salsicciotti" coi talloni, xke se no si sublussa la tibia.....in pratica mi han dettoc eh anche la sola isometria (purchè a peso crescente) e un po di bici va bene sia come mantenimento "casalingo" che come preparazione operatoria!

... Leg extension al 10° con poco peso, leg curl, attrezzo per adduttori e per abduttori, cyclette con programmi preimpostati, squat sono tutti gli esercizi che da un mese sto eseguendo con costanza e che mi hanno detto assolutamente di fare! E ho crociato anteriore completamente rotto, menisco rotto, legamento collaterale mediale risaldatosi dopo rottura..... Non so perché esistano consigli così discordanti... Ti dico solo che io sto BENISSIMO e che da quando faccio questi esercizi regolarmente non sento neppure più il cambio del tempo che tanto mia torturava!

In bocca al lupo!

gomma2408 14-10-2010 08:12

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 33352671)
... Leg extension al 10° con poco peso, leg curl, attrezzo per adduttori e per abduttori, cyclette con programmi preimpostati, squat sono tutti gli esercizi che da un mese sto eseguendo con costanza e che mi hanno detto assolutamente di fare! E ho crociato anteriore completamente rotto, menisco rotto, legamento collaterale mediale risaldatosi dopo rottura..... Non so perché esistano consigli così discordanti... Ti dico solo che io sto BENISSIMO e che da quando faccio questi esercizi regolarmente non sento neppure più il cambio del tempo che tanto mia torturava!

In bocca al lupo!

QUOTO tutto....:D
Questi esercizi postati da mitzy sono esattamente quelli che facevo io anche nel preoperatorio....;)
Con le macchine pesi il ginocchio non subisce torsioni anomale, la sublussazione NORMALMENTE è scongiurata dal fatto che la muscolatura regge tutto il ginocchio contraendosi per effettuare l'esercizio, mentre nell'attività fisica "libera" possono avvenire movimenti in cui la muscolatura non è pronta a contrastare (il riflesso muscolare richiede qualche millisecondo in più per effettuare la contrazione in reazione ad uno stimolo esterno ed il ginocchio non tenuto dal LCA se ne va per conto suo....:D e da qui la distorsione!!)
ovviamente i pesi saranno parametrati alla struttura fisica e alla "forza" del singolo.....

Io ad esempio dopo 1 mese e mezzo di PREoperatoria , dovendomi operare il lunedì, il sabato precedente (2 giorni prima) sono anche andato a fare una partita di campionato.... ovvio ho saltato poco e non ho giocato se non mezzo set, perchè sentivo che il ginocchio non era "libero" perchè con parte del menisco (quella rotta ) fuori posto......:p


Per quanto riguarda la trombosi causate da flebiti, ecc... è vero che ci sono casi non dovuti all'età, ad esempio un mio compagno di squadra dell'età mia è da quando aveva 25anni che ha una veno alla gamba che si gonfia ed infiamma (flebite) ogni anno e mezzo circa.... adesso deve toglierla, altrimenti sempre più spesso gli dà noia, ma non ha assolutamente nessun problema a nessun altra vena. Certe vlte possono essere dei traumi (come botte, ecc.) che hanno intaccato una vena in un punto superficiale (es. inguine) e da lì causare il reflusso venoso che dilata le pareti della vena a valle e quindi le valvole a coda di rondine non ce la fanno a chiudere e quindi questa si gonfia ancora di più.... causando le flebiti. Il sangue che ristagna può causare trombi.
Oppure una malformazione innata che con gli anni si fa più evidente e viene fuori anche a giovane età.
Ma se il problema circolatorio è diffuso, cioè riguarda più vene, soprattutto agli arti inferiori dove la pressione venosa è più importante, è molto probabile che sia dovuto all'età avanzata.

gomma2408 14-10-2010 08:19

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33351716)

p.s. certo che fa la leg press con crociato e menisco spaccato è da pspartani proprio ahahaha! gli ahi dato morte a sto povero ginocchio!

a me hanno detto che con dei legamenti messi male anche uno solo è meglio evitare tutti gli esercizi con le gambe tranne bici e isometria e al max squat a corpo libero...niente affondi, (tipo quando ci si genuflette in chiesa), niente leg extensione, niente leg press, e x chi si rovin a pure iol posteriore, è vietata anche la leg curl (quella che ti metti a pancia in giu sdraiato e devi sollevare i "salsicciotti" coi talloni, xke se no si sublussa la tibia.....in pratica mi han dettoc eh anche la sola isometria (purchè a peso crescente) e un po di bici va bene sia come mantenimento "casalingo" che come preparazione operatoria!

La sola isometria e bici sono la BASE dell'esercizio fisico in casi di danneggiamento al LCA .... anche se la bici se hai qualche problemino cartilagineo è comunque da fare in misura blanda.... senza troppo carico.... invece l'isometria aiuta molto.

Ti assicuro che se sentivo dolore importante, neanche provavo a fare questi esercizi.... ma il ginocchio soprattutto in catena cinetica chiusa (es leg press) non si muove.... non andavo oltre i 60/70 gradi di flessione.... con nessuna macchina... (quindi discorso giustissimo quello della "genuflessione" :D )
Se non si ha dolore particolare, secondo me in preoperatoria si può fare di tutto, magari con carichi bassi, da aumentare via via in base alle proprie possibilità. Ah, chi ha solo LCA da fare, ie lo fa con tecnica s+g, MOLTO mportante è la leg curl, perchè si rinforza PRIMA quella parte che poi sarà interessata e indebolita dal prelievo del semitendinoso..... ;)

Delfino81 14-10-2010 08:46

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33357418)
La sola isometria e bici sono la BASE dell'esercizio fisico in casi di danneggiamento al LCA .... anche se la bici se hai qualche problemino cartilagineo è comunque da fare in misura blanda.... senza troppo carico.... invece l'isometria aiuta molto.

