Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


viaggio 21-05-2011 09:27

Io mi ricordo che l'ortopedico mi disse di andare all'operazione con il muscolo della gamba ben tonico (per fortuna ero allenato) che questo mi avrebbe aiutato, nonostante tutto il muscolo si è rimpicciolito parecchio!Sul discorso degli strilli non c'è nulla da fare credo che siano purtroppo essenziali:cry:
piuttosto non capisco se si strilla perchè viene sollecitato il legamento o i muscoli o l'articolazione o tutti e tre!Dico solo che a due mesi dalloperazione il terapista mi fa toccare il sedere con il tallone ma il dolore quando fa l'operazione c'è sempre, speriamo diminuisca se no ogni giorno quando fa quell'operazione diventando fuxia :mad:

Delfino81 21-05-2011 10:59

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35202408)
Io mi ricordo che l'ortopedico mi disse di andare all'operazione con il muscolo della gamba ben tonico (per fortuna ero allenato) che questo mi avrebbe aiutato, nonostante tutto il muscolo si è rimpicciolito parecchio!Sul discorso degli strilli non c'è nulla da fare credo che siano purtroppo essenziali:cry:
piuttosto non capisco se si strilla perchè viene sollecitato il legamento o i muscoli o l'articolazione o tutti e tre!Dico solo che a due mesi dalloperazione il terapista mi fa toccare il sedere con il tallone ma il dolore quando fa l'operazione c'è sempre, speriamo diminuisca se no ogni giorno quando fa quell'operazione diventando fuxia :mad:


io credo che si strilla x entrambi i motivi caro...perche flettendo si stende il legamento (gomma sicuro nn sto a di cazzate? :Prrr: )e perche viene interessata anche la zona del prelievo tendineo......


a me che dovebbero farmi l'operazion da cadavere mi hanno detto che si dorvebbe strillare un po di meno e anche esteticamente la gamba nn dovrebbe presentare grossi ematomi o altro....ma di contro, il proceso di integrazione del legamno sarà un po piu lento......

viaggio ma tu quando te lo sei rotto hai strillato uguale?:D

cioè che differenza c'è (sia in termini di intensità che di "natura" del dolore) tra il dolore post trauma e quelo posto operatorio? perche io ricordo ad esempio che per una setimana da quando mi azzoppai, come mi giravo minimamente nel letto mi svegliavo dalle puncicate come si dice a roma.....immagino certo che il dolore post operatorio è anche qualcosa in pu, ma c'è chi mi ha detto che ha sofferto piu nel post trauma che nel post operatorio.....come sempre, ogni cosa è soggettiva..


certo la mia piu grande paura nn resta comunquenquela del dolor (lo sopporto abbastanza) ma ch qualcosa vada storto.....perchè reintervenire su un legamento gia operato è piu difficile......se legamenti operati so due o 3 gia è piu difficile la prima volta, iguriamoci la seconda.......


ad esempio lessi su un sito medico di persone che fanno domande ai dottori che un cristiano diceva che per un ritensionamento sbagliato del legamento impiantato, rischiava di fottersi le cartilagini in pochi anni, e se nn si fosse rioperato rischiava poi di operarsi diprotesi....mamma mia!!

che poi nn capisco che tipo di operazione sia stata fatta.....cioè se è il ritensionamento del legamento ad essere errato (troppo teso o troppo deteso), si puo intervenire sullo stesso tendine impoantato o bisogna levarlo per rifare tutto da capo? mah meglio nn pensarci vah!buon sabato a tutti!

alex642002 21-05-2011 13:39

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35202999)
io credo che si strilla x entrambi i motivi caro...perche flettendo si stende il legamento (gomma sicuro nn sto a di cazzate? :Prrr: )e perche viene interessata anche la zona del prelievo tendineo......


cioè che differenza c'è (sia in termini di intensità che di "natura" del dolore) tra il dolore post trauma e quelo posto operatorio? perche io ricordo ad esempio che per una setimana da quando mi azzoppai, come mi giravo minimamente nel letto mi svegliavo dalle puncicate come si dice a roma.....immagino certo che il dolore post operatorio è anche qualcosa in pu, ma c'è chi mi ha detto che ha sofferto piu nel post trauma che nel post operatorio.....come sempre, ogni cosa è soggettiva..


Infatti è fortemente soggettiva.Nel mio caso al momento del trauma sentii un forte dolore e una sensazione come di strappo,che però durarono pochi secondi: poi caddi come un sacco di patate.
Il dolore del postoperatorio durò un'oretta,comunque sopportabilissimo: passò con l'antidolorifico.
Il peggiore fu il dolore della fisioterapia,ma comunque anche quello solo durante alcuni esercizi e la prima settimana.
La cosa,non più dolorosa,ma scocciante,sono le piccole incombenze quotidiana:come camminare,lavarsi,ecc.Ciao:D

laraa 21-05-2011 16:14

intervento LCA
 
ciao a tutti, thread interessantissimo.
io son stata operata 10 giorni fa al legamento crociato anteriore dopo una dura riablitazione pre-intervento. sono abbastanza soddisfatta, ho smesso già da una settimana le stampelle anche se faccio pochi passi, riesco a piegar la gamba a 80° perchè sento tirare non i punti ma una zona laterale che esternamente è quasi insensibile e che nn dovrebbe nemmeno esser stata interessata dalla ricostruzione. non riesco a capire e temo che quando riinizierò la terapia mi faran veder le stelle.
non mi han fatto usare macchine tipo kinetec e nemmeno ho fatto drenaggio.
aspetto i vostri commenti

juninho85 21-05-2011 16:28

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35205173)
ciao a tutti, thread interessantissimo.
io son stata operata 10 giorni fa al legamento crociato anteriore dopo una dura riablitazione pre-intervento. sono abbastanza soddisfatta, ho smesso già da una settimana le stampelle anche se faccio pochi passi, riesco a piegar la gamba a 80° perchè sento tirare non i punti ma una zona laterale che esternamente è quasi insensibile e che nn dovrebbe nemmeno esser stata interessata dalla ricostruzione. non riesco a capire e temo che quando riinizierò la terapia mi faran veder le stelle.
non mi han fatto usare macchine tipo kinetec e nemmeno ho fatto drenaggio.
aspetto i vostri commenti

