Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


dylandog_666 05-11-2009 00:37

Salve ragazzi, vi seguo sempre anche se non posto da un po'!
allora faccio un piccolo riepilogo: 6 giugno di quest'anno ( era anche il mio onomastico :D ) durante una partita di calcetto si gira il ginocchio.. dopo 10 giorni RM: rottura del legamento crociato anteriore e un'altra cosa che non ricordo ma niente di che :D
Durante questo periodo faccio un po' di riabilitazione e potenziamento muscolare.. ( per fortuna ho un fisico che mette massa muscolare moolto facilmente..)
Oggi faccio la mia prima visita da un chirurgo ortepedico :fagiano: (si lo so, sono un co**one ma certi chirughi hanno liste d'attese lunghe :mc: )
beh mi fa sdraiare sul lettino e mette mano alle ginocchia ( tra l'altro mi fa notare che ho un ginocchio iperestensivo, cioè mi teneva dalla caviglia e questo scendeva giù paurosamente :eek: e molleggiava :D dovevo chiedergli se era una cosa buona o no.. )
Alla fine mi dice che il legamento non è rotto completamente (secondo lui!) e che il ginocchio è bello stabile grazie anche alla muscolatura che sopperisce...
Quindi?? mi dice che ora l'operazione non è necessaria ( non sò perchè ma non mi sono sentito sollevato :stordita: forse perchè vorrei togliermi di dosso questo peso) e mi ha detto di provare a correre per 3 settimane e chiamarlo per dirgli i progressi, le sensazioni ecc.. dopo di che se tutto va bene riprovare a giocare a basket ( che ero quello che facevo agonisticamente) e per il calcio e calcetto.. beh mi ha fatto capire che è molto + a rischio distorsione..
ora io boh.. di sicuro comincerò a correre ( con un po' di caghetta :D ) però dopo non lo sò, forse non me la sentirei di giocare sapendo del ginocchio così (a pensare che volevo anche trovarmi una squadra di calcio :mad: ) ma aspetto cmq le mie prime sensazioni ( prima con la corsa e poi col gioco)
un saluto a tutti, cmq vedo che molte persone stanno andando alla grande! mi fa molto piacere!:)

alex642002 05-11-2009 07:48

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 29561776)
Salve ragazzi, vi seguo sempre anche se non posto da un po'!
allora faccio un piccolo riepilogo: 6 giugno di quest'anno ( era anche il mio onomastico :D ) durante una partita di calcetto si gira il ginocchio.. dopo 10 giorni RM: rottura del legamento crociato anteriore e un'altra cosa che non ricordo ma niente di che :D
Durante questo periodo faccio un po' di riabilitazione e potenziamento muscolare.. ( per fortuna ho un fisico che mette massa muscolare moolto facilmente..)
Oggi faccio la mia prima visita da un chirurgo ortepedico :fagiano: (si lo so, sono un co**one ma certi chirughi hanno liste d'attese lunghe :mc: )
beh mi fa sdraiare sul lettino e mette mano alle ginocchia ( tra l'altro mi fa notare che ho un ginocchio iperestensivo, cioè mi teneva dalla caviglia e questo scendeva giù paurosamente :eek: e molleggiava :D dovevo chiedergli se era una cosa buona o no.. )
Alla fine mi dice che il legamento non è rotto completamente (secondo lui!) e che il ginocchio è bello stabile grazie anche alla muscolatura che sopperisce...
Quindi?? mi dice che ora l'operazione non è necessaria ( non sò perchè ma non mi sono sentito sollevato :stordita: forse perchè vorrei togliermi di dosso questo peso) e mi ha detto di provare a correre per 3 settimane e chiamarlo per dirgli i progressi, le sensazioni ecc.. dopo di che se tutto va bene riprovare a giocare a basket ( che ero quello che facevo agonisticamente) e per il calcio e calcetto.. beh mi ha fatto capire che è molto + a rischio distorsione..
ora io boh.. di sicuro comincerò a correre ( con un po' di caghetta :D ) però dopo non lo sò, forse non me la sentirei di giocare sapendo del ginocchio così (a pensare che volevo anche trovarmi una squadra di calcio :mad: ) ma aspetto cmq le mie prime sensazioni ( prima con la corsa e poi col gioco)
un saluto a tutti, cmq vedo che molte persone stanno andando alla grande! mi fa molto piacere!:)

Ciao.Il mio è una caso simile al tuo.Scusa se mi ripeto,ma ti faccio un riepilogo nel caso non ricordassi.Il 14-11 scorso(fra un pò ricorre l'anniversario :cry: ),giocando a pallavolo,mi sono rotto crociato,menisco e lesionato collaterale del sinistro.Il mio ortopedico(primario prof.universitario;) ),valutando la mia non più verdissima età e il fatto che non fossi un professionista,optò per il solo menisco.Vedremo come reagirà il ginocchio,disse.Dopo due settimane mi sono operato,ho portato le stampelle per un altro mesetto e mezzo per far rimarginare il collaterale,e dopo un paio di mesi dall'operazione ricominciai a correre,senza avere mai problemi di stabilità.Durante le visite di controllo gli feci sempre presente che volevo poter tornare a far tutto,e lui mi disse che per lui non c'erano problemi.Avrei sopperito con la muscolatura e con delle aderenze interne che si sarebbero formate.Dopo sei mesi ripresi il tennis,e quest'estate trekking con arrampicate anche dure(a Ottobre ho fatto un primo grado sul Gran Sasso).Durante tutto questo tempo non ho MAI avuto problemi di stabilità(da quello che ho capito è quello che conta),a parte un leggero movimento una volta giocando a tennis,tra l'altro facendo un movimento normalissimo e non forzato.Mi manca la pallavolo ora e poi sembra tutto a posto.Del calcio non so,per sicurezza glielo richiederò.A Dicembre RMN e controllo.Poi caso mai mi opererò o sentirò altre campane.Questo per dire che credo che non sempre l'operazione sia necessaria e che bisogna valutare caso per caso.

gomma2408 05-11-2009 07:56

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29559754)
Molto interessante!Specie i commenti!;)

sì interessante, ;) però dài, si dice che un "accenno di pancetta" è PREOCCUPANTE......:mbe: ...su un soggetto poi di 70 kg per 170cm se sedentario.... a me sembra più "NORMALE" che preoccupante.... si fa un po' di "terrorismo" della forma fisica! ora è vero che un indice BMI elevato è un indice da seguire per individuare un rischio vascolare, ma da qui a dire che un "accennodi pancetta" è preoccupante....:muro: ce ne corre secondo me....:D :D

alex642002 05-11-2009 08:08

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29562483)
sì interessante, ;) però dài, si dice che un "accenno di pancetta" è PREOCCUPANTE......:mbe: ...su un soggetto poi di 70 kg per 170cm se sedentario.... a me sembra più "NORMALE" che preoccupante.... si fa un po' di "terrorismo" della forma fisica! ora è vero che un indice BMI elevato è un indice da seguire per individuare un rischio vascolare, ma da qui a dire che un "accennodi pancetta" è preoccupante....:muro: ce ne corre secondo me....:D :D

