Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


gomma2408 08-02-2011 09:36

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34395076)
partono partono eccome e partono....il rugby è uno di quegli sport votati ai traumi complessi, ad esempio rompersi il crociato posteriore e anteriore a rugby è molto piu facile che a calcetto! :rolleyes:

una curiosità, ma se io volessi farmi un'assicurazione privata apposta per operarmi privatamente (unisalute, caspie, ecc ne stanno tante), mi farebbero pagare una barca di soldi? perchpè dato che la lesione è gia avvenuta, perderebbero l' "aleatorietà" del principio assicurativo, non so se mi sn spiegato!

dovresti "far finta" di farti male dopo che ti sei assicurato e questa è truffa assicurativa....:D :D :D
...di conseguenza NON portare niente a dimostrazione dell'infortunio che sia DATATO precedente.... quindi eventualmente andare ad un pronto soccorso, DOPO assicurato (dopo un po' sennò il giorno dopo è sospetto e potrebbero fare indagini ulteriori.....) dire che ti sei appena fatto male giocando a calcetto fra amici (o altro... certe assicurazioni se fai sport come affiliato sotto una società non prevedono la copertura....) insomma, "ricostruire" l'infortunio come avvenuto DOPO la sottoscrizione della polizza.
Ripeto che comunque è una "truffa" assicurativa.... con tutti i rischi che ne conseguono.... qui si parla per ipotesi e in "teoria" (:D :D :D :D :D )
Se ti dovessero rimborsare poche centinaia di euro magari non ci perdono tempo, peroò su alcune migliaia.... magari sì!;) ....

Oppure magari ti potresti fare male aggravando il quadro complessivo, tanto che il legamento prima solo "lesionato" ora è rotto e rende irrinunciabile l'operazione....e potresti far leva su questo...

a me NON hanno pagato perche infortunio preesistente, ad esempio..... (le spese mediche invece sì perchè è un'altra copertura, un'altra cosa..... NOn mi hanno pagato i punti di invalidità quando mi sono operato);)

gomma2408 08-02-2011 09:44

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34394895)
quindi gomma san è normale che il ginocchio tenda ad avere una flessione mai pari a zero dopo un periodo di non allenamento?

io ho notato che se mi fermo un paio di giorni la posizione naturale assunta dal ginocchio operato è sempre qualche grado piegato, mentre se sono allenato questo non succede

è tutto normale? è quindi una cosa che mi portero' dietro a lungo?

non mi da problemi, anzi mi incinta a fare esercizio


:confused: :confused: :confused: :D :D :D

vabbè..... a parte l'inciNta :D il resto e tutto normale.... soprattutto per quanto riguarda la flessione. In estensione di solito se si fa bene allungamento, si torna come prima senza fastidi successivi.....e senza problemi!
La flessione, invece, può capitare che ai max gradi rimanga sempre un po' più difficoltosa, rispetto alla gamba sana, (es. accosciata totale! :D ) ma questo dipende soprattutto anche dalle condizioni dei menischi e del resto del ginocchio, e meno dal LCA ricostruito. ;)

Stefano Landau 08-02-2011 14:15

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34397132)
Non credo.Io ho la Caspie e hanno controllato nulla sul mio stato di salute quando è stata stipulata,facenfo parte del mio contratto.

Io l'assicurazione ce l'ho come benefit lavorativo. Per fortuna l'infortunio è avvenuto dopo un anno che ero dipendente del nuovo posto di lavoro, quello per cui ho le due assicurazioni, una medica ed una sui punti di invalidità.

Quando in seguito alla risonanza ho scoperto che il legamento era gia lesionato prima di rompersi del tutto, mi sono informato tramite un mio amico che ha lavorato per anni come medico legale (faceva perizie per le assicurazioni) e mi ha detto che per l'operazione non avrei avuto problemi, nonostante il legamento fosse già lesionato prima della stipula del contratto, mentre sicuramente avrei avuto problemi per i punti di invalidità.

In effetti poi il mio ortopedico mi ha detto che avrebbero dovuto riconoscermi 6 o 7 punti di invalidità, ma anche se me ne davano 5 di accettare lo stesso (non sapendo da quanto tempo avevo la poliza.....).

In realtà l'assicurazione mi ha riconosciuto 2 punti e mezzo, sicuramente "facendosi uno sconto".
Il mio amico mi ha detto che mi è andata anche bene in quanto a volte in quei casi si rifiutano di pagare........ (per l'invalidità)

Però non penso che sia possibile fare un'assicurazione per operarsi ad infotunio già avvenuto...... altrimenti finirebbero tutte fallite!

Danilson 08-02-2011 17:47

aahhahahah pardon scrivo ancora come un mongolo con l'ipad! :D

grazie per le dritte!
Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34398449)
:confused: :confused: :confused: :D :D :D

vabbè..... a parte l'inciNta :D il resto e tutto normale.... soprattutto per quanto riguarda la flessione. In estensione di solito se si fa bene allungamento, si torna come prima senza fastidi successivi.....e senza problemi!
La flessione, invece, può capitare che ai max gradi rimanga sempre un po' più difficoltosa, rispetto alla gamba sana, (es. accosciata totale! :D ) ma questo dipende soprattutto anche dalle condizioni dei menischi e del resto del ginocchio, e meno dal LCA ricostruito. ;)


gillu 08-02-2011 23:18

Carissimi,

rieccomi: fra due settimane finirò sotto i ferri!

Vorrei spezzare una lancia a favore della sanità pubblica: per una volta tanto mi sono imbattuto in tempistiche più che accettabili.

Infatti:
ho prenotato la RMN appena dopo l'epifania e mi è stata fissata dopo solo otto giorni.
ho prenotato la visita ortopedica nello stesso periodo e mi è stata fissata per il 07.02 (ma io poi ho disdetto e mi sono fatto visitare privatamente perché tramite ASL non avrei avuto la certezza che mi visitasse l'ortopedico che mi opererà).
Il giorno 02.02 ho fatto la visita ortopedica (privatamente, come dicevo sopra) ed all'esito ho deciso di farmi operare.

Ieri mi hanno contattato dall'ospedale (pubblico) per fissare gli esami pre-ricovero e per comunicarmi la data dell'intervento.
Dalla visita all'intervento sole tre settimane.

Tutto questo in una comunissima ASL, nemmeno particolarmente rinomata e non sede universitaria, del profondo Nord-Ovest (ma dove opera un ortopedico che, seppur non di fama come i vari Mariani ecc., a detta di numerosissimi colleghi è un ottimo professionista).

Ciò premesso, in questi giorni mi sono letto almeno un centinaio di pagine della discussione e devo dire che grazie ai contributi di tutti ma in particolare di alcuni assidui frequentatori arriverò all'intervento con le idee piuttosto chiare.

E' chiaro, soprattutto, che il pieno recupero dipende dall'impegno e dalla costanza che una persona ci mette nell'affrontare la riabilitazione.
Allo stesso tempo mi sono anche convinto che, in presenza di determinate lesioni (come la rottura completa del LCA), è assurdo NON operarsi.
Attendere per cosa? Che si verifichi il miracolo e che un giorno rispunti un bel crociato fatto e finito?