Ti assicuro che se sentivo dolore importante, neanche provavo a fare questi esercizi.... ma il ginocchio soprattutto in catena cinetica chiusa (es leg press) non si muove.... non andavo oltre i 60/70 gradi di flessione.... con nessuna macchina... (quindi discorso giustissimo quello della "genuflessione" :D )
Se non si ha dolore particolare, secondo me in preoperatoria si può fare di tutto, magari con carichi bassi, da aumentare via via in base alle proprie possibilità. Ah, chi ha solo LCA da fare, ie lo fa con tecnica s+g, MOLTO mportante è la leg curl, perchè si rinforza PRIMA quella parte che poi sarà interessata e indebolita dal prelievo del semitendinoso..... ;)

eh gia io la leg curl l'ho provata a fare ma vedo le stelle, infatti poi mi è stata sconsigliata....la leg press la provai, a basso peso e a una flessione non esagerata nn mi faceva male....la leg extension invece qualche fastidio me lo dava da intendersi che la facevo a gradazione completa (per la precisione la leg extensione è semrpe stato la mia bestia nera di esercizio perchè anche prima del trauma nn sn mai riusito a caricare tanto (ho le gambe magre), max 20 chili entrambe ovvero 4 pesi da 5.....

ecco xke la paura mia di un post operatorio è che io devo faticare piu degli altri, xke anche quando a gambe sane allenavo le gambe, nn sn mai state il mio pezzo forte..... :muro:

riguardo la bici anche qua ho avuto pareri discordanti....l'ultimo ortopedico mi ha detto prima che devo risolvere la mobilità rotulea (da cui dipedne anche l'iperpressione) con una ginocchiera, e poi la potrò fare...nn so xke...ma xke rovinerebbe le cartilagini? io credo che a sellino molto alto e sena carichi eccessivi cmq è una buona cosa.......anzi addirittura c'è chi mi ha dtto che il movimento ciclico della bici in qualke modo "aiuta" la cartilagine e la sua rigenerazioen in stati di sofferenza....come diceva Mitzy, ogni medico dice na cosa!

gomma2408 14-10-2010 09:06

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33357618)
eh gia io la leg curl l'ho provata a fare ma vedo le stelle, infatti poi mi è stata sconsigliata....la leg press la provai, a basso peso e a una flessione non esagerata nn mi faceva male....la leg extension invece qualche fastidio me lo dava da intendersi che la facevo a gradazione completa (per la precisione la leg extensione è semrpe stato la mia bestia nera di esercizio perchè anche prima del trauma nn sn mai riusito a caricare tanto (ho le gambe magre), max 20 chili entrambe ovvero 4 pesi da 5.....

ecco xke la paura mia di un post operatorio è che io devo faticare piu degli altri, xke anche quando a gambe sane allenavo le gambe, nn sn mai state il mio pezzo forte..... :muro:

riguardo la bici anche qua ho avuto pareri discordanti....l'ultimo ortopedico mi ha detto prima che devo risolvere la mobilità rotulea (da cui dipedne anche l'iperpressione) con una ginocchiera, e poi la potrò fare...nn so xke...ma xke rovinerebbe le cartilagini? io credo che a sellino molto alto e sena carichi eccessivi cmq è una buona cosa.......anzi addirittura c'è chi mi ha dtto che il movimento ciclico della bici in qualke modo "aiuta" la cartilagine e la sua rigenerazioen in stati di sofferenza....come diceva Mitzy, ogni medico dice na cosa!


E' quello che volevo dire precisamente io.;)
La bici sellino alto e poco carico aiuta il ginocchio, anche in casi di problemi alle cartilagini, e l'iperpressione rotulea è una delle cause di origine dell'usura delle cartilagini comportando alla lunga una condropatia femoro/rotulea.
Ecco perchè ti è stato detto di risolvere prima migliorando la condizione dell'iperpressione (causata dall'eccessiva mobilità rotulea , che se è esterna si migliora rinforzando il vasto mediale con leg-extension 0-30 gradi e con particolare inclinazione del piede.... ma questo te lo deve spiegare il medico o il fisioterapista!) in quanto il movimento del ginocchio durante la pedalata farebbe "sfregare" eccessivamente la rotula con il femore.... mettendo sotto "pressione" le cartilagini. Questo è vero tanto più si piega il ginocchio (sellino basso) o si carica di peso, in quanto a maggiori angoli di gin la rotula viene premuta dal quadricipite sul femore (sulla gola intercondilea del femore...)
Maggiore pressione, maggiore carico deve sopportare la cartilagine che riveste la faccia inferiore della rotula e la gola intercondilea. ;)

Quindi ok la bici, in un movimento che "stimola" le cartilagini senza stressarle troppo. La isometria invece "scarica" proprio la pressione sulla cartilagine femoro/rotula.

La leg extension praticamente MAI fatta oltre i 50 gradi con preferenza del "range" 0-30 (in ultimo ma dopo 12 mesi dall'operazione 0-60, ricordo che l'angolo retto è a 90 gradi....:) ) perchè sollecita oltremodo la cartilagine e a me con condropatia femoro rotulea (anche se asintomatica, cioè mai avvertito dolori o fastidi per questo, mi è stata diagnosticata solo da lastre e RMN dove si vede già un principio di artrosi)
Con range 0-30 sono arrivato a 60kg in monopodalico, ma per effettuare gli esercizi correttamente diciamo che al max riuscivo a fare 50kg con una gamba sola peso mantenuto al max fino al range 0-40, di più la prex sulla rotula mi faceva scendere con il peso applicato, se volevo eseguire l'esercizio senza farmi male....:D

Aggiungo una cosa: i pesi sopradetti ora non riuscirei a farli, se non dopo 20gg / un mese di ripresa di palestra pesi... attualmente, avendo fatto solo volley, penso in monoipodalico di non riuscire a superare la prima volta i 35kg..... tanto per dire quanto faccia l'allenamento specifico.... infatti quando ho smesso per 2/3 mesi e poi ripreso, quei pesi non riuscivo più a farli.... solo dopo un po' tornavo ai livelli precedenti. Ma non è importante quanto si fa, ognuno ha il suo peso massimale (in base anche al peso/struttura del proprio corpo) e poi l'esercizio diovente efficace in tutti i casi allo stesso modo.... ognuno con il suo peso... quindi ai fini dell'esercizio stai tranquillo che i tuoi 20kg saranno efficaci quanto i miei 50 con una gamba sola..... ok??? l'importante è lavorare sulla base del proprio massimale, diverso ognuno... altrimenti i body builder sarebbero i più forti negli sport ad es di salto, corsa, ecc... con quelle gambe, invece NON è così..... ciao ciao

alex642002 14-10-2010 11:40

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33357618)
.......anzi addirittura c'è chi mi ha dtto che il movimento ciclico della bici in qualke modo "aiuta" la cartilagine e la sua rigenerazioen in stati di sofferenza....come diceva Mitzy, ogni medico dice na cosa!