Sì,sì,certo.No,mi riferivo al fatto che mi ha fatto capire che quello che bisogna realmente valutare non è il peso in sè,ma la quantità di massa grassa.Insomma Tyson non era certo un panzone :D
E poi un pò di pancetta può anche dar fascino..la famosa pancetta del playboy ;)

gomma2408 05-11-2009 08:32

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 29561776)
Salve ragazzi, vi seguo sempre anche se non posto da un po'!
allora faccio un piccolo riepilogo: 6 giugno di quest'anno ( era anche il mio onomastico :D ) durante una partita di calcetto si gira il ginocchio.. dopo 10 giorni RM: rottura del legamento crociato anteriore e un'altra cosa che non ricordo ma niente di che :D
Durante questo periodo faccio un po' di riabilitazione e potenziamento muscolare.. ( per fortuna ho un fisico che mette massa muscolare moolto facilmente..)
Oggi faccio la mia prima visita da un chirurgo ortepedico :fagiano: (si lo so, sono un co**one ma certi chirughi hanno liste d'attese lunghe :mc: )
beh mi fa sdraiare sul lettino e mette mano alle ginocchia ( tra l'altro mi fa notare che ho un ginocchio iperestensivo, cioè mi teneva dalla caviglia e questo scendeva giù paurosamente :eek: e molleggiava :D dovevo chiedergli se era una cosa buona o no.. )
Alla fine mi dice che il legamento non è rotto completamente (secondo lui!) e che il ginocchio è bello stabile grazie anche alla muscolatura che sopperisce...
Quindi?? mi dice che ora l'operazione non è necessaria ( non sò perchè ma non mi sono sentito sollevato :stordita: forse perchè vorrei togliermi di dosso questo peso) e mi ha detto di provare a correre per 3 settimane e chiamarlo per dirgli i progressi, le sensazioni ecc.. dopo di che se tutto va bene riprovare a giocare a basket ( che ero quello che facevo agonisticamente) e per il calcio e calcetto.. beh mi ha fatto capire che è molto + a rischio distorsione..
ora io boh.. di sicuro comincerò a correre ( con un po' di caghetta :D ) però dopo non lo sò, forse non me la sentirei di giocare sapendo del ginocchio così (a pensare che volevo anche trovarmi una squadra di calcio :mad: ) ma aspetto cmq le mie prime sensazioni ( prima con la corsa e poi col gioco)
un saluto a tutti, cmq vedo che molte persone stanno andando alla grande! mi fa molto piacere!:)

Tutto vero, ;) se posso lasciati dire qualcosina da me che ci sono passato proprio giocando per 14 anni a pallavolo con il crociato completamente rotto, come già altre volte ho avuto occasione di spiegare.
Con la muscolatura puoi sopperire all'assenza del crociato, in termini di tenuta del ginocchio, però..... c'è un però.
Ovvero che pur avendo muscolatura d'acciaio il problema non deriva dalla forza che sviluppa, che può essere in grado di reggere le forze di traslazione anteriore della tibia (funzione assolta dal LCA) PERO' sono diversi i tempi di reclutamento delle fibre, ovvero il legamento è come avere sempre un cavetto d'acciaio fissato al femore ed alla tibia che quando va in tensione blocca la traslazione, e tutto finisce lì tranquillamente. E' come un "tirante".
La muscolatura invece ha bisogno per tenere di essere preventivamente "contratta" nel gesto atletico in quanto le fibre muscolari in quanto tali se sono a riposo si allungano altrimenti sotto sforzo si accorciano, a DIFFERENZA di un legamento come il LCA che è rigido sempre e comunque, non ha bisogno dello stimolo nervoso.
Ora, è stato misurato che occorre un certo lasso di tempo (frazioni di secondo ovviamente) affinchè la fibra muscolare vada in tensione e quindi faccia il suo lavoro.
Tutto di solito va bene nei gesti atletici indotti, cioè dipendenti dalla volontà del soggetto, cioè voglio saltare, e salto, voglio scattare, e scatto, ma di fronte ad un evento imprevisto come ad es un contatto con un altro giocatore, il mettere male il piede in atterraggio o in corsa, ecc, il cervello deve recepire questo imprevisto, tramite i neurorecettori posti a livello dell'articolazione, e trasmettere l'impulso nervoso ai muscoli per comandare la contrazione dei muscoli interessati per contrastare il movimento imprevisto.
Tutta questa attività richiede diversi millisecondi durante i quali il ginocchio è già in difficoltà e magari è già tardi per cercare di recuperare la situazione.
Il LCA invece non ha bisogno di un "comando" per tirare, è lì e basta, (tanto è vero che non si può riattaccare perchè scarsamente vascolarizzato perchè non è una fibra deputata ad un ruolo "attivo") e quindi non ha tempi necessari per un suo intervento.

Questo è quanto accade.
Si vede che una buona tonicità e reattività muscolare nella maggioranza dei casi aiuta, ma in caso di nuovo infortunio anche lieve i danni sono assicurati.

- Riassumendo la mia esperienza, mi sono rotto il LCA giocando in amichevole a pallavolo
- Ho giocato per i successivi 6 anni senza tutore e senza alcun risparmio (non sapevo neanche fosse rotto.. solo una visita di routine me l'ha evidenziato dopo 2 anni...)
- giocando a calcetto inciampando ho messo in corsa il piede sul pallone, mi è impuntato in terra e mi è rigirato il ginocchio come la prima volta.... altri danni muscolari
- ripresa a pallavolo dopo 3 mesi, ma comparsa di ciste di baker per il liquido che si formava dopo ogni sforzo.
- dopo 1 anno e mezzo riprovo a giocare gradualmente, se la gamba mi si rinforzava non comapriva più il liquido ma occasionalmente (2 volte all'anno circa) il ginocchio si "muoveva" con il ripresentarsi per 2/3 mesi di liquido nella cisti che scompariva con corsa e attività fisica non aggressiva
- ulteriore distorsione (da solo, senza contatto con altri sopo riatterraggio da salto) questa volta con blocco articolare da menisco rotto. Sbloccato da ortopedico.
- Dopo sette mesi altro blocco articolare sbloccato da solo (dolore!!!!!:help: )
- Altri sei mesi blocco di nuovo sbloccato da solo , e così un aterza volta ancora.
- ultimo infortunio a calcio un difensore di 90 kg x 175cm :sofico: mi frana addosso in scivolata mettendomi sotto il suo corpo la gamba e il mio povero ginocchio. Blocco articolare non più sbloccabile e quindi operazione risolutiva che evidenza un inizio di artrosi per le notevoli "sollecitazioni".

Chi ha avuto la pazienza di leggermi può capire anche il perchè di quasi due anni ormai di fisioterapia/riabilitazione.....:sofico: :doh:

Questo per dire che si può giocare con LCA rotto (vedere il mio primo periodo) ma i rischi sono quelli descritti..... ;)

gomma2408 05-11-2009 08:38

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29562600)
Sì,sì,certo.No,mi riferivo al fatto che mi ha fatto capire che quello che bisogna realmente valutare non è il peso in sè,ma la quantità di massa grassa.Insomma Tyson non era certo un panzone :D
E poi un pò di pancetta può anche dar fascino..la famosa pancetta del playboy ;)

ehehehehe... perfetto. Voglio però perdere almeno 5 kg! lo voglio!!!! :cry: :mc: :D

Comunque le aderenze che si possono formare e di cui parlavi te come ti ha detto l'ortopedico, non assicurano niente, ma danno l'effetto chiamato in ortopedia di "pseudo-stabilità", cioè danno la sensazione, molto importante psicologicamente per chi non si opera, di una stabilità del ginocchio pur in assenza di una reale tenuta. Quindi un buon tono muscolare unita ad una sensazione di stabilità (la cui assenza altrimenti darebbe fastidio) anche se diciamo così "fittizia", puoò consentire di fare molte cose.... e soprattutto se il LCA non è "partito" del tutto come sembra sia per dylandog ;)

alex642002 05-11-2009 09:17

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29562936)
ehehehehe... perfetto. Voglio però perdere almeno 5 kg! lo voglio!!!! :cry: :mc: :D

Comunque le aderenze che si possono formare e di cui parlavi te come ti ha detto l'ortopedico, non assicurano niente, ma danno l'effetto chiamato in ortopedia di "pseudo-stabilità", cioè danno la sensazione, molto importante psicologicamente per chi non si opera, di una stabilità del ginocchio pur in assenza di una reale tenuta. Quindi un buon tono muscolare unita ad una sensazione di stabilità (la cui assenza altrimenti darebbe fastidio) anche se diciamo così "fittizia", puoò consentire di fare molte cose.... e soprattutto se il LCA non è "partito" del tutto come sembra sia per dylandog ;)

Veramente la stabilità che ho io non è solo una sensazione,perchè,anche facendo trekking,di movimenti e cadute brusche me ne sono capitati:scivolate,movimenti non previsti a cui la muscolatura non ha fatto in tempo a rispondere.E,ripeto,a parte quella lieve volta a tennis,non ho mai avuto instabilità.E considera anche che non ho ancora la gamba come quella sana muscolarmente.
Io comunque del mio ortopedico mi fido ciecamente per ora:vedremo ora a Dicembre se c'è qualche novità.

