Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Schede audio, altoparlanti, software e codec audio (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=19)
-   -   Amplificatori, Sintoamplificatori, Diffusori e Subwoofer (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1756479)


sacd 07-11-2009 12:24

Quote:

Originariamente inviato da Predator_ISR (Messaggio 29592472)
Ti chiedo un chiarimento, quando dici eroga piu' corrente, in termini generali e non legati al post in argomento, ti riferisci alla Capacita' di Corrente Istantanea? se si un valore di 25 Ampere lo consideri buono? Grazie

Intendo dire che di sicuro tutti gli amply multicnale che vedi che ti dichiarano 160 watt, in realtà ne danno sì 160 ma con un canale slo in funzione, se ne colleghi 5 ne danno 25 di rms su un carico da 8 ohm, se gli metti un carico da 4 nominale, e tanto devi spostare degli interuttori dietro all'amply, te li pilotano, ma la potenza scende al posto di salire come vorrebbe la regola per cui in teoria se dovessi scendere a metà carico la potenza erogabile dovrebbe salire del doppio.
Del resto questi amply hanno una sezione di alimentazione con due condensatori da 15.000 uF se va bene e ti dichiarano quele potenze e tutto è impostato di conseguenza; ad esempio quello stereo che ho io è dichiarato 50 watt e usa 4 condensatori da 68.000 uF ad esempio per darti una idea delle fregnacce che scrivono

Spytek 07-11-2009 12:36

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29592215)
NN sono finali, sono convertitori D/A, e anche il migliore in assoluto sarebbe vano se il resto della circuiteria fa schifo....
Se ti è tanto caro il pilotaggio dei diffusori nella fascia che vuoi prendere tu l'amply ti devi prendere un marantz, che ha molti meno funzioni giocattolo rispetto allo yamaha, ma ha la sezione finale che eroga più corrente

Come al solito sempre disponibile ed esaustivo.;)
Vorrei restare sui 350-400 euro per il sinto.Altra alternativa Denon Avr 1610,che ne dici?
Per quanto riguarda il sub avrei optato per il jbl Es 150 p.Che ne pensi?
Grazie :)

Predator_ISR 07-11-2009 12:40

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29592638)
Intendo dire che di sicuro tutti gli amply multicnale che vedi che ti dichiarano 160 watt, in realtà ne danno sì 160 ma con un canale slo in funzione, se ne colleghi 5 ne danno 25 di rms su un carico da 8 ohm,.............

Si questo mi era chiaro leggendo le specifiche tecniche del mio avr 2550S, dove appunto cita: Potenza media continua 50W per singolo canale 20 - 20kHz su 8 ohm, con 0.07 di THD; per poi scendere a 40W per singolo canale 20 -20kHz su 8 ohm sempre con 0.07 di THD se usato in modalita' surround a 5 canali. Ma dove penso di aver perso qualche pezzo in tutti questi anni e' sul fatto che una volta si diceva che gli impianti a valvole erano migliori dal punto di vista della fedelta di riproduzione perche lavorando in tensione introducevano minor distorsione, mentre gli ampli realizzati a stato solido mediante BJT erano soggetti ad una distorsione intrinseca poiche' lavoravano/lavorano in corrente. Quindi qui il dubbio a capire cosa e' successo in questi anni tale da riportare nell'olimpo i dispositivi che lavorano in corrente.

plata 07-11-2009 12:51

Quote:

Originariamente inviato da plata (Messaggio 29586289)
quali sono le differenze tra 255 e 355 ?

up

azz nelle specifiche tecniche vedo che non hanno iil dolby volume :read:

Martino84 07-11-2009 15:12

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29592638)
Del resto questi amply hanno una sezione di alimentazione con due condensatori da 15.000 uF se va bene e ti dichiarano quele potenze e tutto è impostato di conseguenza; ad esempio quello stereo che ho io è dichiarato 50 watt e usa 4 condensatori da 68.000 uF ad esempio per darti una idea delle fregnacce che scrivono

