Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


alex642002 18-10-2010 18:45

Quote:

Originariamente inviato da pindol (Messaggio 33393799)
salve ragazzi...

ieri sono caduto col quad, mi si è ribaltato addosso schiacciandomi tutte e due le gambe.

sono andato subito in ospedale a fare le lastre e perfortuna non ci sono fratture... ho solo due grosse botte nella zona del vasto mediale destro e sulla rotula e appena sotto la rotula nel sinistro (che però sembra essere poco grave visto che il dolore è appena percepibile)

riesco a piegare le gambe normalmente anche se nel piegare la destra sento un po' di dolore al vasto mediale che sicuramente ha preso una gran botta.

volevo sapere se con i legamenti rotti si riesce normalmente a piegare le gambe o no?

Pindol

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33394133)
Dipende dal trauma subito. Per esempio io appena dopo la rottura del legamento crociato anteriore il ginocchio lo piegavo benissimo. L'unica problema era che non potevo caricare peso sulla gamba, in quel caso il ginocchio cedeva piegandosi di lato.
In ambulanza ho tranquillamente piegato il ginocchio per slacciare gli scarponi da sci!

Poi la mattina dopo mi si era gonfiato il ginocchio e quindi diventava più problematico piegare il ginocchio. Il blocco però era causato dal versamento (e dal gonfiore) che però può capitare anche per altri motivi.

Lo stesso per me.Anche a me camminando dopo esser caduto come un sacco di patate mi si piegava il ginocchio di lato.Eppure sono riuscito a tornare a casa guidando:la mattina dopo però avevo il ginocchio gonfio come un pallone!
Ma quello è dovuto al versamento intrarticolare,non alla rottura del legamento in sè.C'è anche chi come Gomma lo ha avuto rotto per anni senza accorgersene.

Arauto 18-10-2010 20:38

Sono un po meravigliato: mi ha detto il dottore che farò l'intervento in giornata, cioè tornerò a casa lo stesso giorno!!!???? A qualcuno di voi è successo cosi? Boh!

Altra cosa, ho cominciato a fare palestra, e sento il ginocchio cosi bene e le gambe toniche che mi fa pensare: ma perché devo operarmi, se sto benissimo?

Insomma, che durezza!!!

alex642002 19-10-2010 08:43

Quote:

Originariamente inviato da Arauto (Messaggio 33398157)
Sono un po meravigliato: mi ha detto il dottore che farò l'intervento in giornata, cioè tornerò a casa lo stesso giorno!!!???? A qualcuno di voi è successo cosi? Boh!

Altra cosa, ho cominciato a fare palestra, e sento il ginocchio cosi bene e le gambe toniche che mi fa pensare: ma perché devo operarmi, se sto benissimo?

Insomma, che durezza!!!

Ma non avevi detto che avevi problemi di stabilità?:confused:

gomma2408 19-10-2010 09:20

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33400759)
Ma non avevi detto che avevi problemi di stabilità?:confused:

eh, vero, ma si vede che aveva instabilità prima di fare palestra, ora con questa gli sembra che le gambe rispondano bene.... sarà così!!
Comunque l'effetto è questo, sembra stabile il ginocchio, ed in effetti lo è, perchè le fibre muscolari se belle toniche tengono fermo il ginocchio anche da sole, il fatto è che lo fanno SOLO quando sono contratte.
Quindi un movimento anomalo o un urto ad es contro un avversario negli sport con contatto mentre la muscolatura non è contratta lascia il ginocchio libero di andarsene dove gli pare....:D :D :D mentre il legamento avrebbe proprio il compito di impedire questi movimenti! :read:

gomma2408 19-10-2010 09:29

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33394611)
della leg extension io la facevo tutta....da 0 (estensione completa) finoa lla max flessione, addirittura ricordo che avevo difficoltà a far entrare il piede sotto al salsicciotto x quanto fosse in basso!ma io ti aprlo semrpe di quando ero "sano" :D

sulla leg press in effetti n ci ho pensato, allora forse nn ricordo la pesatura! va beh pero tu fai conto che io peso 65 cbhili, se levi le gambe è qualcosa di meno, quindi ogni gamba regge tipo 30 chi9li o anche meno....pero quando fai le scale in effetti carichi tutto su una gamba! :sofico: nn ci avevo pensato....a volte le faccio addirittua a due a due! :D anche ora....

p.s. proprio oggi sempre leggendo link inerenti l'argomento (ormai mi documento molto di piu, anche grazie allo spirtio scientifico che mi ha trasmesso questo forum=) sn incappato in un altro caso (ma tutti i casi piu sfigati tutti io li trovo :doh: ) di un povero cristo che si è operato non ho ben capito se di legamenti o qualche altra cosa a livello rotuleo e gli è venuta un'infezione articolare, che non è stata nemmeno riconosciuta (tutto questo al famosissimo Rizzoli di Bologna) ed è incappato in una osteomielite in stato avanzato,x al quale hanno dovuto amputargli la gamba! Assurdo! :muro:

ma vi pare possibile?

invece un altro link parla di nuove tecniche che nn usano piu il gracile e semitndinoso, ma solo uno dei due quadruplicato! :mbe:

Ciao, allora capisco il perchè dei pesi che dicevi....:D con il ginocchio tutto piegato lo sforzo è molto maggiore che nella seconda fase dell'estensione! ;)
Inoltre sollecita oltremodo la pressione rotulea sul condilo femorale, e quindi "preme" molto sulle cartilagini.... motivo per cui io ho sempre evitato la max flessione come la peste(rimanendo così però con un certo deficit alle max flessioni....:( )

Le infezioni interne a seguito di interventi chirurgici sono sempre possibili, e il peggior esito che possono avere (oltre anche al decesso del paziente!!!!) è proprio la necrosi dei tessuti fino ad arrivare negli arti alla loro amputazione....ma si ritorna in quei casi che è mille volte più probabile avere un incidente stradale mentre vai a ricoverarti in ospedale che i rischi di conseguenze serie dopo una infezione.... (una infezione può essere anche debellata in tempo... anche tramite una ulteriore operazione...)

IL semitendinoso quadruplicato è in uso come tecnica già da diversi anni, viene fatto su persone in cui tale muscolo è così lungo da consentire di ripiegarlo su se stesso per 4 volte, evitando così di prelevare da altri muscoli (es. semitendinoso triplicato + gracile, ecc...)
Si parla di una lunghezza di almeno 32 cm per il prelievo.

;)

Delfino81 19-10-2010 09:56

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33401063)
Ciao, allora capisco il perchè dei pesi che dicevi....:D con il ginocchio tutto piegato lo sforzo è molto maggiore che nella seconda fase dell'estensione! ;)
Inoltre sollecita oltremodo la pressione rotulea sul condilo femorale, e quindi "preme" molto sulle cartilagini.... motivo per cui io ho sempre evitato la max flessione come la peste(rimanendo così però con un certo deficit alle max flessioni....:( )

Le infezioni interne a seguito di interventi chirurgici sono sempre possibili, e il peggior esito che possono avere (oltre anche al decesso del paziente!!!!) è proprio la necrosi dei tessuti fino ad arrivare negli arti alla loro amputazione....ma si ritorna in quei casi che è mille volte più probabile avere un incidente stradale mentre vai a ricoverarti in ospedale che i rischi di conseguenze serie dopo una infezione.... (una infezione può essere anche debellata in tempo... anche tramite una ulteriore operazione...)

IL semitendinoso quadruplicato è in uso come tecnica già da diversi anni, viene fatto su persone in cui tale muscolo è così lungo da consentire di ripiegarlo su se stesso per 4 volte, evitando così di prelevare da altri muscoli (es. semitendinoso triplicato + gracile, ecc...)
Si parla di una lunghezza di almeno 32 cm per il prelievo.

