Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Delfino81 16-02-2011 19:59

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34461073)
Cari amici di trauma, innanzitutto malvenuti ai nuovi.

Poi volevo aggiornarvi. Sono alla 12 seduta di fisioterapia e sembra procedere tutto discretamente bene. Durante gli esercizi il dolore è forte ma il ginocchio risponde bene, con poco gonfiore durante la fase di riposo.

Mancano 8 sedute per terminare questa fase e andare a controllo, quindi volevo approfittare e chiedervi se conoscete qualche attrezzo che mi permetta di controllare il piegamento gradualmente. Intendo anche un accrocchio con delle corde che devo tirare a mano, l'importante è che costi poco (quindi non consigliatemi kinetec e roba varia :D).

Grazie a tutti, un saluto!

Perdonami ma se stai andando a fisioterapia, per quale motivo avverti la necessità di fare esercizi anche a casa e metterti a fare l'inventore? (tanto di cappello comunque :D )..in che data ti sei operato?

ABCcletta 16-02-2011 20:10

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34472395)
Perdonami ma se stai andando a fisioterapia, per quale motivo avverti la necessità di fare esercizi anche a casa e metterti a fare l'inventore? (tanto di cappello comunque :D )..in che data ti sei operato?

No era per dopo la fisioterapia! Mi sono operato il 14 gennaio :D

Delfino81 16-02-2011 20:12

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34469798)
intanto anche io aggiorno....:rolleyes: :rolleyes: ...

oggi inizio di nuovo con gli esercizi in palestra riabilitativa.
Era un po' (20-25 gg) che il ginocchio tendeva a gonfiare nella zona posteriore (cavo popliteo) così come quando era sofferente, con conseguente interessamento (gonfiore) della ciste di baker in zona postero/mediale.
A ciò si sono poi aggiunti dolori vari alla zona del menisco operato, (segno di una infiammazione cartilaginea:confused: :confused: ) che hanno confermato quelloche mi disse il fisioterapista: "se vuoi continuare a giocare, la palestra la devi fare a vita....." :rolleyes: :rolleyes:

In effetti ciò mi era ricapitato ed avevo risolto con un mese di palestra fisioterapica, l'ultima volta in periodo 15/11 15/12 l'anno scorso (neanche tanto tempo fa). Precedentemente però era da MARZO che non facevo palestra (avevo solo giocato a pallavolo....:p )

In tutto questo però per fortuna il ginocchio in sè come stabilità/forza non ne risente minimamente, nel senso che regge e bene, però i dolori alle strutture "di contorno" sono venuti fuori....

Uffa!!!!!! :cry: ......................................................:old:

Quindi per ora STOP campionato volley, e palestra.....:( spero vada come le altre volte, e cioè che il recupero sia veloce.


mi dispiace caro, vedere te il mèntore del forum che sta "fuori" è come vedere una squadra senza capitano ;) ...scheriz a parte, ti auguro anche io che il recupero sia veloce, magari recati al centro di fisioterapia dove gia conoscono sia te che il tuo ginocchio....(ma x dolori alle strutture di contorno intendi sempre quei fastidi artrosici di cui mi parlavi? :mbe: )

io lunedi ho uin'altra visita, stavolta non ortopedica, ma fisiatrica, x fare un proramma riabilitativo serio in un centro e poi in palestra, dato ceh ancora non posso operarmi, vorrei tornare ai livelli dell'estate 2007 quando il ginocchio azzoppato stava bene quasi quanto l'altro....non mi dava fastidi, ieri ad esempio me als o vista brutta, ho accompagnato un'amica alla taz Termini, e l'ho aiutata a portare la valigia (capirari, ha chiesto la salute all'ospedale :D poi aveva un valigione pesantissimo, si a cm so fatte le donne no?pareva ci avesse messo un cadavere!), beh nello scendere le scale mi dava una sensazione un po' bruttina, e nel salirle mi bruciava :mad: ....

alla fine credo sia normale che con un peso aumentino le sensazioni di cedimento e sovraccarico...a voi succedeva prima di operarvi? e un'altra cosa, parlammo della accovacciata che alcuni avevano problemi a fare, (Gomma tu mi dicesti sia prima che anche dopo l'operaz a volte ti fa male ancor oggi),

parliamo oggi (tema di maturità del giorno :D )invece degli affondi (per chi nn avesse capito che es sono, pensate alle genuflessioni in Chiesa, senza pero appoggiare lòa mano sul ginocchio come fanno i signori anziani, scendere senza toccare terra con l'al,tra gamba, inserisco qualche foto x capirci meglio)

http://www.fitnessmax.it/wp-content/..._2-225x300.jpg

http://www.muscolab.net/immagini/affondi2.jpg

(questo le fa addirittura coi pesi io nn ci riesco manco con la sana xke ho le gambe magre :rolleyes: )

se li faccio per uno svariato n umero di volte con la gamba azzoppata, avverto una sensazione stranissima di dolore a sinistra delal rotula (sarà l'iperpressione), mista a na sensazione di "impastamenrto" del ginocchio.... voi riuscivate a farli? e ora ci riuscite dopo ml'operazione? o anche questo è un esercizio/movimento che come il nuoto a rana, o l'accovacciata completa o altre cose, appartengono a quelal schiera di esercizi che per il ginocchio diventano potenzialmente pericolosi come la kriptonite per superman? :cool:

alex642002 16-02-2011 22:36

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34472494)
io lunedi ho uin'altra visita, stavolta non ortopedica, ma fisiatrica, x fare un proramma riabilitativo serio in un centro e poi in palestra, dato ceh ancora non posso operarmi, vorrei tornare ai livelli dell'estate 2007 quando il ginocchio azzoppato stava bene quasi quanto l'altro....non mi dava fastidi, ieri ad esempio me als o vista brutta, ho accompagnato un'amica alla taz Termini, e l'ho aiutata a portare la valigia (capirari, ha chiesto la salute all'ospedale :D poi aveva un valigione pesantissimo, si a cm so fatte le donne no?pareva ci avesse messo un cadavere!), beh nello scendere le scale mi dava una sensazione un po' bruttina, e nel salirle mi bruciava :mad: ....

alla fine credo sia normale che con un peso aumentino le sensazioni di cedimento e sovraccarico...a voi succedeva prima di operarvi? e un'altra cosa, parlammo della accovacciata che alcuni avevano problemi a fare, (Gomma tu mi dicesti sia prima che anche dopo l'operaz a volte ti fa male ancor oggi),

Guarda,se ti può consolare oggi,a oltre due anni di distanza dall'operazione,ho avvertito un leggero fastidio facendo un movimento che non facevo da tanto tempo.Alzare sul lavoro dei pesi(scatole di monete)di una ventina di chili.Credo non si finisca mai di recuperare.

alex642002 16-02-2011 22:39

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34466142)
(poi in palestra l'esercizio "vero" era quello in cui il fisioterapista ti "montava" sopra.....:D :D :D :help: e lì le urla erano di routine!!!)
;) ;)

NOn mi ci far ripensare!Il dolore più forte sentito in vita mia!:cry: :nera:

alex642002 16-02-2011 22:42

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34467805)
Sei un grande, ottimo consiglio!

Ho pensato anche di dar fondo alle mie doti latenti di inventore e costruire una roba con un paio di carrucole per forzare il piegamento con le mani, tirando una corda. Un po come fanno i maestri di arti marziali nei film di Van Damme, quando gli sguarrano le gambe per fare la spaccata.

