Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


gomma2408 23-10-2009 09:12

..... dopo la bellezza di 21 mesi esatti dall'operazione, nuovo test isocinetico necessario per verificare la validità della riabilitazione intrapresa, visto che dopo oltre sei mesi intensi dopo l'operazione la gamba mostrava deficit di forza molto elevati.

Valori dopo 6,5 mesi: deficit forza max estensori del 36%, forza resistente del 18% - deficit flessori FMax 22%, FRes 8%
Valori dopo 21 mesi: deficit Fmax estensori 0%, F.Res 3%; - deficit flessori F.Max 2%, FRes 1%

Sono tornato praticamente molto meglio che prima di farmi male.....

Ho aumentato il max momento di forza da 155 Nm a 283 in estensione, e da 116Nm a 187 Nm in flex per la gamba operata
per la gamba sana sono passato da 241Nm ext a 283Nm, in flex da 142Nm a 191Nm

per la resistenza ho aumentato il lavoro totale sulle 20 ripetizioni al Vector da 9.305 Joule a 10744 joule

Sono soddisfatto.... ora mi manca di risolvere alcune incertezze nell'escursione del movimento da 0-30° di estensione emerse dall'analisi del tracciato.

Modificato il lavoro in palestra con serie piramidali con contestuale ricerca della velocità di esecuzione.

Ciao a tutti e buon Lavoroooooo!!!!
ciaociao

Stefano Landau 23-10-2009 12:08

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29390271)
..... dopo la bellezza di 21 mesi esatti dall'operazione, nuovo test isocinetico necessario per verificare la validità della riabilitazione intrapresa, visto che dopo oltre sei mesi intensi dopo l'operazione la gamba mostrava deficit di forza molto elevati.

Valori dopo 6,5 mesi: deficit forza max estensori del 36%, forza resistente del 18% - deficit flessori FMax 22%, FRes 8%
Valori dopo 21 mesi: deficit Fmax estensori 0%, F.Res 3%; - deficit flessori F.Max 2%, FRes 1%

Sono tornato praticamente molto meglio che prima di farmi male.....

Ho aumentato il max momento di forza da 155 Nm a 283 in estensione, e da 116Nm a 187 Nm in flex per la gamba operata
per la gamba sana sono passato da 241Nm ext a 283Nm, in flex da 142Nm a 191Nm

per la resistenza ho aumentato il lavoro totale sulle 20 ripetizioni al Vector da 9.305 Joule a 10744 joule

Sono soddisfatto.... ora mi manca di risolvere alcune incertezze nell'escursione del movimento da 0-30° di estensione emerse dall'analisi del tracciato.

Modificato il lavoro in palestra con serie piramidali con contestuale ricerca della velocità di esecuzione.

Ciao a tutti e buon Lavoroooooo!!!!
ciaociao


Test isocinetici non ne ho mai fatti....... però, a parte qualche incertezza e qualche problemino o dolorino residuo che capita ogni tanto, gia adesso mi sento meglio che prima di farmi male.
Facendo una vita abbastanza sedentaria (ero iscritto in palestra ma ci andavo in maniera molto irregolare e comunque poco) il fatto di far fisioterapia 3 volte alla settimana ed ora 2 o 3 volte alla settimana faccio palestra....... il risultato è che sono più allenato di prima.

Sento, come penso sia normale, ancora qualche differenza di resistenza e di potenza tra le due gambe (quella sana sembra più potente, ma meno resistente) di quella operata

Quello che mi rimane da testare è vedere come reagisce il ginocchio a sforzi prolungati ed intensi, come per esempio i 4 giorni di trek fatti l'anno scorso a settembre..... 3000 metri di salita e 4000 di discesa fatti in 4 giorni........ Da quali ero tornato con un ginocchio (quello sano) dolorante .......

gomma2408 23-10-2009 13:39

ciao,
certo quella che vuoi fare è una bella prova, però vacci per gradi, cioè se ti incomincia a far male in montagna a metà strada che fai??? :help: :D
Io il primo test l'ho fatto perchè nel centro fisioterapico era di routine farne uno pre-operatorio e poi dopo 6 mesi gratuito, l'ultimo di ieri l'ho fatto per vedere a che livello ero arrivato visto che dopo sei mesi ero ancora molto indietro... (80 eurozzi!!!). Sono quei test che hanno validità legale per valutare eventuali invalidità permanenti....
Anche io faccio lavoro sedentario e tutto questo allenamento mi ha migliorato decisamente... come si vede anche dai miglioramenti della gamba "sana"
:read:
La resistenza è quella che ritrovi meglio, perchè l'allenamento duraturo incide molto su questo aspetto. Più difficile la forza max, perchè dopo un milgioramento iniziale scontato, poi aumentare ulteriormente è molto difficile, soprattutto se non si ha più 20 anni!!

Stefano Landau 23-10-2009 14:20

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29394495)
ciao,
certo quella che vuoi fare è una bella prova, però vacci per gradi, cioè se ti incomincia a far male in montagna a metà strada che fai??? :help: :D
Io il primo test l'ho fatto perchè nel centro fisioterapico era di routine farne uno pre-operatorio e poi dopo 6 mesi gratuito, l'ultimo di ieri l'ho fatto per vedere a che livello ero arrivato visto che dopo sei mesi ero ancora molto indietro... (80 eurozzi!!!). Sono quei test che hanno validità legale per valutare eventuali invalidità permanenti....
Anche io faccio lavoro sedentario e tutto questo allenamento mi ha migliorato decisamente... come si vede anche dai miglioramenti della gamba "sana"
:read:
La resistenza è quella che ritrovi meglio, perchè l'allenamento duraturo incide molto su questo aspetto. Più difficile la forza max, perchè dopo un milgioramento iniziale scontato, poi aumentare ulteriormente è molto difficile, soprattutto se non si ha più 20 anni!!

Sui trek in montagna..... ci sto infatti andando con molta cautela.
Per ora il periodo più intenso è stato in Giordania.
A Petra siamo stati in giro tutto il giorno con una salita di 45 minuti ed una discesa da mezz'ora circa o poco più (in effetti i tempi sono stati più lunghi causa soste fotografiche che mi costringevano a continui scatti/rallentamenti per riprendere il gruppo dopo aver scattato) seguito poco dopo da un'altra salita/discesa da circa 30-40 minuti complessivi. Tutto il resto del giorno eravamo in giro per il sito che è più o meno pianeggiante.

La particolarità è che non mi ero portaro dietro le racchette da trekking, necessarie, secondo l'ortopedico, per le discese, e questo comunque non mi ha creato problemi.

I successivi 2 giorni ho alternato ore di pullman a giri di qualche ora (per rifare Petra in notturna per esempio, altri 4km tra andata e ritorno....) senza particolari problemi, tranne che per un crescente fastidio nel fare i gradini verso l'ultimo giorno.


