Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Stefano Landau 08-06-2009 21:35

Quote:

Originariamente inviato da @lessandro (Messaggio 27772606)
Beh fai conto che faccio fisioterapia lì al centro ogni giorno da fine aprile :D, i risultati devono esserci per forza :D :D

Vedremo come andrà la corsetta a fine mese, anche se ho qualche dubbio :fagiano:

Io sono stato operato il 16 marzo e mercoledì scorso ho iniziato a correre sul tapisroulant.

Non pensavo di riuscirci, un po' per una cronica mancanza di fiato ed allenamento, un po' perchè qualche dolorino al ginocchio c'era. Ed invece ...... inclinazione 1,5° Velocità 7,5 km/h sono andato avanti 10 minuti senza nessun problema. Era forse più paura. Qualche dolorino all'inizio e poi basta. Poi qualche dolorino in più il giorno dopo e verso la fine della corsa inziavo a "sbandare" un po' per la stanchezza. Cosa però già successa prima di farmi male a causa della mia mancanza di allenamento.

Per me, per ora, è forse peggio fare le scale in discesa (per dolorini vari al ginocchio) che correre. Anche perchè il tapisroulant credo sia un po' ammortizzato.
Infatti sabato ho provato a correre per strada, ma li i dolori sono maggiori e zoppico un pochino durante la corsa.

Stefano Landau 08-06-2009 21:55

Quote:

Originariamente inviato da torre234 (Messaggio 27772721)
il mio e proprio un un blocco faccio 5 passi con le stampelle...poi mii prende il panico e se nn ho subito da sedermi mi trema la gamba e devo tenermi il ginocchio ed entro nel pallone....

Prova il più possibile con l'isometria allora (quegli esercizi di sollevamento della gamba che ti ha descritto Fabrizius. 4 volte al giorno e con la maggior costanza possibile. Ovviamente senti anche un ortopedico.
Io quando facendo fisioterapia devo fare leg extension, quando arrivo al limite dello sforzo, la gamba inizia a tremare.
Quello non è un attacco di panico...... ma solo il muscolo che arrivato al suo limite.
Se eri già magro e sei dovuto star fermo molto a lungo magari hai perso talmente tanto tono muscolare da rendere difficile pure camminare.
Se sei sceso sotto un certo limite potrebbe essere il caso di procedere con l'elettrostimolazione (Mi hanno detto che serve quando il muscolo è talmente debole da rendere difficile pure l'isometria.....)

Io appena ho rotto il legamento mi sono fatto 200 metri di pista camminando con il ginocchio che ogni tanto si piegava da solo di lato :cry: ... e poi all'ospedale ho camminato altri 100 metri per raggiungere l'ambulatorio dove ho preso in affitto le stampelle. Nessun tutore, solo una leggera fasciatura.
2 giorni dopo in camera in albergo giravo senza stampelle (che usavo solo quando uscivo dalla stanza) e dopo un mese e mezzo camminavo senza zoppicare.

Ora mercoledì ho iniziato a correre su tapisroulant.

L'unica cosa che ti posso dire è che in queste cose serve solo tanta COSTANZA. Non mollare e se è vero che non hai lesioni vedrai che con il tempo e lavorando costantemente (ma senza strafare.....) i risultati arrivano.

Non spaventarti per i dolorini........ ogni giorno che passava arrivava un dolorino nuovo, però questo era causato dai miglioramenti che facevo che mi rendevano possibili movimenti che prima non riuscivo a fare....... generalmente ogni nuovo dolore rappresentava un miglioramento, dolore che lentamente svaniva e veniva sostituito da uno nuovo.

Forza! e non ti scoraggiare! i primi giorni è dura psicologicamente..... poi ti abitui all'idea, o meglio ti rassegni, e ti poni come obiettivo di tornare anche più in forma di prima. Io ora su alcune cose sono già messo meglio che prima di farmi male il 31 dicembre 2008........ e questo dopo nemmeno 2 mesi di fisioterapia !

alex642002 09-06-2009 07:53

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27773382)
Io sono stato operato il 16 marzo e mercoledì scorso ho iniziato a correre sul tapisroulant.

Non pensavo di riuscirci, un po' per una cronica mancanza di fiato ed allenamento, un po' perchè qualche dolorino al ginocchio c'era. Ed invece ...... inclinazione 1,5° Velocità 7,5 km/h sono andato avanti 10 minuti senza nessun problema. Era forse più paura. Qualche dolorino all'inizio e poi basta. Poi qualche dolorino in più il giorno dopo e verso la fine della corsa inziavo a "sbandare" un po' per la stanchezza. Cosa però già successa prima di farmi male a causa della mia mancanza di allenamento.