E se provassi l'"autoincaprettamento" che ti fanno fare(almeno a me)in fisioterapia?Ovverossia,pancia in giù,corda legata alla caviglia e intorno alla spalla e tirare verso di te:ci vuole molta volontà però,io lo facevo solo perchè il fisioterapista mi minacciava di farlo lui altrimenti!

ABCcletta 16-02-2011 23:46

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34473712)
E se provassi l'"autoincaprettamento" che ti fanno fare(almeno a me)in fisioterapia?Ovverossia,pancia in giù,corda legata alla caviglia e intorno alla spalla e tirare verso di te:ci vuole molta volontà però,io lo facevo solo perchè il fisioterapista mi minacciava di farlo lui altrimenti!

Un altro grande consiglio, grazie! Certo "autoincaprettamento" suona male :asd:

Delfino81 17-02-2011 09:31

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34472475)
No era per dopo la fisioterapia! Mi sono operato il 14 gennaio :D

beh ma da quanto io ne sappia la fsiioterapia presso il centro la si dovrebbe lasciare dopo un bel po' di tempo, almeno 4 mesi te li dovretsi fare, poi puoi andare avanti di paalestra! la stai facendo privatamente o in convenzione ccon il servizio sanitario nazionale?

alex, mica so contento se altre persone hanno dolori :D mi piacerebbe che stessimo tutti bene piu che altro! :cool:

gomma2408 17-02-2011 10:57

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34472494)
mi dispiace caro, vedere te il mèntore del forum che sta "fuori" è come vedere una squadra senza capitano ;) ...scheriz a parte, ti auguro anche io che il recupero sia veloce, magari recati al centro di fisioterapia dove gia conoscono sia te che il tuo ginocchio....(ma x dolori alle strutture di contorno intendi sempre quei fastidi artrosici di cui mi parlavi? :mbe: )

io lunedi ho uin'altra visita, stavolta non ortopedica, ma fisiatrica, x fare un proramma riabilitativo serio in un centro e poi in palestra, dato ceh ancora non posso operarmi, vorrei tornare ai livelli dell'estate 2007 quando il ginocchio azzoppato stava bene quasi quanto l'altro....non mi dava fastidi, ieri ad esempio me als o vista brutta, ho accompagnato un'amica alla taz Termini, e l'ho aiutata a portare la valigia (capirari, ha chiesto la salute all'ospedale :D poi aveva un valigione pesantissimo, si a cm so fatte le donne no?pareva ci avesse messo un cadavere!), beh nello scendere le scale mi dava una sensazione un po' bruttina, e nel salirle mi bruciava :mad: ....

alla fine credo sia normale che con un peso aumentino le sensazioni di cedimento e sovraccarico...a voi succedeva prima di operarvi? e un'altra cosa, parlammo della accovacciata che alcuni avevano problemi a fare, (Gomma tu mi dicesti sia prima che anche dopo l'operaz a volte ti fa male ancor oggi),

parliamo oggi (tema di maturità del giorno :D )invece degli affondi (per chi nn avesse capito che es sono, pensate alle genuflessioni in Chiesa, senza pero appoggiare lòa mano sul ginocchio come fanno i signori anziani, scendere senza toccare terra con l'al,tra gamba, inserisco qualche foto x capirci meglio)

http://www.fitnessmax.it/wp-content/..._2-225x300.jpg

http://www.muscolab.net/immagini/affondi2.jpg

(questo le fa addirittura coi pesi io nn ci riesco manco con la sana xke ho le gambe magre :rolleyes: )

se li faccio per uno svariato n umero di volte con la gamba azzoppata, avverto una sensazione stranissima di dolore a sinistra delal rotula (sarà l'iperpressione), mista a na sensazione di "impastamenrto" del ginocchio.... voi riuscivate a farli? e ora ci riuscite dopo ml'operazione? o anche questo è un esercizio/movimento che come il nuoto a rana, o l'accovacciata completa o altre cose, appartengono a quelal schiera di esercizi che per il ginocchio diventano potenzialmente pericolosi come la kriptonite per superman? :cool:

Certo, grazie, ovviamente vado allo stesso centro e palestra dove feci la riabilitazione..... ieri ho fatto il mio primo "giro", :cool: il ginocchio stamani è un pochino gonfiato nella sede della cisti di baker lato postero-mediale del ginocchio.... ma comunque non dà molta noia. Ho qualche fitta improvvisa in base a come lo metto, però.... tutto sotto controllo almeno sembra.

Fatti 4 giri di macchine, ogni giro 2 serie da 10 rip per gamba per ogni macchina. Alla leg extension ho iniziato con 25 kg (ricordo, 0-50 gradi di range in estensione, non di più, almeno per me con problemi di condropatia) e ho finito con 40kg (con un po' di fatica però sulla gamba operata)
Alla leg press ho iniziato con 120kg per gamba ed ho finito con 170. Mi accontento... per essere la prima sera....:p
Piccola innovazione: Alla leg press hanno collegato computer con un programma che monitorizza il corretto movimento e velocità di esecuzione per ottimizzare l'esercizio.

Occhio agli AFFONDI. sono molto pesanti per il comparto rotuleo.... anche se sono molto utili come esercizio di potenziamento. Anche io li ho fatti (pochi però....:D ) con una piccola variante: pesi in mano (4kg, eh niente di che.....) e il piede che è portato indietro appoggiato su una panca (quindi sta in alto) : l'esercizio è più faticoso così. Però ho smesso perchè pensavo sollecitasse troppo....:rolleyes:

Delfino81 17-02-2011 11:17

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34475861)
Certo, grazie, ovviamente vado allo stesso centro e palestra dove feci la riabilitazione..... ieri ho fatto il mio primo "giro", :cool: il ginocchio stamani è un pochino gonfiato nella sede della cisti di baker lato postero-mediale del ginocchio.... ma comunque non dà molta noia. Ho qualche fitta improvvisa in base a come lo metto, però.... tutto sotto controllo almeno sembra.

Fatti 4 giri di macchine, ogni giro 2 serie da 10 rip per gamba per ogni macchina. Alla leg extension ho iniziato con 25 kg (ricordo, 0-50 gradi di range in estensione, non di più, almeno per me con problemi di condropatia) e ho finito con 40kg (con un po' di fatica però sulla gamba operata)
Alla leg press ho iniziato con 120kg per gamba ed ho finito con 170. Mi accontento... per essere la prima sera....:p
Piccola innovazione: Alla leg press hanno collegato computer con un programma che monitorizza il corretto movimento e velocità di esecuzione per ottimizzare l'esercizio.