Stefano Landau 05-11-2009 10:19

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29563418)
Veramente la stabilità che ho io non è solo una sensazione,perchè,anche facendo trekking,di movimenti e cadute brusche me ne sono capitati:scivolate,movimenti non previsti a cui la muscolatura non ha fatto in tempo a rispondere.E,ripeto,a parte quella lieve volta a tennis,non ho mai avuto instabilità.E considera anche che non ho ancora la gamba come quella sana muscolarmente.
Io comunque del mio ortopedico mi fido ciecamente per ora:vedremo ora a Dicembre se c'è qualche novità.

Se la rottura del crociato non è completa, penso che il ginocchio risulta stabile, anche se è più delicato.
Il crociato l'ho danneggiato sciando circa 10 o 15 anni fa.
Poi non ho più avuto problemi fino a quando si è rotto.
In pratica l'impressione è che il ginocchio tenesse come prima della prima lesione anche se il legamento non era perfettamente integro.
Nel mio caso non penso fosse gravissima perchè una settimana dopo la caduta che lo ha lesionato (non interessando altri comparti) sono tornato a sciare senza problemi......

gomma2408 05-11-2009 10:24

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29563418)
Veramente la stabilità che ho io non è solo una sensazione,perchè,anche facendo trekking,di movimenti e cadute brusche me ne sono capitati:scivolate,movimenti non previsti a cui la muscolatura non ha fatto in tempo a rispondere.E,ripeto,a parte quella lieve volta a tennis,non ho mai avuto instabilità.E considera anche che non ho ancora la gamba come quella sana muscolarmente.
Io comunque del mio ortopedico mi fido ciecamente per ora:vedremo ora a Dicembre se c'è qualche novità.

sisisi, io dicevo solo che la stabilità data "dalle aderenze" è pseudo-stabilità, cioè non può sostituire un lca sano, anche solo parzialmente.
La stabilità del ginocchio (anteriore, quella assicurata dal LCA) è assicurata anche da tutta la catena dei flessori (bicipiti femorali, semitendinoso, semimembranoso frai principali) e più che dalla forza massimale degli stessi è assicurata dall'equilibrio generale della gamba e dalla loro reattività nel reclutamento.
Questa è stabilità "effettiva", anche se non si possono sostituire in tutti i casi al LCA, altrimenti non si opererebbe nessuno, si farebbero solo i sei mesi di palestra per rinforzare il resto ;)
Solo che a causa della soggettività di ognuno, in alcuni soggetti la rottura del LCA è altamente invalidante, in altri (vedi me per diversi anni) consente di fare tutto, ma proprio tutto....

gomma2408 05-11-2009 10:27

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29564340)
Se la rottura del crociato non è completa, penso che il ginocchio risulta stabile, anche se è più delicato.
Il crociato l'ho danneggiato sciando circa 10 o 15 anni fa.
Poi non ho più avuto problemi fino a quando si è rotto.
In pratica l'impressione è che il ginocchio tenesse come prima della prima lesione anche se il legamento non era perfettamente integro.
Nel mio caso non penso fosse gravissima perchè una settimana dopo la caduta che lo ha lesionato (non interessando altri comparti) sono tornato a sciare senza problemi......

come volevasi dimostrare.... ciò conferma quello che ho detto, cioè il LCA si comporta come un tirante d'acciaio, cioè finchè non si rompe del tutto tiene, poi cede di schianto....:D ma fino a quel momento il ginocchio è tenuto a posto.

alex642002 05-11-2009 15:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29564481)
come volevasi dimostrare.... ciò conferma quello che ho detto, cioè il LCA si comporta come un tirante d'acciaio, cioè finchè non si rompe del tutto tiene, poi cede di schianto....:D ma fino a quel momento il ginocchio è tenuto a posto.

Comunque finora è andata bene,ma penso che se tornassi indietro insisterei per operarmi:io sono stato un pò indeciso,perchè non ero mai stato sotto i ferri,e forse questo ha pesato nella decisione dell'ortopedico.

gomma2408 05-11-2009 15:50

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29569269)
Comunque finora è andata bene,ma penso che se tornassi indietro insisterei per operarmi:io sono stato un pò indeciso,perchè non ero mai stato sotto i ferri,e forse questo ha pesato nella decisione dell'ortopedico.

hai fatto sicuramente bene, visto che se non tiene come deve sicuramente lo risentirai.... altrimenti sarà tutto ok!
Io ti posso dire che nonostante tutti gli infortuni avuti, a parte l'ultimo che ha reso urgente e inevitabile l'intervento per il blocco articolare, io ad esempio il trekking l'avrei potuto fare tranquillamente.... rinforzando la gamba come poi comunque sono stato costretto a fare con l'operazione. Bicicletta, corsa, tutto senza problemi e/o dolori, quindi... hai fatto bene così per ora.

Stefano Landau 05-11-2009 16:01

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29569269)
Comunque finora è andata bene,ma penso che se tornassi indietro insisterei per operarmi:io sono stato un pò indeciso,perchè non ero mai stato sotto i ferri,e forse questo ha pesato nella decisione dell'ortopedico.

Senti cosa dice l'ortopedico, però, da quanto ho sentito, solitamente la lesione all'LCA non viene operata.
In alcuni casi, magari se si è un po' avanti con gli anni, o non si è degli sportivi, non operano nemmeno il crociato rotto.
Ovvio che in questo caso il rischio e che dopo 15/25 anni è facile arrivare ad avere dei problemi di artrosi precoce al ginocchio.

Fino a quando il legamento tiene, secondo me è sufficiente rinforzare il più possibile la muscolatura, così da stressare meno il legamento, e prestare più attenzione praticando gli sport a rischio. La presenza del legamento elimina o riduce lo slittamento tibia/femore che è il responsabile dell'artrosi. Ovvio che se è già lesionato potrà sopportare carichi minori di un legamento sano.
D'altro canto però (secondo quello che mi è successo) se si rompe un legamento già lesionato, essendo lesionato, quindi meno resistente, le forze in gioco sono minori, e quindi la rottura è meno traumatica rispetto a chi se lo rompe in una volta sola di netto.

Un mio amico lo ha rotto a calcetto. Chi giocava con lui ha detto di aver sentito il rumore di un cavo che si rompe e lui di un dolore allucinante.

Nel mio caso sono caduto sentendo una fitta al ginocchio, sopportabile, con un indolenzimento di 5 minuti, ma non ho avvertito rumori.
Rialzandomi dopo 5 minuti ho scoperto che il ginocchio non reggeva il carico.......

gomma2408 05-11-2009 16:22

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29569643)
Senti cosa dice l'ortopedico, però, da quanto ho sentito, solitamente la lesione all'LCA non viene operata.
In alcuni casi, magari se si è un po' avanti con gli anni, o non si è degli sportivi, non operano nemmeno il crociato rotto.
Ovvio che in questo caso il rischio e che dopo 15/25 anni è facile arrivare ad avere dei problemi di artrosi precoce al ginocchio.

Fino a quando il legamento tiene, secondo me è sufficiente rinforzare il più possibile la muscolatura, così da stressare meno il legamento, e prestare più attenzione praticando gli sport a rischio. La presenza del legamento elimina o riduce lo slittamento tibia/femore che è il responsabile dell'artrosi. Ovvio che se è già lesionato potrà sopportare carichi minori di un legamento sano.
D'altro canto però (secondo quello che mi è successo) se si rompe un legamento già lesionato, essendo lesionato, quindi meno resistente, le forze in gioco sono minori, e quindi la rottura è meno traumatica rispetto a chi se lo rompe in una volta sola di netto.