Per me, per ora, è forse peggio fare le scale in discesa (per dolorini vari al ginocchio) che correre. Anche perchè il tapisroulant credo sia un po' ammortizzato.
Infatti sabato ho provato a correre per strada, ma li i dolori sono maggiori e zoppico un pochino durante la corsa.

Io Domenica mattina ho fatto la mia solita mezz'oretta di
corsa,e per la prima volta ho provato a correre in velocità e a correre sull'asfalto:tutto ok!:D Ma forse avrei dovuto già farlo da un pezzo..:( E' difficile trovare il punto di equilibrio tra la prudenza e il fatto che bisogna sempre un pò "forzare" per recuperare..;)
Prossimo passo il nuoto:sofico: :finora ho fatto solo qualche bracciata.Stranamente mi ha dato più fastidio al ginocchio quella che tanta corsa,mentre invece ho letto che molti hanno iniziato col nuoto:sarà solo questione di abituarsi a diversi movimenti?

gomma2408 09-06-2009 08:05

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27770102)
Cmq ho chiesto al fisioterapista la funzione del tutore (che non avevo ancora capito), mi ha detto che serve in parte a non far scaricare tutto il peso sull'articolazione del ginocchio, e poi, vabbè, a non flettere ed estendere oltre un certo limite prefissato. Quindi come dice Gomma credo sia prescritto + per chi si opera col rotuleo, dove il ginocchio potrebbe essere + debole. Anche se non ho capito perchè mi dovevano bloccare la flessione per 40 giorni a 90°

la flessione si blocca, se parli del caso di operazione con rotuleo, perchè dopo aver tolto 1/3 di questo tendine, lo stesso si è indebolito e flettendo viene "stirato" (lo allunghi cioè...) e quindi farebbe male e si aspetta che si abitui alla nuova condizione....
per il tutore c'è da considerare anche l'aspetto psicologico, hai la convinzione che indossando il tutore sei più al sicuro e stai più tranquillo.... oltre naturalmente ad evitare non danto le distorsioni quanto la traslazione anteriore della tibia rispetto al femore (movimento contrastato infatti dal LCA...).

Stefano Landau 09-06-2009 08:10

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27776124)
Io Domenica mattina ho fatto la mia solita mezz'oretta di
corsa,e per la prima volta ho provato a correre in velocità e a correre sull'asfalto:tutto ok!:D Ma forse avrei dovuto già farlo da un pezzo..:( E' difficile trovare il punto di equilibrio tra la prudenza e il fatto che bisogna sempre un pò "forzare" per recuperare..;)
Prossimo passo il nuoto:sofico: :finora ho fatto solo qualche bracciata.Stranamente mi ha dato più fastidio al ginocchio quella che tanta corsa,mentre invece ho letto che molti hanno iniziato col nuoto:sarà solo questione di abituarsi a diversi movimenti?

Io ho iniziato, approfittando del ponte del 2 giugno, prima con il nuoto che con la corsa, ovviamente solo a stile libero e senza nessun problema. Con la corsa su asfalto ho provato solo per qualche breve tratto di strada, anche perchè in città tra attraversamenti pedonali, marciapiedi &c più di 100-200 metri senza interruzioni è difficile fare e poi sempre con qualche dolorino al ginocchio........... Domenica mi sono anche fatto un primo giro molto tranquillo in bicicletta. Ora come ora forse è il mezzo che vedo meglio (A meno di non trovare una piscina vicino a casa o fare tutti i Week-end al mare.....)

gomma2408 09-06-2009 08:14

Quote:

Originariamente inviato da torre234 (Messaggio 27772642)
instabilita intesa che ho paura a camminarci sopra....adesso con quel girello ci ho camminato sopra....il tono muscol l ho perso gia ero magro di mio.poi sono stato convalescente x un altra cosa...e poi mi e accaduto questo..sono fermo da gennaio...cammino poi ad un certo punto mi devo sedere immed e tenermi il ginocchio..e se nn lo faccio entro in panico mi si irrigidisce e mi vengono come deoi tremori....