Occhio agli AFFONDI. sono molto pesanti per il comparto rotuleo.... anche se sono molto utili come esercizio di potenziamento. Anche io li ho fatti (pochi però....:D ) con una piccola variante: pesi in mano (4kg, eh niente di che.....) e il piede che è portato indietro appoggiato su una panca (quindi sta in alto) : l'esercizio è più faticoso così. Però ho smesso perchè pensavo sollecitasse troppo....:rolleyes:

intendi dopo l'operazione caro? o prima come esercizi pre operatori? dopo l'operazione credo si9ano tra gli ultimi esrcizi da fare se mai rientrino nel programma fisioterapico! ;) proprio perche come dici tu, sono molto pesanti per il ginocchio


@ Alex:

carisismo oggi ho chiamato anche il centro Salvetti, per chiedere come funziona da loro la fisioterapia (sarei tentato di farla anche là ma è troppo lontano da dove lavoro, io esco alle 6 dal'ufficio e lavoro sull'aurelia, x arrivare a Centocelle ci vuole un'eternità, ecco perchpè dopvrò scegliere ualcosa di piu vicino, e in zona aurelia sn quiasi tutti a pagamento), ho comunque approfittato per rivolger loro qualche domanda inerente la convenzione col S.S.N. coa passa ecc...

mi hanno detto che la Regione Lazio non ha un massimo di sedute convenzionabili (Gomma mi disse che non so dove, forse in Toscana, il massimo erano 100 :mbe:, mi sembra strano che la olverini sia cosi "benefattrice" :D ) però mi hanno anche detto una cosa stranissima! ovvero che il massimo della "prescrittibilità" volta per volta di sedute da ricetta medica è di 10 sedute (ovviamente rinnovabili)... quindi, uno dopo operato che dovrebbe fare, ogni 10 sedute deve ritornare dal dottore che l'ha operato (o dal medico di famiglia) e farsi fare una nuova ricetta/prescrizione x altre 10 sedute? tutto sto ambaradam per 3-4 mesi? :muro:

nn ho capito molto sta cosa!

ginettos 17-02-2011 11:23

Dopo 3 anni ancora dolore
 
buongiorno a tutti, eccomi qui dopo quasi 3 anni dall' operazione del mio LCA con semitendine gracile. Il problema è che sento ancora dolore/fastidio. Non so quanto debba sopportare, in ogni caso ci sono giornate in cui mi da piu' "fastidio" delle altre.

Una volta è dietro al ginocchio, una volta è davanti, una volta è nel polpaccio superiore. Ho fatto una risonanza lo scorso anno e non c'è nulla, visto da 2 ortopedici e 1 fisiatra, il ginocchio è stabile e l'operazione ha fatto quello che doveva fare.

A questo punto credo sia un problema di esercizi. Ho fatto palestra, esercizi fisiatrici e altro nel periodo post operatorio.L'estensione è perfetta. Non ho problemi a piegare.

La gamba ha quasi la stessa "potenza" rispetto a quella sana (misurazioni fatte dallo staff di chi mi ha operato). La circonferenza e il muscolo quadricipite invece è piu' piccolo di poco. Si nota anche toccando il tono muscolare della gamba, soprattutto i flessori non sono duri e tesi come quella sana.

Dipende tutto da quello? Devo fare potenziamento?
Faccio piscina 1 volta a settimana, qualche corsetta ed esercizi di squat a muro a casa senza peso. Devo ritornare in palestra?

Potete consigliarmi una serie di esercizi da fare anche in casa con i pesi (affondi, squat ecc)...grazie a tutti per questo splendido forum

gomma2408 17-02-2011 11:42

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34473712)
E se provassi l'"autoincaprettamento" che ti fanno fare(almeno a me)in fisioterapia?Ovverossia,pancia in giù,corda legata alla caviglia e intorno alla spalla e tirare verso di te:ci vuole molta volontà però,io lo facevo solo perchè il fisioterapista mi minacciava di farlo lui altrimenti!

A pancia in giù è un ulteriore "passo", ovvero di solito si tende a farlo quando già si arriva a piegare del tutto o quasi al "muro", perchè con i muscoli ischio-crurali distesi (l'anca/bacino, per intendersi) il ginocchio si piega meno che con l'anca-bacino a 90 gradi (posizione "al muro") e quindi si può cercare di forzare ulteriormente. ;)

gomma2408 17-02-2011 12:14

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 34476099)
buongiorno a tutti, eccomi qui dopo quasi 3 anni dall' operazione del mio LCA con semitendine gracile. Il problema è che sento ancora dolore/fastidio. Non so quanto debba sopportare, in ogni caso ci sono giornate in cui mi da piu' "fastidio" delle altre.

Una volta è dietro al ginocchio, una volta è davanti, una volta è nel polpaccio superiore. Ho fatto una risonanza lo scorso anno e non c'è nulla, visto da 2 ortopedici e 1 fisiatra, il ginocchio è stabile e l'operazione ha fatto quello che doveva fare.

A questo punto credo sia un problema di esercizi. Ho fatto palestra, esercizi fisiatrici e altro nel periodo post operatorio.L'estensione è perfetta. Non ho problemi a piegare.

La gamba ha quasi la stessa "potenza" rispetto a quella sana (misurazioni fatte dallo staff di chi mi ha operato). La circonferenza e il muscolo quadricipite invece è piu' piccolo di poco. Si nota anche toccando il tono muscolare della gamba, soprattutto i flessori non sono duri e tesi come quella sana.

Dipende tutto da quello? Devo fare potenziamento?
Faccio piscina 1 volta a settimana, qualche corsetta ed esercizi di squat a muro a casa senza peso. Devo ritornare in palestra?

Potete consigliarmi una serie di esercizi da fare anche in casa con i pesi (affondi, squat ecc)...grazie a tutti per questo splendido forum


eheheheh....;) anche io tre anni!!! :cincin:
E mi è toccato andare in palestra per ora con un abbonamento per un mese.....:p
A casa bisogna almeno avere 5kg di pesi di cavigliere, con le quali fai l'isometria (a casa diventa un esercizio "principe", non disponendo di macchinari....) mettendo i pesi.
Poi per i flessori puoi usare le stesse cavigliere, e da posizione eretta appoggiandosi con lemani ad es. al muro, portare indietro ed in alto la gamba (tesa). Gli affondi come ho detto precedentemente (gamba sana appoggiata indietro sopra ad una sedia, ad esempio.....)
Poi la "sedia", ovvero schiena al muro, scendere flettendo entrambe le ginocchia fino a 90 gradi del ginocchio, tenere la posizione (come seduti su una sedia, appunto....) per 10 secondi, poi ripetere per 10 volte...
Altro esercizio "casalingo" è avere a disposizione uno scalino (l'ultimo ad es. di una rampa di scale) e scenderlo molto LENTAMENTE mandando avanti la gamba sana e facendo forza con quella operata (senza "saltare" giù insomma).
Ripetere riportandosi indietro sopra il gradino con la sola forza della gamba operata, lentamente,.....;) ;)

ginettos 17-02-2011 12:21

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34476617)
A casa bisogna almeno avere 5kg di pesi di cavigliere, con le quali fai l'isometria (a casa diventa un esercizio "principe", non disponendo di macchinari....) mettendo i pesi.

..i classici di isometria quindi? Sdraiato fletti e stendi. Fletti, stendi e muovi lateralmente a gamba tesa?

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34476617)
Poi per i flessori puoi usare le stesse cavigliere, e da posizione eretta appoggiandosi con lemani ad es. al muro, portare indietro ed in alto la gamba (tesa).

così non fai principalmente i glutei?

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34476617)
Altro esercizio "casalingo" è avere a disposizione uno scalino (l'ultimo ad es. di una rampa di scale) e scenderlo molto LENTAMENTE mandando avanti la gamba sana e facendo forza con quella operata (senza "saltare" giù insomma).
Ripetere riportandosi indietro sopra il gradino con la sola forza della gamba operata, lentamente,.....;) ;)

questo non l'ho capito molto bene...me lo puoi spiegare meglio?