Dovrei passare poi il capodanno in montagna (proprio dove mi sono fatto male). Solo che per quest'anno mi limiterò a fare passeggiate, con e senza ciaspole, (cioe le racchette da neve).
Per lo sci (sia fondo che discesa) preferisco aspettare un paio di anni per maggior sicurezza......)

A seconda di come va a capodanno magari da gennaio inizierò con qualche trek più impegnativo.

alex642002 25-10-2009 14:05

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29390139)
buongiorno a tutti, o per lo meno a chi leggerà! :D
Un mio aggiornamento:
Ieri TEST ISOCINETICO

Ciao!In che consiste?Com'è andato?

gomma2408 26-10-2009 09:01

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29419955)
Ciao!In che consiste?Com'è andato?

ciao! puoi leggere il mio post successivo (ne avevo fatti due perchè il primo mi era partito e poi non l' ho potuto modificare...:D :p ) per come è andato (bene..)
Il test come avevo avuto occasione di dire è in sostanza una macchina isocinetica, cioè dove non imposti lo sforzo o i pesi, ma solo le velocità angolari, una specie di leg extension sia in estensione che in flessione, riunisce la leg extension con la leg curl insomma, e più hai forza più fa resistenza, è autoadattativa e ti misura così la forza massimale (poche ripetizioni) e la forza resistente (molte ripetizioni, in numero di 20)
Il test completo nel mio caso ha previsto anche la misurazione della forza al VECTOR che è una pressa orizzonatale a elastici dove praticamente con la spinta "salti" sulla pedana e vi riatterri, ed un computer misura la forza e l'escursione della seduta, l'angolazione dell'articolazione al momento di sforzo, ecc...
La macchina isocinetica poi oltre ai valori max fornisce un "tracciato" di tutta l'escursione dell'esercizio evidenziando cali di forza a determinati angoli e in generale tutto l'andamento dell'esercizio.
Nel mio caso ad es., pur essendo andato tutto bene (ho fatto uno 0% di diferenza di forza max fra i due arti in estensione) ha evidenziato delle incertezze negli ultimi gradi di estensione, (sembrano delle vibrazioni come in un sismografo...:D ) segno di dover continuare a rinforzare il vasto mediale.
:read:

alex642002 27-10-2009 08:32

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29395202)

La particolarità è che non mi ero portaro dietro le racchette da trekking, necessarie, secondo l'ortopedico, per le discese, e questo comunque non mi ha creato problemi.

Dovrei passare poi il capodanno in montagna (proprio dove mi sono fatto male). Solo che per quest'anno mi limiterò a fare passeggiate, con e senza ciaspole, (cioe le racchette da neve).
Per lo sci (sia fondo che discesa) preferisco aspettare un paio di anni per maggior sicurezza......)

Le racchette..a Petra?;)
Lo sci penso sia veramente al prova del nove,perchè in pichi sport credo il ginocchio sia così sollecitato.:mc:

gomma2408 27-10-2009 08:47

Il Volley è peggio dello sci.... :D :D almeno mi ha detto l'ortopedico, visto che oltre alle torsioni si prendono notevoli "botte" da impatto con il terreno dovute ai salti.... lo sci è pericoloso se cadi, soprattutto all'indietro (causa principale nello sci di rottura dei crociati...)
Comunque penso che lo potrai provare anche prima, poi fai benissimo ad essere prudente....

Stefano Landau 27-10-2009 12:36

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29441925)
Le racchette..a Petra?;)
Lo sci penso sia veramente al prova del nove,perchè in pichi sport credo il ginocchio sia così sollecitato.:mc:

L'ortopedico mi ha detto che la racchette da trekking sono quasi obbligatorie in discesa, in salita posso farne a meno.
A Petra, nella visita classica in effetti non servono, ma ci sono un paio di giri che richiedono un'ora di salita ed 40-45 minuti di discesa. (Sono dislivelli di 300-400 metri circa.....)
In quel caso le racchette sarebbero state utili per scaricare il ginocchio, anche se in effetti non averle non mi ha creato nessun problema. (nonostante 7kg di carico aggiuntivo tra macchina fotografica, telecamera ed accessori vari.........)
Probabilmente se dovessi fare 1000 metri di dislivello senza racchette, potrei avere qualche problema (magari dolori o gonfiore per qualche giorno) ma per 400 metri o poco più che ho fatto li non ci sono stati problemi.

Per lo sci (da discesa) il problema è se ci si sbilancia all'indietro. Lo sci non si sgancia ed il legamento va in tensione (l'ho rotto proprio in quel modo).

Devo ancora capire se provare lo sci di fondo.Non sono molto esperto, anzi direi che sono proprio un principiante, avendolo provato solo 3 volte....... Nello sci di fono non ci sono agganci rigidi, però si è molto meno stabili e non so come reagirebbe il ginocchio ad una caduta tipo spazzaneve che si apre in spaccata........(Tipo di caduta molto dolorosa per l'osso sacro...... però ai tempi avevo le ginocchia sane)

gomma2408 27-10-2009 15:07

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29445126)
Per lo sci (da discesa) il problema è se ci si sbilancia all'indietro. Lo sci non si sgancia ed il legamento va in tensione (l'ho rotto proprio in quel modo).

Devo ancora capire se provare lo sci di fondo.Non sono molto esperto, anzi direi che sono proprio un principiante, avendolo provato solo 3 volte....... Nello sci di fono non ci sono agganci rigidi, però si è molto meno stabili e non so come reagirebbe il ginocchio ad una caduta tipo spazzaneve che si apre in spaccata........(Tipo di caduta molto dolorosa per l'osso sacro...... però ai tempi avevo le ginocchia sane)

preciso... come ho scritto sopra! ;)
penso che non reagirebbe proprio bene.... è una bella torsione... se ho capito la dinamica del "gesto" :D
confermo che le racchette (bastoni) da trekking sono molto utili in discesa, non in salita, questo anche per chi non ha problemi.... assicura stabilità e scarico di parte del peso sulle braccia invece che sulle ginocchia....;)

alex642002 27-10-2009 20:38

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29447609)
preciso... come ho scritto sopra! ;)
penso che non reagirebbe proprio bene.... è una bella torsione... se ho capito la dinamica del "gesto" :D
confermo che le racchette (bastoni) da trekking sono molto utili in discesa, non in salita, questo anche per chi non ha problemi.... assicura stabilità e scarico di parte del peso sulle braccia invece che sulle ginocchia....;)

Ah,ma le racchette sarebbero i bastoncini?Ora ho capito,grazie alla precisazione di Gomma!:D Io pensavo intendessi quelle da neve e ti fossi sbagliato!:D
Gomma,quale pensi sia lo sport più micidiale per il ginocchio?Il calcio più del volley e dello sci no?O qualche arte marziale?

