Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scienza e tecnica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=91)
-   -   Legamento crociato anteriore (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=498329)


Fabbro76 31-05-2007 15:06

Boh! Dipenderà dai casi. A me hanno ricostruito il crociato e allo stesso tempo hanno fatto una meniscectomia selettiva.
Lo stesso è successo ad altri amici che conosco.

Dipenderà da caso a caso.

DonD 31-05-2007 16:04

Quote:

Originariamente inviato da Fabbro76 (Messaggio 17344982)
Boh! Dipenderà dai casi. A me hanno ricostruito il crociato e allo stesso tempo hanno fatto una meniscectomia selettiva.
Lo stesso è successo ad altri amici che conosco.

Dipenderà da caso a caso.

L'importante cmq è che venga fatto un buon lavoro :)

laurami 31-05-2007 22:10

Sono stato operato lunedì 28...
 
Ciao ragazzi, sono tornato a casa oggi dopo l'intervento fatto lunedì scorso.

Mi ero fatto male il 27 marzo e a distanza di due mesi, dopo parecchia riabilitazione per preparare l'intervento (tecarpteria, hydroforersi, compex e cyclette), sono stato operato.

L'intervento pensavo fosse una passeggiata ma mi sono dovuto ricredere: è semplice come tipo di intervento ma è pur sempre un intervento chirurgico che può richiedere, dopo, l'assunzione di antidolorifici. Il drenaggio di sangue che ti tengono attaccato per un altro giorno e mezzo non m'ha fatto dormire per 2 notti, inoltre io ho avuto pure febbre (c'è pur sempre una ferita interna che si deve rimarginare) fino a 37,9 e vomito (gli antidolorifici sono un po' aggressivi con l'intestino).

A me hanno fatto l'anestesia lombare (addormentato dall'ombelico in giù e smaltita totalmente nel giro di 6 ore, riuscendo anche ad urinare senza far uso del catetere - la vescica è l'ultima cosa che si risveglia), ho seguito l'operazione in diretta sul monitor "assistendo" il mio medico che mentre mi operava mi spiegava tutto (è stato veramente gentile) e devo dire che non ho sentito alcun dolore ma sentivo cmq "tagliare" la pelle e "perforare" femore e tibia (non abbiate paura, non fa male, ma se qualcuno potrebbe impressionarsi per questo fatevi fare l'anestesia totale). I buchetti nelle ossa sono serviti ad ancorare il nuovo legamento, preso dal semitendinoso e dal gracile, con un chiodino riassorbibile nel giro di un anno e una placchetta in lega di titanio che invece rimarrà.

Che il tendino rotuleo fosse più resistente e richiedesse più tempo per la riabilitaizone non lo sapevo, quello che mi hanno detto è che ora usano il semitendinoso e il gracile perchè più adatto agli sportivi che fanno parecchi salti (come nel mio caso).

Oggi, a distanza di 4 gg, tutta la gamba e non solo il ginocchio è gonfia ma è normale: il più comincia adesso.

Se avete domande chiedete.

DonD 01-06-2007 00:53

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17350798)
Ciao ragazzi, sono tornato a casa oggi dopo l'intervento fatto lunedì scorso.

Mi ero fatto male il 27 marzo e a distanza di due mesi, dopo parecchia riabilitazione per preparare l'intervento (tecarpteria, hydroforersi, compex e cyclette), sono stato operato.

L'intervento pensavo fosse una passeggiata ma mi sono dovuto ricredere: è semplice come tipo di intervento ma è pur sempre un intervento chirurgico che può richiedere, dopo, l'assunzione di antidolorifici. Il drenaggio di sangue che ti tengono attaccato per un altro giorno e mezzo non m'ha fatto dormire per 2 notti, inoltre io ho avuto pure febbre (c'è pur sempre una ferita interna che si deve rimarginare) fino a 37,9 e vomito (gli antidolorifici sono un po' aggressivi con l'intestino).

A me hanno fatto l'anestesia lombare (addormentato dall'ombelico in giù e smaltita totalmente nel giro di 6 ore, riuscendo anche ad urinare senza far uso del catetere - la vescica è l'ultima cosa che si risveglia), ho seguito l'operazione in diretta sul monitor "assistendo" il mio medico che mentre mi operava mi spiegava tutto (è stato veramente gentile) e devo dire che non ho sentito alcun dolore ma sentivo cmq "tagliare" la pelle e "perforare" femore e tibia (non abbiate paura, non fa male, ma se qualcuno potrebbe impressionarsi per questo fatevi fare l'anestesia totale). I buchetti nelle ossa sono serviti ad ancorare il nuovo legamento, preso dal semitendinoso e dal gracile, con un chiodino riassorbibile nel giro di un anno e una placchetta in lega di titanio che invece rimarrà.

