Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


gambagigia 19-10-2011 20:34

Buonasera ragazzi e ragazze....
ringrazio per le considerazioni espresse in merito al mio sfogo di oggi...pure un pò eccessivo forse...ma ci sono dei momenti di down, si sa.
Devo dire ad onor del vero che i vari animatori di questo forum hanno saputo fare ciò che non è riuscito a chi mi sta vicino quotidianamente...parlo di sostegno e stimolo,diventando davvero un punto di riferimento in questi mesi...e temo che continueranno ad esserlo.
Mi fa un pò ridere sta cosa...e quando il mio compagno mi vede smanettare al pc mi prende in giro "a chi scrivi, ai tuoi amichetti del forum?" e mi fa il verso come fossi una ragazzina impallinata di social network....e un pò io mi vergogno pure....:ops2:

Ciao laraa, ti mando un bell'abbraccio e dacci dentro con quei pesi...hai ragione a restarci male...ogni tanto sono un pò cinghiale anche io, peggio degli uomini......;) :flower:

alex642002 19-10-2011 20:46

Quote:

Originariamente inviato da gambagigia (Messaggio 36178487)
Buonasera ragazzi e ragazze....
ringrazio per le considerazioni espresse in merito al mio sfogo di oggi...pure un pò eccessivo forse...ma ci sono dei momenti di down, si sa.
Devo dire ad onor del vero che i vari animatori di questo forum hanno saputo fare ciò che non è riuscito a chi mi sta vicino quotidianamente...parlo di sostegno e stimolo,diventando davvero un punto di riferimento in questi mesi...e temo che continueranno ad esserlo.
Mi fa un pò ridere sta cosa...e quando il mio compagno mi vede smanettare al pc mi prende in giro "a chi scrivi, ai tuoi amichetti del forum?" e mi fa il verso come fossi una ragazzina impallinata di social network....e un pò io mi vergogno pure....:ops2:

Ciao laraa, ti mando un bell'abbraccio e dacci dentro con quei pesi...hai ragione a restarci male...ogni tanto sono un pò cinghiale anche io, peggio degli uomini......;) :flower:

Cinghiale?Che vuoi dire?:)
A proposito,guarda che se non vieni alla nostra riunione smetteremo di darti supporto;)

Stefano Landau 19-10-2011 23:59

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 36176577)
grazie caro, hai ripreso i tuoi punti, sei l'unico che ha ricambiato ;), che volete farci son troppo sensibile forse...e vi voglio bene...:ot:

a me hanno iniziato da poco a far lavorare entrambe le gambe allo stesso modo, mentre prima mi facevan lavorare solo la gamba operata, anch'io in effetti ero tentata di finire con una serie in più a quella operata, però noto che facendo lavorare anche la gamba sana ora mi sembra che faccia più fatica dell'altra, perchè in effetti era ferma da parecchio...

Dopo la fisioterapia ho incominciato con la palestra, e quello che ho notato facendo cyclette, era che la gamba operata era più resistente. Dopo un po' che pedalavo con un certo carico, la gamba sana la sentivo stanca, mentre quella operata girava senza nessuna fatica. In compenso agli esercizi di potenza, quella sana era molto più potente.

Ora passati 2 anni e mezzo.... le sento più o meno equivalenti.

Facendo fisioterapia, tra isometria ed altro quella operata lavorava moltissimo mentre l'altra gamba faceva poco o nulla. Questo l'ha resa molto resistente.

Dopo la fisioterapia secondo me conviene fare gli stessi esercizi su entrambe le gambe, per fare in modo che dopo qualche mese queste tendano a pareggiare.

laraa 20-10-2011 08:32

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 36176928)
laRETTAAAAA, ma ti avevo salutato anche io!!! :D

ma certo, sì, l'avevo letto il tuo saluto ;), ma una volta avevo "sgridato" gomma e quindi era in particolare riferito a lui il mio messaggio...

Buona giornata a te Delphy :)

laraa 20-10-2011 08:37

Quote:

Originariamente inviato da gambagigia (Messaggio 36178487)
Buonasera ragazzi e ragazze....
ringrazio per le considerazioni espresse in merito al mio sfogo di oggi...pure un pò eccessivo forse...ma ci sono dei momenti di down, si sa.
Devo dire ad onor del vero che i vari animatori di questo forum hanno saputo fare ciò che non è riuscito a chi mi sta vicino quotidianamente...parlo di sostegno e stimolo,diventando davvero un punto di riferimento in questi mesi...e temo che continueranno ad esserlo.
Mi fa un pò ridere sta cosa...e quando il mio compagno mi vede smanettare al pc mi prende in giro "a chi scrivi, ai tuoi amichetti del forum?" e mi fa il verso come fossi una ragazzina impallinata di social network....e un pò io mi vergogno pure....:ops2:

Ciao laraa, ti mando un bell'abbraccio e dacci dentro con quei pesi...hai ragione a restarci male...ogni tanto sono un pò cinghiale anche io, peggio degli uomini......;) :flower:

tranquilla, ognuno ha il suo carattere e che se lo tenga stretto, grazie dell'abbraccio, mi fa bene, scusami tu se non rispondo ai tuoi quesiti, ma non ho esperienze da porti...lascio ai guru questo compito ;) ...buona giornata, cara :flower:

laraa 20-10-2011 08:39

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 36179883)
Dopo la fisioterapia ho incominciato con la palestra, e quello che ho notato facendo cyclette, era che la gamba operata era più resistente. Dopo un po' che pedalavo con un certo carico, la gamba sana la sentivo stanca, mentre quella operata girava senza nessuna fatica. In compenso agli esercizi di potenza, quella sana era molto più potente.

Ora passati 2 anni e mezzo.... le sento più o meno equivalenti.

Facendo fisioterapia, tra isometria ed altro quella operata lavorava moltissimo mentre l'altra gamba faceva poco o nulla. Questo l'ha resa molto resistente.

Dopo la fisioterapia secondo me conviene fare gli stessi esercizi su entrambe le gambe, per fare in modo che dopo qualche mese queste tendano a pareggiare.

già, già credo sia questo l'intento del mio fisio...
buona giornata anche a te, antidoto alla pioggia che incalzaaa ! :D

gomma2408 20-10-2011 10:07

tutto giusto quelloche dite....
infatti io mi riferivo al periodo di recupero post operatorio, finchè magari STRUMENTALMENTE tramite test isocinetico non si verifica una sostanziale parità di forza in entrambe le gambe.
Da quel momento in poi si può fare gli esercizi in maniera identica.
La resistenza viene recuperata in modo migliore, ed infatti io dopo sei mesi la avevo del tutto recuperata, mentre nella forza massimale avevo un 36% di deficit. Ho dovuto insistere con il programma che prevedeva maggiori serie di esercizi alle macchine per la gamba operata (attenzione laraa, fin da subito non è che alleni SOLO la gamba operata, perchè la gamba sana comunque deve fare esercizi.... solo che li fa in un rapporto di 1:2, sennò accade quello che dici te, che quella sana perde tono....;) ) e dopo altri 3 mesi di faticaccia ho fatto di nuovo il test isocinetico e ho visto che avevo recuperato tutto.

Il test isocinetico sarebbe importante perchè oltre a verificare oggettivamente il livello di forza, ti dice anche in quale range di escursione del movimento la gamba èpiù o meno debole dell'altra. Cioè se fra 0-30 gradi hai un deficit del 10%, non è detto che sia così anche fra 30-60°, dove puoi avere il 20% e gli esercizi si devono concentrare sul lavoro fatto a quelle angolazioni in cui la gamba è più debole... in questo modo ottimizzi l'allenamente, ed è più efficace e si ottengono migliori risultati a parità di tempo speso. ;)


Per laraa: la tecnica usata te la sa dire solo il tuo ortopedico, però se hai avuto un "buco" nella parte esterna alta del ginocchio (testa del femore)anche di solo uno/due punti di sutura, di sicuro NON è stata la ALL-INSIDE...... ;)

gomma2408 20-10-2011 10:12

a proposito, ieri ho provato a fare quella "cosa" che vi avevo preannunciato.... senza dire cosa era!
Niente di che, ho provato a riandare a un allenamento di pallavolo dopo mesi, con l'attuale squadra di serie D, ed è andato tutto sommato bene, se non per il fatto che non salto "'na mazza" come si dice..... e un po' sarà perchè era la prima volta dopo mesi.

Comunque il ginocchio tutto +/- bene, a fine all se lo piego rimane come se mi "tirasse" il nuovo tendine dalla sua inserzione superiore :rolleyes: ma niente di che... poi passa.
Unica cosa, i problemi all'altro ginocchio, con dolori vari al comparto tendineo posteriore da sforzo/affaticamento....:(

vabbè speriamo passi anche questa, è almeno da aprile che me li tengo a con la palestra per lo meno la situazione è migliorata..... anche e soprattutto a livello del tendine d'achille (della gmaba operata invece....) cui sono riuscito con la palestra a far regredire la tendinite. ;)

5ppdms 21-10-2011 00:23

Veramente incredibile...
 
....

5ppdms 21-10-2011 00:24

Veramente incredibile...
 
E' incredibile che su un forum dedicato al mondo IT ci sia una discussione sul LCA.
E' incredibile che ci sia una discussione attiva dal 2003 e che quindi sta tenendo traccia di tecniche, strumenti, chirurghi e soprattutto storie di persone da più di dieci anni
E' incredibile aver trovato tantissime informazioni interessanti nell'ora che ho trascorso a leggerlo.