La cartilagine purtroppo non si rigenera!Magari lo facesse!;)

gomma2408 14-10-2010 13:37

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33359421)
La cartilagine purtroppo non si rigenera!Magari lo facesse!;)

giustissima osservazione.... anche se negli stadi iniziali di sofferenza un minimo processo riparativo c'è.... ma i condrociti (le cellule che compongono la cartilagine del ginocchio) hanno comunque limitate capacità rigenerative.... infatti le lesioni più lievi degenerano, poi una lesione più avanzata tende a stimolare una rigenerazione di tessuto fibrocartilagineo più rigido, che quindi non risponde pienamente alle caratteristiche della cartilagine originaria, e destinato a degenerare lentamente ma inesorabilmente.....:(

Danilson 14-10-2010 17:18

qualcuno ha esperienza di contratture muscolari dopo aver iniziato a fare esercizi "pesanti" sul quadricipite?

in una settimana che abbiamo iniziato (stare in equilibrio sulla gamba operata specialmente) sto avendo dei dolori assurdi nella zona del vasto mediale e dietro al polpaccio subito sotto il cavo popliteo .. sono tutte contratture muscolari a detto del fisioterapista e del medico .. quella del vasto mediale è proprio in una zona che mi da problemi seri in flessione!

mi stanno rallentando, porca vacca!!! :D

gomma2408 15-10-2010 07:38

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 33362898)
qualcuno ha esperienza di contratture muscolari dopo aver iniziato a fare esercizi "pesanti" sul quadricipite?

in una settimana che abbiamo iniziato (stare in equilibrio sulla gamba operata specialmente) sto avendo dei dolori assurdi nella zona del vasto mediale e dietro al polpaccio subito sotto il cavo popliteo .. sono tutte contratture muscolari a detto del fisioterapista e del medico .. quella del vasto mediale è proprio in una zona che mi da problemi seri in flessione!

mi stanno rallentando, porca vacca!!! :D

Ecco questo è un esempio di come la ginnastica pre operatoria serve proprio a evitare o per lo meno a ridurre questi "inconvenienti"....:) non ricordo se l'avevi fatta, ma comunque sono normali questi dolori.... stai sollecitando muscoli in modi che per un bel po' non facevano niente, anche a causa di infortunio o semplice riposo.....
Purtroppo quando capitano dolori localizzati un po' più fastidiosi, occorre, esclusi problemi di altra natura, continuare gli esercizi, magari con minore intensità, senza scoraggiarsi.... allentare e (r)allentare il programma riabilitativo, senza fermarsi del tutto..... non c'è altro rimedio. E tanto ghiaccio :D

Delfino81 15-10-2010 09:46

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33366640)
Ecco questo è un esempio di come la ginnastica pre operatoria serve proprio a evitare o per lo meno a ridurre questi "inconvenienti"....:) non ricordo se l'avevi fatta, ma comunque sono normali questi dolori.... stai sollecitando muscoli in modi che per un bel po' non facevano niente, anche a causa di infortunio o semplice riposo.....
Purtroppo quando capitano dolori localizzati un po' più fastidiosi, occorre, esclusi problemi di altra natura, continuare gli esercizi, magari con minore intensità, senza scoraggiarsi.... allentare e (r)allentare il programma riabilitativo, senza fermarsi del tutto..... non c'è altro rimedio. E tanto ghiaccio :D

ma giusto x curiosità fino a quando avete dovuto fare le applicazioni di ghiaccio dopo l'operazione?xke l'amico Danilson è oltre un mese che si è operato, possiile che debba mettere ancora ghiaccio? :doh:

Danilson ma almeno a camminare ce la fai bene?diciamo che è un'ultima curiosità che chiedo a tutti prendendo spuitno dal tuo racconto: riguardo i piccoli scazzamenti che magari molti hanno affrontato nel post operatorio (infiammazioni, rallentamenti ecc)......ma questi scazzamenti vi davano fastidio solo quando facevate fisioterapia o anche nella vita quotidiana? cioè posot che dopo un mese abbiate abbandonato le stampelle, poi x caso avete risentito mai l'esigenza di riprenderle in mano quiando si verificavabo ste cose in fisioterapia? o anche senza prendere in mano le stampelle sentire proprio dei "passi indietro" e dei fastidi anche nella normale vita quotidiana?


quanto alla cartilagine, forse ho esagerato con la parola non si rigenera, però ecco diciamo che alcune cose possono aiutare a "nutrirla"....alcuni dicono che la laserterapia ad alta potenza (hilterapia)

http://www.medicinadellosport.fi.it/...2&idPagina=376

o le recenti applicazioni di fattori di crescita e e cellule staminali mesenchimali (o cm cazzo si scrive)....

cioè x la serie, se uno ha già il femore e la tibia che si "sbaciucchiano" appassionatamente, può fare ben poco (l'ultimamfrotniera delle staminali allo studio come dicevi tu Gomma se nn erro è propsio quella di rigenerare le ossa consuimate e deformate dall'artrosi)...xo se il processo degenerativo nopn è agli ultimi stadi si può fare qualcosa di concreto secondo me (non cosi x la cura delalc alvizie ad esempio :rolleyes: )....

io credo che recentemente sto avendo una brutta sinovite, gli esercizi ancora nn mi ci metto ad applicarli con continuità (mi sn ripromesso da novembre tt i giorni) e il ginocchio (forse sarà il cambio di stagione) mi fa male! :muro: alal fine come ho sempre detto n sn stati cedimenti e distorsioni nelal vita quotidiana che mi hanno dato fastidio quanto il dolore, che però è sopraggiunto ultimamente (diciamo quest'ultimo anno, x 3 anni so stato na favola)....nel traffico romano ad esempio mi sta facendo male premere la frizione dell'auto, ieri e oggi (credo siano i giornio di picchio acuto mai avuto) mi brucia proprio (infatti nn so se i dolori popst operatori saranno troppo peggio :rolleyes:)...voltaren nn mi ha mai fatto un cazzo, il ghiaccio posso applicarlo solo0 la sera...