Che il tendino rotuleo fosse più resistente e richiedesse più tempo per la riabilitaizone non lo sapevo, quello che mi hanno detto è che ora usano il semitendinoso e il gracile perchè più adatto agli sportivi che fanno parecchi salti (come nel mio caso).

Oggi, a distanza di 4 gg, tutta la gamba e non solo il ginocchio è gonfia ma è normale: il più comincia adesso.

Se avete domande chiedete.

Beato tu che hai già passato l'operazione :)
In bocca al lupo per la riabilitazione e una rapida ripresa!

Fabbro76 01-06-2007 10:47

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17350798)
Ciao ragazzi, sono tornato a casa oggi dopo l'intervento fatto lunedì scorso.

Mi ero fatto male il 27 marzo e a distanza di due mesi, dopo parecchia riabilitazione per preparare l'intervento (tecarpteria, hydroforersi, compex e cyclette), sono stato operato.

L'intervento pensavo fosse una passeggiata ma mi sono dovuto ricredere: è semplice come tipo di intervento ma è pur sempre un intervento chirurgico che può richiedere, dopo, l'assunzione di antidolorifici. Il drenaggio di sangue che ti tengono attaccato per un altro giorno e mezzo non m'ha fatto dormire per 2 notti, inoltre io ho avuto pure febbre (c'è pur sempre una ferita interna che si deve rimarginare) fino a 37,9 e vomito (gli antidolorifici sono un po' aggressivi con l'intestino).

A me hanno fatto l'anestesia lombare (addormentato dall'ombelico in giù e smaltita totalmente nel giro di 6 ore, riuscendo anche ad urinare senza far uso del catetere - la vescica è l'ultima cosa che si risveglia), ho seguito l'operazione in diretta sul monitor "assistendo" il mio medico che mentre mi operava mi spiegava tutto (è stato veramente gentile) e devo dire che non ho sentito alcun dolore ma sentivo cmq "tagliare" la pelle e "perforare" femore e tibia (non abbiate paura, non fa male, ma se qualcuno potrebbe impressionarsi per questo fatevi fare l'anestesia totale). I buchetti nelle ossa sono serviti ad ancorare il nuovo legamento, preso dal semitendinoso e dal gracile, con un chiodino riassorbibile nel giro di un anno e una placchetta in lega di titanio che invece rimarrà.

Che il tendino rotuleo fosse più resistente e richiedesse più tempo per la riabilitaizone non lo sapevo, quello che mi hanno detto è che ora usano il semitendinoso e il gracile perchè più adatto agli sportivi che fanno parecchi salti (come nel mio caso).

Oggi, a distanza di 4 gg, tutta la gamba e non solo il ginocchio è gonfia ma è normale: il più comincia adesso.

Se avete domande chiedete.

Benvenuto nel club degli artroscopizzati! :)

Leggendo il tuo messaggio sono ritornato al 27 di aprile, la data in cui mi hanno operato :(
Il momento del risveglio è stato terribile....dal dolore tremavo tutto....poi mi sono fatto due "dosi" di Toradol e mi è passato....

A differenza di te, io sono stato addormentato. Però come te mi hanno ricostruito il tutto con il semitendinoso e gracile.....

Per ciò che vale, posso darti la mia esperienza per quanto concerne la riabilitazione.
Faccio 6 ore di fisioterapia al giorno, dal giorno dopo che mi sono operato.
I primi giorni non ce la facevo a fare tutti gli esercizi prescritti e andavo avanti a punture di Toradol.
Poi via via ho cercato di eseguirli tutti per tutto il tempo che mi avevano detto.

Il 2 di maggio ho fatto un ulteriore controllo, nuova medicazione e fasciatura con garza elastica.
Il 18 Maggio alro controllo, via i punti e nuovi esercizi di kinesiterapia e potenziamento della gamba.

Oggi ho buttato via le stampelle e provo ad andare da me.....in realtà una stampella me la porto dietro....è un fatto psicologico ma ancora ho dolore e non mi sento sicuro.

