Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 08-05-2009 14:59

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27388720)
Il dolore dipende anche dal tipo di intervento eseguito e dalla lesione preesistente.
Nel mio caso, operato con g+s per il crociato anteriore e rimosso un pezzo di menisco (non so quale.....), la fisioterapia non è mai stata troppo dolorosa (qualche dolorino è inevitabile...... ma tutte cose sopportabili).
Però nel centro dove faccio fisioterapia c'era uno che era stato operato a causa del blocco del ginocchio causato da un collaterale.
Nel suo caso dovevano piegargli il ginocchio a forza, e li il dolore era Vero :cry:.
Alcuni esercizi possono essere più pesanti o un po' più dolorosi, ma in ogni caso è andato tutto molto :D :D meglio di quanto mi aspettassi.
Già il giorno dopo l'operazione ho piegato il ginocchio a 90 ° senza forzare particolarmente e quindi è stata una cosa indolore o quasi (probabilmente grazie anche agli antidolorifici che mi facevano nella flebo)

Infatti anche per me è stato così:i primi giorni avevo il ginocchio bloccato ed a stento non ho urlato quando me lo piegava,ed ho visto altri due nelle mie stesse condizioni.

Fabryzius 08-05-2009 15:33

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27388720)
Il dolore dipende anche dal tipo di intervento eseguito e dalla lesione preesistente.
Nel mio caso, operato con g+s per il crociato anteriore e rimosso un pezzo di menisco (non so quale.....), la fisioterapia non è mai stata troppo dolorosa (qualche dolorino è inevitabile...... ma tutte cose sopportabili).
Però nel centro dove faccio fisioterapia c'era uno che era stato operato a causa del blocco del ginocchio causato da un collaterale.
Nel suo caso dovevano piegargli il ginocchio a forza, e li il dolore era Vero :cry:.
Alcuni esercizi possono essere più pesanti o un po' più dolorosi, ma in ogni caso è andato tutto molto :D :D meglio di quanto mi aspettassi.
Già il giorno dopo l'operazione ho piegato il ginocchio a 90 ° senza forzare particolarmente e quindi è stata una cosa indolore o quasi (probabilmente grazie anche agli antidolorifici che mi facevano nella flebo)

ma a te non ti hanno prescritto il tutore ?

osma 08-05-2009 15:45

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27390343)
ma a te non ti hanno prescritto il tutore ?

da quello che ho capito io con la tecnica del g+s non prescrivono il tutore...

Fabryzius 08-05-2009 15:58

Quote:

Originariamente inviato da osma (Messaggio 27390489)
da quello che ho capito io con la tecnica del g+s non prescrivono il tutore...

in teoria è il contrario, col rotuleo che ha il fissaggio + robusto non prescrivono il tutore, a me con s+g mi hanno prescritto 40 giorni di tutore a 90°, ma non l'ho quasi mai messo, anche se la fisioterapista mi ha sempre detto che dovevo assolutamente metterlo.

Stefano Landau 08-05-2009 16:42

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27390343)
ma a te non ti hanno prescritto il tutore ?

Nessun tutore. Sono uscito dall'ospedale solamente con 3 cerotti sul ginocchio e le sampelle.
Infatti avevo sempre paura di fare qualche movimento che potesse far saltare il neolegamento e stavo attento ad ogni "Sensazione" proveniente dal ginocchio.

ricorick 08-05-2009 17:25

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27391249)
Nessun tutore. Sono uscito dall'ospedale solamente con 3 cerotti sul ginocchio e le sampelle.
Infatti avevo sempre paura di fare qualche movimento che potesse far saltare il neolegamento e stavo attento ad ogni "Sensazione" proveniente dal ginocchio.

anche il mio ortopedico non mi ha prescritto alcun tutore! Saranno le tecniche milanesi....??!!! :D

Fabryzius 08-05-2009 17:44

Quote:

Originariamente inviato da ricorick (Messaggio 27391800)
anche il mio ortopedico non mi ha prescritto alcun tutore! Saranno le tecniche milanesi....??!!! :D

anche io sono stato operato a Milano :sofico:

ma tutti al Galeazzi ? Penso che il tutore serva solamente ad evitare torsioni non naturali che potrebbero essere causate dalla scarsa tonicità muscolare, quindi in teoria dovrebbe essere una sicurezza in + per il paziente...io però fin da subito non notavo particolari difficoltà nel camminare senza, anzi, mi sentivo quasi + sciolto e meno legato, per questo che poi ho smesso di adoperarlo.

edit: ho visto adesso che Stefano si operato al Galeazzi da Schonhuber, avevo già sentito dire in giro che è un maestro, quindi questa è un ulteriore conferma

Stefano Landau 08-05-2009 23:02

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27392026)
anche io sono stato operato a Milano :sofico:

ma tutti al Galeazzi ? Penso che il tutore serva solamente ad evitare torsioni non naturali che potrebbero essere causate dalla scarsa tonicità muscolare, quindi in teoria dovrebbe essere una sicurezza in + per il paziente...io però fin da subito non notavo particolari difficoltà nel camminare senza, anzi, mi sentivo quasi + sciolto e meno legato, per questo che poi ho smesso di adoperarlo.