Un mio amico lo ha rotto a calcetto. Chi giocava con lui ha detto di aver sentito il rumore di un cavo che si rompe e lui di un dolore allucinante.

Nel mio caso sono caduto sentendo una fitta al ginocchio, sopportabile, con un indolenzimento di 5 minuti, ma non ho avvertito rumori.
Rialzandomi dopo 5 minuti ho scoperto che il ginocchio non reggeva il carico.......

perfetto.... mi sento di darti ragione in tutto e per tutto....:D :D Anche io ho sentito la prima volta come n rumore di una corda che si rompeva all'improvvisto dopo essere stata in tensione... e poi andare giù tutto il ginocchio con il mio peso sopra!!!.
La seconda volta invece tale rumore non l'ho sentito ma avendo messo il piede sopra un pallone e poi il peso corporeo al contatto con il terreno il ginocchio mi è girato di molto ed ho sentito nettamente la sublussazione del femore sul piatto tibiale. Chi mi ha visto si è chiuso gli occhi per qualche secondo....:D :D :D :cry: :cry: doloooooreeee.... (però poi il pomeriggio me ne sono andato in piscina, ma sentivo che dentro bruciava e gonfiava e la sera ero al pronto soccorso....)

dylandog_666 05-11-2009 17:37

We ragazzi ammazza quante risposte.. grandi! :D
Allora diciamo che io non sono un giocatore professionista :sofico: ma sono abbastanza giovane (ho fatto da poco 21 anni).. purtroppo sono appassionato di tutti gli sport, dove vedo una palla o un ovale che rotola io mi ci fiondo :D
Diciamo che cmq mi limito a praticare basket e calcio.. lui mi ha fatto queste raccomandazioni riguardo il calcio, potrei anche provare (magari fra un mese) a giocare sempre però con la testa al ginocchio :muro: e per me che sono uno che gioca con cattiveria agonistica alle stelle :D non so fino a che punto potrei autolesionarmi :mc: e a dire la verità non vorrei riprovare sulla pelle un infortunio simile :mad: ( anche se vedo che alcuni di voi ci siete ripassati più volte :sofico: )
cmq adesso comincio a correre e magari fare anche i soliti esercizi di rinforzamento muscolare (già che ci sono faccio anche per la gamba destra)
avete consigli per la corsa?? oltre a quello di correre su una superficie regolare??
grazie a tutti :)

nyneve 05-11-2009 21:13

aiutooooooooooooo
mi hanno appena detto che devo mettermi la protesi
legamenti malconci
menischi in briciole e pure artrosi a complicare il tutto
siccome questo topic ha 130 pagine, potrei sapere chi ha protesi e come va?

Stefano Landau 05-11-2009 22:20

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29573858)
aiutooooooooooooo
mi hanno appena detto che devo mettermi la protesi
legamenti malconci
menischi in briciole e pure artrosi a complicare il tutto
siccome questo topic ha 130 pagine, potrei sapere chi ha protesi e come va?

Il forum l'ho letto tutto! Quando sono rientrato dalla montagna con il legamento rotto....... non potendo muovermi agevolmente ...... avevo molto tempo a disposizione.
Purtroppo non mi sembra di aver letto interventi di qualcuno che ha messo la protesi.
Spesso è un intervento che si fa su persone abbastanza anziane (per l'ortopedico che mi ha operato mia mamma, che per problemi al ginocchio avrebbe bisogno di quell'intervento, che ha 68 anni è ancora troppo giovane)

alex642002 06-11-2009 00:15

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29569643)
Senti cosa dice l'ortopedico, però, da quanto ho sentito, solitamente la lesione all'LCA non viene operata.
In alcuni casi, magari se si è un po' avanti con gli anni, o non si è degli sportivi, non operano nemmeno il crociato rotto.
Ovvio che in questo caso il rischio e che dopo 15/25 anni è facile arrivare ad avere dei problemi di artrosi precoce al ginocchio.

Fino a quando il legamento tiene, secondo me è sufficiente rinforzare il più possibile la muscolatura, così da stressare meno il legamento, e prestare più attenzione praticando gli sport a rischio. La presenza del legamento elimina o riduce lo slittamento tibia/femore che è il responsabile dell'artrosi. Ovvio che se è già lesionato potrà sopportare carichi minori di un legamento sano.
D'altro canto però (secondo quello che mi è successo) se si rompe un legamento già lesionato, essendo lesionato, quindi meno resistente, le forze in gioco sono minori, e quindi la rottura è meno traumatica rispetto a chi se lo rompe in una volta sola di netto.

Un mio amico lo ha rotto a calcetto. Chi giocava con lui ha detto di aver sentito il rumore di un cavo che si rompe e lui di un dolore allucinante.

Nel mio caso sono caduto sentendo una fitta al ginocchio, sopportabile, con un indolenzimento di 5 minuti, ma non ho avvertito rumori.
Rialzandomi dopo 5 minuti ho scoperto che il ginocchio non reggeva il carico.......

Anche a me si è rotto traumaticamente,dopo una caduta normalissima dopo una stupenda schiacchiata:nessun rumore,ma una sensazione come di corda che si rompeva sull'esterno del ginocchio,accompagnata da un dolore acutissimo e da una caduta come un sacco di patate.Il dolore è passato subito,ma se provavo a camminare sentivo che il ginocchio cedeva.Poi sono riuscito a tornare a casa,in macchina,ma la mattina dopo avevo un ginocchio gonfio come un pallone.:muro:

alex642002 06-11-2009 00:17

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29573858)
aiutooooooooooooo
mi hanno appena detto che devo mettermi la protesi
legamenti malconci
menischi in briciole e pure artrosi a complicare il tutto
siccome questo topic ha 130 pagine, potrei sapere chi ha protesi e come va?

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29574533)
Il forum l'ho letto tutto! Quando sono rientrato dalla montagna con il legamento rotto....... non potendo muovermi agevolmente ...... avevo molto tempo a disposizione.
Purtroppo non mi sembra di aver letto interventi di qualcuno che ha messo la protesi.
Spesso è un intervento che si fa su persone abbastanza anziane (per l'ortopedico che mi ha operato mia mamma, che per problemi al ginocchio avrebbe bisogno di quell'intervento, che ha 68 anni è ancora troppo giovane)

Confermo quello che ha detto Stefano:anche io il forum l'ho letto tutto mentre stavo con le stampelle,e non ricordo casi di persone che portavano la protesi.Qui siamo tutti giovani..si fa per dire!:D

gomma2408 06-11-2009 07:38

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29573858)
aiutooooooooooooo
mi hanno appena detto che devo mettermi la protesi
legamenti malconci
menischi in briciole e pure artrosi a complicare il tutto
siccome questo topic ha 130 pagine, potrei sapere chi ha protesi e come va?

scusa l'indiscrezione, ma.... età?? che tipo di infortunio hai avuto? legamenti malconci che vuol dire??? se sono i crociati o sono rotti oppure tengono comunque (es. sfilacciati) per una vita normale (no sport "aggressivi") mentre i collaterali si rimarginano con molta pazienza. I menischi in "briciole" derivano di solito da tutta una vita "pesante" o come lavoro o come sport, l'artrosi compare dopo anni di queste condizioni....:p