Penso invece che ci crediate tutti al fatto che mi sono rotto il LCA e che sto girovagando in rete per capire se il programma che mi sono dato (preparazione, intervento e riabilitazione) sia quello giusto per me, se il chirurgo non sia uno che si improvvisa, se il centro di fisioterapia sia buono e se c'è il modo, perchè no, di spendere un pò di meno.

Per ora vi saluto e ringrazio tutti da virus (mi pare l'autore del primo post) a gomma2408 che invece mi sembra l'autore dell'ultimo post...e di tanti altri. Ci sentiamo presto

gomma2408 21-10-2011 09:55

Quote:

Originariamente inviato da 5ppdms (Messaggio 36187689)
E' incredibile che su un forum dedicato al mondo IT ci sia una discussione sul LCA.
E' incredibile che ci sia una discussione attiva dal 2003 e che quindi sta tenendo traccia di tecniche, strumenti, chirurghi e soprattutto storie di persone da più di dieci anni
E' incredibile aver trovato tantissime informazioni interessanti nell'ora che ho trascorso a leggerlo.

Penso invece che ci crediate tutti al fatto che mi sono rotto il LCA e che sto girovagando in rete per capire se il programma che mi sono dato (preparazione, intervento e riabilitazione) sia quello giusto per me, se il chirurgo non sia uno che si improvvisa, se il centro di fisioterapia sia buono e se c'è il modo, perchè no, di spendere un pò di meno.

Per ora vi saluto e ringrazio tutti da virus (mi pare l'autore del primo post) a gomma2408 che invece mi sembra l'autore dell'ultimo post...e di tanti altri. Ci sentiamo presto


ben(mal)venuto...... ;) siamo in tanti come puoi vedere, almeno nel tempo.....
In effetti questa discussione è la più completa che ho trovato anche io... ed ormai ne facico parte da ben 4 anni insieme ad altri 3/4 "irriducibili" e ad altri che si sono aggiunti via via.... qualcuno è sparito, speriamo perchè ha risolto del tutto, ma comunque qua dentro se hai la pazienza di leggere tutto troverai se non indicazioni, molte esperienze vissute in prima persona e quindi attendibili anche se non possono sostituire nessun medico ;)
Danno almeno una indicazioni su cosa chiedersi e soprattutto chiedere ai vari professionisti che si incontrano.

Per quanto mi riguarda, devo correggere, purtroppo in negativo, quanto detto nel mio ultimo post: :cry:
I dolori al comparto tendineo posteriore erano solo un "riflesso" del gonfiore alla gamba, infatti sono scomparsi sostanzialmente, ma il gonfiore è aumentato e si è ripresentato pari pari come era successo a inizio estate....
Non capisco, sembra un gonfiore della borsa sierosa situata sotto il tendine del quadricipite (ginocchio della lavandaia..... :p :muro: ) infatti il gonfiore rimane in alto rispetto al ginocchio.

La palestra quindi sembra non aver sortito nessun effetto positivo, al contrario di quanto avevo detto in un primo momento, e considerato che facevo ormai i miei pesi max tranquillamente e senza dolori/gonfiori vari.
Questa cosa mi impedisce qualsiasi attività fisica che non sia la palestra pesi..... dovrò andare a farmi vedere .... :muro:
Lo accetterei di più se fosse la gamba operata.... mannaggia!!!!
(scusate lo sfogo....:rolleyes: )

alex642002 21-10-2011 10:46

Quote:

Originariamente inviato da 5ppdms (Messaggio 36187689)
E' incredibile che su un forum dedicato al mondo IT ci sia una discussione sul LCA.
E' incredibile che ci sia una discussione attiva dal 2003 e che quindi sta tenendo traccia di tecniche, strumenti, chirurghi e soprattutto storie di persone da più di dieci anni
E' incredibile aver trovato tantissime informazioni interessanti nell'ora che ho trascorso a leggerlo.

Penso invece che ci crediate tutti al fatto che mi sono rotto il LCA e che sto girovagando in rete per capire se il programma che mi sono dato (preparazione, intervento e riabilitazione) sia quello giusto per me, se il chirurgo non sia uno che si improvvisa, se il centro di fisioterapia sia buono e se c'è il modo, perchè no, di spendere un pò di meno.