edit: ho visto adesso che Stefano si operato al Galeazzi da Schonhuber, avevo già sentito dire in giro che è un maestro, quindi questa è un ulteriore conferma

A me è stato consigliato da due o tre fonti differenti che me ne parlavano come il migliore o uno dei migliori di Milano e per ora devo dire che le cose mi sembra vadano abbastanza bene (almeno stando a quanto dice il mio fisioterapista).
Tutta questa settimana sono andato in ufficio a piedi (sono quasi 2 km) e ieri sono pure tornato a piedi..... quindi quasi 5 km compresa la pausa pranzo!
L'unica cosa è che faccio ancora un po' fatica a fare le scale, soprattutto in discesa. Però di settimana in settimana noto i progressi nonostante non possa fare più di tanto perchè dalla terza settimana dall'intervento ho ripreso con il lavoro. Riesco a fare alcuni esercizi a casa per poco più di un'ora al giorno e fisioterapia per circa 1 ora 3 volte alla settimana........

Sul tutore penso che dipenda anche dalla tecnica utilizzata per fissare il neolegamento. Con il g+s fino a qualche anno fa non erano disponibili dei sistemi di fissaggio così efficienti come oggi, e quindi oggi possono permettersi di non utilizzare più il tutore o kineteck per mobilizzare la gamba ma ti "fanno faticare" da subito, come mi ha detto uno dei chirurghi dello staff di Schonhuber accorciando quindi il periodo di recupero post-operatorio.

tinio 09-05-2009 12:31

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 26837968)
Certamente se ti fa liquido e gonfia significa che comunque c'è una sofferenza a livello articolare ed il gin reagisce producendo maggior liquido sinoviale, ma questo potrebbe essere dovuto a più cause, oltre ad una residua lassità (che dovrebbe essere meno probabile se l'operazione a suo tempo andò per il verso giusto e visto che hai fatto una buona riabilitazione mi sembra di aver capito...) oppure a livello di "scorrimento" come ti ho già detto magari c'era già in atto una leggere degenerazione o lesione della cartilagine in qualche punto, ed allora questo può essere il motivo, soprattutto se il ginocchio ti gonfia senza farti male (a parte le difficoltà normali dovute a l gonfiore).
Se questo è il motivo, puoi provare con le punture di acido IALURONICO (volevi dire questo, vero?) io le ho fatte una ogni 5/6 mesi perchè appunto ho la cartilagine sofferente nel punto di scorrimento fra femore e rotula ed appunto tende anche a me a gonfiare un po'.... e con le iniezioni do' un po' di supporto alla cartilagine... (tale acido è un ricostituente naturale per le cartilagini articolari e favorisce la riparazione ove possibile o comunque impedisce il deterioramento ulteriore.....)
Ti conviene senza dubbio sentire, anche in base a quello che avevi fin da prima dell'operazione (a me si vedeva già da prima ad es la condropatia....)
ciao.

ho rifatto una partita a calcetto dopo 4 punture , il ginocchio non ha gonfiato , ma solo leggermente....sono contento....

ora pero' sento un bel po' di fastidi sul ginocchio non operato , forse va in sovracarico ? muscolarmente son messo bene su tutte e due le gambe ma forse inconsciamente spingo di piu' sulla sana?

come possi risolvere la cosa?

grazie!
ciao

Fabryzius 09-05-2009 13:34

Ma l' acido ialuronico non è quello che usano per rifare le labbra ?

gomma2408 11-05-2009 08:20

Quote:

Originariamente inviato da tinio (Messaggio 27399659)
ho rifatto una partita a calcetto dopo 4 punture , il ginocchio non ha gonfiato , ma solo leggermente....sono contento....

ora pero' sento un bel po' di fastidi sul ginocchio non operato , forse va in sovracarico ? muscolarmente son messo bene su tutte e due le gambe ma forse inconsciamente spingo di piu' sulla sana?

come possi risolvere la cosa?

grazie!
ciao

ehehehehe... vedi? allora qualcosina ti ha fatto... sono contento!!
per il discorso altro ginocchio, io mai avuto niente, poi dopo aver giocato un bel po' contemporaneamente alla palestra (che poi ho smesso...) mi è venuta una TENDINITE AL ROTULEO DELL'ALTRA GAMBA!!! :muro: :mad:
Penso proprio perchè ho fatto troppo, ed all'inizio inconsciamente tendi a "salvaguardare" la gamba operata e caricare di più sull'altra... ma vabbè, ora ho finito il campionato e posso farlo riposare, una tendinite è noiosa ma niente di che e dopo un mesetto penso torni tutto a posto... con esercizi vari e ritorno alla palestra di fisioterapia, che ormai ho deciso di fare ogni tanto....

