Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Stefano Landau 02-07-2012 09:35

Quote:

Originariamente inviato da daniel93 (Messaggio 37726318)
Grazie per le risposte !

Avevo una domanda, sono passati 10 giorni dall'intervento e il gonfiore inizia ad andare via, è normale che non riesco a stare in piedi? Nel senso che quando mi metto in piedi, senza appoggiare, sento dolore su tutto il ginocchio, pensavo fosse per il gonfiore (la sensazione è quella), non so come spiegare il dolore.
L'unica posizione in cui riesco a state é sdraiato!

Io ho smesso di prendere gli antidolorifici (nimesulide) a 10 giorni dall'intervento. Avrei potuto farlo anche dopo 5 giorni, stando solo sdraiato, ma sarebbe stato molto doloroso alzarsi in piedi. Il dolore secondo me più che dal gonfiore dipende dall'aumento di pressione sanguignia nella zona del'operazione. Alzandosi in piedi sopra al ginocchio avrai una colonna di "liquido" (sangue) di circa un metro o poco più.
Questo provoca un innalzamento della prssione in quella zona di circa 0,1 bar. Quella zona, essendo molto sensibile per i punti sente subito quest'aumento di pressione rispetto a prima. Nel mio caso il dolore era pulsante (seguendo le pulsazioni cardiache).

Fino ad un mese dopo l'intervento o poco oltre quando stavo in piedi troppo a lungo (bastava anche una o 2 ore) il ginocchio tendeva a gonfiarsi dando fastidio.

Quindi se sono passati solo 10 giorni..... direi che è assolutamente normale!

gomma2408 03-07-2012 16:08

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 37730302)
Io ho smesso di prendere gli antidolorifici (nimesulide) a 10 giorni dall'intervento. Avrei potuto farlo anche dopo 5 giorni, stando solo sdraiato, ma sarebbe stato molto doloroso alzarsi in piedi. Il dolore secondo me più che dal gonfiore dipende dall'aumento di pressione sanguignia nella zona del'operazione. Alzandosi in piedi sopra al ginocchio avrai una colonna di "liquido" (sangue) di circa un metro o poco più.
Questo provoca un innalzamento della prssione in quella zona di circa 0,1 bar. Quella zona, essendo molto sensibile per i punti sente subito quest'aumento di pressione rispetto a prima. Nel mio caso il dolore era pulsante (seguendo le pulsazioni cardiache).

Fino ad un mese dopo l'intervento o poco oltre quando stavo in piedi troppo a lungo (bastava anche una o 2 ore) il ginocchio tendeva a gonfiarsi dando fastidio.

Quindi se sono passati solo 10 giorni..... direi che è assolutamente normale!


giusto quelloche dice Stefano.
E' normale sentire un po' di dolore, ma deve essere sopportabile.
La pressione del sangue "preme" veso la ferita e quindi fanno male i punti e il taglio.... in particolare io che avevo ancora il ginocchio molto gonfio sotto la cicatrice, non potevo alzarmi neanche per 10 secondi (e il dolore lo sopporto bene... ) neanche per andare in bagno, perchè si era creata una sacca di liquido proprio sotto la cicatrice e faceva pressione verso l'esterno non appena mi alzavo (anche seduto).
E' stato necessario l'intevento dell'ortopedico che in ambulatorio mi ha aspirato il sangue in eccesso, e siccome era molto coagulato, con il "siringone" non riusciva a toglierlo, quindi mi ha "strizzato" :eek: la zona della ferita con sopra ancora i punti metallici, in un dolore indescrivibile... infatti era presente una specie di "melma" sanguigna che non si sarebbe assorbita da sola in breve tempo, quindi ha ritenuto dover procedere a toglierla in questo modo.
Da quel momento (passata qualche ora di dolore....) è scomparso anche il dolore quando mi mettevo in posizione eretta.
Quindi anche a te il dolore può esserci, ma deve piano piano diminuire ogni giorno, procedendo con lo sgonfiarsi del ginocchio.
A me con il passare dei giorni (erano passati comunque solo otto giorni dall'operazione) non migliorava per niente, ecco perchè ho dovuto "aspirare" il liquido in eccesso.

Per il discorso linghezza delle cicatrici, l'altezza non c'entra molto... ho visto ragazzi più alti di me avere cicatrici anche inferiori alle mie, a seconda di come erano stati operati.
Dipende dalle tecniche (pur utilizzando sempre STG) di prelievo, così come dalle tecniche (molteplici e diverse fra loro) di fissaggio.
;)
Anzi, in persone alte come te è possibile, se il chirurgo lo ritiene praticabile, prelevare SOLO il semitendinoso, perchè è più lunga la porzione che si può prelevare. Se supera i 32 cm, si può QUADRUPLICARE il tendine, cioè formare 4 fasci che andranno a costituire il nuovo lca, al posto di triplicare il semitendinoso ed aggiungere il gracile (sempre per arrivare ad avere 4 fasci di fibre tendinose)

alex642002 03-07-2012 17:02

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 37669886)
L'embolia è causata dall'assorbimento di azoto nel sangue prima e nei tessuti poi. Per la legge di Dalton un gas si scioglie in un tessuto fino ad equilibrare la pressione ambientale.
A 40 metri hai 5 bar di pressione. Quindi l'azoto (che è il 78% dell'aria che respiriamo) più scendi in profondità di passa nel sangue e quindi nei tessuti.
Quando risali il processo è inverso.

L'assorbimento però dipende anche e soprattutto da quanto respiri.

Con le bombole respiri aria compressa e quindi continui ad assorbire azoto.

Se scendi in apnea assorbi una minima quantità di azoto, quella presente nei polmoni assolutamente insufficente a creare problemi. Questo per un solo "tuffo" però.

se per 5 ore vai avanti a fare immersioni di 2 minuti seguite da 2 minuti in superfice a respirare scendendo tra i 30 ed i 45 metri......... allora l'embolia può capitare

:ot: Che ne pensi della tragedia di Palinuro?:(
Hai mai fatto immersioni in grotta?
Comunque Venersì sono stato a Giannutri e siamo scesi a
-20(anche se un open non potrebbe :D )

Stefano Landau 04-07-2012 13:25

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 37738891)
:ot: Che ne pensi della tragedia di Palinuro?:(
Hai mai fatto immersioni in grotta?
Comunque Venersì sono stato a Giannutri e siamo scesi a
-20(anche se un open non potrebbe :D )

:ot:
Non ne so tanto, ho sentito che sono morte quattro persone in una grotta.
Bisogna vedere se avevano l'addestramento necessario.
Nei corsi di Sub ricreativi è previsto che ci si muova sempre in modo da non avere ostacoli per arrivare in superfice, per cui non si può avere nessun "Tetto" sopra la testa.

Poi da quanto ho capito in 8 i grotta..... il rischio di smuovere dei sedimenti (non solo con le pinne, ma anche con le bolle che arrivano al soffitto della grotta) è notevole.

La prima cosa da capire se tutti avevano un brevetto per le grotte e se erano attrezzati correttamente.
Il mio istruttore fa anche grotte, come allievo però, e mi ha spiegato un po' di cose a riguardo....per esempio la necessità che ogni sub abbia 3 torce ecc....

Se ognuno avesse avuto un filo D'arianna magari sarebbero usciti tutti, ma magari si sarebbero anche aggrovigliati.... non so cosa prevede la procedura in questi casi....

Sulla profondità, secondo me è sempre importante rispettare i limiti..... nel senso che è importante rispettare tutte le regole.

La profondità di per se stessa non è un problema, il problema è che più vai giù più velocemente ti avvicini ai limiti dell'immersione, per accumulo di azoto e consumo aria. Poi più giu vai più freddo hai (la muta si comprime e ti isola di meno). Poi dai 20 metri in giu (però la cosa solitamente la si può avvertire dai 30 metri in giù) si può essere soggetti alla Narcosì d'azoto. Questa dipende dalla pressione dell'azoto, ma anche da tante altre cause, e non la senti.
Per cui, specialemente per le immersioni profonde è necessario avere il Brevetto Deep, in quanto ti insegnano a riconoscere gli effetti della narcosi e soprattutto diventa molto importante controllare spesso gli strumenti.
a 40 metri il consumo d'aria è 5 volte quello in superfice.......

