Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Microsoft Windows 11 (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=210)
-   -   Chip TPM 2.0: cos'è e perché Microsoft ha deciso di renderlo obbligatorio (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2943147)


LL1 15-07-2021 16:30

stavo ragionando con più calma sul tuo pensiero :D .
Quote:

Originariamente inviato da baraco (Messaggio 47481888)
Ellelleuan (ti pronuncio in semi-inglese) non la buttare in caciara "forummante", il qui scrivente bazzicava nelle BBS e poi nei primi newsgroup forse prima che ti nascessi... Nascite e parti a parte (scusa il giro di parole)

questo per dire spiega, almeno secondo il modo di pensare, le resistenze buffonesche che accampi di volta in volta:
forse sei troppo stagionato :ciapet:

Quote:

stiamo discutendo di migliaia di euro che dovrò spendere tra qualche anno causa TPM due punto zero (te lo scrivo a lettere se hai difficoltà nel comprendere il nostro sistema numerico decimale - usa tu Guggl se non sai di cosa scrivo - ), capisci perché mi lagno?
puttanata, una CPU "TPM_due.punto.zero.idonea" è in circolazione dal 2016 anche tra le edizioni "per braccini corti" dunque dai 2000€ siamo ben lontani (tant'è vero che il PC che vedi in firma, fatto salvo la VGA, è costato nel dicembre 2020 circa 1000 euri e si mangia letteralmente quello che è la sommatoria della capacità di calcolo tuoi PC, provalo una volta di persona e poi mi dici se mi allargo visto che vengo da un i7 4790 e credo di sapere di cosa parlo) .
Quote:

E sto cercando di capire come non essere fregato se nel frattempo il TPM dovesse essere "forzato" oppure se si potrà bypassare questa cortina di ferro inespugnabile installando Windows Undici sui miei computer
te l'ho detto, 1 falla=1 mutanda (/CPU)

Le dovremo cambiare con la stessa frequenza, 1 al giorno :O

Quote:

Se non riesci a cogliere qualche battuta ironica rimane un problema tuo, e sicuramente al gentil pubblico leggente (e nemmeno pagante) non interesserà molto.
:fagiano:
è sicuramente come dici :D
Quote:

In quanto ai miei neuroni ti posso tranquillazzare, ho ancora la patente B, "guido" tutti i miei computer, tablet, smartphone, TV, impianti Hi-Fi, etc.etc. senza avere sostenuto l'esame TPM!
'azz :eek: , fenomeno!! :help:
Quote:

Chi deve rinsavire non sono io ma ALTRI che ci vogliono imporre una "caratteristica obbligatoria" che dobbiamo pagare a caro prezzo NOI!
Ti regaliamo Windows 11, tanto non potrai nemmeno installarlo...
:mad:
Sai chi si sente preso per i fondelli?
anche in questo caso è sicuramente cosi' :O


Ma a te non fanno cagare i sistemi MS??
Cazzo te frega a te di cosa fanno con 11, 12 etc??

Già 10 non lo sai gestire/è una tragedia, ma chi te lo fa fare di imbarcarti in una nuova avventura??...


E poi, lo sai:
ci metto una parolina buona e la licenza ti costerebbe troppo (siamo sui 600 al momento), pensa alla gnappa se ti tira ancora che è meglio di 11 :p

baraco 29-07-2021 14:18

LL1 io, ANZI MILIONI DI NOI POVERI UTENTI, se non fossimo stati abbandonati da MS perchè ha deciso di sotterrare il MITICO WINDOWS 7, non avremmo di certo installato Windows 10, poi che quest'ultimo SYSOP si sia rilevato un COLABRODO non e' colpa nostra, nonostante la tanto pubblicizzata sicurezza.
A me di Windows 11 non fregherebbe una beata MAZZA, ma se non l'hai capito saremo semplicemente OBBLIGATI, in quanto dal 14 ottobre 2025 se non passeremo a 11 "saremo abbandonati in mezzo ad una selva di ransomware che cripteranno tutti i nostri hard disk, chiedendoci un riscatto da 1 milione di euro in criptomonete, saremo impestati di virus provenienti direttamente e gratuitamente dal web che sotrarranno tutte le nostre credenziali bancarie e ci ridurranno sul lastrico, i worm corroderanno i BIOS dei nostri PC, s'impossesseranno in remoto della nostra identità digitale, dei nostri fascicoli sanitari (mostrando a tutto il mondo i malanni di cui soffro!) e non?!?!?!?"
Capito l'antifona?
:O
Questo "obbligo" non e' cosa da poco, ma comportera', per quanto mi riguarda, lo smaltimento in discarica di TUTTI i miei attuali computer ed il loro contemporaneo riacquisto.
Non mi faccio problemi a recarmi in discarica, ma mi preoccupa il successito riacquisto di tutto l'armamentario informatico!!
:mad:

E nel frattempo potrebbe pure essere stato violato il TPM 2.0... E via a buttare "tutto" e passare al TPM 3.0!
:doh:
Spero che MS rinsavisca ed allunghi fino al 2030 (meglio se 2040!!) il supporto a Windows 10!!!
GRAZIE IN ANTICIPO.
:D

LL1 29-07-2021 15:20

cazzi tuoi :O

baraco 04-08-2021 15:26

Non sono SOLO cavoli miei, ma di milioni di UTENTI, leggasi MI-LIO-NI (notare la sillabazione rafforzativa)....
:stordita:
Nessuno si è chiesto a cosa veramente questo TPM?
Quale scopo recondito si nasconde dietro questo modulo di piattaforma fidata?
È talmente "fidata" che sappiamo già di problemi di sicurezza sui dispositivi Surface... O ricordo male?
Servira' per controllare le nostre licenze?
A disabilitarci questo o quel software da remoto?
Ci stanno propinando tecnologie già violate nelle versioni precedenti e nulla vieta che con un'exploit zero-day.. Puff in un attimo senza che ce ne accorgiamo...
:mbe:

LL1 04-08-2021 18:26

ma levati di 'ulo e frugati, vedrai che il prossimo PC anche da 100euro che potrai permetterti supporterà nativamente 11 se proprio non puoi fare a meno di un sistema MS (da qui al 2025, infatti, riesci a mettere da parte 30 euro l'anno??....altrimenti puoi sempre cambiare lavoro e fare magari il cardiologo)..

lemming 04-08-2021 18:59

Quote:

Originariamente inviato da baraco (Messaggio 47498263)
[...]
Spero che MS rinsavisca ed allunghi fino al 2030 (meglio se 2040!!) il supporto a Windows 10!!!
GRAZIE IN ANTICIPO.
:D

Windows 10 per esempio durante la sua vità ha tolto il supporto alle schede video AGP, per cui non puoi più usare Windows 10 su un PC del 2005. Chiaramente puoi ancora usare le vecchie versioni di Windows 10 non più supportate finchè funzioneranno ma saranno vulnerabili a vulnerabilità note.

Se non vuoi stare a queste restrizioni, l'alternativa è Linux che notoriamente permette di usare sistemi anche più obsoleti.
Per esempio ora puoi tranquillamente usare un PC con un processore con almeno SSE2 (https://en.wikipedia.org/wiki/SSE2) e puoi navigare, giocare a dati videogames, usare libreoffice, leggere la posta elettronica...
Il vincolo di SSE2 è dato non dal sistema operativo ma da Chrome (e altri browser che lo seguono a ruota nella buona e cattiva sorte) che ha deciso che non vuole più supportare cpu senza tali istruzioni.

baraco 05-08-2021 04:46

Quote:

Originariamente inviato da lemming (Messaggio 47504893)
Windows 10 per esempio durante la sua vità ha tolto il supporto alle schede video AGP, per cui non puoi più usare Windows 10 su un PC del 2005. Chiaramente puoi ancora usare le vecchie versioni di Windows 10 non più supportate finchè funzioneranno ma saranno vulnerabili a vulnerabilità note.

Se non vuoi stare a queste restrizioni, l'alternativa è Linux che notoriamente permette di usare sistemi anche più obsoleti.
Per esempio ora puoi tranquillamente usare un PC con un processore con almeno SSE2 (https://en.wikipedia.org/wiki/SSE2) e puoi navigare, giocare a dati videogames, usare libreoffice, leggere la posta elettronica...
Il vincolo di SSE2 è dato non dal sistema operativo ma da Chrome (e altri browser che lo seguono a ruota nella buona e cattiva sorte) che ha deciso che non vuole più supportare cpu senza tali istruzioni.