La cosa che mi preoccupa è che se sto in piedi, e provo a flettere la gamba, ancora non ce la faccio....o meglio ce la faccio fino a 90° e poi stop.:(

Speriamo di recuperare nei prox. mesi....sennò mi sparo!!!:muro:

rox70 01-06-2007 13:54

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17350798)
Ciao ragazzi, sono tornato a casa oggi dopo l'intervento fatto lunedì scorso.

Mi ero fatto male il 27 marzo e a distanza di due mesi, dopo parecchia riabilitazione per preparare l'intervento (tecarpteria, hydroforersi, compex e cyclette), sono stato operato.

L'intervento pensavo fosse una passeggiata ma mi sono dovuto ricredere: è semplice come tipo di intervento ma è pur sempre un intervento chirurgico che può richiedere, dopo, l'assunzione di antidolorifici. Il drenaggio di sangue che ti tengono attaccato per un altro giorno e mezzo non m'ha fatto dormire per 2 notti, inoltre io ho avuto pure febbre (c'è pur sempre una ferita interna che si deve rimarginare) fino a 37,9 e vomito (gli antidolorifici sono un po' aggressivi con l'intestino).

A me hanno fatto l'anestesia lombare (addormentato dall'ombelico in giù e smaltita totalmente nel giro di 6 ore, riuscendo anche ad urinare senza far uso del catetere - la vescica è l'ultima cosa che si risveglia), ho seguito l'operazione in diretta sul monitor "assistendo" il mio medico che mentre mi operava mi spiegava tutto (è stato veramente gentile) e devo dire che non ho sentito alcun dolore ma sentivo cmq "tagliare" la pelle e "perforare" femore e tibia (non abbiate paura, non fa male, ma se qualcuno potrebbe impressionarsi per questo fatevi fare l'anestesia totale). I buchetti nelle ossa sono serviti ad ancorare il nuovo legamento, preso dal semitendinoso e dal gracile, con un chiodino riassorbibile nel giro di un anno e una placchetta in lega di titanio che invece rimarrà.

Che il tendino rotuleo fosse più resistente e richiedesse più tempo per la riabilitaizone non lo sapevo, quello che mi hanno detto è che ora usano il semitendinoso e il gracile perchè più adatto agli sportivi che fanno parecchi salti (come nel mio caso).

Oggi, a distanza di 4 gg, tutta la gamba e non solo il ginocchio è gonfia ma è normale: il più comincia adesso.

Se avete domande chiedete.

mi chiedevo come era andata, sapevo che ti avevano operato. quindi peggio sel previsto ,io giorno 8 giugno dovrei vedermi per fissare la data penso fine giugno, quindi consigli anestesia totale, io vorrei fare la locale ,ma che intendi che si sente tutto non hai preso tranquillanti!! io farei col rotuleo

laurami 01-06-2007 22:12

Quote:

Originariamente inviato da rox70 (Messaggio 17358275)
mi chiedevo come era andata, sapevo che ti avevano operato. quindi peggio sel previsto ,io giorno 8 giugno dovrei vedermi per fissare la data penso fine giugno, quindi consigli anestesia totale, io vorrei fare la locale ,ma che intendi che si sente tutto non hai preso tranquillanti!! io farei col rotuleo

Diciamo che da come me l'avevano messa i medici (ne ho sentito più di uno), mi aspettavo un post operazione più tranquillo ma d'altronde, se spaventassero tutti quanti, si opererebbero molte meno persone.

Che intendo che si sente tutto? Sentivo quello che mi facevano (quando mi aprivano per prelevare i lembi di tendine, quando mi foravano femore e tibia) ma non provavo dolore. So che può sembrare strano ma è proprio così. Se ti potrebbe fare impressione, fatti fare l'anestesia totale.

Unica cosa è che non so se sia meglio:
- svegliarsi pian piano e accorgersi di avere un dolore cane alla gamba (ANESTESIA TOTALE);
- essere consci mentre si risveglia la parte inferiore del corpo e accorgersi pian piano di avere un dolore cane alla gamba (ANESTESIA LOMBARE O SPINALE).
L'ANESTESIA LOCALE invece è esclusa, da quello che so io non si fa.