A me è capitato di fare un'immersoine a Portofino a 35 metri che avevo ancora l'Advance (con il limite a 30 metri) ed era un anno che non mi immergevo...... e li ho deciso di fare anche il deep, per rimanere entro i limiti.
Anche perchè molte immersioni a Portofino sono appunto tra i 30 ed i 40 metri.......per la presenza di coralli appunto in profondità....
(Quella immersione l'ho fatta però con un Divemaster, quindi con un discreto grado di sicurezza.......)

dylandog_666 04-07-2012 19:34

Salve a tutti :D non penso vi ricordiate di me, postai diverso tempo fa dopo essermi fatto male al ginocchio durante una partita di calcio :cry:

allora riassumo il tutto:
giugno 2009 - trauma durante una partita con il ginocchio girato (sentito un rumore simile al "TOK" ) e poi rigirato (altro TOK :D ) , dalla rmn lottura lca altri legamenti a posto.. primo ortopedico "operare!", secondo ortopedico "non c'è bisogno di operare, aumenta muscolatura" in pratica non mi sono operato , ho fatto tanta palestra ma ho limitato molto le partite di qualsiasi tipo.

maggio 2010 - distorsione ennesima, menisco lesionato ed operazione solo al menisco con menisectomia parziale

giugno - luglio 2011 - ennesimo micro trauma mentre giocavo a basket, sento il ginocchio che cede e si muove, gonfiore per un po' di giorni e da lì abbandono ogni tipo di sport ma non faccio neanche una visita ortopedica

ottobre 2011 - rmn, in pratica dal referto "lesione verosimilmente a manico di secchio della fibrocartilagine meniscale laterale, che mostra aspetto discoide, come già segnalato in un precedente analogo del giugno 2010. Maracatamente assottigliato e solo parzialmente riconoscibile alla sua inserzione femorale, il lca. continuo il lcp e legamenti collaterali. poi lieve tendenza ipepressione esterna rotula, nei limiti lo spessore della cartilagine di rivestimento femoro-rotule. ecc ecc"

da allora nessuna visita ortopedica (si lo so sono un cazzone :doh: ) ma non ho mai più praticato sport, POI settimana scorsa mentre ero in bicicletta la ruota si infila nei binari del tram (accidenti a me) e cado dalla parte destra e appena metto il ginocchio a terra questo si gira e quindi casco come un sacco di patate ( non andavo molto veloce, sono convinto che se fossi caduto dalla parte sinistra mi sarei retto )

Cmq dolore atroce, più delle scorse volte il che mi fa pensare che ho fatto altri danni :muro: :cry: cmq sto aspettando di fare la rmn e di fare la visita dall'ortpedico. Oltre all'ortopedico che mi ha operato di menisectomia vorrei sentire un'altra campana e quindi proverò a chiamare il galeazzi.

Quindi vorrei sapere da chi è di Milano ed è già passato, purtroppo, in questi caso quali altri dottori sono specializzati nel ginocchio tralasciando il prof. heidemberg che ha purtroppo tempi biblici.

Inoltre per il post-operazione so che ci sono centri fisioterapistici convenzionati con il ssn , qualcuno , sempre di milano, ne conosce? Ma l'ospedale non offre un periodo di fisioterapia convenzionato? (immagino ad orari a loro imposti) In pratica non vorrei mollarci una barca di soldi, non avendo assicurazione essendo studente.

Di certo sono sicuro di volermi operare, le vostre storie mi hanno in un certo senso rassicurato e penso sia la cosa più logica per me che ho 23 anni...

grazie e tutti e scusate per la lunghezza del post :)

Stefano Landau 04-07-2012 23:55

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 37745580)
Salve a tutti :D non penso vi ricordiate di me, postai diverso tempo fa dopo essermi fatto male al ginocchio durante una partita di calcio :cry:

allora riassumo il tutto:
giugno 2009 - trauma durante una partita con il ginocchio girato (sentito un rumore simile al "TOK" ) e poi rigirato (altro TOK :D ) , dalla rmn lottura lca altri legamenti a posto.. primo ortopedico "operare!", secondo ortopedico "non c'è bisogno di operare, aumenta muscolatura" in pratica non mi sono operato , ho fatto tanta palestra ma ho limitato molto le partite di qualsiasi tipo.

maggio 2010 - distorsione ennesima, menisco lesionato ed operazione solo al menisco con menisectomia parziale

giugno - luglio 2011 - ennesimo micro trauma mentre giocavo a basket, sento il ginocchio che cede e si muove, gonfiore per un po' di giorni e da lì abbandono ogni tipo di sport ma non faccio neanche una visita ortopedica

ottobre 2011 - rmn, in pratica dal referto "lesione verosimilmente a manico di secchio della fibrocartilagine meniscale laterale, che mostra aspetto discoide, come già segnalato in un precedente analogo del giugno 2010. Maracatamente assottigliato e solo parzialmente riconoscibile alla sua inserzione femorale, il lca. continuo il lcp e legamenti collaterali. poi lieve tendenza ipepressione esterna rotula, nei limiti lo spessore della cartilagine di rivestimento femoro-rotule. ecc ecc"

da allora nessuna visita ortopedica (si lo so sono un cazzone :doh: ) ma non ho mai più praticato sport, POI settimana scorsa mentre ero in bicicletta la ruota si infila nei binari del tram (accidenti a me) e cado dalla parte destra e appena metto il ginocchio a terra questo si gira e quindi casco come un sacco di patate ( non andavo molto veloce, sono convinto che se fossi caduto dalla parte sinistra mi sarei retto )

Cmq dolore atroce, più delle scorse volte il che mi fa pensare che ho fatto altri danni :muro: :cry: cmq sto aspettando di fare la rmn e di fare la visita dall'ortpedico. Oltre all'ortopedico che mi ha operato di menisectomia vorrei sentire un'altra campana e quindi proverò a chiamare il galeazzi.

Quindi vorrei sapere da chi è di Milano ed è già passato, purtroppo, in questi caso quali altri dottori sono specializzati nel ginocchio tralasciando il prof. heidemberg che ha purtroppo tempi biblici.

Inoltre per il post-operazione so che ci sono centri fisioterapistici convenzionati con il ssn , qualcuno , sempre di milano, ne conosce? Ma l'ospedale non offre un periodo di fisioterapia convenzionato? (immagino ad orari a loro imposti) In pratica non vorrei mollarci una barca di soldi, non avendo assicurazione essendo studente.

Di certo sono sicuro di volermi operare, le vostre storie mi hanno in un certo senso rassicurato e penso sia la cosa più logica per me che ho 23 anni...

grazie e tutti e scusate per la lunghezza del post :)

Io mi ricordo di te, il tuo Nik è abbastanza riconoscibile......
Io sono andato per la fisioterapia alla http://www.physioclinic.it/ li oltre a Herbert Schoenhuber(che mi ha operato) e a Volpi ci sono altri Ortopedici.
Herbert Schoenhuber opera in convenzione con il SSN al Galeazzi (almeno quando sono stato operato io) però i tempi di attesa sono lunghi essendo molto famoso. Stessa cosa penso per Volpi.
La physioclinic come per la riabilitazione è stata molto valida e costosa (70 € a seduta per 2 volte alla settimana è quanto consigliano....)
Andando con il servizio sanitario nazionale invece non so dove si può andare. Ai tempi so che erano coperti un certo numero di mesi dopo l'intervento. Ora non saprei.

Quando ho fatto la visita il mio ortopedico mi ha detto subito di operarmi, che era la mia idea. Il non operarsi se uno non è sportivo può forse andare (con il rischio di artrosi precoce) ma se si è un minimo sportivi penso sia estremamente indicato, proprio per evitare successivi danni al ginocchio. Tieni presente che a 43 anni (ai tempi) Schoenhuber mi ha detto tu sei ancora giovane e sportivo, l'operazione è praticamente obbligatoria !

Era quello che pensavo, operarmi per non dover rinunciare allo sport (in realtà prima ne facevo poco). Però ad alcune attività non volevo rinunciare : Sci, Trek e Ciaspolate, Subacquea ecc.....
E da come sono andate le cose direi che mai ho preso decisione migliore!