;)


capisco! :) ma di solito le complicazioni di

a)trombosi venosa e

b)infezione articolare

come si riconoscono e dopo quanto tempo potrebbero "sbucare" fuori?? un amico del forum disse di avere avuto una tromboflebite (o x lo meno di essersene accorto) dopo u mese dall'intervento!la paura mia di queste tromboflebiti è come ti dissi il poter danneggiare in modo permanente le valvole a nido di rondine e dover potatre la calza antitroombotica a vita (purtroppo da un punto di vista psicologico ho una brutta "malattia", che assorbo tutti gli avvenimenti che mi circondano, nel qual caso, la situazione di mio nonno, e mi chiedo semrpe se possano capitare anche a me, ma nn solo in ambito medico :cool: )

l'infezione credo sia uno scazzo piu grande....ma x correr ai ripari, si riopera sempre? o ti possono dare antibiotici x un lungo periodo di tempo? io sentivo di 2lavaggi artroscopici" nei casi peggiori....quidni imamgino che ti "rioperino" piu volte il ginocchio....credo pure io che prima di arrivare a una necrosi tessutale o ossea tale da ampuatare la gamba ce ne corra assai....non so quantificare cio xo....in medicina alcune cose anche "blande" vanno rpese inn strettisimo tempo (è il caso dell'appendicite che degenera pericolosamente in peritonite dopo 48 ore max se non preso in tempo)...spero che nonnai anche il caso dell'infezione articolare, che i rischi di necrosi sian o piu seri di quel che si pensa!
piu ceh altro la paura mia è che queste complicazioni sia difficile riconoscerle per il paziente, specie nell'immediato post operatorio(diciamo 2 settimane almeno), xke con la gamba tutta gonfia come e peggio di quando ci si è spaccati (nel mio caso dubito che si gonfierà piu di allora, si gonfiò davvero tanto!), e con tutti i colori che assumerà (rossastro, violaceo, nero, ecc:D ), piu il dolore, uno si chiede "ma va tutto bene"? è tutto normale? o cè qualcosa che non va? quindi x una persona "ipocondriaca" piu di me si rischierebbe di pensare sempre al peggio, e farsi accompagnare ogni giorno al pronto soccorso (ve lo immaginate^??? :sofico: ) o, all'estremo opposto, si potrebbe dire "va beh è tutto normale dopo un'operazione" e magari invece il quadro post operatorio fa covare una qualche complicazioen di cui ci si può non accorgere!

Arauto 19-10-2010 14:11

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33400759)
Ma non avevi detto che avevi problemi di stabilità?:confused:

Si, ma solo quando gioco a calcetto (3 piccole distorsioni in 4 anni)

Comunque il mio era solo uno sfogo come x dire: "come sono sfigato"!!!:D

Forza e Coraggio!!

Arauto 19-10-2010 14:23

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33400996)
eh, vero, ma si vede che aveva instabilità prima di fare palestra, ora con questa gli sembra che le gambe rispondano bene.... sarà così!!
Comunque l'effetto è questo, sembra stabile il ginocchio, ed in effetti lo è, perchè le fibre muscolari se belle toniche tengono fermo il ginocchio anche da sole, il fatto è che lo fanno SOLO quando sono contratte.
Quindi un movimento anomalo o un urto ad es contro un avversario negli sport con contatto mentre la muscolatura non è contratta lascia il ginocchio libero di andarsene dove gli pare....:D :D :D mentre il legamento avrebbe proprio il compito di impedire questi movimenti! :read:

Parole Sante!
Io proprio perché facevo palestra anche prima avevo i muscoli abbastanza tonici e quindi mi permetteranno di giocare a calcetto durante anni senza noie (chissà da quando si è rotto questo legamento, perché non mi ricordo di avere avuto traumi, a parte 3 piccole distorsioni negli ultimi 4 anni). La prima volta il dolore mi è durato 5 minuti, e dopo ho pure ripreso la partita.
La seconda volta sono andato a casa, ma il giorno dopo non sentivo nulla. Purtroppo la terza volta è stata più dura, ho avuto un piccolo gonfiore e tanti dolori, sono rimasto a casa una settimana, e ancora oggi, dopo 6 mesi circa sento qualche fastidio al ginocchio, ma poco poco...

gomma2408 20-10-2010 08:43

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33401310)
capisco! :) ma di solito le complicazioni di

a)trombosi venosa e

b)infezione articolare

come si riconoscono e dopo quanto tempo potrebbero "sbucare" fuori?? un amico del forum disse di avere avuto una tromboflebite (o x lo meno di essersene accorto) dopo u mese dall'intervento!la paura mia di queste tromboflebiti è come ti dissi il poter danneggiare in modo permanente le valvole a nido di rondine e dover potatre la calza antitroombotica a vita (purtroppo da un punto di vista psicologico ho una brutta "malattia", che assorbo tutti gli avvenimenti che mi circondano, nel qual caso, la situazione di mio nonno, e mi chiedo semrpe se possano capitare anche a me, ma nn solo in ambito medico :cool: )

l'infezione credo sia uno scazzo piu grande....ma x correr ai ripari, si riopera sempre? o ti possono dare antibiotici x un lungo periodo di tempo? io sentivo di 2lavaggi artroscopici" nei casi peggiori....quidni imamgino che ti "rioperino" piu volte il ginocchio....credo pure io che prima di arrivare a una necrosi tessutale o ossea tale da ampuatare la gamba ce ne corra assai....non so quantificare cio xo....in medicina alcune cose anche "blande" vanno rpese inn strettisimo tempo (è il caso dell'appendicite che degenera pericolosamente in peritonite dopo 48 ore max se non preso in tempo)...spero che nonnai anche il caso dell'infezione articolare, che i rischi di necrosi sian o piu seri di quel che si pensa!
piu ceh altro la paura mia è che queste complicazioni sia difficile riconoscerle per il paziente, specie nell'immediato post operatorio(diciamo 2 settimane almeno), xke con la gamba tutta gonfia come e peggio di quando ci si è spaccati (nel mio caso dubito che si gonfierà piu di allora, si gonfiò davvero tanto!), e con tutti i colori che assumerà (rossastro, violaceo, nero, ecc:D ), piu il dolore, uno si chiede "ma va tutto bene"? è tutto normale? o cè qualcosa che non va? quindi x una persona "ipocondriaca" piu di me si rischierebbe di pensare sempre al peggio, e farsi accompagnare ogni giorno al pronto soccorso (ve lo immaginate^??? :sofico: ) o, all'estremo opposto, si potrebbe dire "va beh è tutto normale dopo un'operazione" e magari invece il quadro post operatorio fa covare una qualche complicazioen di cui ci si può non accorgere!

eh, vero, ma una flebite o infezione in genere quando si presenta, dà altri sintomi precisi, uno fra tutti la febbre elevata che non passa.... dopo l'operazione una febbriciattola tipo 37/ 37.2 la può dare (io l'ho avuta per circa 7 gg... ad esempio...) ma se sale è indice sicuramente di qualcosa che non va e da SUBITO! ;)
Si riconduce sempre tutto lì: la bravura di chi ti opera e/o di chi ti visita..... ad es io invece non mi spavento una volta deciso di fare le cose e avevo un dolore che non mi faceva neanche andare in bagno.. o mettere a sedere, dovevo solo stare sdraiato (il flusso del sangue come mettevo il ginocchio in posizione più bassa del tronco/bacino premeva dall'interno verso l'esterno sulla cicatrice, e mi faceva "strappare i punti, o meglio le grappette metalliche.... di questo mi è rimasto il ricordo "visivo" in quanto le cicatrici delle grappette sono ben visibili rispetto anche alla cicatrice del taglio...) però dicevo: vabbè, mi sarà toccata così può capitare.... io che sopporto molto il dolore però qualche dubbio ce l'avevo, l'ho spiegato al telefono al chirurgo il quale mi ha detto di andare da lui la mattina seguente.
Poi invece mi richiama dopo una mezz'ora scarsa e mi dice: "no, meglio vieni giù subito che io ci sono... così vediamo" ed in effetti è stato meglio, perchè c'era da intervenire subito, asportando tutto il sangue coagulato e non che si era formato in una borsa sotto la sede della cicatrice principale.