Anche te vedi di fare qualcosina anche alla gamba sana (es. l'isometria, ai ginocchi fa sempre bene....)
ciao!!!!

gomma2408 11-05-2009 08:38

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27400629)
Ma l' acido ialuronico non è quello che usano per rifare le labbra ?

ahahahahaha....no, sono solo uscite creme all'acido ialuronico... proprio x le labbra però! infatti ci ringiovaniscono anche il ginocchio... ehehehehehe!!!
A parte gli scherzi, sono uscite queste creme, e l'acido ialuronico è usato per l'elasticità della pelle e come filler x le rughe... ma importantissima è la sua funzione anche "come lubrificante antiflogistico e preservante del liquido sinoviale delle articolazioni (fonte: Wikipedia)", cioè come lubrificante che ha proprietà anche antiinfiammatorie

;)

alfapaola 11-05-2009 09:00

ciao a tutti.
qualcuno di voi ha provato a correre? e come vi sentite? io sono andata già 3 volte questo mese, 1 volta a settimana. ho cominciato con 4 poi 5 e infine 6 km. i 5 minuti iniziali non sono incoraggianti per il dolore poi passa per fortuna. però a distanza di quasi 4 mesi dall'intervento non posso dire che la mia andatura sia proprio fluida.indosso una ginocchiera ma lo sguardo è sempre in basso per evitare anche la più piccola imperfezione del terreno.devo dire che mentre corro il ginocchio lo sento abbastanza stabile poi però ci sono momenti della giornata dove quella strana sensazione di instabilità e leggerezza si riaffaccia.e ovviamente mi deprimo e penso che qualcosa non sia andato per il verso giusto.:(

alex642002 11-05-2009 10:36

Quote:

Originariamente inviato da alfapaola (Messaggio 27417604)
ciao a tutti.
qualcuno di voi ha provato a correre? e come vi sentite? io sono andata già 3 volte questo mese, 1 volta a settimana. ho cominciato con 4 poi 5 e infine 6 km. i 5 minuti iniziali non sono incoraggianti per il dolore poi passa per fortuna. però a distanza di quasi 4 mesi dall'intervento non posso dire che la mia andatura sia proprio fluida.indosso una ginocchiera ma lo sguardo è sempre in basso per evitare anche la più piccola imperfezione del terreno.devo dire che mentre corro il ginocchio lo sento abbastanza stabile poi però ci sono momenti della giornata dove quella strana sensazione di instabilità e leggerezza si riaffaccia.e ovviamente mi deprimo e penso che qualcosa non sia andato per il verso giusto.:(

Ciao!Io vado a correre una volta a settimana pure,per una distanza simile alla tua.Anche io all'inizio avverto ancora un pò di fastidio,anche se corro su terra,però poi passa.Comunque di sicuro ancora non è tornato come prima:mi devo anche fermare spesso,ma per il fiato!:boh:
Che vuol dire la mancanza d'allenamento!

alfapaola 11-05-2009 11:19

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27418811)
Ciao!Io vado a correre una volta a settimana pure,per una distanza simile alla tua.Anche io all'inizio avverto ancora un pò di fastidio,anche se corro su terra,però poi passa.Comunque di sicuro ancora non è tornato come prima:mi devo anche fermare spesso,ma per il fiato!:boh:
Che vuol dire la mancanza d'allenamento!

ma tu quando hai fatto l'intervento?
il mio ortopedico mi ha fatto presente che, essendo stata io tanti anni col crociato lesionato, prima della definitiva rottura di ottobre, ho nel tempo sviluppato dei meccanismi di compensazione per cui con la ricostruzione avrei potuto avere qualche problemino.in effetti così è. quello che dici tu però mi solleva nel senso che non è come prima. non è come l'altro soprattutto.

gomma2408 11-05-2009 12:35

Quote:

Originariamente inviato da alfapaola (Messaggio 27419405)
ma tu quando hai fatto l'intervento?
il mio ortopedico mi ha fatto presente che, essendo stata io tanti anni col crociato lesionato, prima della definitiva rottura di ottobre, ho nel tempo sviluppato dei meccanismi di compensazione per cui con la ricostruzione avrei potuto avere qualche problemino.in effetti così è. quello che dici tu però mi solleva nel senso che non è come prima. non è come l'altro soprattutto.

A chi lo dici....:D io mi sono operato dopo 14 anni (e nel frattempo ci ho giocato a pallavolo soprattutto!!!!). Il fatto è che i meccanismi di compensazione sono poi tutti "saltati" dall'intervento, dal fatto che un tendine o due te lo levano per il trapianto, ecc... ma una cosa è certa: non torna come prima, ma l'obiettivo è che torni robusto come prima e con la sensazione di stabilità come prima....
Io posso ora dire che la sensazione di stabilità (nel senso che ora gioco senza pensarci al ginocchio xchè non sento sensazioni strane) l'ho raggiunta solo dopo 12/14 mesi (quindi adesso) ma comunque in certe cose non è uguale all'altro, e mai lo tornerà.... importante ripeto è che faccia fare le stesse cose e che quello che uno sente non sia fastidioso...... purtroppo non è come l'originale, perchè anche come è inserito non è come l'originale, ma solo si "comporta" come questo....
Per la corsa abbi fiducia, a me sembrava sempre di non riuscire più neanche a camminare un po' più svelto (parlo anche dopo 6 mesi, mica 2 o 3...) dal dolore/fastidio, ma poi passava con l'esercizio... la volta dopo era uguale, ma in realtà un po' meglio, per strada di nuovo era un disastro (non ci riuscivo) poi con la costanza anche lì ora va bene, ed ancora sento che ho della strada da fare...
Questo è il prezzo di essersi operati dopo molto tempo dalla rottura, il vantaggio è che con gli anni le tecniche sono migliorate....;)

alex642002 11-05-2009 14:44

Quote:

Originariamente inviato da alfapaola (Messaggio 27419405)
ma tu quando hai fatto l'intervento?
il mio ortopedico mi ha fatto presente che, essendo stata io tanti anni col crociato lesionato, prima della definitiva rottura di ottobre, ho nel tempo sviluppato dei meccanismi di compensazione per cui con la ricostruzione avrei potuto avere qualche problemino.in effetti così è. quello che dici tu però mi solleva nel senso che non è come prima. non è come l'altro soprattutto.

Il mio è un caso particolare:io ho avuto la cosiddetta "triade infausta";rottura del crociato,del menisco e lesione del collaterale.Sono stato operato solo al menisco il 27-11-08 e ho portato le stampelle per far rimarginare il collaterale.Corro da un paio di mesi.Il crociato l'ho ancora rotto,perchè,a dire del mio ortopedico,non essendo uno sportivo professionista,posso supplire con la muscolatura,ecc.Allora ha voluto vedere se avevo stabilità e finora sembra tutto a posto...Non ho ancora ricominciato a praticare sport con veloci spostamenti specialmente laterali,tipo tennis,o tipo pallavolo.

Stefano Landau 11-05-2009 14:52

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27418811)
Ciao!Io vado a correre una volta a settimana pure,per una distanza simile alla tua.Anche io all'inizio avverto ancora un pò di fastidio,anche se corro su terra,però poi passa.Comunque di sicuro ancora non è tornato come prima:mi devo anche fermare spesso,ma per il fiato!:boh:
Che vuol dire la mancanza d'allenamento!

Se, anche 6 mesi, arrivassi a fare anche soli 2 km di corsa sarei felicissimo!
Però nel mio caso ho sempre avuto grossi problemi per sforzi prolungati oltre ad una certa intensità! in pratica già prima di farmi male per me arrivare a fare 1 km di corsa senza mai fermarmi era impossibile.
C'è stato un periodo che andavo molto spesso in palestra ed ero arrivato a fare anche 20 minuti di corsa sul tapis roulant ..... ma dopo 2 o 3 minuti la macchina iniziava a dirmi di rallentare per pulsazioni troppo elavate (dopo 3 minuti ero a 170 che si stabilizzavano insistendo a 190-200) solo che rallenatare a 5 km/h non serviva a nulla! Ed insistere ...... peso sia rischioso, anche considerando che ho 43 anni (Il limite di sicurezza dovrebbe essere 220-L'età per le donne e 200-l'età per gli uomini quindi nel mio caso 157)
Il problema è che se corro vado troppo su con le pulsazioni, se non corro non mi alleno ........ ho l'impressione che non sono fisicamente adatto alla corsa (o c'è qualche trucco per allenarsi che non conosco).

@lessandro 11-05-2009 15:06

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27345598)

Ma...ragazzi, una domanda da uomo a uomo...:stordita:

Per il sesso :oink:, che controindicazioni ci sono??? Cioè quali sarebbero i movimenti sbagliati da non fare in quei momenti :oink: ?? :fagiano:

Raga...un piccolo up?? :stordita:

alex642002 11-05-2009 15:33

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27422777)
Raga...un piccolo up?? :stordita:

Un piccolo....?:confused:

alex642002 11-05-2009 15:38

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27422566)
Se, anche 6 mesi, arrivassi a fare anche soli 2 km di corsa sarei felicissimo!
Però nel mio caso ho sempre avuto grossi problemi per sforzi prolungati oltre ad una certa intensità! in pratica già prima di farmi male per me arrivare a fare 1 km di corsa senza mai fermarmi era impossibile.
C'è stato un periodo che andavo molto spesso in palestra ed ero arrivato a fare anche 20 minuti di corsa sul tapis roulant ..... ma dopo 2 o 3 minuti la macchina iniziava a dirmi di rallentare per pulsazioni troppo elavate (dopo 3 minuti ero a 170 che si stabilizzavano insistendo a 190-200) solo che rallenatare a 5 km/h non serviva a nulla! Ed insistere ...... peso sia rischioso, anche considerando che ho 43 anni (Il limite di sicurezza dovrebbe essere 220-L'età per le donne e 200-l'età per gli uomini quindi nel mio caso 157)
Il problema è che se corro vado troppo su con le pulsazioni, se non corro non mi alleno ........ ho l'impressione che non sono fisicamente adatto alla corsa (o c'è qualche trucco per allenarsi che non conosco).