In 6 mesi dall'operazione ero gia in uno stato di forma migliore a prima di farmi male!

alex642002 05-07-2012 10:33

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 37745580)
Salve a tutti :D non penso vi ricordiate di me, postai diverso tempo fa dopo essermi fatto male al ginocchio durante una partita di calcio :cry:

allora riassumo il tutto:
giugno 2009 - trauma durante una partita con il ginocchio girato (sentito un rumore simile al "TOK" ) e poi rigirato (altro TOK :D ) , dalla rmn lottura lca altri legamenti a posto.. primo ortopedico "operare!", secondo ortopedico "non c'è bisogno di operare, aumenta muscolatura" in pratica non mi sono operato , ho fatto tanta palestra ma ho limitato molto le partite di qualsiasi tipo.

maggio 2010 - distorsione ennesima, menisco lesionato ed operazione solo al menisco con menisectomia parziale

giugno - luglio 2011 - ennesimo micro trauma mentre giocavo a basket, sento il ginocchio che cede e si muove, gonfiore per un po' di giorni e da lì abbandono ogni tipo di sport ma non faccio neanche una visita ortopedica

ottobre 2011 - rmn, in pratica dal referto "lesione verosimilmente a manico di secchio della fibrocartilagine meniscale laterale, che mostra aspetto discoide, come già segnalato in un precedente analogo del giugno 2010. Maracatamente assottigliato e solo parzialmente riconoscibile alla sua inserzione femorale, il lca. continuo il lcp e legamenti collaterali. poi lieve tendenza ipepressione esterna rotula, nei limiti lo spessore della cartilagine di rivestimento femoro-rotule. ecc ecc"

da allora nessuna visita ortopedica (si lo so sono un cazzone :doh: ) ma non ho mai più praticato sport, POI settimana scorsa mentre ero in bicicletta la ruota si infila nei binari del tram (accidenti a me) e cado dalla parte destra e appena metto il ginocchio a terra questo si gira e quindi casco come un sacco di patate ( non andavo molto veloce, sono convinto che se fossi caduto dalla parte sinistra mi sarei retto )

Cmq dolore atroce, più delle scorse volte il che mi fa pensare che ho fatto altri danni :muro: :cry: cmq sto aspettando di fare la rmn e di fare la visita dall'ortpedico. Oltre all'ortopedico che mi ha operato di menisectomia vorrei sentire un'altra campana e quindi proverò a chiamare il galeazzi.

Quindi vorrei sapere da chi è di Milano ed è già passato, purtroppo, in questi caso quali altri dottori sono specializzati nel ginocchio tralasciando il prof. heidemberg che ha purtroppo tempi biblici.

Inoltre per il post-operazione so che ci sono centri fisioterapistici convenzionati con il ssn , qualcuno , sempre di milano, ne conosce? Ma l'ospedale non offre un periodo di fisioterapia convenzionato? (immagino ad orari a loro imposti) In pratica non vorrei mollarci una barca di soldi, non avendo assicurazione essendo studente.

Di certo sono sicuro di volermi operare, le vostre storie mi hanno in un certo senso rassicurato e penso sia la cosa più logica per me che ho 23 anni...

grazie e tutti e scusate per la lunghezza del post :)

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 37746713)
Io mi ricordo di te, il tuo Nik è abbastanza riconoscibile......
Io sono andato per la fisioterapia alla http://www.physioclinic.it/ li oltre a Herbert Schoenhuber(che mi ha operato) e a Volpi ci sono altri Ortopedici.
Herbert Schoenhuber opera in convenzione con il SSN al Galeazzi (almeno quando sono stato operato io) però i tempi di attesa sono lunghi essendo molto famoso. Stessa cosa penso per Volpi.
La physioclinic come per la riabilitazione è stata molto valida e costosa (70 € a seduta per 2 volte alla settimana è quanto consigliano....)
Andando con il servizio sanitario nazionale invece non so dove si può andare. Ai tempi so che erano coperti un certo numero di mesi dopo l'intervento. Ora non saprei.

Quando ho fatto la visita il mio ortopedico mi ha detto subito di operarmi, che era la mia idea. Il non operarsi se uno non è sportivo può forse andare (con il rischio di artrosi precoce) ma se si è un minimo sportivi penso sia estremamente indicato, proprio per evitare successivi danni al ginocchio. Tieni presente che a 43 anni (ai tempi) Schoenhuber mi ha detto tu sei ancora giovane e sportivo, l'operazione è praticamente obbligatoria !

Era quello che pensavo, operarmi per non dover rinunciare allo sport (in realtà prima ne facevo poco). Però ad alcune attività non volevo rinunciare : Sci, Trek e Ciaspolate, Subacquea ecc.....
E da come sono andate le cose direi che mai ho preso decisione migliore!

In 6 mesi dall'operazione ero gia in uno stato di forma migliore a prima di farmi male!

Ci sono casi e casi(e forse anche scuole):nel mio caso il mio ortopedico ha valutato di non operarmi al crociato,limitandosi all'operazione al menisco e alla tutela con stampelle per la ricostruzione del collaterale,che,a differenza :( del crociato,si rimargina da sè.E a posteriori devo dire che ha avuto ragione:sono stato operato più di 3 anni e mezzo fa,ho fatto di tutto(tranne calcio,ma perchè non ne ho avuto l'occasione)e non ho avuto il minimo problema.Solo un paio d'anni fa,e anche un anno fa, una leggera sensazione d'instabilità una volta giocando a tennis.Fino a un anno e mezzo fa facevo una RMN di controllo e tutto era a posto.Ora voglio rifarla infatti.
Ma il tuo caso,visto quello che ti è successo,è ben diverso e al tuo posto mi opererei senza indugiare.:)

gomma2408 05-07-2012 12:16

anche io mi ricordo bene di te... mi spiace che la tua situazione è peggiorata, in un certo senso, ovvero hai avuto altri infortuni, ma era inevitabile devo dire, con un lca rotto.
Di solito nessun ortopedico del ginocchio se il paziente ha 20 anni (quando ti sei fatto male) o 23 (adesso) dice di NON operarsi... anche se non si fa sport.
L'età è molto giovane, il recupero più veloce, e con l'andare degli anni molto probabilmente qualcosa di sportivo viene voglia di farlo, anche solo occasionalmente, ma è proprio se lo fai una volta ogni tanto che è peggio per il ginocchio, che non è "allenato" a sostenere l'articolazione senza il lca mediante le altre strutture tendinee/muscolari, che almeno in parte (e solo in parte) possono compensare la mancanza del lca, ma a condizione che si mantenga la gamba allenata e di molto, oltre ad avere una predisposizione naturale.

Hai avuto modo di verificare che, pur non avendo una attività agonistica, mi sembra, le distorsioni sono arrivate puntuali... io non ne avevo avute per 7 anni dopo la rottura, e nonostante l'attività agonistica, ma forse proprio grazie a questa ed alla mia predisposizione atletica, visto che mantenendomi allenato la muscolatura sopperiva all'assenza del lca. Ma dopo la seconda distorsione, le successive sono arrivate a distanza di poco meno di un anno l'una dall'altra, e con enormi fastidi oogni volta fra l'altro, fino ai blocchi articolari delle ultime volte.

Quindi, fai bene ad operarti e subito, secondo me.

Per la fisioterapia, vedi di farla bene mi raccomando.. sopratuttto il primo mese e mezzo di fisioterapia; il che non significa per forza spendere capitali, ma trovare chi ti sa dire per bene cosa e come fare (anche un fisioterapista privato potrebbe andare bene, poi servono le attrezzature, che puoi trovare nelle normali palestre da un certo punto in poi).
Per il regime convenzionato con il SSN. io non so dirti niente perchè cambia molto da regione a regione. Da me ad esempio fanno al max due settimane in tutto! :rolleyes: e quindi totalmente insufficienti.

Di solito, si ottengono informazioni utili se hai qualche amico che gioca in qualche società di calcio, pallavolo (gli sport dove gli lca partono di più, nello sci anche ma di solito si fa a livello amatoriale e non si è iscritti a delle società...) e gli chiedi, perchè "nell'ambiente" si sa sempre quale è in quel momento il chirurgo più considerato "bravo" e anche dove fare fisioterapia specializzata per recupero da infortuni sportivi (perchè inutile andare da un fisioterapista che cura quasi solamente l'atrosi agli ultraottantenni, saprà solo la "teoria" - e non tutta - della fisioterapia su una ricostruzione lca, mentre servemolto anche la pratica....)
inboccaallupo
;)

dylandog_666 05-07-2012 14:37

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 37746713)
Io mi ricordo di te, il tuo Nik è abbastanza riconoscibile......
Io sono andato per la fisioterapia alla http://www.physioclinic.it/ li oltre a Herbert Schoenhuber(che mi ha operato) e a Volpi ci sono altri Ortopedici.
Herbert Schoenhuber opera in convenzione con il SSN al Galeazzi (almeno quando sono stato operato io) però i tempi di attesa sono lunghi essendo molto famoso. Stessa cosa penso per Volpi.
La physioclinic come per la riabilitazione è stata molto valida e costosa (70 € a seduta per 2 volte alla settimana è quanto consigliano....)
Andando con il servizio sanitario nazionale invece non so dove si può andare. Ai tempi so che erano coperti un certo numero di mesi dopo l'intervento. Ora non saprei.

Quando ho fatto la visita il mio ortopedico mi ha detto subito di operarmi, che era la mia idea. Il non operarsi se uno non è sportivo può forse andare (con il rischio di artrosi precoce) ma se si è un minimo sportivi penso sia estremamente indicato, proprio per evitare successivi danni al ginocchio. Tieni presente che a 43 anni (ai tempi) Schoenhuber mi ha detto tu sei ancora giovane e sportivo, l'operazione è praticamente obbligatoria !