cioè se già prima sei stato fermo da gennaio, come scrivi, e ti sei fatto male i primi di maggio, ed eri già magro.... forse ti sei fatto male proprio perchè eri fermo già da almeno 4 mesi!!! poi ti sei fatto male ... è logico ti senti la gamba in queste condizioni.
Secondo me, come ha detto Stefano landau, ti sarebbe in una prima fase utile anche l'elettrostimolazione, io l'ho fatta dopo l'operazione e insieme all'isometria mi ha riportato a poter fare esercizi via via più pesanti e riprendere a camminare... il tono muscolare dopo un infortunio o operazione alle articolazioni, soprattutto il ginocchio, cala in maniera incredibile, e l'ho visto io che pure avevo fatto 1 mese e mezzo di rinforzo muscolare prima dell'intervento... quindi te con 5 mesi di fermo... devi capire che devi imparare piano piano anche a cammianre correttamente, è normale, se allinizio dopo 5 passi tiprende il panico, fanne 4 (è un esempio!) finchè non sei sicuro e poi passi a farne 5, 10, ecc.... vedrai che ce la fai.
Ti devi autoconvincere però ;)

Fabryzius 09-06-2009 17:16

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27773382)
Io sono stato operato il 16 marzo e mercoledì scorso ho iniziato a correre sul tapisroulant.

Non pensavo di riuscirci, un po' per una cronica mancanza di fiato ed allenamento, un po' perchè qualche dolorino al ginocchio c'era. Ed invece ...... inclinazione 1,5° Velocità 7,5 km/h sono andato avanti 10 minuti senza nessun problema. Era forse più paura. Qualche dolorino all'inizio e poi basta. Poi qualche dolorino in più il giorno dopo e verso la fine della corsa inziavo a "sbandare" un po' per la stanchezza. Cosa però già successa prima di farmi male a causa della mia mancanza di allenamento.

Per me, per ora, è forse peggio fare le scale in discesa (per dolorini vari al ginocchio) che correre. Anche perchè il tapisroulant credo sia un po' ammortizzato.
Infatti sabato ho provato a correre per strada, ma li i dolori sono maggiori e zoppico un pochino durante la corsa.

che vol dire scendere le scale di corsa ? Io riesco a farle a passo spedito, ma a correre rischiando una capitombolo non mi azzardo :)

a quanto la fai la leg extension Stefano ?

Stefano Landau 09-06-2009 20:07

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27784421)
che vol dire scendere le scale di corsa ? Io riesco a farle a passo spedito, ma a correre rischiando una capitombolo non mi azzardo :)

a quanto la fai la leg extension Stefano ?

Scale di corsa ? magari! In salita ho ancora alcuni dolorini, ma non va male, in discesa a volte zoppico ancora un po' .
Dicevo che per me è forse più difficile fare le scale in discesa per via dei dolorini al ginocchio, che correre sul tapisroulant.

Per il peso della leg extension dipende dalla macchina utilizzata. Io ho iniziato con 5 kg Monogamba sia in salita che in discesa con 3 serie da 10 ripetizioni, ed ora sono a 12,5 kg con 4 serie da 10. (Solo in discesa sono invece a 20 kg se non ricordo male......)

Però ho visto che cambiando macchina ho cambiato anche i pesi....... (Nel centro dove vado hanno più macchine della tecnogym di serie differenti, con quindi carichi differenti........su quella nuova metto 10 kg quando sulla vecchia ne metto 12.5 (sempre se non ricordo male......)

Con il leg press l'ultima volta ho fatto 60 kg con 4 o 5 serie da 10 monogamba in discesa (in salita spingo con entrambe )

Fabryzius 09-06-2009 20:21

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27786885)
Scale di corsa ? magari! In salita ho ancora alcuni dolorini, ma non va male, in discesa a volte zoppico ancora un po' .
Dicevo che per me è forse più difficile fare le scale in discesa per via dei dolorini al ginocchio, che correre sul tapisroulant.

Per il peso della leg extension dipende dalla macchina utilizzata. Io ho iniziato con 5 kg Monogamba sia in salita che in discesa con 3 serie da 10 ripetizioni, ed ora sono a 12,5 kg con 4 serie da 10. (Solo in discesa sono invece a 20 kg se non ricordo male......)

Però ho visto che cambiando macchina ho cambiato anche i pesi....... (Nel centro dove vado hanno più macchine della tecnogym di serie differenti, con quindi carichi differenti........su quella nuova metto 10 kg quando sulla vecchia ne metto 12.5 (sempre se non ricordo male......)