Stefano Landau 28-10-2009 09:37

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29452837)
Ah,ma le racchette sarebbero i bastoncini?Ora ho capito,grazie alla precisazione di Gomma!:D Io pensavo intendessi quelle da neve e ti fossi sbagliato!:D
Gomma,quale pensi sia lo sport più micidiale per il ginocchio?Il calcio più del volley e dello sci no?O qualche arte marziale?

Ed infatti ultimamente le racchette da neve le chiamo ciaspole per non confonderle con le racchette da trekking (bastoncini)

Per le ginocchia penso gli sport peggiori siano il calcio e lo sci.
Il calcio penso sia peggio in generale, il rischio nello sci è durante alcune cadute o se si fanno alcuni errori "grossolani" come spesso capita a me per far meno fatica.......
Il calcio è un continuo di scatti laterali stop e ripartenze improvvise che mettono sotto stress tutte le articolazioni della gamba (olre che ai colpi nei contrasti ecc......)

Gli altri sport non li conosco bene bisognerebbe vedere la percentuale di infortuni per singolo sport.

Lo sci di per se non è traumatico se non in alcune cadute (sbilanciandosi all'indietro gli attacchi non si sganciano) o comunque in caso di torsioni improvvise (con gli attacchi mal regolati, perchè sulle torsioni dovrebbero sganciarsi).

Io in effetti ho lesionato il legamento in una brutta caduta mentre ero molto veloce (stavo andando a "uovo") e su un cambio di pendenza ho trovato neve marcia che mi ha frenato gli sci. Ho iniziato a rotolare e mi sono rialzato con il ginocchio dolorante. E' rimasto gonfio per 3 o 4 giorni e poi è passato tutto.
Passati altri 10 o 15 anni......mi sbilancio appena all'indietro sciando tranquillamente .....ed il legamento cede!

gomma2408 29-10-2009 10:05

Certo se si parla di contrasti, contatti fisici, ecc... il calcio è uno sport più a rischio, considerate infatti che nel rugby è molto frequente la lesione ai crociati solo che il numero di praticanti tale sport è molto inferiore quindi numericamente meno importante....

Io intendevo che a livello di "gesto tecnico" puro il volley è comunque fra i più dannosi a causa delle sollecitazioni dovute ai continui e ripetuti salti soprattutto nelle fasi di riatterraggio ed ai microtraumi conseguenti, per il ginocchio in generale (gin. "del saltatore", e altre patologie).

Gli spostamenti laterali e continue torsioni possono anche essere maggiori nella pallavolo rispetto al calcio, perchè praticamente vi sono solo questo tipo di spostamenti.

Ciò non toglie che se si prende un campione di sportivi con rottura LCA, quasi la metà saranno effettivamente calciatori, grazie anche alla diffusione di questo sport e dal fatto che il gioco prevede un importante contatto fisico e spesso incide anche il fatto di giocare con scarpe che si possono "piantare" nel terreno e facilitare quindi una distorsione.
;)

Stefano Landau 29-10-2009 22:37

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29471529)
Certo se si parla di contrasti, contatti fisici, ecc... il calcio è uno sport più a rischio, considerate infatti che nel rugby è molto frequente la lesione ai crociati solo che il numero di praticanti tale sport è molto inferiore quindi numericamente meno importante....

Io intendevo che a livello di "gesto tecnico" puro il volley è comunque fra i più dannosi a causa delle sollecitazioni dovute ai continui e ripetuti salti soprattutto nelle fasi di riatterraggio ed ai microtraumi conseguenti, per il ginocchio in generale (gin. "del saltatore", e altre patologie).

Gli spostamenti laterali e continue torsioni possono anche essere maggiori nella pallavolo rispetto al calcio, perchè praticamente vi sono solo questo tipo di spostamenti.

Ciò non toglie che se si prende un campione di sportivi con rottura LCA, quasi la metà saranno effettivamente calciatori, grazie anche alla diffusione di questo sport e dal fatto che il gioco prevede un importante contatto fisico e spesso incide anche il fatto di giocare con scarpe che si possono "piantare" nel terreno e facilitare quindi una distorsione.
;)

Quello che sarebbe interessante è invece vedere una percentuale di infortuni per ogni sport.
Quindi per 1000 persone che praticano lo sport "x" ne avrò "N" infortunate ai legamenti, in modo da capire la percentuale di rischio.
E' ovvio che la maggior parte delle persone che ha una lesione all'LCA se l'è procurata con il calcio o con lo sci, ma anche perchè sono due sport molto diffusi.
Per altri essendoci molta meno gente il numero di infortunati è minore.

alex642002 30-10-2009 09:48

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29482599)
Quello che sarebbe interessante è invece vedere una percentuale di infortuni per ogni sport.
Quindi per 1000 persone che praticano lo sport "x" ne avrò "N" infortunate ai legamenti, in modo da capire la percentuale di rischio.
E' ovvio che la maggior parte delle persone che ha una lesione all'LCA se l'è procurata con il calcio o con lo sci, ma anche perchè sono due sport molto diffusi.
Per altri essendoci molta meno gente il numero di infortunati è minore.

Secondo me percentualmente dovrebbe essere il tae-kwon-do(o come diavolo si scrive)o qualche altra arte marziale.
Sulla pallavolo ricordo le parole testuali della mia enciclopedia medica:"sport completo e privo di rischi".Forse io e Gomma siamo l'eccezione che conferma la regola!:D

gomma2408 30-10-2009 10:17

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29485413)
Secondo me percentualmente dovrebbe essere il tae-kwon-do(o come diavolo si scrive)o qualche altra arte marziale.
Sulla pallavolo ricordo le parole testuali della mia enciclopedia medica:"sport completo e privo di rischi".Forse io e Gomma siamo l'eccezione che conferma la regola!:D

Sarà, ma nella mia società in due squadre maschili ce lo siamo rotto in tre....ed è una società con solo due squadre di categoria (C e 1aDiv) quindi... nella femminile negli anni mi ricordo altre tre persone di recente... al lavoro da me siamo stati operati in 4 di LCA su 50 persone... (non a pallavolo, però)
Su un sito riportano che "La lesione del LCA è molto frequente specie in chi pratica sport di alto impatto come il calcio, lo sci, il volley e il basket." Quindi fra gli sport più noti questi sono quelli a maggior rischio (ovvio, che ci rimane fuori???)
A livello mondiale statistiche percentuali sono state fatte ovviamente da americani ed evidenziano (anni novanta...) come lo sci sia lo sport a più elevata incidenza : su 100.000 persone si hanno dai 50 agli 85 casi di rottura, a seconda dello studio fatto , il calcio sarebbe lontano con 13 casi su 100.000 ma ben 31/100.000 per le donne, il basket, assimilabile alla pallavolo con però più contatto fisico, 7/100.000 uomini e ben 29/100.000 donne.....:read:
Anche il football americano è vicino allo sci quindi più del calcio.... con 60 casi su 100.000
Questi i casi derivanti da sport a cui si aggiungerebbero i casi derivanti da vita normale in 30 su 100.000....