Cioè un medico anche da quello che racconti, dal fatto che ti deve capire se sei uno che esagera o no, deve capire lui se c'è il problema e se è urgente.... ti affidi a loro, non ci sono santi che tengano!!!
:stordita:

gomma2408 20-10-2010 08:47

Quote:

Originariamente inviato da Arauto (Messaggio 33404220)
Parole Sante!
Io proprio perché facevo palestra anche prima avevo i muscoli abbastanza tonici e quindi mi permetteranno di giocare a calcetto durante anni senza noie (chissà da quando si è rotto questo legamento, perché non mi ricordo di avere avuto traumi, a parte 3 piccole distorsioni negli ultimi 4 anni). La prima volta il dolore mi è durato 5 minuti, e dopo ho pure ripreso la partita.
La seconda volta sono andato a casa, ma il giorno dopo non sentivo nulla. Purtroppo la terza volta è stata più dura, ho avuto un piccolo gonfiore e tanti dolori, sono rimasto a casa una settimana, e ancora oggi, dopo 6 mesi circa sento qualche fastidio al ginocchio, ma poco poco...

probabilmente la instabilità del ginocchio non è neanche così elevata perchè magari il legamento è sitrato o sfilacciato quadro compatibile con le distorsioni di non elevata entità che il ginocchio ha subito. quasi una distorsione all'anno è quello che è capitato anche a me dopo il secondo infortunio serio da me subito.... (dopo il primo, quello che ha rotto il lCA, ho giocato a calcetto e volley per anni senza distorsioni) cioè la muscolatura per la maggior parte delle volte reggeva, ma occasionalmente...... TAC! ecco la piccola distorsione e il gonfiore... ne avrò fatte 7/8 !!!!! :muro: :mc:

Delfino81 20-10-2010 11:29

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33410613)
eh, vero, ma una flebite o infezione in genere quando si presenta, dà altri sintomi precisi, uno fra tutti la febbre elevata che non passa.... dopo l'operazione una febbriciattola tipo 37/ 37.2 la può dare (io l'ho avuta per circa 7 gg... ad esempio...) ma se sale è indice sicuramente di qualcosa che non va e da SUBITO! ;)
Si riconduce sempre tutto lì: la bravura di chi ti opera e/o di chi ti visita..... ad es io invece non mi spavento una volta deciso di fare le cose e avevo un dolore che non mi faceva neanche andare in bagno.. o mettere a sedere, dovevo solo stare sdraiato (il flusso del sangue come mettevo il ginocchio in posizione più bassa del tronco/bacino premeva dall'interno verso l'esterno sulla cicatrice, e mi faceva "strappare i punti, o meglio le grappette metalliche.... di questo mi è rimasto il ricordo "visivo" in quanto le cicatrici delle grappette sono ben visibili rispetto anche alla cicatrice del taglio...) però dicevo: vabbè, mi sarà toccata così può capitare.... io che sopporto molto il dolore però qualche dubbio ce l'avevo, l'ho spiegato al telefono al chirurgo il quale mi ha detto di andare da lui la mattina seguente.
Poi invece mi richiama dopo una mezz'ora scarsa e mi dice: "no, meglio vieni giù subito che io ci sono... così vediamo" ed in effetti è stato meglio, perchè c'era da intervenire subito, asportando tutto il sangue coagulato e non che si era formato in una borsa sotto la sede della cicatrice principale.

Cioè un medico anche da quello che racconti, dal fatto che ti deve capire se sei uno che esagera o no, deve capire lui se c'è il problema e se è urgente.... ti affidi a loro, non ci sono santi che tengano!!!
:stordita:

e se nn fossi andato che sarebeb potutto succedere? avrebbe compromesso il buon esito dell'operazione? o si sarebbe risolto da solo in qualche modo?

quello che dici è vero, Gommuzzo, ma torniamo semrpe alla soggettività del rapporto che si instaura tra medico e paziente e che il medico è disposto ad instaurare col paziente.... io non so se il dottor Ceppi dava il suo cellulare atutti i pazienti o con te si è creato questo rapporto particolare (mica ti voglio dire che sei "rccomandato" eh intendiamoci ahahaha anzi, ben venga che è stato cosi), ma so bene e lo saprai anche tu che ci sono prof (senza nulla togliere a Ceppi che di sicuro sarà un "big", ma ti parlo dei "big-big" come MAriani, Volpi, ecc, e nn lo sn necessariamente x bravura, spesso la notorietà nn è direttamente proporzionale alla bravura, pur essendo bravi anche loro :) )che vedi il giorno dell'operazione e poi nn vedi piu, anche i punti di sutura, i controlli successivi, te li fanno gli assistenti (che si presume e ci si augura n saranno degli scalzacane ma il prof si scelga bene i suoi "discepoli" :D )...

io sn orientato sempre a operarmi a Perugia da Caraffa se affronterò sta benedetta operaz an volta x tutte, o a Roma presso qualcun altro, in modo da limitare vodissee di viggi della speranza, ma anche a Perugia stessa, una volta tornato a Roma se c'è qualcoa che nn mi convince, e nessuno mi lascia recapiti (della serie "ci vediamo tra 15 gg x togliere i punti e fa la prima visita di controllo, in bocca al lupo :D "), che potrei fare? tornare allo stesso ospedale magari in regime di pronsto soccorso /da Roma so 2 ore di auto, fattibile alal fine)spioegando la sirtuazione? e peggio ancora, la vecchietta di MAtera o di Battipaglia che si opera di protesi d'anca al Rizzoli di Bologna o al Pini di Milano, na povera crista del genere se si vede la gamba "strana" (si sa cm sn gli anziani, sn piu scassacazzi di me :D ), e ha voglia di sentirsi rassicurata, oltre che snocciolare il Rosario che può fare? :D

diciamo che oltre ad aver affinato le mie conoscenze scientifiche dopo il trauma in ambito ortopedico, mi sn anche posto dei problemi di logistica che prima nn mi ponevo, crededno che certe cose (e nn sn cose davvero "serie", x fortuna che mettono a rischio la vita) capitassero solo agli altri....cmq è stata un'esperienza che mi ah fatto crescere e apprezzare di piu la vita e la salute....beh finisco qua col sermone da prete di campagna! :D

gomma2408 20-10-2010 11:57

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33412045)
e se nn fossi andato che sarebeb potutto succedere? avrebbe compromesso il buon esito dell'operazione? o si sarebbe risolto da solo in qualche modo?

quello che dici è vero, Gommuzzo, ma torniamo semrpe alla soggettività del rapporto che si instaura tra medico e paziente e che il medico è disposto ad instaurare col paziente.... io non so se il dottor Ceppi dava il suo cellulare atutti i pazienti o con te si è creato questo rapporto particolare (mica ti voglio dire che sei "rccomandato" eh intendiamoci ahahaha anzi, ben venga che è stato cosi), ma so bene e lo saprai anche tu che ci sono prof (senza nulla togliere a Ceppi che di sicuro sarà un "big", ma ti parlo dei "big-big" come MAriani, Volpi, ecc, e nn lo sn necessariamente x bravura, spesso la notorietà nn è direttamente proporzionale alla bravura, pur essendo bravi anche loro :) )che vedi il giorno dell'operazione e poi nn vedi piu, anche i punti di sutura, i controlli successivi, te li fanno gli assistenti (che si presume e ci si augura n saranno degli scalzacane ma il prof si scelga bene i suoi "discepoli" :D )...