Ho notato inoltre che quei pochi che, nel tempo (l'infortunio che mi ha segato il crociato risale al 2008 e da allora ho sentito svariate campane), mi hanno sconsigliato l'intervento, sono persone che si sono sottoposte alla ricostruzione negli anni 90 (quando, per intenderci, veniva "squartato" il ginocchio con tagli e cicatrici stile Frankenstein).

Chi invece si è sottoposto negli ultimi anni alla ricostruzione è generalmente soddisfatto del recupero (e mi riferisco sia a soggetti sedentari che sportivi).

Proprio oggi in palestra (dove mi sto "uccidendo" di elastici e leg exstesion per arrivare all'intervento con un quadricipite ed un vasto che neanche Gattuso...) ho trovato una persona che ha appena concluso i cinque mesi di fisioterapia successivi all'intervento.
Mi ha detto che se prima di farsi operare non faceva praticamente sport, oggi dopo tutta la riabilitazione si sente in formissima e per la prima volta si è iscritto in palestra perché vuole continuare l'attività fisica.

Non tutto il male viene per nuocere! ;)

PS: sconsiglio vivamente di stipulare un'assicurazione post-infortunio nascondendo il pregresso. Date un'occhiata agli art. 1892 e seguenti del cod.civile...

gomma2408 09-02-2011 09:01

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 34406265)

[.....]

Non tutto il male viene per nuocere! ;)

PS: sconsiglio vivamente di stipulare un'assicurazione post-infortunio nascondendo il pregresso. Date un'occhiata agli art. 1892 e seguenti del cod.civile...

bene tutto.....;) come giustamente hai osservato più+ passano gli anni e più si affinano tecniche e migliorano le percentuali di successo (già alte) quello che cambia poco sono i tempi post intervento....:rolleyes: però sono un'occasione, appunto, per "stare in forma" :D

Riguardo all'ultimo punto, il riferimento al c.c. è del tutto opportuno, come ho avuto modo di accennare anche non tanto "velatamente" anche io (:D dove parlavo di "truffa" assicurativa...) però bisogna precisare che, mentre per quanto riguarda le assicurazioni infortuni ciò è sempre vero, perchè coprono l'"evento dannoso" con dei punti di invalidità ai quali viene assegnata una somma "a risarcimento" (eventoed che sarebbe avvenuto precedentemente alla stipula e quindi non coperto), caso diverso è la copertura mediante RIMBORSO delle spese sostenute per una operazione.... Queste spesso, invece, (vedi assicurazioni tipo "cassa mutua" del posto di lavoro) prevedono il passare del tempo rispetto alla propria iscrizione (esempio + frequente un anno) dopo il quale TUTTE le spese (con percentuali di copertura, con franchigia fissa, massimale annuo, ecc.... le possibilità sono infinite) vengono comunque rimborsate anche se l'evento dannoso che ha portato all'operazione è avvenuto prima della propria iscrizione all'assicurazione....

Questo è il caso mio: infatti NON mi hanno pagato alcunchè per i punti di invalidità perchè l'infortunio era pregresso, però le spese per la riabilitazione (fino a 100gg dopo l'operazione) e per tutte le visite me le hanno rimborsate.... anche così non è poco..... ;) ;) ;)

Stefano Landau 09-02-2011 10:18

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 34406265)
Carissimi,

rieccomi: fra due settimane finirò sotto i ferri!

Vorrei spezzare una lancia a favore della sanità pubblica: per una volta tanto mi sono imbattuto in tempistiche più che accettabili.

Infatti:
ho prenotato la RMN appena dopo l'epifania e mi è stata fissata dopo solo otto giorni.
ho prenotato la visita ortopedica nello stesso periodo e mi è stata fissata per il 07.02 (ma io poi ho disdetto e mi sono fatto visitare privatamente perché tramite ASL non avrei avuto la certezza che mi visitasse l'ortopedico che mi opererà).
Il giorno 02.02 ho fatto la visita ortopedica (privatamente, come dicevo sopra) ed all'esito ho deciso di farmi operare.

Ieri mi hanno contattato dall'ospedale (pubblico) per fissare gli esami pre-ricovero e per comunicarmi la data dell'intervento.
Dalla visita all'intervento sole tre settimane.

Tutto questo in una comunissima ASL, nemmeno particolarmente rinomata e non sede universitaria, del profondo Nord-Ovest (ma dove opera un ortopedico che, seppur non di fama come i vari Mariani ecc., a detta di numerosissimi colleghi è un ottimo professionista).

Ciò premesso, in questi giorni mi sono letto almeno un centinaio di pagine della discussione e devo dire che grazie ai contributi di tutti ma in particolare di alcuni assidui frequentatori arriverò all'intervento con le idee piuttosto chiare.

E' chiaro, soprattutto, che il pieno recupero dipende dall'impegno e dalla costanza che una persona ci mette nell'affrontare la riabilitazione.
Allo stesso tempo mi sono anche convinto che, in presenza di determinate lesioni (come la rottura completa del LCA), è assurdo NON operarsi.
Attendere per cosa? Che si verifichi il miracolo e che un giorno rispunti un bel crociato fatto e finito?

Ho notato inoltre che quei pochi che, nel tempo (l'infortunio che mi ha segato il crociato risale al 2008 e da allora ho sentito svariate campane), mi hanno sconsigliato l'intervento, sono persone che si sono sottoposte alla ricostruzione negli anni 90 (quando, per intenderci, veniva "squartato" il ginocchio con tagli e cicatrici stile Frankenstein).

Chi invece si è sottoposto negli ultimi anni alla ricostruzione è generalmente soddisfatto del recupero (e mi riferisco sia a soggetti sedentari che sportivi).

Proprio oggi in palestra (dove mi sto "uccidendo" di elastici e leg exstesion per arrivare all'intervento con un quadricipite ed un vasto che neanche Gattuso...) ho trovato una persona che ha appena concluso i cinque mesi di fisioterapia successivi all'intervento.
Mi ha detto che se prima di farsi operare non faceva praticamente sport, oggi dopo tutta la riabilitazione si sente in formissima e per la prima volta si è iscritto in palestra perché vuole continuare l'attività fisica.

Non tutto il male viene per nuocere! ;)

PS: sconsiglio vivamente di stipulare un'assicurazione post-infortunio nascondendo il pregresso. Date un'occhiata agli art. 1892 e seguenti del cod.civile...

Sul discorso sedentarietà pre-intervento e stato fisico successivo ....... E' quello che è successo a me.
E sto continuando a migliorare (sportivamente parlando....) a quasi 2 anni dall'operazione.

Sul discorso dell'attesa....... è ovvio che scegliendo quello che mi è stato detto essere il meglio su Milano (Chi segue la squadra Azzurra di sci) i tempi di attesa fossero lunghi. A pagamento ho aspettato 3 settimane comunque. Avessi scelto qualcun'altro, magari sarebbe stato sicuramente valido, con una minore lista d'attesa..... ma così ero più sicuro. Poi avendo un'assicurazione non c'erano problemi ad andare privatamente.