MGianluca 30-10-2009 10:18

AIUTO!!!
 
Ieri durante l'allenamento di boxe la gamba operata (con rotuleo) ha fatto una torsione (non direi esagerata) e ho sentito distintamente un crock;
non ho provato un grande dolore, era come il tipico scrocchiare di articolazioni, e quindi ho continuato l'allenamento con qualche precauzione in più. La sera ho applicato il ghiaccio anche se mi è sembrato che il ginocchio non tendesse a gonfiarsi.
Morale: stamattina la gamba mi fa abbastanza male, zoppico anche un pò e provo la stessa precarietà che avvertivo un bel pò di mesi fa.
Considerate che sono passati esattamente 6 mesi dall'intervento e ho ripreso ad allenarmi (per gradi) appena ho potuto (2 mesi circa dopo l'intervento).
So che quando si riprende l'attività sportiva è normale sentire dei scricchiolii ma il dolore del giorno dopo e la sensazione di instabilità?
Mi devo allarmare o no? Ho bisogno di sottopormi a qualche controllo?
Sono molto preoccupato.

gomma2408 30-10-2009 11:30

Quote:

Originariamente inviato da MGianluca (Messaggio 29485803)
Ieri durante l'allenamento di boxe la gamba operata (con rotuleo) ha fatto una torsione (non direi esagerata) e ho sentito distintamente un crock;
non ho provato un grande dolore, era come il tipico scrocchiare di articolazioni, e quindi ho continuato l'allenamento con qualche precauzione in più. La sera ho applicato il ghiaccio anche se mi è sembrato che il ginocchio non tendesse a gonfiarsi.
Morale: stamattina la gamba mi fa abbastanza male, zoppico anche un pò e provo la stessa precarietà che avvertivo un bel pò di mesi fa.
Considerate che sono passati esattamente 6 mesi dall'intervento e ho ripreso ad allenarmi (per gradi) appena ho potuto (2 mesi circa dopo l'intervento).
So che quando si riprende l'attività sportiva è normale sentire dei scricchiolii ma il dolore del giorno dopo e la sensazione di instabilità?
Mi devo allarmare o no? Ho bisogno di sottopormi a qualche controllo?
Sono molto preoccupato.


Più che altro anche se per gradi, due mesi dopo l'intervento iniziare degli allenamenti mi sembra che hai fatto un po' troppo presto, visto che, non è una questione di come ci si sente o muscolare, perchè da questo punto di vista dopo due mesi ci si può sentire anche come prima di farsi male, ma perchè l'impianto ancora non si è integrato a dovere, nonostante non si avverta più l'instabilità (l'operazione è comunque stata fatta e il nuovo legamento fissato) questo comporta che a livello dei fissaggi tibiale e/o femorale si possono avere sollecitazioni che nei casi più gravi può portare alla patologia di allargamento del tunnel osseo (cioè il movimento dato dalle sollecitazioni al neolegamento fa creare un "gioco" all'interno dei tunnel di fissaggio, e così non si fissa più bene.)
La fisioterapia per 5/6 mesi non è necessaria per riprendere la forza (o non solo) ma per far ricostituire le terminazioni nervose e i recettori del movimento che danno al cervello i "segnali" adatti per fargli sapere cosa l'articolazione sta facendo e sopportando, in modo che muscolarmente si abbia una reazione e preparazione al gesto atletico adeguata... è questo il compito della ginnastica "propriocettiva" alla quale si dà sempre più importanza.
Comunque nel tuo caso penso che sarai stato controllato.... però ti avevano consigliato i fisioterapisti e/o l'ortopedico che potevi iniziare dopo soli due mesi con i gesti atletici del tuo sport?:confused:
Cioè è vero che sono passati sei mesi, ma sono comunque quattro mesi che riprovi ad allenarti.....:mbe:

Se avverti dolore e instabilità qualcosina è successo, magari è un menisco, il ginocchio si è comunque mosso, e quindi devi farti controllare la tenuta del legamento mediante la prova del cassetto anteriore, per eliminare qualsiasi ipotesi di interessamento del legamento.... così ti tranquillizzi...;). Certe volte anche la tolleranza di tensione del legamento in sede operatoria consente un certo gioco del ginocchio (si parla di variazioni di 1-2 mm nel posizionamento...) con il risultato che da operazioen a operazione anche con lo stesso chirurgo i risultati di tenuta sono differenti....
Un grosso :sperem: per te.....

alex642002 30-10-2009 12:08

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29485790)
Sarà, ma nella mia società in due squadre maschili ce lo siamo rotto in tre....ed è una società con solo due squadre di categoria (C e 1aDiv) quindi... nella femminile negli anni mi ricordo altre tre persone di recente... al lavoro da me siamo stati operati in 4 di LCA su 50 persone... (non a pallavolo, però)
Su un sito riportano che "La lesione del LCA è molto frequente specie in chi pratica sport di alto impatto come il calcio, lo sci, il volley e il basket." Quindi fra gli sport più noti questi sono quelli a maggior rischio (ovvio, che ci rimane fuori???)
A livello mondiale statistiche percentuali sono state fatte ovviamente da americani ed evidenziano (anni novanta...) come lo sci sia lo sport a più elevata incidenza : su 100.000 persone si hanno dai 50 agli 85 casi di rottura, a seconda dello studio fatto , il calcio sarebbe lontano con 13 casi su 100.000 ma ben 31/100.000 per le donne, il basket, assimilabile alla pallavolo con però più contatto fisico, 7/100.000 uomini e ben 29/100.000 donne.....:read:
Anche il football americano è vicino allo sci quindi più del calcio.... con 60 casi su 100.000
Questi i casi derivanti da sport a cui si aggiungerebbero i casi derivanti da vita normale in 30 su 100.000....

Allora si vede che la mia vecchia enciclopedia medica De Agostini non vale un tubo:D Fortunatamente sono decenni che non la consulto:con internet non ce n'è più bisogno.
O più probabilmente quando accennava alla mancanza di rischi rispetto al calcio e ad altri sport,si riferiva alla rarità di altri tipi d'infortunio:nel calcio troppi ce ne sono!
Delle arti marziali non fa cenno quella statistica?