secondo voi che potrei fare?

gomma2408 15-10-2010 12:51

Allora, parlo sempre della mia esperienza:
anche quando dopo 2 mesi e mezzo mi è tornato il ginocchio gonfio come un pallone all'improvviso (che sarà successo? nessuna distorsione, solo sovraccarico, penso, dovuto alla cyclette oltretutto, perchè ero in una fase di più bassa percentuale nel lato macchine pesi, ed ancora nopn avevo iniziato a correre sul tapis roulant.....:rolleyes: ) NON ho ripreso le stampelle..... però camminavo veramente male (limitavo gli spostamenti al minimo). Se fossi tornato già al lavoro sarei dovuto andare in malattia nonostante faccia un lavoro sedentario, perchè dovevo stare a gamba alzata e ghiaccio.... però NON ho mollato sul lato palestra riabilitativa, mi sono riposato solo 3 giorni e poi ho iniziato di nuovo con il ginocchio ancora bello gonfio, facendo però anchee i percorsi vascolari (il centro riabilitativo dove andavo è anche centro di cure termali) che consistono in due vasche a corridoio una acqua fredda e una acqua calda entrambe con getti idromassaggio. Servono per problemi venosi arteriosi alle gambe però a me sono serviti per far assorbire meglio il gonfiore.

Facendo del movimento blando ma non fermandomi del tutto il gonfiore è scomparso molto alla svelta (tanto che mi sono sorpreso!!!)

Il ghiaccio io l'ho fatto per molti MESI, sempre in palestra riabilitativa, 15 minuti come fase finale della seduta di riabilitazione / palestra..... posso dire con continuità almeno nei 4 mesi dopo l'operazione in cui sono andato più intensamente.

I dolori e/o gonfiore - bruciore, nella vita quotidiana, sono dovuti alla mobilità del ginocchio ovviamente.... non te ne accorgi ma se è così devi correre ai ripari più alla svelta possibile. Il ginocchio a me ( avevo anche un deficit inferiore al tuo con solo il LCA e menisco interessati.....:rolleyes: ) nella vita quotidiana posso dire che NON dava problemi in modo assoluto.... anche avessi fatto ore e ore di macchina...

DOPO l'operazione la macchina ti dà all'inizio più NOIA perchè il ginocchio mal sopporta le posizioni mantenute a lungo (es. stare seduto per ore senza alzarsi neanche un attimo) ma poi è una cosa che gradualmente migliora sempre più. La sensazione di stabilità ce l'hai abbastanza da subito, semmai hai una sensazione di mancanza di forza che deriva sia dalla vera e propria assenza di tono muscolare, sia da una percezione neuromotoria alterata dall'operaizone, fatto sta che il ginocchio sembra "non reggere", ma non in torsione, proprio mettendoci sopra il peso.
Ma anche questo effetto migliora in modo ben percepibile fin da subito.....

;) ;) ;)

Danilson 15-10-2010 13:48

di preparazione preoperatoria ne ho potuta fare pochissima, in pratica è totalmente insufficente

l'ipotrofia del quadricipite è imbarazzante, la forza è completamente assente

questi problemi muscolari sono dovuti a questo sicuramente e anche a postura non corretta, non è un caso che sia saltata fuori appena tolte le stampelle e quindi appena ho iniziato a caricare l'arto

oggi sto meglio dopo aver applicato borsa dell'acqua calda sulle contratture, spero che oggi dal fisioterapista vada meglio ieri è stato un incubo!
Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33366640)
Ecco questo è un esempio di come la ginnastica pre operatoria serve proprio a evitare o per lo meno a ridurre questi "inconvenienti"....:) non ricordo se l'avevi fatta, ma comunque sono normali questi dolori.... stai sollecitando muscoli in modi che per un bel po' non facevano niente, anche a causa di infortunio o semplice riposo.....
Purtroppo quando capitano dolori localizzati un po' più fastidiosi, occorre, esclusi problemi di altra natura, continuare gli esercizi, magari con minore intensità, senza scoraggiarsi.... allentare e (r)allentare il programma riabilitativo, senza fermarsi del tutto..... non c'è altro rimedio. E tanto ghiaccio :D


Danilson 15-10-2010 13:51

sulle contratture non si mette ghiaccio ma caldo, sembra aver in parte funzionato, oggi va meglio

la camminata la sto migliorando ma bisogna sforzarsi tantissimo per farla corretta e avere un estensione piu' vicina allo zero possibile

i dolori sono enfatizzati dalla fisioterapia, nella camminata normale sono sopportabili ma comunque ci sono, certo non vado via zoppo, ma si fa fatica ad avere una camminata corretta quando il vasto mediale scavalla sulla rotula o quando il polpaccio tira talmente tanto da farmi temere la lesione muscolare (che ho avuto l'anno scorso su un gluteo e come sensazioni non è molto lontana)

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33367585)
ma giusto x curiosità fino a quando avete dovuto fare le applicazioni di ghiaccio dopo l'operazione?xke l'amico Danilson è oltre un mese che si è operato, possiile che debba mettere ancora ghiaccio? :doh:

Danilson ma almeno a camminare ce la fai bene?diciamo che è un'ultima curiosità che chiedo a tutti prendendo spuitno dal tuo racconto: riguardo i piccoli scazzamenti che magari molti hanno affrontato nel post operatorio (infiammazioni, rallentamenti ecc)......ma questi scazzamenti vi davano fastidio solo quando facevate fisioterapia o anche nella vita quotidiana? cioè posot che dopo un mese abbiate abbandonato le stampelle, poi x caso avete risentito mai l'esigenza di riprenderle in mano quiando si verificavabo ste cose in fisioterapia? o anche senza prendere in mano le stampelle sentire proprio dei "passi indietro" e dei fastidi anche nella normale vita quotidiana?


quanto alla cartilagine, forse ho esagerato con la parola non si rigenera, però ecco diciamo che alcune cose possono aiutare a "nutrirla"....alcuni dicono che la laserterapia ad alta potenza (hilterapia)

http://www.medicinadellosport.fi.it/...2&idPagina=376

o le recenti applicazioni di fattori di crescita e e cellule staminali mesenchimali (o cm cazzo si scrive)....