Ho provato varie distribuzioni di Linux in passato e vuoi per problematiche di driver per le schede/aggeggi hardware (scanner, schede TV-SAT, etc.etc.) che possiedo, vuoi per mancanza di software che uso (ed ho pagato) in ambiente Windows le ho ammainate tutte.

baraco 05-08-2021 05:06

Quote:

Originariamente inviato da LL1 (Messaggio 47504867)
ma levati di 'ulo e frugati, vedrai che il prossimo PC anche da 100euro che potrai permetterti supporterà nativamente 11 se proprio non puoi fare a meno di un sistema MS (da qui al 2025, infatti, riesci a mettere da parte 30 euro l'anno??....altrimenti puoi sempre cambiare lavoro e fare magari il cardiologo)..

30 euro un corno, i computer da pensionare in famiglia sono 4 (quattro a lettere), e col cavolo esistono corsi on "laine" per diventare cardiologo LL1.
:fagiano:
Ma tra ora ed il 2025 ecco sembra che ci sia tantissimo tempo, invece la nostra vita rispetto al tempo siderale è meno di un lampo, e se pure in questo lampo ti devono inculcare scelte pagate col MIO/NOSTRO portafoglio in nome di una presunta sicurezza che NON ESISTE.... Anzi potrebbe nascondere un qualcosa di recondito che ci sfugge in questo momento.
:mad:

fracama87 14-08-2021 19:49

Quote:

Originariamente inviato da baraco (Messaggio 47505143)
30 euro un corno, i computer da pensionare in famiglia sono 4 (quattro a lettere), e col cavolo esistono corsi on "laine" per diventare cardiologo LL1.

:fagiano:

Ma tra ora ed il 2025 ecco sembra che ci sia tantissimo tempo, invece la nostra vita rispetto al tempo siderale è meno di un lampo, e se pure in questo lampo ti devono inculcare scelte pagate col MIO/NOSTRO portafoglio in nome di una presunta sicurezza che NON ESISTE.... Anzi potrebbe nascondere un qualcosa di recondito che ci sfugge in questo momento.

:mad:

Guarda io ho un pc fisso di qualche annetto... Che funziona notevolmente bene grazie agli update fatti nel tempo (ho una vecchia amd fx8320 e con 32gb di ram...) e non credo di voler cambiare presto. (ho anche un portatile i5 più recente ma abbastanza più lento) .

Il tpm si può comprare a parte come modulo (ora ha costi esorbitanti perché ne hanno fatto incetta ma calerà). E credo che più che altro lo vogliano usare per migliorare la sicurezza in alcuni ambiti di Windows (es rispetto ai rootkit) ma non è che sarà il guardiano della sicurezza del PC. Non è un antivirus...


Ci sono strumenti vari (di Windows ed esterni) pure proteggere da keylogger, cryptolockers e altra roba brutta.
Windows comunque va detto che ha migliorato la sicurezza integrata con Windows defender. Ma la protezione primaria è l'utente. Non a caso si parla spesso di attacchi di ingegneria sociale... (al lavoro ho seguito anche qualche corso in materia).


Detto questo Windows 11 si può installare saltando l'obbligatorietà del tpm con una modifica del registro. (Io l'ho fatto perché volevo cominciare a testare il sistema) e questa scorciatoia rimarrà probabilmente soprattutto per l'utenza business.

Il problema è che il nuovo menù start fa schifo! Ma si spera che da qui al 2025 lo migliorino come è stato per Windows 8.


Insomma credo che la verità sia in mezzo... 😂

Inviato dal mio ASUS_I01WD utilizzando Tapatalk

Nicodemo Timoteo Taddeo 15-08-2021 09:24

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47515468)
Detto questo Windows 11 si può installare saltando l'obbligatorietà del tpm con una modifica del registro. (Io l'ho fatto perché volevo cominciare a testare il sistema) e questa scorciatoia rimarrà probabilmente soprattutto per l'utenza business.