MGianluca 30-10-2009 12:18

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29486767)
Più che altro anche se per gradi, due mesi dopo l'intervento iniziare degli allenamenti mi sembra che hai fatto un po' troppo presto, visto che, non è una questione di come ci si sente o muscolare, perchè da questo punto di vista dopo due mesi ci si può sentire anche come prima di farsi male, ma perchè l'impianto ancora non si è integrato a dovere, nonostante non si avverta più l'instabilità (l'operazione è comunque stata fatta e il nuovo legamento fissato) questo comporta che a livello dei fissaggi tibiale e/o femorale si possono avere sollecitazioni che nei casi più gravi può portare alla patologia di allargamento del tunnel osseo (cioè il movimento dato dalle sollecitazioni al neolegamento fa creare un "gioco" all'interno dei tunnel di fissaggio, e così non si fissa più bene.)
La fisioterapia per 5/6 mesi non è necessaria per riprendere la forza (o non solo) ma per far ricostituire le terminazioni nervose e i recettori del movimento che danno al cervello i "segnali" adatti per fargli sapere cosa l'articolazione sta facendo e sopportando, in modo che muscolarmente si abbia una reazione e preparazione al gesto atletico adeguata... è questo il compito della ginnastica "propriocettiva" alla quale si dà sempre più importanza.
Comunque nel tuo caso penso che sarai stato controllato.... però ti avevano consigliato i fisioterapisti e/o l'ortopedico che potevi iniziare dopo soli due mesi con i gesti atletici del tuo sport?:confused:
Cioè è vero che sono passati sei mesi, ma sono comunque quattro mesi che riprovi ad allenarti.....:mbe:

Se avverti dolore e instabilità qualcosina è successo, magari è un menisco, il ginocchio si è comunque mosso, e quindi devi farti controllare la tenuta del legamento mediante la prova del cassetto anteriore, per eliminare qualsiasi ipotesi di interessamento del legamento.... così ti tranquillizzi...;). Certe volte anche la tolleranza di tensione del legamento in sede operatoria consente un certo gioco del ginocchio (si parla di variazioni di 1-2 mm nel posizionamento...) con il risultato che da operazioen a operazione anche con lo stesso chirurgo i risultati di tenuta sono differenti....
Un grosso :sperem: per te.....

Non vorrei che mi fraintendessi, quando dico che dopo 2 mesi ho ripreso ad allenarmi intendevo riferirmi ad un allenamento molto blando, cyclette, tapis roulan, mini-squat ecc... (anche perchè non sarei riuscito a fare di più). Pian piano ho intensificato l'allenamento, possiamo dire che da poco mi alleno regolarmente ma sempre con mille precauzioni per il ginocchio, eppure ieri ....
Cmq il 13 novembre ho il controllo periodico con l'orotpedico. Vorrei sapere se un esame (radiografia, ecografia o risonanza) avrebbe potuto evidenziare un eventuale problema. Grazie

gomma2408 30-10-2009 13:38

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29487317)
Allora si vede che la mia vecchia enciclopedia medica De Agostini non vale un tubo:D Fortunatamente sono decenni che non la consulto:con internet non ce n'è più bisogno.
O più probabilmente quando accennava alla mancanza di rischi rispetto al calcio e ad altri sport,si riferiva alla rarità di altri tipi d'infortunio:nel calcio troppi ce ne sono!
Delle arti marziali non fa cenno quella statistica?

mi spiace, non ne fa cenno, per avere gruppi numericamente significativi hanno optato per gli sport con più praticanti....
Una ragazza che ha fatto la fisioterapia quasi insieme a me si era effettivamente rotta il LCA con il kickboxing....:D

gomma2408 30-10-2009 13:44

Quote:

Originariamente inviato da MGianluca (Messaggio 29487480)
Non vorrei che mi fraintendessi, quando dico che dopo 2 mesi ho ripreso ad allenarmi intendevo riferirmi ad un allenamento molto blando, cyclette, tapis roulan, mini-squat ecc... (anche perchè non sarei riuscito a fare di più). Pian piano ho intensificato l'allenamento, possiamo dire che da poco mi alleno regolarmente ma sempre con mille precauzioni per il ginocchio, eppure ieri ....
Cmq il 13 novembre ho il controllo periodico con l'orotpedico. Vorrei sapere se un esame (radiografia, ecografia o risonanza) avrebbe potuto evidenziare un eventuale problema. Grazie

aaaaahhhh.... bene allora, sono tutti esercizi previsti in fisioterapia. Questo intendevi per allenamento.... la radiografia o la risonanza (la eco non arriva sufficientemente chiara in profondità, ti potrebbe evidenziare solo danni muscolari/tendinei + superficiali, ma non all'interno del ginocchio) possono essere utili per evidenziare quale altro problema può esserci stato (es. menisco che ha "schioccato" segno di una parziale lesione, es "a manico di secchio"...ecc...) ma sulla bontà della tenuta del LCA te lo saprà dire l'ortopedico con la prova del cassetto... a questo punto penso :sperem: :sperem: :sperem: da questo lato possa essere tutto ok, anche se una "stiratina" al ginocchio magari gliela hai data... ed ha tenuto! :sperem: :sperem: :sperem:

MGianluca 30-10-2009 15:02

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29488717)
aaaaahhhh.... bene allora, sono tutti esercizi previsti in fisioterapia. Questo intendevi per allenamento.... la radiografia o la risonanza (la eco non arriva sufficientemente chiara in profondità, ti potrebbe evidenziare solo danni muscolari/tendinei + superficiali, ma non all'interno del ginocchio) possono essere utili per evidenziare quale altro problema può esserci stato (es. menisco che ha "schioccato" segno di una parziale lesione, es "a manico di secchio"...ecc...) ma sulla bontà della tenuta del LCA te lo saprà dire l'ortopedico con la prova del cassetto... a questo punto penso :sperem: :sperem: :sperem: da questo lato possa essere tutto ok, anche se una "stiratina" al ginocchio magari gliela hai data... ed ha tenuto! :sperem: :sperem: :sperem:

Speriamo che sia come dici, aspetto il 13 per la visita ortopedica e mi fermo con gli allenamenti. Se il dolore dovesse proseguire farò una risonanza.
Grazie per gli :sperem:

alex642002 30-10-2009 15:55

Quote:

Originariamente inviato da MGianluca (Messaggio 29487480)
Non vorrei che mi fraintendessi, quando dico che dopo 2 mesi ho ripreso ad allenarmi intendevo riferirmi ad un allenamento molto blando, cyclette, tapis roulan, mini-squat ecc... (anche perchè non sarei riuscito a fare di più). Pian piano ho intensificato l'allenamento, possiamo dire che da poco mi alleno regolarmente ma sempre con mille precauzioni per il ginocchio, eppure ieri ....
Cmq il 13 novembre ho il controllo periodico con l'orotpedico. Vorrei sapere se un esame (radiografia, ecografia o risonanza) avrebbe potuto evidenziare un eventuale problema. Grazie

Mi sembrava strano anche a me!:eek:

Stefano Landau 31-10-2009 00:01

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29490900)
Mi sembrava strano anche a me!:eek:

Pure a me! Riprendere gli allenamenti dopo 2 mesi .... e poi con il rotuleo che all'inizio è più lento! Io ho iniziato la corsa su tapis roulant dopo 2 mesi circa...... e dopo una settimana ho dovuto sospendere per 10 gg con la corsa per un infiammazione (lieve) al rotuleo ........ (e sono stato operato con G+s)
Nel mio caso però non ho mai avuto il minimo allenamento per la corsa........ prima di rompermi il legamento al massimo ero arrivato a fare 1 km di corsa (all'aperto.... su tapis roulant ero gia arrivato a fare anche 20 o 25 minuti.... ma stando per quasi tutto il tempo sopra le 180 pulsazioni al minuto.........)

gomma2408 02-11-2009 11:23

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29496608)
Pure a me! Riprendere gli allenamenti dopo 2 mesi .... e poi con il rotuleo che all'inizio è più lento! Io ho iniziato la corsa su tapis roulant dopo 2 mesi circa...... e dopo una settimana ho dovuto sospendere per 10 gg con la corsa per un infiammazione (lieve) al rotuleo ........ (e sono stato operato con G+s)
Nel mio caso però non ho mai avuto il minimo allenamento per la corsa........ prima di rompermi il legamento al massimo ero arrivato a fare 1 km di corsa (all'aperto.... su tapis roulant ero gia arrivato a fare anche 20 o 25 minuti.... ma stando per quasi tutto il tempo sopra le 180 pulsazioni al minuto.........)

infatti, già due mesi sono pochini per iniziare a correre anche sul tapis roulant... di solito dovrebbero essere tre per essere più sicuri, comunque, ognuno ha il suo "programma"! ;)
Vedo che nella corsa sei (eri) come me....:ciapet: anche io se facevo 1,5 km era un successo.... mi stanco di più poi a fare un ritmo lento che più veloce.... solo che poi dopo 1 km viene il fiatone!
Il bello (ironico) è che è ancora così.... io non sono migliorato per niente.....:doh:
proprio non fa per me!!!

Stefano Landau 02-11-2009 15:09

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29520093)
infatti, già due mesi sono pochini per iniziare a correre anche sul tapis roulant... di solito dovrebbero essere tre per essere più sicuri, comunque, ognuno ha il suo "programma"! ;)
Vedo che nella corsa sei (eri) come me....:ciapet: anche io se facevo 1,5 km era un successo.... mi stanco di più poi a fare un ritmo lento che più veloce.... solo che poi dopo 1 km viene il fiatone!
Il bello (ironico) è che è ancora così.... io non sono migliorato per niente.....:doh:
proprio non fa per me!!!

Per me il problema è che correndo partivo troppo veloce e "Saltavo" troppo tra un passo ed il successivo. Correndo in quel modo, mi stancavo molto più velocemente e la cosa era ancora più evidente dato che non sono mai stato allenato.

Adesso con la fisioterapia ho migliorato la mia base di allenamento e l'efficenza muscolare.
Ho imparato a correre meglio, in modo da far meno fatica a parità di velocità...... e questo mi ha permesso di aumentare i tempi e quindi di riuscire ad allenarmi meglio di prima.
Il risultato è stato che una settimana fa, ho fatto 30 minuti di cyclette, 10 minuti di camminata veloce in salita (6 km/h per 9 % di pendenza) e 20 minuti di corsa a 8 km/h per 1.5 % di pendenza......... (60 minuti totali ) più altri 40 minuti di macchine varie per braccia ed addominali.........
Se riesco a procedere di questo passo ....... magari riesco a fare la prossima stramilano correndo per almeno metà percorso.........

gomma2408 02-11-2009 16:50

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29523859)
Per me il problema è che correndo partivo troppo veloce e "Saltavo" troppo tra un passo ed il successivo. Correndo in quel modo, mi stancavo molto più velocemente e la cosa era ancora più evidente dato che non sono mai stato allenato.

Adesso con la fisioterapia ho migliorato la mia base di allenamento e l'efficenza muscolare.
Ho imparato a correre meglio, in modo da far meno fatica a parità di velocità...... e questo mi ha permesso di aumentare i tempi e quindi di riuscire ad allenarmi meglio di prima.
Il risultato è stato che una settimana fa, ho fatto 30 minuti di cyclette, 10 minuti di camminata veloce in salita (6 km/h per 9 % di pendenza) e 20 minuti di corsa a 8 km/h per 1.5 % di pendenza......... (60 minuti totali ) più altri 40 minuti di macchine varie per braccia ed addominali.........
Se riesco a procedere di questo passo ....... magari riesco a fare la prossima stramilano correndo per almeno metà percorso.........

complimenti per il lavoro....... 60 minuti totali di lavoro aerobico perderai anche peso...( se per caso ne hai da perdere, eh!!!) . Quindi per le gambe fai "solo" (:D ) la corsa e la cyclette, non macchine pesi, giusto??? queste le fai solo per braccia + fai addominali...
A me adesso hanno dato da fare cicli di serie "piramidali" cioè variando la percentuale di carico max per un totale di 6 cicli di 4 serie da 6-12 ripetizioni (a seconda della percentuale). Per questo mi ci vogliono circa 1 ora e mezza... considerando tutto lo stretching che faccio fra le serie.
Vedremo che beneficio mi porteranno... per ora la reattività mi pare molto sottotono... la forza c'è ma la reattività meno, non mi vorrei "legare" muscolarmente... non mi interessano le dimensioni dei muscoli ma l'efficacia nei gesti e l'elasticità.

Stefano Landau 02-11-2009 18:36

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29525407)
complimenti per il lavoro....... 60 minuti totali di lavoro aerobico perderai anche peso...( se per caso ne hai da perdere, eh!!!) . Quindi per le gambe fai "solo" (:D ) la corsa e la cyclette, non macchine pesi, giusto??? queste le fai solo per braccia + fai addominali...
A me adesso hanno dato da fare cicli di serie "piramidali" cioè variando la percentuale di carico max per un totale di 6 cicli di 4 serie da 6-12 ripetizioni (a seconda della percentuale). Per questo mi ci vogliono circa 1 ora e mezza... considerando tutto lo stretching che faccio fra le serie.
Vedremo che beneficio mi porteranno... per ora la reattività mi pare molto sottotono... la forza c'è ma la reattività meno, non mi vorrei "legare" muscolarmente... non mi interessano le dimensioni dei muscoli ma l'efficacia nei gesti e l'elasticità.

Faccio anch'io sia macchine che altri esercizi a corpo libero quando mi faccio seguire da un Personal Trainer (1 volta alla settimana..... adesso che l'assicurazione non paga più per queste cose......).
Quindi 1 volta alla settimana (quando lavoro da solo) per le gambe faccio soprattutto esercizi aerobici, mentre quando mi faccio seguire dal personal Trainer faccio 10 minuti di Cyclette di riscaldamento, un ora di allenamento con l'istruttore e circa 20/30 minuti di tapiroulant. Ed ovviamente anch'io stretching. Ora,che non c'è più l'ambrosia che mi crea allergia, stavo pensando anche di riprendere ad andare a correre il sabato o la domenica mattina per circa 30 minuti.