Per ora vi saluto e ringrazio tutti da virus (mi pare l'autore del primo post) a gomma2408 che invece mi sembra l'autore dell'ultimo post...e di tanti altri. Ci sentiamo presto

Malvenuto;) :mano:
Grazie per l'apprezzamento,noi cerchiamo di tenerlo il più possibile vivo questo forum,con il suo patrimonio di esperienze e col sostegno psicologico che può dare :)
Ringraziamo tutti il nostro patrono San Virus :angel: ,che magari è all'oscuro ormai di tutto,e,sopratutto,gli "storici" del forum,tra cui in particolare per la sua competenza e disponibilità il nostro Gomma:friend:
Un caso in cui internet serve veramente.

laraa 21-10-2011 14:53

Quote:

Originariamente inviato da gomma2408 (Messaggio 36188572)
ben(mal)venuto...... ;) siamo in tanti come puoi vedere, almeno nel tempo.....
In effetti questa discussione è la più completa che ho trovato anche io... ed ormai ne facico parte da ben 4 anni insieme ad altri 3/4 "irriducibili" e ad altri che si sono aggiunti via via.... qualcuno è sparito, speriamo perchè ha risolto del tutto, ma comunque qua dentro se hai la pazienza di leggere tutto troverai se non indicazioni, molte esperienze vissute in prima persona e quindi attendibili anche se non possono sostituire nessun medico ;)
Danno almeno una indicazioni su cosa chiedersi e soprattutto chiedere ai vari professionisti che si incontrano.

Per quanto mi riguarda, devo correggere, purtroppo in negativo, quanto detto nel mio ultimo post: :cry:
I dolori al comparto tendineo posteriore erano solo un "riflesso" del gonfiore alla gamba, infatti sono scomparsi sostanzialmente, ma il gonfiore è aumentato e si è ripresentato pari pari come era successo a inizio estate....
Non capisco, sembra un gonfiore della borsa sierosa situata sotto il tendine del quadricipite (ginocchio della lavandaia..... :p :muro: ) infatti il gonfiore rimane in alto rispetto al ginocchio.

La palestra quindi sembra non aver sortito nessun effetto positivo, al contrario di quanto avevo detto in un primo momento, e considerato che facevo ormai i miei pesi max tranquillamente e senza dolori/gonfiori vari.
Questa cosa mi impedisce qualsiasi attività fisica che non sia la palestra pesi..... dovrò andare a farmi vedere .... :muro:
Lo accetterei di più se fosse la gamba operata.... mannaggia!!!!
(scusate lo sfogo....:rolleyes: )

non so che dirti...mi spiace...stringi i denti...:fagiano: noi ti siamo vicini! :vicini: fatti vedere di sicuro e riuscirai a risolvere anche questo problema ;)

laraa 21-10-2011 14:54

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 36191096)
non so che dirti...mi spiace...stringi i denti...:fagiano: noi ti siamo vicini! :vicini: fatti vedere di sicuro e riuscirai a risolvere anche questo problema ;)

fatti vedere intendo dal medico, ovviamente :sofico:

laraa 21-10-2011 14:55

Quote:

Originariamente inviato da 5ppdms (Messaggio 36187689)
E' incredibile che su un forum dedicato al mondo IT ci sia una discussione sul LCA.
E' incredibile che ci sia una discussione attiva dal 2003 e che quindi sta tenendo traccia di tecniche, strumenti, chirurghi e soprattutto storie di persone da più di dieci anni
E' incredibile aver trovato tantissime informazioni interessanti nell'ora che ho trascorso a leggerlo.

Penso invece che ci crediate tutti al fatto che mi sono rotto il LCA e che sto girovagando in rete per capire se il programma che mi sono dato (preparazione, intervento e riabilitazione) sia quello giusto per me, se il chirurgo non sia uno che si improvvisa, se il centro di fisioterapia sia buono e se c'è il modo, perchè no, di spendere un pò di meno.

Per ora vi saluto e ringrazio tutti da virus (mi pare l'autore del primo post) a gomma2408 che invece mi sembra l'autore dell'ultimo post...e di tanti altri. Ci sentiamo presto

benvenuto, anche se ci son posti più rosei...:p parlaci del tuo problema...ti ascoltiamo!

Stefano Landau 21-10-2011 16:23

Quote:

Originariamente inviato da 5ppdms (Messaggio 36187689)
E' incredibile che su un forum dedicato al mondo IT ci sia una discussione sul LCA.
E' incredibile che ci sia una discussione attiva dal 2003 e che quindi sta tenendo traccia di tecniche, strumenti, chirurghi e soprattutto storie di persone da più di dieci anni
E' incredibile aver trovato tantissime informazioni interessanti nell'ora che ho trascorso a leggerlo.

Penso invece che ci crediate tutti al fatto che mi sono rotto il LCA e che sto girovagando in rete per capire se il programma che mi sono dato (preparazione, intervento e riabilitazione) sia quello giusto per me, se il chirurgo non sia uno che si improvvisa, se il centro di fisioterapia sia buono e se c'è il modo, perchè no, di spendere un pò di meno.