cioè x la serie, se uno ha già il femore e la tibia che si "sbaciucchiano" appassionatamente, può fare ben poco (l'ultimamfrotniera delle staminali allo studio come dicevi tu Gomma se nn erro è propsio quella di rigenerare le ossa consuimate e deformate dall'artrosi)...xo se il processo degenerativo nopn è agli ultimi stadi si può fare qualcosa di concreto secondo me (non cosi x la cura delalc alvizie ad esempio :rolleyes: )....

io credo che recentemente sto avendo una brutta sinovite, gli esercizi ancora nn mi ci metto ad applicarli con continuità (mi sn ripromesso da novembre tt i giorni) e il ginocchio (forse sarà il cambio di stagione) mi fa male! :muro: alal fine come ho sempre detto n sn stati cedimenti e distorsioni nelal vita quotidiana che mi hanno dato fastidio quanto il dolore, che però è sopraggiunto ultimamente (diciamo quest'ultimo anno, x 3 anni so stato na favola)....nel traffico romano ad esempio mi sta facendo male premere la frizione dell'auto, ieri e oggi (credo siano i giornio di picchio acuto mai avuto) mi brucia proprio (infatti nn so se i dolori popst operatori saranno troppo peggio :rolleyes:)...voltaren nn mi ha mai fatto un cazzo, il ghiaccio posso applicarlo solo0 la sera...

secondo voi che potrei fare?


Danilson 15-10-2010 13:54

delfino anche io con il legamento rotto avevo i tuoi problemi!

bisogna che ti fai operare prima possibile piu' aspetti piu' ti mangi i menischi e piu' ti avvicini a problemi di artrosi!

gomma2408 15-10-2010 15:06

si in caso di contrattura, dove non si hanno lesioni alle fibre muscolari, ma solo una contrazione localizzata involontaria e duratura delle stesse, il calore può favorire l'elongamento della fibra interessata grazie all'effetto di iperemia (maggiore afflusso di sangue) provocato dal calore.....
L'importante è che si tratti di contrattura vera e propria e non magari di qualche stiramentino.
é un problema che si risolve effettuando molto allungamento anche blando ma di lunga durata (30 sec per ripetizione di allungamento....)

Vedrai andrà sempre meglio..... ;) ;)

Delfino81 16-10-2010 15:38

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 33370354)
delfino anche io con il legamento rotto avevo i tuoi problemi!

bisogna che ti fai operare prima possibile piu' aspetti piu' ti mangi i menischi e piu' ti avvicini a problemi di artrosi!

eh caro Danilson, purtroppo se mi opero pedo il lavoro x questo temporeggio (conquesto rispondo anche a Gomma quando mi diceva nel suo post che bisogna correre subito ai ripari....intendevi anche tu l'operazione?:) )


io x anni dopo l'operazione sono stato benone a condurre una nvita normale, non sportia, ma cm nn mi faceva asoultamente male.....ma ora è toppo tempo che sto senza far nulla quindi evienemente lo soo roppo, c'è sovraccarico....

l'ultima risonanza fatta dopo 3 anni non rileva menischi e cartilagini mangiate, come stavno cosi stanno, la'iperpresione rotlea è rimasta quella di allora, xo la cosa che non capisco è come ci sia a distana anxora di tanto tempo, versamento articolare di lieve entità.....cioè il ginocchio non si è mai "gonfiato" vistosamente dopo il primo azzoppamento, proprio xke nn ho mi auto cdimenti e distosioni nella vita quoidiana, ma un minmo di versamnto inerno c'è sempre......non so a oi è capitato di farvi piu di una risonanza anch a dustanza di tempo, dopo il trauma (ma prima dell'operazione)?

x finire, anche in queste cose noto empre una certa "convnienza" a dar consigli da parte degli speialisti.... i chirurghi consultati tendono sempre voler intervenire, e mi consiglino l'intervento parlandone con una dimestichezza e familiaità cosi disarmante come se mi stessero dicendo "fciamo cambio olio, cambio filtro e pastiche" alla mchina :D , alla fine è il loro lavoro, :) poi ultimamente ho consultato anche due centri di fisioterapia vicini al lavoro,( uno di questi è tra i piu rinomati della zona auelia pisana, con un "traffico" di oltre 2000 pazienti l'anno,) e il dottore che mi ha fatto la prima visita conoscitiva guardndo le lastre e setnendo un po il ginochio anche lui sul lettino, mi ha detto "questo è un ginocchio che x me non va toccato" :mbe: e ha detto che con una dozzina max quindicina di sedute ad alta intenstà (masaggi osteopatici, laserterapia d alta potenza, tecarterapia ginnastica posturale, propriocettività, ginnastica in acqua e tanti altri cazzi, :D cioè ogni seduta mi devo fare almeno un paio d'ore e mezza:doh: ) anche lui mi sa rimettere "a posto" com il tagliando della macchina, senza chirurgia e anche x qualche partita di calcetto di tano i tanto, che me ne frega poco.... :D a patto ke pero dopo mi segno in palestra e la contintuo!anzi mi ha fatto capire che se gia con un legamento "rifatto" la gamba te la sentirai sempre un pelo diversa 8uso l'espressione del caro Gomma :D ), con due legamenti rifatti, e trattandosi del perno o pivot centrale del ginochio, il pelo di diversità sarbeb anoa maggiore....e i problemi artrosici con due tendini arinforzare legamenti, 4 buchi osei, insomma o na mezza impalcatura nel ginocchio, nn sarebbero cmq da escludersi.... (e questi trattano anche gli operati ovviamente :rolleyes:

ora io mi domando ii hirurghi che mi vogliono operare e questi alri fisioterapisti che insistono sul trattmeto conservativo, sicuro che guardano utti al mio e non alo loro ineresse? :D

cmq x ora mi metteeò d'impgno a fa esercizi a casa, ghiacio x farlo disinfiammare, e a dicembre con la tredicesima, andrò a sto cazzo di centro...:D e vdiamo che en esce fuori!