Nessuno mi pare qui abbia protesi, si parla di intervento a LCA, però posso dire che a quanto ho visto io chi ha fatto la protesi (persone di solito avanti con l'età, anche se ad es. conosco almeno due giovani più di me con la protesi non al ginocchio ma all'anca) è rinato rispetto ad un quadro artrosico avanzato che aveva ridotto alla immobilità o quasi.
C'è da sudare, come per la ricostruzione del crociato, per piegare il ginocchio all'inizio, ma poi consente una vita normale e senza i dolori di prima... visto che se i menischi sono andati e le cartilagini sono di conseguenza finite il contatto osso/osso fra femore e piatto tibiale causa dolori articolari invalidanti fino al blocco totale.
Dicci di più....;)

nyneve 06-11-2009 10:04

volley agonistico fino ai 25
poi mi sposo e...
lavoro in azienda col marito
purtroppo è quasi impossibile trovare personale qualificato e quindi mi sfondo il ginocchio stando sempre con gambe in posizione semiflessa
Sport:escursioni in montagna-non alpinistiche, al max ferrate, e speleologia
a 42 anni un trauma in torsione sul lavoro che mi provoca una mostruosa sinovite che si ripete
artroscopia che non serve a NIENTe, dopo tre mesi sono daccapo,
queste pousséés in cui mi fanno artrocentesi per sopravvivere si ripetono saltuariamente
dopo due anni di tregua prima di ferragosto succede di nuovo senza episodi traumatici e son tre mesi che faccio una vita d'inferno e invalidante, saltate vacanze viaggi ecc
non riesco nemmeno a guidare o andare in bici
alla rm appena fatta risulta artrosi legamenti lesionati e menischi a tocchetti
ma sono terrorizzata perchè a gente più anziana la protesi è durata pochi anni e due hanno avuto infezione ossea e sono praticamente su sedia a rotelle o quasi

Stefano Landau 06-11-2009 10:50

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29577786)
volley agonistico fino ai 25
poi mi sposo e...
lavoro in azienda col marito
purtroppo è quasi impossibile trovare personale qualificato e quindi mi sfondo il ginocchio stando sempre con gambe in posizione semiflessa
Sport:escursioni in montagna-non alpinistiche, al max ferrate, e speleologia
a 42 anni un trauma in torsione sul lavoro che mi provoca una mostruosa sinovite che si ripete
artroscopia che non serve a NIENTe, dopo tre mesi sono daccapo,
queste pousséés in cui mi fanno artrocentesi per sopravvivere si ripetono saltuariamente
dopo due anni di tregua prima di ferragosto succede di nuovo senza episodi traumatici e son tre mesi che faccio una vita d'inferno e invalidante, saltate vacanze viaggi ecc
non riesco nemmeno a guidare o andare in bici
alla rm appena fatta risulta artrosi legamenti lesionati e menischi a tocchetti
ma sono terrorizzata perchè a gente più anziana la protesi è durata pochi anni e due hanno avuto infezione ossea e sono praticamente su sedia a rotelle o quasi

Il problema dell'età è proprio quello! A mia mamma hanno detto che era troppo giovane per essere operata e troppo vecchia per essere operata.
Troppo giovane perchè (da quanto poi letto su internet) la protesi dura 10-15 anni e poi inizia a cedere, troppo vecchia...... non saprei cosa intendevano, magari c'è qualche tecnica che se sei più giovane il fisico riesce a recuperare meglio...... però è solo un ipotesi.

So di alcune amiche di mia mamma (tutte però sopra i 65/70 anni però) che si sono fatte operare in Svizzera a Samaden dove si sono trovate benissimo ed anche la ripresa è andata molto bene. Non essendo Italia non è coperta dal servizio sanitario nazionale, per cui l'operazione l'hanno effettuata li in quanto avevano un'assicurazione che ha coperto le spese.

Ho conosciuto recentemente una signora (penso sui 50-60 anni) alla quale hanno messo una protesi al ginocchio. Però sono 6 mesi che non la vedo. Se mi capita di incontrarla nuovamente chiedo notizie.

In ogni caso .... in bocca al lupo!

gomma2408 06-11-2009 11:29

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29577786)
volley agonistico fino ai 25
poi mi sposo e...
lavoro in azienda col marito
purtroppo è quasi impossibile trovare personale qualificato e quindi mi sfondo il ginocchio stando sempre con gambe in posizione semiflessa
Sport:escursioni in montagna-non alpinistiche, al max ferrate, e speleologia
a 42 anni un trauma in torsione sul lavoro che mi provoca una mostruosa sinovite che si ripete
artroscopia che non serve a NIENTe, dopo tre mesi sono daccapo,
queste pousséés in cui mi fanno artrocentesi per sopravvivere si ripetono saltuariamente
dopo due anni di tregua prima di ferragosto succede di nuovo senza episodi traumatici e son tre mesi che faccio una vita d'inferno e invalidante, saltate vacanze viaggi ecc
non riesco nemmeno a guidare o andare in bici
alla rm appena fatta risulta artrosi legamenti lesionati e menischi a tocchetti
ma sono terrorizzata perchè a gente più anziana la protesi è durata pochi anni e due hanno avuto infezione ossea e sono praticamente su sedia a rotelle o quasi

mi spiace, sei giovane, comunque anche a te vedo che è iniziato con il volley....:(
Comunque penso che devi andare da qualcuno (ortopedico specifico in chirurgia del ginocchio, è importante che faccia solo questo e non sia un generale ortopedico) che sappia il fatto suo perchè ad esempio se i menischi sono a frammenti con buona probabilità sono quelli che innescano la sinovite e la necessità di artrocentesi che non intervenendo sulla causa puntualmente si ripresentano dopo pochissimo. Tanto è vero che a me ad esempio raramente hanno assorbito liquido nonostante ce ne fosse perchè comunque è una reazione dell'organismo ad una difficoltà in atto, può aiutare se proprio il gonfiore è esagerato ed è comunque destinato a scomparire avendone eliminato la causa principale.
I menischi penso andrebbero operati perchè messi così danneggiano le cartilagini (ti avranno visto il grado di danno eventualmente già presente, vista la presenza dell'artrosi). I legamenti (il lCA, se si tratta anche di collaterale invece occorrerebbe un recupero....) a questo punto sono il problema ultimo.
Ripeto conosco gente più giovane con protesi non di ginocchio, ma di anca ma anche a loro hanno detto che probabilmente durerà 15/20 anni poi andrà sostituita, ma lo stato delle cose li ha costretti ad intervenire così, e stanno benino, poi quando verrà il tempo chissà il progresso della chirurgia a cosa avrà portato.
Fatto sta che adesso a quel che dici ti muovi con difficoltà e questo un bravo chirurgo ortopedico almeno per come li conosco io, questo non lo possono accettare....
Le infezioni possono derivare da scarsa attenzione nell'operazione oppure in casi limitati rientrano nelle controindicazioni presenti in tutte le operazioni.

Da quello che ho visto io le persone anziane operate di protesi hanno la percezione che se si operano finisce lì, hanno il ginocchio operato e quindi deve andare bene. NON e' MAI così, come per la ricostruzione del LCA che abbiamo fatto quasi tutti noi, se non fai una riabilitazione costante e impegnata rischi la stessa durata delle protesi perchè non sostenuta dall'apparato muscolare. Spesso anche il peso corporeo è un fattore determinante soprattutto a età avanzate.
Una soluzione però te la devono trovare, non ci piove.... la protesi sarà necessaria se hai le cartilagini con lesione molto profonda....
in bocca al lupo....;)

mitzy 07-11-2009 14:29

ciao!
 
...

mitzy 07-11-2009 14:34

ALLOGRAFT
 
Ciao Ragazzi!
Dopo un po' di mia assenza da questo BELLISSIMO forum di fedelissimi, mi fa piacere ritrovare gli amici che mi sono stati vicini.
Vedo che alcuni di voi hanno fatto progressi e ne sono felice.

Io ho fatto, a 9 mesi dalla rottura completa del crociato, del collaterale mediale e del menisco, la risonanza di controllo che conferma la buona cicatrizzazione del mediale, la rottura completa del crociato anteriore e rottura del menisco.

Conduco una vita normale, nel senso che assolvo a tutte le mie incombenze quotidiane e NON faccio sport 'a rischio'. NON ho MAI avuto cedimenti del ginocchio (all'esame manuale la lassità dimostra un solo +) Certo i dolorini quà e là, + o - accentuati sono ormai la mia quotidianità ma mi rendo conto di non farci + caso ormai :) .