Per ora vi saluto e ringrazio tutti da virus (mi pare l'autore del primo post) a gomma2408 che invece mi sembra l'autore dell'ultimo post...e di tanti altri. Ci sentiamo presto

Ben-Malvenuto (mi piace di più così.....)anche da parte mia.
Questo forum per me è stato fondamentale, sia per sapere quello che dovevo/potevo fare, dato che i medici spesso non dicono quasi nulla, sia come supporto psicologico, sia per sapere quale sarà la "Strada" da percorrere, sia per l'esempio positivo degli altri che comunque hanno risolto i loro problemi (anche da condizioni molto più difficili della mia).
Sono convinto che con un po' di impegno (quello è sempre fondamentale) potrai tornare ad essere (almeno funzionalmente) come nuovo.

Il ginocchio una volta operato lo si sente diverso da prima e dall'altro. Quindi non si potrà dire che si torna esattamente come prima, però alla fine si può tornare a fare le stesse cose che si facevano prima. Nel mio caso addirittura con l'allenamento della fisioterapia sono passato da una vita sostanzialmente sedentaria ad una abbastanza sportiva. Il risultato è che a 45 anni faccio cose che a 20-25 per me erano "pura fantascienza"

Delfino81 21-10-2011 17:27

Quote:

Originariamente inviato da laraa (Messaggio 36191121)
benvenuto, anche se ci son posti più rosei...:p parlaci del tuo problema...ti ascoltiamo!

Larè mi fai morì da come parli sembra un centro di ascolto per tossicodipendenti :Prrr: :D

cmq bn(mal)venuto anche da parte mia al nuovo arrivato, vedrai che in questa gabba di matti troverai parecchie informazioni interessanti.

Gomma ma tra quetsi irriducibili cjhe citi, contempli anche me? :D

cmq nons ei il solo a cui di tanto in tanto fa mnale la gamba sana, anche a me, ma io me lo spiego sia per ilfm atto che psicologicamente e involontariamente la sforzo piu della gamba normale sia per gli esercizi del cavoloc eh feci a na gamba sola ecc. ma son dolori passeggeri.


invece vorrei chiedervi una cosa, forse un discorso gia affrontato ma lo ripropongo.... stavio riumuginando sul fatto che il dott Volpi mi aveva detto che fondamentalmente il protocollo fisioterapico era cosi suddiviso


45 giorni di tutore e stampelle e ginnastica a casa

dal 45°esimo giorno al 90esimo recarsi presso un centro di fisio e cominciare con la terapia in acqua, questo protocollo fisioterapico durerà fino al90esimo giorno (3 mesi dunque).
infiene 2 - 3 mesi di recupero funzionale, o sempre presso un centro di fisioterapia o presso una palestra ma seguiti da un personal trainer.

la cosa su cui mi voglio soffermare è la fisioterapia in acqua.... voi che esercizi facevate?

io, con l'occasione di aver fatto la visita al centro physioclinic da Volpi ho chieso alla segretaria/receptionista anche di vedere il centro, ed è molto paraculo, (mo ve lo faccio vedere, vah, famo un po' di pubblicità gratuita, va beh Stefano lo conoscerà già :D, questo è il link diretto http://www.physioclinic.it/index.shtml )... la vasca dove si fa idroterapia è molo grande e hanno anche l'hydrobike (cyclette in acqua :cool: )...

voi che facevate in acqua? mi rivolgo soprattutto a STEFANO che anche se per un popst operatorio meno traumatico del mio (solo LCA) è andato comunque a quel centro.... ma anche agli altri....cioè facevate cose che debbono essere fatte presso un "centro specializzato" e usavate un sacco di machinari e controcazzi? o le cose che facevate potevano essere fatte "da soli" non dico nella vasca da bagno :D ma in una qualsiasi piscina?

vi spiego anche il perche di queste seghe mentali :D in pratica, dalle notizie apprese da questa visita, ho "rimaneggiato" il mio programam di logistica post operatoria.... se mi opero come credo da Volpi, per un primo periodo voglio comunque stare a milano (sfruttando verosimilmente la disponibilità di casa dei miei zii) perche se corna facendo dovessero succedere complicazioni, ma anche se come mi auguro nn succedono, diciamo che da un pun to di vista psicologico mi rassicura maggiormente il fatto di stare in loco dove mi son operato, che per qualsiasi cosa, posso sempre farmi vedere...boh forse so un po' ipocondriaco... :D

ho però almeno assodato che per i primi 45 giorni dovrei stare a casa, quindi non si pone il problema di dover rompere le scatole a mio zio e farmi accompagnare a fa fisioterapia, in quanto dovrò fa tt a casa, al max se sarò impedito a farmi le punture di eparina farò venire un'infermiera a farmele....