Era quello che pensavo, operarmi per non dover rinunciare allo sport (in realtà prima ne facevo poco). Però ad alcune attività non volevo rinunciare : Sci, Trek e Ciaspolate, Subacquea ecc.....
E da come sono andate le cose direi che mai ho preso decisione migliore!

In 6 mesi dall'operazione ero gia in uno stato di forma migliore a prima di farmi male!

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 37747767)
Ci sono casi e casi(e forse anche scuole):nel mio caso il mio ortopedico ha valutato di non operarmi al crociato,limitandosi all'operazione al menisco e alla tutela con stampelle per la ricostruzione del collaterale,che,a differenza :( del crociato,si rimargina da sè.E a posteriori devo dire che ha avuto ragione:sono stato operato più di 3 anni e mezzo fa,ho fatto di tutto(tranne calcio,ma perchè non ne ho avuto l'occasione)e non ho avuto il minimo problema.Solo un paio d'anni fa,e anche un anno fa, una leggera sensazione d'instabilità una volta giocando a tennis.Fino a un anno e mezzo fa facevo una RMN di controllo e tutto era a posto.Ora voglio rifarla infatti.
Ma il tuo caso,visto quello che ti è successo,è ben diverso e al tuo posto mi opererei senza indugiare.:)

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 37748447)
anche io mi ricordo bene di te... mi spiace che la tua situazione è peggiorata, in un certo senso, ovvero hai avuto altri infortuni, ma era inevitabile devo dire, con un lca rotto.
Di solito nessun ortopedico del ginocchio se il paziente ha 20 anni (quando ti sei fatto male) o 23 (adesso) dice di NON operarsi... anche se non si fa sport.
L'età è molto giovane, il recupero più veloce, e con l'andare degli anni molto probabilmente qualcosa di sportivo viene voglia di farlo, anche solo occasionalmente, ma è proprio se lo fai una volta ogni tanto che è peggio per il ginocchio, che non è "allenato" a sostenere l'articolazione senza il lca mediante le altre strutture tendinee/muscolari, che almeno in parte (e solo in parte) possono compensare la mancanza del lca, ma a condizione che si mantenga la gamba allenata e di molto, oltre ad avere una predisposizione naturale.

Hai avuto modo di verificare che, pur non avendo una attività agonistica, mi sembra, le distorsioni sono arrivate puntuali... io non ne avevo avute per 7 anni dopo la rottura, e nonostante l'attività agonistica, ma forse proprio grazie a questa ed alla mia predisposizione atletica, visto che mantenendomi allenato la muscolatura sopperiva all'assenza del lca. Ma dopo la seconda distorsione, le successive sono arrivate a distanza di poco meno di un anno l'una dall'altra, e con enormi fastidi oogni volta fra l'altro, fino ai blocchi articolari delle ultime volte.

Quindi, fai bene ad operarti e subito, secondo me.

Per la fisioterapia, vedi di farla bene mi raccomando.. sopratuttto il primo mese e mezzo di fisioterapia; il che non significa per forza spendere capitali, ma trovare chi ti sa dire per bene cosa e come fare (anche un fisioterapista privato potrebbe andare bene, poi servono le attrezzature, che puoi trovare nelle normali palestre da un certo punto in poi).
Per il regime convenzionato con il SSN. io non so dirti niente perchè cambia molto da regione a regione. Da me ad esempio fanno al max due settimane in tutto! :rolleyes: e quindi totalmente insufficienti.

Di solito, si ottengono informazioni utili se hai qualche amico che gioca in qualche società di calcio, pallavolo (gli sport dove gli lca partono di più, nello sci anche ma di solito si fa a livello amatoriale e non si è iscritti a delle società...) e gli chiedi, perchè "nell'ambiente" si sa sempre quale è in quel momento il chirurgo più considerato "bravo" e anche dove fare fisioterapia specializzata per recupero da infortuni sportivi (perchè inutile andare da un fisioterapista che cura quasi solamente l'atrosi agli ultraottantenni, saprà solo la "teoria" - e non tutta - della fisioterapia su una ricostruzione lca, mentre servemolto anche la pratica....)
inboccaallupo
;)

Ciao ragazzi grazie a tutti per le risposte! :)

Stefano proverò a sentire il centro nel caso sia convenzionato (magari anche un minimo :D ) grazie per la dritta, mi sembra che sia un posto specializzato in ginocchio a giudicare dai dottoroni che hanno nelle loro file ( a proposito ho confuso Schoenhuber con heidemberg che è stato un mio collega di università :doh: sto messo bene , immagino se avessi fatto questa gaffe direttamente con il dottore nel caso lo incontrassi :asd:

ciao alex, mi ricordo che te ai tempi te feci la fisioterapia in un posto convenzionato e professionale, mi misi a cercare ogni tuo post per capire di dov'eri (senza pensare di mandarti un mp :doh: ) salvo scoprire che sei di roma o dintorni, no? :D

gomma ma te se non sei un ortopedico cosa sei?? :D dì la verità che sei nel team di schopenauer o come cavolo si chiama :D
in effetti l'idea di non operarmi anni fa mi sembrò strana, in quel periodo cmq facevo basket a livello agonistico ( serie minori, ma giocavo da quando avevo 11 anni) , avevamo quasi finito il campionato ma da allora non mi sentii più in grado di riprendere a giocare, avevo paura a sapere di non avere un ginocchio stabile, era qualcosa di psicologico più che altro.. e quindi non ho mai ripreso a giocare a livello agonistico , salvo qualche apparizione sporadica amatoriale che appunto mi hanno fatto male non avendo neanche una buona condizione atletica a causa di tutti i mesi di immobilismo (come ha detto il buon gomma).

Per la fisioterapia so bene che è necesseria farla molto molto bene, spero di riuscire a trovare qualcosa di convenzionato e proverò a chiedere un po' in giro ma nel caso non si trovi niente (ma come fa un poveraccio che non si può permettere un centro specializzato a rimettersi in piedi decentemente? :rolleyes: ) ricorrerò ad altro (quello di Stefano mi sembra un ottimo centro).

So che tutti hanno un decorso soggettivo, ma più o meno a grande linee quanti mesi di fisioterapia post operatoria assistita si fa prima di poter tornare a fare riabilitazione da solo (palestra e nuoti con esercizi magari prescritti dal fisioterapista)

Grazie veramente a tutti, crepi il lupo ed in bocca al lupo a voi per tutto! :)

Delfino81 05-07-2012 15:11

ciao ragassuoli, che si dice di bello? mi collego di meno ma nn vi ho abbandonato del tutto :) so passato x un saluto generale......

a me i primi di giugno hanno spedito via mail il consenso informato per l'utilizzo dei tendini da donatore.....ho circa una probabilità su un milione di beccarmi aids, epatite c o qualche altra cosa di queste e va beh.....

ora aspetto solo la "chiamata" dall'humanitas x il giorno dell'operazione....se arriva prima un'altra chiamata, quella dal Signore, meglio ancora :D

ma non contento, e benche sia in lista ho voluto comuqneu fare un'ultima visita presso un dottore molto gentile che mi rispondeva sempre sul sito di "medicitalia" e diciamo aveva preso il mio caso "a cuore" :fagiano:

è molto giovane, 38 anni, ex allievo di MAriani, come tutte le persone giovani l'ho visto rispetto a Volpi piu "ardimentoso" di mettere mani a mezzo mondo....essenzialmente Volpi vuole solo ricostruirmi i crociati che so quelli rotti, poi i legamenti periferici (collaterale mediale, laterale ecc) dopo una lussazione come la mia subscono un live danno anche loro, non da essere sostituiti, ma questo giovane voleva mettere mano pure a loro e "suturarli" o meglio"ritensionarli", Volpi invece che è della vecchia guardia mi disse che secondo lui è inutile voler mettere mani a tutto perche se no la chirurgia puo passare dal far bene a fare danni, non è una macchina.....

però ironia della sorte, questo giovane disse "vacci piano con lo sport anche dopo l'operazione", cmq hai un ginocchio compromesso che alla vecchiaia si farà sentire con un po di artrosi (nn è detto protesi, però), Volpi invece è piu ottimista.....pensate che ho dato a un'amica mia che si è procurato il mio stesso trauma (lussazione) con rottura d tutti i legamenti, durante una "mossa" di ju jutsu, una proiezioen a terra dell'avversario, e chiedeva se poteva toranre a fa ju jutsu e Volpi ha detto che con le nuove tecniche ci so ottime possibilità anche di riprender sport ad alto impatto.... :doh:

io ci credo poco...... di tutti quelli che hanno avuto una lussazoe di ginocchio con rottura di crociato anteriore e posteriore, son tornati a giocare solo

