Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Musica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=89)
-   -   HWUP Guitar Corner (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2434280)


DarthFeder 24-02-2015 19:17

Controlla di non avere il manico un pochino storto o l'action troppo bassa/regolata male

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

lukazjee 24-02-2015 19:20

Quote:

Originariamente inviato da DarylDixon (Messaggio 42185282)
Bingo! Era proprio questa qui.
Una domanda che centra forse poco con questo lato dell'argomento, prendetela solo come una parentesi.. sapete cosa non mi piace della Squier che ho io? Magari riesco a risolverlo personalmente ma non saprei: Le corde frustano. Nel senso che.. specie la prima corda del MI, quella grossa, la sento molto "molleggiante", è ben accordata ma è "molleggiante", questo causa che quando faccio una bella plettrata il suono tende a friggere, come se la corda, vibrando, iniziasse poco dopo a sbattere sui tasti. E' bruttissimo!
Questo effetto lo fanno anche le altre corde ma in maniera minore man mano che si scende, quindi diciamo che il problema riguarda solo le prime tre corde.
Caspita l'affinity non aveva questo "difetto", è davvero odioso... lo fa dal primo giorno che l'ho acquistata. C'è soluzione?

Prova a settare (alzare) il ponte... Alla mia chitarra dava questo problema con un tasto nelle corde alte (quelle sottili) ma alzando il ponte di un niente si è risolto.
Se devi prendere una fender consiglio di cercare una Mexico... Sono chitarre che possono suonare come Fender usa da 2.000€ o come squier da 200, l'importante è provarle (non prenderle alla ceca).

DarylDixon 24-02-2015 20:30

dovrei alzarlo quindi? come si fa?
Il manico mi sembra dritto...

Non ho possibilità di provarle, proprio come dicevo prima. Per questo nel dubbio evito...

FunnyDwarf 24-02-2015 20:57

http://www.guitarmigi.it/_Intro.html

buona lettura :D

DarylDixon 24-02-2015 21:02

thanks man... qui consiglia di cambiare le corde prima procedere.. ma sarà realmente necessario?
ma potrebbe - infatti - dipendere dalle corde il problema?

DarthFeder 24-02-2015 22:06

Quote:

Originariamente inviato da DarylDixon (Messaggio 42185869)
thanks man... qui consiglia di cambiare le corde prima procedere.. ma sarà realmente necessario?
ma potrebbe - infatti - dipendere dalle corde il problema?

Credo consiglino il cambio di corde perché una muta nuova esercita maggiore tensione su ponte, manico e meccaniche rispetto ad una muta in uso da qualche tempo e che ha avuto il tempo di ammorbidirsi...quindi ha senso fare il setup dello strumento nella condizione più "critica".
Credo.


PS: fossi in te lascerei stare l'acquisto di una nuova Squirer o Fender (Mexico o USA che sia): se cerchi il sound tipico dell'hard rock ti serve una chitarra con humbucker ed una Strato suonerà sempre con quel tipico timbro brillante tipico dei single coil. Rischi di ritrovarti tra le mani una chitarra che ti limiterebbe sotto il punto di vista del timbro, senza contare che gli humbucker si comportano meglio con distorsioni pesanti rispetto ai single coil, risultando più "pieni" e meno "zanzarosi". IMHO se quel che vuoi fare sono AC/DC, Guns e compagnia vai ad occhi chiusi di Epiphone (o simili). Al limite, se sei amante delle Strato, puoi puntare su una "Super-Strat" Ibanez o su una Fender con humbucker al ponte.

DarylDixon 24-02-2015 22:18

si ma infatti mi conviene fare così. Piuttosto mi tengo una squier e poi prendo una epiphone.

Comunque credo di aver risolto il problema delle corde che friggono agendo solo sull'assetto del ponte. Ho scoperto che avevo il ponte troppo attaccato e avvitato, ho svitato leggermente le 6 vitine di 1-2mm come dettato dalla guida tenendo la parte davanti del ponte leggermente alzata, adesso le corde non toccano più i tasti!

Grande!!

FunnyDwarf 24-02-2015 22:33

Quote:

Originariamente inviato da DarylDixon (Messaggio 42185869)
thanks man... qui consiglia di cambiare le corde prima procedere.. ma sarà realmente necessario?
ma potrebbe - infatti - dipendere dalle corde il problema?