Ciao.L'ideale,come mi ha detto un mio amico che corre molto,è usare un cardiofrequenzimetro mentre si corre.Appena si raggiungono i limiti oltre i quali non serve andare(la cosiddetta zona rossa)lo segnala e ci si deve fermare;poi si riprende:insomma bisogna lavorare nella zona(mi sembra)aerobica.Solo così si migliorano le prestazioni,:winner: vedrai i risultati a lungo andare.Altrimenti si affatica il cuore inutilmente,ed anzi è anche pericoloso.

alfapaola 11-05-2009 16:16

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27420378)
A chi lo dici....:D io mi sono operato dopo 14 anni (e nel frattempo ci ho giocato a pallavolo soprattutto!!!!). Il fatto è che i meccanismi di compensazione sono poi tutti "saltati" dall'intervento, dal fatto che un tendine o due te lo levano per il trapianto, ecc... ma una cosa è certa: non torna come prima, ma l'obiettivo è che torni robusto come prima e con la sensazione di stabilità come prima....
Io posso ora dire che la sensazione di stabilità (nel senso che ora gioco senza pensarci al ginocchio xchè non sento sensazioni strane) l'ho raggiunta solo dopo 12/14 mesi (quindi adesso) ma comunque in certe cose non è uguale all'altro, e mai lo tornerà.... importante ripeto è che faccia fare le stesse cose e che quello che uno sente non sia fastidioso...... purtroppo non è come l'originale, perchè anche come è inserito non è come l'originale, ma solo si "comporta" come questo....
Per la corsa abbi fiducia, a me sembrava sempre di non riuscire più neanche a camminare un po' più svelto (parlo anche dopo 6 mesi, mica 2 o 3...) dal dolore/fastidio, ma poi passava con l'esercizio... la volta dopo era uguale, ma in realtà un po' meglio, per strada di nuovo era un disastro (non ci riuscivo) poi con la costanza anche lì ora va bene, ed ancora sento che ho della strada da fare...
Questo è il prezzo di essersi operati dopo molto tempo dalla rottura, il vantaggio è che con gli anni le tecniche sono migliorate....;)

grazieeeee gomma. mi stai dando speranza e soprattutto non mi sento una mosca bianca. speriamo di trovare il coraggio a inizi luglio di riprendere con il tennis.

Trudino 11-05-2009 18:06

Scusate il piccolo OT, ma avreste un modello di cardiofrequenzimetro da consigliare, che abbia tutte le funzioni di base e non costi molto?

Oggi ho fatto il test isocinetico, non è stato cosi faticoso come pensavo, qualche ripetizione in velocità, poi sempre più duro, prima con una gamba e poi con l'altra (senza riscaldamento preventivo non è un pò pericoloso?).
Risultato tutto ok, l'ortopedico mi ha detto che il dolore che avverto dietro è normale post operatorio che può capitare e che dovrò tenermi...:(

Fabryzius 11-05-2009 18:53

Io ho questo, lo usavo prima di spaccarmi del tutto il crociato quando facevo spinning bike, è il Polar F55

http://www.monclick.it/schede/polar/...alluminium.htm

in pratica ti imposta lui il programma, in base al livello che vuoi raggiungere, al tempo e alle sessioni che gli vuoi dedicare, io per esempio gli avevo impostato 2 sessioni settimanali, per circa 1 ora e 30 di totale; e se non stai nel range per il tempo che ti dà da fare alla fine della settimana rischi di essere bocciato :D per me è stato di sprono, infatti non sgarravo mai....poi mi sono rotto il crociato :( :cry:

Puoi anche impostare un programma anaerobico, ma non sò bene come funzioni.

Fabryzius 11-05-2009 18:57

Oggi ho ripreso col lavoro, dopo 25 giorni dall'operazione. Secondo voi farsi una camminata di 20 minuti può essere stressante per il ginocchio ? Uscito da lavoro debbo fare un pezzo di strada a piedi, mentre camminavo sentivo un pò di dolorino dentro al ginocchio, così anche al sinistro (quello buono); il lavoro è abbastanza vario, stò un pò seduto, un pò in piedi, oggi ho provato anche a fare le scale....però non vorrei caricare troppo il ginocchio

@lessandro 11-05-2009 18:59

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27422777)
Raga...un piccolo up?? :stordita:

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27423128)
Un piccolo....?:confused:

Si...up di solito quì nel forum è usato per far tornare a galla un thread sprofondato nei meandri del database....e la stessa cosa ho provato a farla io con il mio post, dato che non l'ha cacato nessuno :stordita:

A quanto vedo però nessuno l'ha cacato anche a sto giro....che siete tutti in "astinenza forzata"??? :stordita:

Fabryzius 11-05-2009 19:16

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27425834)
siete tutti in "astinenza forzata"??? :stordita:

hai capito bravo :D

Stefano Landau 11-05-2009 22:06

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27423204)
Ciao.L'ideale,come mi ha detto un mio amico che corre molto,è usare un cardiofrequenzimetro mentre si corre.Appena si raggiungono i limiti oltre i quali non serve andare(la cosiddetta zona rossa)lo segnala e ci si deve fermare;poi si riprende:insomma bisogna lavorare nella zona(mi sembra)aerobica.Solo così si migliorano le prestazioni,:winner: vedrai i risultati a lungo andare.Altrimenti si affatica il cuore inutilmente,ed anzi è anche pericoloso.