Delfino81 09-02-2011 11:25

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34398374)
dovresti "far finta" di farti male dopo che ti sei assicurato e questa è truffa assicurativa....:D :D :D
...di conseguenza NON portare niente a dimostrazione dell'infortunio che sia DATATO precedente.... quindi eventualmente andare ad un pronto soccorso, DOPO assicurato (dopo un po' sennò il giorno dopo è sospetto e potrebbero fare indagini ulteriori.....) dire che ti sei appena fatto male giocando a calcetto fra amici (o altro... certe assicurazioni se fai sport come affiliato sotto una società non prevedono la copertura....) insomma, "ricostruire" l'infortunio come avvenuto DOPO la sottoscrizione della polizza.
Ripeto che comunque è una "truffa" assicurativa.... con tutti i rischi che ne conseguono.... qui si parla per ipotesi e in "teoria" (:D :D :D :D :D )
Se ti dovessero rimborsare poche centinaia di euro magari non ci perdono tempo, peroò su alcune migliaia.... magari sì!;) ....

Oppure magari ti potresti fare male aggravando il quadro complessivo, tanto che il legamento prima solo "lesionato" ora è rotto e rende irrinunciabile l'operazione....e potresti far leva su questo...

a me NON hanno pagato perche infortunio preesistente, ad esempio..... (le spese mediche invece sì perchè è un'altra copertura, un'altra cosa..... NOn mi hanno pagato i punti di invalidità quando mi sono operato);)

infatti

infatti ci manca solo che finisca al gabbio! :D

va beh e se invece sono lòindo e casto e dico mi serve un'assicurazione per operarmi da quel prof e fare fisioterapia a quel centro, non me la fanno? o me la fanno a prezzi doppi?


comunque ho mandato unì'email a un po di dottori di quelli del tipo "l'esperto risponde" dicendo che ho una fistola sacro-coccigea che ogni tanto si accende (ovvero si infiamma/infetta), e se puo essere rischioso operarsi al ginocchio per questa cosa....c'è chi mi ha detto che non rappresenta un rischio, chi un rischio basso annullabile con una profilassi antibiotica leggermente potenziata, chi invece mi ha consigliato di operarmi prima alla fistola e poi al ginocchio!

anch in questo....i pareri discordano!

però dico io....una fistola io so di averla! ma chissa quanti focolai batterici (una lesione gengivale, na lesione di un'unghia incarnita, ecc. ecc) possono starci ogni istante nel ns organismo! se x operarsi bisogna essere clinicamente perfetti come orologi svizzeri credo nn si opererebbe piu nessuno :D

gomma2408 09-02-2011 13:20

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34408490)
infatti

infatti ci manca solo che finisca al gabbio! :D

va beh e se invece sono lòindo e casto e dico mi serve un'assicurazione per operarmi da quel prof e fare fisioterapia a quel centro, non me la fanno? o me la fanno a prezzi doppi?
[...]

Penso non te la fanno...:D devi accertarti cosa copre e cosa non copre.... le ass. infortuni coprono i punti di invalidità permanente e per l'inabilità temporanea coprono con una diaria giornaliera (franchigie, importi, tutto a libera contrattazione.... sugli schemi base di ogni agenzia) .
E queste NON è possibile che ti paghino per via di infortunio pregresso.

Il rimborso spese mediche invece non è assicurazione infortuni, in quanto spese mediche possono esserci anche a seguito non di un infortunio ma di altre patologie.
E' bene quindi capire nello stipulare un'assicurazione se questa copra tutte le spese mediche (es. visite specialistiche, ecc...) oppure solo quelle conseguenti ad un infortunio. In questo ultimo caso non vengono di solito rimborsate per infortunio preesistente in quanto direttamente riferibili ad esso....

Il pagamento delle rpestazioni mediche più varie (visite, fisioterapie, ecc..) è presente per lo più nelle coperture che si hanno con il contratto di lavoro.... mediante le varie Casse Mutua dove i beneficiari possono solo esserne determinati soggetti iscritti,..... appartenenti ad una categoria.
Una assicurazione "ad hoc" penso costi un bel po' così strutturata.... :rolleyes:

Delfino81 09-02-2011 14:39

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34409741)
Penso non te la fanno...:D devi accertarti cosa copre e cosa non copre.... le ass. infortuni coprono i punti di invalidità permanente e per l'inabilità temporanea coprono con una diaria giornaliera (franchigie, importi, tutto a libera contrattazione.... sugli schemi base di ogni agenzia) .
E queste NON è possibile che ti paghino per via di infortunio pregresso.

Il rimborso spese mediche invece non è assicurazione infortuni, in quanto spese mediche possono esserci anche a seguito non di un infortunio ma di altre patologie.
E' bene quindi capire nello stipulare un'assicurazione se questa copra tutte le spese mediche (es. visite specialistiche, ecc...) oppure solo quelle conseguenti ad un infortunio. In questo ultimo caso non vengono di solito rimborsate per infortunio preesistente in quanto direttamente riferibili ad esso....

Il pagamento delle rpestazioni mediche più varie (visite, fisioterapie, ecc..) è presente per lo più nelle coperture che si hanno con il contratto di lavoro.... mediante le varie Casse Mutua dove i beneficiari possono solo esserne determinati soggetti iscritti,..... appartenenti ad una categoria.
Una assicurazione "ad hoc" penso costi un bel po' così strutturata.... :rolleyes:


no aspetta io non intendo assicurazione infortuni ma sulla salute...ovveo x operarsi e fare fisoterapia...crdo siano due cose distinte! poi puo essere che mi sbagli! :cool:

Lorenzo83 09-02-2011 15:13

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34398317)
L' IPERestensione completa ???:confused: intendi la semplice estensione completa..... se è questa, diciamo da quasi subito perchè mi hanno costretto a stare anche a letto in ospedale con la gamba compeltamente estesa, e così dovevo dormire a casa.... anche se era più facile per me stare peigato di lato e flettere un po' il ginocchio. Però a questo punto tutto il giorno poi facevo allungamento per essere sicuro di non perdere l'estensione completa.
La IPER estensione ci si va molto più cauti, siccome non è una condizione necessaria per fare correttamente tutti i movimenti/esercizi, si lascia di solito che si recuperi da sè con il tempo, facendo il normale allungamento sempre prima e dopo gli esercizi..... io dopo due anni (!!!!) me la sono sentita di fare la leg extension con un range di gradi (in palestra ho l'attrezzo con possibilità di blocchi in estensione e flessione regolabili) fra 50 e -10 (quest'ultimo è oltre lo 0° che sarebbe completa estensione, ed arrivo a toccare il fermo a -10 gradi.... non so se mi sono spiegato).

Quindi una volta certi di aver acquisito la completa normale ESTENSIONE, facendo i normali esercizi il resto viene da sè secondo la normale fisicità di ognuno.