X Fabbro76
In che senso 6 ore di fisioterapia al giorno? Così tanto? Io ho iniziato a fare il fisiotek 3 volte al giorno per un'ora (l'elasticità, ossia il piegamento della gamba, è la prima cosa su cui si lavora), a camminare con le stampelle con carico parziale. Un po' di elettrostimolazione leggera. Tanto ghiaccio 3/4 volte al giorno per 30 min. Appena toglierò i punti, farò fisioterapia in acqua.

Te cosa intendi per farli tutti? Quali e quanti? A me non sembrano che siano così tanti gli esercizi...
Altra cosa: ma a te s'è gonfiata la gamba? E t'è diventata nera per l'ematoma nella parte interna posteriore? A me hanno detto che sarebbe stato normale ma così tanto nera non me l'aspettavo...

DonD 01-06-2007 23:49

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17364807)
Diciamo che da come me l'avevano messa i medici (ne ho sentito più di uno), mi aspettavo un post operazione più tranquillo ma d'altronde, se spaventassero tutti quanti, si opererebbero molte meno persone.

Penso pure io, infatti a leggere i resoconti la mia fifa sta aumentando! :D
Quando si tratta di ospedali io ho una fifa bestia! Premetto che fino ad ora fortunatamente non sono mai dovuto finire sotto i ferri.
Già adesso faccio fatica ad addormentarmi la notte pensando alla futura operazione :cry:

Se il prenotare un'operazione fosse tutto + rapido ci si penserebbe meno, così invece aumenta l'ansia e la paura. Per adesso a me toccherà il menisco, penso sia un'operazione + semplice rispetto alla ricostruzione del LCA, ma poi mi toccherà pure quello :mc:

rox70 02-06-2007 14:59

Quote:

Originariamente inviato da DonD (Messaggio 17365611)
Penso pure io, infatti a leggere i resoconti la mia fifa sta aumentando! :D
Quando si tratta di ospedali io ho una fifa bestia! Premetto che fino ad ora fortunatamente non sono mai dovuto finire sotto i ferri.
Già adesso faccio fatica ad addormentarmi la notte pensando alla futura operazione :cry:

Se il prenotare un'operazione fosse tutto + rapido ci si penserebbe meno, così invece aumenta l'ansia e la paura. Per adesso a me toccherà il menisco, penso sia un'operazione + semplice rispetto alla ricostruzione del LCA, ma poi mi toccherà pure quello :mc:

io giorno 6 alle 19 ho l'appuntamento col chirurgo per farmi rivedere e fissare la data che dovrebbe essere per i miei programmi fine giugno . il punto principale vertira sicuramente sulla anestesia dato che dove mi opero io tendono a fare atutti la totale pure per menisco. compatibilmente spero con le analisi che faranno ,se ci fossero allergie o altro ,io ad esempio ho un blocco di branca destro al cuore ,compensato ho sempre fatto tutto però non so appunto se può creare problemi ,in ogni caso cercherò a tutti i costi di farmi fare una locale magari poi mi possono dare 2 3 tranquillanti e mi addormento io mi da propio fastidio il fatto di perdere coscenza già a priori bo sarà un blocco mentale mio,ora il mio ginocchio va meglio sto facendo 2 3 volte acsett potenziamento in palestra e la muscolatura e discreta quasi quasi sarei tentato di non fare niente per il momento e aspettare ,però ho già programmato il lavoro e la famiglia andrebbe al mare quindi penso che alla fine mi farò operare

DonD 02-06-2007 15:32

Quote:

Originariamente inviato da rox70 (Messaggio 17371802)
io giorno 6 alle 19 ho l'appuntamento col chirurgo per farmi rivedere e fissare la data che dovrebbe essere per i miei programmi fine giugno . il punto principale vertira sicuramente sulla anestesia dato che dove mi opero io tendono a fare atutti la totale pure per menisco. compatibilmente spero con le analisi che faranno ,se ci fossero allergie o altro ,io ad esempio ho un blocco di branca destro al cuore ,compensato ho sempre fatto tutto però non so appunto se può creare problemi ,in ogni caso cercherò a tutti i costi di farmi fare una locale magari poi mi possono dare 2 3 tranquillanti e mi addormento io mi da propio fastidio il fatto di perdere coscenza già a priori bo sarà un blocco mentale mio,ora il mio ginocchio va meglio sto facendo 2 3 volte acsett potenziamento in palestra e la muscolatura e discreta quasi quasi sarei tentato di non fare niente per il momento e aspettare ,però ho già programmato il lavoro e la famiglia andrebbe al mare quindi penso che alla fine mi farò operare

Non avendo mai fatto anestesie non so se in questi casi sia meglio una totale o meno! Sicuramente con la totale non si ha nessun tipo di sofferenza (anche emotiva) durante l'intervento , però mi da l'idea di un duro risveglio!
Per come la vedo io la trovo una bella soluzione per bypassare totalmente il momento dell'operazione, però a livello generale sento che avrei maggiore tranquillità stando conscio e vivendo tutto attimo per attimo. Cmq alla fine farò quello che mi consiglierà il dottore, quindi non totale.