Mi sono fatta vedere nuovamente dallo specialista che mi ha sempre seguito anche durante la fase dell'artroscopia per l'artrolisi (sblocco dell'articolazione del ginocchio che si era irrigidita troppo (gesso per il mediale x 30 gg) non permettendomi l'estensione completa - rigidità che poi é stata comunque la mia 'salvezza' per la tenuta attuale del ginocchio) e con lui ho convenuto di non farmi operare per ora. Anche lui dice che sta a me decidere se farmi operare (con rischio fra 15-20 anni di usura della cartilagine) o meno.

Nel caso optassi per l'operazione (non prima della prossima estate) vedrebbe bene nel mio caso un intervento con allograft, per non andare a prelevare il tendine compromettendo magari la cicatrizzazione del collaterale mediale (4° grado di rottura). Qualcuno ha avuto esperienza in proposito? Ho letto i pro ed i contro e so che in Italia non é molto praticata come tecnica. D'altronde capisco anche che mi eviterei i problemi al mediale e quelli di andare a toccare zone già fortemente lesionate.
Grazie a tutti!

mitzy 07-11-2009 14:55

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29562849)
Tutto vero, ;) se posso lasciati dire qualcosina da me che ci sono passato proprio giocando per 14 anni a pallavolo con il crociato completamente rotto, come già altre volte ho avuto occasione di spiegare.
Con la muscolatura puoi sopperire all'assenza del crociato, in termini di tenuta del ginocchio, però..... c'è un però.
Ovvero che pur avendo muscolatura d'acciaio il problema non deriva dalla forza che sviluppa, che può essere in grado di reggere le forze di traslazione anteriore della tibia (funzione assolta dal LCA) PERO' sono diversi i tempi di reclutamento delle fibre, ovvero il legamento è come avere sempre un cavetto d'acciaio fissato al femore ed alla tibia che quando va in tensione blocca la traslazione, e tutto finisce lì tranquillamente. E' come un "tirante".
La muscolatura invece ha bisogno per tenere di essere preventivamente "contratta" nel gesto atletico in quanto le fibre muscolari in quanto tali se sono a riposo si allungano altrimenti sotto sforzo si accorciano, a DIFFERENZA di un legamento come il LCA che è rigido sempre e comunque, non ha bisogno dello stimolo nervoso.
Ora, è stato misurato che occorre un certo lasso di tempo (frazioni di secondo ovviamente) affinchè la fibra muscolare vada in tensione e quindi faccia il suo lavoro.
Tutto di solito va bene nei gesti atletici indotti, cioè dipendenti dalla volontà del soggetto, cioè voglio saltare, e salto, voglio scattare, e scatto, ma di fronte ad un evento imprevisto come ad es un contatto con un altro giocatore, il mettere male il piede in atterraggio o in corsa, ecc, il cervello deve recepire questo imprevisto, tramite i neurorecettori posti a livello dell'articolazione, e trasmettere l'impulso nervoso ai muscoli per comandare la contrazione dei muscoli interessati per contrastare il movimento imprevisto.
Tutta questa attività richiede diversi millisecondi durante i quali il ginocchio è già in difficoltà e magari è già tardi per cercare di recuperare la situazione.
Il LCA invece non ha bisogno di un "comando" per tirare, è lì e basta, (tanto è vero che non si può riattaccare perchè scarsamente vascolarizzato perchè non è una fibra deputata ad un ruolo "attivo") e quindi non ha tempi necessari per un suo intervento.

Questo è quanto accade.
Si vede che una buona tonicità e reattività muscolare nella maggioranza dei casi aiuta, ma in caso di nuovo infortunio anche lieve i danni sono assicurati.

- Riassumendo la mia esperienza, mi sono rotto il LCA giocando in amichevole a pallavolo
- Ho giocato per i successivi 6 anni senza tutore e senza alcun risparmio (non sapevo neanche fosse rotto.. solo una visita di routine me l'ha evidenziato dopo 2 anni...)
- giocando a calcetto inciampando ho messo in corsa il piede sul pallone, mi è impuntato in terra e mi è rigirato il ginocchio come la prima volta.... altri danni muscolari
- ripresa a pallavolo dopo 3 mesi, ma comparsa di ciste di baker per il liquido che si formava dopo ogni sforzo.
- dopo 1 anno e mezzo riprovo a giocare gradualmente, se la gamba mi si rinforzava non comapriva più il liquido ma occasionalmente (2 volte all'anno circa) il ginocchio si "muoveva" con il ripresentarsi per 2/3 mesi di liquido nella cisti che scompariva con corsa e attività fisica non aggressiva
- ulteriore distorsione (da solo, senza contatto con altri sopo riatterraggio da salto) questa volta con blocco articolare da menisco rotto. Sbloccato da ortopedico.
- Dopo sette mesi altro blocco articolare sbloccato da solo (dolore!!!!!:help: )
- Altri sei mesi blocco di nuovo sbloccato da solo , e così un aterza volta ancora.
- ultimo infortunio a calcio un difensore di 90 kg x 175cm :sofico: mi frana addosso in scivolata mettendomi sotto il suo corpo la gamba e il mio povero ginocchio. Blocco articolare non più sbloccabile e quindi operazione risolutiva che evidenza un inizio di artrosi per le notevoli "sollecitazioni".

Chi ha avuto la pazienza di leggermi può capire anche il perchè di quasi due anni ormai di fisioterapia/riabilitazione.....:sofico: :doh:

Questo per dire che si può giocare con LCA rotto (vedere il mio primo periodo) ma i rischi sono quelli descritti..... ;)

Ciao Gomma! Leggo solo ora il tuo post che mi convince dell'importanza di avere un crociato a posto. Ritengo anche senza fare sport particolarmente a rischio. E non é da sottovalutare il discorso delle possibili conseguenze di usura delle struttre del ginocchio.....

nyneve 07-11-2009 16:13

vi copio esito rm:
marcate alterazioni morfostrutturali e di segnale su base degenerativa, a carico delle fibrocartilagini meniscali con lesione completa della laterale e lesione al cornoposteriore della mediale

disomogeneità morfostrutturali del LCA non valutabile in sua sede anatomica del LCP e di entrambi i collaterali :cry:

ai gradi di flessione dell'esame rotula in iperpressione con buona rappresentazione della cartilagine articolare
regolare l'entesi del quadricipite e il tendine del rotuleo

in quadro di grave gonartrosi osteofitica piccola area di alterato segnale, ipo-iperintenso nelle sequenze specifiche, di aspetto erosivo in sede tibiale laterale da riferire a focolaio osteocondritico meritevole di valutazione evolutiva

dylandog_666 07-11-2009 22:07

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 29571099)
We ragazzi ammazza quante risposte.. grandi! :D
Allora diciamo che io non sono un giocatore professionista :sofico: ma sono abbastanza giovane (ho fatto da poco 21 anni).. purtroppo sono appassionato di tutti gli sport, dove vedo una palla o un ovale che rotola io mi ci fiondo :D
Diciamo che cmq mi limito a praticare basket e calcio.. lui mi ha fatto queste raccomandazioni riguardo il calcio, potrei anche provare (magari fra un mese) a giocare sempre però con la testa al ginocchio :muro: e per me che sono uno che gioca con cattiveria agonistica alle stelle :D non so fino a che punto potrei autolesionarmi :mc: e a dire la verità non vorrei riprovare sulla pelle un infortunio simile :mad: ( anche se vedo che alcuni di voi ci siete ripassati più volte :sofico: )
cmq adesso comincio a correre e magari fare anche i soliti esercizi di rinforzamento muscolare (già che ci sono faccio anche per la gamba destra)
avete consigli per la corsa?? oltre a quello di correre su una superficie regolare??
grazie a tutti :)

upettino, dmn vado anche a comprare le scarpe nuove per correre :mc:

nyneve mi dispiace per la tua situazione :( ma tieni duro! :)

alex642002 07-11-2009 23:29

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 29594621)
Ciao Ragazzi!
Dopo un po' di mia assenza da questo BELLISSIMO forum di fedelissimi, mi fa piacere ritrovare gli amici che mi sono stati vicini.
Vedo che alcuni di voi hanno fatto progressi e ne sono felice.