io sn orientato sempre a operarmi a Perugia da Caraffa se affronterò sta benedetta operaz an volta x tutte, o a Roma presso qualcun altro, in modo da limitare vodissee di viggi della speranza, ma anche a Perugia stessa, una volta tornato a Roma se c'è qualcoa che nn mi convince, e nessuno mi lascia recapiti (della serie "ci vediamo tra 15 gg x togliere i punti e fa la prima visita di controllo, in bocca al lupo :D "), che potrei fare? tornare allo stesso ospedale magari in regime di pronsto soccorso /da Roma so 2 ore di auto, fattibile alal fine)spioegando la sirtuazione? e peggio ancora, la vecchietta di MAtera o di Battipaglia che si opera di protesi d'anca al Rizzoli di Bologna o al Pini di Milano, na povera crista del genere se si vede la gamba "strana" (si sa cm sn gli anziani, sn piu scassacazzi di me :D ), e ha voglia di sentirsi rassicurata, oltre che snocciolare il Rosario che può fare? :D

diciamo che oltre ad aver affinato le mie conoscenze scientifiche dopo il trauma in ambito ortopedico, mi sn anche posto dei problemi di logistica che prima nn mi ponevo, crededno che certe cose (e nn sn cose davvero "serie", x fortuna che mettono a rischio la vita) capitassero solo agli altri....cmq è stata un'esperienza che mi ah fatto crescere e apprezzare di piu la vita e la salute....beh finisco qua col sermone da prete di campagna! :D

:D :D :D ;)

il mio chirurgo ortopedico non me la sento di dire che sia un " BIG" :D ... dico sol che oggettivamente è "bravo" perchè ormai ha alle spalle moltissimi interventi ed ogni anno va in america ad aggiornarsi (non che gli USA siano il top per partito preso, ma perchè là la ricerca, finanziata anche dalle case farmaceutiche, è tutto un altro pianeta rispetto all'Italia, soprattutto in questi ultimi tempi....:rolleyes: )
Il cellulare è si può dire "di lavoro", non è che me l'ha dato a me e basta, ovvio che quando è in vacanza lo tiene spento penso, però non è neanche che lo tiene acceso solo quando è "di turno" mi è capitato di provare a telefonare, non risponde quasi mai, perchè ti richiama lui appena libero di farlo... è una sua gestione dei suoi pazienti.
Io sono stato facilitato :cool: nell'essere a 3km dall'ospedale dove opera e visita, nonchè dal conoscerlo da molti anni (14, dal mio primo infortunio, e periodicamente ci siamo visti....:muro: ) e soprattutto dall'avere in comune il mio amico/allenatore fisioterapista (questo lo devo ammettere, come devo ammettere che ha preso particolarmente "a cuore" il mio caso.... lui è molto disponibile con chi vede che si impegna al max su quello che gli dice lui.... se gli dice "fai gli esercizi" e dopo 15gg torni alla visita e gli dici che ne hai fatti la metà perchè ti faceva male o perchè sei pigro, ti spettina dai rimproveri che ti urla contro..... ehehehhehe).

Io penso però che un recapito per eventuali problemi lo debbano dare tutti, anche un dottore molto bravo dell'equipe di Cerulli mi dette numero tel e sua e-mail personale...... altri non saprei..... ma se capita un imprevisto e voglio sapere come comportarmi devo chiedere anche se non direttamente a chi mi ha operato almeno al suo staff, un riferimento lo dovrei avere...... o no? :fagiano:

Diciamo che ho scelto di operarmi poi dove mi sono operato anche per questo......;)

alex642002 20-10-2010 12:10

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33412353)

Il cellulare è si può dire "di lavoro", non è che me l'ha dato a me e basta, ovvio che quando è in vacanza lo tiene spento penso, però non è neanche che lo tiene acceso solo quando è "di turno" mi è capitato di provare a telefonare, non risponde quasi mai, perchè ti richiama lui appena libero di farlo... è una sua gestione dei suoi pazienti.

Io penso però che un recapito per eventuali problemi lo debbano dare tutti, anche un dottore molto bravo dell'equipe di Cerulli mi dette numero tel e sua e-mail personale...... altri non saprei..... ma se capita un imprevisto e voglio sapere come comportarmi devo chiedere anche se non direttamente a chi mi ha operato almeno al suo staff, un riferimento lo dovrei avere...... o no? :fagiano:

Anche il mio mi ha lasciato il suo cellulare,di lavoro ovvio.Poi chiaramente se era in vacanza o di notte lo spegneva!:D

Paki87 21-10-2010 15:53

Salve ragazzi,volevo farvi qualche domanda....

sono stato operato il 30 settembre, tecnica TR, operazione tutto ok( tranne le solite scocciature come polpaccio gonfio, ematoma enorme e conseguenti dolori....praticamente nn ho fatto fisio però al 4 gg avevo l'estensione completa e oggi ho raggiunto quasi la flessione completa senza sentire dolore....cammino senza stampelle (anche se il chirurgo mi aveva detto 30 gg) perhè mi sento abbastanza sicuro...volevo sapere, secondo la vostra esperienza, se mi sento sicuro posso guidare? (ginocchio operato sx)... e poi quali sono i movimenti da evitare.?

gomma2408 21-10-2010 16:01

Quote:

Originariamente inviato da Paki87 (Messaggio 33424842)
Salve ragazzi,volevo farvi qualche domanda....

sono stato operato il 30 settembre, tecnica TR, operazione tutto ok( tranne le solite scocciature come polpaccio gonfio, ematoma enorme e conseguenti dolori....praticamente nn ho fatto fisio però al 4 gg avevo l'estensione completa e oggi ho raggiunto quasi la flessione completa senza sentire dolore....cammino senza stampelle (anche se il chirurgo mi aveva detto 30 gg) perhè mi sento abbastanza sicuro...volevo sapere, secondo la vostra esperienza, se mi sento sicuro posso guidare? (ginocchio operato sx)... e poi quali sono i movimenti da evitare.?

ciao,
procedi speditamente vedo.... l'estensione con TR è praticamente immeidata, perchè non tocchi le strutture muscolari posteriori. Per la flessione, se con rotuleo non senti dolore e già pieghi molto, intanto complimenti, c'è qualcuno che tiene ancora il tutore bloccato per 20gg, e poi vuol dire che la fisioterapia l'hai fatta almeno un po'....:D anche solo cercando di piegare il ginocchio!!! anche quella è fisioterapia....:D

Per il guidare, anche se stai bene, e proprio per non rischiare di rovinare i buoni risultati che hai raggiunto magari incorrendo in una tendinite al rotuleo, eviterei, visto che premendo i pedali (frizione) lo sforzo è proprio sull'apparato estensore e quindi sul rotuleo che è stato in parte prelevato.... aspetta almeno i 30gg che ti avevano dato pe rle stampelle, poi se stai bene puoi vedere.....

ciaociao

Paki87 21-10-2010 16:07

ti ringrazio per la risposta velocissima....però ti chiedo ancora,dato che se chiedessi al chirurgo di poter guidare mi direbbe di no più per una quetione legale, premendo la frizione potrei danneggiare il nuovo impianto, oppure l'lca nn viene sollecitato per niente in quel tipo di movimento....?....

gomma2408 21-10-2010 16:24

Quote:

Originariamente inviato da Paki87 (Messaggio 33425000)
ti ringrazio per la risposta velocissima....però ti chiedo ancora,dato che se chiedessi al chirurgo di poter guidare mi direbbe di no più per una quetione legale, premendo la frizione potrei danneggiare il nuovo impianto, oppure l'lca nn viene sollecitato per niente in quel tipo di movimento....?....

eh, no, viene sollecitato anche il neolegamento, infatti gli studi fatti ritengono che il legamento venga interessato proprio fra i 30gradi e la completa estensione (0 gradi). Un movimento controllato come quello del premere la frizione (ginocchio sx) è sicuramente più sicuro che il premere il freno magari improvvisamente (es per un ostacolo) con il gin dx, ecco perchè in questo caso (sx) di solito si tende a concedere il "permesso" alla guida prima che se operati a DX.