Gli attuali trucchi per installare 11 su hardware non ufficialmente supportato saranno resi inefficaci per la build definitiva, lo hanno detto chiaro più volte e son pronto a scommetterci i miei soliti due centesimi di euro :)

Ancor più vero per "l'utenza business", che è il vero obiettivo per l'imposizione di queste norme draconiane da parte di MS, è in quel settore che la sicurezza è importante veramente.

Ma anche perché generalmente in ambito professionale non si cambiano/aggiornano i sistemi operativi alle nuove versioni, ma si cambiano i computer tout court alla fine del ciclo vita previsto dalle politiche aziendali. I nuovi computer sono tutti con TPM disponibile e attivato, già pronti per 11, i vecchi restano con 10. Nessuno va a comprare il modulo TPM per installare 11 su vecchi PC aziendali.

fracama87 15-08-2021 18:47

Quote:

Originariamente inviato da Nicodemo Timoteo Taddeo (Messaggio 47515699)
Gli attuali trucchi per installare 11 su hardware non ufficialmente supportato saranno resi inefficaci per la build definitiva, lo hanno detto chiaro più volte e son pronto a scommetterci i miei soliti due centesimi di euro :)

Ancor più vero per "l'utenza business", che è il vero obiettivo per l'imposizione di queste norme draconiane da parte di MS, è in quel settore che la sicurezza è importante veramente.

Ma anche perché generalmente in ambito professionale non si cambiano/aggiornano i sistemi operativi alle nuove versioni, ma si cambiano i computer tout court alla fine del ciclo vita previsto dalle politiche aziendali. I nuovi computer sono tutti con TPM disponibile e attivato, già pronti per 11, i vecchi restano con 10. Nessuno va a comprare il modulo TPM per installare 11 su vecchi PC aziendali.

Perdonami ma per poter capire meglio nel merito mi posteresti qualche articolo in merito?
Io le ultime informazioni le trovo a giugno/luglio:

https://www.zeusnews.it/n.php?c=28862
https://www.tomshardware.com/news/wi...urpose-systems

Ora saranno edizioni speciali? Vero ma come dice il secondo articolo è decisamente probabile che si potrà forzare. D'altronde non è la prima volta che microsoft fa un clamoroso voltafaccia. Anzi è la prassi.
Io scommetto che chi vuole potrà forzare l'installazione e in definitiva microsoft cederà al requisito per qualche altro anno. Poi. Nel 2030 quasi tutti i pc lo avranno? Possibile, salvo ci si metta in mezzo la politica (a livello Usa/europeo) con leggi opportune.

D'altronde se così non fosse Windows 11 avrebbe una percentuale di diffusione estremamente basso (così come è stato per windows 8) ma questo per loro è un grave danno che hanno cercato di limitare in tutti i modi con windows 8.

Poi faccio notare come abbiano prolungato di molto la vita di windows 7 e XP. Se molti utenti nel 2025 saranno ancora a windows 10 (e capiterà perchè non cambieranno tutti pc in soli 4 anni) ne prolungheranno la vita per evitare di avere troppe macchine esposte ai virus (ovvero rischio botnet). Ovviamente l'utenza aziendale avrà proroghe maggiori... proprio perchè parli di cicli di vita... in MOLTE aziende i cicli di vita dei PC sono belli lunghi...Windows 7 è stato pensionato solo l'anno scorso.

Nicodemo Timoteo Taddeo 16-08-2021 08:53

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47516144)
Perdonami ma per poter capire meglio nel merito mi posteresti qualche articolo in merito?
Io le ultime informazioni le trovo a giugno/luglio:

Con mezzo giro di google ho trovato questo:

"Microsoft's Program Manager Aria Carley has confirmed that it would not be possible to bypass Windows 11's TPM 2.0 and Secure Boot requirements once the OS launches some time in October. Insider builds can currently be installed on a wider range of Intel and AMD CPUs, but the OS will support only Intel 8th gen and above and AMD Ryzen 2000 and above consumer processors at launch with no way to bypass these enforcements."


https://www.notebookcheck.net/Window....552733.0.html

Puoi naturalmente non crederci, per me non cambia niente, ad ogni modo ne riparleremo quando ci sarà la versione definitiva e vedremo come staranno le cose :)

fracama87 16-08-2021 11:35

Quote:

Originariamente inviato da Nicodemo Timoteo Taddeo (Messaggio 47516400)
Con mezzo giro di google ho trovato questo:

"Microsoft's Program Manager Aria Carley has confirmed that it would not be possible to bypass Windows 11's TPM 2.0 and Secure Boot requirements once the OS launches some time in October. Insider builds can currently be installed on a wider range of Intel and AMD CPUs, but the OS will support only Intel 8th gen and above and AMD Ryzen 2000 and above consumer processors at launch with no way to bypass these enforcements."


https://www.notebookcheck.net/Window....552733.0.html

Puoi naturalmente non crederci, per me non cambia niente, ad ogni modo ne riparleremo quando ci sarà la versione definitiva e vedremo come staranno le cose :)

Dal tuo link.
Quote:

That being said, since Microsoft does offer OEMs a special image that does not warrant a TPM in special cases, it is very much possible that someone will eventually find a way to bypass this.
Quindi ci sarà di sicuro una versione senza TPM. E quella versione trapelerà di sicuro. Basta che non facciano un check versione-licenza e la questione è risolta.
Poi appunto questo è l'inizio. Come dicevo Microsoft ha SPESSISSIMO provato a forzare su certe cose salvo fare clamorosi dietrofront.

Quindi ci credo che proveranno a renderlo obbligatorio soprattutto all'inizio ma come dice quell'articolo molto probabilmente continueranno a esserci soluzioni. E, aggiungo IMHO, MS farà dietrofront in qualche modo o spingerà la data oltre al '25.

Nicodemo Timoteo Taddeo 16-08-2021 11:46

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47516605)
Dal tuo link.


Quindi ci sarà di sicuro una versione senza TPM.

No la frase che hai quotato non dice esattamente questo , ma che qualcuno potrebbe trovare una soluzione alternativa per bypassare i controlli.

Pensavo stessimo parlando di cose ufficiali e supportate da MS. Se si passa all'hackeraggio si può ovviamente prevedere o ipotizzare tutto ed il contrario di tutto, ma restano operazioni non ufficiali e non supportate con tutte le possibili conseguenze del caso. Esempio semplice, difficoltà con gli aggiornamenti e la necessità di dover riapplicare le modifiche a seguito di ogni aggiornamento che ha rimesso le cose come vuole MS. Io preferisco pensare alle cose ufficiali.



Quote:

E, aggiungo IMHO, MS farà dietrofront in qualche modo o spingerà la data oltre al '25.
E questo è del tutto normale e comprensibile, ma riguarda 10 non 11. E non farebbe altro che confermare quello che ho scritto prima, cioè che in ambito business non si cambiano i sistemi operativi di norma, si cambiano i computer. E sono già diversi anni che i computer dedicati al mondo aziendale hanno i requisiti per installare 11, nel 2025 li avranno tutti, anche quelli che ci si assembla in casa. Già in questi giorni Asus sta fornendo aggiornamenti BIOS per le sue recenti schede madri in modo da attivare il TPM2 di default.

fracama87 16-08-2021 13:01

Quote:

Originariamente inviato da Nicodemo Timoteo Taddeo (Messaggio 47516619)
No la frase che hai quotato non dice esattamente questo , ma che qualcuno potrebbe trovare una soluzione alternativa per bypassare i controlli.

Pensavo stessimo parlando di cose ufficiali e supportate da MS. Se si passa all'hackeraggio si può ovviamente prevedere o ipotizzare tutto ed il contrario di tutto, ma restano operazioni non ufficiali e non supportate con tutte le possibili conseguenze del caso. Esempio semplice, difficoltà con gli aggiornamenti e la necessità di dover riapplicare le modifiche a seguito di ogni aggiornamento che ha rimesso le cose come vuole MS. Io preferisco pensare alle cose ufficiali.


E questo è del tutto normale e comprensibile, ma riguarda 10 non 11. E non farebbe altro che confermare quello che ho scritto prima, cioè che in ambito business non si cambiano i sistemi operativi di norma, si cambiano i computer. E sono già diversi anni che i computer dedicati al mondo aziendale hanno i requisiti per installare 11, nel 2025 li avranno tutti, anche quelli che ci si assembla in casa. Già in questi giorni Asus sta fornendo aggiornamenti BIOS per le sue recenti schede madri in modo da attivare il TPM2 di default.