penso sia normale,la parte che senti insensibile dovrebbe essere nella zona del taglio in cui avevi infilato il drenaggio
piuttosto mi sembra strano che dopo 10 gg già riesca a dismettere le stampelle,per caso hanno ricostruito con gracile e semitendinoso?
le stelle le vedrai pure te come chiunque passi per questa casistica(in particolare se ricostruiscono con rotuleo),devi solo armarti di pazienza e convincerti che chi ti farà strillare pancia a terra lo fa solo per il tuo bene e accellerare i tempi di recupero

laraa 21-05-2011 16:52

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35205274)
penso sia normale,la parte che senti insensibile dovrebbe essere nella zona del taglio in cui avevi infilato il drenaggio
piuttosto mi sembra strano che dopo 10 gg già riesca a dismettere le stampelle,per caso hanno ricostruito con gracile e semitendinoso?
le stelle le vedrai pure te come chiunque passi per questa casistica(in particolare se ricostruiscono con rotuleo),devi solo armarti di pazienza e convincerti che chi ti farà strillare pancia a terra lo fa solo per il tuo bene e accellerare i tempi di recupero

hanno usato il semitendinoso e a dire il vero già il giorno dopo l'intervento sono andata al bagno senza stampelle, ma l'infermiera mi ha sgridato, ho iniziato a riutilizzarle ma una volta a casa ho smesso, tranne un giorno in cui temevo si fosse gonfiato un po' il ginocchio per quello.
come ho scritto prima il drenaggio nn me l'han messo e la zona dolente è esterna a tutto.

viaggio 21-05-2011 17:12

Delfino per il mio trauma devo ringraziare l'idiota che tirato una cannonata per guadagnare una semplice rimessa laterale a centrocampo (!!!!!), il mio ginocchio ha preso calcio e pallone e per fortuna mi son rotto solo il lgemaneto, comunque sul momento anche io son caduto come una marionetta a cui tagliano i fili ed il dolore era assolutamente sopportabile, ricordo che neppure si gonfio ma avevo un senso di instabilità assoluto.Per il dolore post operatorio non ho sentito nulla sicuramente mi hanno fatto qualche antidolorifico potente e non ho assolutamente sofferto. Piuttosto mi ricordo che a causa di un maledetto ematoma sul polpacco per 5 - 6 giorni quando poggiavo il piede per terra vedevo le stelle:muro: poi piano piano si è assorbito.Eppure a quasi due mesi dall'intervento ne ho ancora uno nella piegatura dietro il ginocchio che sta piano piano assorbendosi!

alex642002 21-05-2011 19:51

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35205173)
ciao a tutti, thread interessantissimo.
io son stata operata 10 giorni fa al legamento crociato anteriore dopo una dura riablitazione pre-intervento. sono abbastanza soddisfatta, ho smesso già da una settimana le stampelle anche se faccio pochi passi, riesco a piegar la gamba a 80° perchè sento tirare non i punti ma una zona laterale che esternamente è quasi insensibile e che nn dovrebbe nemmeno esser stata interessata dalla ricostruzione. non riesco a capire e temo che quando riinizierò la terapia mi faran veder le stelle.
non mi han fatto usare macchine tipo kinetec e nemmeno ho fatto drenaggio.
aspetto i vostri commenti

Malvenuta;) !Mancava una femminuccia in questo forum troppo macho :D

viaggio 22-05-2011 11:48

Malvenuta in questo forum di infortunati:D
Mi raccomando non esagerare con i passi senza stampelle, rischi di affaticare inutilemnte il ginocchio, con questo infortunio è meglio non farsi prendere dalla fretta e munirsi di una quantità ENORME di pazienza, i progressi ci saranno sempre vedrai

Delfino81 22-05-2011 13:48

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 35205274)
penso sia normale,la parte che senti insensibile dovrebbe essere nella zona del taglio in cui avevi infilato il drenaggio
piuttosto mi sembra strano che dopo 10 gg già riesca a dismettere le stampelle,per caso hanno ricostruito con gracile e semitendinoso?
le stelle le vedrai pure te come chiunque passi per questa casistica(in particolare se ricostruiscono con rotuleo),devi solo armarti di pazienza e convincerti che chi ti farà strillare pancia a terra lo fa solo per il tuo bene e accellerare i tempi di recupero



se è per questo, c'è un ragazzo che prima scriveva pu asiduamente qui, ha usato tutore senza stampelle nel post operatorio...e se nn erro era operato col rotuleo...

comunque benvenuta alla ragazza anche da parte mia! in bocca al lupo per la riabilitazione

juninho85 22-05-2011 13:50

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35209390)
se è per questo, c'è un ragazzo che prima scriveva pu asiduamente qui, ha usato tutore senza stampelle nel post operatorio...e se nn erro era operato col rotuleo

grazie al cavolo,se bloccato in flessione/estensione il peso viene scaricato sul tutore!:D

laraa 22-05-2011 17:08

ringrazio alex viaggio e delfino per il mal-benvenuto, in effetti ho notato che è spesso maschile l'intervento, sarà perchè è una discussione sotto "scienza e tecnica"...
temevo anch'io di aver esagerato, ma una volta la stampella mi è stata d'intralcio e mi si è girata la gamba, quindi prima di inciamparci preferisco usar le mie gambe, piano piano.
mi son letta parecchie pagine del forum, e ho avuto paura di flettere ancora poco in previsione della prima seduta di fisioterapia tra 5 gg., spero tanto nn voglian piegarmi subito fino a 130° come quando mi si è rotto il legamento, chè ho visto tutte le stelle del cielo in una volta sola :muro:

laraa 22-05-2011 17:14

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35121356)
No io son più prudente di elastici ne faccio solo 4!Piuttosto il movimento laterale non è pericoloso per il legamento vero?Questo perchè l'acqua annulla l'effetto della gravità sul neo legamento. Potrei fare tutti gli isometrici che faccio normalmente ma li farei in acqua.
é solo la torsione della rana vietatissima tra l'altro io manco so nuotare a rana :D

davvero? anche dopo la ricostruzione del legamento è vietato il nuoto a rana? e per quanto tempo, lo sai?

viaggio 22-05-2011 17:39

Credo che sia l'unico movimento che sia sconsigliato anche dopo l'operazione perchè sottopone a stress eccessivo il neo legamento, infatti se vedi in tutti i protocolli riabilitativi viene vietato.Qualcuno più esperto di me ti darà una spiegazione più tecnica. Comunque armati di pazienza per fisioterapia all'inizio è dura però piano piano giorno per giorno vedrai i miglioramenti

laraa 22-05-2011 17:41

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 35105204)
ah dimenticavo....una cosa vorrei chiedervi da tempo a tutti voi amici operati del forum...(prometto che poi nn scrivo piu x tt la giornata :D )....ovvero, staccarci un attimo dal quadro fsioterapico e indagare sul quadro psicologico vostro edei vs parenti prima e dopo l'operazione.....