Con il leg press l'ultima volta ho fatto 60 kg con 4 o 5 serie da 10 monogamba in discesa (in salita spingo con entrambe )

la leg extension la fai monogamba ? Io per adesso faccio 15 kg ma con entrambe le gambe, 20 x 4

io le scale le faccio senza nessuna difficoltà, a volte mi capita qualche piccola fitta, però vado in scioltezza, adesso stò facendo 50 piani al mattino e 50 al pomeriggio con due cavigliere da 1 un kg, però ripeto, non mi azzardo a farle di corsa per i motivi sopra citati; dopo le scale mi sparo anche 35' di spin bike con resistenza ad incrementare.

Il gradino a fisioterapia lo fai ? Affondi ?

Fabryzius 09-06-2009 21:21

Vi posto la foto delle mie gambe, quella operata è quella vicino allo stipite della porta, scusate i calzini :)


Fabryzius 09-06-2009 21:48

Ma è vero che nonostante l'operazione al LCA si rischia l'artrosi ?

Stefano Landau 09-06-2009 21:59

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27787092)
la leg extension la fai monogamba ? Io per adesso faccio 15 kg ma con entrambe le gambe, 20 x 4

io le scale le faccio senza nessuna difficoltà, a volte mi capita qualche piccola fitta, però vado in scioltezza, adesso stò facendo 50 piani al mattino e 50 al pomeriggio con due cavigliere da 1 un kg, però ripeto, non mi azzardo a farle di corsa per i motivi sopra citati; dopo le scale mi sparo anche 35' di spin bike con resistenza ad incrementare.

Il gradino a fisioterapia lo fai ? Affondi ?

Ho provato a farlo all'inizio, poi il mio fisioterapista ha iniziato a farmi fare lex extension e pressa man mano facendo crescere il carico.

Di gradini ne faccio pochi. Ogni tanto arrivando a casa mi faccio i primi 3 o 4 piani a piedi (ed il resto in ascensore....), ma solo in salita.

Ora le scale le faccio senza eccessivi problemi, però ho sempre qualche dolorino sotto la rotula esternamente al rotuleo, per cui in salita mi viene da piegarmi leggermente in avanti con il busto, mentre in discesa spesso freno poco la discesa con la gamba operata.

Il gradino poi ho ripreso a farlo ieri senza particolare problemi (una serie da 10) solo che poi oggi mi sono trovato con il ginocchio un po' indolenzito. soprattutto nel fare appunto dei gradini.

Gli affondi li facevo solo in piscina, fuori non ho mai provato a farli, non riesco ancora a caricare molto peso sulla gamba in flessione per via dei dolorini sotto la rotula (in pratica sotto i due buchi dell'artroscopia)

Ora ho trovato un piccolo sgabello anche a casa ed ho iniziato a salire e scendere dal gradino anche a casa come parte degli esercizi mattutini e serali.

Domani dovrebbe rientrare il mio fisioterapista e vediamo che mi fa fare (le ultime due sedute le ho fatte con un'altro suo collega). Se mi fa andare avanti con il gradino ed il leg curl, iniziato praticamente solo da venerdì e ripreso a casa con 2 kg appesi alla caviglia. (Dovrò vedere di prendere delle cavigliere più pesanti..... ne 2 da 1 kg che metto una alla caviglia ed una al piede.......)

Da Longoni ne ho viste un paio da 2,5 kg. Sabato magari prendo quelle, a meno di non trovare il modo di fissare la zavorra delle immersioni. Per quello ho due sacchetti da 2kg di piombo ciscuno. Solo che essendo fatti per essere messi in speciali tasche su GAV devo capire come fissarli alle gambe!

Fabryzius 09-06-2009 22:43

anchio devo comprare delle cavigliere + pesanti, anche se avrei i pesi dei manubri...

...i dolorini che senti mi sà che sono le aderenze.

io per esempio la pressa non la faccio, non avendola ne a casa ne a fisioterapia, potrei fare squat con i manubri ma non me lo fa ancora fare.

Il gradino come lo fai ? Appoggi il piede destro, vai giù col sinistro, appena tocchi con la punta ritorni su estendendo tutta la gamba destra ? Io lo stò facendo con i pesi da 1 kg, 30 secondi da una parte e 30 dall'altra, per 3 volte, al massimo ritmo....diciamo che ti uccide :D

alex642002 09-06-2009 23:02

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27788026)
Vi posto la foto delle mie gambe, quella operata è quella vicino allo stipite della porta, scusate i calzini :)


Ciao!Ma è più grande l'operata dell'altra!:eek:

Fabryzius 09-06-2009 23:14

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 27789193)
Ciao!Ma è più grande l'operata dell'altra!:eek:

magari, un 2 cm buoni mi mancano

Stefano Landau 10-06-2009 08:24

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27788379)
Ma è vero che nonostante l'operazione al LCA si rischia l'artrosi ?