Tu dopo 3 anni senti dolore? Fastidio? Giochi a pallone oppure fai attività fisica? Senti fastidio? Io stranamente sento piu' fastidio quando cammino normalmente che non correndo...delle volte preferisco correre veloce che non camminare...assurdo...

ABCcletta 17-02-2011 13:33

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34475190)
beh ma da quanto io ne sappia la fsiioterapia presso il centro la si dovrebbe lasciare dopo un bel po' di tempo, almeno 4 mesi te li dovretsi fare, poi puoi andare avanti di paalestra! la stai facendo privatamente o in convenzione ccon il servizio sanitario nazionale?

alex, mica so contento se altre persone hanno dolori :D mi piacerebbe che stessimo tutti bene piu che altro! :cool:

Privatamente, non costa molto ma per 4 mesi sarebbe una botta di non poco conto per le mie finanze :D

Comunque a detta del fisioterapista sto progredendo bene (in effetti sono arrivato a 4 dita dal sedermi sui talloni da solo, seppur sentendo un dolore lancinante).

Pensavo di continuare da solo per un paio di settimane e poi andare in palestra...

Delfino81 17-02-2011 14:07

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34477453)
Privatamente, non costa molto ma per 4 mesi sarebbe una botta di non poco conto per le mie finanze :D

Comunque a detta del fisioterapista sto progredendo bene (in effetti sono arrivato a 4 dita dal sedermi sui talloni da solo, seppur sentendo un dolore lancinante).

Pensavo di continuare da solo per un paio di settimane e poi andare in palestra...

beh in effetti privatamente è an bella botta...giiutso x curiosità quanto i fanno pagare a seduta? (se magari mi dici anche i che zona risiedi giusto x fare un confronto con Roma :) )

ma centri privati accreditati col servizio sanitario nazionale nn hai trovato nulla?

ABCcletta 17-02-2011 14:41

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34477807)
beh in effetti privatamente è an bella botta...giiutso x curiosità quanto i fanno pagare a seduta? (se magari mi dici anche i che zona risiedi giusto x fare un confronto con Roma :) )

ma centri privati accreditati col servizio sanitario nazionale nn hai trovato nulla?

La zona è la provincia di Salerno e pago 14 euro a seduta. Non è molto ma per queste prime 20 sedute che mi hanno prescritto devono uscire 280 euro e in questo momento, mi pesano un po...

Per i centri privati, ho parlato col medico di base, il quale mi ha detto che è difficile che ti accettino la richiesta, poi devi pagare il ticket per la visita dal fisiatra, etc.

gomma2408 17-02-2011 15:20

riprendendo il discorso sul S.S.N., magari 100 sedute....:D :D :D almeno quanto ne so io qui in Toscana la fisioterapia la passano per 10 sedute a volta (e' quindi esatto quanto dici te Delfino81) cioè non è che possono mettere ad es "un mese di fisioterapia" o ppure "30 sedute", ecc.... e per il max di due volta in un anno.
Quindi in totale si fanno 20 sedute. Addirittura non so se questo ultimamente sia cambiato ed adesso la prescrizione sia per max una volta sola (sempre per 10 sedute).

I 100 erano i giorni DOPO l'operazione in cui l'assicurazione mi rimborsava le spese per la fisioterapia.
Quindi la ASL fa ben poco, oltretutto solo nelle strutture convenzionate (ovvio) od in un apposito reparto in ospedale. Che la vostra regione Lazio faccia addirittura fisioterapia ILLIMITATA, mi sembra alquanto strano... un limite c'è sempre e sempre è anche insufficiente per lo meno per questo tipo di riabilitazione che richiede molto tempo.

Il discorso con i pesi portando la gamba dietro in effetti sollecita il gluteo, però ijn posizione eretta (e non a terra, inginocchiati sull'altro ginocchio) coinvolge abbastanza anche i flessori, magari flettendo un po' la gamba.
Ho provato personalmente, e il lato posteriore della coscia lavora comunque.
Ovvio l'ideale è la leg-curl.... però si parlava di esercizi a casa senza attrezzi particolari, quindi.... bisognerebbe chiedere ad un preparatore atletico io ne so veramente pochino, ho detto solo quello che conosco io, sicuramente ci sono molti altri esercizi efficaci... (anche flettere il ginocchio con il peso alla caviglia da posizone eretta, potrebbe servire, ad esempio... ma li sto buttando lì:p :p :p )

Il discorso del gradino infatti non sapevo come spiegarmi bene..... riprovo:
La partenza è da sopra il gradino posizione eretta, busto come per scendere dal gradino, piedi sul bordo del gradino SENZA CHE SPORGANO dallo stesso.
Da questa posizione , portare in avanti LA GAMBA SANA tenendola tesa, (come si fa di solito per scendere normalmente.....) e gradualmente flettere la gamba da allenare, senza portare però il peso in avanti, rimanendo con il peso su una gamba sola.... piegarla finchè la gamba tesa in avanti non poggia sul pavimento sottostante il gradino. a quel punto, portar eil peso in avanti e scendere dal gradino.
Il tutto lentamente.
Viceversa, con il gradino alle spalle, portare indietro la gamba ed il piede sopra il gradino, spostare a questo punto il peso su questa gamba, e lentamente "issare" il prorpio peso con questa gamba... così è una specie di "leg-press" negli ultimi gradi di estensione fatta in casa. Sono meno cruenti degli squat, e soprattutto degli squats pistol

Provate a digitare Pistol Squats su Youtube e guardate il video....:D :D :D :D :D :D

gomma2408 17-02-2011 15:37

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34478235)
La zona è la provincia di Salerno e pago 14 euro a seduta. Non è molto ma per queste prime 20 sedute che mi hanno prescritto devono uscire 280 euro e in questo momento, mi pesano un po...

Per i centri privati, ho parlato col medico di base, il quale mi ha detto che è difficile che ti accettino la richiesta, poi devi pagare il ticket per la visita dal fisiatra, etc.

eh... ti capisco, per me erano 40 euro a seduta (circa 2ore e mezza) ai quali aggiungere 20 euro circa a seduta quando iniziai a fare l'elettrostimolazione (12 sedute totali di questa, poi mi sono comprato lo stesso elettrostimolatore che avevano loro!!!!!:p ) l'ho potuto fare grazie all'assicurazione (cassa mutua aziendale in realtà) che mi ha pagato l'80% delle spese (ovvio NON per l'elettrostimolatore...:D ) poi dopo il terzo mese, quando l'assicurazione non mi copriva più, per fortuna per continuare nello stesso centro fisioterapico, siccome la palestra e gli esercizi li potevo fare da me sempre seguito dal programma che mi faceva il fisioterapista, sono bastati 50 euro al MESE potendoci andare quanti giorni voglio (dal lun al sab) e per quante ore voglio (dalle 14.30 alle 20.00 è aperto però.... io esco di lavoro alle 17.00 e sono fortunato!) ed è quelloche sto facendo anche ora.
Ieri ho iniziato, ho pagato 50 euro e per un mese se voglio vado anche tutti i giorni..... non male!.
Però lo fanno fare solo a chi ha fatto tutta la riabilitazione post operatoria da loro, cosicchè di vantaggio c'è che siamo in palestra anche in pochi (a fare gli attrezzi macchine varie siamo max in tre in contemporanea in tutta la palestra....)

filippo881 17-02-2011 15:44

Ragazzi sono alla sesta seduta sulle 10 programmate per il mio rinforzo muscolare pre-operatorio. Devo dire che mi è stato molto utile: la gamba infortunata ha recuperato tutti i cm di muscolatura che mi mancavano e ho una sensazione molto positiva. Sento il ginocchio molto più sicuro e protetto.