Del Piero e Damiano Tommasi...altri, come

Gigi Casiraghi (di operazioni ne fece 10 o 11 mi pare, da MArcacci al Rizzoli )

Alvise Zago (spaccatosi nell'89)

Franco Liguori, di questo c'è pure il video l'infortunoi si vede al minuto 2:30 ma gli appassionati di calcio possono vederselo tutto :D anni 70

http://www.youtube.com/watch?v=7AgFycvX5MY

un certo John Kennedy omonimo el presidente degli USA che giocava in Scozia...

nessuno di questi è tornato agli stessi livelli di prima del trauma, qualcuno ha appeso le scarpe al chiodo..... :cool:

quanto a me, "speriamo che me la cavo" :( mi accontento di poter fare il magazziniere all'ikea, lavorativament quest'anno è andato a puttane, questa è la cosa che mi rode di piu, non so mai stato il tipo di laureato chenn si abbassa a fa lavori manuali, ma col ginocchio malmesso non reggerei 8 ore in piedi a scaricare merce.... diciamo che me lo so preso come anno sabbatico, e mi è servita come esperienza che la salute deve sempreprecedere il lavoro.....in ogni caso!

gomma2408 05-07-2012 15:16

si.... :D schopenhauer, il filosofo.... semmai.... ahahahahah :D

tutto deriva dall'aver avuto come allenatore per qualche volta negli anni il mio amico fisioterapista che ormai da più di 20 anni nella mia zona è conosciuto come il migliore per la riabilitazione sportiva, nella fattispecie del ginocchio, lavorando presso un bel centro riabilitativo/funzionale facente parte di un abbastanza noto complesso termale del mio comune di residenza. Pur non avendo voluto mai la qualifica di responsabile è il riferimento nel centro per la riabilitazione.
Un po' di documentazione in tutti questi anni.... e quindi... una volta operato mi sono documentato ancor di piu'!!!!


La riabilitazione seguita "ad personam" :D si limita fino a quando si raggiunge la flessione e l'estensione completa... l'estensione io l'ho avuta dal primo giorno (la doccia gessata tenuta 24 ore era proprio a 0 gradi) e così l'ho mantenuta seguendo le indicazioni del dottore (soprattutto su come dormire la notta, gamba distesa a pancia in su, ecc... in modo da tenere più tempo possibile la gamba estesa) la flessione ci vuole un pochino più tempo...
Poi.... c'è il discorso del programma con le tavolette, (propriocettiva) molto importante a fini sportivi, più della pura forza, in un mese e mezzo sipuò dire che il programma di assitenza personale si conclude sicuramente.
Poi, si fà da sè, ovvio si deve essere in una struttura che se c'è qualche problema chiedi, ti dicono se esegui l'esercizio bene, ecc.. però spesso qui da me fanno anche che dopo un mese dal fisioterapista, poi vanno in palestra con la scheda fatta dal fisioterapista e fanno gli esercizi, poi ogni 15-20gg ritornano dal fisioterapista per l'aggiornamento della scheda, ecc...
in questo modo trovi una soluzione più abbordabile nel fare gli esercizi pagando praticamente gli ingressi in una palestra "normale" in cui l'unica accortezza da avere è verificare che abbiano gli attrezzi che ti servono.

Certo, quasi mai avranno le macchine pesi con i blocchi angolari, se l'ortopedico ti dice (o il fisioterapista) : fai la leg extension nel range 30-60 e la macchina non ha i blocchi , devi fare a occhio... è un po' arrangiata la cosa, ecco.

però Nel centro dove sono andato io, puramente riabilitativo, prevedevano dei cicli di riabilitazione personale (un totale di 800 euro ho pagato circa, ) perchè serviva il lettino per le flessioni, l'elettrostimolazione, ecc...
per il primo mese, poi dopo pagavo solo un abbonamento di 60 euro al mese con ingressi illimitati ed ero seguito dagli stessi fisioterapisti... io facevo i miei esercizi, non è che mi dovevano stare dietro per forza tutto il tempo, quindi anche io ho fatto otto mesi di riabilitazione intensiva (più altri periodi successivi) ma per sei mesi ho pagato solo questo abbonamento..... ;)

gomma2408 05-07-2012 15:26

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 37749518)
quanto a me, "speriamo che me la cavo" :( mi accontento di poter fare il magazziniere all'ikea, lavorativament quest'anno è andato a puttane, questa è la cosa che mi rode di piu, non so mai stato il tipo di laureato chenn si abbassa a fa lavori manuali, ma col ginocchio malmesso non reggerei 8 ore in piedi a scaricare merce.... diciamo che me lo so preso come anno sabbatico, e mi è servita come esperienza che la salute deve sempreprecedere il lavoro.....in ogni caso!

ciao!!!!

innanzi tutto inboccaallupo per TUTTO, proprio tutto... il lavoro è importante nella vita, se non altro per poterla vivere.... almeno finchè si sta in paesi come il nostro enon ci si ritira in eremitaggio o in qualche foresta tipo la Selva Lacandona, in primis la salute, ovvio... e se insieme arriva qualche colpo di c..o anche di altro genere, molto meglio, te lo auguro proprio!
Te hai citato molti casi... però a che anni si riferivano????:D adesso le tecniche sono migliorate, inoltre in certi casi è proprio il fisico a rispondere male e quindi tocca abbandonare tutto (vedi Van Basten con la caviglia... o lo stesso Casiraghi....) Ricorda che siamo dotati di risorse "interne" alimentate dalla volontà, che neanche ci immaginiamo... credo a una forma di energia che come ci tira su e ci fa fare cose che prima ritenevamo impossibili, allo stesso tempo se manca non ci fa smuovere di un metro.... e questa è la testa... con quella si fa molto!

;) ;) ;)

Delfino81 05-07-2012 15:26

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 37746713)
Io mi ricordo di te, il tuo Nik è abbastanza riconoscibile......
Io sono andato per la fisioterapia alla http://www.physioclinic.it/ li oltre a Herbert Schoenhuber(che mi ha operato) e a Volpi ci sono altri Ortopedici.
Herbert Schoenhuber opera in convenzione con il SSN al Galeazzi (almeno quando sono stato operato io) però i tempi di attesa sono lunghi essendo molto famoso. Stessa cosa penso per Volpi.
La physioclinic come per la riabilitazione è stata molto valida e costosa (70 € a seduta per 2 volte alla settimana è quanto consigliano....)
Andando con il servizio sanitario nazionale invece non so dove si può andare. Ai tempi so che erano coperti un certo numero di mesi dopo l'intervento. Ora non saprei.

Quando ho fatto la visita il mio ortopedico mi ha detto subito di operarmi, che era la mia idea. Il non operarsi se uno non è sportivo può forse andare (con il rischio di artrosi precoce) ma se si è un minimo sportivi penso sia estremamente indicato, proprio per evitare successivi danni al ginocchio. Tieni presente che a 43 anni (ai tempi) Schoenhuber mi ha detto tu sei ancora giovane e sportivo, l'operazione è praticamente obbligatoria !

Era quello che pensavo, operarmi per non dover rinunciare allo sport (in realtà prima ne facevo poco). Però ad alcune attività non volevo rinunciare : Sci, Trek e Ciaspolate, Subacquea ecc.....
E da come sono andate le cose direi che mai ho preso decisione migliore!

In 6 mesi dall'operazione ero gia in uno stato di forma migliore a prima di farmi male!

con volpi i temi di operazione so piu ridotti, ma non x merito suo, ma della struttura dove opera.....volpi ha lasciato ilgaleazzi e da 2 - 3 anni sta all'humanitas di rozzano che ha tempi piu snelli....io mi so segnato i primi di marzo, in visita con lui e gia verso luglio potevo operarmi, so stato o a chiedere di posticipare dopo l'estate xke operarmi co sto caldo torrido sarebbe stata na tortura........dovrebbero avermela fussata x metà settembre, sempre caldo farà ma almeno si va verso il fresco....

per quanto riguarda la fisioterapia in convenzione non so se dipende da un massimo di numero di sedute, o un massimo di mesi post operatori....lo appurerò strada facendo....ho mantenuto il protocollo che mi ero prefissato comunque.....