Non è strettamente necessario, diciamo che partire da un set nuovo aiuta a regolare il tutto al meglio e se sono proprio corde vecchie è meglio cambiarle.

Nel tuo caso puo' anche darsi dipenda dalle corde ma più tipicamente - come hanno scritto anche gli altri partecipanti - dipenderà dal manico che ha troppo poco relief, oppure l'action è troppo bassa o un'insieme delle due cose.

edit, ho letto adesso: dimenticavo il ponte :doh: :D strano però fosse proprio fuori asse

Fare un buon setup alla chitarra è una questione di trovare il giusto equilibrio tra le diverse parti dello strumento per cui è importante assimilare bene il perché si interviene in un certo modo sulle varie componenti e soprattutto all'inizio è necessario effettuare solo regolazioni minime, una alla volta e aspettare che la chitarra si assesti prima di intervenire di nuovo.

serve solo un po' di tempo e pazienza per imparare ma ne vale veramente la pena.
Quote:

Originariamente inviato da DarthFeder (Messaggio 42186118)
IMHO se quel che vuoi fare sono AC/DC, Guns e compagnia vai ad occhi chiusi di Epiphone (o simili)

potendo alzare un po' il budget azzarderei anche sulla fascia bassa di gibson del 2014, le LPJ e le Studio sono veramente riuscite a mio avviso

DarthFeder 24-02-2015 22:38

Quote:

Originariamente inviato da FunnyDwarf (Messaggio 42186239)
potendo alzare un po' il budget azzarderei anche sulla fascia bassa di gibson del 2014, le LPJ e le Studio sono veramente riuscite a mio avviso

La mia LPJ all'epoca mi è costata 560€....e devo dire che son stati soldi ben spesi, è una chitarrona. Poi le finiture satinate a me piacciono quindi non vedo la mancanza di binding, vernice lucida e top fiammato come una mancanza :)

DarylDixon 24-02-2015 23:39

beh sono intervenuto sul ponte svitando leggermente le 6 viti. Adesso non so se le ho svitate di 1,5 o 2 o anche 3 mm... piu o meno ho cercato di fare la medesima cosa su tutte e 6 le viti e il ponte si è alzato, sul lato anteriore, circa 2mm in maniera più o meno lineare.
Non credo sia importantissimo se tutte le viti non sono state alzate alla precisione svizzera di 2mm, o almeno spero...

Poi ho fatto un intervento all'action, tanto per scrupolo. Ho alzato il MI Basso di quasi 3mm, dal 12esimo tasto, perché anche a 2mm tendeva quasi a frustare...
Il MI Cantino era invece ok.

Dopodiché ho dato un set-up ai toni, adesso la chitarra si accorda che è una bellezza e finalmente ho capito a cosa serviva tirare indietro o meno le sellette.... Ho capito che se non ci si mette mani, puoi stare fresco a leggere manuali teorici ma non capirai mai niente. Potevo leggere 14 libri su cos'è l'intonazione ma senza smanettarci sopra non l'avrei mai capito.
Prima di smanettare sulle sellette la lancetta dell'accordatore andava dove gli pareva, anche se le corde erano belle e accordate. Adesso va come un orologio svizzero... :D

Mi mancano i pick up ma non ho voglia ora di metterci mani, domani proverò a suonare e se mi andrà bene evito proprio di toccarli.

Unico dubbio resta il manico, quello non l'ho capito, forse perché il problema proprio non c'è, quindi c'è ben poco da capire. A me sembra dritto o comunque regolare, poi bo.

Devo "stirare" le corde, perché quella è l'unica cosa che non ho fatto...

Devo dire che quella guida mi è stata utilissima, quindi grazie mille. Se si ha tanta, ma tanta pazienza e, un paio di ore da perderci, si riesce a far resuscitare il proprio strumento. La mia ha fatto un cambio radicale, non me lo aspettavo. Anche le note adesso godono appunto di... una tonalità Premier rispetto a prima, quasi "professionale". :D
Suono bello e limpido! Good!

Ziosilvio 25-02-2015 08:00

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 42184571)
In tema stile les paul consiglierei anche la Vintage v100 che se non sbaglio deve avere ( o aver provato) anche lo Zioilsvio confermando la bontà di quella serie, considerando che costa nuova 200 euro in meno rispetto al budget che hai indicato potrebbe essere presa in considerazione anche se non c'è nel colore tipo la gibson linkata (piacciono pure a me così in realtà.