danilson ma uando ti sei operato? cmq io credo ceh potrei avere problemi tipo te dopo l'operazione xke anche io sn fermo e sedentario da tempo.....questo se la facessi domani! ma voi che avete bazzicato i fisioterapisti, e consultatovi e chiachierato con alri operati, arivavano tuti in forma allìoperzione? tt gnte che si fa 3 partite alla settimana con muscoli tonici? :D

Danilson 17-10-2010 23:52

mi sono operato l'8 di settembre, mi ero infortunato novembre 2009, anche io per motivi di lavoro non ho potuto fare subito l'intervento ho dovuto aspettare settembre!

con la coscia ipotrofica ci arrivano tanti, almeno a detta del mio fisioterapista almeno che non si tratta di sportivi professionisti, il problema è che o ti operi immediatamente dopo l'infortunio (impensabile se non sei uno sportivo pagato) o avrai per forza l'ipotrofia della coscia, a me in un solo mese è scesa un casino e manco ho potuto rinforzarla ... se tornassi indietro davvero mi sfonderei di palestra perchè adesso sto avendo tanti di quei problemi muscolari che viene quasi da ridere (tipo contratture che saltano fuori anche solo comminando!)

se penso che prima di farmi male avevo tutto fuorchè problemi muscolari a quella gamba viene veramente da sorridere! :D

cmq tu puoi stare senza operarti, ma la tua coscia non dico che deve essere ipertrofica, ma quasi! ti serve per compensare l'instabilita' dovuto alla mancanza del legamento .. con una coscia normale avrai di tutto, versamenti, borsiti, gonfiori, artrosi, problemi ai menischi!

gomma2408 18-10-2010 07:46

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 33390430)
mi sono operato l'8 di settembre, mi ero infortunato novembre 2009, anche io per motivi di lavoro non ho potuto fare subito l'intervento ho dovuto aspettare settembre!

con la coscia ipotrofica ci arrivano tanti, almeno a detta del mio fisioterapista almeno che non si tratta di sportivi professionisti, il problema è che o ti operi immediatamente dopo l'infortunio (impensabile se non sei uno sportivo pagato) o avrai per forza l'ipotrofia della coscia, a me in un solo mese è scesa un casino e manco ho potuto rinforzarla ... se tornassi indietro davvero mi sfonderei di palestra perchè adesso sto avendo tanti di quei problemi muscolari che viene quasi da ridere (tipo contratture che saltano fuori anche solo comminando!)

se penso che prima di farmi male avevo tutto fuorchè problemi muscolari a quella gamba viene veramente da sorridere! :D

cmq tu puoi stare senza operarti, ma la tua coscia non dico che deve essere ipertrofica, ma quasi! ti serve per compensare l'instabilita' dovuto alla mancanza del legamento .. con una coscia normale avrai di tutto, versamenti, borsiti, gonfiori, artrosi, problemi ai menischi!

quoto tutto....;)
Ti operi dopo tre giorni solo se sei professionista. Anche privatamente, senza tempi di attesa, intanto devi aspettare che passi il gonfiore, e comunque l"appuntamento" te lo danno comunque più avanti.... e in soli 15gg è incredibile quanto il muscolo scenda (ho già avuto modo di dire che secondo me è anche una "risposta" di livello neurologico dell'organismo al trauma, ovvero il ns corpo tende a "scollegare" l'arto dolorante per farlo riposare... o per qualche altro meccanismo a me sconosciuto!! :p però è così....)
Anche io ho visto tutta gente che era arrivata all'operazione senza un gran che di ginnastica, anzi proprio niente.... solo riposo. Le differenze con quei pochi che avevano fatto ginn. pre operatoria sono state sempre evidenti.

Però devo dire a Danilson che fare tanta ginnastica prima non è che ti renda automaticamente del tutto esente dai dolori/dolorini vari durante la fase di riabilitazione... aiuta molto nel riuscire a fare gli esercizi che il terapista dà, con i pesi, elastici, ecc...
Se non fai niente, per fare un esempio, anche solo fare la isometria con 1kg alla caviglia all'inizio è un calvario, perchè si alza male la gamba anche senza pesi.... e bisogna di solito arrivare a 5kg. Io grazie solo alla ginn preoperatoria, ho fatto isometria con 5kg alla caviglia a 3 giorni dalle dimissioni dall'ospedale.....:D ed è stata quella perchè prima, ma anche ADESSO, che sto decisamente meglio, farei mooolta fatica a farla, solo perchè l'ho interrotta e non più ripresa..... l'allenamento fa veramente tanto! ;)

I dolori però quelli li ho sentiti sempre, anche se non invalidanti o che mi impedissero di fare gli esercizi.... anzi, soprattutto a riposo venivano "fuori".....:rolleyes: :rolleyes:

Delfino81 18-10-2010 09:40

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33390901)
quoto tutto....;)
Ti operi dopo tre giorni solo se sei professionista. Anche privatamente, senza tempi di attesa, intanto devi aspettare che passi il gonfiore, e comunque l"appuntamento" te lo danno comunque più avanti.... e in soli 15gg è incredibile quanto il muscolo scenda (ho già avuto modo di dire che secondo me è anche una "risposta" di livello neurologico dell'organismo al trauma, ovvero il ns corpo tende a "scollegare" l'arto dolorante per farlo riposare... o per qualche altro meccanismo a me sconosciuto!! :p però è così....)
Anche io ho visto tutta gente che era arrivata all'operazione senza un gran che di ginnastica, anzi proprio niente.... solo riposo. Le differenze con quei pochi che avevano fatto ginn. pre operatoria sono state sempre evidenti.