Da quanto ho sentito l'artrosi è dovuta al continuo slittamento del femore rispetto alla tibia.

Con l'operazione, se il neolegamento viene teso correttamente, secondo me il problema non dovrebbe più verificarsi, o per lo meno lo si potrebbe ritardare, dato che il ginocchio risulta più stabile.
Poi se ho ben capito, il g+s è più robusto ma più elastico, rispetto al rotuleo, quindi con il g+s un minimo di slittamento potrebbe rimanere a fronte di una maggior resistenza dell'impianto.
Però riesco a spostare in avanti il rischio artrosi di 20 anni..... passo da 20-25 a 40-45 anni...... vorrà dire che avrò problemi di artrosi a sopra gli 83-88 anni anzichè i 63-68 che gia è buono........

MGianluca 10-06-2009 10:51

Sono a 40 gg. dall'intervento e credo di essere a buon punto con la riabilitazione, ricordo che sono stato operato con il rotuleo.
La flessione passiva della gamba è quasi completa, mancano pochi cm. per arrivare a toccare il gluteo con il tallone.
Secondo voi quando posso iniziare a fare qualche corsetta sul tapis roulant e soprattutto posso (e quando)utilizzare la leg extension e con quale resistenza?
Ve lo chiedo perchè il mio fisioterapista è molto restio nel farmelo usare sia adesso che in futuro, a me sembra un pò eccessivo.

gomma2408 10-06-2009 11:11

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 27789312)
magari, un 2 cm buoni mi mancano

o forse è ancora GONFIA....:D :D :D :help: (si scherza, eh!!!!;) )

gomma2408 10-06-2009 11:14

Quote:

Originariamente inviato da MGianluca (Messaggio 27792840)
Sono a 40 gg. dall'intervento e credo di essere a buon punto con la riabilitazione, ricordo che sono stato operato con il rotuleo.
La flessione passiva della gamba è quasi completa, mancano pochi cm. per arrivare a toccare il gluteo con il tallone.
Secondo voi quando posso iniziare a fare qualche corsetta sul tapis roulant e soprattutto posso (e quando)utilizzare la leg extension e con quale resistenza?
Ve lo chiedo perchè il mio fisioterapista è molto restio nel farmelo usare sia adesso che in futuro, a me sembra un pò eccessivo.

con il rotuleo nel mio centro la leg extension ci vanno MOLTO cauti, fa bene il tuo fisioterapista... secondo me. Significa che da me la fanno usare non prima di due mesi e mezzo, e la corsa su tapis roulant (LA CORSA anche lenta, non la camminata che invece comincia prima....) non prima dei tre mesi, sia con rotuleo che con s+g ;)

gomma2408 10-06-2009 11:22

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 27790843)
Da quanto ho sentito l'artrosi è dovuta al continuo slittamento del femore rispetto alla tibia.

...

GIUSTO!
la cartilagine che riveste i condili ossei del femore è resistentissima in compressione, mentre molto più fragile su sollecitazioni di taglio, che si generano quando c'è uno slittamento relativo fra femore e piatto tibiale. Lo slittamento consentito da una BUONA operazione con s+g è talmente trascurabile che non causa artrosi di per sè.
Quello che invece causa artrosi anche se operati, è la situazione preesistente del ginocchio e soprattutto la parziale o totale asportazione di uno o entrambi i menischi. Infatti in passato si procedeva senza problemi alla loro asportazione in caso di rottura, mentre adesso le tecniche di intervento ai menischi prevedono un approccio più "conservativo" cercando ad es. la possibilità di suturazione delle lesioni. Solo in casi in cui la riparazione o sutura non è proprio possibile si prevede all'asportazione ma solo della minima parte possibile....
Questo perchè una volta innescata una lesione alla cartilagine, il processo auto riparativo è molto difficile ed al limite si arresta la sua degenerazione, ma una "guarigione" è molto difficile, quindi con l'operazione si arresta il progredire dell'artrosi, dilazionandolo nel tempo di molti anni... Un ginocchio operato sarà proprio perchè infortunato sempre più a rischio artrosi di uno sano....;) ... tutto qui.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 04:52.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.