L'unico dubbio è che sento dolori al ginocchio della gamba sana :confused: Come mai? Può essere dovuto al fatto che la gamba destra si sta riprendendo i suoi compiti precedenti all'infortunio? :confused:

Delfino81 17-02-2011 16:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34478704)
riprendendo il discorso sul S.S.N., magari 100 sedute....:D :D :D almeno quanto ne so io qui in Toscana la fisioterapia la passano per 10 sedute a volta (e' quindi esatto quanto dici te Delfino81) cioè non è che possono mettere ad es "un mese di fisioterapia" o ppure "30 sedute", ecc.... e per il max di due volta in un anno.
Quindi in totale si fanno 20 sedute. Addirittura non so se questo ultimamente sia cambiato ed adesso la prescrizione sia per max una volta sola (sempre per 10 sedute).

I 100 erano i giorni DOPO l'operazione in cui l'assicurazione mi rimborsava le spese per la fisioterapia.
Quindi la ASL fa ben poco, oltretutto solo nelle strutture convenzionate (ovvio) od in un apposito reparto in ospedale. Che la vostra regione Lazio faccia addirittura fisioterapia ILLIMITATA, mi sembra alquanto strano... un limite c'è sempre e sempre è anche insufficiente per lo meno per questo tipo di riabilitazione che richiede molto tempo.

Il discorso con i pesi portando la gamba dietro in effetti sollecita il gluteo, però ijn posizione eretta (e non a terra, inginocchiati sull'altro ginocchio) coinvolge abbastanza anche i flessori, magari flettendo un po' la gamba.
Ho provato personalmente, e il lato posteriore della coscia lavora comunque.
Ovvio l'ideale è la leg-curl.... però si parlava di esercizi a casa senza attrezzi particolari, quindi.... bisognerebbe chiedere ad un preparatore atletico io ne so veramente pochino, ho detto solo quello che conosco io, sicuramente ci sono molti altri esercizi efficaci... (anche flettere il ginocchio con il peso alla caviglia da posizone eretta, potrebbe servire, ad esempio... ma li sto buttando lì:p :p :p )

Il discorso del gradino infatti non sapevo come spiegarmi bene..... riprovo:
La partenza è da sopra il gradino posizione eretta, busto come per scendere dal gradino, piedi sul bordo del gradino SENZA CHE SPORGANO dallo stesso.
Da questa posizione , portare in avanti LA GAMBA SANA tenendola tesa, (come si fa di solito per scendere normalmente.....) e gradualmente flettere la gamba da allenare, senza portare però il peso in avanti, rimanendo con il peso su una gamba sola.... piegarla finchè la gamba tesa in avanti non poggia sul pavimento sottostante il gradino. a quel punto, portar eil peso in avanti e scendere dal gradino.
Il tutto lentamente.
Viceversa, con il gradino alle spalle, portare indietro la gamba ed il piede sopra il gradino, spostare a questo punto il peso su questa gamba, e lentamente "issare" il prorpio peso con questa gamba... così è una specie di "leg-press" negli ultimi gradi di estensione fatta in casa. Sono meno cruenti degli squat, e soprattutto degli squats pistol

Provate a digitare Pistol Squats su Youtube e guardate il video....:D :D :D :D :D :D

infatti un'altr persona poi mi ha detto che sono rinnovabili le 10 sedute per un periodo limitato di tempo....mi devo informare meglio! :D
questo vuol dire che comunque dovrò farmi un'assicurazione privata x la fisioterapia! non c'è altro da fare! :muro:

qua i centri vanno da 50 euri in su! :rolleyes:

ma fatemi capire, queste 10 sedute rinnovabili (in toscana dunque nell'anno sono max 20 sedute?)riguardano solo il crociato anteriore o tt i tipi di fisioteapia? protesi, ictus, frattura femore, ecc..


io ad esempio conosco delle struttrure dove puoi anche metterti in regime di ricovero! (nn so se accettano un ricovero per i legamenti, di sicuro so che lo acccettano per chi si opera di protesi...e in quei casi come funziona??


POI mi viene in mente un'altra cosa: esiste una forma che voi sappiate di assistenza domiciliare privata? (imamginate un vecchio vedovo che ha i figli in un'0altra città e dve operarsi di qualsiasi cosa...cm puo fare secondo voi?)

gomma2408 17-02-2011 17:10

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34479477)
infatti un'altr persona poi mi ha detto che sono rinnovabili le 10 sedute per un periodo limitato di tempo....mi devo informare meglio! :D
questo vuol dire che comunque dovrò farmi un'assicurazione privata x la fisioterapia! non c'è altro da fare! :muro:

qua i centri vanno da 50 euri in su! :rolleyes:

ma fatemi capire, queste 10 sedute rinnovabili (in toscana dunque nell'anno sono max 20 sedute?)riguardano solo il crociato anteriore o tt i tipi di fisioteapia? protesi, ictus, frattura femore, ecc..


io ad esempio conosco delle struttrure dove puoi anche metterti in regime di ricovero! (nn so se accettano un ricovero per i legamenti, di sicuro so che lo acccettano per chi si opera di protesi...e in quei casi come funziona??


POI mi viene in mente un'altra cosa: esiste una forma che voi sappiate di assistenza domiciliare privata? (imamginate un vecchio vedovo che ha i figli in un'0altra città e dve operarsi di qualsiasi cosa...cm puo fare secondo voi?)

Di solito a parte esenzioni speciali le fisioterapie (laser, ultrasuoni, terapia vascolare, nel centro dove vado io ad es sono in convenzione anche per i fanghi per l'artrosi.... :D,ecc... anche se comunque paghi una parte della prestazione - il ticket -) per patologie "ordinarie" sono nella mia regione a cicli, cioè uno o due cicli annui di 10 sedute di norma.

Altre patologie penso vadano caso per caso cioè quando subisci una invalidità permanente più grave allora ci sono altre esenzioni specifiche, ma questo dipende dalla regione di appartenenza anche.

Il ricovero lo fanno anche da me, ovvio è a pagamento, e per lo più riguarda anziani (occhio, non parlo di case di riposo, ma proprio centri di ricovero transitori - un mese, due, tre... massimo massimo)

Per l'ultimo caso se ne occupano i servizi sociali del Comune di residenza insieme agli assistenti sociali della ASL.
In caso di bisogno (indipendentemente dal conto in banca anche) se viene certificata dagli assistenti sociali una impossibilità a provvedere a cure o a esigenze personali inderogabili, provvedono alla loro copertura magari con spesa minima.
Ad es. nel mio comune sono previsti pasti caldi a domicilio per modica cifra (mi pare tre euro al giorno, o 4, ) oltre all'assistenza per il trasporto da/verso ospedali e strutture sanitarie per visite e/o ricoveri.
Così se le condizioni fisichi prevedono una lungodegenza (come dicevo le strutture di alloggio temporaneo di cui sopra, con assistenza anche infermieristica).
Oltre, si arriva, per necessità permanenti, alle varie case di riposo nelle quali con apposita domanda il Comune e/o la ASL copre fino a un 70-80% della retta.