Io cmq ti consiglio di farla l'operazione, è vero che potenziando la gamba si vive normalmente, però non puoi fare sport. Anche semplicemente se sei con gli amici in vacanza, decidono di fare due tiri a pallone (pallavolo, calcio, basket) tu non puoi! O magari anche cose + semplici, tipo un passeggiata in montagna, metti che ci sono terreni pericolosi hai sempre la possibilità che il ginocchio ceda...
Ti dico queste cose perchè io ho il LCA rotto dal 2001, quindi le ho vissute :D
Il rischio che ti ceda il ginocchio c'è sempre, quindi c'è il rischio permanente di rompere qualche cosa d'altro (vedi me... menisco).
Questi rischi poi aumentano anche perchè vivendo normalmente il ginocchio non ti cede mai, quindi acquisti sicurezza, inizi a non pensarci + e quando meno te l'aspetti TAC!

Anche solo se sei un po' bevutello il corpo si affloscia un po' e perdi riflessi! In questi casi a me è capitato qualche volta che mi cedesse il ginocchio semplicemente mettendoci su un po' di peso con la gamba leggermente girata!
Non è che fosse disattenzione mia, che avessi fatto chissà che cosa, semplicemente si era indebolita causa alcool.

In questi giorni mi sono veramente pentito di non averlo operato subito e se ci penso mi rendo conto che ho dovuto rinunciare a parecchie cose per il LCA rotto. Magari sono piccole cose, ma sommandole non vale la pena rinunciarci... meglio fare subito l'operazione. :)
Se l'avessi fatta subito adesso sarei tranquillo da anni e non avrei rotto anche il menisco! Invece sono qui, da un mese con le stampelle, due operazioni che mi attendono e un lungo recupero. E' valsa la pena non farmi operare? :mbe:

laurami 02-06-2007 17:57

Operatevi, a meno che non ve ne freghi nulla di partitelle a calcetto, corsette, pallavolo o cos'altro.

DonD 02-06-2007 18:51

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17374067)
Operatevi, a meno che non ve ne freghi nulla di partitelle a calcetto, corsette, pallavolo o cos'altro.

Operatevi anche se non ve ne frega nulla ;)
Meglio riparare oggi una cosa rotta che due domani!
Anche se non fate sport non potrete mai sapere se fra un TOT di anni sentirete il desiderio di intraprendere una qualsiasi attività sportiva.

Il corpo umano è come una macchina, se si rompe qualche cosa poi ne risente qualche cos'altro!
Il chirurgo che mi opererà mi ha spiegato che nel caso di LCA rotto il menisco è portato a lavorare di +... quindi è molto facile che prima o poi parta pure quello. :muro:

rox70 02-06-2007 21:14

si in effetti penso che prevarrà l'intervento, non posso pensare di non poter più giocare a calcio o fare una partita a tennis ho 37 anni ma me ne sento e ne dimostro 25

rox70 03-06-2007 11:24

Quote:

Originariamente inviato da DonD (Messaggio 17372288)
Non avendo mai fatto anestesie non so se in questi casi sia meglio una totale o meno! Sicuramente con la totale non si ha nessun tipo di sofferenza (anche emotiva) durante l'intervento , però mi da l'idea di un duro risveglio!
Per come la vedo io la trovo una bella soluzione per bypassare totalmente il momento dell'operazione, però a livello generale sento che avrei maggiore tranquillità stando conscio e vivendo tutto attimo per attimo. Cmq alla fine farò quello che mi consiglierà il dottore, quindi non totale.