C'è da dire che il tuo amply è un caso a parte anche rispetto agli amplificatori stereo! :asd:

Ps: ti deve andare di lusso a trovare due condensatori da 15K uf in un ampli multicanale dal costo medio o basso...:mc:

Predator_ISR 07-11-2009 16:50

Quote:

Originariamente inviato da Martino84 (Messaggio 29595139)
C'è da dire che il tuo amply è un caso a parte anche rispetto agli amplificatori stereo! :asd:

Ps: ti deve andare di lusso a trovare due condensatori da 15K uf in un ampli multicanale dal costo medio o basso...:mc:

Me state a fa veni voglia di aprire il mio per vede' che roba c'e'!!!

Spytek 07-11-2009 18:43

Raga ma come è possibile che se effettuo un ordine al noto sito onlinxxxre di un sub,due satelliti e un centrale mi chiedono 55 euro di spedizione?:rolleyes:
Cioè cn il paccocelere 3 le poste ti chiedono 9,10 euro fino a 30 kg .Che ladri..:mad:

Predator_ISR 07-11-2009 18:45

Quote:

Originariamente inviato da Spytek (Messaggio 29597743)
Raga ma come è possibile che se effettuo un ordine al noto sito onlinxxxre di un sub,due satelliti e un centrale mi chiedono 55 euro di spedizione?:rolleyes:
Cioè cn il paccocelere 3 le poste ti chiedono 9,10 euro fino a 30 kg .Che ladri..:mad:

E' lo stesso trucco che usano altri che vendono sulla baia.

plata 07-11-2009 19:19

nessuno sa quali sono le differenze tra l'harman kardon 255 e il 355?

sacd 07-11-2009 19:37

Quote:

Originariamente inviato da Predator_ISR (Messaggio 29592920)
Si questo mi era chiaro leggendo le specifiche tecniche del mio avr 2550S, dove appunto cita: Potenza media continua 50W per singolo canale 20 - 20kHz su 8 ohm, con 0.07 di THD; per poi scendere a 40W per singolo canale 20 -20kHz su 8 ohm sempre con 0.07 di THD se usato in modalita' surround a 5 canali. Ma dove penso di aver perso qualche pezzo in tutti questi anni e' sul fatto che una volta si diceva che gli impianti a valvole erano migliori dal punto di vista della fedelta di riproduzione perche lavorando in tensione introducevano minor distorsione, mentre gli ampli realizzati a stato solido mediante BJT erano soggetti ad una distorsione intrinseca poiche' lavoravano/lavorano in corrente. Quindi qui il dubbio a capire cosa e' successo in questi anni tale da riportare nell'olimpo i dispositivi che lavorano in corrente.

Allo stato attuale i bipolari li trovi sui multicanale, ma negli stereo ci sono anche i mosfet che come suono assomigliano alle valvole, solo che come corrente di uscita sono inferiori ai bipolari, però lavorano megli alle alte tensioni.
La diversità delle valvole è che quando lavorano vicino alla loro saturazione hanno una curva di distrosione molto morbida, mentre i transistor vanno in saturazione quasi netta, per questo una transisto farlocco da 40 watt rms può avere meno capacità di pilotaggio di un valvolare da 15 watt; poi c'è tutto il contorno, come lo stadio di alimentazione e i trasformatori di uscita per i valvolari, che avendo una impedenza più bassa(spero di ricordare giusto) dei modelli a transistor hanno bisogno di un disaccoppiamento con gli altoparlanti, per cui ci va messo un trasformatore per ogni canale di uscita...