Questa frase (che avevo quotato) significa molto chiaramente quello che ho scritto prima. Ovvero che ci sarà una versione ecc ecc...

"That being said, since Microsoft does offer OEMs a special image that does not warrant a TPM in special cases...".


Che in ambito aziendale si cambiano i pc è vero. Che nel 2025 tutti i pc di tutte le aziende saranno aggiornati dubito seriamente....
E avendo io 2 portatili (uno personale e uno di lavoro) se non ciocca non credo di cambiare il mio fisso assemblato fra 4 anni visto che non ha alcun problema prestazionale per me che non gioco. E credo che non sarò un caso isolato. Anzi. È cosa piuttosto certa.
Sono aumentate le prestazioni dei fissi ma non ugualmente i requisiti (salvo che uno non giochi), infatti molti portatili consumano meno ma hanno prestazioni simili...

D'altronde ripeto per Microsoft andare avanti diversi anni con una forte frammentazione (ed è quello che accadrebbe con tale politica) è sempre stato un insuccesso.
Nel 2019 si vendevano portatili con cpu intel 8th (come lo Spectre che ho comprato), che vuol dire che nel 2018 si vendevano tranquillamente quelli con la 7th. Ora Microsoft sta escludendo pc venduti 3 anni fa. Nel 2025 avrebbero 7 anni. Moltissimi tengono pc più a lungo. In azienda e fuori.


Considerando poi che già normalmente non tutti fanno gli upgrade Microsoft si troverà un'adesione talmente ridicola che sarà sotto pressione mediatica e cambierà qualcosa.

Ripeto mi ricorda i fiaschi di Windows 8, vista... D'altronde Microsoft fa sempre così una buona e una pessima ed è il turno della versione "scarsa". 😂

Inviato dal mio ASUS_I01WD utilizzando Tapatalk

Nicodemo Timoteo Taddeo 16-08-2021 17:18

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47516695)
Questa frase (che avevo quotato) significa molto chiaramente quello che ho scritto prima. Ovvero che ci sarà una versione ecc ecc...

"That being said, since Microsoft does offer OEMs a special image that does not warrant a TPM in special cases...".

Probabilmente non è chiaro che OEM non vuol dire normali utenti e neanche aziende non produttrici di PC. OEM sono i produttori di personal computer,

Se gli OEM ricevono qualche iso particolare di 11 per chissà quale motivo, se la ricevono o la riceveranno io non ho certezze, sarà del tutto ininfluente per il nostro discorso: I personal computer in vendita già OGGI sono pronti per 11, cioè ne coprono i requisiti di installazione previsti da MS.

Quella iso non finisce in maniera "legale" nel tuo computer o su uno normalmente in vendita nei tradizionali canali per il semplice motivo che le licenze OEM sono allegabili solo alla vendita di hardware nuovo e già oggi i PC in vendita sono pronti per 11. Nel peggiore dei casi c'è solo da attivare qualche impostazione nel BIOS, ma scommetto che da qui al rilascio di 11 non servirà neanche questo.

fracama87 16-08-2021 20:21

Quote:

Originariamente inviato da Nicodemo Timoteo Taddeo (Messaggio 47516977)
Probabilmente non è chiaro che OEM non vuol dire normali utenti e neanche aziende non produttrici di PC. OEM sono i produttori di personal computer,

Se gli OEM ricevono qualche iso particolare di 11 per chissà quale motivo, se la ricevono o la riceveranno io non ho certezze, sarà del tutto ininfluente per il nostro discorso: I personal computer in vendita già OGGI sono pronti per 11, cioè ne coprono i requisiti di installazione previsti da MS.

Quella iso non finisce in maniera "legale" nel tuo computer o su uno normalmente in vendita nei tradizionali canali per il semplice motivo che le licenze OEM sono allegabili solo alla vendita di hardware nuovo e già oggi i PC in vendita sono pronti per 11. Nel peggiore dei casi c'è solo da attivare qualche impostazione nel BIOS, ma scommetto che da qui al rilascio di 11 non servirà neanche questo.

È chiarissimo il significato di OEM.

Il punto che forse non è chiaro come scrivevano in diversi articoli è che alcuni stati hanno vietato il tpm e per questo devono fare versioni almeno per OEM senza tale vincolo.