Io cmq ti consiglio di farla l'operazione, è vero che potenziando la gamba si vive normalmente, però non puoi fare sport. Anche semplicemente se sei con gli amici in vacanza, decidono di fare due tiri a pallone (pallavolo, calcio, basket) tu non puoi! O magari anche cose + semplici, tipo un passeggiata in montagna, metti che ci sono terreni pericolosi hai sempre la possibilità che il ginocchio ceda...
Ti dico queste cose perchè io ho il LCA rotto dal 2001, quindi le ho vissute :D
Il rischio che ti ceda il ginocchio c'è sempre, quindi c'è il rischio permanente di rompere qualche cosa d'altro (vedi me... menisco).
Questi rischi poi aumentano anche perchè vivendo normalmente il ginocchio non ti cede mai, quindi acquisti sicurezza, inizi a non pensarci + e quando meno te l'aspetti TAC!

Anche solo se sei un po' bevutello il corpo si affloscia un po' e perdi riflessi! In questi casi a me è capitato qualche volta che mi cedesse il ginocchio semplicemente mettendoci su un po' di peso con la gamba leggermente girata!
Non è che fosse disattenzione mia, che avessi fatto chissà che cosa, semplicemente si era indebolita causa alcool.

In questi giorni mi sono veramente pentito di non averlo operato subito e se ci penso mi rendo conto che ho dovuto rinunciare a parecchie cose per il LCA rotto. Magari sono piccole cose, ma sommandole non vale la pena rinunciarci... meglio fare subito l'operazione. :)
Se l'avessi fatta subito adesso sarei tranquillo da anni e non avrei rotto anche il menisco! Invece sono qui, da un mese con le stampelle, due operazioni che mi attendono e un lungo recupero. E' valsa la pena non farmi operare? :mbe:

la tua analisi e semplicemente perfetta,e propio come la vedo io e mi conforta molto

Fabbro76 04-06-2007 11:56

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17364807)

X Fabbro76
In che senso 6 ore di fisioterapia al giorno? Così tanto? Io ho iniziato a fare il fisiotek 3 volte al giorno per un'ora (l'elasticità, ossia il piegamento della gamba, è la prima cosa su cui si lavora), a camminare con le stampelle con carico parziale. Un po' di elettrostimolazione leggera. Tanto ghiaccio 3/4 volte al giorno per 30 min. Appena toglierò i punti, farò fisioterapia in acqua.

Te cosa intendi per farli tutti? Quali e quanti? A me non sembrano che siano così tanti gli esercizi...
Altra cosa: ma a te s'è gonfiata la gamba? E t'è diventata nera per l'ematoma nella parte interna posteriore? A me hanno detto che sarebbe stato normale ma così tanto nera non me l'aspettavo...

Allora, ecco gli esercizi prescritti e da fare subito dopo l'intervento:

(leggo dal foglio di dimissioni) - "Ginnastica isometrica quadricipite sinistro 20' X 4/die"
"Esercizi di pompa venosa 5' ogni 1/2 ora"
"Crioterapia (ghiaccio) 20' X 4/die"

Questo l'ho incominciato il giorno 28, il giorno subito dopo l'operazione. L'ho continuato fino al 2 maggio giorno del primo controllo.


Ovviamente poichè il dolore era parecchio, soprattutto dopo gli esercizi, ci affiancavo Toradol o Co Efferalgan al bisogno e la sera punture sulla trippa di Clexane e la mattina una cp di Lansox (gastroprotettore)

Dal 3 di maggio all' 11 Maggio: "Ghiaccio 20' X 6 /die"
"Ginnastica Isometrica M. Quadricipite femorale a ruota dentata 30' X 6/die"
"Flessione ginocchio in posizione prona 20' X6 /die"

Dal 12 Maggio al 17 maggio: "Stretching passivo dei muscoli flessori 5' X6/die"
"Ginnastica Isometrica M. Quadricipite femorale a ruota dentata con rialzo di 10 cm sotto il tallone 30' X 6/die" (il rialzo serviva per spinger il ginocchio all'interno e stirare i legamenti evitando che il ginocchio con l'immobilità non assumesse una posizione perfettamente estesa)

Dal 17 Maggio in po (e ancora oggi fino a venerdi prox.) Stessi esercizi solo con ghiaccio (quest'ultimo 15' X4/die)

In pratica se fai due conti vedi la durata che è sulle 6 ore al giorno (anche se non da subito).

Da sabato poi ho incominciato a camminare senza stampelle e non mi posso lamentare....mi fa un pò male, sono ancora limitato nei movimenti però ho ripreso a guidare e a fare le scale (con cautela e lentamente)

Vedremo più avanti!