ovvero....specie dopo l'operazione, il vedervi con una gamba "ibalsamata" (x ki mette il tutore ad esempio) o comunque dolorante, e "inutilizzabile", e anche come riferite questo doloretti o doloroni, che ad ogni nuovo esercizio magari si fanno risentire, avete fatto fatica ad accettare tutto cio? oppure lo avevate gia come dire "messo in preventivo"?

e i vs parenti che vi assistevano (genitori x chi vive ancora con loro, oppure mogli o fidanzate, ecc)come si sono approcciati alla vs decisione di operarvi, alal vs operazione e al vs post operatoro? scusate se abbasso sensibilmente il livello tecnico del forum che di sicuro affronta discussioni molto piu importanti e utili di questa (coem i consigli a livello fisiotgeraico-ortopedico che tutti quanti ci diamo e sotto la guida del caero Gomma ci stiamo specializzando sempre di piu:D )per x me è molto importante questo aspetto...ad esempio, mio padre da buon militare, nonche sportivo, benche come tutti non ama molto andare soto i ferri, (pensate che ha una piccola ernia inguinale uscitagli prprio in palestra, ma dice sempre "finche reggo vado avanti" :D ) mi ha sempre detto "se vuoi operati, la decisione è tua, ovvio sai che su di me puoi sempre contare"....

son curioso di sapere voi come avete gestito questa cosa!

intanto....buona domenica a tutti! :)

diciamo che io ho un carattere forte e mi sono sempre autogestita, quindi nessun problema, tranne il marito che ancora ora rabbrividisce se gli racconto qualche particolare dell'intervento...
ti consiglio l'operazione....

Fede 22-05-2011 21:00

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35210488)
davvero? anche dopo la ricostruzione del legamento è vietato il nuoto a rana? e per quanto tempo, lo sai?

qualche post piu' su lo bollano come "vietato" sempre.
Ho chiesto anche io al mio fisioterapista, e indubbiamente e' vivamente sconsigliato, perche' sembra vada a sollecitare in maniera eccessiva il neolegamento che, come appunto gomma diceva, riproduce al 99,9% l'originale!

viaggio 22-05-2011 21:04

Speravate che iniziasse una nuoa settimana senza che facessi una domanda?:D
Non sia mai!
Scherzi a parte ho notato che da quando son stato operato mi stanco subito, a rimanere in piedi è ovvio perchè son passati solo due mesi ed il ginocchio non è ancora elastico ma in generale ho notato questa stanchezza. Volevo sapere se qualcun altro ha notato questo aspetto

Stefano Landau 22-05-2011 22:15

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35204202)
Infatti è fortemente soggettiva.Nel mio caso al momento del trauma sentii un forte dolore e una sensazione come di strappo,che però durarono pochi secondi: poi caddi come un sacco di patate.
Il dolore del postoperatorio durò un'oretta,comunque sopportabilissimo: passò con l'antidolorifico.
Il peggiore fu il dolore della fisioterapia,ma comunque anche quello solo durante alcuni esercizi e la prima settimana.
La cosa,non più dolorosa,ma scocciante,sono le piccole incombenze quotidiana:come camminare,lavarsi,ecc.Ciao:D

Confermo la soggettività del dolore.
Alla rottura ho sentito una piccola fitta al ginocchio seguita da 5 minuti di indolenzimento.
Quando mi sono rialzato (senza aver capito cosa era successo) ho riattaccato gli sci (che avevo sganciato io in quanto non si erano sganciati....) ed a quel punto il ginocchio destro si è piegato di lato verso il sinistro. In quel momento oltre a vedere le stelle ho capito che era successo qualche cosa.

Ho staccato gli sci, ho provato a fare ancora qualche passo, ma il ginocchio non teneva e si piegava di lato facendomi vedere le stelle, ma per pochissimi secondi.

L'operazione non è stata dolorosa, è stato molto faticoso la mattina dopo l'operazione tornare a letto da solo dalla sedia a rotelle. Ho fatto una fatica incredibile a sollevare la gamba sul letto (alto) dell'ospedale. (Però ci sono riuscito da solo......)

La mattina dopo l'operazione già piegavo la gamba a 90° senza eccessivi dolori.

Facendo fisioterapia 45-60 giorni dopo l'operazione il fisioterapista che mi seguiva ha iniziato a forzarmi il piegamento del ginocchio, ma non sono mai arrivato neppure a pensare di urlare per il dolore. Certo non era piacevole..... ma per quanto mi ricordo ho provato dolori peggiori.

In quei giorni il dolore forse maggiore che mi ricordo era quello dei cedimenti iniziali del ginocchio (quando sulla pista tentavo di spostarmi a bordo pista), però erano delle stilettate velocissime ed intensissime, e poi la prima settimana quando ho ridotto gli antidolorifici (a 5 gg dall'operazione) mi dovevo alzare in piedi aumentava la pressione sanguigna nella zona dei punti...... e li per 20-30 secondi quasi vedevo le stelle.

Poi soprattutto tanti dolorini in continuo cambiamento....

Stefano Landau 22-05-2011 22:30

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35205173)
ciao a tutti, thread interessantissimo.
io son stata operata 10 giorni fa al legamento crociato anteriore dopo una dura riablitazione pre-intervento. sono abbastanza soddisfatta, ho smesso già da una settimana le stampelle anche se faccio pochi passi, riesco a piegar la gamba a 80° perchè sento tirare non i punti ma una zona laterale che esternamente è quasi insensibile e che nn dovrebbe nemmeno esser stata interessata dalla ricostruzione. non riesco a capire e temo che quando riinizierò la terapia mi faran veder le stelle.
non mi han fatto usare macchine tipo kinetec e nemmeno ho fatto drenaggio.
aspetto i vostri commenti

Malvenuta anche da parte mia........
Non correre troppo, io ho usato le stampelle per 2 settimane e un sola stampella per altri 7 giorni.
Affidati al 100% al tuo ortopedico ed al fisioterapista. Ognuno di noi ha avuto una storia simile, ma anche tutta sua.
Molti in questo forum parlano di dolori incredibili....... io dai racconti di miei amici sentiti prima di rompermi il legamento pensavo che sarebbe stato tutto molto più difficile e doloroso di quanto è stato effettivamente.
Dipende molto dal tipo di trauma e dal tipo di operazione.