Io ad es. ho cominciato a guidare 15gg dopo l'operazione con s+g, ma perchè infatti avendo il rotuleo "a posto" potevo caricare anche un po'.... con il rotuleo facevano apettare proprio perchè la "debolezza" del ginocchio data dal prelievo del rotuleo (per 1/3) non vada a scaricarsi proprio sul nuovo LCA, che non è detto che dia per forza problemi solo rompendosi, ma anche calcificandosi male i tunnel ossei perchè troppo sollecitato....

Per il discorso legale, certo se succede un incidente dopo poco che sei operato, una assicurazione potrebbe eccepire il fatto che te non avevi il permesso di guidare da prescrizione medica e quindi (se la colpa fosse tua) non pagare o esercitare il diritto di rivalsa (a meno di non avere una assicurazione che esclude questo diritto come clausola, io ad esempio ce l'ho)

;)

Paki87 21-10-2010 16:34

invece per le stampelle che dici?..meglio se le porto ancora un pò, oppure come ti dicevo prima sentendomi sicuro ed evitando movimenti bruschi posso andare senza...(anche se da ieri nn le porto più)... e poi quanto tempo ci vuole per far calcificare bene le bratte osse nelle tibia e nel femore...?

Cmq leggendo un po' su internet ho notato che ci sono moltissimi protocolli riabilitativi, diversi anche se riferiti alla stessa tecnica chirurgica... ad esempio il tutore che avevo comprato al tempo della rottura (ago 2009) nn l'ho praticamente usato, per le stampelle alcuni parlano di 15 gg, altri addirittura 1 settimana, chi invece un mese e mezo....poi anche per la fisio...proprio su questo forum ho letto che la maggior parte si ammazza di fisio, io come ti ho detto nn sto facendo nulla (a parte piegare che come dicevi giustamente tu rientra nell'ambito della fisio ma l'ho fatto davvero poche volte perchè ho raggiunto subito un buon livello)...altri dicono che nn si deve esagerare ma recuperare una deambulazione corretta è la cosa principale!!
Però adesso che mi sento quasi normale mi viene il dubbio che proprio questo fatto possa farmi esagerare nel fare qualcosa e volevo sapere qual è la tenuta dell'impianto fin da subito e cosa pensi tu di tutti questi protocolli che girano....

gomma2408 22-10-2010 09:10

Quote:

Originariamente inviato da Paki87 (Messaggio 33425288)
Però adesso che mi sento quasi normale mi viene il dubbio che proprio questo fatto possa farmi esagerare nel fare qualcosa e volevo sapere qual è la tenuta dell'impianto fin da subito e cosa pensi tu di tutti questi protocolli che girano....

hai colto proprio il senso.... ;)
Anche quando si sta bene bisogna attenersi alle indicazioni fornite dal medico e/o terapista. Il medico SA come ti ha operato (le tecniche possono sembrare le stesse, ma differiscono anche dal posizionamento del legamento e dal suo fissaggio, ad es. facendo sempre rotuleo le possibilità sono molte....) e ha in mente o segue un preciso percorso riabilitativo. Chi propende per una riab aggressiva e precoce, che invece tende di più ad una forma di riposo iniziale (anche se comunque in generale tutti si sono indirizzati a una forma di riab che tende ad anticipare i tempi rispetto al passato....)

Quindi: NON esagerare, ovvero non fare più di quello che ti dicono, io gli esercizi li facevo quante volte mi dicevano, nel piegamento e allungamento ad es. mi disse che più lo facevo meglio era, e quindi mi ci sono concentrato.

Strano però che non ti abbiano dato da fare neanche isometria.... :confused: quella la danno tutti..... :p

premesso che devi sentire il MEDICO, in quanto qui sul forum nessuno si è dichiarato tale e comunque non potrebbe, anche s emedico, dare indicazioni su una persona che non conosce, si può in generale dire che e stampelle si possono tentare di lasciarle all'inizio solo dentro casa, dove trovi un pavimento liscio (senza ostacoli) e dove hai possibilità molteplici di appoggiarti se sentiun dolore o non ti senti sicuro in qualche passo.
POI uno passa all'esterno con le stampelle facendo carico sull'arto anche completamente, ma tenendo le stampelle in mano pronte a qualsiasi evenienza.

Il rischio maggiore infatti se uno si sente di andare è di avere un "passo falso" e per reazione istintiva fare qualche movimento (ad es. per riprendere l'equilibrio) che mette sotto sforzo il ginocchio soprattutto in torsione.... lì sarebbe una cosa molto dannosa....

Io ho lasciato le stampelle a 15/20gg, però c'è da dire che facevo solo casa e palestra, fuori non sono mai uscito per quasi due mesi (un mese e mezzo, và) e intendo nel vialetto di casa, per uscire proprio più lontano ho aspettato molto (dal lavoro ero in malattia.....)

Te hai il discorso che ti sei operato di rotuleo, quindi devi prestare a questo più attenzione per non sovraccaricarlo (io potevo appoggiare anche tutto il peso sulla gamba da subito, perchè mi reggeva, unica cosa avendo operato anche il menisco mi faceva male quello con il carico) inoltre se non fai altri esercizi se non piegare il ginocchio, incorri in un tono muscolare deficitario: considera che scende molto dopo operato... questo te lo possono confermare più o meno tutti....
La fisio non è che si fa (solo ) per togliere il dolore, che può anche non esserci, così come molti possono piegare bene il ginocchio da subito, ma è per non perdere tono muscolare rispetto alla gamba controlaterale.
Questo serve oltre per stabilizzare il ginocchio anche per mantenere una postura corretta nella camminata, cosa importante da perseguire e "allenare" come giustamente hai detto Tu.

;) ;) ;)

Delfino81 22-10-2010 18:18

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33430295)
hai colto proprio il senso.... ;)
Anche quando si sta bene bisogna attenersi alle indicazioni fornite dal medico e/o terapista. Il medico SA come ti ha operato (le tecniche possono sembrare le stesse, ma differiscono anche dal posizionamento del legamento e dal suo fissaggio, ad es. facendo sempre rotuleo le possibilità sono molte....) e ha in mente o segue un preciso percorso riabilitativo. Chi propende per una riab aggressiva e precoce, che invece tende di più ad una forma di riposo iniziale (anche se comunque in generale tutti si sono indirizzati a una forma di riab che tende ad anticipare i tempi rispetto al passato....)

Quindi: NON esagerare, ovvero non fare più di quello che ti dicono, io gli esercizi li facevo quante volte mi dicevano, nel piegamento e allungamento ad es. mi disse che più lo facevo meglio era, e quindi mi ci sono concentrato.

Strano però che non ti abbiano dato da fare neanche isometria.... :confused: quella la danno tutti..... :p

premesso che devi sentire il MEDICO, in quanto qui sul forum nessuno si è dichiarato tale e comunque non potrebbe, anche s emedico, dare indicazioni su una persona che non conosce, si può in generale dire che e stampelle si possono tentare di lasciarle all'inizio solo dentro casa, dove trovi un pavimento liscio (senza ostacoli) e dove hai possibilità molteplici di appoggiarti se sentiun dolore o non ti senti sicuro in qualche passo.
POI uno passa all'esterno con le stampelle facendo carico sull'arto anche completamente, ma tenendo le stampelle in mano pronte a qualsiasi evenienza.