;) ;) ;)



Ti chiedo questo perchè per me è abbastanza delibitante stare in piedi con la gamba sana che va più indietro di quella operata.
E' mia consuetudine quando parlo con una persona di tenere entrambe le gambe il più estese possibile e di bloccare la rotula nel massimo punto di ritorno. La gamba operata non riesce ad andare indietro quanto la sana e lo si vede molto bene mettendole vicino perchè una rotula (gamba operata) è più "gonfia" di quell'altra. Io credo che in realtà non sia più gonfia ma semplicemente una va più indietro dell'altra. E' successo anche a voi o entrambe le rotule erano pari a parità di gamba stesa?

gillu 09-02-2011 22:56

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 34407919)

Sul discorso dell'attesa....... è ovvio che scegliendo quello che mi è stato detto essere il meglio su Milano (Chi segue la squadra Azzurra di sci) i tempi di attesa fossero lunghi. A pagamento ho aspettato 3 settimane comunque. Avessi scelto qualcun'altro, magari sarebbe stato sicuramente valido, con una minore lista d'attesa..... ma così ero più sicuro. Poi avendo un'assicurazione non c'erano problemi ad andare privatamente.

Ed hai fatto benissimo! Se anche io avessi dovuto attendere mesi e mesi, probabilmente avrei cercato alternative nel privato (per quanto concesso dalla mia assicurazione). La verità è che, in fondo in fondo, sono un sostenitore della sanità pubblica...
Piccolo OT: in Italia, pur con tutte le lacune, le varie inefficienze ed i casi di malasanità che ogni tanto finiscono alla ribalta, il sistema sanitario nazionale è un baluardo della democrazia. FINE OT :D

alex642002 10-02-2011 00:07

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34397318)
come ti trovi con la Caspie caro? uanto costa la polizza all'anno?e cosa ti copre?

Allora:premettendo che non so se le condizioni siano le stesse per tutte le aziende che le stipulano,ci sono diversi tipi di polizza Caspie;solo per i dipendenti,estesa ai congiunti e familiari,per i pensionati e aggiuntiva.Quella base,per i dipendenti,costa circa 1200 euro,e a me è pagata per il 85% dal mio datore di lavoro.Il discorso sulle prestazioni coperte poi è complesso:la distinzione base è tra strutture e specialisti in convenzione diretta e indiretta.Per le prime per i ricoveri non si paga nulla(nel mio caso non ho sborsato un centesimo per l'operazione),mentre per le prestazioni specialistiche c'è una franchigia di 85 euro per un intero ciclo di cura.Per le seconde la sitiazione è pressochè analoga solo che prima si paga e poi si è rimborsati( e non che non si paga per niente :D ).Le patologie sono quasi tutte rimborsate,con l'eccezione dekke cure odontoiatriche(a meno di fare quella aggiuntuva)e quelle psicoterapeutiche mi sembra.Ma qui se entriamo nei dettagli faccio prima a spedirti il contratto! :read: :D

alex642002 10-02-2011 00:17

Quote:

Originariamente inviato da gillu (Messaggio 34414826)
Ed hai fatto benissimo! Se anche io avessi dovuto attendere mesi e mesi, probabilmente avrei cercato alternative nel privato (per quanto concesso dalla mia assicurazione). La verità è che, in fondo in fondo, sono un sostenitore della sanità pubblica...
Piccolo OT: in Italia, pur con tutte le lacune, le varie inefficienze ed i casi di malasanità che ogni tanto finiscono alla ribalta, il sistema sanitario nazionale è un baluardo della democrazia. FINE OT :D

Dipende da quale zona d'Italia:chiaro che nel nord-ovest sia meglio che nel sud.Il problema non è tanto quello di come si è coccolati nel privato,ma quello dell'attesa.

gomma2408 10-02-2011 08:56

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34410478)
no aspetta io non intendo assicurazione infortuni ma sulla salute...ovveo x operarsi e fare fisoterapia...crdo siano due cose distinte! poi puo essere che mi sbagli! :cool:


ecco, è perfettamente quello che ho detto io infatti, scusa se non mi sono fatto capire perfettamente...;) ;) ;)

gomma2408 10-02-2011 09:09

Quote:

Originariamente inviato da Lorenzo83 (Messaggio 34410867)
Ti chiedo questo perchè per me è abbastanza delibitante stare in piedi con la gamba sana che va più indietro di quella operata.
E' mia consuetudine quando parlo con una persona di tenere entrambe le gambe il più estese possibile e di bloccare la rotula nel massimo punto di ritorno. La gamba operata non riesce ad andare indietro quanto la sana e lo si vede molto bene mettendole vicino perchè una rotula (gamba operata) è più "gonfia" di quell'altra. Io credo che in realtà non sia più gonfia ma semplicemente una va più indietro dell'altra. E' successo anche a voi o entrambe le rotule erano pari a parità di gamba stesa?

io non ho una accentuata iperestensione, però comunque all'inizio (parlo di MESI) dovendo fare l'allungamento su un piano rigido oltre gli 0° non andavo, mentre l'altro forse un pochino sì. Comunque li sentivo diversi.
Ricordo che all'inizio è vietato (mi sembra da quasi tutti gli ortopedici/fisioterapisti, se non proprio tutti....) fare allungamento in IPERESTENSIONE (cioè senza appoggio posteriore del ginocchio.... come quando lo fai alzando la gamba appoggiando un tallone su un piano rialzato e il resto della gamba no....) e per inizio intendo i primi mesi appunto.

C'erano pazienti invece che avevano la caratteristica "dei ginocchi che vanno all'indietro" :D molto più accentuata, ed in effetti dopo operati lamentavano la stessa cosa, che il gin non "andava" più indietro oltre la max estensione.... però hanno recuperato tutta o quasi questa loro peculiarità fisica, ma nel giro di oltre i sei mesi classici.
Mi ricordo però anche che il fisioterapista diceva che non era detto che sarebbero tornati come prima in questo caso, che essendo operati comunque il gin non è più come prima e che l'iperestensione avrebbero potuto recuperarla anche solo in parte, e quindi non tornare ESATTAMENTE come l'altro ginocchio....;) ;) ;)

A margine posso dire che comunque anche a me che sono tornato a fare volley, e non sono neanche un "peso piuma" quindi il ginocchio lo stresso per bene, il gin non è diventato come quell'altro, purtroppo.... però mi FA FARE le stesse cose che facevo prima come se avessi il ginocchio a posto... però NON me lo sento come quell'altro, a livello di fastidi, attenzioni cui necessita, ecc.... (tipo le periodiche sedute in palestra).
Quindi alcune piccole differenze rispetto a prima , chi più chi meno, sono da aspettarsi.....:) ;)

Delfino81 10-02-2011 10:17

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34415412)
Allora:premettendo che non so se le condizioni siano le stesse per tutte le aziende che le stipulano,ci sono diversi tipi di polizza Caspie;solo per i dipendenti,estesa ai congiunti e familiari,per i pensionati e aggiuntiva.Quella base,per i dipendenti,costa circa 1200 euro,e a me è pagata per il 85% dal mio datore di lavoro.Il discorso sulle prestazioni coperte poi è complesso:la distinzione base è tra strutture e specialisti in convenzione diretta e indiretta.Per le prime per i ricoveri non si paga nulla(nel mio caso non ho sborsato un centesimo per l'operazione),mentre per le prestazioni specialistiche c'è una franchigia di 85 euro per un intero ciclo di cura.Per le seconde la sitiazione è pressochè analoga solo che prima si paga e poi si è rimborsati( e non che non si paga per niente :D ).Le patologie sono quasi tutte rimborsate,con l'eccezione dekke cure odontoiatriche(a meno di fare quella aggiuntuva)e quelle psicoterapeutiche mi sembra.Ma qui se entriamo nei dettagli faccio prima a spedirti il contratto! :read: :D

ma x dipendenti intendi qualsiasi dipoendente privato o pubblico? se io sono disoccupato e me lòa voglio fare non posso? (forse nn con al Caspie)

x Gomma quindi quella che tu dici che non mi fanno dunque è quella infortuni o sbaglio?