Appena possibile proverò.
Solo che all'inizio mi sa che dovrò alternare un minuto di corsa a 5 minuti di camminata considerando lo stato del mio allenamento ! Immagina che già prima di farmi male il fiato non sapevo nemmeno cosa fosse ..... figuriamoci ora dopo 5 mesi di stop forzato (almeno come attività aerobiche......) sarà un disastro riprendersi :(
Un anno fa ho fatto la Stramilano con alcuni amici in poco più di due ore (per 12 km di strada, ma anche lunghe code alla partenza che rallentavano il passo) e pensavo di iniziare ad allenarmi un po'. Potrebbe essere questa l'occasione per vedere di rimettersi un po' in forma.
Almeno non sarò più l'ultimo della fila nei trek che ogni tanto vado a fare con alcuni amici........

gomma2408 12-05-2009 07:51

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27425834)
A quanto vedo però nessuno l'ha cacato anche a sto giro....che siete tutti in "astinenza forzata"??? :stordita:

eh, diciamo che la "posizione più classica di tutte" è sconsigliata...:D :D per il resto.... con un po' di attenzione....:asd:
ciao ciao...

alex642002 12-05-2009 08:47

Cardiofrequenzimetro
 
Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27425743)
Io ho questo, lo usavo prima di spaccarmi del tutto il crociato quando facevo spinning bike, è il Polar F55

http://www.monclick.it/schede/polar/...alluminium.htm

in pratica ti imposta lui il programma, in base al livello che vuoi raggiungere, al tempo e alle sessioni che gli vuoi dedicare, io per esempio gli avevo impostato 2 sessioni settimanali, per circa 1 ora e 30 di totale; e se non stai nel range per il tempo che ti dà da fare alla fine della settimana rischi di essere bocciato :D per me è stato di sprono, infatti non sgarravo mai....poi mi sono rotto il crociato :( :cry:

Puoi anche impostare un programma anaerobico, ma non sò bene come funzioni.

Accidenti quanto costa!:eek: Spero ce ne siano di più economici perchè ora me lo voglio comprare anche io.

alex642002 12-05-2009 08:52

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27430309)
eh, diciamo che la "posizione più classica di tutte" è sconsigliata...:D :D per il resto.... con un po' di attenzione....:asd:
ciao ciao...

Buona occasione per variare un pò per chi ha poca fantasia:D
Ci vorrebbe un altro forum :D

gomma2408 12-05-2009 14:15

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27422566)
Se, anche 6 mesi, arrivassi a fare anche soli 2 km di corsa sarei felicissimo!
Però nel mio caso ho sempre avuto grossi problemi per sforzi prolungati oltre ad una certa intensità! in pratica già prima di farmi male per me arrivare a fare 1 km di corsa senza mai fermarmi era impossibile.
C'è stato un periodo che andavo molto spesso in palestra ed ero arrivato a fare anche 20 minuti di corsa sul tapis roulant ..... ma dopo 2 o 3 minuti la macchina iniziava a dirmi di rallentare per pulsazioni troppo elavate (dopo 3 minuti ero a 170 che si stabilizzavano insistendo a 190-200) solo che rallenatare a 5 km/h non serviva a nulla! Ed insistere ...... peso sia rischioso, anche considerando che ho 43 anni (Il limite di sicurezza dovrebbe essere 220-L'età per le donne e 200-l'età per gli uomini quindi nel mio caso 157)
Il problema è che se corro vado troppo su con le pulsazioni, se non corro non mi alleno ........ ho l'impressione che non sono fisicamente adatto alla corsa (o c'è qualche trucco per allenarsi che non conosco).


Dalle tabelle che ci sono nel centro dove vado, tabelle riportate pressochè identiche anche sulle macchine usate tipo step, cyclette, della TechnoGym, il corretto calcolo per sapere se si è in attività aerobica o anaerobica (corretto ma sempre indicativo perchè dipende dal fisico, dall'allenamento, da predisposizione, ecc..) è 220 - età per gli uomini per avere le pulsazioni max, alle quali applicare il 70% come soglia da non superare per avere lavoro aerobico.
Cioè, in caso di 40 anni: 220 - 40 = 180, 180 X 0,75 = 135 circa soglia del lavoro aerobico.
Nel mio caso, però, ad esempio, ho una soglia aerobica almeno fino a 145/150 battiti, nonostante un'età molto vicina a quella dell'esempio.
Questo si può verificare con un metodo molto empirico ma efficace, almeno dato che non ci sono regole che permettano un conteggio "individuale": la soglia di attività aerobica è quella fino alla quale l'attività fisica ti consente, pur proseguendola, di dialogare con un altra persona.... (non di recitare una poesia, o di cantare, eh!!!!! :D :D )
Altrimenti ci sono solo gli esami appositi con elettrodi applicati... elettrocardiogramma durante l'attività, ecc.....