Però devo dire a Danilson che fare tanta ginnastica prima non è che ti renda automaticamente del tutto esente dai dolori/dolorini vari durante la fase di riabilitazione... aiuta molto nel riuscire a fare gli esercizi che il terapista dà, con i pesi, elastici, ecc...
Se non fai niente, per fare un esempio, anche solo fare la isometria con 1kg alla caviglia all'inizio è un calvario, perchè si alza male la gamba anche senza pesi.... e bisogna di solito arrivare a 5kg. Io grazie solo alla ginn preoperatoria, ho fatto isometria con 5kg alla caviglia a 3 giorni dalle dimissioni dall'ospedale.....:D ed è stata quella perchè prima, ma anche ADESSO, che sto decisamente meglio, farei mooolta fatica a farla, solo perchè l'ho interrotta e non più ripresa..... l'allenamento fa veramente tanto! ;)

I dolori però quelli li ho sentiti sempre, anche se non invalidanti o che mi impedissero di fare gli esercizi.... anzi, soprattutto a riposo venivano "fuori".....:rolleyes: :rolleyes:

ma la cosa "positiva" e assurda allo stesso tempo è che a me il muscolo di volume non è sceso x nulla.....cioè se mi dite ceh molta gente dopo che si spacca, (oparlo prima dell'operazione) gli si vede a occhio nudo una gamba piu piccola dell'altra (è il caso del fratello di un amico mio, rottura completa di LCA e nn si puo operare xke deve completare lo sviluppo), a me centimetro da sarta alla mano, è sceso si e no di mezzo centimetro la circonferenza..... forse è la qualità del muscolo alla gamba azzoppata che lavora di meno, cioè lo sento un po' piu "sceso", cosa che nn succedeva quando facevo palestra!

il problema mio cmq è che le gambe le ho sempre avute magre, in condizioni di normalità prima di spaccarmi, mi vergongo un po' a dirlo, ma io ad esempiodi leg extension facevo 10 chili a gamba e max 15-20 se sollevavo il salsicciotto con entrambe (il mio pezzo forte invece in pèalestra è sempre stato il petto ma nn c'entra na mazza in questo casoO), sui 30-40 alla pressa e sempre na 20ina alla leg curl che ora nn posso piu fare x il crociato posteriore....

e infatti ho cheisto all'ultimo dottore, il prof Caraffa, "ma rispetto a quelli che lavorano molto con le gambe, prendiamo i calciatori che hanno tutti op buona parte di essi dei bei salsicciotti e di sicuro in palestra solleveranno grandi carichi, io x quanto posso allenarmi, quello è il mio tipo di muscolo, forse sarà piu lungo, non so, nel momento in cui mi vado a operare, avrò molti puiu scazzi x tornare a una vita normale?" e lui mi ha detto, no xke cmq non è che dopo l'operazione il protocollo ti dovrà far avere le gambe di MAradona, e farti sollevare 50 chili alla leg extensione ma le stesse gambe che avevi prima, quindi è tutto proporzionato." voi che dite? a me nn mi covnince piu di tanto! :D

gomma2408 18-10-2010 10:58

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33391822)
ma la cosa "positiva" e assurda allo stesso tempo è che a me il muscolo di volume non è sceso x nulla.....cioè se mi dite ceh molta gente dopo che si spacca, (oparlo prima dell'operazione) gli si vede a occhio nudo una gamba piu piccola dell'altra (è il caso del fratello di un amico mio, rottura completa di LCA e nn si puo operare xke deve completare lo sviluppo), a me centimetro da sarta alla mano, è sceso si e no di mezzo centimetro la circonferenza..... forse è la qualità del muscolo alla gamba azzoppata che lavora di meno, cioè lo sento un po' piu "sceso", cosa che nn succedeva quando facevo palestra!

il problema mio cmq è che le gambe le ho sempre avute magre, in condizioni di normalità prima di spaccarmi, mi vergongo un po' a dirlo, ma io ad esempiodi leg extension facevo 10 chili a gamba e max 15-20 se sollevavo il salsicciotto con entrambe (il mio pezzo forte invece in pèalestra è sempre stato il petto ma nn c'entra na mazza in questo casoO), sui 30-40 alla pressa e sempre na 20ina alla leg curl che ora nn posso piu fare x il crociato posteriore....

e infatti ho cheisto all'ultimo dottore, il prof Caraffa, "ma rispetto a quelli che lavorano molto con le gambe, prendiamo i calciatori che hanno tutti op buona parte di essi dei bei salsicciotti e di sicuro in palestra solleveranno grandi carichi, io x quanto posso allenarmi, quello è il mio tipo di muscolo, forse sarà piu lungo, non so, nel momento in cui mi vado a operare, avrò molti puiu scazzi x tornare a una vita normale?" e lui mi ha detto, no xke cmq non è che dopo l'operazione il protocollo ti dovrà far avere le gambe di MAradona, e farti sollevare 50 chili alla leg extensione ma le stesse gambe che avevi prima, quindi è tutto proporzionato." voi che dite? a me nn mi covnince piu di tanto! :D

eh.... io dico che ha ragione il prof.! cioè, se la tua struttura fisica è quella, devi tornare a quella..... e poi eventualmente migliorare.
Io ad esempio ho sempre avuto gambe discretamente forti, ma alla fine di tutta la palestra le avevo rinforzate entrambe anche rispetto a prima, ovvio, perchè facendo gli esercizi stimolavo anche l'altra (facevo gli esercizi in rapporto di 2:1) e uqindi alla fine ero più allenato, tutto qui.....

Scusa ma te facevi quei pesi con quanti gradi di estensione? cioè la leg-extension o la pressa, se accosciavi tutto il ginocchio , fai pesi molto inferiori rispetto che a lavorare agli ultimi gradi di estensione.
Io riportando i miei dati parlo di flessione del ginocchio max a 60 gradi, alla leg pressi max 90 gradi.... non di più!

In quello che hai detto te non mi torna una cosa però: se alla leg press facevi solo 30 -40 kg con una gamba, penso avresti difficoltà anche solo a alzare il tuo peso facendo le scale...... o no???? cioè se ti metti in piedi su una gamba sola, fletti a 60/90 gradi la gamba (diciamo quella sana) e provi a tirarti sù stendendo la gamba, già così alzi il tuo peso..... che penso siano più dei 30/40 kg che dicevi!!! :D :D :D Alla pressa quindi almeno il tuo peso lo dovresti fare.... o è la macchina che non va bene e "frena" !!!!

pindol 18-10-2010 12:45

salve ragazzi...

ieri sono caduto col quad, mi si è ribaltato addosso schiacciandomi tutte e due le gambe.

sono andato subito in ospedale a fare le lastre e perfortuna non ci sono fratture... ho solo due grosse botte nella zona del vasto mediale destro e sulla rotula e appena sotto la rotula nel sinistro (che però sembra essere poco grave visto che il dolore è appena percepibile)

riesco a piegare le gambe normalmente anche se nel piegare la destra sento un po' di dolore al vasto mediale che sicuramente ha preso una gran botta.

volevo sapere se con i legamenti rotti si riesce normalmente a piegare le gambe o no?