Sul dimagrimento purtroppo non vedo ancora risultati, anche perchè mangio un po' troppo pane (soprattutto alla sera, quando dovrei evitare i carboidrati).
Infatti adesso sto iniziando a starci un po' più attento su suggerimento di Sabrina (la mia Personal Trainer).

alex642002 02-11-2009 23:40

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29525407)
complimenti per il lavoro....... 60 minuti totali di lavoro aerobico perderai anche peso...( se per caso ne hai da perdere, eh!!!) . Quindi per le gambe fai "solo" (:D ) la corsa e la cyclette, non macchine pesi, giusto??? queste le fai solo per braccia + fai addominali...
A me adesso hanno dato da fare cicli di serie "piramidali" cioè variando la percentuale di carico max per un totale di 6 cicli di 4 serie da 6-12 ripetizioni (a seconda della percentuale). Per questo mi ci vogliono circa 1 ora e mezza... considerando tutto lo stretching che faccio fra le serie.
Vedremo che beneficio mi porteranno... per ora la reattività mi pare molto sottotono... la forza c'è ma la reattività meno, non mi vorrei "legare" muscolarmente... non mi interessano le dimensioni dei muscoli ma l'efficacia nei gesti e l'elasticità.

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29527277)
Faccio anch'io sia macchine che altri esercizi a corpo libero quando mi faccio seguire da un Personal Trainer (1 volta alla settimana..... adesso che l'assicurazione non paga più per queste cose......).
Quindi 1 volta alla settimana (quando lavoro da solo) per le gambe faccio soprattutto esercizi aerobici, mentre quando mi faccio seguire dal personal Trainer faccio 10 minuti di Cyclette di riscaldamento, un ora di allenamento con l'istruttore e circa 20/30 minuti di tapiroulant. Ed ovviamente anch'io stretching. Ora,che non c'è più l'ambrosia che mi crea allergia, stavo pensando anche di riprendere ad andare a correre il sabato o la domenica mattina per circa 30 minuti.

Sul dimagrimento purtroppo non vedo ancora risultati, anche perchè mangio un po' troppo pane (soprattutto alla sera, quando dovrei evitare i carboidrati).
Infatti adesso sto iniziando a starci un po' più attento su suggerimento di Sabrina (la mia Personal Trainer).

Scusate,ma..quando finirà tutto questo lavoro?:D

Stefano Landau 03-11-2009 00:19

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29531504)
Scusate,ma..quando finirà tutto questo lavoro?:D

Secondo me, dal punto di vista del mio ginocchio......posso definirmi a posto al 95 %.
Però mi sto rendendo conto che con l'allenamento iniziato con la fisioterapia, quindi inizialmente mirato solo al recupero del ginocchio, sto migliorando il mio allenamento in generale.
E dato che faccio un lavoro sedentario, ma poi occasionalmente mi piace far trek in montagna, sciare, (sia fondo che discesa), fare ciaspolate in mezzo ai boschi innevati, ma anche fare immersioni ecc...... sono tutte attività per cui avere un minimo di allenamento è indispensabile, o per lo meno estremamente utile.
In montagna oramai mi ero abituato ad essere perennemente l'ultimo della fila, in quanto sempre a corto di fiato.
Ora, anche grazie al fatto che mi segue una volta alla settimana un personal trainer, che vedo dei risultati, ci sto prendendo gusto, e almeno mi piacerebbe arrivare tra un anno a non essere più il "freno" del gruppo, e poter fare trek ed attività sportive varie in rilassatezza, e non al costante inseguimento del resto del gruppo che nel 90 % dei casi è più allenato di me.
In questo modo in ogni caso aumento la sicurezza nel praticare anche gli altri sport e la cosa dovrebbe essere comunque positiva per la salute. In effetti sto solo recuperando parte del lavoro che non ho mai fatto, o quasi, nei miei 43 anni precedenti, dato che sono sempre stato un po troppo pigro...........
La mia idea è di continuare ad allenami, almeno per non perdere l'allenamento di questi mesi!

gomma2408 03-11-2009 09:37

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29531915)
Secondo me, dal punto di vista del mio ginocchio......posso definirmi a posto al 95 %.
Però mi sto rendendo conto che con l'allenamento iniziato con la fisioterapia, quindi inizialmente mirato solo al recupero del ginocchio, sto migliorando il mio allenamento in generale.
E dato che faccio un lavoro sedentario, ma poi occasionalmente mi piace far trek in montagna, sciare, (sia fondo che discesa), fare ciaspolate in mezzo ai boschi innevati, ma anche fare immersioni ecc...... sono tutte attività per cui avere un minimo di allenamento è indispensabile, o per lo meno estremamente utile.
In montagna oramai mi ero abituato ad essere perennemente l'ultimo della fila, in quanto sempre a corto di fiato.
Ora, anche grazie al fatto che mi segue una volta alla settimana un personal trainer, che vedo dei risultati, ci sto prendendo gusto, e almeno mi piacerebbe arrivare tra un anno a non essere più il "freno" del gruppo, e poter fare trek ed attività sportive varie in rilassatezza, e non al costante inseguimento del resto del gruppo che nel 90 % dei casi è più allenato di me.
In questo modo in ogni caso aumento la sicurezza nel praticare anche gli altri sport e la cosa dovrebbe essere comunque positiva per la salute. In effetti sto solo recuperando parte del lavoro che non ho mai fatto, o quasi, nei miei 43 anni precedenti, dato che sono sempre stato un po troppo pigro...........
La mia idea è di continuare ad allenami, almeno per non perdere l'allenamento di questi mesi!

condivido in TUTTO e per tutto.... :D ;)
Il discorso si adatta alla perfezione anche a me! (Compreso il discorso precedente sui carboidraiti... :D anche se sono riuscito ad eliminare in buona parte almeno la pasta... sono sempre 8 kg di troppo :cry: )

Stefano Landau 03-11-2009 14:37

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29533364)
condivido in TUTTO e per tutto.... :D ;)
Il discorso si adatta alla perfezione anche a me! (Compreso il discorso precedente sui carboidraiti... :D anche se sono riuscito ad eliminare in buona parte almeno la pasta... sono sempre 8 kg di troppo :cry: )

Più o meno la mia stessa situazione..... 1.82 cm * 84 KG. Secondo il BMI il mio peso forma perfetto dovrebbe essere 74 kg. Nel mio caso mi accontenterei di 76 o 77 KG. Peccato che andiamo incontro ad un periodo difficile.... molto difficile! Natale con le sue mangiate + una settimana in montagna in alto adige..... stando attento a quello che mangio di solito 2 kg li metto su :cry: . Vediamo quest'anno cosa riusicrò a fare......

alex642002 03-11-2009 21:55

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29537866)
Più o meno la mia stessa situazione..... 1.82 cm * 84 KG. Secondo il BMI il mio peso forma perfetto dovrebbe essere 74 kg. Nel mio caso mi accontenterei di 76 o 77 KG. Peccato che andiamo incontro ad un periodo difficile.... molto difficile! Natale con le sue mangiate + una settimana in montagna in alto adige..... stando attento a quello che mangio di solito 2 kg li metto su :cry: . Vediamo quest'anno cosa riusicrò a fare......