finiti i 45 giorni devo decidermi se, fare il primo protocollo riabilitativo a milano (ovvero finoa l 90esimo giorno) e in questo caso andrei senz'altro nel centro che vi ho postato (posso ricominciare a guidare quindi salendo fin dall'inizio con la macchina a MI, ci andrei da solo senza rompere le scatole a mio zio) , che è proprio di Volpi e company, e poi,a lla fine del 90esimo giorno,m cominciare il protocollo riabilitativo funzionale presso un altro centro fisioterapico o personal trainer a Roma, (piu di 3 mesi dal lavoro nn mi sento di prendere anzi gia prendendo 3 mesi mi guarderanno storto in parecchi e nn è eslcuso che mi facciano qualche sorpresina al ritorno come successe a Gomma) :rolleyes:

oppure :D

scendere direttamente a Roma dopo i 45 giorni (magari un viagguio cosi lungo lo farei con mio zio, poi lo ospito na notte e gli apgo il biglietto per tornare su, appena tolto il tutore e stampelle a farmi 5 ore di auto nn è il massimo :D ) e cominciare tutto il protocollo fisioterapico presso un altro buon centro che sta vicino al lavoro e, come physioclinic di milano. è convenzionato con unisalute, la mia assicurazione che mi passa il lavoro (ed è questo qua, un altro po di pubblicitòà gratuita :D http://www.fisiopoint.net/) sembra buono anche questo, anche se privo delle "fighetterie" del primo,e ovviamente però non ci sarebeb il contatto tra chi mi opera e chi mi segue.....

sintetizzando (lo co che non è un mio dono ma ci provo :D ):

nella prima scelta

PREGI
1) c'è di buono che ci sarebbe sto fottuto contatto tra chi mi opera e chi mi segue (che dai ns precedenti discorsi è il golden top che può auspicarsi chi si opera :) ), dato che il centro è "il suo"

2) Mi sembra il golden top anche come strumentazione e macchinari (sempre che li debba utilizzare tutti)

DIFETTI

1)spezzerei comunque il protocollo fisioterapico, dato ceh dopo i 90 giorni, comunque la fase di recupero funzionale la dovrei comunqu fare a Roma (magari presso il secodno centro postato, tanto l'assicurazione mi copre per 4 mesi post intervento, quindi un mese ce l'avrei ancora gratis e pagherei solo il quinto mese in cui però potrei gia dilazionare le sedute)

2) mi dovrei "coricare" a casa di mio zio per 3 mesi belli e buoni, va beh che per me è come un padre però dopo 3 giorni l'ospite puzza si dice, e qua sarebebro 3 mesi :D

la seconda scelta tt l'opposto di quanto leggete di sopra, inoltre potrei tornare a lavoro anche un po prima evitando "rappresaglie"... :D

beh scusate per il mio papiello, ma dopo 15 giorni di assenza vi devo far riabituare! :D

Stefano Landau 22-10-2011 00:18

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 36192353)
Larè mi fai morì da come parli sembra un centro di ascolto per tossicodipendenti :Prrr: :D

cmq bn(mal)venuto anche da parte mia al nuovo arrivato, vedrai che in questa gabba di matti troverai parecchie informazioni interessanti.

Gomma ma tra quetsi irriducibili cjhe citi, contempli anche me? :D

cmq nons ei il solo a cui di tanto in tanto fa mnale la gamba sana, anche a me, ma io me lo spiego sia per ilfm atto che psicologicamente e involontariamente la sforzo piu della gamba normale sia per gli esercizi del cavoloc eh feci a na gamba sola ecc. ma son dolori passeggeri.


invece vorrei chiedervi una cosa, forse un discorso gia affrontato ma lo ripropongo.... stavio riumuginando sul fatto che il dott Volpi mi aveva detto che fondamentalmente il protocollo fisioterapico era cosi suddiviso


45 giorni di tutore e stampelle e ginnastica a casa

dal 45°esimo giorno al 90esimo recarsi presso un centro di fisio e cominciare con la terapia in acqua, questo protocollo fisioterapico durerà fino al90esimo giorno (3 mesi dunque).
infiene 2 - 3 mesi di recupero funzionale, o sempre presso un centro di fisioterapia o presso una palestra ma seguiti da un personal trainer.

la cosa su cui mi voglio soffermare è la fisioterapia in acqua.... voi che esercizi facevate?

io, con l'occasione di aver fatto la visita al centro physioclinic da Volpi ho chieso alla segretaria/receptionista anche di vedere il centro, ed è molto paraculo, (mo ve lo faccio vedere, vah, famo un po' di pubblicità gratuita, va beh Stefano lo conoscerà già :D, questo è il link diretto http://www.physioclinic.it/index.shtml )... la vasca dove si fa idroterapia è molo grande e hanno anche l'hydrobike (cyclette in acqua :cool: )...