i primi 90 giorni (ovvero 3 mesi) li farò a milano.....quando starò "crepentato" starà miopadre con me e prendiamo un affitto a breve periodo (gia fissato anche quello), x nn gravae sullo zietto che con moglie al seguito vive in 50 mq di casa e in 4 con un bagno solo e con un "disabile" sarebbe un casino....poi come mi rimetto in piedi o quasi, mio padre scende e vado da mio zio....i 90 giorni non sono a caso, fu proprio volpi a dirmi che il primo step fisioterapico (ilpiu duro) dura fino al 3° mese....e preferisco farlo proprio alla physioclinic.....perche è il centro dove lavorano i suoi piu stretti collaboratori e mi sento piu tranquillo cosi... dopo i 90 giorni si punta piu che altro sul potenziamento musdcolare,e quello verrò a farmelo a Roma, penso al centro Salvetti indicatomi da Alex (poi a seconda di quale centro mi tratta meglio e doveci sono fisioterapiste piu carucce, offrirò una cena o a Alex o a Stefano).... :D

e devo appurare anche se potrò farlo con la mutua oppure no.....saranno passati gia 3 mesi dall'operazione ma io scenderei da "verginello" che non ha mai usufruito della mutua quindi devo vedere un attimo....va beh al massimo, se si tratta solo di rinforzo muscolare, a via delle Robinie c'è anche la palestra fisioterapica se non erro, una specie di formula come la usò Gomma, cioè paghi solo il mensile, al massimo farò quello....


insomma, il periodo non è dei piu rosei, mi aspetta un'operazione complessa, una riabilitazione altrettanto complessa, e in piu sto senza lavoro, e senza assicurazioni private che possano agevolarmi nel fae terapia ad esempio alla physioclinic.... :rolleyes: tra spese di affitto il primo mese a milano, fisioterapia ecc, io cred che se ne andranno un bel po di migliaia di euro......per tornare nemmeno "cme prima" ma il piu possibile vicino alla normalità...se ci penso prenderei il muro a testate :mad:

volendo potevo fare anhe tuto al risparmio, operandomi a roma facendo sempre fisioterapia "mutuata" ecc....pero volpi è stato quello che mi ha ispirato piu fiducia, diciamo che sto investendo su sto ginocchio....sperando che mi dia meno noie nel futuro....se cosi sarà, anche la ricerca del lavoro e tutto il resto, le affonterò con piu serenità

Delfino81 05-07-2012 15:38

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 37749599)
ciao!!!!

innanzi tutto inboccaallupo per TUTTO, proprio tutto... il lavoro è importante nella vita, se non altro per poterla vivere.... almeno finchè si sta in paesi come il nostro enon ci si ritira in eremitaggio o in qualche foresta tipo la Selva Lacandona, in primis la salute, ovvio... e se insieme arriva qualche colpo di c..o anche di altro genere, molto meglio, te lo auguro proprio!
Te hai citato molti casi... però a che anni si riferivano????:D adesso le tecniche sono migliorate, inoltre in certi casi è proprio il fisico a rispondere male e quindi tocca abbandonare tutto (vedi Van Basten con la caviglia... o lo stesso Casiraghi....) Ricorda che siamo dotati di risorse "interne" alimentate dalla volontà, che neanche ci immaginiamo... credo a una forma di energia che come ci tira su e ci fa fare cose che prima ritenevamo impossibili, allo stesso tempo se manca non ci fa smuovere di un metro.... e questa è la testa... con quella si fa molto!

;) ;) ;)

ciao caro Gomm, è Un piacere risentirti vedo che continui a raccogliere complimenti, e detto tra noi te li meriti....i complimenti che a me fanno gli ortopedici (a QUEST'ULTIMO giovane 38enne gli feci una domanda specifica sul Punto d'angolo postero esterno e mi disse che da specializzando se la pose anche lui sta domanda ma x avere risposta dovette andare a fare un master in America :D nessun paziente si era mai sognato di proporgliela ):D on dovuti in gran parte alla scienza che mi ha infuso questo bel forum e le mie documentazioni personali,... :D

si in effetti i casi che ho citato sono un po obsoleti, Franco Liguori si spaccò nei primi anni 70 e per operarsi ando a lione...e lo stesso el Piero andò negli USA, in Colorado.... ultimamente credo che anche inItalia siamo all'avanguardia in molti campi...ma intendiamoci, caro, ormai mi "conosci" vecchio, di giocare a pallone sono il primo a non volerci giocare, il mio è piu un "frungolo" psicologico....

un ginocchio che puo fare sport puo fare tutto, questo è il presupposto da cui parto.....un ginocchio che nn puo far sport è comunque un ginocchio limitato, e psicologicamente di tanto in tanto ti potresti chiedee "ma è servita a qualcosa st'operazione?"

però ecco, se gia torno a camminare senza fatsidi e doloretti vari (che poi si so acuiti da un paio d'anni a sta parte, prima stavo benone) posso considerarmi "guarito".....

dylandog_666 05-07-2012 17:25

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 37749553)
si.... :D schopenhauer, il filosofo.... semmai.... ahahahahah :D

tutto deriva dall'aver avuto come allenatore per qualche volta negli anni il mio amico fisioterapista che ormai da più di 20 anni nella mia zona è conosciuto come il migliore per la riabilitazione sportiva, nella fattispecie del ginocchio, lavorando presso un bel centro riabilitativo/funzionale facente parte di un abbastanza noto complesso termale del mio comune di residenza. Pur non avendo voluto mai la qualifica di responsabile è il riferimento nel centro per la riabilitazione.
Un po' di documentazione in tutti questi anni.... e quindi... una volta operato mi sono documentato ancor di piu'!!!!


La riabilitazione seguita "ad personam" :D si limita fino a quando si raggiunge la flessione e l'estensione completa... l'estensione io l'ho avuta dal primo giorno (la doccia gessata tenuta 24 ore era proprio a 0 gradi) e così l'ho mantenuta seguendo le indicazioni del dottore (soprattutto su come dormire la notta, gamba distesa a pancia in su, ecc... in modo da tenere più tempo possibile la gamba estesa) la flessione ci vuole un pochino più tempo...
Poi.... c'è il discorso del programma con le tavolette, (propriocettiva) molto importante a fini sportivi, più della pura forza, in un mese e mezzo sipuò dire che il programma di assitenza personale si conclude sicuramente.
Poi, si fà da sè, ovvio si deve essere in una struttura che se c'è qualche problema chiedi, ti dicono se esegui l'esercizio bene, ecc.. però spesso qui da me fanno anche che dopo un mese dal fisioterapista, poi vanno in palestra con la scheda fatta dal fisioterapista e fanno gli esercizi, poi ogni 15-20gg ritornano dal fisioterapista per l'aggiornamento della scheda, ecc...
in questo modo trovi una soluzione più abbordabile nel fare gli esercizi pagando praticamente gli ingressi in una palestra "normale" in cui l'unica accortezza da avere è verificare che abbiano gli attrezzi che ti servono.

Certo, quasi mai avranno le macchine pesi con i blocchi angolari, se l'ortopedico ti dice (o il fisioterapista) : fai la leg extension nel range 30-60 e la macchina non ha i blocchi , devi fare a occhio... è un po' arrangiata la cosa, ecco.

però Nel centro dove sono andato io, puramente riabilitativo, prevedevano dei cicli di riabilitazione personale (un totale di 800 euro ho pagato circa, ) perchè serviva il lettino per le flessioni, l'elettrostimolazione, ecc...
per il primo mese, poi dopo pagavo solo un abbonamento di 60 euro al mese con ingressi illimitati ed ero seguito dagli stessi fisioterapisti... io facevo i miei esercizi, non è che mi dovevano stare dietro per forza tutto il tempo, quindi anche io ho fatto otto mesi di riabilitazione intensiva (più altri periodi successivi) ma per sei mesi ho pagato solo questo abbonamento..... ;)

azzooo ma perchè non fai medicina, ti laurei, prendi la specialistica in ortopedia e vengo a farmi operare da te :D :D poi altro che schopenauer socrate e compagnia cantanti :D :D :D
che bella struttura che c'è dalle tue parti, ma possibile che a Milano non ce ne sia una del genere ? mah :rolleyes:
mi informerò per bene!