Il rischio maggiore infatti se uno si sente di andare è di avere un "passo falso" e per reazione istintiva fare qualche movimento (ad es. per riprendere l'equilibrio) che mette sotto sforzo il ginocchio soprattutto in torsione.... lì sarebbe una cosa molto dannosa....

Io ho lasciato le stampelle a 15/20gg, però c'è da dire che facevo solo casa e palestra, fuori non sono mai uscito per quasi due mesi (un mese e mezzo, và) e intendo nel vialetto di casa, per uscire proprio più lontano ho aspettato molto (dal lavoro ero in malattia.....)

Te hai il discorso che ti sei operato di rotuleo, quindi devi prestare a questo più attenzione per non sovraccaricarlo (io potevo appoggiare anche tutto il peso sulla gamba da subito, perchè mi reggeva, unica cosa avendo operato anche il menisco mi faceva male quello con il carico) inoltre se non fai altri esercizi se non piegare il ginocchio, incorri in un tono muscolare deficitario: considera che scende molto dopo operato... questo te lo possono confermare più o meno tutti....
La fisio non è che si fa (solo ) per togliere il dolore, che può anche non esserci, così come molti possono piegare bene il ginocchio da subito, ma è per non perdere tono muscolare rispetto alla gamba controlaterale.
Questo serve oltre per stabilizzare il ginocchio anche per mantenere una postura corretta nella camminata, cosa importante da perseguire e "allenare" come giustamente hai detto Tu.

;) ;) ;)


condivido...riguardo le tecniche poi nn nen parliamo proprio....mi pare ve l'abbia raccontatop di un ragazzo che ho sentito che ha utilizzato un legamento di un bovino, operarto al Pindi di Milano! :D pensavo i stesse a piglià per culo e invece.....


un'altra tecnica di cui ogni tanto sento parlare (ma si parla sempre di traumi plurilegamentosi) è quella del tendine quadricipitale...... la usano sempre gli "autologisti" convinti che nn ricorrerebbero all' allograft cadaverico nemmeno sotto tortura, :D ed è molto utile ho sentito nella ricostruzione del crociato posteriore.... xke è un tendine molto grosso che strutturalmente secondo chi iopera di questa tecnica (ho letto alcune pujbblicazioni) è l'unico "degno" di sostituire il LCP.....:sofico: e dunque in questo caso x chi si rompe (manco lesiona cm me ma rompe proprio) LCA + LCP e l'operzione è dp'obbligo perchè il ginocchio diventa di cera pongo x quanto si muove, si prende il graciel e semitendinoso x l'antriore e il quadricipitale x il posteriore.... (al posto di chio fa gr + st + rotuleo o di chi prende gli hamstrings di tute e due le gambe )...

xo se nn è usato da tutti (quelli sulla bocca di tuti sn sempre il rotuleo e il gracile e semitendinoso) un motivo ci sarà.....e mi piacerebbe sapere quale! del resto cma da nick sn Delfino curioso! :D

Fabryzius 22-10-2010 20:00

Dopo l'operazione al crociato destro, rieccomi qua. Il ginocchio operato, a distanza di 1 anno e mezzo ormai, mi sembra vada molto bene, anche se non mi azzardo a giocare a pallone, troppa paura di rifarmi male. Il problema è che adesso ho qualche problemino a quello sinistro, probabilmente il camminare male e gli esercizi, l'hanno sforzato troppo ed ora credo di avere il menisco che mi dà fastidio.

Ho fatto la risonananza, e questo è l'esito:

Fibrocartilagine meniscale mediale caratterizzata da disomogeinità di segnale a carattere mixoido-degenerativo a carico del corno posteriore del corpo senza evidenti segni di rottura. Il resto è tutto OK

Secondo voi cosa potrebbe essere ? A me il ginocchio da fastidio, se risulta tutto negativo io vorrei fare un'artroscopia, anche perchè l'altra volta, il menisco del ginocchio destro era ok dalla risonanza, poi quando sono entrati si sono accorti che era da mettere a posto.

Ma sapete come si svolge un'operazione al menisco ? A me quello che dà fastidio è l'epidurale, infatti quando mi sono operato al crociato ho fatto la totale...però per un menisco mi scoccerebbe fare la totale :cry: :cry:

alex642002 22-10-2010 22:31

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33437691)
Dopo l'operazione al crociato destro, rieccomi qua. Il ginocchio operato, a distanza di 1 anno e mezzo ormai, mi sembra vada molto bene, anche se non mi azzardo a giocare a pallone, troppa paura di rifarmi male. Il problema è che adesso ho qualche problemino a quello sinistro, probabilmente il camminare male e gli esercizi, l'hanno sforzato troppo ed ora credo di avere il menisco che mi dà fastidio.

Ho fatto la risonananza, e questo è l'esito:

Fibrocartilagine meniscale mediale caratterizzata da disomogeinità di segnale a carattere mixoido-degenerativo a carico del corno posteriore del corpo senza evidenti segni di rottura. Il resto è tutto OK

Secondo voi cosa potrebbe essere ? A me il ginocchio da fastidio, se risulta tutto negativo io vorrei fare un'artroscopia, anche perchè l'altra volta, il menisco del ginocchio destro era ok dalla risonanza, poi quando sono entrati si sono accorti che era da mettere a posto.

Ma sapete come si svolge un'operazione al menisco ? A me quello che dà fastidio è l'epidurale, infatti quando mi sono operato al crociato ho fatto la totale...però per un menisco mi scoccerebbe fare la totale :cry: :cry:

Bentornato!O meglio,maltornato;)
IO sono stato operato al menisco sinistro,e di totale non se ne parla proprio.A me hanno fatto una puntura locale + una sedazione.IO pensavo fosse la totale,invece non è così.Si è come in un dormiveglia,e,per assurdo,è anche una sensazione piacevole:eek: La puntura al ginocchio non l'ho sentita proprio,anzi non so neanche quando me l'abbiano fatta.Sono entrato in sala operatoria e immediatamente l'anestesista mi ha infilato un ago in vena.Io stavo per chiedergli se era una totale,e lui mi ha risposto no e ha spinto un flacone dentro..buonanotte!Poi ho visto che l'ha rifatto quando cominciavo a diventare più cosciente,dopo di che mi sono svegliato verso le dieci-dieci e mezza;un'ora e trequarti circa da quando ero entrato,con un dolore,sopportabile però,al ginocchio.Dopo un'oretta,grazie all'antidolorifico(una boccia da mezzo litro che portavo attaccata al camice con una pinzetta)il dolore è passato del tutto.Il pomeriggio già mi sono alzato con le stampelle.Tutto qui!

Stefano Landau 22-10-2010 23:28

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33437691)
Dopo l'operazione al crociato destro, rieccomi qua. Il ginocchio operato, a distanza di 1 anno e mezzo ormai, mi sembra vada molto bene, anche se non mi azzardo a giocare a pallone, troppa paura di rifarmi male. Il problema è che adesso ho qualche problemino a quello sinistro, probabilmente il camminare male e gli esercizi, l'hanno sforzato troppo ed ora credo di avere il menisco che mi dà fastidio.

Ho fatto la risonananza, e questo è l'esito:

Fibrocartilagine meniscale mediale caratterizzata da disomogeinità di segnale a carattere mixoido-degenerativo a carico del corno posteriore del corpo senza evidenti segni di rottura. Il resto è tutto OK

Secondo voi cosa potrebbe essere ? A me il ginocchio da fastidio, se risulta tutto negativo io vorrei fare un'artroscopia, anche perchè l'altra volta, il menisco del ginocchio destro era ok dalla risonanza, poi quando sono entrati si sono accorti che era da mettere a posto.

Ma sapete come si svolge un'operazione al menisco ? A me quello che dà fastidio è l'epidurale, infatti quando mi sono operato al crociato ho fatto la totale...però per un menisco mi scoccerebbe fare la totale :cry: :cry:

Maltornato tra noi come ha detto Alex.