;) ;) ;)

Delfino81 17-02-2011 19:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34479818)
Di solito a parte esenzioni speciali le fisioterapie (laser, ultrasuoni, terapia vascolare, nel centro dove vado io ad es sono in convenzione anche per i fanghi per l'artrosi.... :D,ecc... anche se comunque paghi una parte della prestazione - il ticket -) per patologie "ordinarie" sono nella mia regione a cicli, cioè uno o due cicli annui di 10 sedute di norma.

Altre patologie penso vadano caso per caso cioè quando subisci una invalidità permanente più grave allora ci sono altre esenzioni specifiche, ma questo dipende dalla regione di appartenenza anche.

Il ricovero lo fanno anche da me, ovvio è a pagamento, e per lo più riguarda anziani (occhio, non parlo di case di riposo, ma proprio centri di ricovero transitori - un mese, due, tre... massimo massimo)

Per l'ultimo caso se ne occupano i servizi sociali del Comune di residenza insieme agli assistenti sociali della ASL.
In caso di bisogno (indipendentemente dal conto in banca anche) se viene certificata dagli assistenti sociali una impossibilità a provvedere a cure o a esigenze personali inderogabili, provvedono alla loro copertura magari con spesa minima.
Ad es. nel mio comune sono previsti pasti caldi a domicilio per modica cifra (mi pare tre euro al giorno, o 4, ) oltre all'assistenza per il trasporto da/verso ospedali e strutture sanitarie per visite e/o ricoveri.
Così se le condizioni fisichi prevedono una lungodegenza (come dicevo le strutture di alloggio temporaneo di cui sopra, con assistenza anche infermieristica).
Oltre, si arriva, per necessità permanenti, alle varie case di riposo nelle quali con apposita domanda il Comune e/o la ASL copre fino a un 70-80% della retta.

;) ;) ;)



sei stato esaureintissimo come sempre, caro Gomma, l'unica cosa che mi fa strano è che alcuni centri transitori di ricovero sono convenzionati con il SSN, non sono tutti a pagamento.....peròà ad esempio il periodo massimo di degenza spesso nn arriva nemmeno a due mesi!

ABCcletta 17-02-2011 19:46

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34478914)
eh... ti capisco, per me erano 40 euro a seduta (circa 2ore e mezza) ai quali aggiungere 20 euro circa a seduta quando iniziai a fare l'elettrostimolazione (12 sedute totali di questa, poi mi sono comprato lo stesso elettrostimolatore che avevano loro!!!!!:p ) l'ho potuto fare grazie all'assicurazione (cassa mutua aziendale in realtà) che mi ha pagato l'80% delle spese (ovvio NON per l'elettrostimolatore...:D ) poi dopo il terzo mese, quando l'assicurazione non mi copriva più, per fortuna per continuare nello stesso centro fisioterapico, siccome la palestra e gli esercizi li potevo fare da me sempre seguito dal programma che mi faceva il fisioterapista, sono bastati 50 euro al MESE potendoci andare quanti giorni voglio (dal lun al sab) e per quante ore voglio (dalle 14.30 alle 20.00 è aperto però.... io esco di lavoro alle 17.00 e sono fortunato!) ed è quelloche sto facendo anche ora.
Ieri ho iniziato, ho pagato 50 euro e per un mese se voglio vado anche tutti i giorni..... non male!.
Però lo fanno fare solo a chi ha fatto tutta la riabilitazione post operatoria da loro, cosicchè di vantaggio c'è che siamo in palestra anche in pochi (a fare gli attrezzi macchine varie siamo max in tre in contemporanea in tutta la palestra....)

Mamma mia e che botte! Quei prezzi sono un'esagerazione... Almeno qui c'è un po di decenza sotto questo aspetto.

Comunque ti sei trovato un'ottima soluzione a 50 euro al mese, anzi direi perfetta :D

Per quanto mi riguarda vedrò il da farsi alle fine delle 20 sedute. Vi farò sapere!

juninho85 17-02-2011 21:52

crociato sx con mediale rotto nel marzo 2004,crociato dx con entrambi i menischi e collaterli il 28 dicembre scorso...posso sentirmi dei vostri?:D

juninho85 17-02-2011 22:01

Quote:

Originariamente inviato da Lorenzo83 (Messaggio 34410867)
Ti chiedo questo perchè per me è abbastanza delibitante stare in piedi con la gamba sana che va più indietro di quella operata.
E' mia consuetudine quando parlo con una persona di tenere entrambe le gambe il più estese possibile e di bloccare la rotula nel massimo punto di ritorno. La gamba operata non riesce ad andare indietro quanto la sana e lo si vede molto bene mettendole vicino perchè una rotula (gamba operata) è più "gonfia" di quell'altra. Io credo che in realtà non sia più gonfia ma semplicemente una va più indietro dell'altra. E' successo anche a voi o entrambe le rotule erano pari a parità di gamba stesa?

idem,a me succede tutt'ora sul sx...anche se non ho più il termine di paagone :D

Stefano Landau 17-02-2011 22:57

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34473683)
NOn mi ci far ripensare!Il dolore più forte sentito in vita mia!:cry: :nera:

Era una delle cose di cui avevo più paura nella fisioterapia.
Nel mio caso invece un po' di dolore c'era, ma era più che sopportabile........ ed in effetti anche il mio fisioterapista diceva che stavo andando bene.........

Prima dell'operazione però la prospettiva mi spaventava non poco. Avevo sentito di gente che è svenuta per il dolore........ e dato che non penso di riuscire a sopportare il dolore molto bene........... la cosa mi spaventava davvero!

Alla fine penso di essere stato fortunato....... ho trovato tutto molto più facile e meno doloroso del previsto! (Forse perchè essendo abbastanza pessimista, mi preparo sempre per il peggio...... così che alla fine le cose mi sembrano sempre migliori o più facili del previsto.......)

Stefano Landau 17-02-2011 23:04

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34475861)
Certo, grazie, ovviamente vado allo stesso centro e palestra dove feci la riabilitazione..... ieri ho fatto il mio primo "giro", :cool: il ginocchio stamani è un pochino gonfiato nella sede della cisti di baker lato postero-mediale del ginocchio.... ma comunque non dà molta noia. Ho qualche fitta improvvisa in base a come lo metto, però.... tutto sotto controllo almeno sembra.

Fatti 4 giri di macchine, ogni giro 2 serie da 10 rip per gamba per ogni macchina. Alla leg extension ho iniziato con 25 kg (ricordo, 0-50 gradi di range in estensione, non di più, almeno per me con problemi di condropatia) e ho finito con 40kg (con un po' di fatica però sulla gamba operata)
Alla leg press ho iniziato con 120kg per gamba ed ho finito con 170. Mi accontento... per essere la prima sera....:p
Piccola innovazione: Alla leg press hanno collegato computer con un programma che monitorizza il corretto movimento e velocità di esecuzione per ottimizzare l'esercizio.

Occhio agli AFFONDI. sono molto pesanti per il comparto rotuleo.... anche se sono molto utili come esercizio di potenziamento. Anche io li ho fatti (pochi però....:D ) con una piccola variante: pesi in mano (4kg, eh niente di che.....) e il piede che è portato indietro appoggiato su una panca (quindi sta in alto) : l'esercizio è più faticoso così. Però ho smesso perchè pensavo sollecitasse troppo....:rolleyes:

In bocca al lupo per il tuo "Ripasso" fisioterapico. Io da quando ho iniziato con la palestra se vado in palestra meno di due volte alla settimana...... mi sento in colpa. Non sono più capace di star fermo.