cioè se io volessi farmi una polizza infortuni x farmi pagare dopo anni che mi sn azzoppato sarebbe una truffa! però se io mi voglio operare con MAriani poniamo e voglio farmi una polizza salute per non pagare 16000 euro :doh: quella dovrebbero farmela! comunque mi informerò anche giuso cosi x curiosità! :cool:

Danilson 10-02-2011 20:08

all'allenamento di ieri mi sono reso conto che non ho la benchè minima forza sulla gamba operata

ormai la resistenza c'è, dolore trascurabile, ho perfino i riflessi pronti ... ma quando si tratta di alzare il pallone da fermo, zero meno!!

i veterani del crociato mi sanno indicare degli esercizi specifici per sviluppare forza? mi è rimasto un mese in cui a questo punto mi devo dedicare a questa cosa seno' io a marzo non sono ancora in grado di giocare per bene e non esiste proprio

potrebbe essere corretto dedicare un'oretta al giorno a:

leg-extension +
squat +
squat a una gamba?

ci sarebbero altre esercizi adatti a sviluppare forza vera e propria?
grazie ragazzuoli

Delfino81 11-02-2011 14:28

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34422717)
all'allenamento di ieri mi sono reso conto che non ho la benchè minima forza sulla gamba operata

ormai la resistenza c'è, dolore trascurabile, ho perfino i riflessi pronti ... ma quando si tratta di alzare il pallone da fermo, zero meno!!

i veterani del crociato mi sanno indicare degli esercizi specifici per sviluppare forza? mi è rimasto un mese in cui a questo punto mi devo dedicare a questa cosa seno' io a marzo non sono ancora in grado di giocare per bene e non esiste proprio

potrebbe essere corretto dedicare un'oretta al giorno a:

leg-extension +
squat +
squat a una gamba?

ci sarebbero altre esercizi adatti a sviluppare forza vera e propria?
grazie ragazzuoli


PErdonami carissimo, ma che intendi sul fatto che non hai forza?? :mbe: cioè se haai forza x salire le scale dovresti anche averla x alzare o calciare un pallone....non capisco questa cosa (p.s. non sono un veterano del crociato eh, ovvero come mi sto documentanto pue pure ma l'ebbrezza dell'operazione non l'ho ancora provata! :D )

Danilson 11-02-2011 19:10

ti faccio un esempio pratico

calcio d'angolo, devo mettere la palla in mezzo

palla ferma, vado a calciare la palla non si alza! ti giuro sembra impossibile, ma è così! sarà anche il famoso blocco psicologico che protegge tutto l'apparato articolare e non mi fa spingere al massimo, ma io non riesco a dare forza al pallone

solo palla ferma, se mi viene incontro tiro ancora come ai bei tempi

avverto proprio una mancanza di forza esplosiva, quella che appunto serve per calciare a dovere il pallone

Stefano Landau 11-02-2011 21:02

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34422717)
all'allenamento di ieri mi sono reso conto che non ho la benchè minima forza sulla gamba operata

ormai la resistenza c'è, dolore trascurabile, ho perfino i riflessi pronti ... ma quando si tratta di alzare il pallone da fermo, zero meno!!

i veterani del crociato mi sanno indicare degli esercizi specifici per sviluppare forza? mi è rimasto un mese in cui a questo punto mi devo dedicare a questa cosa seno' io a marzo non sono ancora in grado di giocare per bene e non esiste proprio

potrebbe essere corretto dedicare un'oretta al giorno a:

leg-extension +
squat +
squat a una gamba?

ci sarebbero altre esercizi adatti a sviluppare forza vera e propria?
grazie ragazzuoli

Io purtroppo ti posso confermare che è quello che succede. A fine fisioterapia, ma anche per parecchi mesi dopo (facendo palestra) notavo che come forza pura la gamba sana era molto più potente, mentre quella operata era invece molto più resistente. La conseguenza è che quando facevo ciclette per esempio dopo un po' iniziavo ad avere la gamba sinistra che sentiva la fatica, mentre la destra è come non stesse facendo nessuno sforzo.

Sulla leg-exstension invece oltre ad un certo peso con la destra non andavo mentre con la sinistra non mi accorgevo nemmeno.

Con il tempo poi le differenze sono diminuite.
Però nel mio caso non avevo fretta per particolari attività, quindi non so consigliarti come procedere.

Ai tempi l'ortopedico mi disse che a 6-7 mesi dall'operazione avrei potuto ricominciare a fare tutto, all'inizio in maniera blanda, con calma ed incrementando progressivamente. E' quello che sto facendo tutt'ora.

Avendo dei tempi stringenti è forse meglio chiedere ad un fisioterapista ho farsi seguire da un personal Trainer per farsi dare degli esercizi specifici.

alex642002 11-02-2011 21:12

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34416322)
io non ho una accentuata iperestensione, però comunque all'inizio (parlo di MESI) dovendo fare l'allungamento su un piano rigido oltre gli 0° non andavo, mentre l'altro forse un pochino sì. Comunque li sentivo diversi.
Ricordo che all'inizio è vietato (mi sembra da quasi tutti gli ortopedici/fisioterapisti, se non proprio tutti....) fare allungamento in IPERESTENSIONE (cioè senza appoggio posteriore del ginocchio.... come quando lo fai alzando la gamba appoggiando un tallone su un piano rialzato e il resto della gamba no....) e per inizio intendo i primi mesi appunto.

C'erano pazienti invece che avevano la caratteristica "dei ginocchi che vanno all'indietro" :D molto più accentuata, ed in effetti dopo operati lamentavano la stessa cosa, che il gin non "andava" più indietro oltre la max estensione.... però hanno recuperato tutta o quasi questa loro peculiarità fisica, ma nel giro di oltre i sei mesi classici.

E' il problema di cui mi lamentavo io all'inizio,se ben ricordi.Notavo che con la gamba operata non riuscivo a fare l'iperestensione come l'altra.Poi per quello è tornata come prima però:è una questione di muscolatura che doveva recuperare tono :sofico:

alex642002 11-02-2011 21:15

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34416825)
ma x dipendenti intendi qualsiasi dipoendente privato o pubblico? se io sono disoccupato e me lòa voglio fare non posso? (forse nn con al Caspie)

cioè se io volessi farmi una polizza infortuni x farmi pagare dopo anni che mi sn azzoppato sarebbe una truffa! però se io mi voglio operare con MAriani poniamo e voglio farmi una polizza salute per non pagare 16000 euro :doh: quella dovrebbero farmela! comunque mi informerò anche giuso cosi x curiosità! :cool:

La polizzala può fare chiunque:dipendente,libero professionista o disoccupato.Basta che la si paghi,o che qualcuno la paghi per te.

paoletta25 12-02-2011 15:14

Operarsi da Dr. Martens
 
Quote:

Originariamente inviato da artan58 (Messaggio 26481298)
Io mi sono fatto operare da Martens ad Anversa che costa la metà di Mariani.