Dimenticavo
"mentre gli ampli realizzati a stato solido mediante BJT erano soggetti ad una distorsione intrinseca poiche' lavoravano/lavorano in corrente"

Quella che parli tu è la distorsione di commutazione, infatti tutti gli amply o quasi funzionano in classe AB che è una via di mezzo fra classe A e classe B.
In classe A i transistor sono sempre attivi durante il treno del segnale in ingresso quindi nn si spengono mai, nel B si spegnerebbero al 50%, mentre nell'AB si applica una tensione di bias per tenerli leggermente in funzione.
Se tu usi la classe A hai risolto il tuo problema, ma te ne crei altri, del tipo correnti molto alte nei circuiti, calore da smaltire, alimentazione da dimensionare a dovere e componenti fuori discussione che devi utilizzare per reggere il tutto

Predator_ISR 07-11-2009 20:34

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29598360)
Allo stato attuale i bipolari li trovi sui multicanale, ma negli stereo ci sono anche i mosfet che come suono assomigliano alle valvole, solo che come corrente di uscita sono inferiori ai bipolari, però lavorano megli alle alte tensioni.
La diversità delle valvole è che quando lavorano vicino alla loro saturazione hanno una curva di distrosione molto morbida, mentre i transistor vanno in saturazione quasi netta, per questo una transisto farlocco da 40 watt rms può avere meno capacità di pilotaggio di un valvolare da 15 watt; poi c'è tutto il contorno, come lo stadio di alimentazione e i trasformatori di uscita per i valvolari, che avendo una impedenza più bassa(spero di ricordare giusto) dei modelli a transistor hanno bisogno di un disaccoppiamento con gli altoparlanti, per cui ci va messo un trasformatore per ogni canale di uscita...

Dimenticavo
"mentre gli ampli realizzati a stato solido mediante BJT erano soggetti ad una distorsione intrinseca poiche' lavoravano/lavorano in corrente"

Quella che parli tu è la distorsione di commutazione, infatti tutti gli amply o quasi funzionano in classe AB che è una via di mezzo fra classe A e classe B.
In classe A i transistor sono sempre attivi durante il treno del segnale in ingresso quindi nn si spengono mai, nel B si spegnerebbero al 50%, mentre nell'AB si applica una tensione di bias per tenerli leggermente in funzione.
Se tu usi la classe A hai risolto il tuo problema, ma te ne crei altri, del tipo correnti molto alte nei circuiti, calore da smaltire, alimentazione da dimensionare a dovere e componenti fuori discussione che devi utilizzare per reggere il tutto

Intanto ti ringrazio per la risposta. Io non intendevo riferirmi alla distorsione di commutazione: credo che a parte i pregi/difetti collegati alla classe di amplificazione (come da te citato classe A;B; AB) e quindi la relativa configurazione - all'epoca, per i transistor era di "moda" la classe B con configurazione push-pull - la quale introduceva quanto da te descritto: distorsione di commutazione. Io nel riportare il confronto tra valvola e transistor mi riferivo alla famiglia di curve caratteristiche dei due dispositivi che all'epoca mostravano una minore linearita' (e quindi minore utilizzo) del transistor rispetto alla valvola. Circa i MOSFET di potenza li sono fermo al fatto che pur avendo una famiglia di curve caratteristiche come le valvole (in quanto come da te detto lavorano in tensione) avevano una minore "propensione" a gestire alte potenze.

plata 07-11-2009 20:47

Non c'è mai nessuno che mi risp... cavolo... up :(

sacd 07-11-2009 20:48

Quote:

Originariamente inviato da Predator_ISR (Messaggio 29598912)
Circa i MOSFET di potenza li sono fermo al fatto che pur avendo una famiglia di curve caratteristiche come le valvole (in quanto come da te detto lavorano in tensione) avevano una minore "propensione" a gestire alte potenze.