Io sono stato operato come nel tuo caso con il g+s (Gracile + semitendinoso), ed in questo modo la ripresa è molto più veloce specialmente nei primi giorni dopo l'operazione.
3 settimane dopo l'operazione ho ripreso il lavoro.

Leggendo i tuoi post ho letto che chiedevi del nuoto a rana.
A me è stato vietato.
Però in piscina 10 vasche a rana ho provato a farle senza problemi. Però abbozzando appena il movimento con la gamba operata e spingendo quindi quasi completamente con la gamba sana.

Facendo immersioni il nuoto a rana è molto utile, ma per piccoli spostamenti a bassa velocità (si fa meno fatica è si ha una maggior manovrabilità), per cui mi sono abituato a nuotare a rana, però vedendo di preservare il più possibile la gamba operata.

In questo modo problemi non dovrebbero essercene.

però mi hanno detto che 1 ora di nuoto a livello agonistico....... mi farebbero uscire con un ginocchio gonfio anche a 10 anni dall'operazione..........

Quindi direi, che rana, se si nuota in maniera molto rilassata e soprattutto abbozzando appena il movimento con la gamba operata, rimane possibile.

Oltre non penso sia consigliabile.
C'è poi un'altro tipo di ricostruzione che simula molto meglio il legamento originale, che permetterebbe anche il nuoto a rana.
Ma è un tipo di operazione più lunga e difficile, che comporta tempi di recupero maggiori e quindi viene utilizzata solo in casi dove ci sia una reale necessità.

gomma2408 23-05-2011 08:21

ehilà..... ;) buongiorno a tutti e ben(mal:D )venuta a laraa.... un altro compagno(a) che si aggiunge al nostro club virtuale ....


Volevo rispondere a Delfino sul discorso propriocettiva: principalmente non serve a rinforzare il neolegamento, ma serve a ripristinare e sviluppare soprattutto la capacità dell'articolazione di saper lavorare bene, attraverso la stuttura neurologica (uso termini magari non corretti, non sono medico e quindi... però penso di farmi capire almeno un po' ;) ) i neurotrasmettitori che dicono al nostro cervello quallo "che sta facendo" la gamba ed il ginocchio in particolare.
Quando si impara a camminare, ma anche a stare su un piede solo, ecc... il nostro cervello elabora informazioni su cosa sta avvenendo ed interviene per mantenere l'equilibrio, ma come avevo già avuto modo di dire non è che si pensa consciamente a quale muscolo dobbiamo dare forza di volta in volta, è un processo troppo veloce ed una volta "imparato" deve diventare un procedimento automatico. E' come imparare ad andare in bicicletta.... se mi può essere passato il paragone.

Per far questo il cervello recepisce informazioni tramite le strutture nervose, e detta grossolanamente ci sono nei nostri muscoli e enlle articolazioni tutta una struttura di fibre nervose che servono da sensori.
Ora, con l'operazione, gli ematomi interni, i buchi, le trapanature, i prelievi e gli impianti, ecc.... tutto questo viene come "danneggiato" ed è anche per questo che si ha un tono muscolare ridotto.
(Basta vedere cosa succede a chi purtroppo ha una lesione che paralizza gli arti: non occorrono anni per notare un deficit nel tono muscolare, si ha da subito....)

La ginn. propriocettiva serve per recuperare questa funzonalità: la sensazione di non aver equilibrio noi l'associamo alla mancanza di forza, ma non è così perchè per stare in equilibrio su una gamba sola distesa basta pochissimo muscolo.... solo che abbiamo perso in parte la capacità di farlo..... ci manca la coordinazione fra i muscoli, che non è una cosa volontaria che si decide di averla o meno, è una cosa che si impara di nuovo, visto che i muscoli stessi devono trovare un nuovo equilibrio.

Io stesso ho potuto verificare che mentre alla pressa alzavo già 200kg per gamba (sana e operata) quando andavo a fare propriocettiva sul tappeto elastico cercando di stare in equilibrio sullo stesso magari a occhi chiusi, o saltando, con la gamba sana riuscivo, con quella operata all'inizio era quasi impossibile, e NON era una questione di forza......

NOn so se mi sono fatto capire..... :p


p.s.: ah, sempre per delfino.... in piscina da quello che ho visto io su altri, la facevano fare quando venivano lasciate le stampelle, o comunque quando già uno si muoveva benino anche senza... e confermo che anche nella mia piscina c'è un'agevole scalinata con i corrimano alle parti per scendere in acqua....

gomma2408 23-05-2011 08:29

A laraa volevo chiedere (una curiosità più che altro...) : hai detto di essere operata da 10gg e di avere smesso da una settimana le stampelle.... le hai usate 3gg??? :p
Non è tanto il fatto di non avere forza, è che camminando, soprattutto fuori casa (se già ci vai) ci possono essere degli imprevisti che per istinto ti fanno cercare di fare dei movimenti (tipo per "riprenderti" mentre stai cadendo...) che possono danneggiare il tuo nuovo impianto che è ancora "fresco"... mentre con le stampelle ti appoggeresti su quelle.... poi ovvio bisogna anche usare le stampelle con criterio, cercare di camminare con esse nel modo che dicono, se ci si va troppo spensierati davvero si rischia che diano piùnoia che altro.....;) ;) ;)

Altra cosa: niente drenaggio? presumo hai usato una tecnica di fissaggio particolare.... non devi aver avuto nessun versamento, se hai il ginocchio senza essere gonfio (a me è uscito un litro di liquido soprattutto sangue nel primo giorno dopo l'operazione... ma è una storia a sè! :rolleyes: :p ) e senza aver messo il drenaggio.... questo aiuta molto, avere il gin già bello "asciutto"

La zona laterale che senti insensibile è normalissimo, è perchè per fare il prelievo del semitendinoso devono incidere una fibra nervosa che sta sopra alla zampa d'oca (punto di inserzione del semit.) e che arriva al lato opposto... (esternamente appunto al ginocchio...) ;)

Fede 23-05-2011 08:43

Quote:

Originariamente inviato da viaggio (Messaggio 35211784)
Speravate che iniziasse una nuoa settimana senza che facessi una domanda?:D
Non sia mai!
Scherzi a parte ho notato che da quando son stato operato mi stanco subito, a rimanere in piedi è ovvio perchè son passati solo due mesi ed il ginocchio non è ancora elastico ma in generale ho notato questa stanchezza. Volevo sapere se qualcun altro ha notato questo aspetto

se puo' servire, io, che ho appena compiuto un mese e 8 giorni, sono nella tua stessa situazione:
Mi sento piu' sicuro con una panchina/sedia nei paraggi.
Mettici il caldo, lo stress dell' operazione, la paura di rifarsi male...
SI, confermo!!

alex642002 23-05-2011 09:03

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35213145)
ehilà..... ;) .... in piscina da quello che ho visto io su altri, la facevano fare quando venivano lasciate le stampelle, o comunque quando già uno si muoveva benino anche senza... e confermo che anche nella mia piscina c'è un'agevole scalinata con i corrimano alle parti per scendere in acqua....