Adesso ho chiesto che mi fossero prescritte delle fisioterapie in acqua ma devo passare davanti alla commissione medica per il benestare

Fabbro76 04-06-2007 12:29

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17364807)
X Fabbro76

Altra cosa: ma a te s'è gonfiata la gamba? E t'è diventata nera per l'ematoma nella parte interna posteriore? A me hanno detto che sarebbe stato normale ma così tanto nera non me l'aspettavo...

Avevo un livido dietro la coscia parte interna. Il Prof. mi ha spiegato che era fisiologico poichè era il punto di prelievo del tendine.....(sempre che abbia capito bene)

Comunque non era eccessivamente livido.....era normale, come dopo una botta.

Per il gonfiore, si il ginocchio era (e lo è un pò ancora) gonfiotto, ma non tanto. Soprattutto se metti le gambe unite e ti guardi i ginocchi vedi come quello operato (il mio è il sx) sia più "tondo" e sporgente rispetto a quell'altro.

bronzodiriace 05-06-2007 13:08

ragazzi io mi sono rotto il legamento [L.C.D] a novembre 2006, penso di farmi operare a settembre o dopo settembre visto il caldo e viste le vacanze estive.

Il mio recupero spero che sia rapido visto che ho parecchia massa muscolare e le cosce molto muscolose [faccio Body Building da 10 anni]

In questo periodo pre operazione farò ancor di più potenziamento alle coscie.

Mi opererò a Napoli.

laurami 05-06-2007 18:34

Quote:

Originariamente inviato da Fabbro76 (Messaggio 17392188)
Avevo un livido dietro la coscia parte interna. Il Prof. mi ha spiegato che era fisiologico poichè era il punto di prelievo del tendine.....(sempre che abbia capito bene)

Comunque non era eccessivamente livido.....era normale, come dopo una botta.

Per il gonfiore, si il ginocchio era (e lo è un pò ancora) gonfiotto, ma non tanto. Soprattutto se metti le gambe unite e ti guardi i ginocchi vedi come quello operato (il mio è il sx) sia più "tondo" e sporgente rispetto a quell'altro.

Te un semplice livido, io sai cosa? Tutta la gamba nera, dall'inguine alla caviglia... Al centro fisioterapico si sono meravigliati!!! Il fatto è che ho sanguinato più della media e un po' del sangue è uscito e la parte restante è scivolata verso la caviglia e verso l'inguine. Il problema è che ora questo versamento mi provoca dolore e ho dovuto passare in secondo piano il ginocchio (ora infatti le mie terapie sono maggiormente focalizzate sul riassorbimento di quel versamento).

Quanto al sanguinamento, sarei curioso di sapere bene da cosa dipenda. Oggi il dottore m'ha detto che dipende dalla condizione del muscolo e io ce l'avevo in ottima forma (ore e ore di COMPEX alle spalle nonché piscina)...
Non vorrei che allenarlo troppo porti ad un massiccio sanguinamento post operatorio, te che dici BRONZODIRIACE?

Fabbro76 05-06-2007 19:27

Quote:

Originariamente inviato da laurami (Messaggio 17412037)
Te un semplice livido, io sai cosa? Tutta la gamba nera, dall'inguine alla caviglia... Al centro fisioterapico si sono meravigliati!!! Il fatto è che ho sanguinato più della media e un po' del sangue è uscito e la parte restante è scivolata verso la caviglia e verso l'inguine. Il problema è che ora questo versamento mi provoca dolore e ho dovuto passare in secondo piano il ginocchio (ora infatti le mie terapie sono maggiormente focalizzate sul riassorbimento di quel versamento).

:eek: MINCHIA!

Fabbro76 05-06-2007 19:31

Comunque ho sentito diverse persone che dopo l'intervento sono andate a fare fisioterapia affidandosi a centri fisioterapici.

Io invece mi sa che sono l'unico (e come me anche tutti quelli che si sono affidati a questo Prof. dove sono andato io) che mi faccio le fisio-fai-da-te :)

Ora venerdi se alla visita mi dice di continuare sempre con gli stessi esercizi, anche per una sola settimana, gli taglio tutti i capelli!!! :D

Non ne posso più!!!!!

Comunque niente più stampelle, ho ripreso anche a guidare e fare le scale (ma non con scioltezza)

E questo ad un mese e qualche giorno dall'intervento.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 18:36.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.