Ho avuto una V100 in colorazione Iced Tea per un anno abbondante.
Sono strumenti validi, realizzati (questa serie) in Cina o Vietnam, ma sotto la supervisione di Trevor Wilkinson, una leggenda vivente della liuteria britannica. La qualità è un po' altalenante (la mia aveva l'elettronica collegata male, che ha avuto bisogno di una messa a punto) ma secondo me giocano ad armi pari con le Epiphone. Inoltre, la gamma è stata aggiornata l'anno scorso, con un nuovo disegno della giuntura tra corpo e manico per facilitare l'accesso agli ultimi tasti.
Anche qui ci sono le versioni di base e quelle un po' più lussuose. La mia era una versione di base, che esiste anche bianca coi pickup dorati (Arctic White). Poi ci sono la AFD Paradise che riprende la chitarra di Slash, la Lemon Drop che riprende quella storica di Peter Green con l'humbucker al manico capovolto, e la nuova Midge Ure Signature con i P-90 e la Vibrola.
Questa è la pagina sul sito del distributore inglese: http://www.jhs.co.uk/vintageelectric.html

Ziosilvio 25-02-2015 12:02

Quote:

Originariamente inviato da DarthFeder (Messaggio 42186118)
Credo consiglino il cambio di corde perché una muta nuova esercita maggiore tensione su ponte, manico e meccaniche rispetto ad una muta in uso da qualche tempo e che ha avuto il tempo di ammorbidirsi...quindi ha senso fare il setup dello strumento nella condizione più "critica".
Credo.

A me, invece, sembra di ricordare che il motivo sia un altro:
Le corde, col tempo, accumulano sporcizia e ossido, e perdono l'elasticità che avevano all'inizio: il che rischia di falsare le regolazioni stesse, per esempio sull'intonazione. Cambiando le corde prima di regolare la chitarra, si è sicuri non solo che le prime rispondano meglio alle sollecitazioni aggiuntive dovute alle regolazioni della seconda, ma anche che queste ultime possano essere fatte in modo corretto.

:dissident: 25-02-2015 12:59

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 42187966)
A me, invece, sembra di ricordare che il motivo sia un altro:
Le corde, col tempo, accumulano sporcizia e ossido, e perdono l'elasticità che avevano all'inizio: il che rischia di falsare le regolazioni stesse, per esempio sull'intonazione. Cambiando le corde prima di regolare la chitarra, si è sicuri non solo che le prime rispondano meglio alle sollecitazioni aggiuntive dovute alle regolazioni della seconda, ma anche che queste ultime possano essere fatte in modo corretto.

assolutamente, è questo il motivo.

DarylDixon 25-02-2015 13:51

oggi o domani ripeterò il tutto con una nuova muta allora... :)

DarthFeder 25-02-2015 14:42

Non c'entra niente ma....che bello vedere questo thread riprendere vita! :)

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

DarylDixon 25-02-2015 19:00

Quote:

Originariamente inviato da DarthFeder (Messaggio 42188745)
Non c'entra niente ma....che bello vedere questo thread riprendere vita! :)

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

:D :D :D

Caspita ho iniziato stasera poco prima di cena a cambiare corde e a settare la chitarra, seguendo tutta la guida, ho finito adesso.. Ora ho capito cosa non mi convinceva di questa Squier: troppe cose.
Semplicemente andava configurata a puntino perché appena arrivata - ovviamente - era "nuda e cruda"... Tanto che anche le sellette dell'intonazione erano tutte belle allineate in maniera precisa. Invece la affinity che avevo, era già settata in una maniera predefinita diciamo..

Certo, non potrò fare il liutaio, ma meglio di prima penso ci sia diventata sicuramente. :D

Danny Morali 26-02-2015 14:11

sto per farvi ridere probabilmente, ma visto che ogni giorno inventano qualche diavoleria... secondo voi esisterà qualcosa per tenere le mani al caldo mentre si suona? Non rispondetemi guanti e stufa :D
A parte gli scherzi, se c'è una cosa che ho sempre odiato è l'avere le dita congelate mentre suono nei mesi freddi.

lukazjee 26-02-2015 16:10

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 42192679)
sto per farvi ridere probabilmente, ma visto che ogni giorno inventano qualche diavoleria... secondo voi esisterà qualcosa per tenere le mani al caldo mentre si suona? Non rispondetemi guanti e stufa :D
A parte gli scherzi, se c'è una cosa che ho sempre odiato è l'avere le dita congelate mentre suono nei mesi freddi.