Io ho fatto, a 9 mesi dalla rottura completa del crociato, del collaterale mediale e del menisco, la risonanza di controllo che conferma la buona cicatrizzazione del mediale, la rottura completa del crociato anteriore e rottura del menisco.

Conduco una vita normale, nel senso che assolvo a tutte le mie incombenze quotidiane e NON faccio sport 'a rischio'. NON ho MAI avuto cedimenti del ginocchio (all'esame manuale la lassità dimostra un solo +) Certo i dolorini quà e là, + o - accentuati sono ormai la mia quotidianità ma mi rendo conto di non farci + caso ormai :) .

Mi sono fatta vedere nuovamente dallo specialista che mi ha sempre seguito anche durante la fase dell'artroscopia per l'artrolisi (sblocco dell'articolazione del ginocchio che si era irrigidita troppo (gesso per il mediale x 30 gg) non permettendomi l'estensione completa - rigidità che poi é stata comunque la mia 'salvezza' per la tenuta attuale del ginocchio) e con lui ho convenuto di non farmi operare per ora. Anche lui dice che sta a me decidere se farmi operare (con rischio fra 15-20 anni di usura della cartilagine) o meno.

Nel caso optassi per l'operazione (non prima della prossima estate) vedrebbe bene nel mio caso un intervento con allograft, per non andare a prelevare il tendine compromettendo magari la cicatrizzazione del collaterale mediale (4° grado di rottura). Qualcuno ha avuto esperienza in proposito? Ho letto i pro ed i contro e so che in Italia non é molto praticata come tecnica. D'altronde capisco anche che mi eviterei i problemi al mediale e quelli di andare a toccare zone già fortemente lesionate.
Grazie a tutti!

Bentornata Mitzi!Son contento che sia tutto a posto per te!Ti dico la mia situazione,essendo,non so se ricordi,il mio caso simile al tuo(rottura della triplice ma operazione solo al menisco + rimarginazione del collaterale):operato il 27-11 scorso,io:da Marzo corro,senza alcun problema;da Luglio gioco anche a tennis,quasi al 100%(ho ancora timore,credo solo psicologico,ad effettuare alcuni movimenti di recupero particolari) e sempre da Luglio ho praticato trekking e arrampicate(a Ottobre sono salito sul Gran Sasso).Non ho MAI avuto problemi d'instabilità,eccettuato un lieve movimento una volta giocando a tennis,tra l'altro facendo un normalissimo passo.Mi manca solo la pallavolo,che finora ho saltato per altri impegni.A Dicembre controllo con RMN.
Secondo il mio ortopedico,cui più volte ho detto che sono dsposto a ri-operarmi perchè voglio poter far tutto,posso fare tutto.Che ti devo dire?A Dicembre farò questo controllo,poi posso provare a sentire anche un'altra campana.
Questo per dirti quello che riesco a fare io,ma il tuo caso è un pò più grave del mio da quello che ho capito:ad esempio io non ho lassità al ginocchio.Per i dolorini non ci far caso che credo che scompariranno:sono il segno del "progresso" dell'articolazione in genere.;)

mitzy 08-11-2009 10:43

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29600111)
Bentornata Mitzi!Son contento che sia tutto a posto per te!Ti dico la mia situazione,essendo,non so se ricordi,il mio caso simile al tuo(rottura della triplice ma operazione solo al menisco + rimarginazione del collaterale):operato il 27-11 scorso,io:da Marzo corro,senza alcun problema;da Luglio gioco anche a tennis,quasi al 100%(ho ancora timore,credo solo psicologico,ad effettuare alcuni movimenti di recupero particolari) e sempre da Luglio ho praticato trekking e arrampicate(a Ottobre sono salito sul Gran Sasso).Non ho MAI avuto problemi d'instabilità,eccettuato un lieve movimento una volta giocando a tennis,tra l'altro facendo un normalissimo passo.Mi manca solo la pallavolo,che finora ho saltato per altri impegni.A Dicembre controllo con RMN.
Secondo il mio ortopedico,cui più volte ho detto che sono dsposto a ri-operarmi perchè voglio poter far tutto,posso fare tutto.Che ti devo dire?A Dicembre farò questo controllo,poi posso provare a sentire anche un'altra campana.
Questo per dirti quello che riesco a fare io,ma il tuo caso è un pò più grave del mio da quello che ho capito:ad esempio io non ho lassità al ginocchio.Per i dolorini non ci far caso che credo che scompariranno:sono il segno del "progresso" dell'articolazione in genere.;)

.... che scelta ardua.... certo che a leggere l'esperienza di Gomma, premesso che lui faceva anche sport 'a rischio' e io no, mi sto quasi convincendo che sarebbe meglio rimettere le cose a posto.... specialmente per i possibili danni alle cartilagini e alle altre strutture del ginocchio che in futuro, ancora lontano certo, potrebbero verificarsi....
Hai magari avuto modo di documentarti sulla tecnica dell'ALLOGRAFT?
Buona domenica! A presto!

alex642002 08-11-2009 15:00

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 29602336)
Hai magari avuto modo di documentarti sulla tecnica dell'ALLOGRAFT?
Buona domenica! A presto!

No,non so neanche cosa sia!Buona Domenica anche a te!

mitzy 08-11-2009 15:24

allograft (in italiano 'allotrapianto')=trapianto di tessuto fra individui della stessa specie ma con genotipi differenti. Tecnica molto utilizzata negli USA. Qui molto meno.
In sostanza mi pare di avere capito che esistono tre possibilità di ricostruzione del crociato:
1. autograft (autotrapianto). quello + praticato in Italia: ti tolgono un pezzo di tendine (rotuleo o similare) e lo utilizzano per ricostruirti il crociato
2. allograft (allotrapianto): ti trapiantano un tendine proveniente da un donatore
3. con legamento artificiale: tecnica in voga alcuni anni fa, ora non + praticata molto perché comunque va incontro ad usura
Questo é quanto mi pare di avere capito dopo essermi un po' documentata, ma non sono un medico, quindi posso sbagliare o non essere stata precisa.
Ciao!
:)

gomma2408 09-11-2009 08:03

Quote:

Originariamente inviato da mitzy (Messaggio 29606293)
allograft (in italiano 'allotrapianto')=trapianto di tessuto fra individui della stessa specie ma con genotipi differenti. Tecnica molto utilizzata negli USA. Qui molto meno.
In sostanza mi pare di avere capito che esistono tre possibilità di ricostruzione del crociato:
1. autograft (autotrapianto). quello + praticato in Italia: ti tolgono un pezzo di tendine (rotuleo o similare) e lo utilizzano per ricostruirti il crociato
2. allograft (allotrapianto): ti trapiantano un tendine proveniente da un donatore
3. con legamento artificiale: tecnica in voga alcuni anni fa, ora non + praticata molto perché comunque va incontro ad usura
Questo é quanto mi pare di avere capito dopo essermi un po' documentata, ma non sono un medico, quindi posso sbagliare o non essere stata precisa.
Ciao!
:)

Ciao, Mitzy, ;)
sei stata precisissima, l'allograft è trapianto da donatore (deceduto ovviamente...) è usato in America e pochissimo in Italia solo per la maggiore difficoltà di reperimento di impianti, causa diversità e maggiori difficoltà della legge in materia di espianto di organi. Tecnicamente infatti chi sa fare un trapianto autologo sa fare anche l'allograft, non sono due tecniche diverse di operazione nei fatti... a parte che l'allograft è meno invasivo in quanto non si vanno a toccare altre strutture e quindi il recupero è più veloce....
Perciò in Italia se hai i tendini rotuleo e i flessori OK di norma ti faranno l'impianto autologo.... addirittura in casi in cui non vi sono problemi prelevano anche dalla gamba sana e impiantano nell'altra... Un ragazzo che ha fatto la riabilitazione nel mio stesso centro (e operato 1 settimana prima di me) hanno fatto così: si era già operato con s+g tre anni prima, se lo era rotto di nuovo, e così hanno prelevato s+g dalla gamba sana.
Se la gamba controlaterale è a posto, può essere una valida alternativa.... (ora dirai: così mi rovinano anche la sana.... anche io avrei dei problemi a scegliere questa via!!!)