Pindol

Stefano Landau 18-10-2010 13:15

Quote:

Originariamente inviato da pindol (Messaggio 33393799)
salve ragazzi...

ieri sono caduto col quad, mi si è ribaltato addosso schiacciandomi tutte e due le gambe.

sono andato subito in ospedale a fare le lastre e perfortuna non ci sono fratture... ho solo due grosse botte nella zona del vasto mediale destro e sulla rotula e appena sotto la rotula nel sinistro (che però sembra essere poco grave visto che il dolore è appena percepibile)

riesco a piegare le gambe normalmente anche se nel piegare la destra sento un po' di dolore al vasto mediale che sicuramente ha preso una gran botta.

volevo sapere se con i legamenti rotti si riesce normalmente a piegare le gambe o no?

Pindol

Dipende dal trauma subito. Per esempio io appena dopo la rottura del legamento crociato anteriore il ginocchio lo piegavo benissimo. L'unica problema era che non potevo caricare peso sulla gamba, in quel caso il ginocchio cedeva piegandosi di lato.
In ambulanza ho tranquillamente piegato il ginocchio per slacciare gli scarponi da sci!

Poi la mattina dopo mi si era gonfiato il ginocchio e quindi diventava più problematico piegare il ginocchio. Il blocco però era causato dal versamento (e dal gonfiore) che però può capitare anche per altri motivi.

pindol 18-10-2010 13:46

capito,

io in ogni caso riesco a camminarci normalmente anche se ovviamente con un po' di fatica, ma non sento nessun cedimento.

in ogni caso tra 3-4gg quando mi sarà passato il dolore andrò dal medico e chiederò a lui.

Pindol

Delfino81 18-10-2010 13:51

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33392703)
eh.... io dico che ha ragione il prof.! cioè, se la tua struttura fisica è quella, devi tornare a quella..... e poi eventualmente migliorare.
Io ad esempio ho sempre avuto gambe discretamente forti, ma alla fine di tutta la palestra le avevo rinforzate entrambe anche rispetto a prima, ovvio, perchè facendo gli esercizi stimolavo anche l'altra (facevo gli esercizi in rapporto di 2:1) e uqindi alla fine ero più allenato, tutto qui.....

Scusa ma te facevi quei pesi con quanti gradi di estensione? cioè la leg-extension o la pressa, se accosciavi tutto il ginocchio , fai pesi molto inferiori rispetto che a lavorare agli ultimi gradi di estensione.
Io riportando i miei dati parlo di flessione del ginocchio max a 60 gradi, alla leg pressi max 90 gradi.... non di più!

In quello che hai detto te non mi torna una cosa però: se alla leg press facevi solo 30 -40 kg con una gamba, penso avresti difficoltà anche solo a alzare il tuo peso facendo le scale...... o no???? cioè se ti metti in piedi su una gamba sola, fletti a 60/90 gradi la gamba (diciamo quella sana) e provi a tirarti sù stendendo la gamba, già così alzi il tuo peso..... che penso siano più dei 30/40 kg che dicevi!!! :D :D :D Alla pressa quindi almeno il tuo peso lo dovresti fare.... o è la macchina che non va bene e "frena" !!!!

della leg extension io la facevo tutta....da 0 (estensione completa) finoa lla max flessione, addirittura ricordo che avevo difficoltà a far entrare il piede sotto al salsicciotto x quanto fosse in basso!ma io ti aprlo semrpe di quando ero "sano" :D

sulla leg press in effetti n ci ho pensato, allora forse nn ricordo la pesatura! va beh pero tu fai conto che io peso 65 cbhili, se levi le gambe è qualcosa di meno, quindi ogni gamba regge tipo 30 chi9li o anche meno....pero quando fai le scale in effetti carichi tutto su una gamba! :sofico: nn ci avevo pensato....a volte le faccio addirittua a due a due! :D anche ora....

p.s. proprio oggi sempre leggendo link inerenti l'argomento (ormai mi documento molto di piu, anche grazie allo spirtio scientifico che mi ha trasmesso questo forum=) sn incappato in un altro caso (ma tutti i casi piu sfigati tutti io li trovo :doh: ) di un povero cristo che si è operato non ho ben capito se di legamenti o qualche altra cosa a livello rotuleo e gli è venuta un'infezione articolare, che non è stata nemmeno riconosciuta (tutto questo al famosissimo Rizzoli di Bologna) ed è incappato in una osteomielite in stato avanzato,x al quale hanno dovuto amputargli la gamba! Assurdo! :muro:

ma vi pare possibile?

invece un altro link parla di nuove tecniche che nn usano piu il gracile e semitndinoso, ma solo uno dei due quadruplicato! :mbe:

Stefano Landau 18-10-2010 13:57

Quote:

Originariamente inviato da pindol (Messaggio 33394532)
capito,

io in ogni caso riesco a camminarci normalmente anche se ovviamente con un po' di fatica, ma non sento nessun cedimento.

in ogni caso tra 3-4gg quando mi sarà passato il dolore andrò dal medico e chiederò a lui.

Pindol

Questa è la cosa più importante. Io ho scoperto che il legamento era lesionato da almeno 10-15 anni quando poi l'ho rotto. Il motivo è che dopo una caduta sugli sci di circa 15 anni fa mi si era gonfiato il ginocchio. Dopo 4 o 5 giorni si era sgonfiato e pensando che il gonfiore era causato dalla contusione non mi sono fatto vedere. Tempo dopo un'altra caduta con nuovamente il ginocchio gonfio.

Quindi dopo una decina di anni senza problemi, sciando tranquillo mi sbilancio appena e tentando di riprendere l'equilibrio il legamento è saltato con una facilità estrema (infatti ho sentito un po' di dolore, ma assolutamente sopportabile. Mi sono reso conto che si era rotto qualche cosa quando alzandomi in piedi il ginocchio non reggeva più! ......)

Quindi anche se sembra una scemata, un controllo male non fa. Se avessi saputo come stava il mio legamento non sarei andato a sciare senza allenamento. Almeno un po' di presciistica avrei potuto farla.........


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 22:56.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.