A proposito di piscina,ho verificato:D Si riesce a fare il morto a galla,ma le gambe vanno giù:l'ho fatto quando non c'era quasi nessuno se no mi prendevano per matto :D

gomma2408 23-05-2011 10:34

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35213416)
A proposito di piscina,ho verificato:D Si riesce a fare il morto a galla,ma le gambe vanno giù:l'ho fatto quando non c'era quasi nessuno se no mi prendevano per matto :D

ah, ecco.... a parte che sono comunque imbranato, :p però cominciavo a pensare che io avessi qualcosa che non andasse... ora sono più tranquillo! :D :D :D

:cincin:

Stefano Landau 23-05-2011 10:48

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35214132)
ah, ecco.... a parte che sono comunque imbranato, :p però cominciavo a pensare che io avessi qualcosa che non andasse... ora sono più tranquillo! :D :D :D

:cincin:

In effetti, non credo di aver mai provato a fare il morto in piscina....... al mare si (e li si galleggia di più) in piscina al più provo ogni tanto a nuotare a dorso...... ma muovendosi cambia tutto.

Proverò anch'io, ma penso che come dice alex sia molto più difficile stare a galla, dato che in piscina si affonda di più che al mare.

laraa 23-05-2011 12:07

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 35212226)
Malvenuta anche da parte mia........
Non correre troppo, io ho usato le stampelle per 2 settimane e un sola stampella per altri 7 giorni.
Affidati al 100% al tuo ortopedico ed al fisioterapista. Ognuno di noi ha avuto una storia simile, ma anche tutta sua.
Molti in questo forum parlano di dolori incredibili....... io dai racconti di miei amici sentiti prima di rompermi il legamento pensavo che sarebbe stato tutto molto più difficile e doloroso di quanto è stato effettivamente.
Dipende molto dal tipo di trauma e dal tipo di operazione.

Io sono stato operato come nel tuo caso con il g+s (Gracile + semitendinoso), ed in questo modo la ripresa è molto più veloce specialmente nei primi giorni dopo l'operazione.
3 settimane dopo l'operazione ho ripreso il lavoro.

Leggendo i tuoi post ho letto che chiedevi del nuoto a rana.
A me è stato vietato.
Però in piscina 10 vasche a rana ho provato a farle senza problemi. Però abbozzando appena il movimento con la gamba operata e spingendo quindi quasi completamente con la gamba sana.

Facendo immersioni il nuoto a rana è molto utile, ma per piccoli spostamenti a bassa velocità (si fa meno fatica è si ha una maggior manovrabilità), per cui mi sono abituato a nuotare a rana, però vedendo di preservare il più possibile la gamba operata.

In questo modo problemi non dovrebbero essercene.

però mi hanno detto che 1 ora di nuoto a livello agonistico....... mi farebbero uscire con un ginocchio gonfio anche a 10 anni dall'operazione..........

Quindi direi, che rana, se si nuota in maniera molto rilassata e soprattutto abbozzando appena il movimento con la gamba operata, rimane possibile.

Oltre non penso sia consigliabile.
C'è poi un'altro tipo di ricostruzione che simula molto meglio il legamento originale, che permetterebbe anche il nuoto a rana.
Ma è un tipo di operazione più lunga e difficile, che comporta tempi di recupero maggiori e quindi viene utilizzata solo in casi dove ci sia una reale necessità.

grazie dell'accoglienza. io ho mollato le stampelle perchè servendo solo cm equilibrio nn ne avevo bisogno visto che mi han detto di caricare pure il peso sulle mie gambe.
può essere che abbiano usato solo il semitendinoso piegato in 4 come mi aveva prospettato l'ortopedico o necessariamente devon aver aggiunto il gracile?
ho deciso di operarmi perchè nn mi fosse preclusa a vita una partita di beach volley o una camminata in montagna, dato che gli sci non li riprenderò più, ma nn sapevo non avrei mai più potuto nuotare a rana:muro: è il mio stile preferito!

laraa 23-05-2011 12:19

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35213199)
A laraa volevo chiedere (una curiosità più che altro...) : hai detto di essere operata da 10gg e di avere smesso da una settimana le stampelle.... le hai usate 3gg??? :p
Non è tanto il fatto di non avere forza, è che camminando, soprattutto fuori casa (se già ci vai) ci possono essere degli imprevisti che per istinto ti fanno cercare di fare dei movimenti (tipo per "riprenderti" mentre stai cadendo...) che possono danneggiare il tuo nuovo impianto che è ancora "fresco"... mentre con le stampelle ti appoggeresti su quelle.... poi ovvio bisogna anche usare le stampelle con criterio, cercare di camminare con esse nel modo che dicono, se ci si va troppo spensierati davvero si rischia che diano piùnoia che altro.....;) ;) ;)

Altra cosa: niente drenaggio? presumo hai usato una tecnica di fissaggio particolare.... non devi aver avuto nessun versamento, se hai il ginocchio senza essere gonfio (a me è uscito un litro di liquido soprattutto sangue nel primo giorno dopo l'operazione... ma è una storia a sè! :rolleyes: :p ) e senza aver messo il drenaggio.... questo aiuta molto, avere il gin già bello "asciutto"