voi che facevate in acqua? mi rivolgo soprattutto a STEFANO che anche se per un popst operatorio meno traumatico del mio (solo LCA) è andato comunque a quel centro.... ma anche agli altri....cioè facevate cose che debbono essere fatte presso un "centro specializzato" e usavate un sacco di machinari e controcazzi? o le cose che facevate potevano essere fatte "da soli" non dico nella vasca da bagno :D ma in una qualsiasi piscina?

vi spiego anche il perche di queste seghe mentali :D in pratica, dalle notizie apprese da questa visita, ho "rimaneggiato" il mio programam di logistica post operatoria.... se mi opero come credo da Volpi, per un primo periodo voglio comunque stare a milano (sfruttando verosimilmente la disponibilità di casa dei miei zii) perche se corna facendo dovessero succedere complicazioni, ma anche se come mi auguro nn succedono, diciamo che da un pun to di vista psicologico mi rassicura maggiormente il fatto di stare in loco dove mi son operato, che per qualsiasi cosa, posso sempre farmi vedere...boh forse so un po' ipocondriaco... :D

ho però almeno assodato che per i primi 45 giorni dovrei stare a casa, quindi non si pone il problema di dover rompere le scatole a mio zio e farmi accompagnare a fa fisioterapia, in quanto dovrò fa tt a casa, al max se sarò impedito a farmi le punture di eparina farò venire un'infermiera a farmele....

finiti i 45 giorni devo decidermi se, fare il primo protocollo riabilitativo a milano (ovvero finoa l 90esimo giorno) e in questo caso andrei senz'altro nel centro che vi ho postato (posso ricominciare a guidare quindi salendo fin dall'inizio con la macchina a MI, ci andrei da solo senza rompere le scatole a mio zio) , che è proprio di Volpi e company, e poi,a lla fine del 90esimo giorno,m cominciare il protocollo riabilitativo funzionale presso un altro centro fisioterapico o personal trainer a Roma, (piu di 3 mesi dal lavoro nn mi sento di prendere anzi gia prendendo 3 mesi mi guarderanno storto in parecchi e nn è eslcuso che mi facciano qualche sorpresina al ritorno come successe a Gomma) :rolleyes:

oppure :D

scendere direttamente a Roma dopo i 45 giorni (magari un viagguio cosi lungo lo farei con mio zio, poi lo ospito na notte e gli apgo il biglietto per tornare su, appena tolto il tutore e stampelle a farmi 5 ore di auto nn è il massimo :D ) e cominciare tutto il protocollo fisioterapico presso un altro buon centro che sta vicino al lavoro e, come physioclinic di milano. è convenzionato con unisalute, la mia assicurazione che mi passa il lavoro (ed è questo qua, un altro po di pubblicitòà gratuita :D http://www.fisiopoint.net/) sembra buono anche questo, anche se privo delle "fighetterie" del primo,e ovviamente però non ci sarebeb il contatto tra chi mi opera e chi mi segue.....

sintetizzando (lo co che non è un mio dono ma ci provo :D ):

nella prima scelta

PREGI
1) c'è di buono che ci sarebbe sto fottuto contatto tra chi mi opera e chi mi segue (che dai ns precedenti discorsi è il golden top che può auspicarsi chi si opera :) ), dato che il centro è "il suo"

2) Mi sembra il golden top anche come strumentazione e macchinari (sempre che li debba utilizzare tutti)

DIFETTI

1)spezzerei comunque il protocollo fisioterapico, dato ceh dopo i 90 giorni, comunque la fase di recupero funzionale la dovrei comunqu fare a Roma (magari presso il secodno centro postato, tanto l'assicurazione mi copre per 4 mesi post intervento, quindi un mese ce l'avrei ancora gratis e pagherei solo il quinto mese in cui però potrei gia dilazionare le sedute)

2) mi dovrei "coricare" a casa di mio zio per 3 mesi belli e buoni, va beh che per me è come un padre però dopo 3 giorni l'ospite puzza si dice, e qua sarebebro 3 mesi :D

la seconda scelta tt l'opposto di quanto leggete di sopra, inoltre potrei tornare a lavoro anche un po prima evitando "rappresaglie"... :D

beh scusate per il mio papiello, ma dopo 15 giorni di assenza vi devo far riabituare! :D

Sulla pysioclinic il lavoro più importante nel mio caso l'hanno fatto chi mi seguiva.
In piscina gli esercizi sono tutto sommato semplici e con attrezzi molto semplici (mai fatto idrobike io.....)
Iniziavano a farmi fare degli affondi e vari tipi di camminata con l'acqua che ti arriva a diverse altezze, ovviamente meno è profonda più difficile e pesante è l'esercizio.
Facevano camminare o fare affondi, o camminate laterali con delle cavigliere che aumentavano la resistenza con l'acqua e ti alleggerivano il piede.