Ciao, in seguito ad una caduta e relativo mancato distaccamento dello sci, mi sono rotta completamente i legamenti anteriori del ginocchio sinistro (LCA) :mad: e, dopo aver letto nelle discussioni la tua esperienza, volevo chiederti, gentilmente, se puoi dirmi quanto ti è costato operarti dal Dr. Marc Martens ;) . So che Martens e Mariani sono i più rinomati ma se i costi variano, come hai detto, addirittura della metà :eek: mi sembra un particolare da non sottovalutare. Martens che tu sappia opera solo ad Anversa? Se hai anche i dati di riferimento per poterlo contattare sarebbe perfetto. Grazie 1000 :)
PS: L'invito a contattarmi è esteso a chiunque avesse informazioni in merito alle mie richieste e problematiche qui sopra esposte, in quanto devo affrontare al meglio questo intervento di ricostruzione LCA.

gillu 13-02-2011 13:27

Ciao,

malvenuta nel club del LCA...

ti ho scritto un mp.

Buona domenica a tutti!

Stefano Landau 14-02-2011 00:25

Quote:

Originariamente inviato da paoletta25 (Messaggio 34437512)
Ciao, in seguito ad una caduta e relativo mancato distaccamento dello sci, mi sono rotta completamente i legamenti anteriori del ginocchio sinistro (LCA) :mad: e, dopo aver letto nelle discussioni la tua esperienza, volevo chiederti, gentilmente, se puoi dirmi quanto ti è costato operarti dal Dr. Marc Martens ;) . So che Martens e Mariani sono i più rinomati ma se i costi variano, come hai detto, addirittura della metà :eek: mi sembra un particolare da non sottovalutare. Martens che tu sappia opera solo ad Anversa? Se hai anche i dati di riferimento per poterlo contattare sarebbe perfetto. Grazie 1000 :)
PS: L'invito a contattarmi è esteso a chiunque avesse informazioni in merito alle mie richieste e problematiche qui sopra esposte, in quanto devo affrontare al meglio questo intervento di ricostruzione LCA.

Malvenuta (come si dice da queste parti.....) nel nostro club.

Ti ho mandato una MP anch'io!

gomma2408 14-02-2011 09:25

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34422717)
all'allenamento di ieri mi sono reso conto che non ho la benchè minima forza sulla gamba operata

ormai la resistenza c'è, dolore trascurabile, ho perfino i riflessi pronti ... ma quando si tratta di alzare il pallone da fermo, zero meno!!

i veterani del crociato mi sanno indicare degli esercizi specifici per sviluppare forza? mi è rimasto un mese in cui a questo punto mi devo dedicare a questa cosa seno' io a marzo non sono ancora in grado di giocare per bene e non esiste proprio

potrebbe essere corretto dedicare un'oretta al giorno a:

leg-extension +
squat +
squat a una gamba?

ci sarebbero altre esercizi adatti a sviluppare forza vera e propria?
grazie ragazzuoli

Allora, per il ritorno all'attività sportiva questo succede... anche io dopo otto mesi di palestra quando sono rientrato a provare a pallavolo mi sono visto impedito del tutto a fare salti, ecc.... nonostante la forza e la resistenza ce l'avessi.
Pertanto Se sei A POSTO l'allenamento è quello che puoi fare specifico per la tua attività sportiva, corsa con cambi di direzione, corsa descrivendo un "otto" prima lento poi veloce, ecc.... (non mi intendo di calcio....:p ) ed anche calci da fermo prima piano, poi sempre più....
In palestra purtroppo puoi fare poco, te lo dico io che dovevo recuperare proprio la forza esplosiva (per i salti) e anche per niente la resistenza (non l'ho mai avuta....) cioè quello che devi allenare sono quella che banalmente vengono chiamate FIBRE BIANCHE.... con i macchinari in palestra si allenano praticamente solo le fibre rosse (= resistenza e massa muscolare quindi forza assoluta ma NOn esplosiva... o poco)
Allora alla leg extension , alla leg press (queste due le principali) devi farti costruire una serie di ripetizioni di tipo piramidale (lo sanno i preparatori) e comunque PRIVILEGIARE LA VELOCITA' DI ESECUZIONE al peso massimale.

Ovvero: anche meno peso, ma fare le ripetizioni (es serie da 10 rip) in maniera più veloce possibile.

L'ideale alle macchine sarebbe disporre della macch isocinetica (quella con cui fanno i test alla gamba operata proprio per resistenza e forza) che in sostanza è una leg press/ leg curl (cioè fa resistenza sia in flex che in ext) dove NON scegli il peso, ma la VELOCITA' angolare di esecuzione.
Scegliendo velocità elevate (es. 270 gradi/sec) fai l'esercizio cercando sempre di migliorare (la prestazione non si misura in KG, ma in Nm, ma è la stessa cosa... è la forza che riesci ad esercitare sulla macchina)
Indipendentemente dalla forza ce riuscirai ad applicare, la macchina avrà sempre la stessa velocità.
Per allenare la forza esplosiva questi modi sono gli unici che conosco.... purtroppo la macch isocinetica è presente solo nei centri riabilitativi più attrezzati.....:rolleyes: l'alternativa, anche se con minore efficacia, è fare solo gli altri attrezzi nel modo che ti ho detto (meno peso, velocità di esecuzione più elevata....);) ;)

gomma2408 14-02-2011 09:33

P.S.: paoletta25, anch'io ti ho mandato un mp.....;) ;) ;)

Delfino81 14-02-2011 11:50

Malvenuta anche da me a Paoletta, io forese sn l'unico a nn averti mandato mp :D ho sentito nominare di fama il dottor MArtens, però secondo me ci sono validissimi dottori anche in Italia!

gomma2408 14-02-2011 13:31

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 34450044)
Malvenuta anche da me a Paoletta, io forese sn l'unico a nn averti mandato mp :D ho sentito nominare di fama il dottor MArtens, però secondo me ci sono validissimi dottori anche in Italia!

hai ragione, concordo su tutto.... anzi, molte volte anche se paghi e molto, un "luminare" neanche ti guarda..... fai quasi tutto con gli assistenti/collaboratori, poi ti dice che in sala operatoria c'è lui, però sì, è vero che c'è, ma spesso usano questa metodologia: entrano, guardano che sia tutto ok, soprattutto la fase del posizionamento e fissaggio del lca, ma poi l'operazione spesso in buona parte è fatta dalla sua équipe..... quindi forse meglio un ottimo ortopedico, magari non famoso, ma che fa tutto lui e poi ti segue anche come si deve..... ;) ;)

I MP ci sono perchè sai, parlando di cifre..... magari per privacy qualcuno potrebbe risentirsi, soprattutto se si riportano per sentito dire e quindi meglio tutelarsi comunicandoli "privatamente".... anche se è un semplice forum di discussione, quando si "tocca" il sensibile (il vile DAnaro sonante!!).......:p :ciapet:

gillu 15-02-2011 00:31

... e intanto la data del mio intervento si avvicina...