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 37749600)
con volpi i temi di operazione so piu ridotti, ma non x merito suo, ma della struttura dove opera.....volpi ha lasciato ilgaleazzi e da 2 - 3 anni sta all'humanitas di rozzano che ha tempi piu snelli....io mi so segnato i primi di marzo, in visita con lui e gia verso luglio potevo operarmi, so stato o a chiedere di posticipare dopo l'estate xke operarmi co sto caldo torrido sarebbe stata na tortura........dovrebbero avermela fussata x metà settembre, sempre caldo farà ma almeno si va verso il fresco....

per quanto riguarda la fisioterapia in convenzione non so se dipende da un massimo di numero di sedute, o un massimo di mesi post operatori....lo appurerò strada facendo....ho mantenuto il protocollo che mi ero prefissato comunque.....

i primi 90 giorni (ovvero 3 mesi) li farò a milano.....quando starò "crepentato" starà miopadre con me e prendiamo un affitto a breve periodo (gia fissato anche quello), x nn gravae sullo zietto che con moglie al seguito vive in 50 mq di casa e in 4 con un bagno solo e con un "disabile" sarebbe un casino....poi come mi rimetto in piedi o quasi, mio padre scende e vado da mio zio....i 90 giorni non sono a caso, fu proprio volpi a dirmi che il primo step fisioterapico (ilpiu duro) dura fino al 3° mese....e preferisco farlo proprio alla physioclinic.....perche è il centro dove lavorano i suoi piu stretti collaboratori e mi sento piu tranquillo cosi... dopo i 90 giorni si punta piu che altro sul potenziamento musdcolare,e quello verrò a farmelo a Roma, penso al centro Salvetti indicatomi da Alex (poi a seconda di quale centro mi tratta meglio e doveci sono fisioterapiste piu carucce, offrirò una cena o a Alex o a Stefano).... :D

e devo appurare anche se potrò farlo con la mutua oppure no.....saranno passati gia 3 mesi dall'operazione ma io scenderei da "verginello" che non ha mai usufruito della mutua quindi devo vedere un attimo....va beh al massimo, se si tratta solo di rinforzo muscolare, a via delle Robinie c'è anche la palestra fisioterapica se non erro, una specie di formula come la usò Gomma, cioè paghi solo il mensile, al massimo farò quello....


insomma, il periodo non è dei piu rosei, mi aspetta un'operazione complessa, una riabilitazione altrettanto complessa, e in piu sto senza lavoro, e senza assicurazioni private che possano agevolarmi nel fae terapia ad esempio alla physioclinic.... :rolleyes: tra spese di affitto il primo mese a milano, fisioterapia ecc, io cred che se ne andranno un bel po di migliaia di euro......per tornare nemmeno "cme prima" ma il piu possibile vicino alla normalità...se ci penso prenderei il muro a testate :mad:

volendo potevo fare anhe tuto al risparmio, operandomi a roma facendo sempre fisioterapia "mutuata" ecc....pero volpi è stato quello che mi ha ispirato piu fiducia, diciamo che sto investendo su sto ginocchio....sperando che mi dia meno noie nel futuro....se cosi sarà, anche la ricerca del lavoro e tutto il resto, le affonterò con piu serenità

Ciao Delfino! :D ho letto con avidità il tuo post, non sapevo che il dott. volpi si fosse "trasferito" all'humanitas (in effetti sul sito del galeazzi non lo trovavo più), quasi quasi ci faccio un pensierino (sembra che sto scegliendo una macchina fotografica da comprare :stordita: ) sopratutto per i tempi snelli di cui parli e per il fatto che volpi è cmq un valido professionista nel suo campo, vero?
per curiosità, ti ha detto con quale tecnica ti opererà? e come hai fatto a prenotare con lui la visita? in regime ssn o privatamente? scusa per le tante domande :D mi puoi anche rispondere in mp se non vuoi inquinare il topic...

P.s. tra l'altro ho chiamato ora l'humanitas per la rmn ed è disponibile il 30 luglio, il giorno del mio compleanno e non ci dovrei neanche essere :mad: speriamo in altri posti...

Delfino81 05-07-2012 18:25

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 37750266)
azzooo ma perchè non fai medicina, ti laurei, prendi la specialistica in ortopedia e vengo a farmi operare da te :D :D poi altro che schopenauer socrate e compagnia cantanti :D :D :D
che bella struttura che c'è dalle tue parti, ma possibile che a Milano non ce ne sia una del genere ? mah :rolleyes:
mi informerò per bene!



Ciao Delfino! :D ho letto con avidità il tuo post, non sapevo che il dott. volpi si fosse "trasferito" all'humanitas (in effetti sul sito del galeazzi non lo trovavo più), quasi quasi ci faccio un pensierino (sembra che sto scegliendo una macchina fotografica da comprare :stordita: ) sopratutto per i tempi snelli di cui parli e per il fatto che volpi è cmq un valido professionista nel suo campo, vero?
per curiosità, ti ha detto con quale tecnica ti opererà? e come hai fatto a prenotare con lui la visita? in regime ssn o privatamente? scusa per le tante domande :D mi puoi anche rispondere in mp se non vuoi inquinare il topic...

P.s. tra l'altro ho chiamato ora l'humanitas per la rmn ed è disponibile il 30 luglio, il giorno del mio compleanno e non ci dovrei neanche essere :mad: speriamo in altri posti...

Ciao dylan dog, ben ritrovato anch a te, il tuo nick me lo ricordavo anch se non ricordavo il problema che avessi, ma rileggendo le ultime pagg del topic ho rinfrescato la memoria....

allora, se vuoi fare la visita con Volpi preparati a sborsare 2 piotte come dicono a Roma, ovvero 200 euro, per laprima visita, 150 dalla seconda in poi (le cosidd visite di controllo).....

io andai una prima volta da Volpi il 17 ottobre dell'anno scorso, x "farmi conoscere", ma dovevo attendere delle risposte dal lavoro che purtroppo nn sn arrivate, poi son ritornato il 5 marzo di quest'anno x segnarmi all'operazione....e gli ho detto di chiamarmi a settembre he l'estate non ci sono per nessuno :D

d quello che so, Volpi insieme a shonhauber (l'h scritto bene? to dottore ha un nome cosi astruso che l'ho scartato solo perche non sapevo come chiamarlo, avrei dovuto fare un corso di tedesco prima :sofico: ) è uno dei migliori medici della piazza milanese, un altro abbastanza quotato è un tale MAssimo Berruto he opera al Gaetano Pini......

nel mio caso mi opererà utilizzando dei tendini da donatore.....ma non ti spaventare perche il mio caso è ben piu complesso del tuo.....io non ho avuto una distorsione del ginocchio bensi una lussazione, ovvero l ginochio uscì dalla sua sede con perdita/rottura di tutti i capi articolari, un dolore che nn ti dico...uestoperche un amico mio, avversario durante una partitella improvvisata, in marcatura sulla palla, inciampò e mi si appese lettteralmente addosso, (nn poteva cadere dico io? :D ) io stavo appoggiato su una sola gamba che non ha retto e ha dovuto supportare il peso di 8 chili di questo qua.....il ginocchio in particolare....magari se stavo in un'altra posizione me sarei rotto il perone, chissà....

e infatti mi sono rotto crociato anteriore e posteriore, (trauma ben piu raro del solito LCA), ho stirato all'epoca il collaterale mediale, e poi c'è un'altra struttura "cugina" del crociato posteriore, si chiama complesso arcuato o punt d'angolo postero esterno, che bisogna vedere ome sta in sede di operazione, se regge poco, si rifarà anhe quello.....

i tendini da donatore sono qualitativamente un po infriore ai tendini propri, perche hanno subito un processo di "disinestazione" e conservazione a nn so quanti gradi sotto 0, mentre un tendine proprio è qualcosa di vivo che fino a ieri ha fatto il tendine e poi deve imparare a fa il lgamento.. :D pero in casi come il mio mi sono reso conto che i tendini da donatore sono "quasi" d'obbligo, perche se no dovendo prelevare tutto da e, mi finirebbero di "smontare" mezza gamba e in un ginocchio gia compromesso cosi, nn sarebbe una bella cosa.....

comunque che dire, come andrà l'operaz e la riabilitazione te lo saro dire solo a posteriori, comunue mi è sembrata una prsona abbastanza competente.... se ha deciso di cimentarsi in casi come il mio, il crociato anteriore lo fa adocchi chiusi :D

alex642002 06-07-2012 08:44

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 37749308)
ciao alex, mi ricordo che te ai tempi te feci la fisioterapia in un posto convenzionato e professionale, mi misi a cercare ogni tuo post per capire di dov'eri (senza pensare di mandarti un mp :doh: ) salvo scoprire che sei di roma o dintorni, no? :D

Ciao,sì,sono di Roma.Io andai a una palestra convenzionata vicino casa mia,la Salvetti,per questione di comodità.Mi trovai molto bene comunque,e pagai solo i ticket(poi rimborsatimi dall'assicurazione).
Comunque io tra Schopenauer e Heisenberg preferirei il secondo:troppo pessimista il primo!:D

alex642002 06-07-2012 10:22

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 37750595)
Ciao dylan dog, ben ritrovato anch a te, il tuo nick me lo ricordavo anch se non ricordavo il problema che avessi, ma rileggendo le ultime pagg del topic ho rinfrescato la memoria....

allora, se vuoi fare la visita con Volpi preparati a sborsare 2 piotte come dicono a Roma, ovvero 200 euro, per laprima visita, 150 dalla seconda in poi (le cosidd visite di controllo).....