Oppure ti davano una palla o un tubo galleggiante da tenere giu con il piede della gamba operata (esercizi propiocettivi) un'altro esercizio era stando attaccati ai galleggianti della corsia muovere le gambe come se si stesse pedalando.

La cosa utile, è che i primi esercizi li facevo nella piscina grossa, ma più fredda, altri, dove mi muovevo di meno, mi spostavano in quella piccola più calda. Questo era importante perchè stando in acqua 1 ora o più alla fine muovendoti non molto veniva freddo.

In palestra gli esercizi principali (iniziali) erano isometria con le cavigliere, cyclette per riscaldarsi, tavolette per l'equilibrio, salire e scendere da un gradino, step, leg curl e leg extension. La macchina della leg exstension è forse l'unica specifica per la riabilitazione (ma c'è pure nella mia attuale palestra) in quanto ti permette di bloccare il range di movimento e quindi di impedire dei movimenti dannosi)

Se ti rimborsa l'assicurazione direi che la physioclinic è un'ottima struttura. Io facevo 3 sedute alla settimana (a 70 € a seduta da privato sarebbe cosatato un po' troppo......)

Alla fine della fisioterapia però gia riuscivo a fare 15 minuti di corsa su tapisoulant a 8 km/h (incrementando fino a 9) con 1.5 % di pendenza. Da notare che io prima di farmi male dopo 5 minuti di corsa, anche se solo a 5km/h ero senza fiato.........

Delfino81 22-10-2011 11:20

Quote:

Originariamente inviato da Stefano Landau (Messaggio 36194721)
Sulla pysioclinic il lavoro più importante nel mio caso l'hanno fatto chi mi seguiva.
In piscina gli esercizi sono tutto sommato semplici e con attrezzi molto semplici (mai fatto idrobike io.....)
Iniziavano a farmi fare degli affondi e vari tipi di camminata con l'acqua che ti arriva a diverse altezze, ovviamente meno è profonda più difficile e pesante è l'esercizio.
Facevano camminare o fare affondi, o camminate laterali con delle cavigliere che aumentavano la resistenza con l'acqua e ti alleggerivano il piede.

Oppure ti davano una palla o un tubo galleggiante da tenere giu con il piede della gamba operata (esercizi propiocettivi) un'altro esercizio era stando attaccati ai galleggianti della corsia muovere le gambe come se si stesse pedalando.

La cosa utile, è che i primi esercizi li facevo nella piscina grossa, ma più fredda, altri, dove mi muovevo di meno, mi spostavano in quella piccola più calda. Questo era importante perchè stando in acqua 1 ora o più alla fine muovendoti non molto veniva freddo.

In palestra gli esercizi principali (iniziali) erano isometria con le cavigliere, cyclette per riscaldarsi, tavolette per l'equilibrio, salire e scendere da un gradino, step, leg curl e leg extension. La macchina della leg exstension è forse l'unica specifica per la riabilitazione (ma c'è pure nella mia attuale palestra) in quanto ti permette di bloccare il range di movimento e quindi di impedire dei movimenti dannosi)

Se ti rimborsa l'assicurazione direi che la physioclinic è un'ottima struttura. Io facevo 3 sedute alla settimana (a 70 € a seduta da privato sarebbe cosatato un po' troppo......)

Alla fine della fisioterapia però gia riuscivo a fare 15 minuti di corsa su tapisoulant a 8 km/h (incrementando fino a 9) con 1.5 % di pendenza. Da notare che io prima di farmi male dopo 5 minuti di corsa, anche se solo a 5km/h ero senza fiato.........



Grazie della risp, caro Stefano, ma giusto x capirci, c'era unmotivo per cui ti facevano andare prima alla piscina grossa e poi a quella piccola? era solo la differenza di temperatur? al entro romano che ti ho postto c'è solo la piscina piccola con acqua piu calda, se facessi tuto a Roma credo che farei tutto là. ma tu hai visto un certo contatto diretto tra il fisioterapista e il dottore?

alex642002 22-10-2011 13:22

Quote:

Originariamente inviato da Delfino81 (Messaggio 36195904)
Grazie della risp, caro Stefano, ma giusto x capirci, c'era unmotivo per cui ti facevano andare prima alla piscina grossa e poi a quella piccola? era solo la differenza di temperatur? al entro romano che ti ho postto c'è solo la piscina piccola con acqua piu calda, se facessi tuto a Roma credo che farei tutto là. ma tu hai visto un certo contatto diretto tra il fisioterapista e il dottore?

Dici la Salvetti?Neanche 20 m è quella piscina :D


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 05:34.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.