Prova qualche assolo degli Origin e vedi come ti si riscaldano subito le dita xD

The Aftermath http://youtu.be/nLX590hbwvQ?t=1m12s

Anche se ci sono gruppi deathcore che fanno cose più strane tipo i Born of Osiris
Devastate http://youtu.be/qG3tilMEP0M?t=2m38s

Anche se l'assolo più bello di sempre rimane:
Fermented Offal Discharge http://youtu.be/_UlBWOFUYyo?t=3m
Live è da :Q__ :Q___ :Q____ :Q_____ :Q_______
Muhammed giff a new Album

Danny Morali 26-02-2015 16:44

Quote:

Originariamente inviato da lukazjee (Messaggio 42193272)
Prova qualche assolo degli Origin e vedi come ti si riscaldano subito le dita xD

The Aftermath http://youtu.be/nLX590hbwvQ?t=1m12s

Anche se ci sono gruppi deathcore che fanno cose più strane tipo i Born of Osiris
Devastate http://youtu.be/qG3tilMEP0M?t=2m38s

Anche se l'assolo più bello di sempre rimane:
Fermented Offal Discharge http://youtu.be/_UlBWOFUYyo?t=3m
Live è da :Q__ :Q___ :Q____ :Q_____ :Q_______
Muhammed giff a new Album

anche ci riuscissi con la chitarra puoi suonare cose molto veloci e rimanere con le mani ghiacciate purtroppo.

FunnyDwarf 26-02-2015 17:01

infatti certe volte hai voglia a scaldare le mani suonando, non c'è verso: nel mio caso l'unica cosa che funziona è fare riscaldamento, sportivo intendo: corsetta leggera, una cinquantina di squat a corpo libero e via, mani calde come termosifoni. Il problema è che vieni preso per pazzo :D però il risultato è garantito.

skadex 26-02-2015 17:47

Si dovrebbe inventare qualcosa per traformare corde e ponte in termosifoni ma credo che il legno delle nostre chitarre finirebbe molto male...

DarylDixon 26-02-2015 20:13

e anche le corde direi...

Ziosilvio 27-02-2015 07:39

Quote:

Originariamente inviato da Danny Morali (Messaggio 42192679)
sto per farvi ridere probabilmente, ma visto che ogni giorno inventano qualche diavoleria... secondo voi esisterà qualcosa per tenere le mani al caldo mentre si suona? Non rispondetemi guanti e stufa :D
A parte gli scherzi, se c'è una cosa che ho sempre odiato è l'avere le dita congelate mentre suono nei mesi freddi.

Quote:

Originariamente inviato da FunnyDwarf (Messaggio 42193513)
infatti certe volte hai voglia a scaldare le mani suonando, non c'è verso: nel mio caso l'unica cosa che funziona è fare riscaldamento, sportivo intendo: corsetta leggera, una cinquantina di squat a corpo libero e via, mani calde come termosifoni. Il problema è che vieni preso per pazzo :D però il risultato è garantito.

Altra cosa che faccio io: prima anche solo del riscaldamento muscolare, lavare le mani con acqua calda e sapone.
Così tolgo anche la sporcizia e il grasso che andrebbero a finire sulle corde.

Danny Morali 27-02-2015 11:35

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 42195033)
Altra cosa che faccio io: prima anche solo del riscaldamento muscolare, lavare le mani con acqua calda e sapone.
Così tolgo anche la sporcizia e il grasso che andrebbero a finire sulle corde.

io invece preferisco non lavarmi mai le mani prima di suonare perchè soprattutto sugli slide avere la pelle secca provoca attrito con le corde che è il motivo per cui suono sempre peggio con le mani appena lavate.