Danilson 15-02-2011 00:41

sei un grandissimo sono le stesse cose che mi ha detto il fisioterapista che ho sentito apposta

adesso tocca alle fibre bianche quindi scatti a gogo', sostanzialmente devo fare lo stesso allenamento che fanno i miei compagni di squadra sani e dovrei piano piano recuperare tutto

ti ringrazio sempre moltissimo
Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34448813)
Allora, per il ritorno all'attività sportiva questo succede... anche io dopo otto mesi di palestra quando sono rientrato a provare a pallavolo mi sono visto impedito del tutto a fare salti, ecc.... nonostante la forza e la resistenza ce l'avessi.
Pertanto Se sei A POSTO l'allenamento è quello che puoi fare specifico per la tua attività sportiva, corsa con cambi di direzione, corsa descrivendo un "otto" prima lento poi veloce, ecc.... (non mi intendo di calcio....:p ) ed anche calci da fermo prima piano, poi sempre più....
In palestra purtroppo puoi fare poco, te lo dico io che dovevo recuperare proprio la forza esplosiva (per i salti) e anche per niente la resistenza (non l'ho mai avuta....) cioè quello che devi allenare sono quella che banalmente vengono chiamate FIBRE BIANCHE.... con i macchinari in palestra si allenano praticamente solo le fibre rosse (= resistenza e massa muscolare quindi forza assoluta ma NOn esplosiva... o poco)
Allora alla leg extension , alla leg press (queste due le principali) devi farti costruire una serie di ripetizioni di tipo piramidale (lo sanno i preparatori) e comunque PRIVILEGIARE LA VELOCITA' DI ESECUZIONE al peso massimale.

Ovvero: anche meno peso, ma fare le ripetizioni (es serie da 10 rip) in maniera più veloce possibile.

L'ideale alle macchine sarebbe disporre della macch isocinetica (quella con cui fanno i test alla gamba operata proprio per resistenza e forza) che in sostanza è una leg press/ leg curl (cioè fa resistenza sia in flex che in ext) dove NON scegli il peso, ma la VELOCITA' angolare di esecuzione.
Scegliendo velocità elevate (es. 270 gradi/sec) fai l'esercizio cercando sempre di migliorare (la prestazione non si misura in KG, ma in Nm, ma è la stessa cosa... è la forza che riesci ad esercitare sulla macchina)
Indipendentemente dalla forza ce riuscirai ad applicare, la macchina avrà sempre la stessa velocità.
Per allenare la forza esplosiva questi modi sono gli unici che conosco.... purtroppo la macch isocinetica è presente solo nei centri riabilitativi più attrezzati.....:rolleyes: l'alternativa, anche se con minore efficacia, è fare solo gli altri attrezzi nel modo che ti ho detto (meno peso, velocità di esecuzione più elevata....);) ;)


Danilson 15-02-2011 00:43

sostanzialmente devo fare esercizi del genere

http://www.youtube.com/watch?v=6paml5tw5OU

alex642002 15-02-2011 01:07

Quote:

Originariamente inviato da paoletta25 (Messaggio 34437512)
Ciao, in seguito ad una caduta e relativo mancato distaccamento dello sci, mi sono rotta completamente i legamenti anteriori del ginocchio sinistro (LCA) :mad: e, dopo aver letto nelle discussioni la tua esperienza, volevo chiederti, gentilmente, se puoi dirmi quanto ti è costato operarti dal Dr. Marc Martens ;) . So che Martens e Mariani sono i più rinomati ma se i costi variano, come hai detto, addirittura della metà :eek: mi sembra un particolare da non sottovalutare. Martens che tu sappia opera solo ad Anversa? Se hai anche i dati di riferimento per poterlo contattare sarebbe perfetto. Grazie 1000 :)
PS: L'invito a contattarmi è esteso a chiunque avesse informazioni in merito alle mie richieste e problematiche qui sopra esposte, in quanto devo affrontare al meglio questo intervento di ricostruzione LCA.

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34451051)
hai ragione, concordo su tutto.... anzi, molte volte anche se paghi e molto, un "luminare" neanche ti guarda..... fai quasi tutto con gli assistenti/collaboratori, poi ti dice che in sala operatoria c'è lui, però sì, è vero che c'è, ma spesso usano questa metodologia: entrano, guardano che sia tutto ok, soprattutto la fase del posizionamento e fissaggio del lca, ma poi l'operazione spesso in buona parte è fatta dalla sua équipe..... quindi forse meglio un ottimo ortopedico, magari non famoso, ma che fa tutto lui e poi ti segue anche come si deve..... ;) ;)

I MP ci sono perchè sai, parlando di cifre..... magari per privacy qualcuno potrebbe risentirsi, soprattutto se si riportano per sentito dire e quindi meglio tutelarsi comunicandoli "privatamente".... anche se è un semplice forum di discussione, quando si "tocca" il sensibile (il vile DAnaro sonante!!).......:p :ciapet:

Sì,sì..Sarei proprio curioso di leggerli i messaggi che gli avete inviato privatamente..Va bè che era San Valentino ;) :vicini:
Scherzi a parte,malvenuta anche da me.
Concordo del tutto su quello che ha scritto Gomma:non tutti siamo Totti,che viene operato direttamente da Mariani.Un mio collega ad esempio è rimasto deluso dalla sua visita:sono stati i suoi assistenti a visitarlo,anche se sicuramemte sono altrettanto validi,e ormai l'operazione al LCA è di routine.

Delfino81 15-02-2011 12:31

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 34457032)
Sì,sì..Sarei proprio curioso di leggerli i messaggi che gli avete inviato privatamente..Va bè che era San Valentino ;) :vicini:
Scherzi a parte,malvenuta anche da me.
Concordo del tutto su quello che ha scritto Gomma:non tutti siamo Totti,che viene operato direttamente da Mariani.Un mio collega ad esempio è rimasto deluso dalla sua visita:sono stati i suoi assistenti a visitarlo,anche se sicuramemte sono altrettanto validi,e ormai l'operazione al LCA è di routine.


A me la visita di MAriani non piacque proprio! troppo veloce e non mi ha permesso di chiedergli nulla!e poi la cosa bella è che mi ha detto l'esatto opposto di quello che mi ha detto l'ultimo prof che è stato un suo ex allievo! :D Mariani disse rotto il posteriore, stirato l'anteriore, l'ultimo, rotto l'anteriore, lesionato parzialmente il posteriore :D

ABCcletta 15-02-2011 15:20

Cari amici di trauma, innanzitutto malvenuti ai nuovi.

Poi volevo aggiornarvi. Sono alla 12 seduta di fisioterapia e sembra procedere tutto discretamente bene. Durante gli esercizi il dolore è forte ma il ginocchio risponde bene, con poco gonfiore durante la fase di riposo.