io andai una prima volta da Volpi il 17 ottobre dell'anno scorso, x "farmi conoscere", ma dovevo attendere delle risposte dal lavoro che purtroppo nn sn arrivate, poi son ritornato il 5 marzo di quest'anno x segnarmi all'operazione....e gli ho detto di chiamarmi a settembre he l'estate non ci sono per nessuno :D

d quello che so, Volpi insieme a shonhauber (l'h scritto bene? to dottore ha un nome cosi astruso che l'ho scartato solo perche non sapevo come chiamarlo, avrei dovuto fare un corso di tedesco prima :sofico: ) è uno dei migliori medici della piazza milanese, un altro abbastanza quotato è un tale MAssimo Berruto he opera al Gaetano Pini......

nel mio caso mi opererà utilizzando dei tendini da donatore.....ma non ti spaventare perche il mio caso è ben piu complesso del tuo.....io non ho avuto una distorsione del ginocchio bensi una lussazione, ovvero l ginochio uscì dalla sua sede con perdita/rottura di tutti i capi articolari, un dolore che nn ti dico...uestoperche un amico mio, avversario durante una partitella improvvisata, in marcatura sulla palla, inciampò e mi si appese lettteralmente addosso, (nn poteva cadere dico io? :D ) io stavo appoggiato su una sola gamba che non ha retto e ha dovuto supportare il peso di 8 chili di questo qua.....il ginocchio in particolare....magari se stavo in un'altra posizione me sarei rotto il perone, chissà....

e infatti mi sono rotto crociato anteriore e posteriore, (trauma ben piu raro del solito LCA), ho stirato all'epoca il collaterale mediale, e poi c'è un'altra struttura "cugina" del crociato posteriore, si chiama complesso arcuato o punt d'angolo postero esterno, che bisogna vedere ome sta in sede di operazione, se regge poco, si rifarà anhe quello.....

i tendini da donatore sono qualitativamente un po infriore ai tendini propri, perche hanno subito un processo di "disinestazione" e conservazione a nn so quanti gradi sotto 0, mentre un tendine proprio è qualcosa di vivo che fino a ieri ha fatto il tendine e poi deve imparare a fa il lgamento.. :D pero in casi come il mio mi sono reso conto che i tendini da donatore sono "quasi" d'obbligo, perche se no dovendo prelevare tutto da e, mi finirebbero di "smontare" mezza gamba e in un ginocchio gia compromesso cosi, nn sarebbe una bella cosa.....

comunque che dire, come andrà l'operaz e la riabilitazione te lo saro dire solo a posteriori, comunue mi è sembrata una prsona abbastanza competente.... se ha deciso di cimentarsi in casi come il mio, il crociato anteriore lo fa adocchi chiusi :D

In bocca al lupo per tutto!
Quando verrai alla Salvetti avvertimi così ci vediamo ;)

dylandog_666 06-07-2012 15:58

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 37750595)
Ciao dylan dog, ben ritrovato anch a te, il tuo nick me lo ricordavo anch se non ricordavo il problema che avessi, ma rileggendo le ultime pagg del topic ho rinfrescato la memoria....

allora, se vuoi fare la visita con Volpi preparati a sborsare 2 piotte come dicono a Roma, ovvero 200 euro, per laprima visita, 150 dalla seconda in poi (le cosidd visite di controllo).....

io andai una prima volta da Volpi il 17 ottobre dell'anno scorso, x "farmi conoscere", ma dovevo attendere delle risposte dal lavoro che purtroppo nn sn arrivate, poi son ritornato il 5 marzo di quest'anno x segnarmi all'operazione....e gli ho detto di chiamarmi a settembre he l'estate non ci sono per nessuno :D

d quello che so, Volpi insieme a shonhauber (l'h scritto bene? to dottore ha un nome cosi astruso che l'ho scartato solo perche non sapevo come chiamarlo, avrei dovuto fare un corso di tedesco prima :sofico: ) è uno dei migliori medici della piazza milanese, un altro abbastanza quotato è un tale MAssimo Berruto he opera al Gaetano Pini......

nel mio caso mi opererà utilizzando dei tendini da donatore.....ma non ti spaventare perche il mio caso è ben piu complesso del tuo.....io non ho avuto una distorsione del ginocchio bensi una lussazione, ovvero l ginochio uscì dalla sua sede con perdita/rottura di tutti i capi articolari, un dolore che nn ti dico...uestoperche un amico mio, avversario durante una partitella improvvisata, in marcatura sulla palla, inciampò e mi si appese lettteralmente addosso, (nn poteva cadere dico io? :D ) io stavo appoggiato su una sola gamba che non ha retto e ha dovuto supportare il peso di 8 chili di questo qua.....il ginocchio in particolare....magari se stavo in un'altra posizione me sarei rotto il perone, chissà....

e infatti mi sono rotto crociato anteriore e posteriore, (trauma ben piu raro del solito LCA), ho stirato all'epoca il collaterale mediale, e poi c'è un'altra struttura "cugina" del crociato posteriore, si chiama complesso arcuato o punt d'angolo postero esterno, che bisogna vedere ome sta in sede di operazione, se regge poco, si rifarà anhe quello.....

i tendini da donatore sono qualitativamente un po infriore ai tendini propri, perche hanno subito un processo di "disinestazione" e conservazione a nn so quanti gradi sotto 0, mentre un tendine proprio è qualcosa di vivo che fino a ieri ha fatto il tendine e poi deve imparare a fa il lgamento.. :D pero in casi come il mio mi sono reso conto che i tendini da donatore sono "quasi" d'obbligo, perche se no dovendo prelevare tutto da e, mi finirebbero di "smontare" mezza gamba e in un ginocchio gia compromesso cosi, nn sarebbe una bella cosa.....

comunque che dire, come andrà l'operaz e la riabilitazione te lo saro dire solo a posteriori, comunue mi è sembrata una prsona abbastanza competente.... se ha deciso di cimentarsi in casi come il mio, il crociato anteriore lo fa adocchi chiusi :D

Grazie per le info! ;)

Alla fine ho prenotato una visita ortopedica al galeazzi con il ssn (chissà chi mi capita), ho chiamato l'humanitas e ho chiesto per la visita con il ssn che sarebbe stata fissata per settembre, poi ho chiesto di volpi privatamente e la tipa mi ha detto subito "sono 200 euro, eh.. :D " e mi ha detto che può intorno al 25 agosto :doh: dovrei tornare a Milano apposta... :muro:
poi c'era anche un'altra equipe dell'humanitas il cui ortopedico ha una parcella di 90 euro e può visitare già a metà luglio, ho detto che ci penserò ma mica ho chiesto il nome di sto tizio mannaia a me :doh:

Non so se chiamare schopenauer il pessimista :asd: e chiedere se privatamente possa fare per luglio ( l'ideale sarebbe luglio la visita e decidere già per l'operazione, si lo so sono molto ottimista :asd:), poi una volta mi ricordo che chiamai benazzo di pavia (altro professorone come specificato dalla centralinista..) che si pigliava 100 euro però è a pavia e un po' mi sarebbe scomodo.... mi sto confidando con voi in pratica, scusate :D

Delfino81 06-07-2012 19:21

Quote:

Originariamente inviato da dylandog_666 (Messaggio 37755217)
Grazie per le info! ;)

Alla fine ho prenotato una visita ortopedica al galeazzi con il ssn (chissà chi mi capita), ho chiamato l'humanitas e ho chiesto per la visita con il ssn che sarebbe stata fissata per settembre, poi ho chiesto di volpi privatamente e la tipa mi ha detto subito "sono 200 euro, eh.. :D " e mi ha detto che può intorno al 25 agosto :doh: dovrei tornare a Milano apposta... :muro:
poi c'era anche un'altra equipe dell'humanitas il cui ortopedico ha una parcella di 90 euro e può visitare già a metà luglio, ho detto che ci penserò ma mica ho chiesto il nome di sto tizio mannaia a me :doh:

Non so se chiamare schopenauer il pessimista :asd: e chiedere se privatamente possa fare per luglio ( l'ideale sarebbe luglio la visita e decidere già per l'operazione, si lo so sono molto ottimista :asd:), poi una volta mi ricordo che chiamai benazzo di pavia (altro professorone come specificato dalla centralinista..) che si pigliava 100 euro però è a pavia e un po' mi sarebbe scomodo.... mi sto confidando con voi in pratica, scusate :D

Benazzo so che è pure in gamba, mi pare che operò Samuel, non ricordo bene..... ma non ho capito una cosa, anzi due

di dove sei :D

e se sei disosto a fare privatamnte l'operazione o solo con la mutua....

uanto a Volpi, ricordo che la prima volta anche io aspettai un mesetto prima di esse ricevuto, la seconda volta dopo 15 giorni gia c'era disponibilità...tieni pero conto che agosto forse va in ferie....dopo aver visto 400 ginocchia l'anno e co tutti i soldi che prende, staccherà a spina pure lui :D


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 17:57.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.