Il problema si risolve aumentando i dispositivi di uscita mettendoli in parallelo, però così ti servirebbero dei dispositivi molto simili fra di loro per ovvi motivi elettrici, credo che tempi addietro fosse difficile avere o trovare componenti identici fra loro

Predator_ISR 07-11-2009 21:09

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29599020)
credo che tempi addietro fosse difficile avere o trovare componenti identici fra loro

Era una questione di prezzo: le coppie selezionate e di marca (tipo la "mitica" Motorola di allora) potevano costare anche un fattore 1000 - 2000 di una coppia comune; il motivo era chiaro: provenivano dalla stessa barretta di silicio.

sacd 07-11-2009 21:09

Quote:

Originariamente inviato da plata (Messaggio 29599015)
Non c'è mai nessuno che mi risp... cavolo... up :(

http://www.harmankardon.com/EN-GB/Pr...ctCompare.aspx

Forse questo ti aiuta

sacd 07-11-2009 21:12

Quote:

Originariamente inviato da Predator_ISR (Messaggio 29599188)
Era una questione di prezzo: le coppie selezionate e di marca (tipo la "mitica" Motorola di allora) potevano costare anche un fattore 1000 - 2000 di una coppia comune; il motivo era chiaro: provenivano dalla stessa barretta di silicio.

NN è una barretta:D , è un wafer, cmq nn è detto che dispositivi identici arrivino dallo stesso wafer, come nn è detto che tutti i core migliori arrivino dal centro wafer, c'è solo la provabilità maggiore, infatti nn tutte le operazioni di un processo per semiconduttori sono critici sul bordo wafer:p

Predator_ISR 07-11-2009 21:28

Quote:

Originariamente inviato da sacd (Messaggio 29599209)
NN è una barretta:D , è un wafer, cmq nn è detto che dispositivi identici arrivino dallo stesso wafer, come nn è detto che tutti i core migliori arrivino dal centro wafer, c'è solo la provabilità maggiore, infatti nn tutte le operazioni di un processo per semiconduttori sono critici sul bordo wafer:p

certo e' un discorso statistico, non credo si possa controllare con precisione pico-nano metrica la quantita' di drogaggio del biscotto (visto che barretta nn piace), e non a caso parlavo di coppia selezionata: una specie di controllo qualita' andava/viene fatta; .......almeno credo!!

GnR 07-11-2009 22:18

Salve gente ^^
Due anni fa circa, in questo forum rompevo le balle perchè avevo l'ampli in firma morto.. ora, a distanza di questo tempo, e avendo iniziato il triennio di elettronica a scuola, mi è venuta voglia di conoscere questo apparecchio.
E pensare che sempre in quei vecchi periodi, mi ero messo in testa di ripararlo da solo :asd:
Come dicevo, da morto che era, è stato riparato, causa finali rotti per la bellezza di 130 sbleuri..
Ora aprendolo, non riesco a capire una mazza di dove sia stata effettuata la riparazione, quali componenti siano stati sostituiti...

Posto qualche fotina, fatte velocemente.
La prima mostra tutto l'apparecchio, le altre tre ho provato ad inquadrare le zone dell'alimentazione e dintorni..
http://img190.imageshack.us/gal.php?g=07112009006.jpg

Spytek 07-11-2009 22:57

Quote:

Originariamente inviato da Predator_ISR (Messaggio 29597762)
E' lo stesso trucco che usano altri che vendono sulla baia.

Le gente a questo punto fa bene ad acquistare da Mediaworld,Eldo Euronics e similiari tanto il prezzo è quello e non devi aspettare la spedizione...

Predator_ISR 08-11-2009 08:30

Quote:

Originariamente inviato da GnR (Messaggio 29599702)
...... è stato riparato, causa finali rotti per la bellezza di 130 sbleuri..
Ora aprendolo, non riesco a capire una mazza di dove sia stata effettuata la riparazione, quali componenti siano stati sostituiti...

Per definizione (o meglio per necessita') i finali, dovrebbero essere "coperti" dalla maxi alettona di raffreddamento che si nota al centro della prima foto: tuttavia si vedono - sempre nella prima foto - in alto a SX una coppia di "padelline" semi-nascoste da un circuito stampato, se e' possibile leggere la sigla di quei due semiconduttori si puo' risalire alla loro funzione.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 01:39.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.