Ora se tali build trapelano (ed è cosa certa) e io uso una licenza valida (che ho già) non commetto nulla di illegale. La licenza è valida per l'uso non oem (e il mio pc sarà non oem) ed è quella che conta... Non ho craccato il sistema.

Al massimo non piace a Microsoft ci sto. Ma è perfettamente legale. E sono pronto a scommettere che sarà pieno di guide su come farlo su siti assolutamente affidabili.

Inviato dal mio ASUS_I01WD utilizzando Tapatalk

Nicodemo Timoteo Taddeo 17-08-2021 09:00

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47517149)
È chiarissimo il significato di OEM.

Il punto che forse non è chiaro come scrivevano in diversi articoli è che alcuni stati hanno vietato il tpm e per questo devono fare versioni almeno per OEM senza tale vincolo.

Non focalizziamoci esclusivamente sul TPM2, è solo uno dei requisiti richiesti per l'installazione di 11. Ce ne sono altri importanti, quali la generazione del processore e l'obbligo del secure boot. Una eventuale .iso ufficiale che consentisse di bypassare la richiesta del TPM2 non serve quasi nessuno, perché se hai un processore supportato, hai già il TPM2 attivabile se non già attivato di default. Il secure boot attivato è altrettanto importante perché esclude l'installazione di driver obsoleti o non adeguati alle richieste di MS.

E si torna la discorso di prima, se hai un computer degli ultimi due-tre anni hai già un computer pronto per 11. Se hai un computer più vecchio, se MS mantiene la parola, sarà ufficialmente tagliato fuori.

fracama87 18-08-2021 05:16

Quote:

Originariamente inviato da Nicodemo Timoteo Taddeo (Messaggio 47517346)
Non focalizziamoci esclusivamente sul TPM2, è solo uno dei requisiti richiesti per l'installazione di 11. Ce ne sono altri importanti, quali la generazione del processore e l'obbligo del secure boot. Una eventuale .iso ufficiale che consentisse di bypassare la richiesta del TPM2 non serve quasi nessuno, perché se hai un processore supportato, hai già il TPM2 attivabile se non già attivato di default. Il secure boot attivato è altrettanto importante perché esclude l'installazione di driver obsoleti o non adeguati alle richieste di MS.

E si torna la discorso di prima, se hai un computer degli ultimi due-tre anni hai già un computer pronto per 11. Se hai un computer più vecchio, se MS mantiene la parola, sarà ufficialmente tagliato fuori.

Vedremo presto. Io scommetto i miei 2 cent che sarà ufficialmente tagliato fuori e che ci saranno trucchi facili/build oem che salteranno l'intero set di requisiti. (E che poi Microsoft cambierà linea prima di due anni).
D'altronde è stato possibile per parecchi anni installare, in modo legale sebbene non ortodosso né ufficiale, Windows media center su Windows 10 (forse è ancora possibile dopo diversi anni sono passato a wintv di huappauge).

Inviato dal mio ASUS_I01WD utilizzando Tapatalk

Tigre. 18-08-2021 09:13

Quote:

Originariamente inviato da fracama87 (Messaggio 47517149)
Ora se tali build trapelano (ed è cosa certa) e io uso una licenza valida (che ho già) non commetto nulla di illegale. La licenza è valida per l'uso non oem (e il mio pc sarà non oem) ed è quella che conta... Non ho craccato il sistema.

Al massimo non piace a Microsoft ci sto. Ma è perfettamente legale. E sono pronto a scommettere che sarà pieno di guide su come farlo su siti assolutamente affidabili.

Più che altro Microsoft ti dirà che la tua licenza non è valida per l'attivazione di quella particolare build essendo appunto legata ad un altra versione, per capirci se io ho una licenza per Windows Home non è che con la stessa attivo anche la Pro o altre versioni, in fase di attivazione mi chiederà giustamente la key della licenza della versione Pro o della build che ho installato.

Inoltre, resta da capire come trapela al netto che attualmente le versioni OEM non possono essere vendute all'utente finale, che poi lo si faccia lo stesso è un'altro discorso ma legalmente non è corretto anche se hai a tutti gli effetti una licenza ufficiale, insomma in quello che descrivi di legale c'è poco per non dire niente.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 10:29.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.