La zona laterale che senti insensibile è normalissimo, è perchè per fare il prelievo del semitendinoso devono incidere una fibra nervosa che sta sopra alla zampa d'oca (punto di inserzione del semit.) e che arriva al lato opposto... (esternamente appunto al ginocchio...) ;)

grz anche a te del benvenuto!
non faccio grandi camminate, a parte ieri che era la prima uscita, cammino solo in casa, facendo sempre molta attenzione.
non si è gonfiato molto infatti, solo un po' nella zona sopra al ginocchio e nn ho assolutamente avuto alcun livido o macchie scure.
credo che la tecnica usata dal mio ortopedico sia abbastanza innovativa anche se so che nn è sua esclusiva, ma per es. prima che mi rimandasse di un mese l'intervento perchè non avevo sufficiente iperestensione avrei dovuto far parte di un suo studio con dimostrazione ad altri medici, e ho scelto lui perchè ha operato anche le sorelle Fanchini sciatrici e altri che conosco che hanno avuto ottimi post-operatori.
non son ancora riuscita a capire il motivo del dolore che avverto esternamente al ginocchio, dove non ho avuto buchi, che non è l'insensibilità di cui parli, è un dolore come se fosse la pelle esterna che mi procura a volte fitte, anche se ora meno dei primi giorni, solo nello spostare il ginocchio, ma non accade ogni volta, ma quando succede le fitte son forti e durano sui 30 sec.
per il resto ieri che ho camminato leggermente più del solito ho avuto un nuovo dolore appena sotto la rotula.

gomma2408 23-05-2011 13:52

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35215169)
grz anche a te del benvenuto!
non faccio grandi camminate, a parte ieri che era la prima uscita, cammino solo in casa, facendo sempre molta attenzione.
non si è gonfiato molto infatti, solo un po' nella zona sopra al ginocchio e nn ho assolutamente avuto alcun livido o macchie scure.
credo che la tecnica usata dal mio ortopedico sia abbastanza innovativa anche se so che nn è sua esclusiva, ma per es. prima che mi rimandasse di un mese l'intervento perchè non avevo sufficiente iperestensione avrei dovuto far parte di un suo studio con dimostrazione ad altri medici, e ho scelto lui perchè ha operato anche le sorelle Fanchini sciatrici e altri che conosco che hanno avuto ottimi post-operatori.
non son ancora riuscita a capire il motivo del dolore che avverto esternamente al ginocchio, dove non ho avuto buchi, che non è l'insensibilità di cui parli, è un dolore come se fosse la pelle esterna che mi procura a volte fitte, anche se ora meno dei primi giorni, solo nello spostare il ginocchio, ma non accade ogni volta, ma quando succede le fitte son forti e durano sui 30 sec.
per il resto ieri che ho camminato leggermente più del solito ho avuto un nuovo dolore appena sotto la rotula.



Ti confermo che se ha quadruplicato il semitendinoso non c'è stato preleivo del gracile ed in questo caso l'ematoma interno è molto minore. All'inizio quella che poi diventa insensibilità anche per 12-18 mesi, può dare fitte come dici te perchè si è andati ad incidere una terminazione nervosa, e le fitte ci possono stare, ma ovvio non si può dire di più perchè al limite te lo dirà chi ti ha operato se la cosa persiste. Comunque era per dire che ci può essere anche dolore in queste prime fasi....
Se non hai alcun buco al lato esterno del ginocchio(subito sopra per la precisione...) può essere stata usata la tecnica dell'half tunnel femorale (magari anche associata a half-tunnel tibiale).
I tunnel ossei sono in questo caso "ciechi" e i mezzi di fissaggio vengono messi partendo dal centro del ginocchio.
Visivamente è una tecnica più recente e meno cruenta (mi sembra c'è dal 2003, data di una prima pubblicazione di un famoso ortopedico di Perugia...:p chi conosce....) che non aggiunge qualcosa alla tenuta ma molto all'estetica (meno incisioni e più piccole...) e che richiede più esperienza per la difficoltà di porre il corretto tensionamento ed i fissaggi operando da dentro in ginocchio piuttosto che mettere la viti con tunnel "aperti"..... ;) ;) ;)

viaggio 23-05-2011 14:14

Eccomi qua mi fa piacere che non solo io sento molto la fatica, grazie Fede.Comunque ricordo che il primo giorno che son uscito da solo senza stampelle avevo una fifa da paura poi però è passata. Ora la paura più grande riguarda la ripresa della corsa ma tanto mi sistemeranno nel tappeto e sarà più semplice!A distanza di 2 mesi dall'operazione ho ancora un maledetto ematoma che non ne vuole sapere di togliersi dai piedi anzi dal ginocchio!Ho ancora un pochino di liquido nel ginocchio, ma tanto quello si riassorbirà da solo!

Confermo anche io la difficoltà di gallegiare in piscina. però sapete cho al fatto che molto è dovuto al fartto che siamo tesi, il terapista mi dice sempre rilassati ma che volete io ho paura di farmi male

Stefano Landau 23-05-2011 15:41

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35215053)
grazie dell'accoglienza. io ho mollato le stampelle perchè servendo solo cm equilibrio nn ne avevo bisogno visto che mi han detto di caricare pure il peso sulle mie gambe.
può essere che abbiano usato solo il semitendinoso piegato in 4 come mi aveva prospettato l'ortopedico o necessariamente devon aver aggiunto il gracile?
ho deciso di operarmi perchè nn mi fosse preclusa a vita una partita di beach volley o una camminata in montagna, dato che gli sci non li riprenderò più, ma nn sapevo non avrei mai più potuto nuotare a rana:muro: è il mio stile preferito!

Può essere che abbiano utilizzato solo il semitendinoso. E' la stessa cosa che hanno fatto con me (dovrei verificare sulla cartella clinica.......)
Mi ha spiegato l'ortopedico che soprattutto in chi ha le gambe lunghe (quindi in chi è abbastanza alto) il semitendinoso è sufficentemente lungo da essere piegato in 4.

Essendo stato però l'ultima persona operata quella giornata non si ricordava il giorno dopo se ero io ho qualcun'altro a cui aveva usato il solo semitendinoso.......Dovrebbe però risultare dalla cartella clinica.

Per lo sci...... dovrò decidere la prossima stagione. Con il g+s il consolidamento massimo mi dicevano che avviene dopo 2 anni (anche se avrei potuto iniziare a sciare dopo 6 mesi.....), quindi dalla prossima stagione potrò riprendere.