Nel centro dove vado ci sono cardiofrequenzimetri da posizionare al torace che dialogano in tempo reale con la macchina che stai usando in modo che la macchina aumenta o diminuisce lo sforzo necessario.....;)

@lessandro 12-05-2009 14:16

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 27430309)
eh, diciamo che la "posizione più classica di tutte" è sconsigliata...:D :D per il resto.... con un po' di attenzione....:asd:
ciao ciao...

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27430874)
Buona occasione per variare un pò per chi ha poca fantasia:D
Ci vorrebbe un altro forum :D

Ok tutti sotto per un bel pò :asd: :asd:

Matteo8319 12-05-2009 16:25

Trauma distorsivo ginocchio dx
 
Un mese fa ho subito un trauma distorsivo al ginocchio durante un allenamento a Basket, premetto che sono un ragazzo di 26 anni. Il giorno dopo mi sono recato al pronto soccorso perchè non riuscivo a piegare la gamba e nemmeno a mandarla in iperestensione. Mi hanno fasciato la gamba immobilizzandola e consigliandomi 10 giorni di riposo con le stampelle.
Successivamente ho eseguito una RMN e questo è l'esito:

"L'indagine evidenzia edema della spongiosa da impatto trabecolare a livello delle porzioni anteriori del condilo-femorale e di quelle posteriori del piatto tibiale esterno.
Non evidenti discontinuità dei bordi liberi meniscali.
Il legamento crociato anteriore è ispessito, disomogeneo senza continuità delle fibre a livello del terzo medio-prossimale in quadro rifetibile a lesione; normorappresentato il legamento crociato posteriore: minimo ispessimento del collaterale mediale le cui fibre sono comumque continue.
Sostanzialmente regolare il tendine rotuleo e l'inserzione rotulea del quadricipite.
Discreto versamento articolare reattivo.
Non espansi a livello popliteo.
Segni di iperpressione esterna della rotula con iniziale assottigliamento del panno cartilagineo a livello della faccetta articolare esterna."



Sono andato dall'ortopedico e mi ha detto che ho rotto il legamento crociato anteriore e assottigliato la cartilagine.
Mi ha fatto un'infiltrazione togliendomi poco sangue infatti il ginocchio non si è mai gonfiato.
Mi ha anche detto che molta gente vive con il crociato rotto però bisogna cmq fare attenzione a camminare...
Ovviamente c'è l'altra soluzione che è l'operazione.

E' possibile che non senta dolore e soprattutto non l'ho sentito quando mi son rotto LCA ?
Adesso riesco a muovere la gamba ma non riesco a mandarla in iperestensione e non riesco a piegarla più di 110°...
Quanto è + o - il tempo di attesa per un'operazione?
Io sono di Bergamo e pensavo di farmi ricoverare al Policlinico di Ponte san Pietro, quanlcuno di voi si è fatto operare in questa struttura ospedaliera?


Grazie e Saluti

Fabryzius 12-05-2009 16:52

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27430812)
Accidenti quanto costa!:eek: Spero ce ne siano di più economici perchè ora me lo voglio comprare anche io.

aspè, io l'ho preso su ebay alla metà :)

Fabryzius 12-05-2009 17:06

Quote:

Originariamente inviato da Matteo8319 (Messaggio 27436964)
Un mese fa ho subito un trauma distorsivo al ginocchio durante un allenamento a Basket, premetto che sono un ragazzo di 26 anni. Il giorno dopo mi sono recato al pronto soccorso perchè non riuscivo a piegare la gamba e nemmeno a mandarla in iperestensione. Mi hanno fasciato la gamba immobilizzandola e consigliandomi 10 giorni di riposo con le stampelle.
Successivamente ho eseguito una RMN e questo è l'esito:

"L'indagine evidenzia edema della spongiosa da impatto trabecolare a livello delle porzioni anteriori del condilo-femorale e di quelle posteriori del piatto tibiale esterno.
Non evidenti discontinuità dei bordi liberi meniscali.
Il legamento crociato anteriore è ispessito, disomogeneo senza continuità delle fibre a livello del terzo medio-prossimale in quadro rifetibile a lesione; normorappresentato il legamento crociato posteriore: minimo ispessimento del collaterale mediale le cui fibre sono comumque continue.
Sostanzialmente regolare il tendine rotuleo e l'inserzione rotulea del quadricipite.
Discreto versamento articolare reattivo.
Non espansi a livello popliteo.
Segni di iperpressione esterna della rotula con iniziale assottigliamento del panno cartilagineo a livello della faccetta articolare esterna."



Sono andato dall'ortopedico e mi ha detto che ho rotto il legamento crociato anteriore e assottigliato la cartilagine.
Mi ha fatto un'infiltrazione togliendomi poco sangue infatti il ginocchio non si è mai gonfiato.
Mi ha anche detto che molta gente vive con il crociato rotto però bisogna cmq fare attenzione a camminare...
Ovviamente c'è l'altra soluzione che è l'operazione.