Mancano 8 sedute per terminare questa fase e andare a controllo, quindi volevo approfittare e chiedervi se conoscete qualche attrezzo che mi permetta di controllare il piegamento gradualmente. Intendo anche un accrocchio con delle corde che devo tirare a mano, l'importante è che costi poco (quindi non consigliatemi kinetec e roba varia :D).

Grazie a tutti, un saluto!

gomma2408 16-02-2011 09:03

Quote:

Originariamente inviato da ABCcletta (Messaggio 34461073)
Cari amici di trauma, innanzitutto malvenuti ai nuovi.

Poi volevo aggiornarvi. Sono alla 12 seduta di fisioterapia e sembra procedere tutto discretamente bene. Durante gli esercizi il dolore è forte ma il ginocchio risponde bene, con poco gonfiore durante la fase di riposo.

Mancano 8 sedute per terminare questa fase e andare a controllo, quindi volevo approfittare e chiedervi se conoscete qualche attrezzo che mi permetta di controllare il piegamento gradualmente. Intendo anche un accrocchio con delle corde che devo tirare a mano, l'importante è che costi poco (quindi non consigliatemi kinetec e roba varia :D).

Grazie a tutti, un saluto!

un "accrocchio", eh?? mmmhhh..... fammi pensare... dunque, per piegare il ginocchio come già ben saprai, si fa all'inizio seduto su un ripiano tipo tavolino che non abbia sotto troppo bordo da impedire la flessione del ginocchio, cioè da seduto sopra il tavolo ti fai aiutare da qualcuno che te lo piega.... questo è quello chemi disse di fare l'ortopedico (con tanto di manualino fotocopiato!!! :D ) però ha un inconveniente, non da poco.... ti serve qualcuno (e magari che sa fare, meglio sarebbe....) e quindi non "controlli" solo te l'esercizio.... un conto è se lo fa ilfisioterapista, che quando deve "spingere" spinge anche se fai le smorfie di dolore, rispetto a qualcuno "di casa" che se vede che digrigni i denti pensando al male che ti fa a forzare, smette subito.....:D

Quindi si può fare da soli in altro modo, e qui solo se la soglia del dolore è abbastanza elevata da consentire di forzare a dovere l'esercizio (sennò serve a poco....) senza che prevalga l'istinto di "conservazione" (:mc: :D :D )
basta andare sdraiati sul pavimento, schiena a terra, vicino al muro.... tirare la gambe entrambe in alto (a "squadra" per intendersi.....) con il sedere che tocca il muro (importante! perchè così si mantiene il corretto allineamento.....) e piano piano scendere con il piede della gamba operata piegando il ginocchio. Si arriva fino alla soglia dove si può arrivare, e con le mani si cerca di "forzare" il piegamento.... ci si può validamente aiutare con l'altro piede, piegando anche l'altra gamba fino a mettere il tallone (o meglio la zona del tendine d'achille) sul COLLO del piede della gamba operata, e con il peso e la forza della gamba sana fare pressione verso il basso per piegare il ginocchio.
PER I PRIMI TEMPI, VA RIPORTATO IL GINOCCHIO IN ESTENSIONE AIUTANDOSI CON LA GAMBA SANA, ovvero mettendo la punta del piede gamba sana sotto il piede di quella operata, e spingendo in su.... in MOVIMENTO PASSIVO. NON tirare su la gamba operata con le sue forze..... per non provocare/rischiare movimenti inappropriati.

Questo esercizio può essere facilitato mettendo sul piede della gamba operata un PATTINO A ROTELLE che facilita lo scorrimento del piede.... (ci vuole un muro da sporcare, però! :D ):

INfatti alla palestra riabil dove andavo lo facevano così a chi era agli inizi (io no, già lo piegavo abbastanza bene ed a sufficienza quindi facevo lo stesso senza pattino.....) o chi era operato con rotuleo, la cui flessione era più lunga da recuperare..... alla spallera c'era agganciato un ripiano liscio, una pedana, dove si faceva scorrere il pattino. A questo poi era legata una corda che, fatta passare sotto il primo piolo della spalliera, veniva tirata dallo stesso paziente facendo scendere così il piede e quindi flettere il ginocchio.... ma il concetto è lo stesso di quello che puoi fare a casa (poi in palestra l'esercizio "vero" era quello in cui il fisioterapista ti "montava" sopra.....:D :D :D :help: e lì le urla erano di routine!!!)
MI RACCOMANDO: movimento PASSIVO sia mentre pieghi che mentre lo distendi nuovamente...... (aiutandoti come ti ho detto con la gamba sana)

;) ;)

gomma2408 16-02-2011 09:09

Quote:

Originariamente inviato da Danilson (Messaggio 34456941)
sei un grandissimo sono le stesse cose che mi ha detto il fisioterapista che ho sentito apposta

adesso tocca alle fibre bianche quindi scatti a gogo', sostanzialmente devo fare lo stesso allenamento che fanno i miei compagni di squadra sani e dovrei piano piano recuperare tutto

ti ringrazio sempre moltissimo



ehehehehe....;) ;) ;) di niente, meno male ce anche questa volta ho evitato di dire troppe st@@@@te, il rischio sempre c'è..... mi fa piacere che hai avuto conferma per lo meno! :D :D :D

ABCcletta 16-02-2011 12:19

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 34466142)
...cut...

Sei un grande, ottimo consiglio!

Ho pensato anche di dar fondo alle mie doti latenti di inventore e costruire una roba con un paio di carrucole per forzare il piegamento con le mani, tirando una corda. Un po come fanno i maestri di arti marziali nei film di Van Damme, quando gli sguarrano le gambe per fare la spaccata.

gomma2408 16-02-2011 15:21

intanto anche io aggiorno....:rolleyes: :rolleyes: ...

oggi inizio di nuovo con gli esercizi in palestra riabilitativa.
Era un po' (20-25 gg) che il ginocchio tendeva a gonfiare nella zona posteriore (cavo popliteo) così come quando era sofferente, con conseguente interessamento (gonfiore) della ciste di baker in zona postero/mediale.
A ciò si sono poi aggiunti dolori vari alla zona del menisco operato, (segno di una infiammazione cartilaginea:confused: :confused: ) che hanno confermato quelloche mi disse il fisioterapista: "se vuoi continuare a giocare, la palestra la devi fare a vita....." :rolleyes: :rolleyes:

In effetti ciò mi era ricapitato ed avevo risolto con un mese di palestra fisioterapica, l'ultima volta in periodo 15/11 15/12 l'anno scorso (neanche tanto tempo fa). Precedentemente però era da MARZO che non facevo palestra (avevo solo giocato a pallavolo....:p )

In tutto questo però per fortuna il ginocchio in sè come stabilità/forza non ne risente minimamente, nel senso che regge e bene, però i dolori alle strutture "di contorno" sono venuti fuori....

Uffa!!!!!! :cry: ......................................................:old:

Quindi per ora STOP campionato volley, e palestra.....:( spero vada come le altre volte, e cioè che il recupero sia veloce.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 22:35.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.