74 kg mi sembrano pochi!Io sono 1,77 e il mio peso limite ideale è 77 kg:io ne peso 75-76.La conosci la formula per calcolare l'indice di massa corporea?
Kg/altezza in m al quadrato:il valore limite del sovrappeso è 25,e il valore ideale è tra 18 e 25.
Ad esempio nel mio caso il mio indice è 75/1,77 x 1,77=75/3,0976=24.21
Nel tuo invece 84/1.82x 1.82=25.35
Sei quasi al limite insomma! ;)

Stefano Landau 04-11-2009 00:16

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29544760)
74 kg mi sembrano pochi!Io sono 1,77 e il mio peso limite ideale è 77 kg:io ne peso 75-76.La conosci la formula per calcolare l'indice di massa corporea?
Kg/altezza in m al quadrato:il valore limite del sovrappeso è 25,e il valore ideale è tra 18 e 25.
Ad esempio nel mio caso il mio indice è 75/1,77 x 1,77=75/3,0976=24.21
Nel tuo invece 84/1.82x 1.82=25.35
Sei quasi al limite insomma! ;)

Il mio limite sarebbe 82.81 kg...... quindi sono 1 kg in sovrappeso sul massimo ammesso.....ma da quanto ho capito sarebbe meglio stare un po' al di sotto...... anche perchè non sono mai stato particolarmente muscoloso...... (considerando che ho sempre fatto poco movimento......)
Con un BMI di 21 verrebbe addirittura meno di 70 kg.........

alex642002 04-11-2009 00:45

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29546537)
Il mio limite sarebbe 82.81 kg...... quindi sono 1 kg in sovrappeso sul massimo ammesso.....ma da quanto ho capito sarebbe meglio stare un po' al di sotto...... anche perchè non sono mai stato particolarmente muscoloso...... (considerando che ho sempre fatto poco movimento......)
Con un BMI di 21 verrebbe addirittura meno di 70 kg.........

70 kg?Ma vuoi scomparire?:D Cerca piuttosto di convertire la ciccia in muscoli ;)

gomma2408 04-11-2009 15:05

io allora sono quello messo "peggio" di tutti, almeno sulla carta.....:D :D 87kg (pesandomi la mattina) x 180 cm....:help: ... però devo dire che per costituzione sono sempre stato, diciamo così, "atletico" cioè muscolarmente ben messo, tanto che mi chiedevano se facessi palestra mentre invece non ci ERO mai entrato in vita mia.... a volte l'ironia della sorte!!!! ora sono quasi due anni che ci vado, anche se non a fare esercizi di "body building" :D sempre una palestra è, anche se riabilitativa...(ci sono macchinari per tecar terapia, lettini per riabilitazione, elettrostimolazione, ed anche molte curiosità, come il "secchio del riso" :D :D :D per riabilitare la forza dopo rotture del polso o operazioni ad esso...)
Ora con l'età ho messo su un po' di trippa però a 18/20 anni ero asciuttissimo con 78kg di peso e adesso ho messo su 2 kg almeno di muscolatura alle gambe... ci sono sempre quegli 7/8 kg in più.... da levare... :cry: insomma le formule come dicono dappertutto sono un indice della MEDIA della popolazione, poi ovvio va sempre visto caso per caso.... ci sono persone che a 70 kg per 1.78m sarebbero grasse con la trippa (ho un esempio nel mio cognato che infatti è 65 kg) e altre che fanno sport o BodyBuilder che pesano tutti più di me.
Comunque resta il fatto che la "tartaruga" non ce l'avevo neanche a 16/18 anni....:D

Stefano Landau 04-11-2009 17:47

Quote:

Originariamente inviato da alex642002 (Messaggio 29546746)
70 kg?Ma vuoi scomparire?:D Cerca piuttosto di convertire la ciccia in muscoli ;)

No, .... Mi accontenterei di pesare sui 77 78 kg, anche se in effetti il peso perfetto sarebbe 74.
Ho trovato per questo un link interessante :
http://www.fidaltrentino.it/FCM_BMI.htm

alex642002 04-11-2009 22:29

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 29553194)
io allora sono quello messo "peggio" di tutti, almeno sulla carta.....:D :D 87kg (pesandomi la mattina) x 180 cm....:help: ... però devo dire che per costituzione sono sempre stato, diciamo così, "atletico" cioè muscolarmente ben messo, tanto che mi chiedevano se facessi palestra mentre invece non ci ERO mai entrato in vita mia.... a volte l'ironia della sorte!!!! ora sono quasi due anni che ci vado, anche se non a fare esercizi di "body building" :D sempre una palestra è, anche se riabilitativa...(ci sono macchinari per tecar terapia, lettini per riabilitazione, elettrostimolazione, ed anche molte curiosità, come il "secchio del riso" :D :D :D per riabilitare la forza dopo rotture del polso o operazioni ad esso...)
Ora con l'età ho messo su un po' di trippa però a 18/20 anni ero asciuttissimo con 78kg di peso e adesso ho messo su 2 kg almeno di muscolatura alle gambe... ci sono sempre quegli 7/8 kg in più.... da levare... :cry: insomma le formule come dicono dappertutto sono un indice della MEDIA della popolazione, poi ovvio va sempre visto caso per caso.... ci sono persone che a 70 kg per 1.78m sarebbero grasse con la trippa (ho un esempio nel mio cognato che infatti è 65 kg) e altre che fanno sport o BodyBuilder che pesano tutti più di me.
Comunque resta il fatto che la "tartaruga" non ce l'avevo neanche a 16/18 anni....:D

Sì,in effetti dipende poi anche dalla "corazza" che uno porta:tanto per fare un esempio,Tyson era 1,80 x 100 kg,ma non era certo grasso!
Comunque l'indice BMI è molto esatta come formula,perchè l'ho sentita usare da tutti i medici che ho sentito parlare di peso.

alex642002 04-11-2009 22:33

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 29555746)
No, .... Mi accontenterei di pesare sui 77 78 kg, anche se in effetti il peso perfetto sarebbe 74.
Ho trovato per questo un link interessante :
http://www.fidaltrentino.it/FCM_BMI.htm

Molto interessante!Specie i commenti!;)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 19:14.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.