Adam Rafferty fa anche il trucchetto di strofinare le dita sul naso prima di suonare per avere le dita un po' meno secche
https://www.youtube.com/watch?v=c1N7X5-Itd8

FunnyDwarf 27-02-2015 18:05

Eric Gales: l'ho scoperto da poco e faccio ammenda facendo proselitismo :D grande anima blues, ottimo chitarrista e frontman
https://www.youtube.com/watch?v=hW8CuCe0-Qg
da ascoltare tutto - 1h40m - :asd: o più verosimilmente cliccare a caso sulla barra per momenti di random awesomeness

nasio91 02-03-2015 16:51

Salve gente
Mi hanno dato una chitarra acustica Yamaha in condizioni un po' precarie, vi allego una foto.

si può notare come il corpo della chitarra sia stato praticamente consumato alcuni punti.
A primo orecchio la chitarra suona bene, i bassi seppur abbastanza segnati dal tempo sono corposi, questa chitarra ha ancora la voglia di suonare!!!!
Ora ho già rimosso i tasti visto che i primi 4 erano veramente consumati e sono in attesa che arrivino i nuovi, ma prima di montare il tutto corde comprese vorrei verniciarla di nero, e mi servirebbero alcuni consigli.
Con alcune premesse: non ho intenzione di spenderci sopra troppo, visto le condizioni non ne varrebbe la pena, mi servirebbe quindi il modo più economico possibile per dargli nuova vita

FunnyDwarf 02-03-2015 17:57

riesci a scrivere modello ed eventualmente numero di serie? Curiosità mia: potrebbe essere una F/FG qualcosa così ad occhio, ma dalla foto non riesco a identificarla. Sapere l'anno di produzione poi sarebbe il massimo.

Comunque sia personalmente ti sconsiglierei di riverniciarla perché sicuramente il tono ne risentirebbe. Il nero poi è il peggiore delle scelte per il top perché per ottenere una finitura omogenea e coprente dovresti dare su vernici che andrebbero ad ammazzare le vibrazioni dello stesso, peggiorando di conseguenza le qualità sonore dello strumento.

antonorris 02-03-2015 18:00

Detto che anche per me il nero non è il miglior colore per un'acustica, per iniziare ad avere un'idea su come fare a riverniciarla spendendo poco, potresti guardare qui: http://chitarra.accordo.it/article.do?id=893

skadex 02-03-2015 18:07

Domanda ingenua: non si rischia di alterare il suono? Fosse un'elettrica ok, non mi farei molti problemi ma per un'acustica il problema della verniciatura a naso me lo pongo.

nasio91 02-03-2015 18:48

Quote:

Originariamente inviato da FunnyDwarf (Messaggio 42207885)
riesci a scrivere modello ed eventualmente numero di serie? Curiosità mia: potrebbe essere una F/FG qualcosa così ad occhio, ma dalla foto non riesco a identificarla. Sapere l'anno di produzione poi sarebbe il massimo.

Comunque sia personalmente ti sconsiglierei di riverniciarla perché sicuramente il tono ne risentirebbe. Il nero poi è il peggiore delle scelte per il top perché per ottenere una finitura omogenea e coprente dovresti dare su vernici che andrebbero ad ammazzare le vibrazioni dello stesso, peggiorando di conseguenza le qualità sonore dello strumento.

Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 42207902)
Detto che anche per me il nero non è il miglior colore per un'acustica, per iniziare ad avere un'idea su come fare a riverniciarla spendendo poco, potresti guardare qui: http://chitarra.accordo.it/article.do?id=893

Quote:

Originariamente inviato da skadex (Messaggio 42207933)
Domanda ingenua: non si rischia di alterare il suono? Fosse un'elettrica ok, non mi farei molti problemi ma per un'acustica il problema della verniciatura a naso me lo pongo.

E una F310 una chitarra per principianti al pari della mia ephiphone DR 100, per l'anno non so proprio dove guardare l'etichetta interna è rovinatissima a malapena sono riuscito a leggere il modello.
Vedendo il link di antonorris mi è passata la voglia di verniciarla , troppo lavoro, troppo tempo e sopratutto una spesa inutile considerando che potrei compromettere lo strumento definitivamente e sopratutto con quello che andrei a spenderci tasti e corde comprese la potrei comprare usata in condizioni di gran lunga migliori. :asd:
A sto punto mi è venuta l'idea di farla diventare una chitarra punk, ordino una dozzina di adesivi in tema e ce li appiccico, così l'usura diventa una caratteristica e non un difetto :sofico:

nasio91 07-03-2015 10:06

Mio dio ragazzi volevo dare nuova vita a questa chitarra, ma mi sa che come il buon Frankenstein ho creato un mostro....a prima vista il manico sembrava ok, ma dopo aver cambiato corde e tasti mi son accorto che ha un up bow non indifferente e suonarla normalmente è un castigo divino, fortunatamente ha trovato un suo motivo di vivere con accordatura open D e bottleneck

Maverick491 08-03-2015 15:51

Ciao ragazzi.