Un altro ragazzo che aveva avuto un infortunio come il tuo è stato operato (dopo un breve periodo penso di circa due mesi) più o meno subito dal mio chirurgo, così in riabilitazione ha dovuto far ricicatrizzare il legamento laterale ma muovendo il ginocchio sempre (ha fatto così proprio perchè gli era stato detto che altrimenti c'erano rischi di rigidità articolare e per "meglio indirizzare le fibre cicatriziali che così si formavano più elastiche...:confused: "). E' stato operato, è andato tutto bene, certo la riabilitazione per lui è stata ancora più lenta....

Per me puoi vedere di tornare a stare bene, con il ginocchio a posto, visto che se a correre e a fare le altre cose non senti nessuna noia, vuol dire che il gin è sufficientemente stabile e puoi decidere di non operarti... comunque il menisco rotto è facile dia noia, quindi almeno quello ci sta che ti tocchi farlo... e a quel punto io non so se forse varrebbe la pena fare un unico pianto e rifare anche il LCA.... tutto sta anche dalla voglia di sbattersi dopo con mesi di riabilitazione (con il menisco di solito un mese ce la fai...) ;)

gomma2408 09-11-2009 08:18

Quote:

Originariamente inviato da nyneve (Messaggio 29595871)
vi copio esito rm:
marcate alterazioni morfostrutturali e di segnale su base degenerativa, a carico delle fibrocartilagini meniscali con lesione completa della laterale e lesione al cornoposteriore della mediale

disomogeneità morfostrutturali del LCA non valutabile in sua sede anatomica del LCP e di entrambi i collaterali :cry:

ai gradi di flessione dell'esame rotula in iperpressione con buona rappresentazione della cartilagine articolare
regolare l'entesi del quadricipite e il tendine del rotuleo

in quadro di grave gonartrosi osteofitica piccola area di alterato segnale, ipo-iperintenso nelle sequenze specifiche, di aspetto erosivo in sede tibiale laterale da riferire a focolaio osteocondritico meritevole di valutazione evolutiva

Certo il tuo quadro è molto complesso e diffcile anche da commentare.... mi sembra che qui nessuno sia ortopedico, quindi... :confused:
Una cosa però sembra evidente: il fatto che l'artrosi sia abbastanza importante soprattutto a livello laterale (esterno) in quanto il danno al menisco laterale (quello più "importante" oltretutto perchè più sollecitato) si associa già ad un focolaio osteocondritico in sede tibiale, cioè le cartilagini si sono già consumate al punto che vi è interessamento dell'osso sottostante che reagisce producendo escrescenze ossee chiamate osteofiti... I legamenti all'esame praticamente non si vede bene in che condizioni sono.... vi è disomogeneità ma sicurAmente un ortopedico ti avrà già delucidato sul tutto...
Beh, come detto il quadro è importante.... qui il LCA è l'ultimo dei problemi, prima ti consiglieranno se possibile di arrestare l'artrosi, se poi sarà necessaria una protesi, oggigiorno ci sono molteplici soluzioni adatte al caso specifico, cioè magari rivestono solo l'osso, non è detto che devono "protesizzare" tutta l'articolazione.....
Ti faccio i miei migliori "in bocca al lupo".....;) io ho visto gente messa peggio che ha risolto in maniera soddisfacente i loro problemi.... Le probabilità di riuscita sono alte, non ti devi far fuorviare dai casi negativi... ci sono sempre... affidati solo ad un buon ortopedico di chirurgia del ginocchio!!!;)

alex642002 10-11-2009 12:05

Nuoto
 
:sofico: Ragazzi,spero di non esagerare,ma sicuramente fa bene..mi sono segnato anche a un corso di nuoto :D

gomma2408 10-11-2009 14:25

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29630390)
:sofico: Ragazzi,spero di non esagerare,ma sicuramente fa bene..mi sono segnato anche a un corso di nuoto :D

ehehehe... fai bene, fai bene.... basta non ti iscrivi ad una squadra di rugby....:D

mitzy 11-11-2009 12:08

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29630390)
:sofico: Ragazzi,spero di non esagerare,ma sicuramente fa bene..mi sono segnato anche a un corso di nuoto :D

:p bravissimo!

Stefano Landau 12-11-2009 08:16

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29630390)
:sofico: Ragazzi,spero di non esagerare,ma sicuramente fa bene..mi sono segnato anche a un corso di nuoto :D

Ottimo. Il nuoto va benissimo..... ma nel nostro caso direi di evitare la "Rana" che può dare qualche problema. Anche se a 4 mesi dall'operazione qualche gamabata a Rana, anche se con estrema lentezza e cautela, l'ho provata e senza alcun problema. Ovvio che nuotare a rana con intensità normale sarebbe stato deleterio, come penso che se anche adesso dovessi fare 30 vasche a rana..... qualche effetto sul negativo sul ginocchio potrebbe esserci.......

alex642002 12-11-2009 09:18

NUOTO
 
Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29654659)
Ottimo. Il nuoto va benissimo..... ma nel nostro caso direi di evitare la "Rana" che può dare qualche problema. Anche se a 4 mesi dall'operazione qualche gamabata a Rana, anche se con estrema lentezza e cautela, l'ho provata e senza alcun problema. Ovvio che nuotare a rana con intensità normale sarebbe stato deleterio, come penso che se anche adesso dovessi fare 30 vasche a rana..... qualche effetto sul negativo sul ginocchio potrebbe esserci.......

Non so se arriverò a farla :sofico: Ho fatto dorso e stile libero,ma quando avevo 18 anni,e dovrò ricominciare da capo credo:quest'estate ho fatto una vasca da 50 m e sono arrivato con la lingua di fuori!:cry:

Stefano Landau 12-11-2009 10:19

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29655311)
Non so se arriverò a farla :sofico: Ho fatto dorso e stile libero,ma quando avevo 18 anni,e dovrò ricominciare da capo credo:quest'estate ho fatto una vasca da 50 m e sono arrivato con la lingua di fuori!:cry:

Io sono stato perennemente fuori allenamento..... ma anche dopo mesi che non andavo in piscina o in palestra, mi capitato di fare anche 60-70 vasche (da 25 metri........ la piscina dove andavo non era una piscina olimpionica.....) senza particolari problemi.
Sempre prima di farmi male, con un allenamento ridotto sono arrivato a 90 vasche.
Il bello del nuoto è che si mantiene il ritmo e lo sforzo che si vuole, che può essere anche blando. Infatti per fare 90 vasche (da 25metri) penso di averci impiegato tra i 75 ed i 90 minuti, e alla fine avevo caldo nonostante fossi in acqua.
Basta superare il momento iniziale che sembra di aver finito le forze (io faccio di solito 2 vasche senza problemi alla 3 inizio a sentire la stanchezza e alla quarta poi mi stabilizzo con una nuotata lenta e regolare) poi ci si prende qualche secondo di pausa tra una vasca e la successiva.
La corsa per esempio la vedo molto più impegnativa, anche perchè il solo passo "Saltellante" della corsa richiede tantissima energia (io per esempio vado molto rapidamente in debito d'ossigeno....... )
Ora che sono al top del mio allenamento, dopo 30 minuti di cyclette e dopo 30 minuti di corsa a 8 km/h e 1.5% di pendenza ho superato le 170 pulsazioni /minuto. Con il nuoto mi mantenevo su livelli molto più bassi........


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 17:48.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.