Poi nel frattempo ho scoperto che mi piace molto anche andare con le ciaspole (le racchette da neve) per cui non so quanto scierò ancora.

laraa 23-05-2011 18:25

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35215952)
Ti confermo che se ha quadruplicato il semitendinoso non c'è stato preleivo del gracile ed in questo caso l'ematoma interno è molto minore. All'inizio quella che poi diventa insensibilità anche per 12-18 mesi, può dare fitte come dici te perchè si è andati ad incidere una terminazione nervosa, e le fitte ci possono stare, ma ovvio non si può dire di più perchè al limite te lo dirà chi ti ha operato se la cosa persiste. Comunque era per dire che ci può essere anche dolore in queste prime fasi....
Se non hai alcun buco al lato esterno del ginocchio(subito sopra per la precisione...) può essere stata usata la tecnica dell'half tunnel femorale (magari anche associata a half-tunnel tibiale).
I tunnel ossei sono in questo caso "ciechi" e i mezzi di fissaggio vengono messi partendo dal centro del ginocchio.
Visivamente è una tecnica più recente e meno cruenta (mi sembra c'è dal 2003, data di una prima pubblicazione di un famoso ortopedico di Perugia...:p chi conosce....) che non aggiunge qualcosa alla tenuta ma molto all'estetica (meno incisioni e più piccole...) e che richiede più esperienza per la difficoltà di porre il corretto tensionamento ed i fissaggi operando da dentro in ginocchio piuttosto che mettere la viti con tunnel "aperti"..... ;) ;) ;)

sai gomma, l'ortopedico è bravo ma dopo l'intervento nn s'è più fatto vedere in corsia...quindi non so...allora io ho due buchini con un punto ciascuno sul ginocchio, un buchino minuscolo sopra di almeno 15 cm dove dovrebbe aver messo una piastrina di 12x4 mm. mentre invece un taglio di 4 cm con 10 punti graffette sotto al ginocchio lato interno da dove son passati e per togliere il semitendinoso e per fissare il neolegamento con un chiodino che si fisserà col tempo all'osso. sarei curiosa di sapere come siete messi voi quanto a buchi...

laraa 23-05-2011 18:28

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 35216892)
Può essere che abbiano utilizzato solo il semitendinoso. E' la stessa cosa che hanno fatto con me (dovrei verificare sulla cartella clinica.......)
Mi ha spiegato l'ortopedico che soprattutto in chi ha le gambe lunghe (quindi in chi è abbastanza alto) il semitendinoso è sufficentemente lungo da essere piegato in 4.

Essendo stato però l'ultima persona operata quella giornata non si ricordava il giorno dopo se ero io ho qualcun'altro a cui aveva usato il solo semitendinoso.......Dovrebbe però risultare dalla cartella clinica.

a te superficialmente che buchi/tagli han fatto?

gillu 23-05-2011 21:25

Ciao a tutti ragazzi e malvenuta a Laaaaraaaaa.

Io "compio" fra due giorni 3 mesi ed una settimana dalla ricostruzione del LCA (con S+G).

Sull'utilizzo delle stampelle non posso che concordare i numerosi consigli che già hai letto: segui alla lettera le indicazioni degli specialisti!

Per quel che riguarda il nuoto a rana, in occasione dell'ultima visita con l'ortopedico che mi ha operato (due settimane fa) ho affrontato l'argomento.

Lui mi ha detto chiaro e tondo che non ci sono controindicazioni. Vero che il movimento in assoluto potrebbe essere nocivo, ma il fatto di essere nell'acqua elide ogni rischio.
Mi ha suggerito anche di introdurre il movimento della rana (seppur in modo blando) già ora (vado in piscina, per i fatti miei, almeno una volta alla settimana).
Dato che pratico apnea, gli ho chiesto se potrò tornare a fare anche la rana subacquea. Lui mi ha detto di sì, salvo attendere i fatidici sei mesi.

Cambiando discorso, la settimana passata forse ho esagerato con il lavoro... 6 giorni su sette (di cui uno in piscina)... Oggi infatti ho preferito non caricare a mi sono limitato a nuotare.
In ogni caso nessun gonfiore.
Anzi, da quando ho iniziato il nuoto, la "bolla" di versamento che ancora vagava nel mio ginocchio è praticamente scomparsa.

laraa 23-05-2011 21:32

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 35219595)
Ciao a tutti ragazzi e malvenuta a Laaaaraaaaa.

Io "compio" fra due giorni 3 mesi ed una settimana dalla ricostruzione del LCA (con S+G).

Sull'utilizzo delle stampelle non posso che concordare i numerosi consigli che già hai letto: segui alla lettera le indicazioni degli specialisti!

Per quel che riguarda il nuoto a rana, in occasione dell'ultima visita con l'ortopedico che mi ha operato (due settimane fa) ho affrontato l'argomento.

Lui mi ha detto chiaro e tondo che non ci sono controindicazioni. Vero che il movimento in assoluto potrebbe essere nocivo, ma il fatto di essere nell'acqua elide ogni rischio.
Mi ha suggerito anche di introdurre il movimento della rana (seppur in modo blando) già ora (vado in piscina, per i fatti miei, almeno una volta alla settimana).
Dato che pratico apnea, gli ho chiesto se potrò tornare a fare anche la rana subacquea. Lui mi ha detto di sì, salvo attendere i fatidici sei mesi.

Cambiando discorso, la settimana passata forse ho esagerato con il lavoro... 6 giorni su sette (di cui uno in piscina)... Oggi infatti ho preferito non caricare a mi sono limitato a nuotare.
In ogni caso nessun gonfiore.
Anzi, da quando ho iniziato il nuoto, la "bolla" di versamento che ancora vagava nel mio ginocchio è praticamente scomparsa.

meno male, dai speriamo che mi dicano che prima o poi a rana posso nuotarci...
per quanto riguarda il tuo versamento la piscina è infatti l'ideale, a me avevan consigliato di farci riabilitazione in caso di gonfiori.
sul foglio di dimissioni c'era scritto di arrivare ad abbandonare le stampelle e piegare a 90° nei quindici giorni succ. io ho smesso prima poi nel dubbio avevo un po' ripreso...ma sono più per l'autonomia calcolata!:mc:

Stefano Landau 23-05-2011 22:25

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35218160)
a te superficialmente che buchi/tagli han fatto?

Io ho un piccolo buco sull'esterno coscia poco sopra al ginocchio.
Appoggiando il ginocchio (stando seduto su una sedia) al muro con il ginocchio a 90° appoggiano un righello al muro, il tunnel femorale è a circa a 11 cm dal muro (sull'esterno del ginocchio).

Ora a due anni dall'operazione inizio a faticare a trovarlo.

Poi ho altri due piccoli buchini a circa 4 cm l'uno dall'altro subito sotto la rotula, uno appena a destra e l'altro appena a sinistra della rotula. anche questi molto poco visibili.