Continuano gli acciacchi della vecchiaia della mia adorata RG350. Dopo i tasti che ho dovuto far rettificare, adesso il problema sembra essere alle molle del ponte.

Dopo aver usato la leva il ponte sembra non tornare correttamente in posizione neutrale, e infatti se tiro la leva per alzare il pitch, le corde restano "alte" e viceversa.

C'è anche da dire che la chitarra è del 2008, suono in media 6 ore al giorno tutti i giorni, e in questo periodo sto studiando Steve Vai, quindi non sono troppo sorpreso dal fatto che un ponte economico come l'Edge III inizi a dare qualche problema. :D

Innanzitutto vorrei sapere cosa ne pensate. E' effettivamente un problema di molle come penso io?

Se sì, quali molle mi consigliate e quanto verrei a spendere?

Grazie ;)

FunnyDwarf 08-03-2015 17:52

Quote:

Originariamente inviato da Maverick491 (Messaggio 42231524)
ì e infatti se tiro la leva per alzare il pitch, le corde restano "alte" e viceversa.

non credo siano le molle, più probabilmente le lame del ponte sono consumate e hanno bisogno di essere affilate

Maverick491 08-03-2015 20:06

Quote:

Originariamente inviato da FunnyDwarf (Messaggio 42231879)
non credo siano le molle, più probabilmente le lame del ponte sono consumate e hanno bisogno di essere affilate

In effetti è probabile che sia questo il problema.

E purtroppo significa che non posso intervenire da solo, dovrò fare un altro salto dal liutaio. :(

Strano comunque, perchè ha ceduto di schianto. E' la prima volta che mi capita di consumare le lame, ma immaginavo fosse più graduale la cosa...

Ziosilvio 16-03-2015 15:41

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 41657843)
It's GAS time again! :cool: (ma anche :()

Al momento, suonando blues, uso solo due pedali: overdrive, e delay.
A questi aggiungerei un equalizzatore, il pedale più importante che nessuno usa mai, utile sia per colorire il suono, sia per tagliare le frequenze che provocano rumori e inneschi (lo userei anche con l'acustica): ed eventualmente un accordatore.
Per non dover rimontare tutto ogni volta, mi voglio accattare una Pedaltrain Nano, che con i suoi 35x14 centimetri (14x5,5 pollici) si trasporta facilmente, addirittura appesacon la sua borsa alla custodia della chitarra.
Forse in futuro aggiungerò una Mini con i pedali per il rock: si vedrà.

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 41659431)
Ho adocchiato un Beta Aivin EQ-100: che leggo in giro essere non tanto un clone del Boss GE-7, quanto un GE-7 con uno scatolotto diverso :eek:

A distanza di parecchio tempo, ecco com'è andata:

A novembre mi sono ordinato la Pedaltrain Nano, l'Harley Benton EQ-100, e qualche altra carabattola.
Prendo l'Harley Benton, e sento che c'è qualcosa che tintinna dentro il pedale: lo apro, e cade giù un pezzettino di stagno... OK, finitura non perfetta, a trenta euro ci può stare.
Provo il pedale: bello!, offre davvero un sacco di possibilità. Però fischia come un dannato quando si portano i cursori verso l'alto: soprattutto quelli delle frequenze acute. A questo punto, l'uso del controllo di volume generale diventa quello di riportare il livello dell'effetto a un livello sufficientemente basso da non far sentire il sibilo...
Ho provato anche un Boss GE-7, e non mi è parso che fischiasse così tanto.
In sintesi: bell'esperimento, ma verosimilmente lo sostituirò in futuro, magari con l'MXR a sei bande o il suo clone Joyo.

Un mesetto dopo, vista un'esperienza in cui sarebbe servita una chitarra acustica, chiedo a Babbo Natale un Mooer Acoustikar: che arriva.
Il pedale fa quello che deve: apprezzo in particolare l'impostazione Jumbo.
Il selettore, però, è rumoroso! Ogni volta che attivo l'effetto, dall'altoparlante parte un PTUNK! bello forte. Non so se tutti gli effetti Mooer siano così, o se sia il mio ad avere questo problema.