Anch'io non ho ancora ripreso a sciare. Se non ricordo male siamo stati operati entrambi nello stesso periodo mese più, mese meno (io il 16 marzo 2009).
Io avevo un problemino al ginocchio sinistro poco prima di rompermi il destro........ infatti penso di essere l'unico ad aver prenotato la risonanza prima di rompersi il legamento :D (anche se era per l'altro ginocchio). Poi sono bastati i mesi di fermo per farlo andare a posto. (prima in attesa dell'operazione e poi durante la fisio post operatoria per l'altro ginocchio.

Il mio Ortopedico mi aveva detto che dopo 6-9 mesi avrei potuto riprendere a far tutto (inizialmente con calma.......) quindi da dicembre scorso avrei potuto ricominciare con lo sci (il calcio non mi è mai piaciuto, credo di aver provato a fare una partita in 44 anni giusto perchè era la partita per il congedo dal servizio militare......) solo che altrove ho letto che con il g+s il massimo consolidamento c'è dopo 2 anni.

Ora mi sono buttato in altre attività, altrettanto belle (rispetto allo sci) e quindi non ho ancora deciso se mai riprenderò a sciare.
Trek in montagna, Ciaspolate in montagna (le ciaspole sono le racchette da neve), sci di fondo, sono tutte attività che ti fanno vivere la montagna altrettanto bene.
Per di più mi sono avvicinato ultimamente alla subaquea, quindi ..... direi che di sport costosi è meglio che ne faccio uno alla volta. (Altrimenti azzero il budget ferie senza andare in ferie.......)
Se un Giornaliero per una giornata sulle piste da sci costa 40 o 50 €.... un'immersione a Portofino ne costa 35-40, però dura solo 45 minuti e quindi se ne fanno solitamente due in un giorno.

Per l'altro ginocchio Prova a sentire un buon ortopedico (magari anche chi ti ha operato se ti sei trovato bene) e senti cosa ti consiglia.

Comuque ..... dopo aver fatto un'operazione di ricostruzione dell'lca, penso che il menisco sia una passeggiata o quasi a confronto. (Immagino, magari mi sbaglio, non avendo mai fatto i menischi, solo un piccolo ritocchino assieme all'LCA)

In bocca al lupo!
Stefano

Fabryzius 23-10-2010 16:49

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33439426)
Maltornato tra noi come ha detto Alex.

Anch'io non ho ancora ripreso a sciare. Se non ricordo male siamo stati operati entrambi nello stesso periodo mese più, mese meno (io il 16 marzo 2009).
Io avevo un problemino al ginocchio sinistro poco prima di rompermi il destro........ infatti penso di essere l'unico ad aver prenotato la risonanza prima di rompersi il legamento :D (anche se era per l'altro ginocchio). Poi sono bastati i mesi di fermo per farlo andare a posto. (prima in attesa dell'operazione e poi durante la fisio post operatoria per l'altro ginocchio.....

Ma infatti non mi preoccupo dell'intervento, considera che dopo l'lca, ho fatto tutta la prima settimana a casa senza prendere un antidolorifico, solo ghiaccio, poi sono esploso perchè non ce la facevo +. La mia paura più che altro sono l'anestesia totale o l'epidurale, se è quella locale come ha scritto il ragazzo poco sopra, per me sarebbe una passeggiata.

A proposito dell' lca, io poi tra l'altro ho fatto pure il menisco oltre al legamento, quando estendo tutta la gamba sento poco prima dell'estensione completa, un piccolo scatto verso la fine, che potrebbe essere ? Questo naturalmente solo sulla gamba operata, non è doloroso, però è strano perchè l'altro ginocchio non lo fà, boh.

Stefano Landau 23-10-2010 22:12

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33444592)
Ma infatti non mi preoccupo dell'intervento, considera che dopo l'lca, ho fatto tutta la prima settimana a casa senza prendere un antidolorifico, solo ghiaccio, poi sono esploso perchè non ce la facevo +. La mia paura più che altro sono l'anestesia totale o l'epidurale, se è quella locale come ha scritto il ragazzo poco sopra, per me sarebbe una passeggiata.

A proposito dell' lca, io poi tra l'altro ho fatto pure il menisco oltre al legamento, quando estendo tutta la gamba sento poco prima dell'estensione completa, un piccolo scatto verso la fine, che potrebbe essere ? Questo naturalmente solo sulla gamba operata, non è doloroso, però è strano perchè l'altro ginocchio non lo fà, boh.

Qualche piccolo scatto, scricchiolii differenti e comunque un differente comportamento del ginocchio operato lo avverto pure io.
In effetti la normale operazione che fanno al ginocchio serve a prevenire il cassetto, ma protegge di meno dalla torsione. Di solito però questo non provoca problemi, ed in effetti io vedo che posso fare tutto.

L'unico limite di cui mi hanno parlato è nel nuoto a Rana, che però nuotando al mare o durante le immersioni, quindi in maniera rilassata, non mi crea problemi.

Anzi direi che tra la fisioterapia prima e la palestra che ho fatto in questo ultimo anno e mezzo...... non sono mai stato tanto allenato. Tanto che 2 anni fa per me fare 1 km di corsa era un impresa al limite delle mie capacità (in realtà partivo troppo veloce e finivo subito il fiato) Ora fare 1 ora di corsa (lenta) (9 km) non rappresenta un problema.........

alex642002 24-10-2010 14:32

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33439426)
Comuque ..... dopo aver fatto un'operazione di ricostruzione dell'lca, penso che il menisco sia una passeggiata o quasi a confronto. (Immagino, magari mi sbaglio, non avendo mai fatto i menischi, solo un piccolo ritocchino assieme all'LCA)

In bocca al lupo!
Stefano

Bè,dipende,da come ci si arriva sopratutto.Io avevo un ginocchio gonfio come un pallone causa infortunio,e i legamenti lesionati,tanto che ho portato,per sicurezza,stampelle o tutore per quasi un mese e mezzo dopo l'operazione,e la prima settimana di fisioterapia ho visto le stelle:cry: Certo se si tratta solo di una lesione al menisco,senza infortunio e nient'altro è tutta un'altra cosa.;)

Fabryzius 25-10-2010 20:43

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33450656)
Bè,dipende,da come ci si arriva sopratutto.Io avevo un ginocchio gonfio come un pallone causa infortunio,e i legamenti lesionati,tanto che ho portato,per sicurezza,stampelle o tutore per quasi un mese e mezzo dopo l'operazione,e la prima settimana di fisioterapia ho visto le stelle:cry: Certo se si tratta solo di una lesione al menisco,senza infortunio e nient'altro è tutta un'altra cosa.;)

ma ti sei operato col g+s o col rotuleo ? Il menisco credo sia una passeggiata di salute, a me l'unica cosa che mi fanno paura sono le anestesie, soprattutto quella epidurale, più che altro per via delle complicazioni che possono insorgere...

alex642002 25-10-2010 23:40

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33463420)
ma ti sei operato col g+s o col rotuleo ? Il menisco credo sia una passeggiata di salute, a me l'unica cosa che mi fanno paura sono le anestesie, soprattutto quella epidurale, più che altro per via delle complicazioni che possono insorgere...

Nè g+s nè rotuleo.Il crociato non mi è stato ricostruito.