E' possibile che non senta dolore e soprattutto non l'ho sentito quando mi son rotto LCA ?
Adesso riesco a muovere la gamba ma non riesco a mandarla in iperestensione e non riesco a piegarla più di 110°...
Quanto è + o - il tempo di attesa per un'operazione?
Io sono di Bergamo e pensavo di farmi ricoverare al Policlinico di Ponte san Pietro, quanlcuno di voi si è fatto operare in questa struttura ospedaliera?


Grazie e Saluti

quando ti sei procurato la distorsione non hai avvertito nessun dolore ? Io l'hanno scorso ne ho fatte 3 di distorsioni al ginocchio destro, e sul momento ho sempre sentito male, cmq fa sicuramente + male successivamente, a caldo, dopo pochi minuti il dolore mi passava. Cmq oltre alla risonanza l'ortopedico con pochi movimenti del ginocchio capisce subito se c'è l' LCA rotto.

Cmq l'estensione e il piegamento anche senza operarti li recuperi tutti, ci vuole un pò di tempo, però scordati di fare qualsiasi attività sportiva che comporti torsioni della gamba. Con l' LCA rotto puoi giocare a bocce, a golf, a poker, scacchi, alla play 3

Io alla tua età mi opererei, anche perchè alla lunga rischi un' artrosi del ginocchio

joyt73 12-05-2009 17:09

Quote:

Originariamente inviato da alfapaola (Messaggio 27417604)
ciao a tutti.
qualcuno di voi ha provato a correre? e come vi sentite? io sono andata già 3 volte questo mese, 1 volta a settimana. ho cominciato con 4 poi 5 e infine 6 km. i 5 minuti iniziali non sono incoraggianti per il dolore poi passa per fortuna. però a distanza di quasi 4 mesi dall'intervento non posso dire che la mia andatura sia proprio fluida.indosso una ginocchiera ma lo sguardo è sempre in basso per evitare anche la più piccola imperfezione del terreno.devo dire che mentre corro il ginocchio lo sento abbastanza stabile poi però ci sono momenti della giornata dove quella strana sensazione di instabilità e leggerezza si riaffaccia.e ovviamente mi deprimo e penso che qualcosa non sia andato per il verso giusto.:(

Ciao, anch'io corro una volta a settimana con cambi di velocità, fastidi pochi mi fermo ogni tanto per il fiato, visto che mi sono operato con la tecnica del s+g, ho solo la sensazione di vuoto nella zona del prelievo del tendine.
:cry: :muro: Sono fermo da una settimana per una piccola contrattura al polpaccio della gamba operata. :cry: :muro:

Matteo8319 12-05-2009 17:18

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27437467)
quando ti sei procurato la distorsione non hai avvertito nessun dolore ? Io l'hanno scorso ne ho fatte 3 di distorsioni al ginocchio destro, e sul momento ho sempre sentito male, cmq fa sicuramente + male successivamente, a caldo, dopo pochi minuti il dolore mi passava. Cmq oltre alla risonanza l'ortopedico con pochi movimenti del ginocchio capisce subito se c'è l' LCA rotto.

Cmq l'estensione e il piegamento anche senza operarti li recuperi tutti, ci vuole un pò di tempo, però scordati di fare qualsiasi attività sportiva che comporti torsioni della gamba. Con l' LCA rotto puoi giocare a bocce, a golf, a poker, scacchi, alla play 3

Io alla tua età mi opererei, anche perchè alla lunga rischi un' artrosi del ginocchio


Più che dolore mi ricordo dello spavento e poi non avevo forza nel raddrizzare la gamba ma dolore nulla anche adesso che cammino tranquillamente (ovviamente la gamba destra non si raddrizza del tutto) non sento nulla...però l'ortopedico toccando il ginocchio mi ha detto subito che il legamento era rotto.
Mi toccherà operarmi allora se voglio riprendere la mia passione di cestista...che pakko!!!

Fabryzius 12-05-2009 17:27

Quote:

Originariamente inviato da Matteo8319 (Messaggio 27437604)
Più che dolore mi ricordo dello spavento e poi non avevo forza nel raddrizzare la gamba ma dolore nulla anche adesso che cammino tranquillamente (ovviamente la gamba destra non si raddrizza del tutto) non sento nulla...però l'ortopedico toccando il ginocchio mi ha detto subito che il legamento era rotto.
Mi toccherà operarmi allora se voglio riprendere la mia passione di cestista...che pakko!!!

cioè, i giorni dopo la distorsione il ginocchio non ti si è gonfiato ? Non ti ha mai fatto male ?

Matteo8319 12-05-2009 17:44

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27437714)
cioè, i giorni dopo la distorsione il ginocchio non ti si è gonfiato ? Non ti ha mai fatto male ?

Si si è gonfiato ma poco quasi irriconoscibile il rigonfiamento rispetto all'altro ginocchio...anche io ci sono rimasto e non mi faceva male ne quando l'ho rotto ne i giorni successivi, lo sentivo legato probabilmente perchè c'era del liquido e mi dava un po' fastidio ma dopo averlo siringato lo sento normale.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 05:59.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.