Ho passato il week-end sulle Ciaspole all'alpe Devero. Lunedì come defaticante ho fatto mezz'ora di piscina, martedì un' ora di TapisRoulant (di cui 50 minuti di corsa sopra ai 9 km/h) e 10 minuti tra riscaldamento e defaticamento.......Questa sera un'ora di allenamento con il personal Trainer.
E Domenica un'altra Ciaspolata alla Presolana (sperando nel tempo.......)
Il 27 febbraio poi mi hanno proposto una Gara di corsa sulle Ciaspole all'alpe devero. 8 KM e 250 metri di dislivello da fare tutti di corsa con le Ciaspole ai piedi........ chissà com'è correre con le Ciaspole ai piedi. Non ho mai provato per ora. Per ora ho solo camminato e "Sciato" nei punti più ripidi.

Stefano Landau 17-02-2011 23:11

Quote:

Originariamente inviato da ginettos (Messaggio 34476099)
buongiorno a tutti, eccomi qui dopo quasi 3 anni dall' operazione del mio LCA con semitendine gracile. Il problema è che sento ancora dolore/fastidio. Non so quanto debba sopportare, in ogni caso ci sono giornate in cui mi da piu' "fastidio" delle altre.

Una volta è dietro al ginocchio, una volta è davanti, una volta è nel polpaccio superiore. Ho fatto una risonanza lo scorso anno e non c'è nulla, visto da 2 ortopedici e 1 fisiatra, il ginocchio è stabile e l'operazione ha fatto quello che doveva fare.

A questo punto credo sia un problema di esercizi. Ho fatto palestra, esercizi fisiatrici e altro nel periodo post operatorio.L'estensione è perfetta. Non ho problemi a piegare.

La gamba ha quasi la stessa "potenza" rispetto a quella sana (misurazioni fatte dallo staff di chi mi ha operato). La circonferenza e il muscolo quadricipite invece è piu' piccolo di poco. Si nota anche toccando il tono muscolare della gamba, soprattutto i flessori non sono duri e tesi come quella sana.

Dipende tutto da quello? Devo fare potenziamento?
Faccio piscina 1 volta a settimana, qualche corsetta ed esercizi di squat a muro a casa senza peso. Devo ritornare in palestra?

Potete consigliarmi una serie di esercizi da fare anche in casa con i pesi (affondi, squat ecc)...grazie a tutti per questo splendido forum

Dipende dall'entità del dolore/fastidio. Le sensazioni che riporti sono simili alle mie (davanti al ginocchio direi di no però, a volte di lato)
Io lo noto soprattutto quando cambia il tempo. O a volte quando lo affatico molto ...... però poi cambia il tempo e penso che alla fine il problema sia sempre quello.

Comunque io sono quasi 2 anni che sono stato operato, ed ai fastidi / dolorini mi ci sono abituato a convivere..........

Stefano Landau 17-02-2011 23:17

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34478235)
La zona è la provincia di Salerno e pago 14 euro a seduta. Non è molto ma per queste prime 20 sedute che mi hanno prescritto devono uscire 280 euro e in questo momento, mi pesano un po...

Per i centri privati, ho parlato col medico di base, il quale mi ha detto che è difficile che ti accettino la richiesta, poi devi pagare il ticket per la visita dal fisiatra, etc.

Direi che non è molto..... anzi. Io a Milano in una struttura privata pagavo 70 € a seduta (di un'ora e mezza) per 3 volte alla settimana dai primi di aprile a metà giugno (fino ai 100 giorni dopo l'operazione rimborsava l'assicurazione) poi da metà giugno a metà luglio ho diminuito a 2 volte alla settiman. In realtà alla fine mi sono dovuto pagare solo 6 sedute........ che però a 70 € l'una, sono state una bella spesa, ma nulla a confronto con quello che ha pagato l'assicurazione.

alex642002 18-02-2011 00:30

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34476037)
però mi hanno anche detto una cosa stranissima! ovvero che il massimo della "prescrittibilità" volta per volta di sedute da ricetta medica è di 10 sedute (ovviamente rinnovabili)... quindi, uno dopo operato che dovrebbe fare, ogni 10 sedute deve ritornare dal dottore che l'ha operato (o dal medico di famiglia) e farsi fare una nuova ricetta/prescrizione x altre 10 sedute? tutto sto ambaradam per 3-4 mesi? :muro:

nn ho capito molto sta cosa!

Mi sembra che anch'io facevo così:comunque se ci pensi si tratta solo di andare dal proprio medico ogni 2 settimane :read:

alex642002 18-02-2011 00:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34476297)
A pancia in giù è un ulteriore "passo", ovvero di solito si tende a farlo quando già si arriva a piegare del tutto o quasi al "muro", perchè con i muscoli ischio-crurali distesi (l'anca/bacino, per intendersi) il ginocchio si piega meno che con l'anca-bacino a 90 gradi (posizione "al muro") e quindi si può cercare di forzare ulteriormente. ;)

A me il fisioterapista lo fece fare,insieme a quello più "atroce "in cui mi montava sopra,quasi subito :forse era per la terapia d'urto :D :cry: Però funionò.:D

alex642002 18-02-2011 00:46

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34478704)
riprendendo il discorso sul S.S.N., magari 100 sedute....:D :D :D almeno quanto ne so io qui in Toscana la fisioterapia la passano per 10 sedute a volta (e' quindi esatto quanto dici te Delfino81) cioè non è che possono mettere ad es "un mese di fisioterapia" o ppure "30 sedute", ecc.... e per il max di due volta in un anno.
Quindi in totale si fanno 20 sedute. Addirittura non so se questo ultimamente sia cambiato ed adesso la prescrizione sia per max una volta sola (sempre per 10 sedute).

Il discorso del gradino infatti non sapevo come spiegarmi bene..... riprovo:
La partenza è da sopra il gradino posizione eretta, busto come per scendere dal gradino, piedi sul bordo del gradino SENZA CHE SPORGANO dallo stesso.
Da questa posizione , portare in avanti LA GAMBA SANA tenendola tesa, (come si fa di solito per scendere normalmente.....) e gradualmente flettere la gamba da allenare, senza portare però il peso in avanti, rimanendo con il peso su una gamba sola.... piegarla finchè la gamba tesa in avanti non poggia sul pavimento sottostante il gradino. a quel punto, portar eil peso in avanti e scendere dal gradino.
Il tutto lentamente.
Viceversa, con il gradino alle spalle, portare indietro la gamba ed il piede sopra il gradino, spostare a questo punto il peso su questa gamba, e lentamente "issare" il prorpio peso con questa gamba... così è una specie di "leg-press" negli ultimi gradi di estensione fatta in casa. Sono meno cruenti degli squat, e soprattutto degli squats pistol

Provate a digitare Pistol Squats su Youtube e guardate il video....:D :D :D :D :D :D

Incredibile che il Lazio sia più generoso della Toscana in questo:eek: NOn so il limite,ma io ho fatto più due mesi di fisioterapia e palestra pagando solo il ticket(poi rimborsatomi dall'assicurazione):read:
L'esercizio al gradino me lo faceva fare anche la mia(seconda)fisioterapista:D

gillu 18-02-2011 00:52

Quote:

Originariamente inviato da filippo881 (Messaggio 34478987)
Ragazzi sono alla sesta seduta sulle 10 programmate per il mio rinforzo muscolare pre-operatorio. Devo dire che mi è stato molto utile: la gamba infortunata ha recuperato tutti i cm di muscolatura che mi mancavano e ho una sensazione molto positiva. Sento il ginocchio molto più sicuro e protetto.