Attualmente, sulla Nano ho in sequenza l'Acoustikar, il Joyo Sweet Baby Overdrive, e l'Alter Ego: e mi rimane lo spazio per una DI box con amp simulator.

DarylDixon 16-03-2015 19:04

Ragazzi ma qualcuno sa spiegarmi, nella mia ignoranza, perché in questo video, il suono di questo distorsore, è così bello "corposo", "pulito" e "diretto"?
Potrebbe dipendere anche dall'altezza dei pickup? Da cos'altro?

https://www.youtube.com/watch?v=wy-7GxdI8Z4

antonorris 16-03-2015 19:26

Quote:

Originariamente inviato da Ziosilvio (Messaggio 42263431)
A distanza di parecchio tempo, ecco com'è andata:

A novembre mi sono ordinato la Pedaltrain Nano, l'Harley Benton GE-100, e qualche altra carabattola.
Prendo l'Harley Benton, e sento che c'è qualcosa che tintinna dentro il pedale: lo apro, e cade giù un pezzettino di stagno... OK, finitura non perfetta, a trenta euro ci può stare.
Provo il pedale: bello!, offre davvero un sacco di possibilità. Però fischia come un dannato quando si portano i cursori verso l'alto: soprattutto quelli delle frequenze acute. A questo punto, l'uso del controllo di volume generale diventa quello di riportare il livello dell'effetto a un livello sufficientemente basso da non far sentire il sibilo...
Ho provato anche un Boss GE-7, e non mi è parso che fischiasse così tanto.
In sintesi: bell'esperimento, ma verosimilmente lo sostituirò in futuro, magari con l'MXR a sei bande o il suo clone Joyo.

Un mesetto dopo, vista un'esperienza in cui sarebbe servita una chitarra acustica, chiedo a Babbo Natale un Mooer Acoustikar: che arriva.
Il pedale fa quello che deve: apprezzo in particolare l'impostazione Jumbo.
Il selettore, però, è rumoroso! Ogni volta che attivo l'effetto, dall'altoparlante parte un PTUNK! bello forte. Non so se tutti gli effetti Mooer siano così, o se sia il mio ad avere questo problema.

Attualmente, sulla Nano ho in sequenza l'Acoustikar, il Joyo Sweet Baby Overdrive, e l'Alter Ego: e mi rimane lo spazio per una DI box con amp simulator.

Avevo anche io il GE7 e non ricordo fischi di sorta utilizzandolo, tra l'altro l'ho preferito all'mxr perchè ha anche lo slide per il volume ed è utile se si vuole utilizzare per gli assolo.
Sul mooer purtroppo il thump è una cosa "normale" con alcuni pedali, succede anche con alcuni dei miei.

Ziosilvio 16-03-2015 20:13

Quote:

Originariamente inviato da antonorris (Messaggio 42264406)
Avevo anche io il GE7 e non ricordo fischi di sorta utilizzandolo, tra l'altro l'ho preferito all'mxr perchè ha anche lo slide per il volume ed è utile se si vuole utilizzare per gli assolo.
Sul mooer purtroppo il thump è una cosa "normale" con alcuni pedali, succede anche con alcuni dei miei.

Tanto per fare una prova, ho suonato un po' con l'equalizzatore Harley Benton, alimentato però a batteria e non a corrente.
Forse ricordavo male, ma il fruscio stavolta mi è sembrato accettabile: magari era l'alimentatore non molto buono.
E: sì, piuttosto che un fischio, forse la parola adatta è sibilo o fruscio. Comunque, direi che il GE-7 è più silenzioso.

Maverick491 18-03-2015 18:32

Oh no... GAS! :muro:

Dopo aver ceduto già a dicembre ed essermi preso una splendida ESP M-II Maple EMG, adesso sono ossessionato dalla JEM77BFP. :oink:



L'unico dubbio che ho è a proposito delle condizioni di una chitarra del genere risalente ai primi anni 90.

Si trovano a 1300 euro, secondo voi è una follia?

skadex 18-03-2015 19:02

Beh dipende: a quel prezzo c'è la versione nuova che monta dei pickup differenti; se vuoi proprio la versione anni '90 come sempre dipende da chi l'ha tenuta e come; in teoria anche se di 15 anni non dovrebbe avere particolari usure sui legni (ovviamente da controllare tastiera, meccaniche ed elettronica).
In definitiva: se hai i soldi e puoi controllarne le condizioni perchè no?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 20:08.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.