Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Lettori mp3 e portable media center (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=106)
-   -   Ricarica casse bluetooth USB - caricabatterie vs alimentatori (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2929900)


Aoe3 19-12-2020 13:27

Ricarica casse bluetooth USB - caricabatterie vs alimentatori
 
Come da titolo vorrei chiedere alcune delucidazioni sulla ricarica delle mie casse.
Chiedo ai moderatori di spostare la discussione se ho sbagliato sezione, ma non sapevo dove pubblicare, visto anche che aggiungo una domanda associata ma non molto in 'topic'. Grazie per la comprensione.

Posseggo questa cassa bluetooth portatile che si ricarica solo tramite USB e come specifiche di 'ricarica' (input) mi dice: 5V a 1A.
Ho sempre usato un normalissimo adattatore USB da muro da 5V e 1A e non ho mai avuto problemi. La cassa cambia colore al led di ricarica quando è carica (quindi il controller è all'interno immagino).

Ho cercato online in lungo e in largo per capire un attimo la differenza tra 'caricabatteria' e 'alimentatore' usb. Questo perchè mi sto apprestando ad acquistare una lampada led con spinotto USB e avrei bisogno di un alimentatore (perchè non ha batterie e ovviamente viene venduta senza alimentatore - solo cavetto).

In giro ho trovato questo 'assioma' (si parla di attacchi USB) per NON rovinare/rompere gli apparecchi e/o le prese usb:
alimentatore: valori di V devono coincidere, valori di A uguali o maggiori (l'apparecchio preleva solo ciò che gli serve per funzionare).
caricabatteria: valori di V devono coincidere, valori di A uguali o minori (ci mette di più a caricare. Anche se su alcuni siti citano come sopra per l'alimentatore -> V uguali e A >= ).
E' vero che funziona in questa maniera?

Quindi per risolvere il mio quesito è giusto che per le casse da 1A non devo assolutamente usare adattatori sopra a 1A mentre per la lampada usarne uno uguale o maggiore alla A di entrata della stessa?
Posso usare un vecchio caricabatteria del cel da 0.85A per caricare la cassa bluetooth da 1A? (Oppure è la cassa a 'decidere' quanto assorbire e mi frigge l'alimentatore perchè sottodimensionato?)
Rischio di rovinare/rompere la lampada (o altro dispositivo privo di batteria) se lo attacco ad un adattatore USB con A maggiore di quella in input della stessa?

Grazie a tutti coloro che rispondono :)

PS: anche se non capisco perchè attaccare un cel alla porta del PC da 500mA non crea problemi..

Massimo 67 19-12-2020 18:28

Molte persone tendono ad usare in modo improprio le parole " caricabatterie e alimentatore".
Un caricabatterie ha una funzione sola, quella di ripristinare l'energia di una batteria, quindi integra al suo interno tutta la componentistica necessaria a verificare lo stato della batteria, e a generare la tensione e corrente adeguata alla corretta ricarica della stessa, e una volta che la batteria risulta carica interrompe il processo è attiva la funzione di mantenimento.

Un alimentatore si limita a fornire una tensione prefissata ( che a volte può essere variata tramite apposito selettore) e un certo valore massimo in Ampere (A), l'apparato collegato assorbe solo l'energia necessaria al suo funzionamento, questo vuol dire che l'alimentatore deve sempre essere in grado di fornire una potenza uguale o superiore a quella richiesta.
Negli smartphone, powerbank, auricolari bluetooth e apparati dotati di batteria interna, il circuito che gestisce la ricarica e all'interno degli stessi, quindi il cosiddetto "caricabatterie" è solo un alimentatore che fornisce l'energia necessaria.
Se colleghi uno smartphone ad un alimentatore in grado di fornire energia necessaria alla ricarica veloce impieghi meno tempo, se al contrario colleghi un alimentatore di capacità ridotta il circuito di ricarica presente all'interno riduce la corrente assorbita, perché controlla la tensione in ingresso e si accorge di un eventuale calo di tensione dovuto a sovraccarico.
Il solo caso in cui un alimentatore sottodimensionato può venire danneggiato e quando in realtà all'interno dell'oggetto da ricaricare non vi è un vero circuito addetto alla ricarica ma semplicemente una banale resistenza che limita la massima corrente da fare scorrere nelle batterie da ricaricare, in quel caso l'alimentatore verrebbe costretto ad erogare la massima potenza disponibile e la sola protezione al sovraccarico sarebbe quella presente al suo interno.

Aoe3 19-12-2020 21:57

Ti ringrazio moltissimo :)

E in effetti è per quello che ponevo le mie domande.. perchè non ho la più pallida idea se dentro le casse oppure dentro la lampada ci sono questi circuiti particolari che bloccano e proteggono il dispositivo.. sul cel so perfettamente che il discorso è diverso.

Quindi cosa potrei fare per capire ed avere una risposta alle mie domande?
In pratica la domanda è per cercare di capire cosa fare in tutti quei casi dove i dispositivi non si sa se hanno circuiti integrati oppure no.

Mi scuso in anticipo se ho completamente errato nella comprensione della tua risposta :angel:

DelusoDaTiscali 24-12-2020 19:56

La distinzione a mio avviso è superata nei fatti perché, per quanto ne capisco, il circuito di sicurezza c'é sempre, né mi è mai capitato di leggere avvisi in merito nelle istruzioni dei numerosi apparecchi venduti senza caricabatterie (o alimentatore) a corredo, mentre mi aspetterei di leggervi allerta messi in bella evidenza se l' apparecchio si potesse danneggiare.

david-1 04-03-2021 20:56

Io ho una cassa BOSE Soundlink che mi fa arrabbiare.
Con il caricatore originale carica a 5V a 1,6/1,7A (caricava perché l’ho perso)
Adesso uso un Baseus QC3.0 che supporta sulla carta cariche da 5 a 9V e fino a 2A, però la cassa BOSE carica a 5V e solo 0,8/1,0A.... perché???
Praticamente carica alla metà della velocità con cui caricava con l’alimentatore originale


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:43.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.