L'unico dubbio è che sento dolori al ginocchio della gamba sana :confused: Come mai? Può essere dovuto al fatto che la gamba destra si sta riprendendo i suoi compiti precedenti all'infortunio? :confused:

Ciao Filippo, sto facendo il tuo stesso lavoro in vista dell'intervento (che per me sarà la prossima settimana).
Anche io ho identiche sensazioni positive al ginocchio malato, che ha riacquistato ormai tutta la sua estensione e flessione.

Ho sentito dolori alla gamba sana non appena ripreso a camminare dopo l'infortunio del dicembre scorso. Ritengo siano stati determinati dall'errata postura che assumevo per "bilanciare" le difficoltà di movimento determinate dall'altra gamba (ancora "bloccata").
Ora che ho già fatto un paio di settimane di riabilitazione ("fai da me", perché ci ero già passato pochi anni or sono...) la gamba malata è nettamente migliorata come ti dicevo sopra, i fastidi ed i dolori all'altra sono pressoché spariti (tranne che durante l'esecuzione di alcuni esercizi).

alex642002 18-02-2011 00:54

Quote:

Originariamente inviato da juninho85 (Messaggio 34482142)
crociato sx con mediale rotto nel marzo 2004,crociato dx con entrambi i menischi e collaterli il 28 dicembre scorso...posso sentirmi dei vostri?:D

Malvenuto!;) Ne hai diritto due volte!;)

alex642002 18-02-2011 00:56

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 34482640)
Era una delle cose di cui avevo più paura nella fisioterapia.
Nel mio caso invece un po' di dolore c'era, ma era più che sopportabile........ ed in effetti anche il mio fisioterapista diceva che stavo andando bene.........

Prima dell'operazione però la prospettiva mi spaventava non poco. Avevo sentito di gente che è svenuta per il dolore........ e dato che non penso di riuscire a sopportare il dolore molto bene........... la cosa mi spaventava davvero!

Alla fine penso di essere stato fortunato....... ho trovato tutto molto più facile e meno doloroso del previsto! (Forse perchè essendo abbastanza pessimista, mi preparo sempre per il peggio...... così che alla fine le cose mi sembrano sempre migliori o più facili del previsto.......)

Mah..chissà..forse dipende dal tipo d'infortunio,o dalla "mano" del fisioterapista,c'è chi è più per la "terapia d'urto" forse..

Stefano Landau 18-02-2011 08:49

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34483357)
Mah..chissà..forse dipende dal tipo d'infortunio,o dalla "mano" del fisioterapista,c'è chi è più per la "terapia d'urto" forse..

Penso fosse dal tipo d'infortunio o dal tipo di operazione. Avendo il legamento gia lesionato prima di romperlo, a rottura non è stata particolarmente traumatica (infatti non è stata poi così dolorosa come raccontavano in molti).
Poi durante la fisioterapia ho visto altri ai cui piegavano il ginocchio e si vedeva che erano dolori. Quindi .... avendo avuto un incidente non troppo traumatico ho limitato i danni al solo LCA (con un problema quasi invisibile al menisco) e poi ricordo che gia la mattina dopo l'intervento piegavo il ginocchio già a 90 °
forse avendo mosso la gamba così presto non si sono formate aderenze che sono poi quelle a creare i problemi........

gomma2408 18-02-2011 09:14

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 34483851)
Penso fosse dal tipo d'infortunio o dal tipo di operazione. Avendo il legamento gia lesionato prima di romperlo, a rottura non è stata particolarmente traumatica (infatti non è stata poi così dolorosa come raccontavano in molti).
Poi durante la fisioterapia ho visto altri ai cui piegavano il ginocchio e si vedeva che erano dolori. Quindi .... avendo avuto un incidente non troppo traumatico ho limitato i danni al solo LCA (con un problema quasi invisibile al menisco) e poi ricordo che gia la mattina dopo l'intervento piegavo il ginocchio già a 90 °
forse avendo mosso la gamba così presto non si sono formate aderenze che sono poi quelle a creare i problemi........

sì dipende dal tipo di infortunio, anche se ad es. io che ho avuto un infortunio molto traumatico (con strappi muscolari al gastrocnemio ed all'inserzione del quadricipite con il tendine che lo collega alla rotula) dovuto all'entità della distorsione, comunque ho piegato senza eccessivo dolore.... o meglio, il dolore iniziava quando era già molto piegato.
In sostanza come dici te dipende moltissimo anche da quanto presto e con che impegno si è iniziato a piegarlo.... oltre alla solita peculiarità di ognuno di noi! ;)

gomma2408 18-02-2011 09:17

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34481145)
Mamma mia e che botte! Quei prezzi sono un'esagerazione... Almeno qui c'è un po di decenza sotto questo aspetto.

Comunque ti sei trovato un'ottima soluzione a 50 euro al mese, anzi direi perfetta :D

Per quanto mi riguarda vedrò il da farsi alle fine delle 20 sedute. Vi farò sapere!

No, vabbè, è ovvio io sono andato in un centro fisioterapico all'interno di un centro termale, è privato, e quando ho pagato quelle cifre (rimborsate in buona parte) è perchè per due ore mi seguiva SINGOLARMENTE un terapista...... mi sembrano tariffe normali se ti fai seguire individualmente, e per normali intendo che sono quelle che si sentono in giro, non che siano poco care.... la maggior parte di chi deve sopportare tutto il loro costo trova altre soluzioni, almeno per me sarebbe stato così.... purtroppo non me lo sarei potuta permettere una fisioterapia così. :rolleyes:

gomma2408 18-02-2011 10:06

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34483319)
Incredibile che il Lazio sia più generoso della Toscana in questo:eek: NOn so il limite,ma io ho fatto più due mesi di fisioterapia e palestra pagando solo il ticket(poi rimborsatomi dall'assicurazione):read:
L'esercizio al gradino me lo faceva fare anche la mia(seconda)fisioterapista:D

Ora, io ho parlato della semplice fisioterapia prescritta dal medico di famiglia o dall'ortopedico, qualore uno ne avesse bisogno, sinceramente non sono sicuro se in caso di INTERVENTO la fisioterapia venga assicurata in più larga misura..... fatto sta che sicuramente dei limiti ci sono anche in quel caso lì, non è che se l'ortopedico prescrive anche un anno (magari a periodi di 10 sedute per volta) la regione lo passa, questo ne sono sicuro. Infatti a tutti tocca affidarsi a soggetti o strutture private..... in convenzione max sono 15 gg mi sembra addirittura anche per la protesi di ginocchio.... e comunque non ne siamo troppo lontani. L'ha fatta un mio conoscente circa sei mesi fa.... solo il primo periodo l'ha potuto fare in ospedale presso la asl, fuori non passano niente. Convenzionata o la fai presso l'ospedale e per un tempo limitato, o niente.....

Comunque se in lazio la fanno senza limiti, molto meglio, anche se in parte capisco perchè il deficit della sanità è molto più alto che in Toscana..... ahahahahahahah!!!!:D :D :D :D (si scherza!)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 11:42.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.