Fabryzius 26-10-2010 01:24

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33465072)
Nè g+s nè rotuleo.Il crociato non mi è stato ricostruito.

e che operazione hai fatto ?

gomma2408 26-10-2010 08:50

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33465628)
e che operazione hai fatto ?

in attesa che risp Alex642002, mi sembra di ricordare che abbia fatto il solo menisco.... pur con un crociato lesionato....;)

L'anestesia è veramente una cav....ta perchè è locale i rischi non sono superiori a quelli di una normale passeggiata in strada.... :D :D :D . Basta stare tranquilli ;)

Delfino81 26-10-2010 09:28

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33466113)
in attesa che risp Alex642002, mi sembra di ricordare che abbia fatto il solo menisco.... pur con un crociato lesionato....;)

L'anestesia è veramente una cav....ta perchè è locale i rischi non sono superiori a quelli di una normale passeggiata in strada.... :D :D :D . Basta stare tranquilli ;)

la totale ne presenta di più? :mbe:

Stefano Landau 26-10-2010 15:20

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33466369)
la totale ne presenta di più? :mbe:

La totale è molto più pesante da smaltire per l'organismo. Se così non fosse, farebbero solo totale a tutti.
Se invece, se possibile, usano metodi alternativi, un motivo ci sarà!

Dato che anche con la Totale ti fanno firmare un modulo di scarico di responsabilità vuol dire che anche la Totale presenta i suoi bei effetti collaterali.

Ragionando, poi per anestetizzare una parte del corpo, poi con un'anestesia locale (che sia epidurale, spinale o semplice locale.....) il quantitativo di anestetico che il corpo deve smaltire sarà indubbiamente minore, e quindi "Intossicherà" di meno l'organismo di una Totale.

Delfino81 26-10-2010 15:37

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 33470025)
La totale è molto più pesante da smaltire per l'organismo. Se così non fosse, farebbero solo totale a tutti.
Se invece, se possibile, usano metodi alternativi, un motivo ci sarà!

Dato che anche con la Totale ti fanno firmare un modulo di scarico di responsabilità vuol dire che anche la Totale presenta i suoi bei effetti collaterali.

Ragionando, poi per anestetizzare una parte del corpo, poi con un'anestesia locale (che sia epidurale, spinale o semplice locale.....) il quantitativo di anestetico che il corpo deve smaltire sarà indubbiamente minore, e quindi "Intossicherà" di meno l'organismo di una Totale.

a me l'unica paura della spinale è proprio quelal chr "armeggiano" con la spina dorsale..... si parla sempre di complicazioni (tipo paralisi e simili) rare, come diceva gomma, piu probabile che ti succeda un incidente mentre avia llì'ospedale o che al chirurgo venga un infasrto emntre ti sta operando :D , però diciamo che è una fobia personale dai! ;)

infatti sono fortemente tentato di iscrivermi al registro dei donatori di midollo osseo ma ho paura sempre per questo motivo.....

con la totale, a parte il rischio di non svegliarsi piu cm si diceva un tempo, (che èerò è ancora inferiore....cioè il rischio di subired anni neurologici - nn x forzxa paralisi, si parla anche di danni minori - da una spinale credo sia uno ogni 10.000 se nn ero, di passsare a miglior vita dopo una totale 1 ogni 300.000 :D ) non so che rischi ci siano, anzi chiedo lumi a chi ne sa piu di me :cool: ....

poi nn so quanto possa coprire la spinale,se x interventi molto lunghi va bene o no(se mi volessero riostruire entrambi i crociati in modo autologhi l'intervento è oltre le 3 ore)e da piu di qualke pare ho letto che potrebbe andare in conflitto con la terapia antitrombotica, proprio xke possono formarsi ematomi nelal colonna vertebrale, eppure tutti usano la spinale, i conti non mi tornano su sto fatto! :D

Fabryzius 26-10-2010 18:44

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33470252)
a me l'unica paura della spinale è proprio quelal chr "armeggiano" con la spina dorsale..... si parla sempre di complicazioni (tipo paralisi e simili) rare, come diceva gomma, piu probabile che ti succeda un incidente mentre avia llì'ospedale o che al chirurgo venga un infasrto emntre ti sta operando :D , però diciamo che è una fobia personale dai! ;)

infatti sono fortemente tentato di iscrivermi al registro dei donatori di midollo osseo ma ho paura sempre per questo motivo.....

con la totale, a parte il rischio di non svegliarsi piu cm si diceva un tempo, (che èerò è ancora inferiore....cioè il rischio di subired anni neurologici - nn x forzxa paralisi, si parla anche di danni minori - da una spinale credo sia uno ogni 10.000 se nn ero, di passsare a miglior vita dopo una totale 1 ogni 300.000 :D ) non so che rischi ci siano, anzi chiedo lumi a chi ne sa piu di me :cool: ....

poi nn so quanto possa coprire la spinale,se x interventi molto lunghi va bene o no(se mi volessero riostruire entrambi i crociati in modo autologhi l'intervento è oltre le 3 ore)e da piu di qualke pare ho letto che potrebbe andare in conflitto con la terapia antitrombotica, proprio xke possono formarsi ematomi nelal colonna vertebrale, eppure tutti usano la spinale, i conti non mi tornano su sto fatto! :D

mia zia che lavorava in ospedale mi ha consigliato di fare la totale, perchè le epidurali fatte male non sono poi così rare come si crede...io infatti per il crociato mi sono fatto addormentare tutto. Anche perchè se con l'epidurale sei cmq agitato, ti riempiono di altre schifezze per stordirti.

alex642002 26-10-2010 21:11

Quote:

Originariamente inviato da Fabryzius (Messaggio 33465628)
e che operazione hai fatto ?

Menisco.Ti hanno già risposto ;)

alex642002 27-10-2010 08:21

Cena
 
Ragazzi,io rilancio l'idea della cena,estendendola anche al "redidivo" Fabryzius:che ne dite?:cincin:

gomma2408 27-10-2010 08:40

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33476310)
Ragazzi,io rilancio l'idea della cena,estendendola anche al "redidivo" Fabryzius:che ne dite?:cincin:

Io ci sto.....;) :cincin:

alex642002 27-10-2010 09:12

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 33476372)
Io ci sto.....;) :cincin:

Propongo uno dei giorni di questo fine settimana "lungo" a Firenze :)

Delfino81 27-10-2010 09:59

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 33476559)
Propongo uno dei giorni di questo fine settimana "lungo" a Firenze :)


purtroppo io non posso esserci, in quanto scendo in terronia e purtroppo a soldi sto scannato! :( va beh mi rifarò alla prossima, sperando ci sarà, tanto con al tredicesima di dicembre mi sentirò un nababbo, anzi mi metterò un paio di centoni da parte! :D :D

x Fabrizius: cm, dicevo prima, non è detto x forza che un'epidurale che faccia danni lo faccia perchè mal eseguita, potrebbero insorgere complicazioni dalla terapia antitrombotica...che serve a evitare la fromazioni di coaguli e dunque di tromboflebiti o piu pericolose (anche queste rare x fortuna) embolie pomonari, ma, di contro, può fare danni in sede di spina dorsale perchè puo provocare ematomi che schiacciano le vertebre non piu riassorbibili (credo na cosa del genere:D )...quindi diciamo che se la totale è sempre piu "pesante" della spinale, non capisco perchè alcuni anestesisti la vedano come il fumo negli occhi, e vogliano farti x fora la spinale pur con queste controindicazioni che ci sono, quali l'assunzione di eparina!





poi c'è la famosa frase che "se sbagliano vertebra" so cazzi tua, :D xo devi affidarti proprio a un macellaio! :rolleyes: tua zia a che tipo di danni si riferiva?paralisi permanenti, danni neurologici leggeri? e la cosa era imputabile a errori dell'anestesista? :D

alex642002 27-10-2010 11:33

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 33476945)
purtroppo io non posso esserci, in quanto scendo in terronia e purtroppo a soldi sto scannato! :( va beh mi rifarò alla prossima, sperando ci sarà, tanto con al tredicesima di dicembre mi sentirò un nababbo, anzi mi metterò un paio di centoni da parte! :D :D

La mia era solo una proposta:si può fare anche in un altro week-end e/o a Roma;)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:22.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.