Poi 4 cm sotto il buco interno sotto la rotula (quello sinistro , sul ginocchio destro) c'è una cicatrice di circa 4 cm che è quella relativa al taglio per il prelievo del g+s.

Questa è rimasta invece visibile (non è necessario cercarla come per i buchi......)
Tieni presente che poi mi avevano vietato di prendere il sole per 6 mesi sulle cicatrici per evitare che rimanessero i segni.

Solo che operato a Marzo, a Luglio ho passato qualche week-end al mare e ad agosto ero in montagna, per cui di sole ne ho preso, anche se quasi sempre con una crema protettiva (protezione 50, detta schermo totale....)

se va avanti così entro qualche anno i buchi spariranno del tutto e forse rimarrà solo una piccola traccia per la cicatrice di prelievo del g+s.

Dopo l'operazione anche a me hanno detto di camminare a carico parziale con due stampelle, è vero che il peso la gamba lo sopporta, ma non completamente e poi si è molto più stabili.

Però nel mio caso la mattina dopo l'operazione mi hanno fatto un "Corso" su come usare le stampelle sia in piano che per fare le scale. E' stato molto utile, e camminando così in effetti ero molto più stabile.

Nel mio caso ho usato 2 stampelle per 2 settimane ed una sola stampella per un'altra settimana.
Magari poi dipende dal fatto che come uomo di 84 kg (ai tempi..... ora sono sceso a 77) forse per il peso non proprio piuma era meglio non sovraccaricare il ginocchio. Solitamente le donne sono più leggere quindi magari in questo caso le stampelle forse si possono usare per meno tempo :confused:

alex642002 23-05-2011 23:06

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 35214253)
Proverò anch'io, ma penso che come dice alex sia molto più difficile stare a galla, dato che in piscina si affonda di più che al mare.

No,no,si galleggia!:) Solo che le gambe non rimangono in superficie!:)
Se vuoi un consiglio fallo quando non ti vede nessuno :D

Stefano Landau 24-05-2011 08:06

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 35220313)
No,no,si galleggia!:) Solo che le gambe non rimangono in superficie!:)
Se vuoi un consiglio fallo quando non ti vede nessuno :D

Breve OT
Sul farmi vedere nessun problema....... ho provato anche a star seduto sul fondo della piscina fermo immobile per 10-15 secondi ........... e non si è allarmato nessuno! (per star seduto sul fondo della piscina si devono svuotare i polmoni, altrimenti si viene a galla......., e a quel punto il fiato manca molto velocemente!
Fine OT

gomma2408 24-05-2011 08:21

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 35218145)
sai gomma, l'ortopedico è bravo ma dopo l'intervento nn s'è più fatto vedere in corsia...quindi non so...allora io ho due buchini con un punto ciascuno sul ginocchio, un buchino minuscolo sopra di almeno 15 cm dove dovrebbe aver messo una piastrina di 12x4 mm. mentre invece un taglio di 4 cm con 10 punti graffette sotto al ginocchio lato interno da dove son passati e per togliere il semitendinoso e per fissare il neolegamento con un chiodino che si fisserà col tempo all'osso. sarei curiosa di sapere come siete messi voi quanto a buchi...

Quindi tecnica diciamo così "tradizionale" e non half tunnel, da una parte meglio... ocme detto è più semplice e quindi più sicura la corretta tensione e posizionamento del neolegamento ;)

I buchi sono i medesimi, io ne avevo uno in più per via del drenaggio: gli altri infatti sono il fissaggio superiore del lca, uno per telecamera, uno per gli strumenti di intervento. Oltre ovviamente al piccolo taglio sulla tibia per prelievo s+g (o solo semitendinoso....) e per fissaggio inferiore LCA.
In questo ultimo taglio io avevo cinque graffette...... certo a te laraa 4cm di taglio con 10 graffette.... l'avevano messe fitte eh???? le mie erano grossine..... forse esistono anche di più piccole ;)

Io ho chiesto di nuovo per curiosità sul nuoto a rana.... a me assolutamente hanno detto di no (non nel senso a ME in particolare, ma agli operati di LCA) se non si vuol rischiare di avere problemi sia di danneggiamento di cartilagini che di neolegamento.... :confused: boh! forse si ritiene che ci sia un particolare movimento in cui il ginocchio si "muove" un po' troppo.... e non sia adeguatamente tenuto dalla ricostruzione del LCA.
Anche qui "scuole di pensiero"... :D

Stefano Landau 24-05-2011 09:34

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 35221142)
Quindi tecnica diciamo così "tradizionale" e non half tunnel, da una parte meglio... ocme detto è più semplice e quindi più sicura la corretta tensione e posizionamento del neolegamento ;)

I buchi sono i medesimi, io ne avevo uno in più per via del drenaggio: gli altri infatti sono il fissaggio superiore del lca, uno per telecamera, uno per gli strumenti di intervento. Oltre ovviamente al piccolo taglio sulla tibia per prelievo s+g (o solo semitendinoso....) e per fissaggio inferiore LCA.
In questo ultimo taglio io avevo cinque graffette...... certo a te laraa 4cm di taglio con 10 graffette.... l'avevano messe fitte eh???? le mie erano grossine..... forse esistono anche di più piccole ;)

Io ho chiesto di nuovo per curiosità sul nuoto a rana.... a me assolutamente hanno detto di no (non nel senso a ME in particolare, ma agli operati di LCA) se non si vuol rischiare di avere problemi sia di danneggiamento di cartilagini che di neolegamento.... :confused: boh! forse si ritiene che ci sia un particolare movimento in cui il ginocchio si "muove" un po' troppo.... e non sia adeguatamente tenuto dalla ricostruzione del LCA.
Anche qui "scuole di pensiero"... :D

Nel mio caso non sono state usate graffette, ma normali punti. Credo 4 esterni (più una serie di punti interni riassorbibili..........) e poi un punto per ognuno dei 3 buchi aggiuntivi.

alex642002 24-05-2011 11:01

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 35221049)
Breve OT
Sul farmi vedere nessun problema....... ho provato anche a star seduto sul fondo della piscina fermo immobile per 10-15 secondi ........... e non si è allarmato nessuno! (per star seduto sul fondo della piscina si devono svuotare i polmoni, altrimenti si viene a galla......., e a quel punto il fiato manca molto velocemente!
Fine OT

Questo non l'ho mai provato.Ma non è che dopo c'è il rischio che non si torni su??:eek:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:04.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.